Sei sulla pagina 1di 20

Quante linee ci sono nel governo italiano? Scomparso B.

a decidere sono La Russa e Frattini. Gheddafi può stare tranquillo y(7HC0D7*KSTKKQ( +#!"!%!?!?
www.ilfattoquotidiano.it

Cerchi una nuova


opportunità di lavoro?

WWW.PAGEPERSONNEL.IT

Martedì 22 marzo 2011 – Anno 3 – n° 68 € 1,20 – Arretrati: € 2,00


Redazione: via Valadier n° 42 – 00193 Roma Spedizione abb. postale D.L. 353/03 (conv.in L. 27/02/2004 n. 46)
tel. +39 06 32818.1 – fax +39 06 32818.230 Art. 1 comma 1 Roma Aut. 114/2009

L’ARMATA ROTTA
Il Grande Jettatore
di Marco Travaglio

laudio Rinaldi si domandava spesso come mai gli

Bagarre nella coalizione: chi


guida la guerra a Gheddafi?
C oppositori di B. non insistano mai su un
argomento a presa facile e rapida, per un popolo
superstizioso come il nostro: l’indiscutibile e
formidabile potere jettatorio del Cavaliere. Non su tutti,
si capisce: a se stesso ha sempre portato buono, mentre
Scontro Parigi-Roma. agli altri, cioè a tutti noi, ha sempre menato gramo. La
cronologia parla da sé. 1994: B. è al governo da un mese
Frattini: “Senza la Nato e l’Italia perde in malo modo il Mondiale di calcio;
cinque mesi dopo si scatena sul Nord Italia un’alluvione
faremo un nostro comando” da paura; poi Bossi gli stacca la spina. Seguono cinque
anni relativamente tranquilli, durante i quali l’Italia entra
Usa divisi sul da farsi persino in Europa e Mediaset entra persino in Borsa.
2001: è tornato al governo da quattro mesi, ed ecco l’11
settembre, seguito dalle guerre in Afghanistan e in Iraq
Indecisi a tutto Bombe a Tripoli vicino al Palazzo
del raìs. Combattimenti in
con tutti gli annessi e connessi, comprese le sconfitte
dell’Italia agli Europei e ai Mondiali di calcio. Nel 2006
torna Prodi e l’Italia vince i Mondiali di Germania. Nel
di Antonio Padellaro Cirenaica. La Russa: “I nostri 2008 il Cainano rientra a Palazzo Chigi ed ecco
dc
caccia colpiranno i loro radar”. abbattersi sul pianeta la più devastante crisi finanziaria
rmiamoci, partiamo e Ma il premier dice: “Non dal 1929. Gli amici Blair e Bush, reduci dalle

A poi vediamo: davanti


al caos che regna nel-
la coalizione an-
ti-Gheddafi la famosa battu-
ta dell’”armiamoci e parti-
spareremo. Il Colonnello ha fatto
molto per l’Italia” pag. 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 z
scampagnate col terzo B., chiudono le rispettive
carriere inseguiti dai loro popoli inferociti. Nel 2010
l’Italia perde il solito Mondiale. Lui frattanto chiama la
questura per spacciare Ruby per la nipote di Mubarak e
al raìs egiziano, al potere da trent’anni, cominciano a
te” va riveduta e corretta. Libia, il governo italiano fischiare le orecchie. Poi spiega che il bunga-bunga
Ma c’è davvero poco da sor- esclude interventi via terra. gliel’ha insegnato Gheddafi, al quale cominciano a
ridere. Non era mai succes- Peccato, avremmo prudere le terga. Tanto più che B. gli ha appena baciato
so, nella pur accidentata CATTIVERIE strisciato benissimo
www.spinoza.it
l’anello. Nella conferenza stampa di fine anno B.
storia delle missioni inter- dichiara orgoglioso: “Sono amico personale di Mubarak,
nazionali, che poche ore Ben Alì e Gheddafi”. I tre sventurati non fanno in tempo
dopo il rombante avvio del- a toccarsi e vengono travolti l’uno dopo l’altro dalle
le operazioni militari, den- CASO RUBY x Le foto nei cellulari delle ragazze invitate nella villa di Arcore rivolte popolari in Egitto, Tunisia e Libia. Putin
tro l’invincibile armata si sospende prudenzialmente tutti gli incontri con l’amico

Ecco le “eleganti e innocenti” serate


cominciasse a litigare prati- B. e, per precauzione, gli fa rispondere al telefono da un
camente su tutto. Subito si è bravo imitatore. Non sia mai che il contagio si trasmetta
dissociata la Lega Araba sui anche per via vocale. Intanto B. annuncia il ritorno al
limiti della missione, andata nucleare dopo 24 anni: gli effetti si fanno subito sentire

del bunga-bunga
immediatamente al di là del- a Tokyo, con l’esplosione della centrale di Fukushima
la troppo vaga risoluzione col contorno di terremoto e tsunami. Ora Gheddafi fa lo
Onu (la tempesta di missili slalom fra le bombe e i missili che gli sganciano i caccia
sulle truppe del raìs rende occidentali, compresi i nostri. Non che il Colonnello sia
risibile l’idea stessa di una un campione di coerenza e di affidabilità: ma, in
no-fly zone). Mentre il rilut- Gli scatti pubblicati confronto al nostro, lo diventa. Meno di tre anni fa, B.
tante Obama preferisce far- da L’Unità mostrano un lettone aveva firmato con lui, a Bengasi, un “Trattato di
si fotografare mentre fa due disfatto e baci saffici, Barbara Guerra amicizia, partenariato e cooperazione” che prevedeva –
tiri a palla con i bambini di oltre a 5 miliardi di dollari di danni coloniali in cambio
Rio, Washington si divide in divisa da poliziotta gioca del blocco dei flussi migratori – l’impegno di ciascuno
tra chi vorrebbe fare un pas- Il bacio saffico risale al 24 ottobre 2010 con le manette pag. 8 z dei due paesi a non impicciarsi negli affari interni
so indietro (il capo della dell’altro: “Le Parti rispettano reciprocamente la loro
Cia) e chi (Hillary Clinton) LA LETTERA uguaglianza sovrana, nonché tutti i diritti a essa inerenti,
proclama la guerra santa fi- compreso in particolare il diritto alla libertà e
no all’estirpazione dell’o- all’indipendenza politica. Esse rispettano altresì il diritto
diato Colonnello. L’Europa Mio figlio cieco senza Giochi. Colpa della Gelmini di ciascuna delle Parti di scegliere e sviluppare
è uno spettacolo a parte. I liberamente il proprio sistema politico, sociale,
aro ministro Gelmini, ieri mio fi- ve ogni giorno si confronta con bambini della prie capacità di fare le cose, ma agli altri,
norvegesi si autosospendo-
no dall’alleanza, probabil-
Cessere
glio che ha 10 anni mi ha chiesto di
lasciato al portone e di poter sa-
sua età e ogni minuto rinnova la consape-
volezza della sua diversa abilità, che diventa
alla loro normalità e alla loro possibilità di
arrivare primi o ultimi. Oggi scopro che
economico e culturale” (art. 2). Con tanti saluti ai diritti
civili e umani: “Le Parti si astengono da qualunque
mente irritati come altri dal lire al secondo piano per raggiungere la poi una risorsa quando riesce faticosamente mio figlio è meno studente, meno cittadi- forma di ingerenza negli affari interni o esterni che
protagonismo francese. casa della nonna da solo. Cosa c’è di stra- a fare le cose insieme a loro. Ho sempre pen- no, meno importante degli altri. rientrino nella giurisdizione dell’altra Parte, attenendosi
Tutti, tranne Sarkozy, ades- no in questo? Nulla, ma di particolare c’è sato che la sua diversa normalità non fosse Non era questo il mondo che io ho im- allo spirito del buon vicinato”. Non solo: “L’Italia non
che mio figlio è cieco dalla nascita. un limite ma la capacità di fare le cose in altro maginato per lui, non era questo il futuro
so invocano l’ombrello del- È inutile dirle quale felicità abbia provato modo, ho sempre creduto che il confronto che speravo per lui e le assicuro che pen- userà né permetterà l’uso dei propri territori in qualsiasi
la Nato a cui si vorrebbe pas- io nel vederlo, in assoluto silenzio, salire con gli altri bambini fosse per entrambi fonte sare al domani di questi bambini non è atto ostile contro la Libia e la Libia non userà né
sare il cerino acceso. Nel quelle scale, contando i gradini e man- di arricchimento e di conoscenza. Ho sem- fonte di tranquillità. Soprattutto quando permetterà l’uso dei propri territori in qualsiasi atto
governo italiano ogni mini- tenendo altissimo il livello di concentra- pre creduto che il sapere, il conoscere chi è la discriminazione arriva da chi dovrebbe ostile contro l’Italia” (art. 4). Cioè l’Italia diventava
stro ha una posizione diver- zione. È inutile dirle quanto abbia soffer- diverso permette di sconfiggere l’ignoranza, prendersi cura di loro. alleata della Libia, ma anche della Nato nemica della
to nel non aiutarlo e nel dargli quella fi- il pregiudizio, l’emarginazione. Le auguro di divertirsi ai Giochi della
sa. A parte Berlusconi, che ducia necessaria a compiere una straor- Oggi scopro che gli studenti diversamente Gioventù, ma le auguro anche che tutte Libia. E B. s’impegnava a non fare nulla di ciò che sta
preferirebbe scomparire, dinaria impresa. È inutile dirle che per abili non possono correre, giocare e diver- le persone che rifiutano la discriminazio- facendo contro la Libia. Il Parlamento italiano ratificò il
diventato com’è una sorta questi bambini ogni azione che per gli al- tirsi ai Giochi della Gioventù, come tutti gli ne disertino questa manifestazione, la- tutto nell’aprile 2009 (Pdl, Lega e Pd). E il povero
di Giuda agli occhi dell’ex tri è normale costituisce un traguardo, altri, ma devono restare a guardare, fare da sciandola sola a guardare nel vuoto. Gheddafi si fidò. Peggio per lui. Doveva saperlo che già
amico del deserto. Il quale, che con sforzo, dedizione e tanta fatica a spettatori di una vita normale che è degli Perché è questo, il vuoto, che lei ha la- prima di B. l’Italia non ha mai finito una guerra dalla
volte si supera. È inutile dirle che per un altri e non la loro. Perchè non ci sono i fon- sciato dentro di me.
braccato da nemici indecisi genitore ogni conquista e ostacolo supe- di necessari a garantire la loro assistenza. Valentina Rinaldi stessa parte in cui l’ha iniziata. Ora, con B., ci
a tutto, più il tempo passa rato è soddisfazione e dolore. Oggi apprendo che essere diversamente superiamo: restiamo alleati di Gheddafi (come da
più rischia di farla franca. Mio figlio frequenta una scuola pubblica do- abile è un ostacolo non a se stessi, alle pro- Paolin pag. 10 z Trattato), però lo bombardiamo. Ma solo un po’.
pagina 2

LIBIA SENZA RITORNO

Il mistero di Khamis Lo hanno dato per morto: è I morti di Misurata L’annuncio è arrivato in serata da un
il sesto figlio di Gheddafi, sospettato di guidare i portavoce del governo libico: Misurata è stata “liberata”. Ma
reparti speciali che hanno soffocato nel sangue la la città ha vissuto un giorno di sanguinosi combattimenti:
rivolta popolare in corso nel paese. Ad ucciderlo almeno 40 sarebbero le vittime. Un portavoce degli insorti ha
sarebbe stato un kamikaze, un pilota libico che sabato riferito alla Bbc di almeno 200 cecchini che hanno “sparato a
si è volutamente schiantato con il suo jet contro la raffica” contro la gente. Secondo i ribelli ci sarebbero poi
caserma di Bab al-Azizia. Una notizia smentita dal lealisti travestiti da civili e Gheddafi potrebbe utilizzare in
governo, che l’ha definita “senza senso” città scudi umani. Gli ospedali sarebbero al collasso

OBIETTIVO GHEDDAFI?
Raid per tutta la notte: per Londra il Colonnello
si può eliminare, ma per Roma non è sicuro
di Eduardo Di Blasi re un obiettivo e che le guer- 40”). “La città è circondata
re sono questioni complica- dalle truppe di Gheddafi, la
Odissea è ripresa ben te, giacchè, se da una parte si situazione è terribile, non c’è

L’ prima dell’alba in Li-


bia. Alla mezzanotte di
domenica i primi mis-
sili britannici hanno centra-
to il quartier generale di
può affermare che “non ci
saranno forze di occupazio-
ne e non ci sarà nessuna oc-
cupazione della Libia”, dal-
l’altro non si può escludere
elettricità nè acqua”, afferma
un testimone alla Bbc parlan-
do di ospedali al collasso. Al-
le nove di sera è il governo
del Raìs a dichiarare: “Misu-
Muammar Gheddafi: nel la presenza di forze specia- rata è stata liberata”. Le trup-
complesso di Bab el Aziziya a li. pe filo-governative si puntel-
Tripoli è venuto giù un uf- lano ad Est di Tripoli, ma la
ficio amministrativo a due SUL CAMPO, intanto, il battaglia continua anche ad
passi dal bunker e dalla ten- Colonnello stringe d’assedio Ovest della capitale. I colpi
da dove il Raìs, quando non e prende la città tripolitana di d’artiglieria del Colonnello
c’è la guerra, riceve gli ospi- Misurata. La Bbc ed El Arabiya hanno tuonato per ore sulle
ti. riportano la voce dei ribelli al case di Zintan, centocin-
La Risolizione Onu 1973 ha regime che in mattinata pri-
come obiettivo la no-fly zo- ma parlano di sette morti, poi
ne, vale a dire la messa in
sicurezza dello spazio aereo
di combattenti filo-governati-
vi in abiti civili penetrati al-
Petroliere
libico attraverso un bombar-
damento preventivo delle
l’interno della città, di “scudi
umani” raccattati nelle citta-
italiane
postazioni fisse e mobili di
contraerea. Ecco perchè il
dine intorno, di 200 cecchini
filo-Gheddafi in città, infine
sarebbero
missile finito sul bunker può di un assedio che si fa forte
essere visto come un segna- anche dell’interruzione delle pronte
le. Lo stesso che lanciano i forniture d’acqua e di elettri-
ministri britannico agli Este- cità. La battaglia di Misurata ad appoggiare
ri e alla Difesa William Ha- continua per tutta la giorna-
gue e Liam Fox ai microfoni ta, con gli insorti a tenere il un’azione
della Bbc. Entrambi fanno ca- conto dei propri morti (alle
pire che Gheddafi può esse- fine se ne enumerano “oltre di terra
Il luogo-simbolo quanta chilometri da Tripo-
li.

