Sei sulla pagina 1di 26

I

PGS - S.p.A .

. ..
* Serie SPARTA

* F 13/B * F 14/B * F 16/B * F 18/D


* F 13/P * F/14/P * Fx16/D · * F 20/D
* F 13/D * F 14/D

l/ p G s s . P. A . - 2901 0 CADE O - PIACENZA


TEL EF O N I : 51 9 4 5 ~
5 1946
51947
R O V E LE TO
PGS - S.p .A.

NOTA: Una cop ia d i que sto lib retto viene fo rn ita con ogn i Moto-
coltivatore assieme al libretto del mo tore.

PRESENTAZIONE

Nel rin graz ia rla per la prefe re nza accord ata le, la PGS è lietà d i
porge r le il benvenuto fra i nume rosi possesso ri di «Mo tocoltivato ri
PGS » e confida che l'uso d i qu e s ta macchina sarà per Lei motivo d i
piena soddisfazione.

Questo Motocolt ivatore è il r isu ltato di lu nghi ed accurati s tu d i allo


scopo di creare una moderna macchi na capace di soddisfare le sempre
c rescent i es igenze nel campo dell a moto r izzazione agricola ed aumen ta
Le descrizioni, illustrazioni e caratteristiche fornite nella pre- qu ind i il rend ime n to de ll 'azienda.
s~n~e pub~lic.a~ione s'intendono non impegnative. La PGS perciò
si riserva il diri tto, fermo restando le caratteristiche essenziali dei Per la costruzione dei mode rni Motocoltivatori Se rie F 13 - F 14 -
tipi qu~ descritti ed illustrati, di apportare in qualunque momento, F 16 vengono usat i materia li specia li ad altissima res istenza i q uali ac-
sen~a impegnarsi ad aggiornare tempes tivamente questa pubbli- coppi at i a ll a ottima lavorazione, garantiscono un perfetto funziona-
cazione, le eventuali modifiche di organi, dettagli o forniture di m e nto, una lunga efficienza e dura t a della macch ina .
accessori, che essa ritiene convenienti per scopo di miglioramento
o per qualsiasi esigenza di carattere costruttivo o commerciale. La pregh iamo di leggere attentamente ques to libretto, nel qua le
t rove rà un'accura t a desc r iz ione d i tutte le parti del Motocolt iva tore e
le norme p iù semplici da segu ire per assicurare la migliore manuten-
zione e con servazione.

E' Suo in te resse conservare bene il capit a le che Ella ha in vest ito
in questo Motocoltivatore; ma è anc he nostro poichè sappiamo che se
Ella segu irà i nostri cons ig li con scrupolo, ques ta nuova macchina le
d a rà tutte le soddisfazio ni che si è ripromesso acqu istandola, facendo
d i Lei un Cliente soddisfatto .

La preghiamo d i r ico rdars i semp re che l'i mpiego del Motocoltiva-


tore Le farà guadagnare tempo e denaro; la sua b uona manutenzione
le fa rà rispa r miare più te mpo e p iù denaro.
2
3
PGS - 5.p.A.
- --- -- --- - - -------- - - ficienza s t ruttura le e l'accuratezza dei con t rol li d i fabbricazione
rendono m in im a la quota ma n utenzione e riparazioni . La lunga
durata ormai proverb ia le fra gli Utent i dei Motocolt iva tori PGS
rende alt resì minima la quota_d i ammortamento.

CARATTERISTICHE ESSENZIALI La sicurezza dell'impiego - I Motocoltivatori PGS sono sempre pron ti


a funzionare, anc he dopo lu nghe soste nel le più d iverse condi-
zion i c limatiche. L'avv iamen to de l motore è sempre immed iato
ed il r affredda men to ad ar ia de l motore, e limina ndo i ben no t i
Le caratteri st iche essenziali dei Motocoltivatori PGS sono : inconvenien ti de l raffreddamento ad acqua, e li m in a una del le
principa li cause de ll a inefficienza del motore.
La robustezza - E' assicurata dal largo d imensionamento e dall'impiego
dei miglior i materiali. La d urata de lla macchina è, d i conseguenza, La sempl icità e la rap id ità di esecuzione di quals iasi eventuale
eccezionalmen te lunga. riparazione costituiscono ulteriore ga r anzia d i costante disponib ili tà
per l'i m piego .
La semplicità - La stru ttu ra de l motore e de ll a ma cch ina, la raz io nal ità
costruttiva, la poss ibil ità di procedere a montaggi e smontaggi di
tutte le parti anche nel campo, la elemen ta rietà de lle manov re di La universalità d'uso - Tipica delle inziative vitali in agricoltura è l'uti-
cond uzione, ecc. rendono l'impiego e la manutenzione dei Moto-
lizzazione delle attrezzature PGS. Ovunque esista un lavoro impor-
coltivatori PGS mo lto facili e semplic i.
tante da compiere e da compiere celermente ed economicamente,
La com pletezza - E' assicurata dalle 12 marce, da l bloccaggio automat ico là si vedranno al lavoro le famose macchine gialle.
del diffe renz iale, de l cambio sulla presa di forza, in modo di poterla
avere sincronizzata con l'avanzamento della macchina, oppure f issa
e dipendente quindi dal motore; dalla poss ibilità di variare la
carreggiata de lle ruote a piacere, dalla possibil ità di variare facil-
. mente la larghezza della fresa, dal suo minimo peso, che comun-
que può essere aumentato con gli appositi contrappesi, ecc. Tu tte
queste caratteristiche rendono i Motocoltivatori PGS di uso univer-
sa le e quindi adat ti ad effettuare qualsias i lavoro perchè, pur essen-
do or ig inariamente delle macch ine grosse, s i possono praticamente
e facilmente ridurre a macchine relat ivamente piccole.

L'economicità - L'alto rendimento del motore, con particolare rifer i-


mento a l motore Diesel, porta il livel lo dei consumi, sia di com-
bustibile che di carburante, al un li mite estrema mente basso. L'ef-

4
5
PGS - S.p.A. PGS - S .p .A.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI
DATI PER L' IDENTIFICAZIONE

La carat teris t ica fond a m en tale dei Motocolt ivatori PGS, c he li d i-


st ingue d a qua ls iasi al t ro tipo di macchin a ,è il cambio sulla presa d i
fo rza, il che per mette d i avere la p resa di fo r za sincro nizzata con l'avan-
zamento de lla macchi na in modo di e ffe ttua re le lavorazioni al la velo-
c ità opportuna e desi de rata ma n tenendo costante ed o ttima le qualità
di lavorazione, oppure avere la presa di for za a giri fissi d ipenden te
da l regime ciel motore ed indi pendente qu indi , d a ll 'a vanzamento de lla
ma cc h ina.

Inol tre il fun z ionamento d e lla p resa di forza è ind ipende nte dal
mo vimen to de lla macc hi na , c ioè la presa di forza può f unzion are sia
quan do la macch in a è ferm a , sia qu a ndo la m a cc h ina è in movime nto.

Un'altra caratteri s t ica fondame ntale de i Motoco ltivatori PGS è di


avere un notevole nume ro d i ma rce il che permet te alla macc h in a di
passa re progress ivamente da un a ve locità di 1 Km . a ll 'ora a 15 Km.
a ll'ora, perm e tte ndo q uindi la scelt a dell a marc ia p iù app ropriata a lle
va ri e lavo raz io ni d a effett ua re.

