Sei sulla pagina 1di 2

Secondo Chomsky gli uomini si distinguono dagli animali per la facolta del linguaggio infatti secondo C.

l’unico modo per distinguere un umano da un automa è proprio la facolta del linguaggio.

Il linguaggio non dipende dallo stimolo è qualcosa che non si apprende ma è una facolta INNATA che fa
parte del nostro patrimonio biologico ad esempio dei cechi riescono a disegnare un oggetto senza vederlo

Ma da dove deriva questa facoltà?

dall’evoluzione

per via del Creatore

Il linguaggio si trova nell’area di Broca infatti se si ha un danno in quest’area si avranno danni anche nel
linguaggio.

La lingua è un codice che pero noi dobbiamo comprendere ma questo ce lo permette la nostra mente
poiche all’interno ci sono dei meccanismi innati ad esempio un bambino di poche ore conosce gia degli
elementi di fisica semplice degli oggetti, infatti in passato si pensava che le frasi si formassero per
ANALOGIA ovvero il parlante produce nuove forme linguistiche tramite quelle che aveva gia sentito ma
molte frasi che produciamo vengono formulate senza che il parlante ne abbia mai sentito uno analogo anzi
molte volte riesce a produrre delle frasi molto complesse in un determinato contesto. Ad esempio un
parlante sa quali sono i suoni nella sua lingua anche se magari non ha mai sentito un determinato suono ad
esempio sa dire che home non è una parola delle italiano.

Inoltre in passato si sosteneva che il linguaggio fosse una capacita come mangiare, camminare….

Infatti C. scrive 10 pagine sulla teoria del COMPORTAMENTISMO e fa crollare questa teoria che si basa
sull’apprendimento della lingua, questa teoria si basa sullo stimolo e sul fatto che gli esseri umani alla
nascita siano dei contenitori vuoti ma secondo C. se fossimo vuoti non avremmo la possibilita di
comprendere dunque all’interno abbiamo gia dei proccessi e dei meccanismi e l’ho dimostra con la
DIMOSTRAZIONE PER ASSURDO, secondo il quale lo stimolo è povero perche non ci dice come
interpretarlo.

All’interno della mente abbiamo delle regole innate che chiamiamo la GRAMMATICA UNIVERSALE ovvero
l’insieme di regole nel cervello che presiedono all’elaborazioni delle frasi.

Noi comprendiamo una lingua attraverso la grammatica universale per questo anche se non ci sembra ogni
lingua ha qualcosa in comune con l’altra.

Platone si chiede come gli esseri umani riescano a sviluppare una conoscenza cosi ampia in cosi poco tempo
e si rifa a un esperimento di Socrate ovvero un giovane schiavo primo di istruzione attraverso le domande
poste riusci ad elaborare dei teoremi, Platone rispose che la conoscenza veniva ricordata attraverso le
domande da un esperienza precedente.

C. fa riferimento anche al problema di CARTESIO ovvero come fa il linguaggio ad essere cosi creativo? Ad
esempio riusciamo ad elaborare frasi molto complesse senza averle mai sentite inoltre e lo riusciamo ad
adattare alla situazione in cui ci troviamo usando un linguaggio appropriato.

Il linguaggio infatti è creativo libero e indipendente dallo stimolo sia esterni che interni.

Secondo C. il linguaggio è COMPLESSO. Ma C. e Darwin si domandano da dove si origina un longuaggio cosi


complesso e dove si originano gli ORGANI INCIPIENTI (come l’occhio o l’ala).

Secondo C. il complesso non puo derivare dal semplice per questo secondo lui è inutile stidiate il linguaggio
degli animali che è molto più semplice poivhe il linguaggio dell’uomo è complesso fin da subito infatti
secondo C. non è esista un’evoluzione del linguaggio ma il linguaggio è emerso all’improvviso nel Homo
Sapiens ovvero il linguaggio umano non ha precursori, questo sarebbe un problema di “EMERGENZA”
ovvero che emerge cioè L’APPARIZIONE DI UN FENOMENO QUALITIVAMENTE DIFFERENTE”.

Ma questo fenomeno non è plausibile cognitivamente e non è plausibile evoluzionisticamente.

C. infatti è contro la teoria dell’evoluzione di Darwin poiche nella teoria dell’evoluzione esistono dei stadi
intermedi che secondo C, non esistono.

Degli alunni di C. ovvero PINKER e BLOOM obbiettano la sua teoria dicendo: che la grammatica universale è
compatibile con la teoria dell’’evoluzione e che se il linguaggio è complesso è un prodotto della selezione
naturale e l’unica spiegazione che abbiamo su questa è la teoria dell’evoluzione di Darwin. C. obbietta
dicendo che il linguaggio non è complesso ma semplice ovvero MINIMALISMO e risponde con la Teoria
degli organi incipienti.

La comunicazione è fondamentale per comprendere e come quando si va in montagna nella comunicazione


si traccia un percorso ma non sempre questo percorso segue una linea precisa ma molto speso questo
percorso è tortuoso ma per arrivare dobbiamo avere sempre in mente la rotta proprio come nella
comunicazione.

Il MODELLO DEL CODICE ovvero quando comprendiamo un messaggio trasformiamo il suono e gli diamo un
significato ed è un PROCESSO AUTOMATICO non posso decidere di non comprendere.

Ma l’essenza del linguaggio non sta nelle singole frasi ma nel discorso e solo l’uomo riesce a produrre dei
discorsi come raccontare delle storie al contrario degli animali.

Per questo la mente è un insieme di MODULI e ognuno ha una specifica funzione (IDEE DELLA MENTE
MODULARE) e facciamo tutto questo senza nessuno sforzo ovvero è un sistema AUTOMATICO.

L’ABILITA DI PARLARE IN MODO APPROPRIATO SI FONDA SULLA CAPACITA DEL PARLANTE DI MANTENERE
LA ROTTA NEL FLUSSO PARLATO.

Potrebbero piacerti anche