Sei sulla pagina 1di 8

GIOVANE ITALIA

Ambiente&territorio
Crediamo importante data la certa costruzione di Pedemontana (volente o nolente, sarà fatta)
valutare una serie di opere di compensazione. Ci piacerebbe proporre a società Pedemontana la
costruzione di una pista ciclabile lungo tutto il percorso (o parte di esso a seconda delle possibilità)
e la costruzione e l'attrezzamento di una area ludico-sportiva dotata di un percorso di
cross/ciclocross. L'indirizzo è comunque quello di non rendere “morte” le aree attorno
Pedemontana per questo noi abbiamo avuto questa idea, ma certo ogni altra proposta che non faccia
morire quelle zone è ben accetta.

Per quanto riguarda la zona centrale di Desio, dato che la metrotranvia passerà da via Milano,
sostituendo il tram cittadino che passa per via Garibaldi, approfittare per la rivalutazione del centro
(almeno partendo dal Sala Sport andando verso la piazza, per intenderci) prevedendo la possibilità
per bar e locali, di ampliare lo spazio per sedie e tavolini (per incentivare l'idea sarebbe buona
cosa prevedere l'esonero dal pagamento della tariffa per l'occupazione di suolo pubblico).

Sempre per il centro, proponiamo l'esclusione degli oneri a carico del privato (oppure premialità
volumetriche) a coloro i quali nell'area “centro storico” del Pgt vogliano migliorare l'immobile
(sopratutto commerciale) ristrutturandolo o modificandolo (stando i limiti ex lege previsti e vincoli
del Pgt). Il tutto prevedendo un “disegno” unitario per la riqualificazione del centro storico
(esempio i colori delle tinte).
L'idea di base è: riportare il commercio e la voglia di investire a Desio e nel suo centro.

Commercio
La proposta di cui sopra è parte di questo ambito ovviamente, ma si può aggiungere una idea.
Ci sono negozi e attività anche al di fuori del centro cittadino. Per rilanciare nel contempo anche la
festa del Palio degli zoccoli (che diciamocelo, è ormai la stessa solfa da che abbiamo memoria)
organizzare in quel weekend anche una mini-fiera raggruppando le attività commerciali
suddividendole per contrade. Si potrebbe pensare anche ad una votazione con premialità per
l'attività stessa (un po' come succede, infatti, nella maggior parte delle fiere).

Sicurezza
Desio non è una città insicura. Di questo ne siamo convinti. Diversa però è la percezione da parte
dei cittadini della sicurezza. Riteniamo comunque utilissimo riproporre la vecchia questione del
terzo turno dei vigili urbani.

Riguardo invece quella che potrebbe essere chiamata un'idea di “sicurezza passiva”, abbiamo notato
che ci sono alcune aree di Desio che la notte soffrono di poca illuminazione. A tal proposito,
sarebbe utile proporre l'installazione di lampioni in queste zone, ma con una piccola novità.
Sarebbe bello se fossero a pannelli solari. Una scelta forse un po' più dispendiosa inizialmente ma
che nel lungo temine porta al risparmio monetario ed energetico.
Quest'ultima proposta è da inserire anche alla voce territorio. Nel senso che proponiamo di
sostituire quanti più lampioni possibili con quelli a pannelli solari. In ogni caso (esempio in piazza)
ci fosse la necessità di una installazione ex novo di impianti di illuminazione prevedere che siano
installati solo lampioni a pannelli solari.

Giovani.
Incontri mensili fra assessore e associazioni attive sul territorio per coordinare le idee e le iniziative,
anche in ambito sportivo. Valorizzazione della biblioteca come centro di studio e aggregazione.
Maggiore informazione sugli eventi che si realizzano in città. Apertura di uno sportello comunale
dove cercare finanziamenti, gestione autorizzazioni ecc.. nell’ambito delle attività culturali.

GIOVANI DI DESIO 5 STELLE

Commercio
Siamo contrari alla costruzione di nuovi centri commerciali, in quanto siamo convinti che
danneggerebbero irrimediabilmente le attività economiche locali che è necessario, invece,
valorizzare. A questo scopo proponiamo di organizzare insieme ai piccoli commercianti desiani
eventi di vario tipo come per esempio sagre, fiere dell'artigianato, esposizioni. Queste iniziative
non solo favorirebbero l’economia di Desio, ma rivitalizzerebbero il centro e coinvolgerebbero tutti
i cittadini e non solo quelli del nostro comune.

