Sei sulla pagina 1di 4

PROPOSTE ADOZIONE P.G.T.

- PIANIFICAZIONE URBANISTICA E SERVIZI

PAESAGGIO E E TERRITORIO
Cassinone appare da un punto di vista amministrativo, come una frazione abitata da 1000 cittadini ca, suddivisa in tre distinti comuni (Bagnatica, Calcinate e
Seriate). Alla divisione amministrativa testè indicata è corrisposta negli ultimi decenni una gestione del territorio frammentata. Manca ad oggi una mappa
STATO ATTUALE unitaria di Cassinone: i tre Comuni utilizzano simbologie e colori differenti per rappresentare il proprio territorio, sicchè l'unica rappresentazione a cui ci si è
affidati è stato un collage cromatico eterogeneo delle tre carte. Esistono inoltre confini incerti. Il territorio della frazione appare alquanto disomogeneo, in
quanto aree residenziali sono frammiste a zone produttive, senza un'effettiva gestione del verde schiacciato fra infrastrutture viarie, cave ed industrie.

Allo stato Cassinone non è geograficamente un paese. Esso appare piuttosto un agglomerato di abitazioni, spesso collocate a notevole distanza le une dalle
altre, attraversate e mescolate a zone produttive e cave. Osservando la mappa satellitare che raffigura la nostra frazione si è indotti a pensare che
Cassinone non sia stato concepito, progettato e gestito dai vari Comuni come nucleo abitativo, bensì come sommatoria delle varie periferie di Seriate,
CONSIDERAZIONI Bagnatica e Calcinate. Se vogliamo migliorare la qualità della nostra vita e consegnare questa frazione alle generazioni future è necessario che le tre
amministrazioni guardino a Cassinone in modo unitario e con nuove prospettive: chiediamo più attenzione per il territorio e più cura per le persone. Per
pensare Cassinone come un'unica entità territoriale, seppur divisa amministrativamente, è necessario in primo luogo che l'uniformità sia visibile anche dalle
carte e certa geograficamente.

Sarebbe opportuno chiarire preliminarmente quali sono i confini del paese, eliminando le sovrapposizioni esistenti in alcune zone. Chiediamo che le tre
amministrazioni collaborino attivamente al fine di progettare in modo unitario il futuro della frazione. Vista la notevole presenza di industrie e zone
produttive, chiediamo di limitare la futura espansione edilizia a soli fini residenziali e per strutture polifunzionali. Tale espansione dovrebbe essere tuttavia
moderata, in modo tale da permettere la crescita demografica della comunità , in coerenza ai bisogni familiari e che permetta ai giovani di poter permanere
a Cassinone (se lo desiderano). Desideriamo che lo sviluppo di Cassinone sia il più possibile armonioso ed equilibrato, con attenzione alla qualità dei
PROPOSTE materiali impiegati in edilizia in un'ottica di sviluppo sostenibile. Affinchè Cassinone divenga paese, è quindi necessario che esso trovi una forma organica,
attraverso una pianificazione che colmi i vuoti esistenti, delineando un nucleo urbano distinto dalle aree industriali e produttive attraverso fasce verdi di
rispetto. Recuperare il territorio e l'ambiente, tutelare e migliorare gli edifici che rappresentano la storia del paese (cascine, case) e riqualificare gli spazi già
occupati (o che in passato hanno svolto un essenziale ruolo educativo per la Comunità) sono, a nostro avviso, i passi necessari per riconsegnare
meritatamente Cassinone ai suoi abitanti.
PROPOSTE ADOZIONE P.G.T. - PIANIFICAZIONE URBANISTICA E SERVIZI