Bab el-Azizia I “volenterosi” bombardano


la lontana Sabah (750 chilo-
metri a sud di Tripoli) e la

cuore del potere città natale del Raìs, Sirte,


presa di mira anche il giorno
prima. La difficoltà di rintrac-
ciare le unità contraeree

Unitodinaed25parte del compound è rimasto come quella notte


anni fa: distrutto dalle bombe americane. A mo-
esempio del Satana occidentale. Era il 15 aprile
“mobili” resta il problema mi-
litare maggiore incontrato
sul terreno, ma i raid conti-
del 1986, e 13 caccia statunitensi attaccarono Bab el-Azi- nuano tutta la notte.
zia, il quartier generale di Gheddafi a Tripoli, accanto Tra le roccaforti degli insorti
alla principale base militare della capitale libica. Un per adesso tiene la più lon-
complesso di edifici governativi, bunker sotterranei, tana Bengasi. Gheddafi, ieri,
spazi aperti per le tende beduine nelle quali Gheddafi pensava di entrarci con una gliamento in cui eravamo te del Consiglio Silvio Berlu-
ama ricevere i suoi ospiti (e nelle quali non dormirebbe manifestazione lealista ma pronti a reagire per soppri- sconi. Intanto chiudono l’ae-
spesso, visto che non passerebbe la notte due giorni di “pacifica”, con tanto di cor- mere radar, ma ieri non ab- reoporto civile di Trapani
fila nello stesso luogo). Uno di questi edifici è stato col- teo con i rami d’ulivo. Poi ha biamo verificato presenza di “Vincenzo Florio” per evitare
pito domenica da almeno un missile Cruise, distruggen- dovuto rinunciarci. Nel cielo radar nemici e così non ab- problemi con il vicino scalo
do l'edificio che sorgeva poco lontano da quelli lasciati di Bengasi, l’altra notte, sono biamo ritenuto di lanciare militare di Birgi e i passeggeri
danneggiati dal raid del 1986 e davanti ai quali è stato passati anche i Tornado ita- missili”. Tanto è bastato per sono trasferiti a bordo di au-
innalzato il monumento della mano di cemento armato liani. Nicola Scolari, 38 anni, fargli guadagnare un volo so- tobus verso il “Falcone e Bor-
che stritola tra le dita un caccia con le insegne ameri- uno dei tre piloti in volo, ha lo andata per la base di Pia- sellino” di Palermo. Contrat-
cane. parlato con la stampa dopo la cenza dalla quale proveniva. tempi.
Ancora una volta Bab el-Azizia è il cuore del potere e missione. Ha detto che nel- L’Italia partecipa ma non
della resistenza libica, dove tutto accade e viene media- l’operazione “abbiamo solo bombarda, anche se potreb- MA C’È UN’ALTRA no-
ticamente rappresentato: le centinaia di volontari che si pattugliato nei cieli della Li- be farlo. Questo dicono an- tizia che per adesso non tro-
ammassano attorno all'edificio appena colpito e pro- bia e non abbiamo ritenuto di che i rappresentanti del go- va da parte degli interessati
mettono di rimanere come “scudi umani” per scelta a lanciare missili antiradar. È verno, il ministro della Difesa (la raffineria Saras di Sarroch,
difesa di Gheddafi; dove pochi giorni fa, Aisha, la figlia stata una missione di pattu- Ignazio La Russa e il Presiden- in Sardegna) “nè conferma
del raìs, si mostrava nella sua eleganza occidentale ad nè smentita”. L’ha scritta Ma-
arringare una folla di fedelissimi per far capire di essere rio Gottardi sull’Unione Sarda Simboli
ancora lì con il padre e pronta a resistere all'ennesimo andata in edicola domenica. Nella foto grande,
attacco dell'Occidente. Nel compound che raccoglie il Parla di due petroliere da supporter di Gheddafi
potere delle armi del Colonnello un’altra figlia (adotti- 30mila e 35mila tonnellate tra le macerie di Bab
va) del raìs sarebbe stata uccisa e divenire subito martire che dalle raffinerie dei Mo- el-Azizia. Sopra,
della battaglia e della saga familiare del clan Gheddafi. ratti si sarebbero mosse, ca- Aisha Gheddafi. A
Quella notte di primavera di 25 anni fa Hanna, 15 mesi, riche di carburante, verso il destra, il monumento
rimase colpita fatalmente dalle bombe fatte lanciare dal territorio libico. Il giornale, davanti al bunker del
presidente americano Reagan per vendicare la strage citando la Risoluzione Onu Colonnello. A
della discoteca La Belle di Berlino dove morirono 2 mi- che impedirebbe il commer- sinistra, un ribelle
litari Usa e a decine furono feriti. Gheddafi – che riuscì a cio con l’ex amico libico, im- accanto a un tank di
salvarsi essendo stato avvertito, secondo la vulgata co- magina che tutto questo pro- Gheddafi distrutto
mune, dal governo italiano e quello maltese – diffuse la pellente possa servire a rifor- fuori Bengasi (FOTO ANSA)
notizia della morte della piccola, ma secondo diverse nire mezzi di terra pronti ad
fonti la notizia fu inventata per motivi propagandistici: una eventuale invasione via
unica traccia rimasta della bambina il nome di un conto terra. Nessuna conferma e
rimasto aperto finora in una delle banche che conser- nessuna smentita, come det-
vano i conti (ora in gran parte congelati) del raìs libico. to. Neanche ci fosse la guer-
(S. C.) ra.
Martedì 22 marzo 2011

LIBIA SENZA RITORNO

L’Ulivo del raìs Muammar Gheddafi ha Pilota parla: a casa Sarebbe stato disposto il
nuovamente esortato il popolo libico di tutto il Paese a rientro al suo reparto di appartenenza, a Piacenza,
partecipare a una “marcia verde popolare strategica” secondo quanto si è appreso, del pilota
verso Bengasi impugnando rami di ulivo per fermare dell’Aeronautica Nicola Scolari, che ieri aveva
“l’aggressione straniera”. Lo ha annunciato l’agenzia partecipato alla prima missione dei Tornado italiani in
ufficiale Jana. Secondo il Colonnello, la marcia dovrà Libia. Scolari ha dichiarato che i velivoli hanno “solo
riunire decine di tribù. “I rami d’ulivo saranno il pattugliato la zona di Bengasi” non essendo stato
simbolo di una “iniziativa pacifica” necessario lanciare missili contro i radar, non rilevati

FRATTINI FA
ARRABBIARE PARIGI
“NATO O NIENTE BASI”
La divisione dei volenterosi già in crisi
di nervi. E gli Usa vanno in panchina
di Giampiero Gramaglia

uarantotto ore di guerra


dei volenterosi, che tanto volen-
terosi di combattere (e, magari,
di morire per Tripoli) proprio
zione civile, è la prima a tirarsi in-
dietro: la coalizione “ci mette
troppa foga, così non va”. E gli
fi. Quelli fuori dalla coalizione,
come il premier bulgaro Boiko
Borissov, denunciano “un’avven-
sa che Gheddafi possa essere un
obiettivo degli attacchi, ma la ri-
soluzione dell’Onu non lo preve-
Mappe
Q guerreggiata nei cieli della non sono. L’Italia annuncia con americani fanno sapere che in- tura” militare motivata da interes- de, riconosce il francese Alain
dc
Libia, raid aerei e gragnole di Frattini che “senza accordo sulla tendono ridurre presto la loro si petroliferi. Ma dissensi ci sono Juppé. La Francia sostiene che le
missili contro postazioni ra- Nato l’Italia avrà un suo comando partecipazione alle operazioni anche fra i Paesi Ue nella coalizio- operazioni militari avvengono nel
dar e antiaeree e mezzi al suolo, nazionale”, togliendo le basi dalla militari. Al presidente Barack ne: Gran Bretagna, Francia, Bel- rispetto delle indicazioni dell’O-
sperando che siano militari, rin- disponibilità degli alleati. Inevita- Obama, l’opposizione repubbli- gio, Danimarca, Spagna e Grecia. nu, nega di avere fatto vittime ci-
galluzziscono un po’ gli insorti bile l’irritazione di Parigi. La Lega cana non lesina le critiche, in bar- E la Norvegia mette già fine al suo vili e dice che i combattimenti sul
anti-Gheddafi, ma non sembrano araba, che, con la richiesta di no fly ba al consenso bipar tisan in poli- coinvolgimento. Due i problemi. terreno sono già diminuiti. Ma il
scalfire la posizione di forza sul
terreno del regime. Bastano, inve-
zone aprì la porta alla risoluzione
dell’Onu che autorizza l’uso della
tica estera: lui ripete che Ghedda-
fi deve andarsene, dopo che il se-
Uno, il ruolo della Nato, che l’I-
talia, ad esempio, vuole coinvol-
ministro degli Esteri italiano,
Franco Frattini avverte che, se il La Slega Araba
ce, a creare crepe nella coalizione forza per proteggere la popola- gretario alla Difesa Robert Gates ta e la Francia no, per non irritare comando delle operazioni non di Claudia Gazzini*
aveva definito un errore “porsi gli arabi, che, comunque, si sono passerà alla Nato, l’Italia potrebbe
l’obiettivo d’eliminare” il Colon- già irritati (la Gran Bretagna è ritirare la disponibilità delle pro- e telecamere sono tutte
nello dittatore: Gates è a Mosca, possibilista). Due, la quantità di prie basi. E il ministro della difesa Lmentre
puntate sulla Lega Araba,
CAPITOLO VII Così dove il clima è ostile ai raid. forza da impiegare e l’obiettivo
da perseguire: proteggere i civili
Ignazio La Russa spiega in modo
quasi utilitaristico la presenza del-
l’Unione Africana
rimane al buio. È
LA RUSSIA si offre di mediare, e basta? Liquidare il regime e fa- l’Italia nella coalizione: starci, di- sorprendente la disparità di
l’Onu fa la “pace” nonostante le tensioni palpabili
fra il presidente Dmitri Medve-
vorire la nascita di una “nuova Li-
bia”, che nessuno sa bene che co-
ce, ci protegge dalle ritorsioni
(uno, invece, poteva pensare che
copertura mediatica che ora
viene concessa alle due
il Capitolo VII della Carta delle Nazioni Unite a fornire un sa sarebbe e di chi sarebbe? organizzazioni regionali
ÈCapitolo,
cappello di legge ai raid compiuti sul territorio libico. Il
composto da dodici articoli (dal 39 al 51), ha per
dev e il premier Vladimir Putin.
Dopo la notte di fuoco tra sabato
e domenica, la guerra s’è già ri-
Il britannico William Hague pen-
starci ci espone alle ritorsioni). In
ogni Paese le posizioni sono varie-
gate, nel governo e fra maggioran-
coinvolte nella crisi libica.
Fino a qualche giorno fa i
titolo “Azione rispetto alle minacce alla pace, alle violazioni dotta a missioni di ricognizione, za e opposizione. E la somma del- leader della coalizione dei
della pace ed agli atti di aggressione”. Il Consiglio di Sicu-
rezza dell’Onu prevede la possibilità di raccomandazioni e
come quelle effettuate dai Torna-
do italiani, e di pattugliamento. Il
Obama: le incertezze e dei distinguo na-
zionali creano una cacofonia in-
volenterosi davano pari
importanza al sostegno di
sanzioni economico-diplomatiche (art. 39-40-41) ma se
queste “siano inadeguate o si siano dimostrate inadeguate,
premier Berlusconi è esplicito: “I
nostri aerei non hanno sparato e
ridurremo ternazionale. Ne gode la Germa-
nia astenutasi all’Onu e rimasta
questi organi per legittimare il
loro intervento. Ma da quando
esso può intraprendere, con forze aeree, navali o terrestri,
ogni azione che sia necessaria per mantenere o ristabilire la
non spareranno”. Contro Ghed-
dafi, ma non troppo, insomma: in
presto le nostre fuori dalla coalizione: il ministro
Guido Westerwelle trova confor-
l’Unione Africana ha richiesto
l’immediato termine
pace e la sicurezza internazionale. Tale azione può com- fondo, siamo stati tanto amici. Ma to alle sue riserve sull’operazione dell’azione militare contro le
prendere dimostrazioni, blocchi ed altre operazioni me- pure i bellicosi francesi dicono operazioni. In militare: “Sfortunatamente, con- forze di Gheddafi, dell’Unione
diante forze aeree, navali o terrestri di Membri delle Na- che, da sabato, loro non hanno statiamo che avevamo ragione si preferisce non parlare.
zioni Unite” (art. 42). Una volta deliberata la risoluzione, i più sparato un colpo. Le beghe Russia tensione d’essere inquieti”. Quando l’Unione Africana
singoli membri Onu si impegnano a fornire forze armate, interne alla coalizione si palesa- non si è presentato al summit
assistenza e diritto di passaggio. no a Bruxelles, dove i ministri de- tra Putin e L’ITALIA soffre il dissenso del- di Parigi per protesta, la
gli esteri dei 27 rafforzano le san- la Lega nella maggioranza. I le- stampa ha solo riportato che il
zioni contro il regime di Ghedda- Medvedev ghisti sembrano solo preoccu- suo rappresentante era
pati dell’impatto emigrazione assente, senza spiegare il
della crisi libica e il ministro Ma- perché. La stampa ha taciuto

“Immagini a singhiozzo per la censura” roni agita di continuo il drappo


rosso delle infiltrazioni terrori-
stiche tra i migranti. Ma c’è pure
l’eterno rovello, tipicamente ita-
che i membri di
quest’organizzazione hanno
preferito riunirsi in
Mauritania, per tentare una
BOTTERI (TG3): MA PIÙ INFORMAZIONI CHE IN IRAQ E AFGHANISTAN liano, della guerra che non è soluzione diplomatica alla
guerra (vi ricordate che siamo in crisi. L’ultimo fatto è di ieri,
di Roberta Zunini vano solo inquadrature di cieli bui solcati a momenti di vita in guerra che le teleca- Afghanistan a combattere “una quando la delegazione
dai traccianti, luci verdi e i commenti dei mere delle troupe sul campo non potranno missione di pace”?). Il tormento- dell’Unione dalla Mauritania
iovanna Botteri, corrispondente da reporter provenivano solo dalle terrazze mai mostrare. “Con le nostre telecamere voleva raggiungere la Libia per
Gdi guerra.
New York del Tg3, è stata a lungo inviata
Del mestiere di giornalista tele-
dell'hotel Palestine. “In un certo senso è co-
sì ma questo riguarda solo Tripoli e Misu-
ancora troppo grosse, il cameraman, il gior-
nalista con il radiomicrofono, insomma la
ne, oggettivamente giustificato
dalle ambiguità della risoluzione
dell’Onu, lo rilancia il presiden-
verificare sul campo le accuse
rivolte contro Gheddafi e
visiva conosce entrambi gli aspetti: la con- rata, le roccaforti del regime. Siccome in tipica formazione delle troupe televisive te della Repubblica Giorgio Na- incontrare il raìs, è stato loro
duzione e il campo di battaglia. Libia ci sono molte troupe televisive, gior- classiche, non siamo in grado di passare politano, che, in questa crisi, as- negato il permesso di atterrare
Vedendo le immagini che arrivano da Tri- nalisti di tutte le testate e frotte di freelance, inosservati. Di conseguenza non riusciamo sume, nota la stampa internazio- a Tripoli. Tutta l’attenzione è
poli sembra di essere tornati alla prima se le immagini sul campo non arrivano è a a restituire la complessità della vita durante nale, la vera leadership del Pae- rivolta alla Lega Araba. Il
guerra del Golfo , quando dall'Iraq arriva- causa della censura del regime. Non è certo la guerra. Oggi invece anche la gente del se: dice che “questa non è una sostegno arabo all’intervento
per mancanza di documentazione. Semmai posto partecipa attivamente all'informa- guerra” e che l’Italia “partecipa a è stato ampiamente
oggi ciò che si registra è la caccia al gior- zione. Questo ci aiuta a saperne di più”. A scelte internazionali”. Stefano sbandierato, così come la
nalista che è diventato merce di scambio ed noi sembra però che tutta l'informazione Silvestri, presidente dello Iai, partecipazione del Qatar e
è considerato un nemico da parte di chi sta televisiva, nel caso della guerra libica, sia conferma che “l’uso della forza degli Emirati alle operazioni
perdendo la guerra”. Secondo Giovanna povera di immagini. Si vedono solo tornado va esercitato entro i limiti stabi- contro Gheddafi. E quando
Botteri la prova della “cecità” solo parziale che decollano, recinzioni di basi militari. I liti” dalla risoluzione approvata ieri il segretario della Lega
di questa guerra sta nell'abbondanza di im- giornalisti restano all'esterno anche in Oc- giovedì scorso: arbitro del ri- Araba ha condannato
magini che invece arrivano da Bengasi. cidente. “È il tipo di situazione militare che spetto o meno dei parametri è lo l’eccessivo bombardamento
“Dove il regime di Gheddafi non può ope- è diversa. Nel caso libico, non si tratta di stesso Consiglio di Sicurezza del- aereo contro Tripoli, gli è
rare alcun tipo di censura, come a Bnegasi, una vera e propria guerra. Questo è un ap- l’Onu. Comunque vada, una co- stato subito chiesto di ribadire
i racconti per immagine di ciò che sta ac- poggio militare a una risoluzione dell'Onu. sa è certa: da questa crisi, l’Italia a telecamere accese che le sue
cadendo arrivano senza problemi. Anzi, ri- La comunità internazionale non ha dichia- uscirà perdente: Gheddafi ci parole erano state male
spetto alla prima guerra del Golfo, al secon- rato guerra alla Libia, sta invece cercando di considera traditori; e per la nuo- interpretate e che la Lega
do Iraq, all'Afghanistan, queste rivoluzioni tradurre in fatti ciò che si è deciso a Palazzo va Libia saremo stati troppi amici Araba continua ad appoggiare
nel Maghreb e in Medio Oriente hanno am- di Vetro. È chiaro che in questa fase pre- del Colonnello e inizialmente le operazioni in corso. È
pliato l'offerta di testimonianze visive per- valgono i commenti, i dibattiti televisivi troppo reticenti a contribuire a proprio come in Libia: silenzio
ché sono entrate in scena le nuove tecno- piuttosto che le immagini. Qui negli Stati rovesciarlo perché ci possano stampa per che si oppone
logie”. Gli smartphone, le telecamerine na- Uniti, le tv mostrano i sondaggi, intervista- ancora toccare rapporti privile- all’intervento, microfoni
scoste, Internet e Twitter consentono al no la gente comune, danno priorità a ciò giati, destinati invece a Londra e aperti per chi lo vuole.
pubblico di qualsiasi latitudine di assistere che dice e vuole l'opinione pubblica”. a Parigi. *European University Institute
pagina 4

“O
LIBIA SENZA RITORNO

perazione militare, missione, digitare sul motore di ricerca del social network i diritti umani, facendo vivere nella più totale
Su Facebook impazza risoluzione, sempre guerra le prime due lettere della parola Libia per essere povertà il loro popolo, altro che Gheddafi. E
è!”: la pensa così il popolo di catapultati nell’omonimo gruppo, 2.143 iscritti. allora perché l’Onu non interviene nei Paesi dove
Facebook. E se molti invocano la pace immediata, Ad accogliere l’internauta la foto di una ‘L’, per c’è veramente bisogno di intervenire?”. Sul social
il “missione o risoluzione proponendo di tornare a manifestare in piazza e Libia, avvolta dalle fiamme. Sul ‘muro’, i commenti network Agostino C. commenta con amarezza la
ad esporre le bandiere arcobaleno fuori dalle si susseguono. Nicola G., alle 10 di oggi, scrive ad notizia del giorno sull’operazione militare in Libia:
finestre, c’è anche chi, invece, non nasconde il esempio che “in Africa ci sono decine di dittature, “I nuovi portatori di democrazia: Obama e Sarkò,
sempre bombe sono” proprio favore all’intervento in Libia. Basta di signori della guerra che governano calpestando la storia insegna poco”.

