Sei sulla pagina 1di 11

fisica e...

Energia dalla differenza


di salinità
Doriano Brogioli
Dipartimento di Medicina Sperimentale, Università degli Studi di Milano-Bicocca, Monza, Italia

La differenza di salinità tra acqua dolce e acqua di mare permette di produrre energia,
tramite tecniche basate su osmosi ed elettrodialisi inversa: fiumi e mari sono una
immensa fonte di energia rinnovabile, pulita e abbondante. La ricerca mira a rendere
economico lo sfruttamento di questa risorsa; al momento, sono in costruzione prototipi e
piccoli impianti pilota. Una nuova tecnica, basata su un principio elettrocinetico, oggetto
di ricerca di un progetto europeo (CAPMIX), promette di abbattere drasticamente i costi
di produzione.

1 Introduzione quantità di energia: basta pensare che che l’energia libera contenuta nella
corrisponde all’energia rilasciata dalla differenza di concentrazione possa
Alla foce di un fiume avviene una caduta della stessa quantità di acqua, essere estratta e convertita in lavoro
silenziosa ma immensa dissipazione di del peso di 1 kg, da una altezza di circa meccanico viene dall’osmosi. In un
energia libera, dovuta al mescolamento 240 m. Quando poi la quantità d’acqua tipico esperimento didattico per la
di acqua di diversa concentrazione è tanta, l’energia libera in gioco arriva dimostrazione dell’osmosi, si utilizza
salina. Il fenomeno non riguarda ad essere immensa. Ad esempio, il Po un tubo, mantenuto verticale, riempito
alcuna reazione chimica, nè coinvolge riversa mediamente 1540 m3 al secondo con una soluzione acquosa concentrata,
il rilascio di calore o alcuna altra forma nel mare, dissipando pertanto una ad esempio di zucchero. L’estremità
di energia, ma solo la perdita di ordine: potenza di circa 3,7 GW. Questa energia inferiore del tubo è svasata, e chiusa
gli ioni del sale, inizialmente limitati viene semplicemente persa quando da una membrana semipermeabile.
nel loro movimento alla sola acqua avviene la miscelazione, e pertanto L’estremità con la membrana viene
del mare, possono muoversi anche sfugge alla normale osservazione. quindi immersa in acqua distillata,
nell’acqua che inizialmente era dolce, Che i fiumi fossero una immensa contenuta in un recipiente di
rendendo uniforme la concentrazione fonte di energia non era invece sfuggito dimensioni maggiori. Con il passare
di ioni nell’acqua. La conseguente agli scienziati degli anni ’70, nel periodo delle ore il livello del liquido nel tubo
perdita di ordine si esprime, in termini delle crisi del petrolio, quando la sale, a causa di un afflusso di acqua
termodinamici, come aumento di comunità scientifica ha iniziato a cercare dal recipiente esterno, attraverso la
entropia, o diminuzione di energia delle vie alternative per produrre membrana, verso la soluzione più
libera. energia, ed era già stato sottolineato concentrata. Questo esperimento
L’energia libera che si dissipa quando da R. Pattle nel 1954 [1]. Il problema era mostra che effettivamente la differenza
un litro di acqua si disperde nel mare trovare una tecnica economicamente di concentrazione è in grado di
ammonta a circa 2,4 kJ per la salinità valida per estrarre questa energia libera, compiere lavoro meccanico, che in
tipica del Mediterraneo. è molto meno convertendola in energia elettrica o questo caso consiste nell’innalzare un
dell’energia posseduta da un litro di lavoro meccanico. volume di acqua. La pressione presente
benzina, ma in assoluto è una grande La più semplice prova concettuale all’interno del tubo, necessaria ad

28 < il nuovo saggiatore


Fig. 1 Schema di funzionamento della tecnica basata sull’osmosi.

innalzare la colonna d’acqua, è detta sua volta, il lavoro meccanico associato l’acqua dolce proveniente dal fiume
pressione osmotica, e può essere al flusso di acqua sotto pressione può e l’acqua salata proveniente dal
pensata come la pressione esercitata essere convertito in corrente elettrica mare. Nel comparto contenente
dalle molecole del soluto sulla attraverso una turbina. Questa fu una l’acqua salata si sviluppa la pressione
membrana; quantitativamente, a bassa delle prime tecniche proposte per osmotica, e pertanto l’intero comparto
concentrazione, la pressione osmotica è sfruttare la differenza di salinità come e la membrana devono reggere la
uguale alla pressione di un gas perfetto fonte di energia [2], e fece capire che pressione, che in un sistema reale, pur
con lo stesso numero di molecole per è possibile usare l’acqua alla foce di non arrivando alle ideali 24 atm, può
unità di volume del soluto. un fiume per alimentare una turbina, comunque raggiungere il notevole
La pressione osmotica che si sviluppa come se avessimo un invaso a 240 m valore di 15 atm. Il flusso osmotico
in condizioni ideali, alle due facce di di quota: questa idea rivoluzionaria fu di acqua passa dal comparto con
una membrana immersa da un lato pubblicizzata come “idroelettricità senza l’acqua dolce, attraverso la membrana
in acqua dolce, e dall’altro in acqua di dighe”. Solo di recente però si sono semipermeabile, verso il comparto
mare è di 24 atm. Non è un caso che avuti sviluppi tecnici tali da permettere con l’acqua salata; questo flusso
questa pressione corrisponda a quella la costruzione di prototipi e impianti viene convogliato ad una turbina che
esercitata da una colonna d’acqua di pilota [3]. lo converte in corrente elettrica; la
240 m, cioè la stessa altezza citata sopra, potenza prodotta è dell’ordine del kW
e che un flusso di 1 l di acqua attraverso per un flusso di 1 l/s. La tecnica viene
la membrana semipermeabile, ad 2 Tecniche disponibili chiamata in inglese “pressure-retarded
una pressione di 24 atm, corrisponda osmosis” (PRO).
proprio ad un lavoro meccanico di 2.1 Osmosi L’acqua salata tende ad essere
2,4 kJ, cioè alla energia libera persa per La tecnica funzionante secondo diluita dal flusso osmotico di acqua
il mescolamento: nel caso dell’osmosi, il principio dell’osmosi [2] è dolce, e pertanto la pressione in uscita
idealmente, tutta l’energia libera schematizzata nella fig. 1. La membrana tenderebbe a diminuire. Per evitare che
associata alla differenza di salinità può semipermeabile divide i due comparti, questo succeda, è necesario che l’acqua
essere convertita in lavoro meccanico. A nei quali circola rispettivamente salata venga continuamente ripristinata,

