Sei sulla pagina 1di 15

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

ISTITUTO COMPRENSIVO “BENEDETTO BONFIGLI”


SCUOLA A INDIRIZZO MUSICALE
VIA BALLARINI 27 - 06073 CORCIANO (PG)
Cod. mecc. PGIC841005 - C.F. 80012380541 – Cod. IPA:
UFGPTG
Tel/fax 075-6978434/075-7750319 - Presidenza 075-6979307
PGIC841005@istruzione.it – PGIC841005@pec.istruzione.it
http://www.bonfiglicomprensivocorciano.edu.it

PROGRAMMAZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE

ANNO
CLASSE SEDE DI
SCOLASTICO

COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO

MATERIA DOCENTE
ITALIANO
MATEMATICA
SCIENZE
STORIA
GEOGRAFIA
INGLESE
SECONDA LINGUA COMUNITARIA
TECNOLOGIA
MUSICA
ARTE E IMMAGINE
EDUCAZIONE FISICA
RELIGIONE
INSEGNAMENTO ALTERNATIVO IRC
PIANOFORTE
VIOLINO
FLAUTO TRAVERSO
CHITARRA
SOSTEGNO

Consulente L2

Coordinatore per l’educazione civica

COORDINATORE SEGRETARIO
Prof. Prof.

1
COMPOSIZIONE DELLA CLASSE E RIPARTIZIONI VARIE

TOT. ALUNNI
Di cui:
N° MASCHI N° FEMMINE

N° N° N° DISABILI N° DSA N° BES


RIPETENTI STRANIERI

Ripartizione alunni per strumento musicale suonato:


CHITARRA FLAUTO TRAVERSO PIANOFORTE VIOLINO

INFORMAZIONI QUALITATIVE COMPLESSIVE SULLA CLASSE


Le seguenti informazioni sono il risultato delle prime osservazioni ed hanno l’obiettivo di descrivere il gruppo classe
nel suo complesso individuando le modalità interattive e lo sviluppo delle relazioni sociali sia tra pari sia con i
docenti.

Compilare il seguente quadro inserendo i valori 1: Poco; 2: Mediamente; 3: Molto


TIPOLOGIA DI CLASSE CLIMA RELAZIONALE
ORDINATA E RISPETTOSA DELLE
DISTESO
REGOLE

COLLABORATIVA COLLABORATIVO

INTERESSATA E PARTECIPATIVA CONFLITTUALE


(altro specificare) (altro specificare)

Compilare i seguenti quadri inserendo una sola X sulla descrizione più rispondente.
LIVELLO DELLA CLASSE RITMO DI LAVORO
ALTO LENTO

MEDIO REGOLARE

BASSO SOSTENUTO
(altro specificare) (altro specificare)

FASCE DI LIVELLO
Per la determinazione delle fasce di livello ci si è avvalsi dei seguenti strumenti (inserire una X ove rispondente):

Analisi del curriculum scolastico Prime prove ed osservazioni in aula


Informazioni fornite dagli insegnanti della scuola primaria Questionari conoscitivi

2
Prove d’ingresso di diversa tipologia Colloqui con le famiglie
Altro (Specificare):

Alunni con buone capacità di comprensione e


produzione; buona rielaborazione dei linguaggi e
dei contenuti; impegno e capacità di
A (10-9)
concentrazione costanti; partecipazione attiva;
metodo di studio efficace; buone competenze
personali.

Alunni con soddisfacenti capacità di


comprensione e produzione; discreta
rielaborazione dei linguaggi e dei contenuti;
impegno e capacità di concentrazione non sempre
B (8-7)
costanti; partecipazione accettabile, talvolta
settoriale; metodo di studio ancora mnemonico o
in fase di elaborazione; competenze personali non
ancora consolidate.

Alunni con capacità di decodificazione incerta e


con analoghe difficoltà nell’applicazione delle
procedure e nella produzione; scarsa autonomia
nella rielaborazione di linguaggi e contenuti;
C (6-5-4)
impegno e capacità di concentrazione limitati;
partecipazione da stimolare; metodo di studio
non ancora organizzato; competenze personali
acquisite in modo frammentario o superficiale.