Ino ltre il d iffe renz iale è munito di dispositi vo au tomatico d i bloc- La macchi na porta due da ti per l' ident if icazione:
caggio a ll o sco po di mi gl iorare l' ade ren za de lle ruo te al terre no ed ev i-
t a re c he u na ru o ta slitti. 1° - Il tipo ind ica to sulla targhetta sit uata sul la parte anteriore del
motore . Su t a le t arghetta è s t ampiglia to anche il n u mero di ma-
La carreggiata delle ruote mot r ici p uò essere regola t a da un minimo t ri cola de l moto re.
d i 44 cm. per il t ipo F 13 e di 55 cm. pe r i t ipi F 14 - F16,mi s ura to
al l'es terno, ad un massim o di 2 metri. 2° La matricola in dicata con una lettera ed un numero stampigliato
sull a parte superiore del ca r ter ruo te .
La fresa è regolabile facilmente e rap ida me nte in larghezza di 5 in
5 cm ., da un m inimo cl i 20 cm. ad un m ass imo di 1 metro. Il man ub r io La Fresa por t a il numero di matr icola stampigliato su l corpo prin-
d i gu ida è regol a bile istan t aneamen te in altezza, lateral men te, ed è
cipale.
reversibile.

6 7
PGS - S. p.A. PGS - S.p.A.

DATI TECN ICI

MOTOCOLTIVATORE.
--
F 13 I F 14
-
I F-~I
F 18 F 20
--
SE RV IZ IO ASSISTENZI ALE

~
Motore Benzi na 13 13 13 - -
cv Motore Petrol io 12 12 - - -
Motore Diesel . 12 12 14 15 18
I
Alcun e delle oper azioni di manutenzione non sono faci lmente ese- Cons. gr . CV / h l Benz. Petro li o
Diesel
342
190
342
190
342
190
-
190
-
190
gui b il i con i mezzi d i cui normalmen te d ispone un privato.
Cilindrata cmc. j Diesel 490 490 490 - -
Consigli amo qui ndi vivamen te di r ivolgersi ad u n nostro Conces- Benz. Petrolio 572 572 638 638 707
siona rio, il qu ale, nel la m aggiora nza dei casi, d ispone di una propria
Ruote in ferro 560x140 650x140 650x1 40 650x140 650x140
offi cina e può qui nd i provvedere all 'esecuzione r aziona le, so ll ecita ed
economica, d i qualsiasi lavoro di rev isione media n te personale spec ia- Larg hezza media est erno ruot., . 44 cm. 48 c m. 60 cm. 60 cm. 60 cm.
l izza to ed attrezzature adatte. La rghezza mini ma esterno ruot e 64 cm . 64 cm. 74 cm. 74 cm . 74 cm .

Per le revis ioni generali interpel lateci direttamente e sa re mo l ieti Largh . mass ima esterno ruote . 2 mt. 2 mt. 2 mt. 2 mt. 2 mt.
di me tterci completamente a Vostra disposizione. lei. 1' marcia P. retrom. Km/ Il 1,3 0,9 0,9 0,9 0,9

Ve l. 2' marcia e retrom . Km/ h 2,6 2,0 2,0 2,0 2,0

Vel. 3' marc ia e retrom. Km / h 4,0 3,0 3,0 I 3,0 3,0


PARTI DI RICAMBIO
Ve l. 4" marc ia e retrom . Km/h 5,1 5,1 5,1 5,1 5,1
'
A gara nzia di un perfetto funzionamento d i tutti gli organ i del Vel. 5' marcia e retrom. Km / h 9
I 9,4 1
I
9,4 9,4 9.4
Motocoltiva to r e, si r icorda che gli eventuali r icambi vanno effettuati Vel. 5• marc ia e retrom . Km/ h 15 15 15 15 15
I
esclusivamente con pezzi o rig i nali PGS. 660 660 660 660 ' 660
Presa di forza fissa - g/ m .

Per l 'ordinazione d el le part i di r icambio occor re specif ica re: Presa di fo rza si ncron. - 1' mar-
eia g / m 510 510 I 510 510 510
Tipo del Motoco l t ivatore. Presa di forza sincro n - 2' mar-
eia g/ m 940 940 940 940 940
Numero di matricola del Mo tocoltiva tore o d el motore a se-
conda che il pezzo sia relativo al Motocol tiva tore o al motore. Presa di forza sincron. - 3' mar- 1
I
I
eia g/ m . . . . . . 1.470 I 1.470 1.470 1.470 1.470
Numero del particola re che si r ichiede. Peso con ruote in ferro - Kg . ., 280 I 330 345 345 370
M anubrio di guida or ientabi le
I
si I
I
si si si
I si

8 9

/,
PGS - S.p.A. Per il cambio e differenziale - Introdurre, attraverso l'appos i to tappo
situato nel supporto s_i.n istro della macchina:

Olio Shell Spirax 90 EP Kg. 11 - Per il motocoltivatore F 13.


RIFORNIMENTO OLIO O l io Shell Spirax 90 EP Kg. 14 - Per il motocoltivatore F 14 e F 16.

Per controllare il livello del l 'ol io, è necessario tenere la macch ina Dopo 200 ore d i l avoro o,ccorre camb iare comp letamente l'olio to-
in · posizione orizzontale. gl iendo l'apposito tappo di sca rico posto nella parte inferiore del
ca rter ruote.
- Per il motore · Int rodurre attraver so l'apposito tappo:
Successivamente l'olio dovrà essere cambiato ogni 400 ore
di lavoro.
Estate: SH ELL x 100 motor Oil SAE 40
motore a petrolio
e benzina CV . 13

l - Kg . 2,2
Inverno : SH ELL x 100 Motor Oil SAE
30 - Kg. 2,2,

E:;tate: SHELL Ro tella T. O il SAE 40 -


Kg. 3,2
E' importan te controllare accuratamente i l l ivello dell 'olio ogn i
30 ore di lavoro mediante l'apposita astina graduata. Se si r iscon-
trasse che il livello è scarso, è necessa ri o aggiungerne.

Per la fresatrice - Introdurre att raverso l'apposito tappo situato su-


perior mente:
Motore Diesel CV. 15-18
Inverno : SH ELL Rotell a T . Oil SAE
20 W - Keg. 3,2 Olio Shell Spirax 90 EP Kg. 0,5. L 'olio dovrà essere cambi ato
ogni 400 ore di lavoro.

Per il motore Diesel devono assolutamente essere impiegati solo E' impor ta nte controllare accuratamente i l livello dell'olio ogni
oli detergenti i qua li sono indicati con la sigl ia H D. - 5. 1. 30 ore d i lavoro. Se si r iscont rasse che il l ivello è sca r so, è neces-
Dopo le prime 30 ore di lavoro, occorre ca mbiare completamente sario aggiungerne. Si raccomanda al l 'Utente d i usare esclusivamente
l'ol io tog liendo, il mo tore ca ldo, l'apposito tappo di sca rico. olio del tipo sopra indicato.

Successivamente l'olio dovrà essere cambiato ogni 80 ore di lavoro.

E' importante controllare accuratamente il li vello dell'ol io ogni 5


ore di lavoro e comunque prima di ogni messa in moto del motore RIFORNIMENTO COMBUSTIBILE
medi ante l'appositil astina graduata . Se si riscontrasse che il l ivello è
scarso è necessario aggiungerne.

Per i l filtro d'aria a bagno d ' olio: quando si l avora in ambienti Occorre fare molta attenzione affinchè nel r ifornire di combustibi le
polverosi è necessario pulire accuratamente ogni 5 ore di l avoro il filtro il ser batoio del motore, non penetrino nello stesso delle impurità. E' per-
dell 'aria, sos tituire, se è il caso, l'olio sporzo con o l io nuovo normale tanto opportuno usare un imbuto con filtro. Inoltre è senz'altro consi-
f i no al giusto livel lo segna to sul filtro stesso. gl iabi l e lasciare decantare a lungo la nafta, petrolio o benzi na prima di
introdurli nel serbatoio del motore.