vol28 / no1-2 / anno2012 > 29


fisica e...

Fig. 2 Schema di funzionamento della tecnica di elettrodialisi inversa.

sostituendo l’acqua nel comparto energia, e richiede tanta più energia simili a quelle usate negli impianti di
pressurizzato con acqua di mare. Questa quanto più vogliamo purificare l’acqua, dissalazione o purificazione tramite
operazione non è affatto banale: infatti, è necessario trovare un compromesso, osmosi inversa, e pertanto l’ingombro
l’acqua di mare si trova a pressione di nel quale la membrana abbia una risulta ridotto. Possiamo pensare
1 atm, mentre l’acqua nel comparto vita sufficientemente lunga, ma il all’osmosi inversa come l’inverso della
pressurizzato è ad alta pressione. pretrattamento non consumi una parte tecnica PRO; in effetti, la pressione
Fortunatamente, la pressione dell’acqua eccessiva dell’energia prodotta. utilizzata per dissalare l’acqua del mare
può essere aumentata senza compiere L’energia libera disponibile é pari alla è proprio dell’ordine delle decine di
lavoro (o quasi) perchè l’acqua è differenza tra l’energia libera dell’acqua atmosfere. La difficoltà maggiore in
(quasi) incomprimibile. In altri termini, in entrata e in uscita. Tipicamente un queste cartucce è proprio la resistenza
è possibile utilizzare un dispositivo, impianto PRO viene alimentato con un alla pressione, che impedisce ulteriori
chiamato “scambiatore di pressione”, flusso di acqua di mare pari al flusso miniaturizzazioni.
mostrato in fig. 1, che sostituisce un di acqua dolce, e pertanto l’acqua di Fino a pochi anni fa, il costo delle
dato volume di acqua nel comparto scarto ha concentrazione pari alla metà membrane, in relazione alla loro durata,
pressurizzato con un uguale volume di dell'acqua di mare. L’energia libera rendeva non economica la produzione
nuova acqua di mare, utilizzando una disponibile é pertanto pari a circa 1,5 kJ di energia con questa tecnica. Per
quantità trascurabile di energia. per litro di acqua, considerando la questo motivo la tecnica è rimasta senza
La degradazione delle membrane salinità media degli oceani. I prototipi applicazioni pratiche per quaranta
avviene velocemente, poichè esse esistenti al momento sono in grado di anni dalla prima proposta. Negli
agiscono da filtro. In particolare l’acqua estrarre la maggior parte dell’energia anni la tecnologia delle membrane
dolce è costretta a passare attraverso la libera disponibile. semipermeabili ha avuto miglioramenti,
membrana, e lì deposita ogni impurità, La potenza prodotta dipende dal ed è stata sviluppata soprattutto per la
poichè la porosità della membrana flusso osmotico di acqua, e quindi dissalazione; recentemente, il rinnovato
ferma tutto ciò che non sia acqua. dalla permeabilità della membrana. interesse per l’energia da differenza
A questo fenomeno si aggiunge la Tipicamente si ottengono 1 –3 W per di salinità ha portato alla produzione
proliferazione di organismi viventi, metro quadrato di membrana. Questo di nuove membrane a basso costo,
che contribuiscono a degradare la valore è piccolo se confrontato con la appositamente progettate per PRO.
permeabilità della membrana. Per resa di un pannello fotovoltaico, che è Queste nuove membrane hanno
questo motivo è necessario pretrattare di due ordini di grandezza superiore, ma portato alla costruzione di un prototipo
l’acqua in entrata nell’impianto, bisogna considerare che la membrana e alla pianificazione di un impianto
rimuovendo il più possibile le impurità; semipermeabile viene avvolta molto pilota (vedi sezione 4.1).
poichè però questo processo richiede fittamente all’interno di cartucce,

30 < il nuovo saggiatore


D. Brogioli: energia dalla differenza di salinità

Fig. 3 Schema del funzionamento della tecnica a pressione di vapore.

