Sei sulla pagina 1di 10

03/05/2021

Modulo 3 - Le operazioni doganali negli scambi internazionali


Partiamo dal concetto di «territorio doganale europeo», cioè quel territorio in cui viene
effettivamente applicato il sistema doganale comunitario.

Dal 1992 l’Ue è un’unione doganale, ciò vuol dire che sono state abolite le frontiere interne tra i
Paesi membri, per cui non è più necessario svolgere alcuna formalità doganale e non sono applicati
dazi per le merci che vengono movimentate all’interno dell’UE. Ci si è dotati inoltre di un sistema
uniforme di dazi sulle importazioni da Paesi Extra Ue.

L’UE è quindi un mercato unico in cui le merci circolano liberamente sia che siano prodotte
all’interno dell’Ue sia che siano importati da Paesi terzi. Difatti i controlli doganali e la
riscossione dei dazi vengono effettuati esclusivamente al momento del primo ingresso all’interno
dell’UE.

I dazi che vengono riscossi all’importazione rappresentano la principale entrata per il bilancio
comunitario.

Le dogane, oltre a garantire il flusso degli scambi e il pagamento dei dazi, svolgono una serie di
operazioni a tutela dell’economia europea, degli operatori economici e della salute e sicurezza dei
cittadini dell’UE. Queste operazioni si delineano lungo due direttrici: attività tributarie ed extra-
tributarie. ↓
La normativa doganale comunitaria attualmente è rappresentata dal Regolamento UE n.952 del
2013 – definito anche “Codice doganale dell’Unione” – che definisce e stabilisce la legislazione
applicabile alle importazioni ed esportazioni di merci. Questo documento ha sostituito il Codice
doganale comunitario - che era stato emanato nel 1992, a seguito dell’istituzione dell’Unione
doganale – ed è entrato in vigore il 1 Maggio 2016. Il Codice doganale dell’Unione introduce
diverse novità rispetto alla normativa precedente tra cui l’informatizzazione di numerose
procedure doganali e lo snellimento dei sistemi di controllo.1

1
CODICE EORI: è un codice attribuito agli operatori economici che svolgono operazioni di import/export
CERTIFICAZIONE AEO: è una certificazione doganale di affidabilità concessa dalle dogane previo esame di alcuni indicatori relativi
alle attività aziendali e che concede delle agevolazioni di tipo doganale.
IMMISSIONE IN LIBERA PRATICA: la merce entra nella prima dogana comunitaria e una volta
sottoposta al pagamento dei dazi, diventa merce unionale, quindi libera di circolare nell’UE. Questo
però non significa che si sia compiuta l’importazione vera e propria; quest’ultima si compirà
nel momento in cui i prodotti saranno messi in consumo e assoggettati alla fiscalità di un
determinato Paese europeo.

Quindi i termini “immissione in libera pratica” e “importazione”, sebbene spesso siano usati come
sinonimi, si riferiscono a due momenti diversi che possono però coincidere nel caso i beni siano
immessi in consumo e sottoposti alla fiscalità dello stesso Paese in cui avviene il primo
sdoganamento. Questo perché ogni Paese applica aliquote ed Iva diverse.

Solitamente i dazi vengono applicati “ad valorem” cioè in percentuale sul valore, tuttavia possono
esserci anche dei dazi specifici, spesso applicati soprattutto ai prodotti agroalimentari.

Ci possono essere casi di esenzione dai dazi, ad esempio:

1. quando il prodotto è considerato strategico per l’UE.


2. Altro caso di esenzione dai dazi è relativo a quei prodotti originari di Paesi con cui l’Unione
ha firmato degli accordi commerciali e quindi hanno un accesso preferenziale.
3. Terzo caso di esenzione riguarda i prodotti che godono di franchigie doganali, ad es. i beni
personali di persone che trasferiscono la loro residenza dall’estero in un Paese dell’UE o i
beni ricevuti in successione oppure spedizioni commerciali di prodotti al di sotto del valore
massimo di 150 euro, o spedizioni di carattere non commerciale tra privati per beni di un
valore massimo di 45 euro. Anche i beni strumentali spediti per il trasferimento di un’unità
produttiva dall’estero all’UE e i beni di carattere educativo/scientifico/culturale sono
esentati dai dazi.
4. Quarto caso di esenzione è quello dell’importazione in franchigia ↓
LE ESPORTAZIONI

Le esportazioni consistono nel trasporto/spedizione dei beni fuori dal territorio dell’UE. Esse
possono distinguersi in esportazioni dirette, esportazioni indirette ed esportazioni dirette in
triangolazione.