10 11
TABELLA DI LUBRIFICAZIONE
NORME D' USO
Rileri- Organo IOuanlilà I Control lo Sostituzione alio TIPO
menlo da lubrificare · Kg. ogni Intervallo LUB RIFICANTE
I AVVIAMENTO MOTORE

~~~~f --·--:-1 5 ore


Dopo le prime
30 ore e poi
Estate: SHELL Rotella · T. oil
SAE 40 Prim a d i avvi are i l motore verificare i l livello del l 'olio, come detto
I I
;
ogn i 80 ore Inverno: SHELL Rotel l a T. oil
SAE 20 w in precedenza, qu indi verifica re che l a pos izione del le leve di comando
-- -1~--
della macch ina siano a fo l le. Per le successive manovre si cons iglia di
Estate : SHELL x 100 Motor Oil
Motore Dopo le prime SAE 40 con su I ta re quanto descritto nel l'apposito I ibretto del motore.
Petrolio 2,2 5 ore 30 ore e po i Inverno: SHELL x 100 Mo tor
e Benzin<l ogni 80 ore Oil SAE 30 Si r icorda che, per quanto i l motore sia perfettamente rodato, la
1 - -- ·-

Cambio e I sua durata viene aumentata cercando di preservarlo da eccessivi sforz i


2
Differenziale
per motocol-
I 11 30 ore
Dopo le prime
I 200 ore e poi SHELL SP IRAX 90 EP durante le prime 50 ore d i funzionamento. Inizialmente quind i non si
ogni 400 ore marci i ni nterrottamente al massimo carico, ma si osservino delle b revi
t ivatore F 13
Camb0 e I pause di riposo, la sciando fu nzionare il motore al m i nimo.
2
Differ enzia le I 14 30 ore Dopo le prime
per motocol- 200 ore e poi SHE LL SP IRAX 90 EP
t ivato r e F 141 ogni 400 ore COMANDI
e F 16 I
I ~ . ;-I_ _30_
Le leve vanno comandate sempre con l a frizione tirata. L a manovra
3 Fresatrice ore Ogni 4'.JO ore SHELL SPIRAX 90 EP
- I_ 1-
delle leve non deve mai essere forzata . Essa deve essere molto do lce.
I
4 Filtro aria i 0,1 5 ore 1 Ogni 10 ore I SHELL x 100 Motor Oil SAE 40 I comandi del Motocol t ivatore sono situati su lle stegole e sono:
Leva 1 - Inversione marcia. Ha tre posizioni:
A garanzia di un buon funzionamento
usare esc lusivamente prodotti: SHELL

l
Per motocoltivatori in avanti per il senso di marcia avanti,
Per informazion i e per la soluzione d i qualsiasi problema d i lubri-
tipo F 14 - F 16 • nel la posizione centrale per l a fol le,
ficazione rivo lgersi alla Assistenza Tecnica Shel l.
F 18 e F 20 indietro per l a ret romarcia.
Ingegneri spec ia Iizzati sono <i disposizione dei Clienti presso le
Agenzie Shel I.

l
ind ietro per il senso di marcia avan ti,
Per motocoltivatore
nel la posizione centrale per la folle,
tipo F 13
avanti per la retromarcia

LEVA 2 - Comando marce . Ha cinque posizion i di cui tre relative alle


m arce e due re lative alle posizioni di folle.
Tirando la leva indietro si ha la prima marcia e negli scatti suc-
cessivi la seconda e la terza con la folle nelle pos izioni i ntermedie.
Al f i ne di ottenere un perfetto innesto delle marce è necessario che
la leva 1 dell'i nvert i tore sia innestata secondo il senso della ma rc ia
desiderata.

12
.. 13

I
PGS - S.p.A.

Se la marc ia desiderata sten tasse· ad entrare, non bisogna assolu-


tamente forzare la leva, ma occorre .l asc ia re andare piano pi ano la
frizione f in o a che la leva non ent ra ne ll a pos iz ione vo luta.

LEVA 3 - Comando marce lente e ve loci. Ha t re pos iz ion i :


in avanti per le ma ree veloci.
indietro pe r le marce lente,
ne ll a posizione centrale per la fol le.
Se la marc ia desider ata stentasse ad ent r are, non b isogna assolu-
tamente forzare la leva ma occo r re lasciare andare p iano piano la
friz ione fino a che la leva non ent ra ne lla pos izione vo luta .

LEVA 4 - Bloccaggio di fferenziale. Ha due posizioni:


indie t ro, cioè ver so il gu idato re, si ha lo sbloccaggio,
in avant i si ha il b loccaggio del differenz iale automatico.
Si raccomanda all'utente di b loccare il d ifferenzia le ne lle opera-
zioni di fresatura, d i aratura, s ia in terreni p iani che in pendenza
e tutte le vo lte che, per le condizioni del terreno, una de lle ruote
g iri a vuoto men tre l'a lt ra ruota è ferma. Inoltre è modo comodo
usare la macchina con il d ifferenzia le blocca t o quando si vogl ia
andare in linea retta .
E' molto importante però effettuare le manovre di innesto e dis in-
nes to del d ifferenziale con cautela, usa ndo la fr izione.

LEVA 5 · Comando pres a di forza. Ha tre pos izioni:


in avanti per avere la presa di forza sincronizzata col cambio,
nella posizione centrale per la fo lle,
ind ietro per avere la presa d i fo rza a gir i f issi e quindi dipen-
dente da l motore.
• • o • Se la marcia desiderata stentasse ad entrare, non bisogna assolu-
tamente forzare la leva ma occor re lasciare andare piano p iano la
frizione fino a che la leva non entra ne lla posizione vo luta.
8 Nel caso di dovere pulire le lame de lla fresa con il motore in moto
si raccomanda al l'oper atore d i met tere in fo lle la leva del la presa

11 9 10 7
d i forza e me ttere in folle tutte le altre leve in modo da evitare
pericol i d' infortun io .

15
14

I1
I
LEVA 6 - Comando frizione. E' s ituata nella parte sin istra di chi guida ATTENZIONE: usare molta attenzione nella marc ia indietro. Deve essere
sotto l' impug natura del manubrio. Tirando verso l'a lto detta leva effettuata esclusivamente in l3 velocità con la presa di forza d is in-
si ha il disinnesto del motore da tutti gl i organi della macchina, nes t ata e con il motore al minimo avendo cura di afferrare sa lda -
viceve rsa lasciando andare adagio la leva, s i ha l'innesto del motore mente le stegole di guida ed appoggia rs i ad esse con il peso del
con la trasmissione de lla macchina. corpo onde evitare l'impennarsi de ll a macchina.

La ia, la 2a e 3a marcia servono pe r lavori pesanti come : l'aratura


LEVA 7 - Comando acceleratore. - E' situata nella parte dest r a di chi
l'assolcatura, la fresatura profonda, media e leggera, il traino pesa n te
gu id a , sopra l' impugnatu r a del manubr io.
ecc. La 4a, 5a e 6• marcia invece servono per il traino leggero, gl i spos ta-
Per facilitare l'avviamento del motore a petrolio e benzina è neces-
menti rapidi con il ca rre llo o il r imorch io ecc.
sario tenere la leva nella posizione del minimo, mentre per il mo-