LA GUERRA DI IGNAZIO
B. SCAPPA: NON SPARIAMO
Il premier: io non volevo, il Raìs ha fatto molto per noi
Fischi a Torino. La Lega: mozione anti-immigrati
di Fabrizio d’Esposito cia di Sarkozy in particolare. La strappi, dopo l’astensione “teu-
fotografia di questo cupo stato tonica” in commissione di ve-
erlusconi prova a scappa- dell’arte l’ha scattata lo stesso

B
nerdì scorso. Bossi per tutta ri-
re anche dalla guerra. In- premier durante il Consiglio dei sposta ha ribadito le preoccupa-
vano. Anche perché dal- ministri convocato ieri matti- zioni della Lega sull’aumento de-
l’altra parte, stavolta, ha la na. gli sbarchi di clandestini. Risul-
Nato non l’opposizione di Ber- tato, il Pdl andrà al traino padano
sani e compagnia. E così il go- DA MILANO, il Cavaliere è ar- con una risoluzione in Parlamen-
verno del Caimano è condanna- rivato a Roma in aereo insieme to che porrà quattro condizioni:
to ad affrontare l’emergenza con tre esponenti del suo esecu- il blocco navale anti-esodo, l’im-
bellica sul bel suol d’amore con tivo: il titolare della Difesa La pegno dell’Ue per la gestione dei
una maggioranza più divisa e Russa e i leghisti Bossi e Calde- profughi, il rispetto della risolu-
confusa che mai, in un quadro roli. Il volo è stato l’occasione zione Onu e del trattato con la
internazionale altrettanto caoti- per un mini-vertice in cui con- Libia su gas e petrolio. Ancora
co e di forte rottura con la Fran- vincere il Senatur a non fare altri non è chiaro quando ci sarà il di-
battito in aula. Oggi alle dodici e Fuori la contestazione. Dentro
trenta il presidente della Camera il Caimano dice: “Credo ci sia
di Pino Corrias
Fini riunirà la conferenza dei ca-
pigruppo per decidere, ufficial-
Coppola. Come già accaduto il
giorno dell’Unità, il Caimano è
Berlusconi: bisogno di una scopa nuova,
che scopa meglio”

Il conflitto
mente, sulla richiesta avanzata
dal Pd: domani o giovedì la di-
stato contestato al suo arrivo. Fi-
schi e cartelli ironici sul bunga
le decisioni Questo lo slogan con cui ieri il premier ha
lanciato la candidatura di Michele Coppola
scussione. bunga per chiedere le dimissio- di Usa e Francia a sindaco di Torino. Fuori continuava la
dopo il baciamano A Palazzo Chigi, il Consiglio dei
ministri è iniziato in tarda matti-
ni. È finita che la polizia ha blin-
dato l’albergo scelto per l’inizia-
contestazione (FOTO DI FABIO BUCCIARELLI)

nata. La riunione è durata un’ora. tiva, impedendo il presidio stra- ci penalizzano


DUNQUE SIAMO IN GUERRA con la Libia perché Berlusconi Il premier ha seguito lo stesso co- dale dei manifestanti. rificare un percorso migliore, la
voleva farsi perdonare dagli alleati il baciamano a Gheddafi pione del summit aereo. Accen- Il titolare della Lega sa che nessuno volentieri
e ai suoi giacimenti di petrolio. Siamo in guerra perché tuando il dato ineluttabile della QUI, IL PREMIER ha final- ha deciso di partecipare”.
Francia e Inghilterra hanno acceso i motori e nessuno (cioè crisi: “Non so se sia giusto fare un mente deciso di parlare, in sera- Difesa attaccato Eppure l’interventismo del falco
Frattini) ha avvertito Berlusconi che ha dovuto rincorrerli intervento militare, e certamen- ta. Lo ha fatto per dare il suo aval- La Russa continua a provocare
con lo zelo dell’ultimo arrivato. Siamo in guerra perché la te credo che l’Italia non ne trarrà lo pubblico alla perentoria usci- da Calderoli mal di pancia in quei settori della
signora Merkel che ha tenuto la sua Germania fuori dai nessun vantaggio. Ma non ci so- ta pomeridiana del ministro de- maggioranza che si rispecchia-
guai, non può vedere Berlusconi e meno che mai sedersi no alternative e non possiamo gli Esteri Frattini, che ha chiesto no nel titolo d’apertura di Libero
con lui in una stanza da soli. Siamo in guerra perché venire meno ai nostri doveri”. di affidare il comando delle ope- no”. Poi il colpo finale, che con- di ieri: “Guerra da matti”. Nell’ul-
Berlusconi vuole infilarsi nei nuovi contratti energetici da Fonti della maggioranza riferi- razioni alla Nato pena il control- ferma lo sfogo nel consiglio dei tima settimana il ministro non-
stipulare con il prossimo regime senza farsi fregare troppo scono anche toni critici sugli al- lo diretto di Roma delle basi ita- ministri mattutino: “Gheddafi ha ché triumviro del Pdl in quota ex
da francesi, inglesi e marines. Siamo in guerra perché leati: “La posizione di Stati Uniti, liane con un coordinamento se- fatto molto per l’Italia”. an ha si è progressivamente as-
Berlusconi, che è diventato lo zimbello d’Europa, non ha Gran Bretagna e Francia è con- parato. Una mossa, questa, che Ignazio La Russa è stato il vero sestato su un linea meno pruden-
più niente da perdere tranne le proprie catene. traria ai nostri interessi di fondo ha una specifica valenza interna: protagonista della conferenza te di Bossi e Berlusconi, incalza-
Non ha una maggioranza in Parlamento. Non ha una e mette a rischio i nostri investi- arginare e rassicurare la Lega ma stampa disertata dal Cavaliere. Il to, si dice, dai generali e acceca-
opposizione. Non può farsi vedere in pubblico senza menti e le nostre scelte in Libia”. placare anche i malumori nella ministro della Guerra si è seduto to dall’idea di ritagliarsi un ruolo
essere fischiato. È solo. Sta appeso a quattro processi in Poi l’appello alla Lega a “marcia- parte azzurra del Pdl contro La accanto al collega dell’Interno, il nazionalista di grande visibilità,
corso. È ricattato da due dozzine di deputati che aspettano re uniti e compatti”. Atteso in sa- Russa, definito da Calderoli il leghista Roberto Maroni, osten- dopo il flop degli ex an sul cen-
il rimpasto dal ragionier Spinelli, e da trentadue sgallettate la stampa, alla fine B. ha preferito “ministro della guerra neocolo- tando sorrisi e minimizzando le tocinquantesimo unitario, oscu-
che possono abbatterlo in un minuto con un iPhone. Poi non presentarsi. Si è rifugiato a nialista”. Non a caso, Berlusconi spaccature nel governo, dopo rati da Napolitano, dai fischi a
naturalmente siamo in guerra per difendere la democrazia Palazzo Grazioli, da dove nel pri- ha contraddetto il titolare della l’uscita di Calderoli: “Ho viaggia- Berlusconi e dalla diserzione del
e siccome ne abbiamo in abbondanza, anche un po’ mo pomeriggio è andato via per Difesa che in mattinata aveva to con lui tranquillamente. Non Carroccio ai solenni festeggia-
esportarla. volare a Torino a sostenere il can- parlato dei bersagli colpiti dai vedo grandi divisioni nella mag- menti. Al punto che molti gli
didato sindaco del centrodestra caccia italiani: “I nostri aerei non gioranza, la Lega non ha frappo- hanno rimproverato una sovrae-
alle amministrative, Michele hanno sparato e non spareran- sto ostacoli, c'è la volontà di ve- sposizione mediatica, puntellata

L’INTERVISTA La giornalista contro la linea del suo “manifesto”

Rossanda: “Le armi? Colpa di Gheddafi”


di Wanda Marra mocrazia né uno Stato progressi- terei con Gheddafi subito e ten- zione sull'intervento in Libia? naro e mezzi e forse anche con la
sta... mi impressiona che nessu- terei di mantenere i privilegi dei Sono solidale con le forze che partecipazione di qualcosa di si-
olidale” con chi cerca di libe- no abbia voglia di offrire a questo nostri accordi”. Lei, la Rossanda, cercano di liberarsi da Gheddafi. mile a quelle che erano state le
“S rarsi di Gheddafi, ma d’ac-
cordo con Gino Strada quando di-
popolo un aiuto”. In feroce con-
trapposizione Valentino Parlato,
insisteva: “Ma chi, se non l’ottu-
sità di Gheddafi, è responsabile
Ha rappresentato un progressi-
smo nei confronti della monar-
brigate internazionali. Non degli
eserciti.
ce “che la guerra non bisogna far- altro vate del quotidiano, che par- se l’opposizione è diventata chia ma da tempo non è che il Gino Strada ha detto al “Fat-
la mai”. Rossana Rossanda nel lava di una “guerra veterocolo- aspra, scinde la Cirenaica, cerca leader di un gruppetto autorita- to”: si è lasciato che la situa-
suo ragionamento tiene insieme nialista” e si spingeva a dire: “Trat- armi e il conflitto diventa guerra rio e dispotico. zione si incancrenisse, ma la
la complessità di molti che sono civile?”. Crede alle ragioni dell'inter- guerra non bisogna farla mai.
stati pacifisti “senza se e senza Sono in molti in questo momen- vento umanitario? Lei è d'accordo?
ma”. Nel 1999, mentre la sinistra to a trovarsi su posizioni oppo- No. Non conosco interventi di Del tutto.
si schierava con l’intervento in ste a quelle che ci si aspettereb- guerra umanitari. Come mai il movimento paci-
Kosovo, dichiarava al Corriere del- be. “Dubbi” arrivano da Giulia- C'era un’altra soluzione che fista tace?
la Sera: “Se si arriverà a un inter- no Ferrara a Roberto Formigoni, non fosse la guerra? Non saprei dirlo. Si spiega solo
vento di terra nel Kosovo, invite- ad Alfredo Mantovano. Contra- Certo che c’era. Si trattava di da- con il ripiegamento individuali-
rò alla diserzione e me ne assu- rietà netta da Sgarbi e no di Cal- re, prima di tutto da parte delle sta su se stessi che è proprio del-
merò tutte le responsabilità”. Ma deroli. “Guerra da matti” titolava sinistre europee, solidarietà alle le folle e delle opinioni pubbli-
questa volta la Rossanda, fonda- ieri Libero. Convintamente per forze che esprimono i bisogni che di tutto il nostro continente, Io non sono una sostenitrice del
trice del Manifesto, è entrata in l’intervento invece Paolo Flores sociali e di democrazia politica e del quale è un elemento mino- ruolo decisivo dell’opinione
aperta polemica con la linea del d’Arcais (che era in prima linea a nei paesi arabi, che l’Europa re la recente vetta di astensioni- pubblica, che è più sensibile ai
suo giornale, più morbido con il sfilare per la pace nel 2003). E sembra ignorare del tutto. E si smo raggiunta nelle elezioni problemi dell’onestà e della le-
Rais. Scriveva il 9 marzo: “Al Ma- Bersani detta la linea del sì al trattava anche di accogliere, da francesi di novembre. galità che alle priorità politiche e
nifesto non riesce di dire che la Li- Pd. parte della società civile e poli- È vero che l'opinione pubblica sociali in senso proprio. Le tv e i
bia di Gheddafi non è né una de- Rossanda, qual è la sua posi- tica, le domande di aiuto con de- è addormentata? governi che direttamente o indi-
Martedì 22 marzo 2011

“N
LIBIA SENZA RITORNO

on capisco per quale dopo Lampedusa, distruggono anche proseguito il governatore Lombardo –
Lombardo: “Palazzo Chigi motivo si debba l’economia che Trapani si è faticosamente questa azione dell’Italia mi sembra ben altro
utilizzare l’aeroporto di conquistata”. Lo ha detto il governatore che la realizzazione di una no fly zone. Poi
Trapani, chiudendolo all’uso civile. Lo scalo siciliano, Raffaele Lombardo, molto critico bisogna capire queste altre scelte. Un altro
spieghi perché Trapani, di Sigonella è sessanta volte più sicuro e nei confronti della chiusura dell’aeroporto pezzo di Sicilia, stavolta Trapani, sarà
dista pochissimo. Non discuto le scelte civile di Trapani Birgi che viene usato in penalizzato mentre c’è una base come
strategiche, ma mi dovrebbero spiegare queste ore come base militare per i caccia Sigonella che forse è la più sicura del
non Sigonella, per i caccia” qual è la motivazione. In questo modo, che partono per la Libia. “Innanzitutto – ha Mediterraneo”.