RILEVAZIONE DI SITUAZIONI SPECIFICHE


(aggiungere righe alla tabella all’occorrenza)

ALUNNO MOTIVAZIONI PEI/PDP PERCORSO PREVISTO


(scegliere tra: stessi
obiettivi della classe,
obiettivi minimi, obiettivi
differenziati)
DISABILITÀ PEI
(specificare ad esempio: fisico, psichico,
psico-fisico, sensoriale non vedente,
sensoriale non udente):
DSA PDP
Tipo di disturbo (specificare ad esempio
disortografia, disgrafia, discalculia,
dislessia oppure disturbo misto delle
abilità scolastiche F.81.3):

BES
Altri disturbi evolutivi specifici (specificare ad …
esempio ADHD, DOP):
BES …

3
Tipologia (specificare ad esempio svantaggio
socio-linguistico, difficoltà di apprendimento;
disagio familiare):

LIVELLO DI COMPETENZA RAGGIUNTO

Il Consiglio di Classe, tenendo conto dei bisogni formativi degli alunni/e, delle indicazioni ministeriali e del Piano
dell’Offerta Formativa Triennale, attribuisce le valutazioni secondo quanto indicato in Allegato 1.
Per il voto di condotta le valutazioni saranno effettuate seguendo i criteri dettagliati nell’Allegato 2.
Per i periodi di didattica a distanza si rimanda agli obiettivi di apprendimento essenziali presenti nel documento
generale per la “certificazione delle competenze” e ai criteri presenti nell’allegato 3.

PERCORSI PER LA FORMAZIONE E L’APPRENDIMENTO

ATTIVITÀ LABORATORIALI/PROGETTI:

VIAGGI DI ISTRUZIONE PROPOSTI


DESTINAZIONE ACCOMPAGNATORI PERIODO

ATTIVITÀ EDUCATIVE TRASVERSALI

Il Consiglio di Classe si adopera affinché venga rafforzata la trasversalità e la interconnessione tra le discipline con
l’obiettivo di far acquisire ai ragazzi la consapevolezza dell’unitarietà del sapere.

Competenze Digitali:
In accordo con quanto approvato dal Collegio dei Docenti in merito al Curricolo per le Competenze Digitali (redatto
dalla Commissione per la didattica digitale), il Consiglio di Classe coordina le attività dei docenti al fine di individuare i
traguardi e gli obiettivi di apprendimento adeguati per la classe per il presente anno scolastico.
Le attività effettivamente svolte saranno inserite nell’apposito registro condiviso.

Educazione Civica:
Il coordinatore per l’educazione civica provvede, sulla base delle indicazioni operative fornite dalla Commissione per
l’Educazione Civica, a coordinare il gruppo docenti affinché i percorsi formativi siano organizzati in maniera razionale
tra tutti i docenti e coerentemente con quanto previsto dal Curricolo per l’Educazione Civica.

METODOLOGIE E STRATEGIE DI INTERVENTO CONCORDATE

Ogni docente, nel rispetto della personalità altrui, guiderà gli allievi alla conoscenza dei contenuti della propria
disciplina, utilizzando varie strategie di insegnamento per agevolarne la comprensione.
4
La valorizzazione del progresso in itinere e la gestione dell’errore come momento di riflessione e di apprendimento
saranno i punti cardine su cui costruire le strategie di intervento e potenziamento.

Atteggiamenti generali comuni saranno:


 l’applicazione del principio della coerenza tra metodologie e verifiche;
 l’applicazione della massima trasparenza nella programmazione e nei criteri di valutazione, in modo tale che
l’allievo abbia un ruolo partecipe e protagonista nel processo di apprendimento.

Per il dettaglio dei percorsi previsti per alunni in situazioni specifiche si rimanda alle singole programmazioni
disciplinari.

STRATEGIE DI RECUPERO, CONSOLIDAMENTO E DI POTENZIAMENTO


Approfondimento, rielaborazione e problematizzazione dei contenuti
Ricerche individuali e/o di gruppo
Affidamento di incarichi di responsabilità
Impulso allo spirito critico ed alla creatività
Attività guidate a crescente livello di difficoltà
Assiduo controllo dell’apprendimento
Rinforzo delle tecniche specifiche per le diverse fasi dello studio individuale
Esercitazioni di fissazione/automatizzazione delle conoscenze
Studio assistito in classe
Diversificazione/adattamento dei contenuti disciplinari
Allungamento dei tempi di assimilazione dei contenuti
Controllo sistematico dell’apprendimento
Coinvolgimento in attività collettive
Altro (Specificare):

I metodi usati saranno molteplici e la scelta di uno o più di essi sarà sempre legata all’ obiettivo da raggiungere, ai
contenuti da trasmettere e alla specificità dei singoli alunni.