tore «D iesel » è necessario tenere la leva nella posizione del Duran te la s tag io ne fredda è consigliabile, prima di com inci are il
massimo. lavoro, fare eseguire alla macch in a un breve perco rso a vuoto onde
permettere all'olio di scaldarsi e qui nd i di giungere a tutte le pa rti da
lubrificare.
LEVA 8 - Spostamento manubri o. E' situata nella parte centrale del ma-
nubrio e serve per il regolamento, in qualsias i posizione, delle
stegole. ARRESTO DEL MOTOCOLTIVATORE

S i p rocede come segue:


LEVA 9 e 10 · Comando freno . Sono situate nella parte destra di chi a) Rallentare la marcia portando la leva dell'acceleratore in posizione
guida, sotto l'impugnatura de l manub r io. Per gira re a destra con d i mi nim o.
la macchina, si t ira la leva n. 10, per girare a sinistra, si t ira la leva
b) Disinnestare la friz ione t irando ve rso l'alto l'apposita leva di co-
n. 11, per fermare la macchina, si tirano tutte due le leve 10 e 11
mando.
contempor aneamente.
c) Portare la leva del camb io in posizione di folle.
d) T irare, se necessario, i freni.

AVVIAMENTO E FU NZIONAMENTO DEL MOTOCOLTIVATORE

AVVERTENZE GENERAL I
Una volta che il motore è avviato procedere come segue:
l) ti r are la frizione e po r tare la leva dell'acceleratore nella posizione Chi vuole tenere una macchina che funzioni bene e lo accontent i
d i minimo; com p letamente, deve anche curare la manutenzione e usarla bene. Una
accurata manutenzione aumenta la durata della macch in a e diminuisce
2) innestare la marcia avanti o indiet ro (leva 1) a seconda della di re-
zione desiderata; le spese d i riparazione. Il motore, come già detto, richiede soprattu tto
un buon rodaggio.
3) portare la leva del cambio (leva 2) nella posizione della marcia
voluta, indi lasciare andare dolcemente e progressivamente la leva Ogni Motocoltivatore, prima d i uscire dalla Fabb ric a viene so tto-
del! a frizione; posto ad un accura t o con troll o e ad un prova di f unzionamen to della
durata di pa recch ie ore, cosicchè si ha la garanzia del perfetto s tato del
4) acce lerare p rogressivamente il motore mediante l'apposita leva. Motocol t iva tore stesso.

16 17

' 11
Eventua li inconvenienti possono quindi ve ri ficarsi solo per errori l'o lio ed e liminar la. Ugual mente se la fr izione non st acca , dopo ave re
nell'impiego de ll a macchina, opp ure per nat u ra le logor io nel corso del reg is trato il f ilo, come descritto, occorre registrare la pos izione del le
tempo. Il serbatoio non contiene carburan te, mentre è fatto il p ieno levette. La reg is trazione delle levette deve esse re effet t uata da per so-
d'ol io in tutte le parti. Per l'agg iunt a o il ca mb io de ll'o lio usare sempre nale specia lizzato.
quello della densità e qualità prescritta. In caso con tra r io la fabbrica non
accetta pre tese d i garanzia. Pressione delle camere d'aria

La pressione normale delle camere d'aria è di 0,8 -;- 1 Atm.


Sorveglia nza dei collegamenti a vite E' importan te che la pressione s ia uguale nelle due camere d'aria.
Dopo le prime 30 ore di funzionamento ed in seguito di tanto in Quando ciò non s i ver ifica, nella marcia con d ifferenzia le sbloccato, la
tanto, i più importa n t i collegame nti a vite devono esse re nuovamente macch ina tende a spos tarsi da una par te e precisamente da ll a parte dove
se rrati. la press ione è più bassa .

Pa r ticolarmente importa nt i sono i success iv i serr aggi delle viti d i L'even tua le r iempimento con acqua deve essere effe t tuato al 75 %
fissaggio della flangia ca r ter fresa e dei dadi fissaggio ruote . e completato con aria a ll a p ress ione normale.

Pu lizia del Motocoltivatore


Registrazione del filo della frizione
Allo scopo di avere la macch ina semp re in perfe t ta efficienza ed
La registrazione del fi lo de lla frizione va effettuata quando, tira n do assic urare una lunga durata, è necessario curare principalmente la pu-
completamente la leva di comando (n. 5) no n si ha il tota le distacco lizi a sia de lla macch ina che de l motore.
della fr izione . Si effett ua svit ando l'apposito registro ( F 197/2) sola- E' pert a nto oppo rtu no provvedere a frequenti lavature prima con
mente del min imo necessar io. Occorre fare particolare atte nzio ne affin- nafta, usando un pennello, e poi con acqua in pressione, badando di
chè il f il o non sia troppo teso, per evitare che il c u scinetto della fri- non fare en t rare acqua nel f il tro dell'aria.
zione lavori continuamente. E' pertanto necessario che la leva (F 883), Quando poi la macchina è comp letamente asc iutta, bisogna lubri-
che agisce s ul cuscinetto, abbia una corsa a vuoto misurata a ll a sua ficare le leve, gli snodi, i fi li della frizio ne e dell'acceleratore e dei freni.
estremità di almeno un ce ntimetro. Le parti soggette ad arrugg inirsi debbono essere ingrassate.

Scelta della marcia di lavoro


Registrazio ne del la frizione
Sceg li ere la ma rcia che consen te d i effettua re il lavoro senza sotto-
Se la fr izione sli tta, dopo avere già registra to il filo come descr itto,
porre iJ motore a sforzi eccessivi, rileva b il i da l ral lentamento del motore,
occorre reg istrare la posizio ne delle le vette, particolare n. 103 .
da l surr isca ldamento e dal fumo nero o fiamma a ll o scarico. Evitare, per
Oppure se la registraz ione de lle levette è insuffic iente e l'usura del quanto possib ile, specie in lavoro continuat ivo e quando il motore è
disco di ferodo è eccessiva, occorre sostituire il disco. appena rodato, di tenere l'acceleratore sempre completamente a l mas-
simo. Piuttosto che sp ingere al mass imo l'acceleratore, è sempre pre-
Può a nche darsi che la frizione slitti perchè il d isco di ferodo è
feribil e passare alla ma1·cia infe riore qua lora sia necessario un mag-
s porco d'olio, pertanto occorre effettua re una buona pu Iizia con ben z ina
gio re sforzo, o alla marc ia superiore qualora, per i trasfe ri menti, si
e ravv ivare la superficie del ferod o . Veri ficare la causa della pardita del-
desider i una maggiore ve loci tà .

18 19
