Sei sulla pagina 1di 9

La voce del Michelangelo

1° incontro Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “M. Bartolo” – Pachino

Relatori
Prof. ssa Marisa Pindo
Prof. Sebastiano Giannitto
Perché un giornale a scuola

La realizzazione di un giornalino interno alla scuola è uno dei metodi più semplici
per costruire momenti di condivisione delle esperienze che le varie classi di una
scuola vivono durante l’anno scolastico.
La redazione del giornalino della scuola è inoltre un’attività di ampia portata
interdisciplinare: dalla lingua italiana, all’educazione artistica, lo sport e le lingue
straniere, l’integrazione, la disabilità ed il disagio ed infine l’Informatica, con l’uso del
computer come strumento di lavoro.

La figura del giornalista


• Un bravo giornalista deve essere in grado di saper interagire con i colleghi di
redazione e con altre figure professionali, anche non giornalistiche.
• La più importante tra le caratteristiche che deve avere un giornalista è quindi
quella di rispettare e valorizzare il proprio staff e non recitare il ruolo di primo
attore se si vuole un prodotto finale di qualità.

Redazione Giornalistica 08/04/2010 Pagina 2


La DIREZIONE di una testata giornalistica

• Direttore: espressione della proprietà della testata giornalistica, televisiva e/o


dell’emittente. Non può controllare tutto e normalmente segue, oltre agli indirizzi
generali e alle scelte di fondo, le uscite e/o le edizioni dei vari TG.

• Un vicedirettore: ha funzioni vicarie e deve saper interpretare la linea


editoriale del direttore

• Caporedattore centrale:è il responsabile operativo che deve segnalare alla


direzione la necessità di sostituire “articoli o pezzi”. E’ il supervisore per
eccellenza ed ha il compito di assicurare coerenza e omogeneità di stile tra le
diverse edizioni del giornale evitando sovrapposizioni, ripetizioni e eventuali
“buchi”.

Redazione Giornalistica 08/04/2010 Pagina 3


Il gruppo di lavoro di una redazione giornalistica
• La redazione:
- organizza il lavoro (dall’assegnazione dei compiti alle varie redazioni
tematiche all’assemblaggio dei contenuti, loro impaginazione e pubblicazione)
- segue le direttive del caporedattore centrale
- organizza il materiale prodotto dei giornalisti, controlla i notiziari delle agenzie
di informazione, effettua attività di ricerche di archivio, consultazione banche
dati, reperimento di foto, titolo ai servizi.
E' molto utile che in redazione tutti sappiano fare un po' di tutto, scrivere, trovare
le immagini, montare, impaginare, recuperare notizie dalle agenzie, dai colleghi,
dai quotidiani. Ci vogliono conoscenze giornalistiche e anche tecniche.

La redazione di un giornale online è composta non solo dai giornalisti, ma anche


dal tecnico che si occupa della parte grafica, dal programmatore che si occupa dei
contenuti gestiti attraverso il database, dal tecnico per l'assistenza hardware e
software (che può ovviamente essere un consulente esterno), da almeno un
commerciale per la vendita dei servizi e della pubblicità, e sopra a questi il
caporedattore che coordina l'intero progetto.

Redazione Giornalistica 08/04/2010 Pagina 4


I gruppi di lavoro in una redazione giornalistica

Le redazioni tematiche: il personale giornalistico si divide in diverse sottto


redazioni a seconda degli argomenti che si devono trattare. In genere sono:
- politica interna - cultura e spettacolo
- politica estera - sport
- cronaca - servizi speciali
- economia e finanza
- costume e società

Redazione Giornalistica 08/04/2010 Pagina 5


Redazioni Tematiche

In ogni redazione che affronta una tematica sono previsti:


• Caporedattore: assegna quotidianamente i compiti ai suoi redattori e fa
seguire dai suoi collaboratori l’attività di produzione dei servizi esterni
• Redattori o giornalisti che producono servizi e/o interviste sul campo o articoli
nella redazione
• Giornalisti che svolgono funzione di desk (preferibilmente tecnici)
- elaborazione di testi e impaginazione,
- ricerca di immagini da inserire nell’articolo
- monitoraggio complessivo

Redazione Giornalistica 08/04/2010 Pagina 6


Fasi cruciali di lavoro in un Tg

• Riunione di redazione/programmazione
In genere si faranno due riunioni mensili:
- una per la programmazione e la suddivisione dei compiti relativa agli articoli
da pubblicare nella prossima edizione;
- Una per l’ approvazione dei testi, l’ impaginazione e la pubblicazione del
giornale.
A queste riunioni partecipano tutti :
- direzione
- caporedattore centrale
- segretario di redazione
- capi redazioni tematiche
- giornalisti

Redazione Giornalistica 08/04/2010 Pagina 7


Fasi cruciali di lavoro nella produzione di un giornale
L’ iter di approvazione dei testi
Cartella personale
REDATTORE REDATTORE Redige i testi
(tematica 1) (tematica N) Cartella di redazione

CAPOREDATTORE CAPOREDATTORE Apporta correzioni (insegnante)

DESK CENTRALE DESK CENTRALE Versione finale testo e inserimento


immagini
………
REDAZIONE CENTRALE Apportano modifiche solo sulla
(CAPOREDATTORE CENTRALE) forma: sulla lunghezza, leggibilità,
congruenza testi , impaginazione
ecc.. …

PRODOTTO FINALE Pubblicazione

Redazione Giornalistica 08/04/2010 Pagina 8


Esercitazione

• Formare dei gruppi o redazioni tematiche

• Assegnarsi dei ruoli (redattore, caporedattore, desk centrale,


caporedattore centrale, direzione, …)

• Seguire l’iter di stesura e approvazione di un testo

• Ciascun gruppo sceglie una tematica o notizia da trattare

• Alla fine colui che è stato prescelto come “caporedattore centrale”


esporrà il lavoro svolto (con le singole fasi), leggendo in conclusione la
notizia

• Tempo a disposizione: 30 minuti

Giornalismo televisivo 08/04/2010 Pagina 9