Sei sulla pagina 1di 3

Alto e Basso Medioevo -

schema riassuntivo
Storia
2 pag.

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: antonio-balzano-1 (antoniobalzano.s@liceovittorini.com)
Il Medioevo, “l’età di mezzo”, è una delle quattro grandi epoche della storia.
Ha una durata di circa Mille anni, dalla Caduta dell'Impero romano d'Occidente del 476
, causata dall’arrivo delle popolazioni germaniche, fino alla scoperta dell’America del 1492 la
quale darà inizio all'Età moderna.
Dalle date si comprende come il Medioevo sia un periodo lunghissimo della storia che, nel
corso del tempo, ha subito diversi cambiamenti sotto differenti aspetti. Questa è la ragione
per cui gli studiosi lo hanno articolato in due fasi: Alto Medioevo (476-1000 d.C.) e Basso
Medioevo (1000-1492 d.C.).

L'alto medioevo è caratterizzato da alcuni avvenimenti importanti che segnarono la vita degli
uomini e dei loro stili di vita.
L'Europa conobbe una profonda crisi demografica le cui cause vanno ricercate non solo nei
massacri, nelle carestie e nelle epidemie che accompagnarono le invasioni barbariche ma
soprattutto nella crisi economica.
Infatti l'arrivo da parte delle popolazioni germaniche condusse al fenomeno della
ruralizzazione.
la città era il nucleo centrale nel quale viveva la maggior parte della popolazione e dalle
periferie si prelevavano i materiali delle case abbandonate per costruire nuove abitazioni.
I mercati e le botteghe prima concentrati nelle città vennero trasferiti e ciò provocò il
fallimento dei commerci e delle attività produttive
Durante il basso medioevo invece si assistette al fenomeno contrario: l'urbanizzazione. La
popolazione si trasferì nelle città che si stavano riprendendo in quanto le invasioni e i territori
si erano stabilizzati, vi erano eccessi di produzione dovuti a un clima favorevole e la
conseguente commercializzazione degli avanzi aveva portato a un miglioramento delle
condizioni di vita. Le nuove città potevano essere di fondazione romana o di fondazione
medioevale. Quest’ ultime erano circondate da mura e disponevano di una porta d’ ingresso.
Al centro era situato il palazzo vescovile e quello comunale con al loro fianco la piazza del
mercato. Numerosi i quartieri degli artigiani con le botteghe, osterie, teatri e università. Per
la prima volta compaiono i lazzaretti nei quali vengono portate le persone malate.

Nell’ alto Medioevo l’agricoltura era caratterizzata da una forte arretratezza tecnologica, gli
attrezzi erano di legno e si rompevano ed il terreno era troppo sfruttato quindi poco fertile. A
questo problema si rispose con la rotazione biennale che permise di fertilizzare i campi. Gli
strumenti agricoli venivano trainati dai buoi che erano legati a collari che limitavano i loro
movimenti. Per espandere i territori agricoli e bruciare le erbacce si praticava il debbio.
La terra venne divisa in possedimenti chiamati Curtis appartenenti a grandi proprietari
terrieri
Ogni Curtis era divisa in due parti la pars Dominica, la parte riservata al padrone e gestita
direttamente dai suoi servi e la pars massaricia, affidata in concessione ai massari i quali
dovevano versare al loro signore parte del raccolto.
Nel basso medioevo, invece, fu inventata la rotazione triennale e le attrezzature agricole
divennero in ferro, quindi più salde e capaci di fare solchi più profondi nel terreno.
Furono inoltre ideati l'aratro pesante e il traino a spalla, che permise ai cavalli di muoversi
meglio e di non soffocare, invenzioni che fecero fare un passo avanti al mondo agricolo. Si
bonificano i terreni paludosi e aumentala deforestazione. Sul corso dei fiumi vengono costruiti
mulini per conservare il grano.

Durante i primi cinquecento anni vi fu un'economia definita di sussistenza, il suo obiettivo era
la semplice sopravvivenza della popolazione
Non vi era infatti possibilità di commercio e di arricchimento in quanto le strade erano in
pessime condizioni, i tributi richiesti per il passaggio delle merci erano troppo elevati e
mancava il denaro, gli scambi infatti avvenivano perlopiù attraverso il baratto.

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: antonio-balzano-1 (antoniobalzano.s@liceovittorini.com)
Nella seconda parte del Medioevo invece l’economia divenne più florida: gli artigiani si
specializzarono e aprirono le botteghe, nacquero anche le banche(settore finanziario), società
in grado di prestare e custodire denaro, e i primi sistemi di credito.
Nacque il Bizantino ovvero la moneta di scambio d'oro e per contrastare la pericolosità dei
commerci, i mercanti si unirono in carovane ovvero associazioni private che effettuavano
insieme spedizioni via terra(compagnia) e via mare(commenda). Nel settore alberghiero
vennero aperte molte taverne nel quale alloggiavano gli universitari.

La società dell’Alto Medioevo era divisa in honestiores, gli appartenenti alle classi più elevate
e humiliores, i cittadini più poveri. I primi erano costituiti dalla nobilità, senatori, coloni,
affaristi e mercanti occasionali. I secondi comprendevano schiavi contadini servi della gleba.
Al contrario, nel Basso, la società venne tripartita con gli oratores, coloro che pregavano cioe
alto e basso clero, i bellatores, nobili e militari, e i laboratores, borghesi banchieri e
professionisti. Vi erano presenti anche delle classi di emarginati costituite da ebrei eretici e
mendicanti.

Nell alto medioevo l impero aveva sia potere politico sia spirituale mentre il papato aveva solo
potere spirituale. I primi erano a capo della nazione governando il proprio regno i secondi
venivano contestati per la simonia ovvero perche vendevano i sacramenti al popolo in cambio
di denaro. In quel periodo c era il nicolaismo ovvero i preti potevano avere relazioni con
donne.

Nel basso medioevo lo scontro tra impero e papato continua con l indebolimento dei due
poteri.

Dal punto di vista culturale l alto medioevo è caratterizzato dalla presenza dell arte romanica
con chiese a croce greca o latina formate da 3 navate chiuse da un abside. L altare era
sempre diretta verso est. C erano degli spazi nelle chiese riservati alle donne: i matronei. Nei
sotterranei vi era la cripta, luogo nel quale era presente la salma de santo a cui era dedicata
la chiesa. Le finestre potevano essere monofore, bifore o addirittura trifore. La facciata era a
capanna o a salienti.

Nel basso medioevo era presente l arte gotica con le chiese con le volte a crociera. Importante
era la verticalità della chiesa che aveva più mura e meno vetro. Gli archi sono acuti, ci sono 5
navate arricchite da bassorilievi.

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: antonio-balzano-1 (antoniobalzano.s@liceovittorini.com)