2.2 Electrodialisi inversa di Donnan-Gibbs studiato dalla membrana, la potenza tipicamente


La tecnica della elettrodialisi elettrocinetica. Quando molte celle prodotta è dell’ordine di 1–3 W per
inversa (EDI) [1] utilizza una coppia di sono impilate in serie, formando metro quadrato di membrana, analoga
membrane, di tipo diverso da quelle una pila alimentata ad acqua salata, quindi a quella prodotta nel caso
semipermeabili descritte in precedenza: la tensione totale tra gli elettrodi della tecnica PRO. Poichè la sorgente
si tratta di membrane permeabili sia raggiunge decine di volt. Negli di energia è la stessa, sia PRO sia EDI
all’acqua sia agli ioni di un dato segno; scomparti posti agli estremi, dove la possono produrre idealmente la stessa
si distinguono in cationiche o anioniche, corrente viene raccolta dagli elettrodi, energia a partire dalla stessa quantità
a seconda che permettano il passaggio la tensione deve essere sufficiente d’acqua, e anche la resa effettiva è
di cationi o anioni. Queste membrane per far avvenire una ossidoriduzione; simile, cioè maggiore del 50%.
sono costituite da polimeri simili a nel caso più semplice si tratta di Sebbene le membrane usate nella
quelli delle cosiddette resine a scambio semplice elettrolisi, ma nei prototipi tecnica EDI siano tanto costose quanto
ionico. Una cella della tecnica EDI (fig. 2) più avanzati, nei due comparti degli quelle della tecnica PRO, la prima
consiste in una sequenza di comparti, elettrodi, vengono fatte circolare tecnica presenta alcuni vantaggi:
delimitati da membrane cationiche e speciali soluzioni (sali di Fe3+ e Fe2+) il problema del fouling è ridotto,
anioniche alternate; viene fatta fluire al fine di modificare le reazioni che e, poichè EDI non coinvolge alte
acqua salata e acqua dolce, in modo avvengono. è importante notare che, se pressioni, è possibile impacchettare
che in ognuno dei comparti si venga non avvenissero ossidoriduzioni, non più facilmente grandi quantità di
a trovare acqua con concentrazione ci sarebbe alcun passaggio di corrente: membrane in minore spazio, e costruire
diversa da quella dei comparti il potenziale di Donnan-Gibbs sarebbe dispositivi complessivamente meno
circostanti. Per diffusione, gli ioni controbilanciato dalla formazione di un costosi. Inoltre, un dispositivo EDI
diffondono da un comparto con acqua doppio strato elettrico sulla superficie può funzionare con piccole modifiche
salata ai due comparti adiacenti, ma, degli elettrodi, ed effettivamente ciò anche a più elevata concentrazione,
grazie alle membrane, nei due comparti succede se la tensione tra gli elettrodi come nel caso dell'acqua di salina (vedi
entrano ioni di segno opposto. Lungo non è sufficiente a innescare le reazioni sezione 3), con maggiore produzione
la sequenza dei comparti si sviluppa di ossidoriduzione. di energia e addirittura maggiore resa,
quindi una differenza di potenziale, che Nella tecnica EDI, la permeabilità mentre un dispositivo PRO, usato a
può essere raccolta con due elettrodi della membrana definisce la resistenza salinità maggiore di quella per il quale
posti agli estremi. al passaggio degli ioni, cioè della è costruito, rischia di non resistere alla
La tensione che si sviluppa su di una corrente. Il valore tipico della resistenza maggiore pressione.
membrana è approssimativamente è dell’ordine dei mΩ/m2. Data la tipica
di 80 mV: è il cosiddetto potenziale tensione sviluppata sui due lati della