Giovani e cultura
Mettendoci in contatto con alcuni studenti desiani e basandoci anche sulle nostre esperienze
personali, siamo giunti a considerare che la biblioteca non fornisce tutti i servizi necessari, motivo
per cui proponiamo che venga installato il servizio Wireless gratuito e ad accesso libero per
lavorare e studiare con internet e il prolungamento degli orari e dei giorni di apertura: 7 giorni su
7 dalle 8.30 alle 22.00. Ci rendiamo conto del fatto che sarebbe necessario pagare dei funzionari per
permettere questo servizio, ma proprio per non gravare ulteriormente sul bilancio cittadino, la
nostra proposta è quella di istituire servizi di volontariato (con accesso serale alla sola area dell’aula
studio) o, come seconda ipotesi, di chiedere il prezzo di 5 € per la tessera annuale. Inoltre sarebbe
utile avere la possibilità di usare liberamente la fotocopiatrice pagando il servizio.
Crediamo che sia necessario rivitalizzare gli spazi comunali inutilizzati, e sfruttare le possibilità che
il nostro comune ci mette a disposizione. Il nostro parco è meraviglioso, potremmo utilizzarlo
per organizzare concerti e spettacoli teatrali, Villa Tittoni potrebbe mettere a disposizione i suoi
spazi a favore di mostre, esposizioni, concorsi, conferenze e moltissime altre iniziative che
potrebbero anche portare fondi al comune. Crediamo sia necessario pensare ad ogni possibilità per
sanare il bilancio, spesso le soluzioni che vengono “snobbate” sono le migliori per risolvere i
problemi, e si potrebbe trovare un’alternativa alla continua vendita dei nostri terreni.
Inoltre, dal momento che Desio è attualmente una realtà multiculturale potremmo organizzare una
festa in cui ciascuna minoranza etnica presente sul nostro territorio possa proporre le proprie
tradizioni culinarie, musicali e artistiche, insomma, un evento di vera e propria integrazione che
favorirebbe, tra l’altro, l’abolizione dei pregiudizi che alimentano solo le paure e le insicurezze.
Inoltre, (le idee sono davvero tante), il "Palio degli zoccoli" potrebbe essere rivoluzionato,
aggiungendo caratteristiche folkloristiche ora assenti, prendiamo spunto da una sorta di Fiera
medievale chiamata Medfest e che ogni anno si svolge a Buccheri in Sicilia, tra specialità medievali
e attrazioni accattivanti (troverete informazioni facilmente su internet, ma attenzione, non vogliamo
copiare snaturando il Palio, ma solo prendere spunto per nuove iniziative).
Uno dei problemi fondamentali di Desio è l’informazione in merito alle attività che vengono
organizzate nel comune, per questo proponiamo che vengano installati in tutta la città pannelli
informativi alimentati con pannelli solari, così potremmo informare senza danneggiare
l’ambiente.
Crediamo sia anche necessario istituire uno spazio writers, intitolato “Colora la tua città”, per dare
spazio a questi artisti un po’ “diversi” di deliziarci con i loro capolavori.
Inoltre sarebbe bello organizzare un torneo calcistico in onore di "Ambrogio Mauri",
imprenditore desiano che veniva escluso dagli appalti pubblici perché non pagava mazzette ai
grandi capi. Egli morì nell'aprile del 1997 suicidandosi con un colpo di pistola al cuore per
protestare contro il sistema delle tangenti, a cui si era sempre ribellato; ora più che mai è giusto non
dimenticare e continuare a combattere ogni ingiustizia onorando i grandi uomini.
L’ultima proposta riguarda l’istituzione di un consultorio per i giovani garantendo la presenza
delle figure professionali preposte ad affrontare i disagi giovanili (psicologo, alimentarista,
sessuologo..).

Territorio e ambiente
Purtroppo questi argomenti sono difficili da trattare in poco tempo, il problema principale è
sicuramente la scarsa informazione in merito agli argomenti che invece ci toccano più da vicino, e
sono quelli che influiscono sulla nostra salute. Nel suo piccolo il Movimento 5 Stelle, promuove già
campagne di informazione con la sponsorizzazione di conferenze in merito, per fare qualche
esempio all’inceneritore e a Pedemontana. Dal momento che i grandi spesso non vogliono ascoltare,
proponiamo di investire nel nostro futuro, cioè nei più piccini, attivando corsi informativi nelle
scuole in cui venga spiegato il valore del rispetto per l’ambiente, favorendo la nascita di quella
coscienza ecologica che in molti non riescono ad avere. Riteniamo sia fondamentale favorire
l’informazione e la cultura in merito, perché l’ignoranza può uccidere! Non possiamo tollerare che
“professoroni” come Veronesi paragonino le sostanze cancerogene (come la diossina) emesse da un
inceneritore al fumo di una sigaretta. Abbiamo la possibilità di sfruttare le energie rinnovabili senza
danneggiarci, facciamolo! Adoperiamoci per far chiudere gradualmente l’inceneritore!