Via crucis Lampedusa


è allarme epidemia
Il governo chiede l’intervento della Ue
Ma è duello tra Alfano e Carroccio
di Giampiero Calapà Provincia di Agrigento. DI LORENZO Direttore di “Die Zeit”
In attesa di un ponte aereo più
entre Lampedusa vive imponente di quello dei giorni
“Quale esodo
M un concreto rischio di
epidemie nasce il
check-point Angelino, che
serve a non perdere potere ed
elettori in patria. Alfano, il mi-
passati, a Lampedusa l’unica
cosa che cambia è il numero dei
migranti, sempre di più. Il Cen-
tro di accoglienza, ha ormai su-
perato le 3000 presenze, gli al-
biblico! Italia
nistro della Giustizia, è nato a
poco più di 200 chilometri da
Lampedusa, oltre il Canale. Ad La propaganda
tri migranti sono in strutture di-
verse dell’isola, da spazi della
parrocchia al “parcheggio” del-
impreparata”
Agrigento, capoluogo di pro- del ministro siciliano la stazione marittima. Il gover-
vincia a cui l’isola fa capo. Ma la no chiede l’intervento dell’Eu- di Roberta Zunini ni di persone di liberarsi

da dichiarazioni come questa,


Lega rischiava di rubargli la
scena: con i volti del sottose-
gretario Sonia Viale e della se-
natrice Angela Maraventano,
vicesindaco lampedusano
“ Sull’isola
un check-point
ropa, oggi al Viminale Maroni
incontrerà gli amministratori
locali. Il governatore della To-
scana Enrico Rossi ha già dato la
disponibilità a farsi carico del
“L’ allarme qui è parso
eccessivo. Certo ci
sono stati più sbarchi del
solito a Lampedusa, ma
dai tiranni che le hanno
oppresse per decine di an-
ni e allo stesso tempo re-
spingere chi fugge dalla
miseria generata da quei
che risale al 16 marzo scorso, (che propose di abbandonare Charlie problema. Il ministero starebbe non si può parlare di eso- tiranni o dalla violenza dei
due giorni prima del voto deci- la provincia di Agrigento per studiando un piano per indivi- do come invece aveva so- mercenari pagati dagli
sivo in commissione: “Attento quella di Bergamo), appena in- Gli abitanti duare nelle varie Regioni luo- stenuto il vostro ministro stessi tiranni con i soldi
Gheddafi, la reazione militare è serite dal governo nel gruppo ghi per 40, 50 mila posti, “in dell’Interno, sottratti al po-
possibile”. di coordinamento politico del- saranno risarciti modo da mettersi al riparo da Roberto Maro- polo.
l’emergenza; e con i proclami qualunque emergenza nel bre- ni”. Così Gio- Perché secon-
NON SOLO. La Russa ha pure lanciati dal padanissimo Maro- per i danni ve-medio periodo”. L’ipotesi vanni di Loren- do lei, la Ger-
manifestato tutta la sua irritazio- ni, che ha anche annunciato: tendopoli sull’isola non è anco- zo, dal 2004 di- mania si è op-
ne per le accuse del Colonnello domani “sarò in Tunisia per fer- patiti ra accantonata, nonostante le rettore di Die posta alla
sul colonialismo: “Il coloniali-
smo è stato anche sopraffazione,
ma il nostro non non fu peggiore
di quello degli altri Paesi. Per tan-
ti versi aiutò le zone colonizzate.
mare le partenze” ed “è stato
deciso di inviare subito la nave
San Marco” a Lampedusa dal
porto di Augusta per mille dei
5400 migranti adesso sull’isola

un’isola di confine d’Italia e
d’Europa, ma è anche un pas-
saggio a livello tra due mondi e
proteste dei lampedusani.

L’UNCHR, l’alto commissa-


riato per i rifugiati dell’Onu, de-
nuncia che “i migranti sono co-
Zeit, settimana-
le tedesco (il
secondo gior-
nale più letto in
Germania, do-
creazione di
una no-fly zo-
ne, al contra-
rio della Fran-
cia e dell’In-
Gli italiani crearono ricchezza, (che conta in tutto sei mila abi- due civiltà. Da un lato c’è un stretti a dormire all’addiaccio, po il quotidia- ghilterra?
lasciarono case, strade e acque- tanti). mondo dove vi è libertà, demo- anche sul molo, in condizioni no Bild Zei- I tedeschi han-
dotti”. Di qui l’attacco di Calde- crazia e benessere, al di là di igienico sanitarie sempre più tung). no un rapporto
roli che ribalta l’impostazione COSÌ, ALFANO si è presen- quel passaggio a livello c’è in- critiche”. Da allarme rosso, Direttore, il traumatico con
del ministro postfascista: “No al tato alla conferenza stampa sul- vece un mondo dove non vi è conferma il sindaco Bernardino suo Paese durante la l’azione militare. Eravamo
neo-colonialismo. La Russa non la crisi libica accanto ai colleghi libertà e democrazia. Ecco per- De Rubeis, che ha chiesto una guerra dei Balcani as- in disaccordo con la guer-
è un ministro della Guerra”. Maroni e La Russa. Il bacino ché possiamo dire che oggi riunione straordinaria sull’isola sorbì circa 400 mila ra contro l’Iraq ed è tut-
Ma il fervore di La Russa, neofita elettorale agrigentino è troppo Lampedusa è il nuovo del Consiglio dei ministri. E il profughi, senza strepi- tora un argomento spino-
bellico del governo, è racchiuso importante per far transitare il check-point Charlie del nuovo presidente della Sicilia, Raffae- tare e chiedere aiuto al so e molto dibattuto il
in questa frase pronunciata ieri Carroccio in terra siciliana sen- tempo della Storia”. Un le Lombardo, accusa Palazzo resto d’Europa. L’Italia conflitto in Afghanistan.
mattina: “Ho dato disposizione za neppure affacciarsi verso la check-point Charlie, punto di pas- Chigi “di ritardi imperdonabili” ha fatto esattamente il L’argomento dell’inter-
di limitare le informazioni solo a folla. “Lampedusa”, ha assicura- saggio tra i leghisti e gli alfania- e denuncia “un rischio concre- contrario, chiedendo vento militare genera in
quelle autorizzate dai capi di sta- to Alfano, riceverà un “risarci- ni; infatti, oltre a Sonia Viale e to di epidemie” a Lampedusa, aiuti alla Ue ancor pri- Germania uno sbanda-
to maggiore che riferiscono a mento per i danni patiti”, anche Angela Maraventano nella “ca- “su cui non sento il governo da ma che i migranti arri- mento che invece non si
me, per evitare rischi alla nostra in termini di “immagine”. Poi si bina di regia” salva-isola non po- ben 48 ore”, (oggi vedrà Maro- vassero. registra quando il nostro
sicurezza. Non può esserci un è spinto, addirittura, in parago- teva mancare l’uomo del guar- ni). Mentre Save the Children, in- La Germania è al secondo Paese deve decidere per
‘tutta la guerra minuto per minu- ni storici impegnativi: “Lampe- dasigilli: il deputato Vincenzo voca il trasferimento immedia- posto in Europa per nu- esempio in merito al so-
to’”. Già. dusa non è semplicemente Fontana, già presidente della to dei 230 migranti minorenni. mero di rifugiati, ma ab- stegno economico dell’U-
biamo dovuto pagare un nione. Angela Merkel ha
prezzo molto alto per que- avallato senza tentenna-
sto. Abbiamo assistito ne- menti il pacchetto di mi-
gli anni ’90 a un innalza- sure economiche “salva
mento del livello di razzi- euro”. Questo senso del
smo e purtroppo ci sono dovere tedesco nei con-
di Stefano Citati stati atti di violenza inau- fronti dell’Europa unita,
dita nei confronti degli im- non c’è stato verso i libici
è RAID della coalizione. Secondo gli inglesi l’operazione mi- migrati. Per fortuna le co- che si oppongono a Ghed-
Terzo giorno di bombardamenti sugli obiettivi militari litare potrebbe portare anche a colpire il raìs (del re- se sono cambiate. Fatta dafi.
libici: la coalizione che sta portando avanti l’opera- sto già domenica, e non solo ieri notte, il compound questa premessa, va detto Può la Germania aspi-
zione “Odissey Dawn” ha lanciato nuove salve di mis- dove spesso trova rifugio il Colonnello è stato colpito che i tedeschi sono molto rare a un ruolo di lea-
sili da crociera contro le installazioni radar di difesa dai missili lanciati dalle navi alleate); gli americani han- bravi nell’organizzare e dership politica, oltre
aerea del regime per “accecarle” e rendere più age- no alla fine spiegato che lo scopo finale dell’attacco è nell’ottimizzare le risorse che economica, in Eu-
vole e sicuro il sorvolo del paese, così da garantire la di cacciare - facendo fuori? - il dittatore che da oltre e quindi sono riusciti ad ropa, mostrando un at-
“No fly zone” come da dettato Onu. Senza prima aver quaranta anni governa la Libia. accogliere i profughi. Per teggiamento reticente
fatto fuori i missili della contraerea non è sicuro pas- quanto riguarda l’atteggia- nei confronti della si-
sare alla seconda fase dell’intervento, ovvero il con- è ALLEANZE mento del vostro governo, tuazione libica?
trollo del territorio libico e dei movimenti militari del L’alleato più riluttante ieri sera si è confessato essere qui in Germania ci sono No, la Germania non può
nemico attraverso una piena supremazia aerea: ci po- Berlusconi, ricordando che Gheddafi ha fatto tanto alcune perplessità. limitarsi a dire, attraverso
trebbero volere giorni per ottenere questo primo per l’Italia: una specie di epitaffio per l’ex amico con- Cioè? il ministro degli Esteri We-
obiettivo della “coalizione dei volenterosi”, tenendo tro il quale il premier si è dovuto schierare contro- Ci sono stati più sbarchi sterwelle, di “non voler es-
presente che una parte dei missili terra-aria ancora a voglia. Ma la sua posizione riflette almeno in parte la del solito a Lampedusa ma sere risucchiata in una
disposizione del raìs sono lanciatori mobili che, pur varietà e la distanza della “coalizione dei volenterosi” non si può parlare di eso- guerra in Nordafrica”. Ciò
meno precisi, si possono spostare facilmente, sono che sembrano tenuti insieme dalla casualità del mo- do, come sostiene il vo- che accade oggi alle porte
rettamente la dirigono fanno di difficilmente individuare, e possono essere nascosti mento e dagli obiettivi (economici) post-bellici. L’om- stro governo. dell’Europa, non solo ci ri-
tutto per spostarla fuori dal ter- in zone abitati da civili. brello Nato che dovrebbe sostituire la guida “spon- Come giudica la politi- guarda da vicino in termi-
reno politico in senso proprio. tanea” presa all’inizio da Francia e Gran Bretagna non ca dei respingimenti? ni geografici ed economi-
Penso che una sinistra seria po- è OBIETTIVI decolla e sembra comunque non bastare alla Lega In questo frangente direi ci ma ci mette alla prova
trebbe risvegliare la parte più sa- Escluso fino a ieri dagli obiettivi della missione, e non Araba, anch’essa divisa tradizionalmente al suo inter- che è macabro, ancor più circa i valori con cui inten-
na, che esiste ancora, di una so- menzionato apertamente dalla risoluzione delle Na- no, tanto più in questi tempi di sollevamenti popolari: che cinico, incoraggiare il diamo realmente costrui-
cietà oggi avvilita. zioni Unite, Gheddafi è da ieri nel mirino delle forze un fronte interno più pericoloso di quello esterno. tentativo da parte di milio- re la società europea.
pagina 6

M
LIBIA SENZA RITORNO

igliaia di persone ai funerali del per le violenze contro i manifestanti è arrivata


Siria, migliaia manifestante antigovernativo dalla Francia, che ha esortato le autorità di
ucciso dalle forze di sicurezza a Damasco a liberare tutti coloro che sono finiti in
Daraa. Così ieri si è svegliata la Siria dopo la prigione per aver partecipato alle proteste dei
ai funerali del quinto protesta che domenica ha visto dare alle fiamme giorni scorsi. Le dimostrazioni contro il regime
il Palazzo di Giustizia e la polizia sparare sulla baathista al potere da circa mezzo secolo ieri si
folla. Si tratta della quinta vittima dall’inizio della sono allargate ad altre località nel Sud della Siria
manifestante ucciso rivolta, che risale a venerdì. Una dura condanna e in un sobborgo a Nord di Damasco.

MISSIONI ALTERNE
La comunità internazionale a due velocità:
l’umanità si invoca solo se serve
di Maurizio Cherici primo ministro, cugino del re. me si deve. Minacce impossibili, i base Usa, la rivolta l’ha fermato. tolati dai bombardieri. Forse 20,
Questa la democrazia da tutelare sovrani lo sanno. A cinque chilo- Mosca e Teheran contrari: fra le 40 mila morti. Fisk è tornato
entre l’Europa riposava con Hamad che promette la nuo- metri da piazza della Perla, par- accuse che sparge parlando al- quando l'assalto si è concluso ma