vol28 / no1-2 / anno2012 > 31


fisica e...
2.3 Pressione di vapore nella parte delle camere sopra all’acqua, Per fare un esempio, il Tevere scarica
Poichè le membrane presentano e pertanto è necessario un contiuno una media di 240 m3/s di acqua dolce
evidenti difficoltà, si è cercato di pompaggio per mantenere la pressione nel mar Tirreno, la cui concentrazione di
evitarne l’uso, e di spostare le difficoltà abbastanza bassa da far avvenire sali è di circa 600 mM. La potenza totale
tecniche in un campo più vicino a quello l’ebollizione. dissipata è di 500 MW, pari al consumo
nel quale l’ingegneria ha già soluzioni Questo schema ha il vantaggio di medio domestico di 3600000 persone,
valide. Esempio di questo tentativo non utilizzare alcuna membrana, nè cioè più degli abitanti della città di
è la tecnica basata sulla differenza di altri componenti sensibili alle impurità Roma (basato su un consumo medio
pressione di vapore (PV) [4], mostrata solide presenti nell’acqua. Altro domestico di 140 W). Ovviamente
in fig. 3. Due comparti contengono vantaggio è la possibilità di costruire un un impianto non sarebbe in grado di
rispettivamente acqua dolce e acqua singolo impianto di grandi dimensioni, estrarre interamente questa potenza,
di mare. La parte superiore dei due anzichè dover assemblare molti moduli ma il valore dà un’idea della potenza in
comparti non è riempita di liquido, e in di piccole dimensioni, avvantaggiandosi gioco. Una stima della potenza totale
quella parte l’aria viene aspirata, fino ad quindi delle economie di scala. estraibile, sommando tutti i fiumi della
abbassare la pressione al di sotto della Il principale problema è però costituito terra, è tra 1,4 e 2,6 TW, da confrontare
tensione di vapore dell’acqua dolce, dalla piccola differenza di pressione con un fabbisogno mondiale di 15 TW.
alla temperatura alla quale si trova disponibile per far girare la turbina, L’uso di soluzioni più concentrate
l’ambiente. Per la presenza del soluto, dell’ordine del centesimo di atmosfera; dell’acqua di mare è stato valutato
la pressione di vapore dell’acqua di le difficoltà tecniche hanno fino ad ora fino dagli anni ’70; in particolare si
mare è più bassa, pertanto l’acqua dolce impedito di realizzare un prototipo che è valutata la possibilitè di utilizzare
bolle, il vapore fluisce nel comparto vada oltre una prova di principio. l’acqua di bacini superficiali molto salati,
dell’acqua salata, e lì si ricondensa. Il come il Mar Morto, oppure i sali e le
collegamento tra i due comparti include soluzioni saline disponibili in giacimenti
una turbina, che viene fatta girare dal 3 Applicazioni geologici. Nel caso dell’Italia, una
flusso di vapore. diversa fonte di differenza di salinità è
Lo schema di un impianto di questo Una applicazione delle tecniche costituita dalle saline. Questi impianti,
tipo richiede però una certa quantità di sopra descritte permetterebbe di tradizionalmente utilizzati per la
accorgimenti. Anzitutto, i due serbatoi estrarre energia dalla differenza di produzione di sale, consistono in grandi
devono essere dotati di radiatori, per salintità tra acqua dolce di un fiume vasche, che generalmente coprono un
mantenerli alla stessa temperatura. e acqua salata di mare. Un ipotetico migliaio di ettari, di bassa profondità,
Questo è necessario perché una gran impianto potrebbe essere posizionato ricavate in prossimità del mare. L’acqua
quantità di calore viene assorbita dal presso la foce di un fiume; due canali salata viene fatta entrare nelle vasche,
serbatoio nel quale avviene l’ebollizione, porterebbero parte dell’acqua del e poi lasciata evaporare. Con un dato
e una quantità quasi uguale viene fiume all’impianto, e una sufficiente ritmo, l’acqua viene fatta fluire da una
rilasciata nel serbatoio dove avviene quantità di acqua di mare. L’impianto vasca all’altra, nelle quali si trova una
la condensazione; è sufficiente una sarebbe in grado di produrre energia concentrazione salina sempre crescente.
differenza di temperatura di meno di elettrica, dando come scarto solo Nelle ultime vasche l’acqua è satura
un grado centigrado per annullare acqua salmastra, non inquinante, che di cloruro di sodio, e lo deposita sotto
la differenza di tensione di vapore e potrebbe essere immessa direttamente forma di cristalli che vengono raccolti.
bloccare il processo. Uno scambiatore in mare, lontano dal punto di raccolta L’acqua però non viene fatta evaporare
di pressione, più complesso di quello dell’acqua salata, o nel fiume stesso. completamente, perchè oltre una
utilizzato nella PRO, permette di Possono essere studiate soluzioni per certa concentrazione depositerebbe
sostituire l’acqua salata con nuova evitare danni all’ecosistema dovuti alla anche sali non adatti all’uso alimentare.
acqua di mare, di eliminare l’acqua in modifica locale della concentrazione Queste acque di scarto possono essere
eccesso a causa della condensazione salina. Ad esempio, in particolari utilizzate per alimentare un impianto
e ripristinare l’acqua evaporata. situazioni, potrebbe essere utile a differenza di salinità, assieme ad
In questa tecnica, le impurità solide e la scaricare l’acqua salmastra in un bacino acqua di mare. In questo caso, non è
proliferazione di organismi viventi non vicino al mare, in modo da formare un necessario nè conveniente utilizzare
costituiscono un problema importante, lago costiero artificiale, o una laguna acqua dolce, in quanto l’acqua di salina,
mentre costituiscono un problema i gas salmastra: sebbene non sia un ambiente satura di sale, ha concentrazione circa
disciolti: quando l’acqua viene portata naturale, può avere un grande valore in 5 M, mentre l’acqua di mare ha una
a bassa pressione, i gas si accumulano quanto habitat di specie a rischio. salinità molto più bassa, circa 600 mM,

32 < il nuovo saggiatore


D. Brogioli: energia dalla differenza di salinità

Fig. 4 Prototipo di dispositivo PRO sviluppato da Statkraft. I cilindri


bianchi, del diametro di circa 30 cm, contengono le membrane
semipermeabili. In primo piano si vede la turbina.

e quindi la differenza di concentrazione da poter essere facilmente contenuto 4 Stato dell’arte


