Sei sulla pagina 1di 2

Valutazione p-adica e Lemma LTE

Matteo Gori

26/10/2020

1 Valutazione p-adica: definizione e proprietà


La valutazione p-adica è una funzione indicata con il simbolo νp in cui ν è la ”nu” greca (molti
testi si prendono la libertà di utilizzare la ”v” per comodità) e p è un primo qualsiasi. È definita
da Q in Z con un’eccezione, infatti per convenzione si pone νp (0) = ∞ ∀ p ∈ P. Negli interi νp (z)
non è altro che l’esponente di p nella fattorizzazione di z, o per essere più formali
{
max{v ∈ N : pv | z} se z ̸= 0
νp (z) =
∞ se z = 0

Nei razionali la definizione è altrettanto intuitiva: dati m, n ∈ Z − {0}, νp ( m


n ) = νp (m) − νp (n).
Ovvero è quel valore α ∈ Z tale che n·pm
α scritto come frazione ai minimi termini ha numeratore e
denominatore coprimi con p.
Proprietà importanti (a, b ∈ Q e c ∈ N+ ):

• νp (a) + νp (b) = νp (ab)


• νp (a) = νp (−a)
• νp (a + b) ≥ min{νp (a), νp (b)} ∧ νp (a) ̸= νp (b) =⇒ νp (a + b) = min{νp (a), νp (b)}
• νp (c) ≤ logp (c)

2 Il Lemma LTE
Il Lemma LTE (in inglese ”Lifting The Exponent Lemma”) è un risultato di Teoria dei Numeri
che, sebbene sia stato adoperato pure da Gauss nel Disquisitiones Arithmeticae, è stato pubbli-
cato ufficialmente meno di 20 anni fa e trova applicazione principalmente nello studio delle curve
ellittiche.
L’enunciato si divide in 3 casi:
• Dati x, y ∈ Z distinti, n ∈ N+ e p ∈ P − {2} tale che p | x − y ∧ p ∤ x, y allora

νp (xn − y n ) = νp (x − y) + νp (n)

• Dati x, y ∈ Z distinti, n ∈ N+ dispari e p ∈ P − {2} tale che p | x + y ∧ p ∤ x, y allora

νp (xn + y n ) = νp (x + y) + νp (n)

• Dati x, y ∈ Z distinti tali che 4 | x − y ∧ 2 ∤ x, y e n ∈ N+ allora

ν2 (xn − y n ) = ν2 (x − y) + ν2 (n)

Mostrerò la dimostrazione del primo caso e vi invito a trovare da soli le piccole modifiche con cui
è possibile ricavare le altre.
Lemma 2.1. (n, p) = 1 =⇒ νp (xn − y n ) = νp (x − y)

1
Dimostrazione.
xn − y n ∑
n−1 ∑
n−1
= xi y n−1−i ≡ xn−1 ≡ n · xn−1 ̸≡ 0 mod p
x−y i=0 i=0

Lemma 2.2. νp (xp − y p ) = νp (x − y) + 1


Dimostrazione.
p−1 ( )
∑ p−2 ( )

p p i
x = y + (x − y) =⇒ x − y = p p
y (x − y)
i p−i
= py p−1
(x − y) + y (x − y)p−i
i=0
i i=0
i
(( ) ) {
p i (p − i)νp (x − y) + 1 se i = 1, 2 . . . p − 1
νp (py p−1
(x−y)) = νp (x−y)+1 ∧ νp y (x − y) p−i
=
i pνp (x − y) se i = 0
(( ) )
p
=⇒ νp (xp − y p ) = νp y p−1 (x − y)1 = νp (x − y) + 1
p−1
Sia n = pνp (n) m, allora
νp (n) νp (n) νp (n) νp (n) νp (n)
−1 νp (n)
−1
νp (xn −y n ) = νp (xp m
−y p m
) = νp (xp −y p ) = νp (xp −y p )+1 = · · · = νp (x−y)+νp (n)

3 Risultati correlati in ordine di complessità


• Identità di Sophie-German
• Identità di Legendre-de Polignac
• Lemma di Hensel
• Lemma del guadagno di un primo
• Teoria sui generatori modulo p
• Teorema di Zsigmondy
• Teorema di Mihailescu (Congettura di Catalan)
• Ultimo Teorema di Fermat
• Congettura di Beal

4 Esercizi facili
• P1 Calcolare ν5 (3250 + 2500 )
• P2 Calcolare ν17 (37105 − 11151 (373 + 33 ) + 3105 )
1992 1990
• P3 Determinare il più grande k ∈ N tale che 1991k | 19901991 + 19921991
• P4 Determinare tutte le soluzioni dell’equazione xp + y p = pz con x, y ∈ N e p un primo
dispari.

5 Esercizi meno facili


• P1 Sia n ∈ N+ libero da quadrati. Dimostra che non esistono x, y ∈ N+ coprimi tali che
(x + y)3 | xn + y n
• P2 Siano a, b ∈ R tali che ai − bi ∈ N+ ∀ i ∈ N+ . Dimostra che a, b ∈ N+
3 3 4 4 74 74
• P3 Determinare |{d ∈ {77 , 77 +1
, 77 , 77 +1
} : d | 37 + 57 − 1}|
• P4 Trova tutti gli n ∈ N+ tale che esiste un unico intero a tale che 0 ≤ a < n! ∧ n! | an + 1