SERVIZI
I servizi presenti sul territorio della Frazione appartengono a due differenti tipologie: 1) SERVIZI MINIMI ESSENZIALI 2) SERVIZI EDUCATIVO / RICREATIVI. Per
quanto riguarda i SERVIZI MINIMI ESSENZIALI, si evidenzia ancora oggi la carenza in alcune zone di Cassinone delle più elementari infrastrutture (i.e.
illuminazione, allacciamento alla rete fognaria..). Per quanto riguarda i SERVIZI di tipo EDUCATI VO/ RICREATIVO, si registrano: A) per i soggetti della cd. Età
STATO ATTUALE evolutiva (da 0 ai 18 anni): l'Asilo gestito dal Centro per la Famiglia Don Ubiali, la Parrocchia, il Centro Aggregativo Giovanile “Apache”, la squadra di calcio
della categoria “pulcini” gestita dal G.S. Cassinone; B) per l'età della giovinezza (dai 18 anni in su) si evidenzia la presenza di numerose associazioni private (
a titolo esemplificativo ilG.S. Cassinone, il Gruppo Alpini, l'Associazione Giovani Cassinone, l'A.N.U.). Altri servizi che offre Cassinone: trasporto pubblico
gestito da SAB e cimitero.

Ovviamente, si impone la necessità di colmare le lacune esistenti nella erogazione dei servizi minimi essenziali. Per quanto riguarda il settore educativo
/ricreativo, alcune associazioni ed enti che operano a Cassinone ci hanno segnalato numerose criticità: in primo luogo, necessitano di risorse economiche
che consentano di mantenere nel tempo in vita i progetti dagli stessi gestiti (così la Parrocchia, il Centro per la Famiglia Don Ubiali, l'Associazione Giovani
Cassinone e il G.S.); in secondo luogo, è stato evidenziato il bisogno di disporre di maggiori spazi (ove svolgere attività per la comunità e ove
CONSIDERAZIONI eventualmente collocare la sede della propria associazione).La vita di queste associazioni e dei gruppi sono elementi imprescindibili alla costruzione di una
vita sociale minimamente partecipata. Ora che la frazione non è più dotata di scuole elementari, i bambini vivono e socializzano per la maggior parte della
loro giornata presso strutture esterne al territorio (con la conseguente difficoltà, soprattutto logistica, di creare altri momenti di incontro nella Comunità che
possano essere fruiti e condivisi da tutti). In ogni caso, si rende necessaria la creazione di strutture che sappiano accogliere in futuro chiunque abbia il
desiderio di investire nel territorio, in termini di servizi.

Chiediamo alle amministrazione di intervenire per garantire a tutti i cittadini il godimento dei servizi minimi essenziali e di ampliare l'offerta anche per i
giovani (es: banda larga anche per i privati). Nel pgt bisogna prevedere degli spazi per poter ingaggiare alcune attività di carattere di servizio o commerciali
per servire la popolazione ( centro polifunzionale). Le associazioni sportive chiedono una palestra per le loro attività a secco e per poter offrire servizi di
cura del corpo alla generalità dei cittadini. I giovani chiedono uno spazio dedicato dove potesi incontrare in modo molto informale e che permetta loro di
PROPOSTE provare a mettere radici nella responsabilità. Il Centro per la famiglia ha bisogno di ampliare la propria filiera di proposte alle famiglie della nostra
comunità(ad esempio un asilo nido), per fare questo ha bisogno di spazio e di sostegno economico per realizzarlo. L'area cimiteriale dovrà essere allargata e
ripensata in modo più organico e curata con maggior attenzione. Desideriamo, altresì, che sia incentivata l'opera svolta dalle associazioni e dagli enti
presenti sul territorio attraverso la conferma anche per gli anni a venire delle risorse già eventualmente erogate, oltre alla messa a disposizione di ulteriori
contributi per nuovi progetti per la Comunità.
PROPOSTE ADOZIONE P.G.T. - PIANIFICAZIONE URBANISTICA E SERVIZI

PIANIFICAZIONE URBANISTICA

Il motto della nostra associazione “Cassinone, diviso in tre frazioni, unito dalla gente” ben rappresenta lo stato attuale di questo territorio. I cittadini di
Seriate, Bagnatica e Calcinate residenti in questa frazione si sono sempre riconosciuti e concepiti come una unica comunità. L'identità della frazione,
STATO ATTUALE storicamente improntata sui valori rurali testimoniati dalla presenza delle cascine nelle campagne circostanti ha trovato luogo a inizio del secolo scorso nella
Parrocchia di Sant'Antonio di Padova. Da allora, il centro di Cassinone è rappresentato proprio dalla Chiesa e dai vari servizi ricreativo/educativi ad esse
adiacenti.