risultante è comunque molto alta; usare in una casa. Considerando un costo Attualmente sono stati costruiti due
acqua dolce non la aumenterebbe della energia di 0.1 €/kWh, un ettaro di prototipi di apparecchi per produrre
di molto. L’acqua diluita in uscita ha salina corrisponde a 1000 € all’anno di energia dalla differenza di salinità,
salinità intermedia tra quella della corrente: una buona resa, se confrontata usando le tecniche PRO ed EDI.
salina e l’acqua di mare, e può essere con quella agricola, ad esempio per la
riciclata nella salina; in tal modo, la produzione di grano (750 € all’anno) o 4.1 Statkraft
alta concentrazione residua viene mais per biocarburanti (600 € all’anno). Il prototipo del dispositivo PRO, cioè
riutilizzata, a vantaggio della resa Per fare un esempio di fattibilità, si può a osmosi, mostrato in fig. 4, è stato
complessiva dell’impianto. considerare una salina delle dimensioni costruito da Statkraft, una azienda
La risorsa che viene usata in un tale di quelle di Cagliari (Molentargius), di norvegese che opera nel settore delle
tipo di impianto è l’evaporazione, 800 ha, oppure di Trapani, 950 ha. La energie alternative, in collaborazione
che è di 1–4 mm al giorno, molto produzione di potenza corrisponde a un con SINTEF, un ente pubblico che
dipendente dalla posizione geografica; totale di 1 MW: il fabbisogno domestico si occupa di energia. Il prototipo è
questa corrisponde a una evaporazione di un paese di 7000 abitanti, e la stato installato a Tofte, in Norvegia, in
dell’ordine di 0,1 l/s per ettaro di salina. dimensione ideale per la costruzione prossimità del mare, ed è in funzione dal
Considerata la alta concentrazione di un impianto pilota. L’impianto 2009 [5]. Il dispositivo include 2000 m2
dell’acqua che si ottiene, è possibile coprirebbe una superficie dell’ordine di membrane. Sebbene la differenza
ricavare una potenza dell’ordine di di 100 m2. Il fatturato totale annuo per di salinità tra l’acqua dolce e l’acqua
1 kW per ettaro, confrontabile con l’energia prodotta si potrebbe aggirare di mare corrisponda idealmente a una
la produzione di energia tramite attorno a un milione di euro, mentre pressione osmotica di 24 atm, quando
biocombustibili. Questa potenza quello relativo al sale è dell’ordine di si sviluppa un flusso di acqua attraverso
è sufficiente per il fabbisogno 7–8 milioni di euro, comprensivi delle una membrana reale l’effettiva
domestico di 7 persone. L’impianto operazioni di raccolta e lavorazione. pressione che si ottiene è inferiore; nel
corrispondente ha un ingombro tale caso del prototipo di Statkraft si arriva

vol28 / no1-2 / anno2012 > 33


fisica e...

Fig. 5 Prototipi basati su elettrodialisi inversa, sviluppati da REDstack


(Paesi Bassi).

a circa 12 atm. I flussi di acqua dolce e dell’ordine di 30 W/m2. di 2,4 kW, con un flusso di circa 2,4 l/s,
acqua di mare sono di circa 3 l/s, e la La Statkraft valuta che il costo finale corrispondente a un’efficienza del 70%.
potenza risulta essere attorno a 2 kW. della energia elettrica prodotta sarà Rispetto al prototipo PRO, l’unità EDI ha
La resa delle membrane è di circa di 0,10 €/kWh, per dispositivi come il dimensioni nettamente minori, grazie
1 W/m2, e l’efficienza della conversione prototipo, e scenderà a 0,05 €/kWh per alla maggiore facilità con cui si possono
dall’energia libera dell’acqua alla l’impianto pilota; il costo, secondo le impacchettare le membrane a scambio
corrente elettrica prodotta è del 40%. dichiarazioni, dovrebbe comprendere ionico, dovuta alla assenza della alta
La stessa azienda ha in progetto un la fabbricazione e la sostituzione delle pressione che si sviluppa nel sistema
impianto pilota da circa 1 MW, che membrane semipermeabili. PRO.
dovrebbe essere pronto entro il 2015. Un impianto pilota in progetto
In questo impianto la efficienza di 4.2 REDStack consiste in un modulo ottenuto
conversione dell’energia dovrebbe salire La tecnica EDI è stata sviluppata dall’assemblaggio di più unità simili
all’80%, con una resa di 5 W/m2 per le principalmente nel centro di ricerche a quelle descritte, all’interno di un
membrane. L’intero impianto consumerà Wetsus (Leeuwarden, Paesi Bassi), container di circa 12 × 2 × 2 m3 e della
circa 1 m3/s di acqua, equivalente alla che si occupa di gestione delle risorse potenza totale di 200 kW. Il modulo
portata di uno dei piccoli torrenti di cui idriche, e dal suo spin-off REDstack. consumerà circa 0,3 m3 di acqua dolce
la Norvegia è ricca. L’intero impianto Due prototipi sono mostrati in fig. 5. al secondo, e altrettanta acqua salata.
occuperà una superficie di circa 500 m2. Ogni unità contiene 1200 membrane L’impatto ecologico dell’impianto é
Le dimensioni dell’impianto sono a scambio ionico di 300 × 900 mm, molto limitato: la potenza prodotta
dovute, come detto sopra, alla necessità per un totale di 324 m2 di superficie. è più di 8 kW per metro quadrato
di contenere l’enorme quantità di La tensione ottenuta per ogni coppia di terreno, ordini di grandezza in
membrane, 200000 m2, che pure di membrane è di 160 mV, e la resa più rispetto a un impianto solare, e
fittamente impacchettate all’interno delle membrane è di circa 1,5 W/m2. comunque un eccellente risultato anche
delle catrucce occupano uno spazio non La produzione totale di potenza è di rispetto al sistema PRO. Il costo delle
trascurabile. L’impianto produce 2 kW circa 0,5 kW per ogni unità. Sono state membrane sarà dell’ordine di 1 €/m2; il
per metro quadro di terreno occupato: sviluppate membrane più efficienti, che costo stimato dell’energia prodotta é di
si tratta di un notevole miglioramento arrivano a circa 5 W/m2; essendo anche 0,08 €/kWh, assolutamente competitivo
nell’uso del terreno, ad esempio a più sottili e con minore spaziatura, nello con le fonti tradizionali e con l’eolico.
confronto con il solare fotovoltaico, stesso dispositivo ne verranno messe L’intera installazione comprenderà
che produce al più una media annuale 1800, ottenendo una potenza totale più moduli, ognuno della stessa