METODI STRUMENTI
Lezione espositiva Libri di testo
Lavoro in coppie di aiuto Testi didattici di supporto
Lavoro di gruppo per fasce di livello LIM
Lavoro di gruppo per fasce eterogenee Schede predisposte dall’insegnante
Metodo induttivo Attrezzature e sussidi (audiovisivi, laboratori, ecc)
Metodo deduttivo Riviste, saggi e quotidiani
Metodo scientifico Altro (Specificare):
Metodo esperenziale
Brainstorming
Problem solving
Discussione guidata
Altro (Specificare):

5
Per i periodi di didattica a distanza, ferme restando le strategie d’intervento e le prerogative di base dell’attività
didattico-educativa, si fa riferimento alle modalità operative indicate nel Regolamento per la Didattica Digitale
optando per le metodologie e gli strumenti più consoni ai canali di comunicazione utilizzati.
Si rimanda alle singole programmazioni disciplinari per le informazioni di dettaglio.

COMPITI A CASA E CRITERI DI ASSEGNAZIONE

Consolidare le conoscenze apprese durante la lezione per


FINALITÀ il raggiungimento degli obiettivi dell’UDA.
Fornire all’allievo uno strumento di autovalutazione.

QUANTITÀ Rapportata agli obiettivi dell’UDA e ai bisogni di ciascun allievo.

I compiti vengono assegnati tramite Agenda del registro elettronico con le


modalità previste nel Regolamento d’Istituto.
MODALITÀ La correzione può avvenire in classe e può anche costituire oggetto di
valutazione. Il docente può in alcune circostante correggere i compiti a casa
(temi, esercitazioni, ricerche).
In caso di periodi di DAD i compiti vengono gestiti (consegna e relativa
restituzione con commenti) attraverso la piattaforma di studio individuata
DAD dalla scuola o in alternativa tramite la sezione didattica presente sul
Registro Elettronico. È consentito residualmente anche lo scambio di
elaborati tramite mail.

MODALITÀ DI VERIFICA
Le verifiche utilizzate saranno di vario tipo, iniziali, in itinere e finali, a volte suddivise per abilità, altre volte più
complesse elaborate su più abilità.

PROVE SCRITTE PROVE ORALI PROVE PRATICHE


Temi Relazione su attività svolte Prove grafico-cromatiche
Relazioni Interrogazioni Prove strumentali e vocali
Sintesi Interventi Test motori
Questionari a scelta multipla Discussione su argomenti di studio Altro (Specificare):
Esercizi di varia tipologia Altro (Specificare):
Soluzione problemi
Altro (Specificare):

VALUTAZIONE
La valutazione sarà un processo incentrato sulla trasparenza e sulla condivisione.
In particolare la valutazione formativa, finalizzata a rilevare il percorso compiuto dagli alunni durante l’anno
scolastico e ad assumere informazioni sull’efficacia del processo di apprendimento, si attuerà tramite la
somministrazione di verifiche costanti, sistematiche e ben distribuite nel tempo.
La valutazione sommativa riguarderà un intero periodo (I° quadrimestre e anno scolastico) si baserà sul livello di
partenza, sull’evoluzione del processo di apprendimento e sull’acquisizione del metodo di lavoro nonché sulle
competenze raggiunte e sul processo di crescita personale e sociale.

MODALITÀ DI TRASMISSIONE
DELLE VALUTAZIONI ALLE
FAMIGLIE

6
Registro elettronico
Colloqui individuali
Comunicazioni sul diario
Invio risultati con firme
Incontri collegiali

RAPPORTI CON LE FAMIGLIE

La comunicazione di base con le famiglie è assicurata tramite il registro elettronico.


I colloqui saranno programmati secondo le modalità stabilite dal Collegio dei Docenti.
Il docente può sollecitare un eventuale incontro con la famiglia in presenza o tramite videoconferenza qualora ne
ravveda la necessità (problematiche di apprendimento disciplinare, scarso impegno, assenze ingiustificate,
comportamenti censurabili sotto il profilo disciplinare, ecc.).