M nell’illusione che stabili-


tà facesse rima con auto-
crazia, non importa la ma-
no dura, non importano religio-
ne e ideologia, Obama sceglie di
va costituzione, ma la promette
dalle prima grida e ancora non
muove un dito. Se nelle strade si
muore, i bunker reali sembrano
calmi. Eppure l'inquietudine si
terre dei passeggi oggi cuore del-
la rivolta, la base Usa di Juffair fa la
guardia al via vai delle petroliere.
Ma non solo. È il centro che ha
coordinato la guerra in Iraq, mi-
l’infinito, c’é la cospirazione di
“forze esterne ostili”, e poi la ri-
torsione degli americani per la
parola mancata.
Sfogliando l’Economist, la Siria in
la vecchia Hama l’ha vista dalla
nuova Hama: proibito entrare,
hanno costruito un’altra città.
Chi sfida il figlio è consapevole
dell'intolleranza del regime, ma
appoggiare la protesta delle piaz- allarga. Monarchi sunniti, popo- gliaia di militari con famiglie, vita subbuglio aveva l’aria di un’ipo- la corruzione insopportabile ani-
ze egiziane quando Ben Alì scap- lazione al 70 per cento sciita. Il californiana lontana dai proble- tesi avventata. Repubblica eredi- ma il coraggio. Per il momento il
pa da Tunisi: “C’è qualcosa nel- sovrano ripete in tv che non tutti mi del Bahrein. Nei due porti mi- taria dalle dieci polizie governate “mondo libero” osserva immobi-
l’anima che pretende la libertà”, gli sciiti obbediscono alle parole litari galleggia la Quinta Flotta, da clan alawita che ha in mano le. Come osserva il Darfur: dopo
parole di Martin Luther King. Il d’ordine di Teheran, ma la verità portaerei della guerra irachena, ogni potere. Il Sadat figlio conti- 20 anni di una guerra dimentica-
presidente le ripete stanando l’i- é un’altra. L’Iran parla di “occu- oggi Awacs che vanno a spiare nua la politica cominciata da Sa- ta, 2 milioni di profughi tormen-
pocrisia delle cancellerie dagli pazione militare saudita” e fa ba- l’Afghanistan. Insomma, paese dad padre nel 1970. Governo lai- tati dai militari del Sudan scopre
inchini rispettosi. All’improvvi- lenare l'ipotesi di rispondere co- agitato per il momento control- co all’ombra della Mosca dei so- che la sabbia galleggia sul petro-
so si accorgono (sfogliando l’Eco- lato. viet, passato ad amicizie supplen- lio mentre il referendum lo rende
nomist) che il Dipartimento di Sta- Nello Yemen la situazione sta ti: Iran di Khomeini, ritratti che indipendente ma con troppi in-
to prevede rivoluzioni “immi-
nenti e probabili” in paesi consi-
Pronto scappando al presidente Ali Ab-
dalà Saleh. Governa dal 1978 sot-
ossessionavano Damasco; Vene-
zuela di Chavez ma anche aper-
teressi che opprimono una co-
munità organizzata per sopravvi-
derati pompe di petrolio o capi-
saldi strategici. Yemen al primo
intervento to l’ala americana e con l’aiuto di
Washington ha stroncato la rivol-
ture verso gli Stati Uniti di Obama
con una furbizia diplomatica ere-
vere, non per governare. Torna la
maledizione dell’oro nero. Che
posto, 85 per cento di probabi-
lità. Libia e Siria in seconda fila:
contro Gheddafi ta degli ufficiali marxisti che ave-
vano proclamato la repubblica di
ditata dal padre. Analisi di chi
guarda di fuori, ma la vita dentro
nello Zimbabwe è la maledizio-
ne dei diamanti di Mugabe al po-
65 per cento. Poi Bahrein, Ara- Aden. Voleva candidare il figlio è congelata dalla dittatura senza tere dal 1980, indifferente all’iso-
bia Saudita, in fondo spunta la Nessuno si alla successione, ma i morti in spiragli. E senza tenerezze. Qual- lamento internazionale, blocco
Giordania. Bengasi accende la piazza (ogni giorno il numero si che giorno prima del massacro economico che irride. Imbroglia
rivolta che trascina la guerra. Gli muove per il allarga) gli hanno fatto cambiare (1982) assieme a Robert Fisk le elezioni, assassina gli avversa-
ultimatum di Washington non idea. Tre generali e tanti militari ascoltavo ad Hama i Fratelli Mu- ri, reprime nel sangue le rivolte,
servono; partono aerei e navi per Darfur, il Bahrein gli voltano le spalle: la lezione sulmani. Erano furibondi con As- ma i diamanti gli allungano la vita.
dare una mano alla democrazia della Libia é arrivata qui. Stava sad padre. Siamo andati via in Nessuno paese civile si muove.
annegata nel petrolio. I nostri go- o lo Zimbabwe per firmare la concessione di una tempo. Gli incanti della città sgre- Fino a quando non si sa.
verni obbediscono, le opinioni
pubbliche si dividono: ormai si
combatte.
Bahrein e Yemen sono agitate
dalle stesse ribellioni ma le magre
indicazioni che arrivano da Wa-
Beni congelati, quindi nessun problema
shington riguardano i civili ame- FERMI 7 MILIARDI DI INVESTIMENTI DEL REGIME IN ITALIA. NUOVE SANZIONI IN VISTA PER LA COMPAGNIA DI STATO NOC
ricani: invito a lasciare lo Yemen
o a trasferirsi “provvisoriamen- di Giovanna Lantini getti alle restrizioni internazionali, an- cui versare i dividendi su conti correnti lio e del gas nel paese nordafricano. Sia
te” nella base Usa del Bahrein. drebbe poi aggiunta anche Quinta creati appositamente. Il che in alcuni gli esponenti libici che i vertici del grup-
Nessun intervento diretto; tutela econdo gli ultimi conteggi, ammon- Communications, società francese do- casi e a seconda dei punti di vista, può po italiano avevano ribadito una reci-
dell’integrità del regno affidata
alla piccola Nato organizzata con
Svalore
terebbe a quasi 7 miliardi il contro-
complessivo degli investimenti
ve la Libyan investment authority è
presente con il 10% circa accanto al fi-
essere un vantaggio. proca amicizia e confermato i contratti.
Tuttavia il tema di nuove sanzioni per
preveggenza in difesa del petro- libici in Italia, che sono stati congelati nanziere franco tunisino Tarak Ben PER ESEMPIO , chi come la Lega te- bloccare qualunque operazione econo-
lio, pozzi e traffico. Il 20 per cen- in linea con le ultime disposizioni Onu Ammar (68%) e alla Fininvest della fa- meva un eccesso di potere dei soci libici mica alla compagnia di Stato Noc (Na-
to dell’energia necessaria ai G20 e Ue. Poco più della metà è in Borsa, miglia Berlusconi che ne controlla il nella seconda banca italiana, Unicredit tional Oil Company) libica e alle sue
passa da lì. Il nome è Consiglio dove le partecipazioni 22% attraverso la appunto, in questa situazione può dor- partecipate e isolare economicamente
della Cooperazione del Golfo: riconducibili alla fami- lussemburghese mire sonni tranquilli. Tanto più che la il regime di Gheddafi è dietro l'angolo.
Emirati Arabi, Kuwait, Oman, Qa-
tar, naturalmente Bahrein, assie-
glia Gheddafi e al gover-
no del Paese nordafrica-
Il raìs diventa un Trefinance. Il con-
gelamento e la ste-
sterilizzazione ha efficacia anche sul vo-
to dell'uomo di Tripoli in cda, il vice-
“È una decisione che spetta ai governi.
Noi possiamo fare due cose: applicarle
me in armi (americane) sotto la
stessa bandiera impugnata dal gi-
no in Unicredit, Fin-
meccanica, Eni, Juven-
socio silenzioso. rilizzazione di quo-
te che, per quanto
presidente della banca, Omar Bengda-
ra. Un'incognita in meno, poi, per chi,
immediatamente con un certo rigore, e
fornire informazioni sulla produzione
gante saudita. Il quale ha delega
di intervenire con duemila uomi-
tus e Retelit sono state
congelate e i diritti di
Ma il rischio è la rilevanti, sono per
lo più di minoran-
come la strategica Finmeccanica, ha in
vista il rinnovo del consiglio di ammi-
in Libia a chi ce le chiede – ha detto ieri
un portavoce del Cane a sei Zampe a Sky
ni: assieme ai carri hanno attra- voto sterilizzati. Senza za, tuttavia non nistrazione. Ben diversa la situazione di Tg24 – ma è bene sapere che meno gas
versato il ponte che unisce l’isola contare le quote sotto il nazionalizzazione comporta partico- gruppi come il costruttore Impregilo, importiamo e più il gas costerà e questo
al regno amico per accamparsi 2% (non dichiarate) e lari complicazioni che in Libia aveva in corso tre contratti si abbatte sui consumatori finali”. Se-
lontani dalle piazze in subbuglio quelle in società non delle nostre per le società coin- da 1 miliardo in totale ora congelati in condo l'ex ad di Unicredit, Alessandro
dove si comincia a morire; tende quotate come la Triesti- volte. In pratica, in- attesa di un ritorno alla stabilità. Ancora Profumo, invece, “il vero problema per
e cannoni attorno alla residenza na Calcio e Banca Ubae. imprese fatti, queste ultime più problematica e delicata la situazio- chi opera in Libia è se gli asset delle im-
del sovrano Hamad bin Isa al Kha- Al computo degli in- si troveranno con ne dell'Eni, il principale operatore in- prese italiane presenti in quel Paese ve-
lifa dove si è trasferito anche il trecci italo-libici sog- a Tripoli un socio silenzioso ternazionale nell'estrazione del petro- nissero congelati e nazionalizzati”.
Martedì 22 marzo 2011

D
LIBIA SENZA RITORNO

opo la carneficina di manifestanti (di cui fa parte lo stesso Saleh) ha minacciosamente


Yemen: militari, capi compiuta dai cecchini del regime invitato Saleh, al potere da 32 anni, a “scegliere una
venerdì scorso a Sana’a (almeno 52 uscita di scena con onore”, per “evitare uno
morti e oltre 200 feriti), capi tribù, ambasciatori, spargimento di sangue”. Il generale Ali Mohsen
tribù e ambasciatori alti funzionari e decine di ufficiali dell’esercito al-Ahmar, comandante dell’esercito nell’Est del
abbandonano la nave del presidente Ali Abdullah Paese, invece ha annunciato pubblicamente il suo
Saleh, ma lui dice: “Resisto”. Lo sheikh Sadek sostegno “ai giovani che protestano a Piazza
girano le spalle a Saleh al-Ahmar, capo della confederazione tribale Hashed dell’Università a Sana’a”.

Benvenuto Colonnello (e figli)


Dieci anni di baci e abbracci (ANSA E LAPRESSE)

La solita Italietta
1. Gianni Alemanno
11.06.2009
2. Mara Carfagna 12.06.2009
3. Romano Prodi 27.04.2004
4. Luca Zaia 10.06.2009
5. Giorgio Napolitano
10.06.2009

col Dna traditore


6. Silvio Berlusconi
28.10.2002 a Roma
30.08.2008 a Bengasi
7. Giuliano Urbani 24.09.2002
8. Luciano Moggi 25.07.2002
9. Silvio Berlusconi
29.10.2010 a Bruxelles
10. Franco Frattini 29.08.2010
11. Massimo D’Alema BOMBE SULL’“AMICO LIBICO”
24.09.2002
IN LINEA CON LA STORIA
di Angelo D’Orsi lonnello libico, il devoto bacia- ca di un buon ingaggio nella coa- dimensione di patriottismo au-
mano, gli abbracci e l’insistenza lizione anti-austriaca. La cosa eb- tentico, civico, non nazionalisti-
o sconcertante voltafaccia sull’amicizia dei due popoli e dei be poi esito, e fu l’Intervento ita-

L
co, né imperialistico. Fu la rina-
del governo italiano verso due leader. In pochi giorni, dopo liano. Dei tanti entusiasti lauda- scita di una patria, negletta e vi-
quello che è tuttora il legit- qualche balbettio, il governo e il tores di quella scelta bellicistica, lipesa, e diventata strumento mi-
timo governo in carica in Li- suo capo aderivano alla linea del- nessuno si preoccupò degli al- litare nelle mani del dittatore e
bia, il “tradimento” personale di l’attacco militare, anche se non leati, che venivano traditi, anzi, delle cricche dirigenti intorno a
Silvio nei confronti di colui che chiamato con il suo nome, ma nessuno se ne ricordò. lui.
fino a pochi giorni or sono non si con le solite metafore edulco-
intendeva “disturbare”, il caro ranti. Che pena. LO STESSO ACCADDE , co- QUALCHE ANNO dopo, nel
amico Gheddafi, ha lasciato di Ciò detto, è difficile contenere il me è noto, nel 1943: il 25 luglio, 1949, l’Italia di De Gasperi, so-
stucco larga parte non solo del- desiderio di collocare questo “la guerra continua”, dichiarava spinta dal suo ministro degli Este-
l’opinione pubblica nazionale, brusco voltafaccia, che ha aspet- il Maresciallo Badoglio, al fianco ri, Sforza, entrò nel Patto Atlanti-
ma delle stesse diplomazie inter- ti tragicomici, in una serie stori- dell’alleato germanico; ma l’8 co, alleandosi con quegli angloa-
nazionali. E, di sottecchi, molti ca inquietante: senza risalire settembre, ecco il salto della qua- mericani di cui si era detto peste e
hanno riso dell’Italietta pronta a troppo indietro nel tempo, la glia, quando ormai i tedeschi ave- corna fino a poco prima: gli ame-
cambiar linea di politica estera Prima guerra mondiale figura vano invaso il Paese, giustamen- ricani erano diffidenti, resi tali
ad ogni stormir di fronda. Non ce nella nostra vicenda nazionale te diffidenti verso gli italiani. proprio dalla tendenza al tradi-
ne si può dolere più di tanto, trat- come la madre di tutti i tradimen- Che, dissolto l’esercito, potero- mento, o al cambio di casacca dei
tandosi di un Paese non solo am- ti o, comunque, di tutti i bruschi no dare poco alla causa di libe- “macaroni”. Mezzo secolo più
piamente squalificato nel con- revirement dei governanti italia- razione nazionale, se non fosse tardi, l’Italia, allora guidata da
sesso mondiale, ma di un Paese il ni. Stretta, da decenni, in un pat- stato per i renitenti e disertori di- D’Alema, dando prova di una im-
cui governo suscita ilarità nelle to che pareva solidissimo con venuti partigiani: e toccò a loro, provvisa “fedeltà” alla Nato, di
capitali del mondo. Anche in l’Austria e la Germania, l’Italia ai “ribelli” o “banditen”, salvare colpo bombardava massiccia-
una nazione dalla memoria cor- del 1914, davanti allo scoppio quel che rimaneva della dignità mente la Jugoslavia, o quel che ne
ta, è difficile dimenticare l’entu- delle ostilità, mentre dichiarava di un Paese. E dire che quando restava: Paese con cui avevamo
siasmo berlusconiano, davanti la propria neutralità, tramava se- era entrato in guerra, nel giugno eccellenti relazioni economiche,
alle grottesche esibizioni del co- gretamente con i nemici, in cer- ’40, accanto ai tedeschi guidati culturali, turistiche. Aerei italiani
distruggevano in poche ore, ad
esempio, la Zastava, la più impor-

di Stefano Citati
Alla vigilia della tante fabbrica di automobili di
tutta l’Europa orientale, costruita
I perché delle strategie Prima guerra da ingegneri del Politecnico di
Torino e da maestranze qualifica-
a doppio senso mondiale, alleata te della Fiat… E, ora, a cento anni
dall’“impresa di Libia”, eccoci ri-
tornare su quelle terre, di nuovo a
con Austria e giocare alla guerra.
COME MAI LA COMUNITÀ INTERNAZIONALE “ALLEATI”? direttamente (e fisicamente) nel conflitto Da Metternich a Bonaparte, da Bi-
SI È MOSSA SOLO ALL’ULTIMO MOMENTO La Francia è corsa all’intervento per accrescerebbe la tensione anti-americana Germania, smarck a Eisenhower, la nostra fa-
UTILE E IN ORDINE SPARSO? ottenere la leadership europea (e come nell’area come ai tempi di Bush. Insomma, un ma di arlecchini pronti a servire
Più che la “coalizione dei volenterosi” quella alternativa all’America), e Sarkozy ha rischio più che un’occasione. tramava con i due (o più) padroni, insomma ce
che sta attaccando la Libia pare essere ottenuto visibilità internazionale (grande la siamo conquistata sul campo. Il
l’“armata dei ritrosi” tra distinguo, eccezioni orgoglio per lo sventolio di bandiere francesi PERCHÉ L’ITALIA È IL PAESE CHE RISCHIA DI nemici tradimento, il doppio gioco, l’op-
e impegno parziale: solo due settimane fa a Bengasi, da dove il filosofo Henry Lévy PIÙ E RISCHIA ANCHE DI GUADAGNARCI DI portunismo sono dunque nel no-
pareva che soltanto con una piccola spinta il sarebbe tornato di recente e avrebbe MENO? stro Dna? O forse costituiscono
raìs sarebbe stato fatto sloggiare (seppur convinto il presidente francese della bontà È sul fronte di guerra, sotto il ricatto di una da Adolf Hitler, quel Paese aveva un elemento forte dell’identità
con le cattive), ma sembrava mancare la dell’intervento) e buone prospettive per gli risposta militare o terroristica del raìs. Non scordato, stranamente, le ingiu- delle nostre classi dirigenti: auto-
motivazione fondamentale: un documento affari post-bellici ha una posizione di favore rispetto a un rie rifilate ai “crucchi” nel biografia non della nazione, ma di
ufficiale che permettesse di agire, ovvero una nuovo governo post-Gheddafi che potrebbe 1914-18, e si era inneggiata all’in- un ceto politico che nel corso dei
risoluzione che togliesse i dubbi su un’azione PERCHÉ GLI USA MANTENGONO UN PROFILO prendere il potere a Tripoli. crollabile amicizia dei due popo- decenni, appare dominato da
senza la “copertura” (o ombrello) super COSÌ BASSO? li, che ora si trovavano uniti nella miopia, improvvisazione, cini-
partes, quello delle Nazioni Unite (scotta Per Obama, premio Nobel per la Pace 2009, QUALE È LA STRATEGIA DI GHEDDAFI? catastrofe, ma l’Italia, a differen- smo d’accatto, pronto a saltare
forse il precedente dell’Iraq con gli Usa aprire un terzo fronte (dopo Iraq e In questo momento resistere, stringere le za della Germania, ne usciva a te- sul carro di colui che si suppone
all’attacco senza aspettare l’Onu). Afghanistan) non è considerato strategico file dei suoi sostenitori, prender tempo e sta alta proprio grazie a chi si era possa vincere la partita. Ma le du-
(anche sul fronte interno) e non si vuole approfittare delle crepe che si aprono nella gettato coraggiosamente nel fuo- re repliche della storia presto o
PERCHÉ I FRANCESI SI SONO MOSSI PER esporre troppo con il mondo arabo con il coalizione: con questo ritmo il tempo gioca a co della lotta. tardi arrivano anche per i furbetti
PRIMI, SORPRENDENDO QUASI GLI quale cerca il dialogo; inoltre entrare suo favore. Morte della Patria, dunque, l’8 di Montecitorio o di Palazzo Chi-
settembre? No, quel tradimento gi. Non c’è da rallegrarsene: i con-
fu un riscatto e un ricupero di una ti li paga sempre il Paese.
pagina 8 Martedì 22 marzo 2011

AD PERSONAM

LE “CENE ELEGANTI”
Baci tra donne
e manette per B.
Le foto delle serate bunga-bunga
ad Arcore scattate dalle ragazze
lcune delle ragazze anche le foto trovate nei pc o

“A che facevano lo spo-


gliarello e che erano
poi nude si avvicina-
vano al presidente, che gli toc-
cava il seno o le parti intime o
nelle memorie dei telefonini
sotto sequestro il 14 gennaio,
smentiscono sia Berlusconi
che le sue ospiti a pagamento.
Come anticipato nelle setti-
il sedere”. “Era un puttanaio”. mane scorse dal Fatto, le foto
Sono un paio delle intercetta- di Barbara Guerra, pubblicate
zioni più note del Ruby gate. dall'Unità, sono state trovate
Fin qui, qualcuno poteva dire, nel suo iPhone. La conferma
“solo” parole intercettate. che siano state scattate ad Ar-
Ora, però, si possono vedere core è nella memoria elettro-
anche alcune foto, non di Ber- nica che fissa data e ora degli
lusconi, ma di arcorine men- scatti.
tre si trovavano nella villa del Ed ecco che vediamo la ragaz-
premier. Fra loro, una delle za travestita da poliziotta che
più gettonate, Barbara Guer- gioca con un paio di manette,
ra. E anche se il premier con- a conferma di alcune testimo-
tinuerà a ripetere che le cene a nianze. C'è anche la foto di ra-
villa San Martino erano “inno- gazze che si baciano. Delle
centi”, anche se diverse “papi scene saffiche, a quanto pare
girl” hanno raccontato agli av- una delle passioni del pre-
vocati Niccolò Ghedini e Pie- mier, ne avevano parlato an-
ro Longo la storia di serate a che Maria Makdoum, la danza-
base di “karaoke e Sanbittèr”, trice del ventre che ha descrit-
non solo le intercettazioni, ma to il bunga bunga.

