Sei sulla pagina 1di 4

ANALISI MATEMATICA 1

Ingegneria Gestionale, dell’Innovazione del Prodotto e Meccatronica


Docenti: V. Casarino, F. Rossi e S. Zoccante
Vicenza, 1 luglio 2020 - esame scritto on line

Turno 2, Domanda 1
Tempo: 20 minuti Sia data la funzione

Z x
sin(t)
f (x) := dt.
0 [cos(t)]1/3

(1) Calcolare f 0 (x) e dire se la funzione f è crescente/decrescente su [π/4, π/3].

(2) Calcolare f (π/2). Attenzione: è un integrale generalizzato.


ANALISI MATEMATICA 1
Ingegneria Gestionale, dell’Innovazione del Prodotto e Meccatronica
Docenti: V. Casarino, F. Rossi e S. Zoccante
Vicenza, 1 luglio 2020 - esame scritto on line

Turno 2, Domanda 2
Tempo: 15 minuti

Calcolare
log(1/n) + cosh(an)
lim
n→+∞ log(1/n) + sinh(n)
al variare di a ∈ R.
Osservazione: non è necessario utilizzare gli sviluppi asintotici.
ANALISI MATEMATICA 1
Ingegneria Gestionale, dell’Innovazione del Prodotto e Meccatronica
Docenti: V. Casarino, F. Rossi e S. Zoccante
Vicenza, 1 luglio 2020 - esame scritto on line

Turno 2, Domanda 3
Tempo: 15 minuti

Calcolare
log(1 + x)y 2
lim ,
(x,y)→(0,0) exp(x2 + y 2 ) − 1

ricordando gli sviluppi asintotici


z2 zn
ez = 1 + z + + ··· + + o(z n ),
2 n!
z2 z3 zn
log(1 + z) = z − + + · · · + (−1)n+1 + o(z n ).
2 3 n
Cenni di svolgimento del Tema 2
Esercizio 1
sin(x)
(1) Per il teorema fondamentale del calcolo integrale si ha f 0 (x) = [cos(x)] 1/3 sul
0
suo dominio, che è (−π/2, π/2). Poichè f > 0 su [π/4, π/3], allora f è
(strettamente) crescente.
R π/2 sin(t)
(2) L’integrale generalizzato 0 [cos(t)] 1/3 dt può facilmente essere calcolato per so-

stituzione y = cos(t), da cui dy = − sin(t)dx. Poichè cos(0) = 1 e cos(π/2) =


0, si ha quindi che l’integrale coincide con
0  2/3 0
−1
Z
y
f (π/2) = 1/3
dy = − = 3/2.
1 y 2/3 1

Esercizio 2
Studiamo innanzitutto il denominatore. Poichè sinh(n) ∼ exp(n)/2, per la gerar-
chia di infiniti si ha log(1/n) + sinh(n) ∼ exp(n)/2.
Per il numeratore, si osservi che cosh è una funzione pari, da cui cosh(an) =
cosh(|a|n). Abbiamo poi due casi:
• a = 0: si ha cosh(0) = 1, da cui log(1/n) + 1 ∼ log(1/n). Per il teorema di
sostituzione e utilizzando la gerarchia degli infiniti, il limite risulta quindi
log(1/n)
lim =0
n→+∞ exp(n)/2

• a 6= 0: si ha log(1/n) + cosh(an) ∼ cosh(an) ∼ exp(|a|n)/2 per la gerarchia di


infiniti, da cui
exp(|a|n)/2
lim = lim exp((|a| − 1)n) =
n→+∞ exp(n)/2 n→+∞

+∞
 per a ∈ (−∞, −1) ∪ (1, +∞)
= 1 per a = ±1

0 per a ∈ (−1, 1).

Esercizio 3
Sviluppando le funzioni nell’intorno di x = 0 e x2 + y 2 = 0 rispettivamente e
passando in coordinate polari, si ha

log(1 + x)y 2 (x + o(x))y 2


lim = lim =
(x,y)→(0,0) exp(x2 + y 2 ) − 1 (x,y)→(0,0) 1 + (x2 + y 2 ) + o(x2 + y 2 ) − 1

(r sin(θ) + o(r))r2 cos2 (θ)


= lim =
r→0 r2 + o(r2 )
r3 sin(θ) cos2 (θ)
= lim = 0.
r→0 r2
Si noti che il valore del limite non dipende da θ, per ordini di infinitesimo.