Sei sulla pagina 1di 6

Licensed by AUDI AG

Doppia frizione: riattacco


Attrezzi speciali, strumenti di controllo e di misurazione e altri materiali necessari

⧫ Dispositivo di sostegno -T10323-

⧫ -T10356/5- del dispositivo di montaggio


-T10356-

⧫ Estrattore -T10373A-
⧫ Blocchetto di spinta -T10583-

Condizione preliminare:

● Se la doppia frizione è stata sostituita,


deve essere regolato l'innesto della
frizione → Capitolo.

● L'innesto della frizione è montato


→ Ancora.

Riattacco

– Ruotare all’indietro il mandrino


dell'estrattore -T10373A-.

– Prima di inserire la doppia frizione,


applicare un velo di grasso sulla dentatura
dell'albero primario; Grasso → Catalogo
elettronico dei ricambi (ETKA). Rimuovere
assolutamente il grasso in eccesso.

– Inserire con cautela la frizione nel cambio


utilizzando l’estrattore -T10373A-.

● La frizione è autoregistrante. Eventuali


vibrazioni possono influire negativamente
sul dispositivo di registrazione. Al
momento del riattacco non far cadere la
frizione nel cambio.

– Applicare il blocchetto di spinta


-T10583--3-.

– Applicare il dispositivo di sostegno


-T10323- parallelamente alla flangia del
cambio -1-.

– Se necessario, compensare le distanze,


ad esempio con -T10356/5--2-.

– Avvitare le viti -A- manualmente.

● Fissare le viti -A- con il dado secondo


necessità.

– Inserire la frizione fino alla battuta.

Suggerimento

⧫ Durante l'inserimento mettere una mano


sulla frizione. È così possibile avvertire
una lieve «vibrazione»

⧫ La «vibrazione» indica che la frizione è


stata premuta in sede. È possibile anche
percepire l'arresto nel momento in cui la
frizione si innesta in sede.

– Afferrare un nuovo anello di sicurezza con


l'apposita pinza.

● Posizione di montaggio: fessura stretta


dell'anello di sicurezza rivolta verso l'alto.

– Montare l'anello di sicurezza -freccia-.

● Se non è possibile inserire l'anello di


sicurezza, la frizione non è stata
correttamente inserita fino all'arresto.

– Affinché la frizione si trovi da subito nella


posizione di esercizio, ruotare
manualmente senza utilizzare altri attrezzi
contro la forza esercitata dall'estrattore
-T10373A--freccia-.
Suggerimento

⧫ Mediante la calettatura, la frizione si


arresta in basso sull'albero primario.
Questa non è la posizione ottimale.

⧫ La frizione deve essere sollevata quel


tanto che basta fino a sfiorare l'anello di
sicurezza.

⧫ Ruotare solo manualmente. In questo


modo la frizione scivola contro l'anello di
sicurezza. Non utilizzare altri attrezzi.

– Inserire il mozzo.

● Il mozzo è provvisto di un dente grande


-freccia- e si può inserire in una sola
posizione.

● Sul lato motore, il dente grande è


provvisto di un contrassegno.
– Inserire l'anello di sicurezza -freccia- del
mozzo.

● Il taglio dell'anello di sicurezza deve


essere rivolto verso il «nasello» della
frizione.

Controllo della frizione

– Ruotare manualmente la frizione.


Dovrebbe essere possibile ruotarla senza
problemi.

● Se nel ruotarla si riscontra una resistenza


o una forte abrasione delle guarnizioni,
smontare nuovamente la frizione
→ Capitolo.
– Controllare la posizione di montaggio delle
rondelle di regolazione -frecce-.

● Le rondelle di regolazione devono essere


inserite correttamente in sede e non
devono essere danneggiate.

● È anche possibile che vi sia un errore di


calcolo. Ricontrollare le misurazioni
→ Capitolo.

● Se non vi sono errori, è possibile che la


frizione si sia spostata durante il
trasporto/montaggio e occorre allora
montarne una nuova. Dopodiché, regolare
nuovamente la posizione del supporto a
innesto → Capitolo.

Continuazione

– Rimuovere i due tappi e applicare i


cappucci di sfiato -frecce-.

– Se è stata montata una doppia frizione,


sostituire il cuscinetto ad aghi -freccia-
nell'albero motore
→ Gruppo rip.13
.

– Montare il cambio:
→ Cambio a doppia frizione a 7
marce; Gruppo rip.34

– Dopo il montaggio del cambio, con le


Funzioni guidate eseguire la Regolazione di
base completa → Strumento di diagnosi.

Se necessario va effettuato un aggiornamento


del software. Vedi avvertenza su → Manuale
Servizio Tecnico.