Gli scatti delle serate


In alto: dal cellulare di Barbara Guerra. Il bacio

LE TRUPPE del premier escluso comunque dalla saffico risale al 24 ottobre 2010; sotto a sinistra
un’immagine estratta dalla De Vivo; accanto

diritte alla “prescrizione” prescrizione abbreviata. Ci


sarà battaglia, anche se i nu-
meri parlano chiaro; il Pdl
un’altra immagine della Guerra; sotto altro bacio tra
donne. L’ultima è Lele Mora e un suo amico a luglio

a guerra non distrae gli uomini del Ca- avrà la meglio. In commissione l’esame de-
Lprocessi.
valiere che tentano di salvarlo dai suoi gli emendamenti terminerà al massimo
Oggi entra nel vivo il processo giovedì, visto che il provvedimento sarà già
breve dopo che ieri sono stati presentati lunedì all’esame dell’aula. A parere di Pa-
una trentina di subemendamenti da parte niz, il processo breve potrà diventare legge
del Pd con l’idea di contrastare, soprattut- entro la metà di aprile, più o meno quando
to, la norma “ad personam” della prescri- la Camera sarà chiamata a votare per il con-
zione breve: “Con questa legge – ha tuo- flitto d’attribuzione sollevato dal Pdl sul
nato Donatella Ferranti del Pd – finisce la processo Ruby. Svela Paniz: “Mercoledì
lotta alla corruzione”. Se, infatti, il Pdl – gra- mattina la Giunta per le autorizzazioni darà
zie a Maurizio Paniz, uno degli avvocati in il suo parere, dopodiché l’Ufficio di presi-
auge nell’entourage del Caimano – sostie- denza della Camera non potrà fare altro che
ne di aver voluto premiare gli incensurati mandare in aula la questione per il voto;
(presentando un emendamento che abbat- Fini non si opporrà”. Dall’aula il Pdl mira ad
te i tempi della prescrizione solo per ultra- ottenere un voto plebiscitario che porterà
sessantacinquenni incensurati, in pratica la questione davanti alla Corte costituzio-
disegnato addosso a Berlusconi), il Pd ri- nale: “In sei, otto mesi – ragiona sempre
sponde proponendo una norma che stabi- Paniz – potremo avere un verdetto”. Nel
lisce che non tutti gli incensurati sono caso in cui la Corte dovesse dare ragione al
uguali; chi si è macchiato di reati quali la Cavaliere, il processo Ruby sarebbe sostan-
corruzione e la concussione deve essere zialmente azzerato. Sara Nicoli

MAROCCO Lo rivela un sito arabo

Indagine sull’impiegata del paese di Ruby


di Lorenzo Galeazzi ni. “Mi dicono che una certa El Mahroug, attesa di ulteriori sviluppi delle indagini. se l'accusa che le viene mossa non è aver vicenda, almeno fino a quando non si co-
e Vittorio Malagutti nata nel 1992 a Fkih, vorrebbe modificare Queste le notizie, poche e frammentarie, rilasciato un'intervista, ma avere trafugato nosceranno con precisione le accuse rivol-
la sua data di nascita al 1990”, racconta raccolte dall'agenzia araba. un atto dall'anagrafe comunale. Il giornale te a Fatima. Resta un dato di fatto difficile

Lsitoaindinotizia arriva dal Marocco domenica


tarda serata. A rilanciarla è Elaph,
informazione panarabo di proprietà
Fatima. Quanto basta per risultare mag-
giorenne ai tempi delle sue frequentazioni
con il premier scagionandolo così dall'ac-
“Il Fatto” ha appreso da proprie fonti sul
posto che Abdel Qader Hedewi sarebbe un
avvocato di Fkih. E che proprio da una sua
non può ovviamente rivelare come sia en-
trato in possesso di quelle carte. Però può
affermare che Fatima non ha consegnato
da negare. E sono le pressioni fortissime a
cui la donna è sottoposta da quando ha
scelto di rendere pubblico il suo racconto.
saudita con base a Riad e Londra. Secondo cusa di prostituzione minorile. denuncia sarebbe partita l'indagine nei ai suoi cronisti alcun tipo di documento. Una testimone, l’unica, intimidita e sotto
l'agenzia, le autorità maghrebine avrebbe- A Fatima viene offerta un'ingente somma confronti di Fatima. A quanto si apprende, Difficile esprimere una valutazione sulla accusa.
ro aperto un'inchiesta per “sottrazione di di denaro, “talmente alta che per un mo- la dipendente da lunedì
documento d'anagrafe autentico” contro mento ho pensato di accettare”, rivela. Ma scorso non si rechereb-
una funzionaria del comune di Fkih Ben
Salah, paese natale di Karima “Ruby” El
alla fine, spaventata dalle conseguenze le-
gali, rifiuta di mettere le mani ai documenti
be più al lavoro. Ufficial-
mente è in malattia, ma
Denunciò al
Mahroug. L'indagine riguarda “Fatima”, la
donna che, sotto promessa dell'anonima-
della sua concittadina così famosa in Italia.
Ma ora, a quanto pare, Fatima è nei guai.
le stesse fonti rivelano
che, una volta pubbli-
Fatto il tentativo
di Caterina Perniconi
to, giovedì 10 marzo racconta al “Fatto
Quotidiano” di aver subito un malcelato
L'agenzia Elaph cita Abdel Qader Hedewi,
dell'Associazione marocchina per i diritti
cata la sua testimo-
nianza filmata sul sito
di falsificare l’età CAMERA L’aula di Montecitorio ha ospitato il concerto
tentativo di corruzione. La storia è nota: il 7 umani, che riporta quanto riferitogli da un del giornale, le autorità
febbraio viene avvicinata da due italiani funzionario amministrativo: Fatima sareb- marocchine avrebbero di Karima: per lei di Riccardo Muti per i 150 anni dell’Unità d’Italia. I
deputati sono convocati in assemblea mercoledì alle
che le chiedono di cambiare il certificato di be sotto indagine per aver sottratto l'e- dato il via a delle inda- 10.30.
nascita di Karima El Mahroug. Proprio lei, stratto di nascita di Karima-Ruby dall'ana- gini al tappeto per indi- un’inchiesta
Ruby Rubacuori, la protagonista delle notti grafe cittadina, lo stesso documento pub- viduare chi avesse par- SENATO Nonostante fosse lunedì anche l’assemblea di
bollenti di Arcore che, secondo le indagini, blicato in prima pagina dal nostro giornale. lato con gli inviati del per “sottrazione Palazzo Madama non si è riunita. Prossimo
ancora minorenne avrebbe avuto rapporti L’impiegata, riferiscono sempre le fonti “Fatto”. A quanto pare appuntamento questo pomeriggio alle 16.30.
sessuali a pagamento con Silvio Berlusco- maghrebine, sarebbe in ferie obbligate in è stata scoperta, anche di documento”
Martedì 22 marzo 2011 pagina 9

CONFLITTI

APPLAUSI PER L’IMPUTATO


A Palazzo di Giustizia c’è chi inneggia a Berlusconi
Un giovane al gazebo del Pdl: “Prendo 20 euro”
di Antonella Mascali penale. Si fa un processo per
fatti vecchi di vent’anni e in
l corridoio dell’aula 6

I
giro ci sono ancora gli assas- kLibia, tutta colpa
del Tribunale di Milano sini di Yara”. di Obama e Sarkozy,
trasformato in una mez- L’udienza ieri comunque si è Onu e progressisti.
za manifestazione anti celebrata. Il presidente del E Berlusconi? Omissis
magistrati e alla presenza di Consiglio, che aveva prean-
un sottosegretario alle infra- nunciato la sua presenza, ha
strutture, il senatore Mario
Mantovani, coordinatore
inviato una lettera per dire
che era impegnato nel Con-
Ferrara inaugura il quiz:
lombardo del Pdl che parla
di “giustizia politica”.
siglio dei ministri sulla Libia,
ma che non opponeva un le-
“La parola mancante”
Una cinquantina di donne e gittimo impedimento. Da-
uomini, con le facce che ri- vanti ai giudici ha testimo- ALLA SESTA PUNTATA, nel tentativo di arginare la fuga di
cordano il pubblico delle niato Gabriella Chersicla, telespettatori, “Qui Radio Londra” cambia formato e diventa un
trasmissioni pomeridiane a consulente della procura. Ha quiz della serie “La parola mancante”. Un gioco di società
Mediaset, si agitano, alzano ripercorso il complesso giro appassionante. Ferrara parte bene (anche gli orologi fermi, due
la voce, gridano “Bravo, bra- dei soldi, 600 mila dollari, volte al giorno, segnano l’ora esatta). Dice di sperare che questa
vooooo”, applaudono Nic- che sono finiti a Mills – se- guerra alla Libia finisca “bene e presto”, ma osserva che è
colò Ghedini. Per proprietà condo l’accusa – per aver iniziata “male e tardi”. Aggiunge che, al principio della crisi libica,
transitiva: “Lo applaudiamo mentito o essere stato reti- “bisognava subito intimidire e indebolire Gheddafi, minacciando
perché è l’avvocato di Ber- cente ai processi Fininve- l’uso della forza in caso di repressione della rivolta; oppure dire
lusconi, il nostro presiden- st-Gdf nel novembre ‘97 e All immediatamente che l’Occidente non avrebbe interferito negli
te”, dice una signora dai ca- Iberian nel gennaio ‘98. affari interni libici, indebolendo la rivolta. Invece gli occidentali
pelli platino. Tutti loro ieri Applausi dentro (e fuori) dal Palazzo di Giustizia per Berlusconi (FOTO EMBLEMA) non han fatto né l’una né l’altra cosa”. Poi, finalmente, fa i nomi
mattina si sono presentati al- È STATO LO stesso Mills, di qualche responsabile: “Il Pentagono”, cioè l’Amministrazione
l’udienza del processo Mills
(Berlusconi è imputato di
Il premier non A distanza di pochi metri un
signore anziano se la prende
con una lettera al suo fisca-
lista, a dire che quel denaro
Obama, mai così esitante; e il piccolo Napoleone, “Sarkozy,
l’iperpresidente, l’attivista sconsiderato” che in Medio Oriente
corruzione in atti giudiziari
perché avrebbe corrotto il
si è presentato con il procuratore aggiunto
Ilda Boccassini: “La denun-
lo ha ricevuto per aver “evi-
tato a mister B un mare di
non ne ha azzeccata una e ora cerca il rilancio. Tutto perfetto, o
quasi: è come se mancasse qualcosa, anzi qualcuno. Indovinate
testimone David Mills) “per
esprimere solidarietà a Sil-
al processo Mills cerei per malversazioni”. Ve-
ramente il pm del processo
guai”. E quando il pm De Pa-
squale dice che mister B è
chi? Ma naturalmente Silvio Berlusconi, che paga tre stipendi a
Ferrara e ora lo manda ogni sera in tv tramite l’apposito Masi.
vio Berlusconi ingiustamen- Mills è Fabio De Pasquale, Berlusconi, Ghedini si inal-
te processato”, dicono in De Pasquale: ma non importa. Mills, Ruby bera: non può affermarlo.
Quello che all’inizio doveva “intimidire e indebolire Gheddafi”, e
invece diceva “non lo chiamo per non disturbarlo” durante la
coro. gate, Mediaset-diritti tv, per “Potrebbe essere chiunque”. repressione, avendolo baciato e abbracciato fino al giorno
“Non basta questo gruppetto di suppor- La presidente, Francesca Vi- prima. Quello che mandava avanti Frattini a dire che “Gheddafi è
MA CHI LI HA mandati al ter del premier, tutti i pro- tale, redarguisce accusa e di- un esempio per il Nordafrica”. Quello che invocava “stabilità”,
Palazzo di Giustizia? “Nessu- un solo giorno cessi sono un complotto. fesa: “Capisco i ruoli, ma è cioè tra i ribelli e il regime sceglieva il regime, salvo poi cambiare
no”, giura una delle signore molto frustrante per il Tribu- idea dalla sera alla mattina. Ma di lui Ferrara,
più agguerrite, “Siamo venu- a settimana” E TUTTE LE intercettazio- nale apparire come spettato- comprensibilmente, non parla. Preferisce prendersela con l’Onu
ti spontaneamente”. Tanto ni delle arcorine? “False”, af- re”. Poi uno scambio di bat- che “ci limita” e ci impedisce di “fare fuori il regime di Gheddafi”.
spontaneamente da presen- questa presenza in Tribuna- ferma una signora che non tute fra giudice e pm. De Pa- E con i “progressisti” e i “liberal” che, con l’“invenzione
tarsi ciascuno con un fiocco le? perde occasione per giusti- squale, preoccupato della ipocrita” e la “maschera ideologica” della “guerra umanitaria”,
azzurro appuntato al bavero “No”, “No”, “Assolutamente ficare Berlusconi: “Ognuno a prescrizione (13 gennaio impacciano le mani agli eserciti. Tanto per cambiare è colpa della
delle giacche con uno spillo no” è la risposta unanime. casa sua fa quello che vuole. 2012) osserva che non si può solita sinistra, che riesce a far danni anche se non governa né a
dalla capocchia colorata. Ma dalla bocca di uno dei po- Dicono che Ruby era mino- fare questo processo solo un Roma, né a Parigi, né a Londra né a Berlino. E l’Italia di B.? “Dice
“Azzurro come Forza Italia, chissimi ragazzi pro Berlu- renne? Il presidente non po- giorno della settimana: “Non giustamente: o il comando passa alla Nato o nega le sue basi”.
come libertà”, spiega un si- sconi viene fuori un’altra sto- teva certo chiedere il docu- è scritto nel codice che si Giustamente? È il solito vecchio “armiamoci e partite”. Infatti, se
gnore, che chiarisce: “Noi ria. Giubbetto nero con il mento...”. può processare Silvio Berlu- governasse Prodi e dicesse una scemenza del genere per non
tutti i giorni stiamo al gazebo cappuccio, scarpe da ginna- Il sottosegretario Mantova- sconi solo il lunedì”. Replica scontentare la sinistra radicale e pacifista, i Ferrara e i Pompieri
davanti al tribunale (quello stica di una nota marca te- no, con tanto di fiocco az- di Vitale: “Non possiamo della Sera strillerebbero contro l’inaffidabilità del centrosinistra,
del Pdl che raccoglie firme in desca, a un suo coetaneo, zurro anche lui, si fa vedere cambiare la strada che abbia- che ha due politiche estere. Invece governa B., che di politiche
sostegno di B., ndr) e venerdì studente di Giurisprudenza, pure in aula. Abbraccia il col- mo già intrapreso. Non è ra- estere ne ha addirittura tre: quella di B. amico di Gheddafi,
scorso abbiamo deciso di che gli chiedeva se prendeva lega senatore Piero Longo, gionevole andare oltre il lu- quella di B. nemico di Gheddafi, e quella della Lega. E allora è
presentarci qui perché que- soldi, gli risponde: “20 euro ieri nelle vesti di avvocato nedì”. colpa di Obama e Sarkozy che non fanno “presto e bene” e
sto processo è ingiusto”. al giorno per stare al gazebo del presidente del Consiglio, Prossima udienza soltanto dunque non assicurano “pace e stabilità” alla Libia. Bush impiegò
Alcuni cronisti azzardano la dal lunedì al venerdì. Sono e in corridoio lancia il siluro: tra un mese e mezzo: il 9 10 anni per fare tardi e male e portare guerra e instabilità
domanda che tutti hanno in disoccupato, a me della po- “Ritengo che questa sia più maggio, con il controesame all’Afghanistan e all’Iraq. Infatti, Ferrara lo rimpiange.
testa: qualcuno di voi è pa- litica non me ne frega nien- una aggressione al premier della consulente dell’accu- m.trav.
gato per stare al gazebo, per te...”. che un esercizio dell’azione sa.