DATA

MATERIA DOCENTE FIRMA


ITALIANO
MATEMATICA
SCIENZE
STORIA
GEOGRAFIA
INGLESE
Seconda Lingua…………………
TECNOLOGIA
MUSICA
ARTE E IMMAGINE
EDUCAZIONE FISICA
RELIGIONE
ALTERNATIVA
PIANOFORTE
VIOLINO
FLAUTO TRAVERSO
CHITARRA
SOSTEGNO

7
Allegato 1
GRIGLIA VALUTAZIONE APPRENDIMENTI
con riferimento a conoscenze, abilità, competenze

Voto Livello Conoscenze Abilità Competenze

10 Raggiungimento Complete, organiche, Sicure capacità di Corretta ed efficace


completo, sicuro e approfondite. comprensione, di analisi e applicazione di concetti,
personale degli di utilizzo di procedimenti regole, tecniche e
obiettivi e funzioni, esposizione procedure anche in
disciplinari fluida e ben articolata con situazioni nuove
uso di terminologia, anche
specifica, corretta, varia ed
appropriata

9 Raggiungimento Complete e sicure Rilevanti capacità di Efficace applicazione di


completo e sicuro comprensione, di analisi e concetti, regole e
degli obiettivi di utilizzo di procedimenti procedure anche in
disciplinari e funzioni., esposizione situazioni nuove
chiara e articolata, con uso
di terminologia anche
specifica, precisa e varia

8 Obiettivi Generalmente complete Buone capacità di Idonea applicazione di


disciplinari comprensione, di analisi e concetti, regole e
raggiunti in modo di utilizzo di procedimenti procedure anche in
soddisfacente e funzioni, esposizione situazioni nuove
chiara, con uso di
terminologia anche
specifica, appropriata

7 Discreto Generalmente corrette Adeguate capacità di Discreta applicazione di


raggiungimento comprensione, analisi e di concetti, regole e
degli obiettivi utilizzo di procedimenti e procedure anche in
disciplinari funzioni. Esposizione situazioni nuove
chiara e sostanzialmente
corretta con uso di
terminologia abbastanza
appropriata e varia, ma con
qualche carenza nel
linguaggio specifico

6 Raggiungimento Semplici, sostanzialmente Elementari ma pertinenti Accettabile e generalmente


essenziale degli corrette dei contenuti più capacità di comprensione, corretta applicazione di
obiettivi significativi analisi e di utilizzo di concetti e regole
disciplinari procedimenti e funzioni.
Esposizione semplice con
qualche errore a livello
linguistico e grammaticale,
lessico povero ma
appropriato

5 Parziale Frammentarie e Limitate capacità di Incerta capacità di


raggiungimento incomplete comprensione, analisi e di comprensione e di analisi
degli obiettivi utilizzo di procedimenti e con difficoltà
disciplinari funzioni. Esposizione nell'applicazione autonoma
stentata e confusa con di concetti e regole
errori a livello
grammaticale. Povertà
lessicale con utilizzo di
termini ripetitivi e generici
non appropriati ai
linguaggi delle singole
discipline

8
4 Obiettivi Molto frammentarie e Capacità di comprensione, Capacità di comprensione e
disciplinari parziali analisi e di utilizzo di di analisi molto limitate,
raggiunti in modo procedimenti e funzioni con marcate difficoltà
molto incompleto molto limitate. Esposizione nell'applicazione autonoma
incerta e confusa con di concetti e regole
frequenti errori a livello
grammaticale. Accentuata
povertà lessicale, con
utilizzo di termini ripetitivi
e generici non appropriati
ai linguaggi delle singole
discipline

9
Allegato 2:
SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO
VALUTAZIONE DEL COMPORTAMENTO

AMBITO CONVIVENZA CIVILE RISPETTO DELLE PARTECIPAZIONE RESPONSABILITA’ RELAZIONALITÀ AUTOVALUTAZIONE


REGOLE

ECCELLENTE Comportamento Pieno e Partecipazione attiva e Assunzione consapevole Atteggiamento attento, Autovalutazione ottima dei
pienamente consapevole propositiva alla vita della e piena dei propri doveri leale e collaborativo nei propri valori – attitudini e
rispettoso delle rispetto delle classe e alle attività scolastici; attenzione e confronti di adulti e pari. ottima capacita di
persone e ordine e regole convenute scolastiche puntualità nello - Si e distinto in qualche modificare positivamente il
cura della propria e del svolgimento di quelli episodio o proprio atteggiamento.
postazione e degli Regolamento extrascolastici. comportamento
ambienti e materiali d'Istituto. esemplare.
della Scuola