34 < il nuovo saggiatore


D. Brogioli: energia dalla differenza di salinità

Fig. 6 Afsluitdijk, il luogo dove verrà installato l’impianto pilota


sviluppato da REDstack. L’immensa diga, indicata dalla freccia,
separa l’acqua dolce proveniente dal continente dall’acqua del
mare.

potenza, che verranno installati affacciate l’una all’altra, come mostrato osservare che le cariche su di essi non
presso la Afsluitdijk, cioè l’immensa in fig. 7a. Se ai piatti viene collegato sono cambiate, poichè non possono
diga che separa l’acqua dolce un generatore di tensione, una certa uscire dal conduttore nel quale sono
raccolta dall’Europa dal mare (fig. 6), quantità di elettroni viene rimossa state poste; allo stesso modo, il campo
costruita per impedire che le maree da un piatto, e la stessa quantità di elettrico presente tra i due piatti è
possano rientrare ad occupare la terra elettroni viene aggiunta all’altro piatto invariato. è però aumentata la distanza
emersa che costituisce i Paesi Bassi. (fig. 7b). Se la batteria viene tolta, tra i due piatti, e il volume nel quale
Lì i progettisti dell’impianto hanno a le cariche restano imprigionate nei il campo elettrico è presente: questo
disposizione una quantità di acqua piatti (fig. 7c). Tra i piatti si sviluppa un significa che è aumentata l’energia
dolce e salata sostanzialmente illimitata, campo elettrico, approssimativamente elettrostatica immagazzinata dai due
a distanza di pochi metri. Non è un caso uniforme, rappresentato in figura dalle piatti, che, come detto in precedenza,
che la “blue energy”, come viene definita frecce rosse. Questo campo rappresenta è proporzionale al volume nel quale
l’energia dal mare, sia tanto popolare il modo in cui l’energia è accumulata nel è presente il campo elettrico. Nel
nei Paesi Bassi: in un luogo cioè dove è condensatore; in particolare, l’energia complesso, l’energia spesa dallo
disponibile in quantità quasi illimitata elettrostatica è proporzionale al modulo sperimentatore tramite il suo lavoro
l’acqua dolce, ma non è possible al quadrato del campo elettrico, e al muscolare è stata convertita in
sfruttarla tramite il tradizionale sistema volume nel quale il campo è presente. energia elettrostatica accumulata nel
idroelettrico basato sulla caduta e sulle A causa della opposta carica, i due condensatore; essa si manifesta come
condotte forzate, per la mancanza più piatti si attraggono, tramite una forza un aumento della tensione elettrica.
assoluta di dislivelli. elettrica. Se si vuole allontanarli Si può descrivere questo dispositivo
uno dall’altro (fig. 7d), è necessario come una “dinamo elettrostatica”, in
applicare una forza maggiore di quella grado di convertire lavoro meccanico
5 La nuova tecnica: attrattiva elettrica. Muovendo i piatti in energia elettrica, utilizzando un
mescolamento capacitivo in direzioni opposte, contro la forza campo elettrostatico, in analogia alla
elettrica che tende ad avvicinarli, si tradizionale dinamo che utilizza invece
Per descrivere questa tecnica è compie un lavoro, cioè si consuma un campo magnetico per generare
opportuno partire facendo una dell’energia: ad esempio, può trattarsi corrente elettrica.
analogia con il caso di un condensatore del lavoro compiuto dai muscoli Ora il concetto deve essere esteso
elettrostatico, costituito da una coppia dello sperimentatore. Una volta che al caso in cui i piatti sono sostituiti da
di piastre conduttive, dette piatti, i due piatti si sono allontanati, si può una coppia di conduttori (gli elettrodi)

vol28 / no1-2 / anno2012 > 35


fisica e...

a b c d
+ − + − + −
+ − + − + −
+ − + − + −
+ − + − + −
+ − + − + −
+ − + − + −
+ − + − + −
+ − + − + −
+ − + − + −

+ − Fig. 8 (a) Una coppia di elettrodi è immersa in una soluzione salina


concentrata. (b) Gli elettrodi vengono collegati a un generatore.
Fig. 7 (a) Un condensatore elettrostatico è composto da due piatti, All’interno di ognuno di essi vengono a trovarsi delle cariche elettriche,
cioè due piastre conduttive. (b) Un generatore di tensione viene mentre nella soluzione adiacente si radunano ioni con carica opposta,
collegato ai piatti, sui quali si viene a depositare una certa quantità che formano uno strato diffuso che scherma la carica nell’elettrodo. La
di carica; tra i piatti si sviluppa un campo elettrico (frecce rosse). (c) Il superficie di ogni elettrodo forma un condensatore. (c) Il generatore
generatore viene scollegato; la carica resta sui piatti. Viene applicata viene rimosso, e la concentrazione della soluzione viene ridotta. Gli ioni
una forza per allontanare i piatti tra loro. (d) Il volume occupato tendono a diffondere e ad allontanarsi dall’elettrodo. (d) Il doppio strato
dal campo elettrico è aumentato, e di conseguenza l’energia risulta più spesso, e di conseguenza l’energia elettrostatica contenuta nei
immagazzinata nel condensatore. doppi strati è incrementata.

