Sei sulla pagina 1di 1

Il giovanotto che, in risposta, si alzò era magro e slanciato, e di una bellezza meno

convenzionale rispetto a quanto mi era sembrato osservandolo dall’altro lato del teatro. Ci
squadrò con fare interrogativo.
- Credo di non avere il piacere…?
- Mi chiamo Henry Camberley – disse il mio amico, strascicando leggermente la pronuncia.
– Forse avete già sentito parlare di me.
- Confesso di non aver avuto il privilegio -, rispose Vernet.
Il mio amico gli o rì un biglietto da visita, e l’uomo lo guardò con genuino interesse.
- Un agente teatrale? Dal Nuovo Mondo? Accidenti. E questo signore è… -, disse rivolto a
me.
- Questo gentiluomo è un mio amico, il signor Sebastian. Non si occupa di spettacolo.
Strinsi la mano dell’attore, mormorando qualcosa su quanto avessi apprezzato lo spettacolo.
Il mio amico chiese: - Siete mai stato nel Nuovo Mondo?
- Non ho ancora avuto questo onore, - ammise Vernet – anche se è sempre stato il mio più
grande desiderio.
- Che dire, buon uomo -, disse il mio amico col fare informale degli abitanti del Nuovo
Mondo. – Forse il vostro sogno verrà esaudito. Quell’ultima rappresentazione, non ho mai
visto niente del genere. L’avete scritta voi?
- Ahimé, no. È opera di un mio caro amico. Io però ho progettato il meccanismo della
lanterna magica utilizzata nella scena delle ombre. A oggi non troverà nulla del genere in
nessun altro teatro.
- Mi dareste il nome dell’autore? Forse dovrei parlare direttamente con questo vostro amico.
Vernet scosse la testa.
- Temo che non sia possibile. Ha un’altra professione, e desidera che i suoi rapporti con il
mondo del teatro non siano resi pubblici.
- Capisco -. Il mio amico tirò fuori la pipa dal cappotto e se la portò alla bocca. Poi iniziò a
frugarsi nelle tasche.
- Mi spiace -, disse. – Temo di aver dimenticato la borsa del tabacco.
- Io fumo una miscela nera forte, - disse l’attore, - se per voi va bene…
- Assolutamente! -, rispose il mio amico molto cordialmente. – Anche io fumo una miscela
forte – disse, e si riempì la pipa col tabacco dell’attore. Iniziarono a fumare entrambi, e il