PIENAMENTE Comportamento Rispetto delle Partecipazione attiva Assunzione dei propri Atteggiamento attento e Autovalutazione ottima dei
ADEGUATO rispettoso delle regole convenute alla vita della classe e doveri scolastici; leale nei confronti di propri valori – attitudini e
persone e ordine e e del alle attività scolastiche. puntualità nello adulti e pari. ottima capacità di
cura della propria Regolamento svolgimento di quelli modificare positivamente il
postazione e in d'Istituto. extrascolastici. proprio atteggiamento.
generale degli
ambienti e materiali
della Scuola.

ADEGUATO Comportamento Generale rispetto Partecipazione regolare Generale assunzione dei Atteggiamento corretto Autovalutazione positiva dei
rispettoso delle delle regole alla vita della classe e propri doveri scolastici; nei confronti di adulti e propri valori-attitudini,
persone, degli convenute e del alle attività scolastiche. assolvimento di quelli pari. alcune difficoltà nel
ambienti e dei Regolamento extrascolastici seppure modificare il proprio
materiali della d'Istituto. non sempre in modo atteggiamento.
Scuola. puntuale.

PARZIALMENTE Comportamento non Rispetto delle Partecipazione Assunzione dei propri Atteggiamento non Sufficiente capacita di
ADEGUATO sempre rispettoso regole convenute discontinua alla vita doveri scolastici talvolta sempre corretto nei autovalutazione dei propri
verso le persone, gli e del della classe e alle attività incompleta; discontinuità confronti di adulti e pari. valori attitudini, alcune
ambienti e i materiali Regolamento scolastiche. e/o settorialità nello difficolta nel modificare il
10
della Scuola. d'Istituto talvolta svolgimento di quelli proprio atteggiamento
carente, con extrascolastici.
qualche richiamo
e/o nota
disciplinare

NON ADEGUATO Comportamento Rispetto delle Partecipazione alla vita Scarsa assunzione dei Atteggiamento spesso Limitata capacita di
poco rispettoso verso regole convenute della classe e alle attività propri doveri scolastici ed scorretto nei confronti autovalutazione delle
le persone, gli e del scolastiche molto extrascolastici. di adulti e pari. proprie azioni, difficolta di
ambienti e i materiali Regolamento limitata. modificare di conseguenza il
della Scuola. d'Istituto proprio atteggiamento.
insufficiente, con
presenza di
molteplici
richiami, note e/o
provvedimenti
disciplinari.

11
Allegato 3:
GRIGLIA DI RILEVAZIONE / OSSERVAZIONE PER COMPETENZE NELLE ATTIVITÀ DI DIDATTICA A DISTANZA

INDICATORI E DESCRITTORI PER LA VALUTAZIONE LIVELLO


DELLE COMPETENZE NELLA DIDATTICA A DISTANZA 5 4 3 2 1

Pienamente raggiunto Raggiunto Parzialmente raggiunto Non raggiunto Non rilevabile

PARTECIPAZIONE: alle attività sincrone proposte, come video- Partecipa in modo attivo e Partecipa se sollecitato da La partecipazione è parziale Non rilevabile per assenza o
Partecipa in modo attivo.
conferenze ecc. e alle attività asincrone. propositivo. compagni o insegnante. e non costante. presenza molto ridotta.

Sa lavorare in modo Necessita della


Lavora in modo autonomo L’organizzazione deve
ORGANIZZAZIONE E AUTONOMIA: nelle attività sincrone e di studio autonomo, organizza il collaborazione del gruppo Non rilevabile per assenza o
organizzando il proprio ancora essere scandita e
(asincrone). proprio materiale e quello per organizzare il proprio presenza molto ridotta.
materiale. pianificata dall’insegnante.
del gruppo. lavoro.