LOTTE FRATRICIDE

TRANFAGLIA LASCIA L’IDV: “QUESTIONE MORALE”. DI PIETRO: “MI HA RICATTATO”


di Luca De Carolis l’Italia dei Valori, da mesi in costan- sidente del partito (Di Pietro, ndr), personaggi come Scilipoti e De Gre- anni, dopo tutto quello che ho fatto,
te ebollizione. d’accordo con lei, aveva deciso di gorio. Ho conosciuto bene il partito mi faccio ricattare da Tranfaglia”.
Il professore, interpellato dal Fatto,
Dstoiscutevano di scuole di forma-
zione e linea culturale, ma pre-
potrebbero scontrarsi in tribu-
Tranfaglia, 72 anni, professore
emerito di Storia dell’Europa e del
giornalismo presso l’università di
sospendere a tempo indetermina-
to il mio esiguo rimborso spese per
improvvise difficoltà economiche.
fondato da Di Pietro e ho dovuto
constatare che, pur avendo al suo
interno sinceri riformatori, è rima-
nega: “Non ho mai fatto ricatti a nes-
suno, Di Pietro si è inventato questa
nale, divisi da un presunto ricatto. Torino, ex deputato dei Comunisti Ho chiesto a Di Pietro le ragioni e sto un partito personale e familia- storia di sana pianta. Conservo tutti
Non poteva finire peggio, il rap- Italiani, era il responsabile per la lui mi ha detto testualmente: ‘È le- re”. Chiosa con aneddoto: “L’ultimo i miei messaggi, che sono a com-
porto tra Antonio Di Pietro e lo Cultura, l’Istruzione gittimo ma devo decidere’. Nel me- colloquio con Di Pietro è stato quasi pleta disposizione di chiunque. So-
storico Nicola Tranfaglia. e la Ricerca del- se successivo non mi ha detto più grottesco: gli volevo spiegare la no sconvolto dall’atteggiamento di
L’ennesimo fuoriuscito dal- l’Idv. Incarico nulla”. strategia culturale che immaginavo quello che ritenevo il maggio op-
che l’aveva per il partito, ma lui mi ha interrot- positore di Berlusconi”.
portato a crea- COSÌ LAMENTA Tranfaglia, che to, dicendomi che non era il caso di Ma in una nota l’Idv ribadisce le ac-
re le scuole di assicura: “La questione economica discuterne, perché quella non era cuse e annuncia: “Ci troviamo, con
formazione è secondaria rispetto alla mia scelta una priorità e che a proposito di dispiacere, costretti a tutelarci, ri-
del partito, perché, oltre all’umiliazione di non strategie non aveva nulla da impa- correndo a vie legali. Spiace con-
“di grande aver ricevuto una risposta, pochi rare, essendo l’unico assieme a Bos- statare che anche persone per bene
successo” co- giorni fa ho ricevuto una mail da si che aveva fondato un partito”. e con un passato importante pro-
me rivendica il Mura che mi liquidava così: “Rima- Attaccato frontalmente, Di Pietro cedano a tentativi di intimidazione.
professore. Ma ne inteso che la collaborazione con replica accusando lo storico di un Nicola Tranfaglia collaborava con
un paio di giorni fa il partito è da intendersi definitiva- tentato ricatto. L’ex pm ha raccon- l’Italia dei Valori ed emetteva fattura
Tranfaglia ha lasciato il mente risolta”. Il professore, appro- tato la sua verità a Radio24: “Ho in regolare, ricevendo il giusto e con-
partito, tra abbondanti recrimina- dato all’Idv tre anni fa (candidato questo telefono un sms del buon cordato compenso. La collabora-
zioni. Sostiene di essere stato sca- alle Europee nel 1999, non venne Tranfaglia, a cui voglio bene e rin- zione è cessata perché Tranfaglia
ricato, senza preavviso. “Come un eletto), trabocca amarezza. E lancia novo stima e affetto. Fino all’altro pretendeva un futuro politico e pro-
fulmine a ciel sereno – scrive lo sto- stilettate: “L’unica consolazione è ieri mi diceva: ‘Senti, rinnovami il fessionale che non potevamo garan-
rico in una lunga lettera – poco più che non sono il primo né l’unico ad contratto, perché se non me lo rin- tirgli. Per questo ha forzato la mano
di un mese fa la tesoriera del par- aver avuto un trattamento discuti- novi faccio un articolo in cui dico con un tentativo di intimidazione
Nella foto grande, Antonio Di Pietro, tito, Silvana Mura, è venuta nel mio bile da Di Pietro, come dimostrano i male di te’. Quando si scade al ten- formulato addirittura anche per
a fianco, Nicola Tranfaglia studio e, senza nessuna spiegazio- casi di Elio Veltri e Giulietto Chiesa. tativo di ricatto, non si scende a iscritto, al quale non potevamo né
(FOTO LA PRESSE) ne, mi ha comunicato che il pre- Ora mi è chiaro perché lui ha scelto compromessi. Pensa un po’ se a 60 possiamo cedere”.
pagina 10 Martedì 22 marzo 2011

CRONACHE

Orfeo
LA GIOVENTÙ NON È PER I DISABILI lascia la
direzione
GIOCHI NEGATI AI BAMBINI del Tg2
Giovedì il
Mancano i soldi per l’assistenza alle gare sportive successore
di Chiara Paolin Vicenza, si disputavano le finali competizione da classi con atleti disegno di legge per rilanciare la natore, “ma per i disabili sarebbe ario Orfeo lascia la

a squadra integrata con


della corsa campestre per i Gio- disabili, la soluzione più ovvia è manifestazione vincolandola alla ancora peggio” ribatte la Zuc-
chet. Che aggiunge: "Chi ha un
M direzione del Tg2
che assunse nel luglio

“L
chi della Gioventù edizione limitare la partecipazione a chi prestazione scolastica: secondo
due studenti diversa- 2010-11, ma i ragazzi con disabi- non ha problemi”. la proposta, ora allo studio nella handicap dell’apprendimento 2009 con un voto una-
mente abili e altrettanti lità sono rimasti a casa. Mancava- A maggio si terranno a Roma le commissione per l’Istruzione al troverebbe nuovi ostacoli nel vi- nime del Consiglio di
normodotati ha gareg- no i moduli per iscriverli alla gara, finali nazionali delle altre specia- Senato, potranno partecipare al- vere un momento educativo e amministrazione Rai.
giato nella campestre interregio- il ministro dell’Istruzione Maria- lità atletiche, e il Cip si è impe- le gare solo gli studenti (dalla piacevole come lo sport fatto in- Ieri ha trovato un accor-
nale a Treviso, su un percorso di stella Gelmini non li ha mandati gnato a far partecipare i disabili quarta elementare alla terza me- sieme ai compagni. Senza dimen- do con la famiglia Calta-
400 e 800 metri. Buoni risultati alle scuole, c’erano solo quelli almeno alle prove su pista. Pec- dia) con la sufficienza in tutte le ticare che, sempre più spesso, i girone per dirigere il
globali per tutti gli studenti-atleti per i normodotati. Perché oltre a cato che il senso dei Giochi stu- materie. Il sottosegretario Guido genitori dei bimbi con problemi Messaggero, che stava
provinciali: in particolare, i ra- Valentina e suo figlio (la cui storia denteschi sia l’esatto opposto, Viceconte ha già fatto sapere a fisici chiedono direttamente l’e- scegliendo il successore
gazzi della media di San Vito al potete leggere in prima pagina), ovvero promuovere la scambio nome della Gelmini che i 40 mi- sonero dall’attività fisica per evi- di Roberto Napoletano,
Tagliamento hanno conquistato sono tanti quelli lasciati fuori dal tra tutti i ragazzi e favorire l’inclu- lioni di euro necessari alla rifor- tare tormenti e problemi conti- a sua volta trasferitosi al
la qualificazione per le finali a gioco quest’anno. sione predisponendo agevolazio- ma Torri non possono essere pe- nui. Gli insegnanti di sostegno so- Sole 24 Ore al posto di
Nove. Ma il Comitato italiano pa- “Una discriminazione grave – ha ni particolari proprio per chi non scati dal già esangue Fondo per no pochi e oberati di lavoro, se- Gianni Riotta.
ralimpico (Cip) non ha sufficien- denunciato la deputata Pd Moni- avrebbe tutti i numeri per tutte le l’arricchimento e l’ampliamento guire un ragazzo con esigenze Per Orfeo è un ritorno
ti fondi per partecipare alla fase ca Ghizzoni presentando un’in- discipline. dell’offerta formativa, come ipo- particolari richiede tanto tempo, nel gruppo dei costrut-
nazionale della campestre”. terrogazione –, un brutto passo tizzato dal proponente, mentre energia, denaro. Tagliando i fon- tori romani e nella carta
indietro nel difficile percorso di C’È PERÒ chi vanta nuove idee nessuna obiezione è stata mossa di e restringendo i criteri d’in- stampata, aveva già di-
IN FRIULI la gente è abituata a integrazione dei disabili”. Piccata in merito. Il senatore leghista sul filtro del voto. “Più valore al gresso si lasciano fuori i più de- retto il Mattino di Napoli
dosare le parole, anche quando i la risposta ministeriale: l’organiz- Giovanni Torri ha presentato un merito” spiega soddisfatto il se- boli. La storia è sempre quella”. per sette anni. Nel po-
sentimenti fanno venir voglia di zazione dei Giochi è stata affidata meriggio di ieri ha in-
urlare. Per questo Gianfranco al Coni fin dall’edizione 2009, e contrato il direttore ge-
Chessa, titolare dello sport all’Uf-
ficio scolastico di Pordenone, ha
commentato così gli eventi dello
non dipende quindi dal Miur l’e-
sclusione dei disabili. Chi critica
la Gelmini lo fa “strumentalmen-
Uccise il rapinatore già in fuga: nerale Mauro Masi per
decidere i tempi e le mo-
dalità di uscita dal servi-
scorso weekend: a Nove, vicino te, per ragioni di lotta politica”,
precisa salace una nota diramata
assolto per legittima difesa zio pubblico, e nel frat-
tempo il comitato di re-
la scorsa settimana. dazione del Tg2 chiede
La risposta “Macché politica, qui il problema
vero sono i soldi – ribatte Simona
di Luigi Franco
Milano
cere.
I giudici hanno ora riconosciuto la legittima
all'azienda di nominare
subito il nuovo diretto-
della Gelmini: Zucchet di Equality Italia, orga-
nizzazione per la difesa dei diritti on sparò per uccidere, ma perché pen-
difesa: il tabaccaio non è colpevole per quel-
la morte. “È stata scritta una bella pagina di
re: “La guida del Tg2 non
può e non deve essere
è tutto affidato civili –. A Vicenza è successa una
cosa semplicissima: c’erano trop-
Nstosava di essere in reale pericolo. Per que-
Giovanni Petrali è stato assolto in appello
giustizia e finalmente abbiamo avuto la ri-
sposta che aspettavamo da tanto”, ha com-
affidata in un momento
così delicato ad un diret-
pi pochi iscritti per organizzare il dall'accusa di omicidio. Il tabaccaio milane- mentato Marco Petrali, figlio di Giovanni e tore pro tempore che
al Coni sostegno necessario agli atleti di- se, oggi 76enne, nel 2003 uccise un rapina- suo legale, insieme all'avvocato Marco Mar- non avrebbe la possibi-
sabili. Se un ragazzo cieco deve tore e ferì il un suo complice mentre erano tini. I magistrati hanno anche dichiarato pre- lità di prendere decisio-
Ma nelle scuole affrontare la gara occorrono par- già in fuga. Quando il commerciante esplo- scritto il reato di lesioni colpose e predispo- ni determinanti per il fu-
ticolari accorgimenti, servono se i sette colpi di pistola, non rischiava più la sto la restituzione della pistola con cui l'uo- turo di questa testata
non ci sono più persone al lavoro, più ore di vita, ma lui non se ne era reso conto. Così i mo sparò, confiscata in primo grado. Ma se- che da anni svolge un im-
servizio. Ma se arrivano al Coni giudici lo hanno dichiarato non punibile, in condo Marco Petrali, suo padre non terrà portante ruolo all’inter-
neanche i moduli poche richieste per quel tipo di virtù della legittima difesa “putativa”. più alcuna arma con sé: “Se poi succedono no del servizio pubbli-
La Corte d'assise d'appello di Milano ha ri- certe cose, i processi morali che uno si porta co”.
(FOTO ANSA)
formato la sentenza di primo grado, con cui dietro sono devastanti”. E ora spetta a Masi pro-
Petrali era stato condannato a un anno e otto porre al Cda, forse già
mesi per omicidio colposo e lesioni colpo- MENTRE ieri i giudici erano in camera di giovedì, il nome del so-
se, con sospensione condizionale della pe- consiglio, davanti al tribunale una decina di stituto di Orfeo.
na. Non è quindi passata la linea del sostituto persone hanno partecipato al presidio orga- Così si apre una partita
procuratore di Milano, Piero De Petris, che nizzato dalla Lega Nord in solidarietà di Pe- politica che rispecchia
aveva chiesto una condanna a nove anni e trali. Dietro lo striscione “Siamo tutti tabac- le alleanze in Parlamen-
mezzo per omicidio volontario e tentato cai”, anche Matteo Salvini, eurodeputato del to: la Lega pensa di chie-
omicidio, confermando l'accusa già mossa Carroccio e consigliere comunale del capo- dere la poltrona (e po-
in primo grado dai pm. luogo lombardo. “La sentenza stabilisce che trebbe indicare Gianlui-
È il 17 maggio 2003 quando Alfredo Merli- uno che ha risposto dopo essere stato aggre- gi Paragone, oggi con-
no, 30 anni, e Andrea Solaro, allora 19enne, dito mentre svolge il suo lavoro è innocente – duttore e vicedirettore a
entrano nel bar-tabaccheria in centro a Mi- ha commentato Salvini –. Il nostro non è co- Raidue). Ma il Pdl ha una
lano, all'angolo tra piazzale Baracca e viale di munque un invito a farsi giustizia da soli”. La tripla offerta: Susanna
Porta Vercellina, poco distante da dove i tu- Lega ha così confermato la sua posizione che Petruni o Gennaro San-
risti visitano l'Ultima Cena di Leonardo. Pe- sin dall'inizio è stata a favore del tabaccaio, giuliano, entrambi vice
trali, che in passato ha già subito delle ra- nel dibattito subito nato tra innocentisti e di Augusto Minzolini al
pine, viene schiaffeggiato da Merlino, che colpevolisti. Tg1 oppure Antonio Pre-
ruba 1.300 euro dalla cassa. Solaro, arma in Un'opinione condivisa anche dalla Federa- ziosi, direttore di Radio
pugno, minaccia la moglie del tabaccaio. zione italiana tabaccai: “La nostra categoria 1 e del Giornale radio.
Che a questo punto afferra la sua Beretta ca- lavora ogni giorno all’ombra della paura ed in Non sarà facile per Masi,
libro 9 da dietro il bancone. I due delinquen- uno stato di stress comprovato” ha detto il dg sempre più traballan-
ti scappano. Dalla pistola del commerciante presidente Giovanni Risso, secondo cui non te, trovare un’intesa po-
partono sette colpi: quattro esplosi nel lo- si dovrebbe mai ricorrere alle armi, “ma ci litica con i consiglieri di
cale, tre (a vuoto) in strada. Merlino e Solaro sono casi di particolare gravità, come quello maggioranza, e soprat-
sono colpiti alle spalle. Il primo a morte, il accaduto a Petrali, in cui difendere fino all’e- tutto riuscirci in breve
secondo resta ferito e sarà poi arrestato e stremo il frutto del proprio lavoro e la propria tempo.
condannato a quattro anni e mezzo di car- famiglia è assolutamente comprensibile”. C .T.
Martedì 22 marzo 2011 pagina 11