Sicurezza
L'illegalità, la piccola delinquenza e il vandalismo sono la prima espressione del disagio
proveniente dalle situazioni di miseria (economica, culturale e sociale) e sono direttamente
proporzionali al degrado dei quartieri dove si manifesta, non dobbiamo permettere che i quartieri si
trasformino in ghetti. Riteniamo sia necessario fornire sostegno alle fasce socialmente ed
economicamente più deboli, favorire la conoscenza delle nostre leggi per gli stranieri, favorire
l’integrazione e il coinvolgimento tra tutti i cittadini.
E’ necessario ricordare che il lavoro delle forze dell’ordine è fondamentale purchè non siano
esempio di repressione, ma di educazione e rispetto.
GIOVANI PADANI

Cultura
Iniziative che puntano sulla conoscenza, scoperta e riscoperta delle tradizioni della nostra città e
della nostra terra:
- ripresa del corso di dialetto milanese
- continuazione del corso di storia dell’arte lombarda
- aumento delle iniziative legate al Palio degli Zoccoli: rievocazioni storiche in costume
tramite allestimenti di spaccati di vita medievale (campi militari, cucina tipica dell’epoca,
modi di vivere, professioni svolte durante quel periodo storico…)
- visite guidate alle chiese/ville/monumenti/piazze di Desio, oppure ideazione di percorsi
turistici
Ampliamento dell’utilizzo di Villa Tittoni e del parco tramite mostre, che coinvolgano
trasversalmente tutti i cittadini (dai bambini delle elementari agli universitari, dai ragazzi alle
persone adulte), gallerie fotografiche, concerti, iniziative sportive.
Cineforum tematici, abbiamo un cineteatro in piazza, perché non sfruttarlo?
Riattivazione del cinema all’aperto durante il periodo estivo.
Insediamento definitivo dell’Università Bicocca nel polo Tecnologico.
Wi-Fi nelle zone pubbliche (biblioteca, parco della Villa Tittoni)
Restyling del sito web comunale.
Creazione di una tv-web di Desio, che preveda la partecipazione di giovani desiani.

Commercio
Miglioramento della programmazione commerciale, intesa non come costruzione di un centro
commerciale (che comporta spreco di suolo e chiusura dei piccoli e medi negozi), bensì come
sostegno dei negozi e dei commercianti locali, dando precedenza ai commercianti italiani.
Regolamentazione delle attività commerciali (legge Harlem, monitoraggio dell’apertura di centro
massaggi cinesi..)
Maggior coinvolgimento da parte di tutti i commercianti nell’iniziativa estiva dei negozi aperti il
mercoledì sera.

Territorio/ambiente
L’elaborazione dei dati Istat da parte della Camera del Commercio MB dimostra che la Brianza sta
sprofondando nel cemento: 21 comuni su 55 superano la soglia critica del consumo di suolo (55%),
mentre in 12 casi le aree agricole spariranno in meno di 50 anni.
Desio è rientra in tutti i 2 casi, con il 61% di aree cementificate e l’1% di aree agricole.
Si deve necessariamente invertire la rotta, tutelando le aree verdi e le aree libere, impedire che
vengano costruiti nuovi edifici o che le industrie si amplino.
Recupero del centro storico: conservazione e valorizzazione dei luoghi tradizionali desiani,
recupero edifici del centro, cura, pulizia e manutenzione, vitalità del centro.
Miglioramento commercio locale.
Attenzione a tutte le zone della città, compresi i quartieri e le periferie, tramite riqualificazione e
adozione di servizi pubblici adeguati, spazi pedonali, percorsi pubblici, strumenti di collegamento
col centro, aggregazione sociale.
Abbattimento barriere architettoniche.
Protezione, manutenzione e riqualificazione del verde urbano, in modo tale da renderlo vivibile:
parchi giochi per bimbi, panchine, percorsi pedonali e ciclabili, campi gioco…

Sicurezza
Potenziamento dell’illuminazione pubblica, soprattutto nei parchi e giardini e nei luoghi periferici.
Ordinanze di divieto di consumo di alcoolici e di bivacco nelle aree pubbliche.
Divieto di stabilirsi sulle aree pubbliche per alloggiare o pernottare in caravan, tende, roulotte fuori
dagli spazi a questi destinati o consentiti.
Istituzione del vigile di quartiere.
Installazione di sistemi di videosorveglianza.
Organizzazione di corsi di auto-difesa ed anti-aggressione.