Traino stradale. 5) Sistemarlo in un locale non polveroso nè um ido.

Non si deve mai eccedere con il carico . In discesa, occorre tenere Prima di ri prendere il lavoro occorre:
sempre innestata la stessa marcia che si adotterebbe per effettuare lo
a) Controllare se tutti gli organ i sono regolarmente r iforniti di lubri-
stesso percorso in sal i t a. Si mantenga la leva dell'acceleratore i n posi-
ficante .
zione «minimo» e non si agisca mai sulla frizione.
Dovendo sostare i n discesa o in salita, ferma re i l motore, bloccare b) Controll are il livello dell'olio nel filt ro dell'ari a.
freni, l ascia re i nnestata r ispettivamente la retromarcia o la prima ve-
locità . Se l a sosta dovesse essere molto lunga assicurare motocoltivatore c) Lubr ificare le leve, gli snodi, i fili della fr izione, dell'acceleratore
e rimorchio da l per icolo di sl ittamen to mettendo ceppi sotto le ruote . e dei freni.
Per rallentare la marcia ed effettuare l a fermata, togliere anzitutto
l'acceleratore, successiva men te agi re con sforzo graduale e crescente d ) Riempire il ser bato io di combustibi le.
sui fren i e d isinnestare la friz ione.

IMPORTANTE:

Quando al motocoltivatore viene agganc iato il rimo r chio a ruote


motrici, assicu r arsi che la leva comando presa d i forza (leva n. 5) sia
spostata in avanti e cioè in posizione sincronizzata col cambio.

PRECAUZIONI DA EFFETTUARE
PRIMA E DOPO UNA LUNGA INATTIVITA'

Quando il motocoltivatore dovrà restare fermo per un periodo di


tempo p iuttosto lungo, si dovrà provvedere a:

1) Effettuare una pulizia esterna generale.


2) Smontare il filt ro dell'aria e p ulir lo accuratamente (come descri tto
su l li bretto istruzioni del motore).
3) Smonta re la candel a (o l' iniettore) e introdu r re nel cilindro, at t r a-
verso i l foro, un po' di o lio da motore, indi fa r compiere lentamente
a mano al motore alcun i gi ri , mediante la pu leggia o la manovella ,
allo scopo di distribuire un ve lo p rotettivo d'ol io su lle pareti interne.
Fare attenzione, durante l 'operaz ione, che nessun est raneo si
introduca nel motore. Rim ontare quind i la candela (o l'in iettore).
4) Ricoprire il motocoltivatore median te un telone.

20 21
PGS - S .p.A.
. -·------ - - -- ATTENZION E: Durante la marc ia indietro che deve essere fatta
esclusiva mente in prima velocità, staccare sempre la presa di forza
FRESATRICE in modo da no n fare g ira re la fresa.
La fresat r ice viene appl icata al motoco lti vatore mediante quattro
Nel caso d i dove r p u lire le la me della fresa con i l motore in moto,
dadi i qual i devono essere st retti a fondo .
è asso lu tamente necessario dis in nesta re la p resa di fo rza e mettere
Avviamento e funzionamento della fresatrice. le leve l ( invers ione d i marcia) e 2 ( comando ma rce) in folle , in modo
Un a vo lta che il motore è avviato, p rocedere co me segue: da evitare per icolo di info r tun io per l'operatore.

1) Si met te il motore al m inimo. Il carter di protezione può essere spostato in alto o in basso a
2) S i ti r a la fr izione de l motoco lt iva tore e s i innesta la marcia vo luta. seconda de lla profondità d i lavoro. La sua posizione è buona se i s uoi
3) Si innesta, sempre con la fr iz ione t irata, la presa d i forza che az iona due bo rdi late ral i sono a 2 o 3 cm. da l terreno che s i lavora .
la fresat r ice.
La p rofondità d i lavoro si regola spostando l'apposito regolato re
4) Si lasc ia lentamente la frizio ne e si accelera progressivame nte il
d i profondità .
moto re.
Sul la fresa tri ce è mon t ata una spi na di sicurezza tarata, in modo c he
Ca mbio di vel oci tà della presa d i forza . qu an do la fresa urta contro un ostacolo res is ten te, s i rompe det ta sp ina
11 cambio d i veloc ità alla presa d i fo rza è mo lto utile in quanto senza che nessun al t ro organo de lla macchina venga a soffrire.
permette di effettuare q uals iasi lavoro, spec ialmente di fresatura , con
La rottura de lla spina si no t a da ll 'arresto de ll a rotazione de ll a fresa.
qualsias i cond iz ione d i terreno .
Fer ma re pertanto la macchina e procedere al la sostit uz ione de ll a sp ina.
Per terreni normali si può usare la p resa di forza in posizione sin-
cron izzata, e cioè con la leva 5 in avanti. Per sos ti tuire la spina d i sicurezza, occo r re togl ie re la fresatrice
Pe r terren i compatti e molto d u ri è cons igliab ile usare la presa di da l mo tocolt ivat ore, tog li e re il tappo di plastica di p rotezione, est r ar re
forza in pos izione fissa e cioè d ipendente da l motore, e qu indi con la l'innesto e tog liere la sp ina rotta; r imettere sul pignone conico l' in-
leva 5 indiet ro. nesto, in modo che i fo r i dell'i nn esto, del pignone e d el car te r fresa
s ia no al lineati, quind i infila re la nuova spina usan d o un marte llo ed un
SPECCHI ETTO DIMOSTRAT IVO DEL CAMBIO punteru o lo.
DELLA PRESA DI FORZA
Tenere presen te c he la spina di sicurezza è formata da 3 spine,
Marce di avanzame nto del motocolt ivatore una grande, una med ia ed una piccola . Occo r re pertanto montare prima
la spina g rande, poi entro que sta la media e su ccessivamente la piccola
I 1° : 110 I "'o avendo cura di te nere le fenditu re non combac ianti, ma opposte.
. 1- L-e-nta- I
Veloc ità del la macc h 1na . . . . Me dia Veloce

-- Sincronizzat: -~1 Lenta


Im porta nte . Fare attenzione c he le lame de lla fresa devo no trovarsi
sempre interca late t r a lo ro , in modo da ent r a re nel te r reno success iva-
Ve loci tà della
presa d i forza
< - -- - -

Fissa Veloce
------1---
Med ia

I
Med ia
- Ve loce

Lenta
men te una dopo l' al t ra e mai co ntempora neamente .

22
23

11
11
Inoltre fare attenzione che la parte tag liente sia sempre rivo lta in
avanti, nel senso d i rotazione de ll a fresa. Le lame fresa sono costruite
con speciale acc iaio extradu ro ad altissima resistenza all'usura ed
agli urti.
Dopo un certo periodo di fu nziona men to che può essere p1u o
meno lu ngo, a seconda de ll a qualità del terreno, le lame perdono il
filo tagl ien te. E' pertan to oppo rt uno provvedere alla affi latura con una