RESPONSABILITÀ: puntualità nella consegna dei materiali o dei lavori Rispetta consegne e tempi Rispetta quasi sempre Rispetta a fatica tempi e Rispetta solo parzialmente i Non rilevabile per assenza o
assegnati in modalità (a)sincrona come esercizi ed elaborati. stabiliti. consegne e tempi. consegne. tempi e le consegne. presenza molto ridotta.

Rispetta e accetta i ruoli Rispetta i ruoli, anche se in La collaborazione deve


Accetta i ruoli, lavora in
DISPONIBILITÀ: collaborazione alle attività proposte, anche in lavori assegnati, sa lavorare in modo polemico e collabora essere spesso / Non rilevabile per assenza o
gruppo rispettando quasi
differenziati assegnati ai singoli o a piccoli gruppi. gruppo rispettando i con i compagni non sempre continuamente sollecitata. presenza molto ridotta.
sempre i compagni.
compagni. di buon grado.

12
13
Allegato 2
SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO
VALUTAZIONE DEL COMPORTAMENTO

AMBITO CONVIVENZA CIVILE RISPETTO DELLE PARTECIPAZIONE RESPONSABILITA’ RELAZIONALITÀ AUTOVALUTAZIONE


REGOLE

ECCELLENTE Comportamento Pieno e Partecipazione attiva e Assunzione consapevole Atteggiamento attento, Autovalutazione ottima dei
pienamente consapevole propositiva alla vita della e piena dei propri doveri leale e collaborativo nei propri valori – attitudini e
rispettoso delle rispetto delle classe e alle attività scolastici; attenzione e confronti di adulti e pari. ottima capacita di
persone e ordine e regole convenute scolastiche puntualità nello - Si e distinto in qualche modificare positivamente il
cura della propria e del svolgimento di quelli episodio o proprio atteggiamento.
postazione e degli Regolamento extrascolastici. comportamento
ambienti e materiali d'Istituto. esemplare.
della Scuola

PIENAMENTE Comportamento Rispetto delle Partecipazione attiva Assunzione dei propri Atteggiamento attento e Autovalutazione ottima dei
ADEGUATO rispettoso delle regole convenute alla vita della classe e doveri scolastici; leale nei confronti di propri valori – attitudini e
persone e ordine e e del alle attività scolastiche. puntualità nello adulti e pari. ottima capacità di
cura della propria Regolamento svolgimento di quelli modificare positivamente il
postazione e in d'Istituto. extrascolastici. proprio atteggiamento.
generale degli
ambienti e materiali
della Scuola.

ADEGUATO Comportamento Generale rispetto Partecipazione regolare Generale assunzione dei Atteggiamento corretto Autovalutazione positiva dei
rispettoso delle delle regole alla vita della classe e propri doveri scolastici; nei confronti di adulti e propri valori-attitudini,
persone, degli convenute e del alle attività scolastiche. assolvimento di quelli pari. alcune difficoltà nel
ambienti e dei Regolamento extrascolastici seppure modificare il proprio
materiali della d'Istituto. non sempre in modo atteggiamento.
Scuola. puntuale.

PARZIALMENTE Comportamento non Rispetto delle Partecipazione Assunzione dei propri Atteggiamento non Sufficiente capacita di

14
ADEGUATO sempre rispettoso regole convenute discontinua alla vita doveri scolastici talvolta sempre corretto nei autovalutazione dei propri
verso le persone, gli e del della classe e alle attività incompleta; discontinuità confronti di adulti e pari. valori attitudini, alcune
ambienti e i materiali Regolamento scolastiche. e/o settorialità nello difficolta nel modificare il
della Scuola. d'Istituto talvolta svolgimento di quelli proprio atteggiamento
carente, con extrascolastici.
qualche richiamo
e/o nota
disciplinare

NON ADEGUATO Comportamento Rispetto delle Partecipazione alla vita Scarsa assunzione dei Atteggiamento spesso Limitata capacita di
poco rispettoso verso regole convenute della classe e alle attività propri doveri scolastici ed scorretto nei confronti autovalutazione delle
le persone, gli e del scolastiche molto extrascolastici. di adulti e pari. proprie azioni, difficolta di
ambienti e i materiali Regolamento limitata. modificare di conseguenza il
della Scuola. d'Istituto proprio atteggiamento.
insufficiente, con
presenza di
molteplici
richiami, note e/o
provvedimenti
disciplinari.

15