GIOVANI DEMOCRATICI

Cultura
La nostra proposta in quest'ambito è strettamente legata alle idee esposte più avanti riguardo ai
giovani: cultura e giovani infatti sono due temi inscindibili.
Noi proponiamo la creazione di una Consulta a livello comunale, composta da adulti esperti del
settore ma soprattutto da una buona percentuale di giovani. Questo per incanalare le proposte dei
giovani, spesso caratterizzate da ottime idee ma da un minore senso pratico, in progetti definiti e
realizzabili.
Questa consulta dovrà collaborare con la Commissione Cultura e con l'Assessorato competente.
Scopo:
1.gestire gli eventi culturali che già ci sono a Desio, in modo da organizzarli coerentemente tra loro
e dar loro maggiore visibilità.
2.Sopperire alle lacune esistenti. Ad esempio, se non ci sono iniziative teatrali, si provvederà a
creare una serie di eventi in tal senso.

Giovani
(da considerare strettamente legata alla proposta per la CULTURA, anzi da essa discendente)

Partendo dal presupposto che le politiche giovanili della nostra città negli ultimi anni hanno subito
un drastico declino, noi Giovani Democratici abbiamo pensato di concentrare le nostre idee in due
direzioni:
a) Valorizzazione dell'esistente
b) Novità
Il punto a) quello su cui ci si dovrà impegnare maggiormente, vista la grande potenzialità culturale
della nostra città.
Entrando nello specifico delle proposte:
a) Valorizzazione dell'esistente: intendiamo quelle realtà che rappresentano già un luogo di
aggregazione giovanile, o potrebbero diventarlo in breve tempo. In particolare sono
−La biblioteca: estendere l'orario di apertura, installare il wi-fi e cambiare le prese a muro
aggiungendo anche l’ingresso LAN per chi non è dotato di wi-fi
−Il cineteatro Il Centro con bar annesso: riproporre una soluzione come quella dell'Hitchcock Café,
e rivitalizzare il teatro promuovendone la fruizione da parte di compagnie teatrali, soprattutto
giovanili (esempio, gruppi di teatro delle scuole)
−Villa Tittoni: ripristinare il cinema all'aperto, e rendere agibile la villa alle associazioni giovanili
per eventi culturali. Sarebbe anche bello allestire all'interno un auditorium per concerti.
b) Novità: istituire eventi ciclici, annuali o semestrali, che creino una “rete” di partecipazione. Il
luogo per eccellenza potrebbe essere piazza Don Giussani, uno spazio vastissimo e per nulla
sfruttato. Si potrebbero convogliare qui:
−le varie iniziative che già esistono, promosse dalle associazioni, ma facendole diventare
“istituzionali”, cioè coinvolgendo l'intera cittadinanza col patrocinio del comune;
−creare novità, ad esempio fiere di equosolidale, artisti di strada, festa della birra...

Tutto questo dovrà essere gestito dalla Consulta Comunale sopra descritta.

Commercio
Di sicuro la prima proposta sarebbe quella di bloccare la creazione di nuovi centri commerciali che
“ammazzano” il commercio al dettaglio. Un esempio su tutti è il Bennet che hanno costruito a
Lentate e che ha spinto il comune a creare una navetta che porta a questo centro commerciale
svuotando il centro.
La proposta ulteriore sarebbe quella di agevolare l’installazione di nuovi negozi limitando invece le
banche e le assicurazioni; la riqualificazione del centro deve però passare anche dalla creazione di
nuovi parcheggi in punti nevralgici e dalla creazione di una zona a traffico limitato che coinvolga le
vie con i negozi(come avviene a Seregno).
Un ulteriore e decisiva proposta sarebbe poi quella di rendere di nuovo il centro attraente
mantenendo e ampliando iniziative come i negozi aperti(durante il periodo estivo) a questo
proposito sarebbero utili serate a tema che coinvolgano le società sportive, gli oratori, e gli stessi
negozi per dare nuove attrattive ai cittadini e spingerli ad essere maggiormente attratti dal centro.

Territorio/Ambiente
La politica di un'amministrazione degna di tale nome non può prescindere dalla tutela ambientale,
che significa non solo preservare il verde esistente (cementificazione ZERO) ma anche promuovere
uno sviluppo sostenibile.
Veniamo alle proposte dei Giovani Democratici.