mo la e ciò per ottenere sempre un perfet to lavoro ed evitare u n ecces-
s ivo ed inut ile assorbimento di potenza dal motore.

Lubrificazione

L'olio nel ca rte r va ca mbiato ogni 400 o re d i lavoro.

Inoltre ogni 30 ore d i lavo ro occo rre co ntrollare il livello e se si


riscontra sse che è sca rso, occorre aggiungerne.

Pulizia della fresatrice

Allo scopo di avere la fresatrice semp re in perfetta efficienza ed


assic u rar le una lunga dura ta, è necessario curare principalmente la
pulizia. E' pertanto opportuno procedere a frequenti lavatu re con nafta
e poi con acqua.
Inoltre ogn i 400 ore d i lavoro è consigliabile togliere i due cope rchi
protezione corteco, pulirli accuratamen te e, prim a d i rimontarl i, riem -
pire le scana lature di grasso normale. Occorre fare attenzione duran te
l'even t uale pu lizia de ll'albero porta fresa, di non rovi nare g li anelli di
tenuta o! io.

ATTENZIONE - Per la perfetta lavorazione del terreno, per un'otti-


mo rendimento e per una lunga d urata acquistare lame fresa originali
PGS. Pertanto, al momento dell'acq uisto, assicurarsi che le lame fresa
siano timbrate con il ma rchio PGS.

24
PGS S.p .A.

CATALOGO DELLE PARTI DI RICAMBIO


* MOTOCOLTIVATORI Serie SPARTA
* F 13/B * F 14/B * F 16/B * F 18 D
* F 13/P * F/14/1> * F 16/D * F 20/D ~

* F 13/~ * F 14/D

NOMENCLAl~URA E PREZZI

Condizioni di vendita: Pagamento alla consegna, oppure contro assegno a mezzo


posla o ferrovia. - I. G. i.., imballo e trasporto a carico del cliente.

Tutti i prezzi non sono impegnativi e possono variare in qualsiasi momento


anche senza preavviso
PGS S.p.A. TAV. 1° SERIE SPARTA

Ma t ricola DENOMINAZIONE Pezzi Prezzo Prezzo


Matricola DENOMINAZIONE Pezzi
cad. cad .

F 65 Molla prin cipa le manubr io 110 R 2276 Passacavo 4 170


F 197/ 1 Morsetto cavo friz ione . 100 R 2280 Molla per freni 2 350
F 197/ 2 Regis t ro freni e frizione. 3 130 TR 2375 Leva a forcella per fr izione P. V. 130 1 990
1
F 355 Im p ugna tura manubrio . 2 250 F 2460 Aste comando 2+2 750
5/ 578 Pomello cambio manubrio 3 230 4 Rondel l a elast ica 0 6 6 10
F 1003/ 2 Leva bloccagg io diff. 1.250 5 V i te brugola 0 6 x 15 6 35
F 101 7 Not tolino per leva comando . 4 315 9 Vite 0 8x20 1 25
F 1021 Boccola per leva blocc. diff .. 1 480 11 V ite 0 6 x 15 2 15
F 1346 A tta cco filo i nnesto differenzi ale 230 14 Vite 0 8 x 35 4 30
R 2126 Supporto manubr io . 2 .800 35 Rondel la p iana 0 6 2 15
R 2127 Sta ffa per manubr io 3.080 90 Manetti no accelerato re 1 770
R 2145 Flangia attacco manubrio 850 94 Impugnatura aste comando . 4 290
R 2146 Attacco man ubrio 2 3.200 270 Dado 0 6 . 2 15
R 2147/ 1 Supporto leva bloccaggio d iff. 450 330 Fermo per filo frizione l 65
R 2170 Leva comando freni destra 1.320 354 Disco frizione per L . 15 . 4.500
R 2170/ 1 Leva coma ndo freni sini str a . 1.320 355 Frizio ne .13 per L. 15 . 15.000
R 2181 Leva rego lazio ne manubrio 1.800 357 Molla ritegno man icot to per L . 15 80
R 2182 Perno per leve freni 240 360 Cusc. per L. 15 . 1.800
R 2185 Perno staffa manubrio 480 361 M an i cotto per L. 15 1.900
R 2186 Perno manubrio 480 362 Perno sfer i co per L. 15 . l 150
R 2187 T i rante freni 2 400 4 18 Spilla di f issaggi o 4 250
R 2188 Fermo guai na 2 130 461 OR 117.
130
R 2210 Su pporto di gu ida per leva fri zio ne . 1 720 462 Rondella piana 0 22
20
R 2212 Vi te per leve freni . 2 180 170
463 Dado a corona 22 MB
R 22 14 Leva friz ione 990 20
464 Coppigl ia 0 2,5 x 35 l
R 2216 Supporto per aste comando . 1.800
472 2 270
TR 2447 Co per chietto di chiusu ra campana Morsetto per fi lo freni
moto re un i versale 350 245
648 Ca vo bloccaggio diff.
R 2259 Nottoli no per asta comando manu b. 240 649 Cavo acceleratore 210
R 2262 As ta coma ndo manubrio 600 650 Cavo fre no . 2 425
R 2265 Manubr io (Piantone e Stegole) . 7.900 651 Cavo friz ione 1 425
PGS

270
14
F.355:>----

t/lfl'.:.J.-iim---R.2214
-R.2210
---354
e-·- -330

4 - o ·a-5
- R .2262
R.2276 5/ 57 s '---F.197/2 94 •l:11!1"---3 6
.• o
I ~1003/2
e
-....__F.1346
F. 1021
I 649--

R.2147/1 9 ...
_ _!l---361

u--357

648--
~R.21B5

I R.2182
R.2107

362--
R. 2259 1-R.2280
R.2181
F.1017
0 - 461
\\-R.2188

0-462 \! 2447-

e - - 463 472-- ~
11- ~
418
o
464--- 35__)

TAV.( MT. Serie "ATTILA ...


PGS S.p.A. TAV. Il" SERIE SPARTA

Prezzo Prezzo
Matricola DENOMINAZIONE Pezzi
cad.
Matrico la DENOMINAZION E I
I
Pezzi
cad.
r ~---- - --- -----~ -'- -
F 2399 Su pporto destro differenziale (per
F 107/ 1 Alberino differenziale 1 1.165
F. 14 - F. 18 · F. 20) . 10.500
F 120 Guarnizione supporti differenziale 2 150
F 296/3 Molla per ceppi 2 350
F 2400 Suppor to sinistro d iff. (per F. 14 ·F.
18 - F. 20) . 11.500
F 296/4 Mol la per ceppi 2 250 F 2402 Coperchio per supporti diff. (per F.
F 803/2 Ca rter ruote l 43.700
14 - F. 18 - F. 20) Destro e sinistro 8.600
23.500 l +l
F 804/2 Coperchio carter ruote 1
F 2440 Mozzo per ruote (per F. 14) 2 8.700
F 827/2 Coperchio superiore chiusura carter . l 2.950
F 2445 Settore regolazione manubrio l 3.500
F 828 Guarnizione flangia attacco motore . l 190 12-2448 Reg istro frizione l 150
F 829/ 1 Guarnizione coperchio carte r ruote . l 400
12-2449 Molla pe r registro frizione . 1 150
F 868 Corona con ica ruote (per F. 14 F.18
F 2456 Pri gioni ero per fissaggio campana 2 120
F. 20) . 1 18.000
l 600
F 2589 Targhetta per lubrificazione . 1 150
F 874/3 Coperchio chiusura carter ruote . F 2651 Leva per freno (per F. 14 · F. 18 -
F 875/1 Guarriizione piastra carter ruote 1 160
F. 20) 2 1.430
F 876 Scatola differenziale l 18.500
F 2867 Spessore per registrazione diff .. l 320
F 877 Satellite differenziale 2 2.370 R 2942 900
Archetto cofano 91 - 96 - 97 - 100 1
F 878 Planetario differenziale 2 2.370
R 2943 Astina attacco cofano 1 500
F 879 Bronzina differenziale 2 300
F 2966 Scivolo protezione motore 1 l .650
F 880/1 Forcella bloccaggio diff. l 5.600
11 Vite a testa esagonale 6MA x 15 . 4 15
F 881/1 Perno blocc. diff . l 1. 140
12 Vi t e a testa esagona le 8MA x 30 . 23 25
F 882 Leva comando diff .. l 1.030
19 Prig ioniero 14MA x 55 4 200
F 886 l ngr. blocc. diff. 1 6.800