E' tuttavia evidente che la Chiesa, collocata alla metà esatta dell'asse che divide il paese, non può al momento definirsi un vero centro urbanistico.
Cassinone ha case, pesante traffico stradale, tante fabbriche e troppe cave, ma- eccezion fatta per la zona attinente l'Oratorio e la Chiesa- non un luogo
CONSIDERAZIONI geografico dedicato all'incontro, al confronto ed alla socializzazione. La nostra Comunità, oggi viva ed animata da tante attività e lodevoli iniziative, ha
bisogno di un centro: per incontrarsi, per conoscersi, per confrontarsi,per integrarsi, per non perdersi, per condividere.

Proponiamo la creazione di un centro urbano che divenga luogo delle opportunità e dello scambio sociale, la cui progettazione potrebbe essere affidata a
tecnici selezionati tramite un bando pubblico finanziato dalle tre Amministrazioni. Il centro dovrebbe trovare una collocazione geografica che consenta di
riunire le porzioni del paese comprese nell'ambito di Bagnatica e Seriate e che non sia eccessivamente distante anche dalle Cascine sul territorio di
PROPOSTE Calcinate. Ideale sarebbe quindi la sua collocazione in prossimità della Chiesa, ,attuale fulcro della Comunità, ove sorgono i principali servizi offerti ai
Cassinonesi (Asilo, Oratorio..). In prossimità di tale centro, dovrebbero inoltre essere creati la struttura polifunzionale di cui si è testè parlato e la piazza
del paese. Sarebbe opportuno che la creazione di tale nuovo centro tenesse conto anche delle radici storiche della nostra comunità, che deve il proprio
nome dalla omonima Cascina adiacente alla Chiesa.
PROPOSTE ADOZIONE P.G.T. - PIANIFICAZIONE URBANISTICA E SERVIZI

VIABILITA'
Da sempre il paese è connotato dalle strade che lo attraversano, col rispettivo carico di traffico pesante. Gli insediamenti produttivi, deserti la sera, durante
il giorno attirano un ingente flusso di persone e merci che, scorrendo sulle vie esistenti, oltre a generare rumori e polveri, creano un effetto barriera tra le
sporadiche aree abitative, che appaiono quindi ulteriormente sconnesse. Le principali arterie sono costituite da rettilinei che tagliano a metà la frazione,
STATO ATTUALE senza che siano previsti efficaci presidi di rallentamento del traffico. In alcuni punti di Cassinone mancano inoltre marciapiedi e attraversamenti pedonali. E'
inoltre documentabile una notevole trascuratezza nella manutenzione degli elementi di arredo urbano presenti sulla rete viaria ed in generale nella
frazione. E' raro rinvenire a Cassinone un cestino getta rifiuti, mentre è impossibile ammirare una rotonda abbellita con aiuole fiorite.

Il quadro descritto denota una scarsa attenzione per la cura del territorio e della persona. Crediamo che al fine di concepire Cassinone alla stregua di un
CONSIDERAZIONI paese, sia necessario non solo dotare la frazione di una nuova configurazione organica e di una piazza, ma sia doveroso anche smussare le “barriere
viabilistiche” addolcendole, disegnare spazi verdi attigui.

Chiediamo agli amministratori di alleggerire la pressione della viabilità, magari servendosi di altre infrastrutture di scorrimento veloce già esistenti e
dotando le vie di comunicazione di dispositivi ed elementi che, richiamando l'attenzione degli automobilisti al passaggio nel centro urbano, ne riducano la
PROPOSTE velocità, tutelando la sicurezza di pedoni ed abitanti. Chiediamo che le zone del paese ancora prive di marciapiedi ne siano dotate e che siano creati nuovi
punti di attraversamento pedonale in prossimità delle zone più frequentate. Desideriamo più attenzione per l'estetica del paese. Crediamo che Cassinone ed
i suoi abitanti meritino queste attenzioni.