immersi in una soluzione ionica, ad elettrolisi, la tensione è sufficiente a dell’elettrodo, dove si trovano le
esempio una soluzione di cloruro di far avvenire una reazione chimica sulla cariche di segno opposto: queste due
sodio, che ben approssima l’acqua di superficie dell’elettrodo: ad esempio, distribuzioni di cariche prendono il
mare (fig. 8a). Anche in questo caso, la tensione può essere sufficiente a nome di “doppio strato elettrico”, e di
quando si collega una batteria agli strappare un elettrone agli ioni cloro. fatto costituiscono un condensatore, in
elettrodi, una certo numero di elettroni Questi elettroni che vengono scambiati cui uno dei piatti non è materialmente
viene rimossa da un elettrodo, e un tra gli ioni e l’elettrodo chiudono il un conduttore, ma è costituito dalla
numero uguale viene portato all’altro circuito, e permettono la circolazione di nuvola di ioni. è da notare che, essendo
(fig. 8b). Nel liquido posto tra i due una corrente. Nel caso in esame, invece, presenti due elettrodi immersi nella
elettrodi, che si trova in questo modo siamo interessati alla situazione nella soluzione, sono presenti due “doppi
sottoposto a differenza di potenziale, quale la tensione non è sufficiente a far strati elettrici”, che costituiscono
si stabilisce inizialmente un campo avvenire alcuna reazione chimica: nel altrettanti condensatori, uno per ogni
elettrico, che fa derivare gli ioni presenti caso di soluzioni di cloruro di sodio in interfaccia elettrodo-soluzione. Una
in soluzione verso l’elettrodo di carica acqua, si tratta di tensioni al di sotto volta che la carica nella nuvola di ioni
opposta. Questa corrente di ioni è a di un volt circa. In questo caso, gli ioni controbilancia la carica nell’elettrodo
tutti gli effetti una corrente elettrica, si accumulano attorno all’elettrodo che essa circonda, nessun campo
anche se la natura dei portatori di con carica ad essi opposta, formando elettrico è più presente al di fuori del
carica è diversa da quella dei metalli: una nuvola, detta “strato diffuso”, il cui doppio strato elettrico, nella soluzione:
nel caso delle soluzioni si tratta di ioni, spessore è dell’ordine del nanometro, la nuvola “scherma” il campo, la corrente
mentre nel caso dei metalli si tratta e dipende dalla concentrazione di di ioni cessa, e l’energia elettrica è
di elettroni liberi di muoversi nella ioni. Questa sottile nuvola di ioni si immagazzinata nei doppi strati elettrici
struttura cristallina. Nel caso della trova in prossimità della superficie come lo sarebbe nel condensatore

36 < il nuovo saggiatore


D. Brogioli: energia dalla differenza di salinità

Fig. 9 (a) Due elettrodi porosi sono immersi in acqua di mare, e


vengono caricati alla tensione tramite una batteria. (b) La batteria viene
scollegata; la soluzione all’interno della cella viene sostituita con acqua
di fiume; la tensione aumenta, a causa della espansione del doppio
strato elettrico. (c) Il condensatore viene scaricato attraverso un carico;
la corrente ricarica la batteria. (d) Il liquido nella cella viene sostituito con
acqua di mare. Il grafico mostra il potenziale elettrico ai capi della cella e
la corrente che scorre in essa in funzione del tempo.

elettrostatico formato dalla coppia di termica, cioè della agitazione deglle superficie: ogni grammo può contenere
piatti sopra descritto. molecole, e, in ultima analisi, viene dalla una superficie dell’ordine delle migliaia
Il comportamento del doppio strato energia libera associata alla differenza di metri quadtati. In questo modo
elettrico è descritto correttamente dalla di salinità, e non dal lavoro meccanico. è possibile costruire condensatori
ben nota teoria di Gouy-Chapman-Stern è di fatto un modo per convertire la che in pochi centimetri cubici
(GCS). Ciò che è stato recentemente differenza di salinità in energia elettrica. raggiungono capacità dell’ordine dei
osservato sperimentalmente [6, 7], La capacità del doppio strato elettrico Farad, che vengono commercializzati
in accordo con la teoria GCS, è il è relativamente alta, dell’ordine di 10 µF con il nome di supercondensatori o
comportamento del doppio strato per centimetro quadrato di elettrodo, ultracondensatori. La nuova tecnica
elettrico quando la concentrazione un valore molto grande se confrontata per estrarre energia dalla differenza
di ioni viene ridotta (Fig. 8c). Gli ioni con i valori tipici delle capacità di di salinita', chiamata “mescolamento
tendono a diffondere, allontanandosi condensatori elettrostatici operanti capacitivo” (CAPMIX), è basata sul
dagli elettrodi, in direzione contraria alla in vuoto o nei gas, generalmene fenomeno della espansione del
forza elettrostatica. Questo movimento dell’ordine dei pF. Questa proprietà è doppio strato capacitivo, all'interno
è analogo all’allontanamento dei piatti utilizzata per produrre condensatori di due elettrodi di carbone attivo. Le
del condensatore elettrostatico, e porta con grande capacità. In particolare, varie fasi sono mostrate in fig. 9. Nella
all’aumento della energia elettrostatica vengono industrialmente prodotti prima fase, essi si trovano immersi in
immagazzinata nel condensatore dei condensatori basati sul principio una cella contentente una soluzione
(Fig. 8d). Questo fenomeno è chiamato del doppio strato elettrico, che usano salina concentrata (acqua di mare,
“espansione del doppio strato elettrodi di carbone attivo. Questo ad esempio), e vengono caricati
capacitivo”. è da notare che l’aumento materiale è estremamente poroso, e a una data data tensione di base
di energia avviene a spese della energia contiene al suo interno una grandissima tramite una batteria. Nella seconda