Prima di tutto, due premesse:


1)La costruzione di una coscienza ambientale nei cittadini. Per questo è fondamentale partire fin
dalle elementari nell'educazione al rispetto dell'ambiente e al comportamento virtuoso. Es.:
- si insegna il valore di non usare l'automobile e girare a piedi o in bici
- si insegna ad effettuare una raccolta differenziata come di deve
- si insegna il valore fondamentale del proprio piccolo contributo: se tutti facciamo un piccolo
passo, possiamo costruire grandi cose. Se nessuno comincia a farlo, non si arriverà da nessuna
parte.
2)Per attuare comportamenti virtuosi, bisogna anche avere la possibilità di metterli in atto: da qui
l'importanza di una politica che sostenga la mobilità sostenibile con piste ciclabili, centro chiuso al
traffico, percorsi pedonali...

Proposta concreta dei Giovani Democratici:


Promuovere il raggiungimento della stazione ferroviaria con la bicicletta. Per fare questo, il primo
passo è quello di installare un deposito custodito per le biciclette.
−Installando barre a U rovesciata che permettono di legare anche il telaio
−Garantendo una sorveglianza:
a) automatizzata: telecamere attive 24 ore su 24 (costi permettendo, che però non dovrebbero essere
eccessivi)
b) personale, solo negli orari di lavoro: a questo proposito, si potrebbe creare un chiosco, che
diventerebbe anche luogo di aggregazione, oltre che a svolgere funzione di sorveglianza.

Depositi custoditi di questo tipo, anche più semplici, potrebbero essere installati anche in altre zone
della città, ma secondo noi la stazione è il luogo più urgente.

Sicurezza
E’ chiaro che sotto questo aspetto le proposte devono andare in un duplice senso:
-aumentare la componente repressiva/di vigilanza: in quest’ottica ci troviamo concordi con la
proposta di creare il terzo turno dei vigili mentre per quanto riguarda le ronde pensiamo che siano
un’esagerazione che non serve alla città
-migliorare la componente educativa: in questo senso si agisce sulla causa del problema. Le
proposte sarebbero progetti potenziati di educazione civica nelle scuole e di ingresso nella società
per i giovani con progetti ad hoc del comune e tramite le associazioni già operanti sul territorio.
Così si procede a curare il problema alla radice.

GIOVANI NUOVO POLO X DESIO

Territorio e Ambiente
Un maggiore controllo sul costruito nel senso che le compensazioni ambientali che ogni costruzione
ha devono essere rispettate. L'arrivo di Pedemontana è un passaggio importante la nostra
amministrazione non ha fatto richiesta di compensazioni ambientali, dobbiamo chiederle con la
costruzione di aree verdi nelle zone limitrofe a questa, diciamo catastrofe che deturperà il nostro
territorio, penso poi a costruire con pochi soldi (perchè soldi ce ne sono pochi). Dei parchi rurali
cioè una cura delle stradine intorno ai campi (che esistono ancora a Desio) così da creare dei
percorsi per jogging o camminate che siano curati e privi di pericoli nelle ore serali.

Cultura
La creazione di aperitivi letterali con invitati scrittori giovani (che quindi vengono a costo zero) e
l'utilizzo dei bar della zona che potrebbero fornire l'apporto per l'aperitivo senza grossi costi per il
comune. La creazione di spazi dedicati della biblioteca ove è possibile creare dei gruppi di lavoro,
cioè i ragazzi aventi difficoltà in alcune materie possono aiutarsi per superare le loro lacune avendo
degli spazi dedicati. Pensare poi (come ho detto all'incontro) ad un network con i comuni della
zona rispetto alle varie attività culturali che ci sono a Desio e nei paesi vicini.
Commercio: rivitalizzare il centro attraverso l'abbassamento degli oneri di urbanizzazione e delle
tasse comunali per coloro che vogliono aprire una attività commerciale interessante nel centro del
nostro comune.
Sicurezza
Istituire realmente il terzo turno della polizia locale. In realtà a Desio un vero pericolo di piccola
criminalità non c'è, ma è utile sia per le gang di ragazzotti che rompono i parchi pubblici alla sera,
sia per far si che la gente si senta alla sera più sicura e inizi ad uscire.

Giovani
Avviare una collaborazione universitaria con il politecnico di Milano per dare la possibilità ai
giovani di svolgere dei lavori di tesi sulla viabilità di Desio. Il lavoro migliore verrà poi premiato
con una borsa di studio. Questa iniziativa porta ad un guadagno per il giovane che viene coinvolto
in una ottima opportunità di lavoro e per il comune che non deve pagare consulenze costosissime ad
architetti già affermati.