F 890/1 Guarnizione coperchio su pp. diff.
31 I Rondella 0 8 35 10
50 Spina 0 5 x 20 '. 4 50
(per F. 14. F. 18 ·F. 20) 2 230
60 Cusc. a sfere 40 x 80 x 18 « 6208 » 2 2.430
F 1002 Molla per blocc. d iff. l 330
F 1344 Corona con ica (Per F. 13) . 1 18.000
61 I Seeger 0 40 4 81
70/1 Dado esagonale l 2MA bronzo 10 80
F 1352/1 Guarnizione coperchio carter 1 250
122 Vite esagonale 8MA x 25 6 25
12-2023 Campana un iversale 1 15.500
2 13 Rondella GROWER 0 6 4 10
R 2 12 1/ 1 Tamburo freni (per F. 13) . 2 3.000
302 OR 127 1 130
R 2122 Flangia portaceppi 2 4.100
31 7 Spina elastica 0 10 x 40 1 185
R 2128/ 1 Semiasse destro (per F. 13) 1 11 .400
318 Spina elastica 0 6 x 40 1 95
R 2129/1 Semiasse sinistro (per F. 13) 1 11.400 480
319 Livello olio « EL ESA » HGF 16 1
R 2 153 Colonnetta mozzi ruote . 10 500 3.1 00
385 Cusc. a sfere « 621 O » 50x90x20 2
R 2158 Guarnizione f langia portaceppi (per
423 Dado esagon ale in bronzo 0 14MA 4 65
F. 13) 2 300
466 Rondella 0 12 . 4 10
R 2201 Leva per freni (per F. 13) 2 880
492 Corteco 48x65xl O 2 390
R 2252/ 1 Tappo magnet ico olio 1 350 1.050
555 Tappo respiratore « ELESA SF 40 » 1
R 2328/2 Ceppi con ferodo 4 1.750 65
63 1 Vite a testa esagonale 12MA x 40 . 4
12-2334 Fermo bu !Ioni d ifferenzia le 4 60 6 40
633 Vite a testa esagonale 8MA x 60 .
R 2380 Bussola per perno di guida 2 300
634 I Vite testa esagona le 1OMAx25 8
R 2387 Perno oliva e gu ida ceppi 4 820
635 Vite a testa svasata 6MA x 15 2 15
F 2388 Supporto des t ro (per F. 13) l 8.400
636 Spin a elast ica 0 8 x 40 . 1 80
F 2389 Supporto sinistro (per F. 13) 1 8.400 4 10
637 Spina 0 3 x 20
''P.G.S ,, S.p.A.

80'4/2-
- 2023
874/3 - _11

2449-
· I D __-,2b
o 131 2/1
Il
2943
aJsj1 2lse . 2402
I
423--:::-_,
t9-f 2399- - · I 120

0-1344
631- 1

o -466
"-225~1
.? JOO f-633 I-SO

·-876
- 2651
"I
- - -2387
i-12 • .• T
e - 31 31 12 s31-U 2380

r-12 i.I ..L o


L31
~-60 .... 2334 - ~

o -31 I
2201
I
634 ., ,
~
0 a1s
I 877
I
l -2456 2589 1

'
2867
I - -878
-u,ia y 636
I
302
I
r-122
319 I
2r2a/1 \ o
'/ 8 8 2 - -
sss- o -s1
o- 31 0 -492

2388
, -635 0 -10/1
'1002

\-318

_ ____
TAV. !!"' "MT. F 13-11. R ,, .
·-- _......._;.... ..
PGS S.p .A. TAV. lii SERIE SPARTA
M atrico la I DENOM INAZIONE
Prezzo
Matri cola _I __ DENOMINAZIONE Pezzi
cad.
F 1013 Pattino comando cambio 2 500
F 14 Ingranaggio riduttore 6.600 F 1017 Pias t r i na leve 1 315
F 1307 I ngr. scorrevole . 1 5.200
F 15/1 lngr. ma rc ia veloce ( per F. 13) 2.750
F 16 Di stanziere per pign one ruote 330 F 1308/ 1 Distanzia le co n intagli l 540
F 1321 Distanz jale i nterno invertitore l 120
F 18/2 Ingranaggio scorrevole lenta veloce (F. 13 ) 1 9.800 F 1345/ l Pignone conico (per F. 13) . l 9.560
F 39 Piastr ina camb io 1 1.350 F 1979
F 55/ 1 Pattino comando inverti tore . 1 950
Perne tto disinnesto . l 280
F 62 i Nottolino per leva . 150
F 1980 Pernetto disinnesto (per F. 14) l 280
1
F 63 Molla per leva . l 35 F 1980/ l Pernetto disinnesto (per F.13) 1 280
F 1981 Nottoli no disinnesto marce l 200
F 325 Molla per leve marce 4 90 F 2076 / l
F 830/ 2 Alberi no prima r io l 10.020
A lbero presa di for za 1 9.900
F 2094/ l Corpo d isi nnes to marce. 1 2.400
F 831 Perno leve tta invertitore l 540 R 211 5
F 832/2 Leva comando invertitore 1 1.800
Leva coma n do lenta veloce J 1.080
R 2172 Registro 1 450
F 833/ 1 Levetta inverti tore . l 1.250 2173
F 834 Alber o con ingr. ridutto re I - 11 8.600
F Grano l 240
1 13-2837
F 835 Ruota dentata conduttrice 111 1 4.400
Rondella per albero fresa (per F. 14) l 520
F 836
F 2840 Molla lenta ve loce . 2 90
A l bero cambio . 1 9.500
F 837 l ng r. condoto I 7.200 6 Spina el astica 8 x 30 7 75
l
F 838 I ngr . condot to 11 1 6.1 80
9 Vi te a testa esagonale 8MA x 20 . 4 25
15 Dado esagona le l OMA 4 20
F 839 I ngr. co ndotto 111 l 6.600 25 Cusc . a sf e re « 6304 » 20 x 52 x 15 2 1.650
F 840/1 lngr per innes to fresa l 6.200
31 Rond ella p iana 0 8 . 2 10
F 842 Alberi no comando l 685 51 Cusc. a sfere « 6205 » 25 x 52 x 15 1 1.170
F 843 Perno force ll a cambio l 480
54
F 844/ 2 Leva coma ndo cambio 1 1.750
Corteco 25 x 35 x 7 . l 225
189 Sfera 0 8 . l ,1
F 846 Albero innesto fresa 1 6.170
208 Seeger 0 25 albero . l 30
F 847/ 1 l ngr. doppio innesto fresa 1 14.300 284
F 848/ 1 Forcella comando innesto fresa l 1.800
V i te brugola 8MA x 25 2 40
F 849/ 1 Perno force ll a innesto fresa 990 285 '.:>R 117. 2 120
1 287 Seege r 0 3 0 al bero
F 850/ 1 M ol la per force l la 1 2CO 3 45
308 Dado ad in t ag l i 0 7MA . 1 35
F 851 ' Morsetto i nnesto fresa . l 1.480
F 852 Pernet to leva innesto fresa 540
309 Gabbia a rullini K42 x 48 x 17 1 1.630
1 3 10
F 853 / 1 Leva comando in nesto . 1.150
Anello i n te r no I R 35 x 42 x 20 1 1.320
l
F 854
311 Cusc. a sfere« 6207 » NR 35 x 72 x 17 l 2.740
Levetta ingr. i nnes to fresa 1.040 312
F 856 lngr. ma rci a lenta . 6.000 Cusc. a sfere« 6306 » NR 30 x 62 x 16 2 1.980
313 Cusc. a sfere « 6205 » NR 25 x 52 x 15 l 1.370
F 858 lngr. scorrevole lenlJ e veloce (F. 14) 9.300 315 Cusc. a sfere « 6305 » 25 x 62 x 17 2 1.980
F 859/ 1 Perno forcell a lenta veloce 1.360 316 Cusc. a sfere « 6308 » 40 x 90 x 23 2 3.580
F 860/ 2 Fo rce ll a ingr . lenta veloce . 1.700 366 Cusc. a sfere « A L . 15 » 15 x 35 x 14 l 900
F 863/1 Al bero levetta lenta veloce . 660 367 Dad o ad intag li 24MB 2 320
F 866 I ngranagg io ma r cia veloce (per F. 14) 2.280 370 Co rteco 35 x 52 x 7 . l 245
F 867 Pignone conico r uote (per F. 14) 8.850 403 Sfera 11/32" 2 10
F 869/1 Alber i no i nver t itore 2.320 519 Linguet t a 12 x 8 x 45 2 160
F 870 / 1 lngr. i nvertitore 7.750 638 Cusc. a r ulli cii in. 6DBBVQ - 25x62x24 1 4.335
F 871/ 1 Distanziale invertitore corto . 140
639 Coppiglia 4 ,7 x 50 2 30
F 872 Distanziale invert i tore lungo 1 18!> 640 V i te brugola 8MA x 30 . 1 45
F 887 Semiasse destro con pignone ridutt. (F. 14) l 9.100 642 Anel lo interno 35 x 42 x 17 1 2.150
F 888 Semiasse sinistro con pignone ridutt. (F. 14) l 10.030 643 Cop pig li a 1,7 x 20 1 10
F 891 l ngr. ridutto re grande (per F. 14) 2 15.900 644 Li nguet ta 8x7x30 l 140
F 899/1 Pia str ina cambio l 475 646 Sfera 7 / 32" 1 lO