vol28 / no1-2 / anno2012 > 37


fase, la batteria viene scollegata, e la è però restituita nella terza, e anzi, il rispetto allo stato dell’arte della
soluzione all’interno della cella viene surplus è fornito al carico: la batteria tecnologia dei supercondensatori, ha
sostituita con acqua a concentrazione funge solo da accumulo temporaneo, fornito energia dell’ordine di 1–2 J per
minore, ad esempio acqua di fiume; e non viene scaricata di netto. Il ciclo grammo di materiale. Si stima che sia
la tensione aumenta, a causa della è strettamente analogo a quello di un possibile fare cicli a un ritmo dell’ordine
espansione del doppio strato elettrico, motore termico: le fasi di carica, flusso di uno al secondo, ottenendo pertanto
e di conseguenza aumenta l’energia di acqua dolce, scarica e flusso di acqua una potenza dell’ordine di 1 W per
contenuta nel condensatore. La terza salata, nella analogia, equivalgono a grammo di carbone attivo: un risultato
fase, consistente nell’estrazione compressione, riscaldamento o scoppio, incoraggiante.
dell’energia dal condensatore, ottenuta espansione, raffreddamento o scarico. La tecnologia CAPMIX, assieme a
scaricandolo, attraverso un carico, Anche nel motore, la sola terza fase è una variante ibrida molto promettente
nuovamente nella batteria. Infine, nella attiva, e l’energia è temporaneamente che utilizza sia il carbone attivo sia le
quarta fase, si ripristina la soluzione ad accumulata nel volano (equivalente alla membrane a scambio ionico, è l’oggetto
alta concentrazione all’interno della batteria). di un progetto di cooperazione
cella. Nel primo esperimento di questo finanziato dall’UE (CAPMIX) [8].
Il ciclo di quattro fasi sopra descritto tipo [6], gli elettrodi consistevano Un elemento essenziale per lo
permette di estrarre il surplus di energia, in due piccoli frammenti di carbone sviluppo futuro di questa tecnica sarà
che si genera grazie al cambiamento di attivo, del diametro di 2 mm e spessi individuare i materiali più efficienti
salinità. Si nota che la sola fase attiva 100 µm. La tensione di base era di per la produzione degli elettrodi.
è la terza, nella quale l’energia viene 0,5 V, e per ogni ciclo si estraeva una Oltre al carbone attivo, infatti, altri
effettivamente estratta, mentre la prima energia di circa 5 J. Un esperimento materiali porosi e nanostrutturati sono
fase è passiva. La quantità di energia fatto con elettrodi di massa dell’ordine promettenti, ad esempio, i nanotubi di
estratta dalla batteria nella prima fase dei grammi [7], e di qualità migliore carbonio.

Bibliografia

[1] R. E. Pattle, “Production of electric power by mixing fresh and salt [5] Dati disponibili all’indirizzo http://www.statkraft.com/
water in the hydroelectric pile”. Nature, 174 (1954) 660. energy-sources/osmotic-power/.
[2] S. Loeb, “Production of energy from concentrated brines by [6] D. Brogioli, “Extracting renewable energy from a salinity difference
pressure-retarded osmosis. 1. preliminary technical and economic using a capacitor”, Phys. Rev. Lett., 103 (2009) 058501.
correlations”, J. Membr. Sci., 1 (1976) 49 . [7] D. Brogioli, R. Zhao, and P. M. Biesheuvel “A prototype cell for
[3] J. W. Post, J. Veerman, H. V. M. Hamelers, G. J. W. Euverink, extracting energy from a water salinity difference by means of double
S. J. Metz, K. Nymeijer, and C. J. N. Buisman, “Salinity-gradient layer expansion in nanoporous carbon electrodes”, Energy Environ.
power: Evaluation of pressure-retarded osmosis and reverse Sci., 4 (2011) 772.
electrodialysis”, J. Membrane Sci., 288 (2007) 218. [8] Progetto CAPMIX, European Union Seventh Framework
[4] M. Olsson, G. L. Wick, and J. D. Isaacs, “Salinity gradient power: Programme (FP7/2007-2013), grant no. 256868.
utilizing vapour pressure differences”, Science, 206 (1979) 452.

Doriano Brogioli
Doriano Brogioli ha iniziato la sua attività di ricercatore occupandosi di ottica,
applicata allo studio della fluidodinamica e della termodinamica di non equilibrio.
Lavora attualmente allo sviluppo della tecnologia CAPMIX. Le sue principali linee di
ricerca includono anche lo studio di un modello di abiogenesi e la nanomeccanica di
macromolecole biologiche.

38 < il nuovo saggiatore