Sei sulla pagina 1di 2

BAROCCO

s.m – ideale estetico del periodo successivo alla Controriforma, secondo cui l’arte dovrebbe colpire
l’immaginazione.

Prestito da altre lingue romanze: fr. Baroque ‘bizzarro inregolare’, port. Barroco indicava una perla o una
pietra o una pietra preziosa irregolare, usata all’inizio del XVIII come attributo delle diverse manifestazioni
dello spirito, compresa l’arte, ted. Barock riferito al periodo successivo al rinascimento dai grandi storici
dell’arte del XIX secolo.

 L’etimologico, vocabolario della lingua italiana di Alberto Nocentini

Termine usato per designare, criticamente e cronologicamente, una produzione artistica e architettonica
sviluppatasi in Italia e nel resto d’Europa nel corso del sec. 17°.

 Treccani enciclopedia

Il termine Barocco, ancora oggi, viene riconosciuto o confuso come una parola negativa nei confronti
dell’arte.

Ad esempio nel guadare un’opera d’arte o architettonica , se essa viene definita in stile barocco si va subito
a pensare a qualcosa di eccessivo, sfarzoso, eccentrico o addirittura di cattivo gusto. Probabilmente questa
idea deriva dal suo valore come aggettivo e lo si può riscontrare in qualsiasi dizionario.

 Definizione trovata dizionario online


(https://dizionari.corriere.it/dizionario_italiano/B/barocco.shtml?refresh_ce-cp)

Barocco: [ba-ròc-co] s.m. (pl. -chi)

1 (solo sing.) Gusto artistico-letterario del Seicento, caratterizzato da predilezione per immagini e
forme insolite e irregolari, per il gioco verbale e l'artificio concettuale: l'età, la poetica del b.

2 Atteggiamento culturale, scelta stilistica che presenti analogie con il b. storico

In funzione di agg.

1 Proprio del b., della cultura e del gusto tipici del Seicento: arte, poesia, architettura b.

2 fig. Fastoso, ampolloso; anche insolito, bizzarro: un ragionamento b.

In realtà questa nota negativa risale alla nascita del termine , nel XVIII secolo, parte dagli intellettuali
neoclassici, che favorisco la rinascita del genere classico, e ogni cosa che si allontanasse da questa visione
era qualcosa da eliminare.

I principali esponenti di questa corrente furono: Gian Lorenzo Bernini, Francesco Borromini.

Lo stile barocco fiorisce a Roma all'inizio del Seicento e si diffonde in tutta Europa e termina all’incirca
all’inizio del diciottesimo secolo.

Lo stile principale di questa corrente artistica è descritto nelle definizioni da me sopracitate: uno stile dal
mancato equilibrio e eccentrico con lo scopo di stupire lo spettatore e il lettore.

CIT. "E' del poeta il fin la meraviglia" (Giambattista Marino), CIT. «Chi segue altri non gli va mai inanzi. Ed io
al certo non mi sarei posto a questa professione col fine d'esser solo copista.» (Francesco Borromini).

Queste due citazioni le ho trascritte per poter far comprendere al meglio quello che l’artista voleva
trasmettere tramite questo stile artistico.

Potrebbero piacerti anche