F 1005 Piast ri na i nvertitore. l 485 647 Ane llo di spal l amento W 35 . l 120
F 1009/ 1 Distanziale albero primario 1 255
t• fl

2173 6 8 65
519 6~9 2~140 - 863/ 1 --
.640
2837 36 7
I I
I o
I

I
I
I

1- 2172
! ~ sss/
eso/21
1
I
2ss .,
6
I
9
,_21~5
667 I I
~ l ·' c-31 • - -899/ t
e ee •- 62
63
e - 2s
86 7 • \ :7
1345/1
• I
16
"55
o
I
208
®
'G'
I
1
856

~ ...
I
•-s - • 'I
o
I
,.
643
;-644/2 .

.. 309 292 6 45 1013 285


29

.--•
-
I
I I I I
e
I
--
I
~-31 2
645 39 842 31 0 642 I I I
3 66 54 51
I.
311
836 83 7 840/1
1005
..I o
I
~ o .....
2~9 I
C- 6 47 l I r
208 I 6AO
IP
eJo/2
2076/f
206
312 315
1307
I
\
285
I'
\
sr/2
I I I ss/1 o

1
I
I 6
0 -370 © o :ii..) ~
I
~

643
T I
an/1 83 1
I
C- 647 28 7

l-
835 6
313 /,-t ' 6 4 0 -J I

= t
I 951 84e/ 1 850 o
I I I I
® e 9-.·--•sa ~
285
I •e ..
I 644 851 \
25 Q I I
I
87 2
198 0
I
1y9 1017
I 1 - - 6 46
849/ 1
- - 641
854 I
852
653/1
'
I'
13121

-209~1 f I .:i
I . I . oI
I
'
I
e10/1
284 15
.1981
I I 353 \ 308/ 1 a1y1

-
325

.. TAV . l!l\n. F13-14R ,,


/
/
PGS - S.p.A.
11
FRESA Tipo 2150"
Prezzo Prezzo
Matricola DENOMINAZI ONE Matricola DENOMINAZIONE Pezzi
Pezz_i __ __c_a_d_. cad.
I ·- - - · - - ------------~
' ------ !------- ----

D 2133 Distanziale per lame 4 4 .600 F 253 Prolungamento coperchio carter da


cm. 80 . 1.250
D 2150 Corpo fresa 23.500
F 255 Carter di protezione da mt. l 14.800
o 2151 Flang ia corpo fresa 2 4.700
F 257 Prolungamento coperchio carter da
D 2163 Pignone conico . 10.500 mt. 1 1.700
1
D 2164 Corona conica 10.500 25
12 Vite 0 8x30 1
D 2165 Albero fresa 11.200
16 Ronde! la elast ica 0 1O . 3 15
D 2166 Mozzo portalame 2 7.200
28 Seeger 0 25a 2 30
D 2167 Cope rch io parapolvere 2 1.900 51 Cuscinetto a sfere - 6205 - 25x52x 15 1.170
l
D 2168 In nesto 4 .100 25
63 Rondella di fe rmo doppia 6
D 2169 La ma fresa d estra 6 700 Coppiglia 0 3,5 x 30 4
76 2
D 2169/ l La ma fresa s ini s tra 6 700
207 Cuscinetto a r ull i conici - 30305 - 25x
D 2176 Bussola 1.100 62x l 8,25 1 200
D 2177 Spessore 600 277 Chiavetta 8 x 10 x 40 1 160

D 2178 Spesso re 600 320 Vite 0 14 x 15 1 75

D 2196 Attacco porta attrezzi 3.500 367 Dado ad intagli 24 MB 1 200

D 2206 Guarnizione per flang ia corpo fresa 2 150 380 Cuscinetto a sfere - 6307 - 35x80x21 2 2.680

D 2207 Guarni z ione per atacco porta atrezzi 100 415 Vite 0 10x30 . 3 40

D 2242 Chi avis te llo . 400 462 Ronde ll a piana 0 24 2 25


464 Coppiglia 0 2,5x35 2 20
D 2292 Asta sostegno ca r ter 2.100
466 Rondella piana 0 12 2 20
D 2293 Scivo lo 3.500
495 Vite 12 MBx45 24 70
D 2294 Astina di regolazione '1 900
496 Dado autobloccante 12 MB 24 150
D 2295 Supporto ruotino stradale 2.500 497 V ite 08x105. 6 120
D 2296 Perno carter protezione . 600 498 Dado 0 8 autobloccante 7 100
F 113 Ruotino st radale 2.500 499 Dado ad intagli 24 MB - sinistro . 1 200
12.200 501 Anello di tenuta 45 x 72 x 10 4 390
F 251 Carter di protezione da cm. 80
502 Anello di tenuta 25x52x7 l 270
PG S. MOTOZAPPATRJCI

Per MOTOCOLTIVATORE F.13 Per TRATTORE eF.14


Cprona sinis~ra :V ISTA DIETRq F.255 F,251
Coror.a destra :VISTA
CARTER FRESA MARCATO
DIE1RO,CARTER
suLLA FLANGIA CON uNA "si/ ~m~2'P.ll~.i!fll'll!lr.:ri~~'!lm"'~--, FRESA MARCATO
SUL LA FLANG IA
CON UNA ''o,,
D.2 295

F.257 F. 253
36 7 F.113 277

464--l ~ l o\_ $--499

',
0 - - 452
D.21 67 501

8
380
0 - - D.2177 @;-D.2176

0 2165
D.2292
D.2151 D.2206 I D.2178 0.2164

~12 ~27

r--76 ~
28--0
51

D.2293---1

D.2196 i ....,._, D.2150


320
D.21G8 ~
~
S0
2

o. 2294 466 D.2242 D. 2296 T AV. I° FRESA ~ 2.150-


/

PGS - S.p.A.
11
FRESA Tipo 2500"
Prezzo Ma t rico la DENOM INAZ IONE Pezzi Pre zzo
Mat rico la DENOM INAZ ION E Pezz i
cad. cad .

D 2168 Innesto . 4.100 F 251 Carter d i protezio ne da cm. 80 . 12.200


D 2229 Flangia corpo fresa . 3.500 F 253 Prolungamen to coperchio carter da
cm. 80 . 1.250
D 2230 Coperchio parapolvere 2 1.200
12 Vite 0 8 X 30 7 25
D 2231 Attacco porta attrezzi 3.400
13 Ronde lla e lastica 0 8 3 15
D 2232 Mozzo port a la m e 2 6.800
28 Seeger 0 25a 2 30
D 2233 Albero fresa 9.100
32 Vite 0 8 x 15 3 25
D 2234 Pignone conico 9.500
38 Cuscinet to a sfere - 6207 - 35x72x 17 2 2 .200
[.) 2235 Corona conica 9.800
51 Cuscinetto a sfere - 6205 - 25x52x15 1. 170
D 2236 Spessore per OR 2 600
63 Ronde ll a di fermo dop p ia ~ 25
D 2237 Spesso re 950
76 Coppig li a 0 3,5 x 30 2 4
D 2238 Distanzia le per lame 4 4.200
83 Cusc ine tto a rulli conici - 30205 - 25x
D 2242 Chiavistel lo 400 52x 16,25 1.980
D 2243 Guarn izione flangia corpo fresa 150 320 V ite 0 14 x 15 . 75
D 2244 Guarn iz ione per attacco porta at t rezzi 100 338 Rondella piana 0 20 2 20
D 2271 Lama fresa dest ra 6 600 422 Chiavetta 10 x 8 x 35 160
D 2271 / 1 Lama fresa s inis tr a 6 600 464 Coppig lia 0 2,3 x 35 2 20
D 2294 Astina di regolazione 900 466 Rondella piana 0 12 2 20
D 2295 Supporto ruotino stradale 2.500 496 Dado autobloccante 12 MB 24 150
D 2296 Perno car te r protezio ne . 600 498 Dado au tobloccan te 0 8 100
D 2297 Asta sostegno carter 2.100 502 Anel lo di ten uta 25 x 52 x 7 . 270
D 2298 Scivolo 3.500 503 Dado ad intag li 20 MB dest ro 160
D 2500 Corpo fresa 19.800 504 Dado ad in tagl i 20 MB sin istro 160
F 89/ 1 Carter di protezione da cm. 66 11.000 505 O R C. 062 . 2 180
F 113 Ruotino str adale 2.500 506 Vi te 12 MB x 40 24 70
F 238 Prolungamento coperchio carter da 507 Anello di ten uta 45 x 65 x 8 . 2 240
cm. 66 . 1.100
-
p G S. MOTOZAPPATRICI

D.229 5

F. 253

506·~.........,,_- - - -......... -:~


I
F.1 13
422
J.
y
i
496____. 0-338 504

~
4

' -r
0.2271----
D.2238 -l
38 507
D.2271/ 1 02 235 e - 0.2237
0 - 505

0. 2243 12

12~~Q2229.
o.2233
1
b e--498
83


0 .2234
32J
l ~ J- 76 o. 2244
1
51

D.2298
13 1- r-.
32~
28 - 0

~
D. '2242 76 so2-_Jo--
D. 2231 1
466
..,.,.=
I
D.2500

D. 216S
D.2'294 D.22% TAV. I° FRESA - 2500-
/

PGS S.pA

ACCESSORI

Pezzi
Prezzo
DENOM INAZIONE
_ _ cad.
I
Ch ia ve fissa 19 X 22 300

Chiave fissa 7 X 10 200

Chiave fissa 10 X 11 200

Chiave fissa 12 X 16 250

Chiave fissa 14 X 17 280

Chiave fissa 19 X 21 300

Cacciavite con manico in legno 150

Li b retto Uso e Manutenzi one Moto-


co ltivatore 600

L ibretto Uso e Man utenzione Motore 500