ESTERI

N
FUKUSHIMA SBUFFA PORTOGALLO
Legge anti-crisi,
il governo vacilla

E IL GIAPPONE I l ministro portoghese


per i rapporti con il
Parlamento, Jorge
Lacao, ha confermato
che il governo del
premier socialista José

RESTA NEL TERRORE Socrates [nella foto]


potrebbe dimettersi se
non sarà approvata
l’ultima manovra
anti-crisi, la quarta in un
anno, annunciata dieci
Nuovi incidenti nella centrale: i tecnici giorni fa a Bruxelles.

rinviano il collegamento elettrico


di Alessandro Oppes che questo tipo di problema si mergenza è scattata alle 4 del
potesse limitare a 20 o 30 chi- pomeriggio (le 8 del mattino
hiudere Fukushima. Ma lometri dalla centrale”, ha di-

C
ora italiana), quando è stato ri-
a che prezzo? Il governo chiarato da Manila Peter Cor- scontrato un considerevole au-
giapponese di Naoto dingley, portavoce dell’ufficio mento della pressione nel reat- La centrale nucleare di Fukushima, danneggiata dallo tsunami (FOTO ANSA)
Kan riconosce per la pri- dell’Oms per il Pacifico occi- tore numero 3 – quello che su-
ma volta in modo esplicito che
la centrale gravemente dan-
dentale. E in effetti, anche se le
autorità sostengono che i livel-
scita maggiore preoccupazio-
ne perché contiene plutonio,
Il governo giorni perché si possa ripristi-
nare il cruciale sistema di raf-
neggiata dal terremoto e dallo li di radioattività riscontrati si- altamente tossico – nonostan- ha proibito freddamento del reattore 2, AL QAEDA NEL MAGHREB
tsunami non ha un futuro e do- nora “non sono pericolosi”, il te fosse in corso, per il quarto che ha subìto seri danni nella
vrà essere smantellata. “Osser- governo ha proibito la vendita giorno consecutivo, l’opera di la vendita parte inferiore della sua strut- 90 milioni per
vando la situazione obiettiva- di latte e spinaci in quattro pre- raffreddamento dell’impianto tura di contenzione. ostaggi francesi
mente è chiaro” che le instal- fetture prossime all’impianto con l’utilizzo di camion cister- L’incertezza che regna intorno
di latte
lazioni non potranno essere
riutilizzate, ha ammesso il por-
tavoce dell’esecutivo Yukio
nucleare. A Litatemura, una lo-
calità di 4000 abitanti a 40 chi-
lometri da Fukushima, il livel-
na. Allo stesso tempo, fumo
bianco si sprigionava dal reat-
tore 2 attraverso una crepa nel e spinaci
all’impianto ha costretto
l’Aiea, l’agenzia internazionale
per l’energia atomica, a ricono-
A l Qaeda nel Maghreb
islamico (Aqmi) ha
reclamato alla Francia un
Edano. Quel che è impossibile lo di iodio triplica la quantità tetto della struttura di conten- scere che per il futuro occor- riscatto “di almeno 90
sapere, per il momento, è consigliabile perché l’acqua zione. in quattro rerà rivedere gli standard di si- milioni di euro” per
quanto tempo occorrerà pri- possa essere considerata pota- curezza nucleare e l’attuale liberare i quattro ostaggi
ma che la crisi possa essere di- bile. E in diversi centri della QUESTI NUOVI incidenti prefetture schema di risposta internazio- francesi sequestrati nel
chiarata per conclusa e quanti provincia di Ibaraki, la radioat- hanno costretto i tecnici della nale nei casi di emergenza. E settembre 2010 in Niger.
danni ancora potranno essere tività nelle verdure supera di Tepco a rinviare l’attivazione mentre nessuno è ancora in Una somma che è
provocati dalla fuoriuscita di 27 volte i limiti legali. del collegamento elettrico sta- trici possa provocare nuove grado di affermare che il peg- superiore ai fondi
materiale radioattivo. Anche bilito negli ultimi giorni dopo esplosioni con conseguenze gio sia già passato, l’unico di- speciali annuali, votati in
se da Tokyo continuano a so- UN PANORAMA tutt’altro numerosi tentativi andati a imprevedibili. Al momento, sastro che i giapponesi sanno Parlamento francese, e
stenere che le cose migliorano che rassicurante, proprio nel vuoto e che dovrebbe consen- l’unica unità che opera utiliz- di non poter evitare è quello che viene attribuita ai
“poco a poco”, l’Organizza- giorno in cui l’apparizione di tire di far funzionare il sistema zando l’energia della rete è il dell’economia: secondo la servizi segreti per le loro
zione mondiale della sanità ha due nubi di fumo grigio sui di raffreddamento automatico reattore numero 5, che al mo- Banca Mondiale, il paese pa- operazioni.
lanciato un nuovo allarme sui reattori 2 e 3 della centrale ha per ridurre la temperatura del- mento del terremoto era spen- gherà con un calo del 4 per cen-
possibili effetti della contami- costretto i responsabili della le strutture danneggiate. La to per manutenzione. Secondo to del Pil le conseguenze del BRUXELLES
nazione. “È molto più seria di Tokyo Electric Power a far eva- compagnia sta valutando at- la compagnia per la sicurezza terremoto. E, a fine anno, il de-
quanto si fosse pensato nei pri- cuare per diverse ore i tecnici tentamente i danni per evitare nucleare del Giappone, occor- bito pubblico potrebbe supe- L’Ue minaccia
mi giorni, quando credevamo impegnati nell’impianto. L’e- che l’attivazione dei cavi elet- reranno tuttavia ancora alcuni rare il 210 per cento. sanzioni all’Iran
L ’Ue intende imporre

Greenpeace: pericolosi anche 14 reattori europei sanzioni a chi viola i


diritti umani in Iran. È
quanto hanno deciso i
ministri degli esteri dei 27
L’IMPIANTO NUCLEARE DI GAROÑA, IN SPAGNA, È IL PIÙ VECCHIO DEL CONTINENTE, FU INAUGURATO NEL ‘68 riuniti a Bruxelles,
"profondamente
di Marco Maroni pianti dell’Est”, dice Haver- lia, “i nuovi impianti hanno mi- prima di tutto una colossale im- di completare la costruzione di preoccupati per la
kamp. Ma nella lista nera dei si- glioramenti ingegneristici, le presa economica. Il calcolo altri due reattori, anche questi situazione in continuo
ono almeno 6 le centrali nu- ti c’è anche la centrale spagno- caratteristiche e la pericolosi- privi di guscio esterno di con- peggioramento dei diritti
Stale,cleari dell’Europa continen-
per un totale di 14 reatto-
la di Garoña, in Spagna, il più
vecchio impianto europeo,
tà della tecnologia sono sem-
pre le stesse”.
economico risolve la questione
del “massimo rischio accettabi-
le” di un impianto nucleare con
tenimento. L’affare, che sta co-
stando 2,7 miliardi di euro, ha
umani" nel paese.

ri, con standard di sicurezza inaugurato nel 1968 e operati- una semplice e cinica equazio- finora incontro diverse difficol- FRANCIA
inadeguati o, per dirla con le vo dal 1971, del tutto simile a MA LA LISTA compilata da ne, che confronta i costi della tà. L’Aarhus convention com-
parole di Jan Haverkamp, quello giapponese di Fukushi- Greenpeace qualche preoccu- maggiore sicurezza con quelli pliance committee, comitato Cantonali, Fronte
esperto di nucleare per Green- ma, che sta tenendo il mondo pazione in più la fa sorgere. che potrebbero derivare da un delle Nazioni Unite per il nu- nazionale al 15%
peace in Europa, i “reattori col fiato sospeso. Impianti obsoleti come quelli incidente. cleare, l’anno scorso aveva di-
problematici”. Per la maggior
parte si tratta di centrali co-
struite con tecnologia sovieti-
Haverkamp ci tiene a far nota-
re che secondo lui centrali si-
cure non esistono e della stes-
ungheresi, slovacchi e cechi,
pur utilizzando tecnologie rite-
nute inadeguate dagli organi-
UNO DEI PROBLEMI prin-
cipali dei vecchi reattori euro-
sposto il blocco dei lavori per le
irregolarità nel processo di ap-
provazione del progetto. Nel
I nsuccesso elettorale
per il partito Ump del
presidente francese
ca degli anni ’70 nei paesi del- sa opinione è Massimo Scalia, smi internazionali del settore, pei (come di Fukushima), se- 2008 Banca Intesa aveva sospe- Nicolas Sarkozy, che ha
l’Europa dell’Est, a poche cen- fisico e nome di punta dell’am- sono tenuti in esercizio perché condo gli esperti, è la mancan- so il finanziamento all’iniziativa ottenuto soltanto il 17% al
tinaia di chilometri dalle fron- bientalismo scientifico italia- rendono e perché smantellarli za di una seconda cupola di per i dubbi sulla sicurezza. primo turno delle elezioni
tiere italiane. “La sicurezza è no: “La sicurezza intrinseca nel costa più che tenerli in piedi. contenimento, un’ulteriore cantonali tenutesi ieri nel
un grosso problema negli im- nucleare non esiste”, dice Sca- Una centrale nucleare infatti è barriera in grado di raffreddare A UNA JOINT venture tra paese. Primi arrivati sono
e contenere fuoriuscite ra- Endesa (società controllata dal- i socialisti con il 25%, ma
dioattive anche in caso che le l’Enel) e Iberdrola, fa poi capo il dato politico che più
prime strutture attorno al noc- l’impianto di Garoña, che que- colpisce è il 15% ottenuto
ciolo cedano. Nel caso dei reat- st’anno festeggia i suoi primi dal Fronte Nazionale. La
tori di tipo Candu, come quelli quarant’anni. In Romania, l’E- leader del partito di
dei due impianti di Cernavoda, nel sta invece portando avanti il estrema destra, Marine Le
in Romania, tecnologia che progetto di completamento di Pen, ha parlato di "storica
Germania e Francia è stata mes- due reattori di tipo Candu nel vittoria". Particolarmente
sa al bando, il problema sembra sito di Cernavoda. La costruzio- bassa l’affluenza alle urne,
invece legato al forte aumento ne della centrale, progettata su ferma al 44,4%. Il voto
della temperatura in caso di iniziativa del dittatore Nicolae viene considerato un
brusca interruzione del funzio- Ceausescu nel 1980 dopo un importante indicatore
namento. viaggio in Canada, fu bloccata degli umori dell’opinione
È interessante notare che cin- dalla rivoluzione del 1989. Nel pubblica in vista delle
que sui 14 impianti della lista 1996 la società statale Nuclea- presidenziali del 2012,
nera sono dell’Enel. Il campio- relectrica completò solo due alle quali Sarkozy per il
ne del Rinascimento nucleare dei cinque reattori previsti. Fin- secondo mandato.
italiano e della retorica sulla si- ché nel 2008 un consorzio di
curezza delle centrali, in attesa Nuclearelectrica con i gruppi
di rilanciare l’atomo in Italia è Rwe (Germania) Arcelor Mittal
infatti diventato un protagoni- (India) Gdf.Suez (Francia),
sta della dubbia qualità nuclea- Iberdrola ed Enel si impegnò
re dell’Europa Orientale. Nella nel completamento di altri due.
Repubblica slovacca, attraver- Il problema è che nel gennaio
so Slovenské Elektrárne, Enel scorso Rwe, Gdf-Suez e Iber-
gestisce due reattori da 505 Me- drola hanno abbandonato il
gawatt a Jaslovské Bohunice e progetto. Nella partita, che do-
due da 440 MW a Mochovce. po Fukushima si fa sempre più
Nel sito di Mochovce il gruppo difficile, ora restano solo l’Enel
italiano sta peraltro cercando e gli indiani di Arcelor Mittal.
pagina 12 Martedì 22 marzo 2011

ECONOMIA

DON SALVATORE SALVATO


Oggi Unicredit decide sul soccorso a Ligresti: aumento
di capitale e nuovi prestiti. Nel segno del conflitto d’interessi
di Vittorio Malagutti pronto soccorso. Tra gli ammi- 41,6 per cento attuale, mentre rativo reduce, tra l’altro, dai negli anni scorsi è stato più vol- do. Un paio di mesi fa lo sto-
Milano nistratori di Unicredit trovia- l’istituto di credito guidato da 400 milioni di perdite fatte se- te utilizzato dai Ligresti per i rico amministratore delegato
mo Ligresti in persona, che, Federico Ghizzoni arrivereb- gnare già nel 2009. propri interessi personali. É di Fondiaria, Fausto Marchion-
i decide tra oggi e domani ovviamente, non potrà parte-

S
be al 7 per cento. Per conosce- Unicredit sembra comunque stata Fondiaria a rilevare atti- ni (legatissimo ai Ligresti) è sta-
il destino dell’impero fi- cipare al voto sulla delibera re i numeri esatti dell’affare bi- pronto a fare la sua parte. Del vità in perdita messe in vendita to sostituito da Emanuele Er-
nanziario di Salvatore Li- che riguarda se stesso. sognerà comunque aspettare resto sono ormai un paio di an- dalla famiglia del finanziere, a betta.
gresti. Che poi, stringi L’operazione è stata fin qui re- ancora un po’. ni che la banca fa da puntello cominciare dalla catena alber-
stringi, vuol dire il business sa nota solo nelle sue linee ge- alle pericolanti finanze della ghiera Atahotels, per non par- ADESSO però non sono
delle polizze di Fondiaria as- nerali. In sostanza, Premafin TRA L’ALTRO proprio do- galassia Ligresti. Operazioni lare di palazzi e terreni per de- escluse nuove nomine sponso-
sicurazioni e della controllata sottoscriverebbe solo una par- mani è in calendario il consi- immobiliari per decine di mi- cine di milioni di euro. Ora pe- rizzate dalle banche. Si è fatto
Milano. A cui va aggiunta la re- te della propria quota dell’au- glio di Fondiaria che dovrebbe lioni, rinnovo di linee di cre- rò non è più tempo di giochi di il nome di Marina Natale, diret-
te di partecipazioni strategi- mento Fondiaria. Il resto dei alzare il velo sul bilancio 2010. dito in scadenza per alcune sponda. E il salvagente lancia- tore finanziario di Unicredit, e
che nel cuore del capitalismo diritti verranno ceduti a Uni- Sono attese perdite per oltre holding personali del finanzie- to dal sistema bacario, Unicre- di Claudio De Conto, a lungo
italiano. Come quelle in Me- credit che così, oltre a finan- 500 milioni, forse anche di re, proroga di alcuni mesi di un dit in testa, avrà un prezzo. Li- l’uomo dei numeri alla Pirelli
diobanca, Pirelli, Rcs-Corrie- ziare la holding di Ligresti, en- molto superiori. É probabile contratto derivato (equity gresti vedrà drasticamente ri- di Marco Tronchetti Provera.
re della Sera, Alitalia, giusto trerà direttamente nel capitale infatti che gli amministratori swap) su titoli Fondiaria. Uni- dursi la sua partecipazione in Solo ipotesi al momento. Si ve-
per segnalare gli snodi più im- della compagnia. A giochi fatti della compagnia decidano di credit ha sempre tempestiva- Fondiaria. Tutte le sue azioni drà. Adesso i banchieri sono al
portanti. Bocciata dalla Con- al finanziere resterebbe una fare pulizia nei conti in vista mente risposto alle richieste della compagnia sono peraltro lavoro per far tornare i conti.
sob l’ipotesi di salvataggio quota di Fondiaria non supe- dell’aumento di capitale e del- d’aiuto del proprio consigliere in pegno da un pezzo agli isti- Servono in fretta nuove risorse
sponsorizzata dai francesi di riore al 35 per cento, contro il la ristrutturazione. Quando le d’amministrazione. Questa tuti di credito. I banchieri vor- e alla fine tornerà buono an-
Groupama, il pallino è tornato cifre del buco Fondiaria saran- volta però è diverso. Adesso ranno anche precise garanzie che l’aiuto delle Generali gui-
nelle mani dei banchieri di no chiare si capirà con preci- serve un intervento radicale sulla gestione e per questo pre- date da Geronzi. La compagnia
Salvatore Ligresti
Unicredit e Mediobanca, i due sione quanti soldi serviranno per rimettere in linea un grup- tenderanno anche una rivolu- triestina già nelle prossime set-
con la figlia Jonella
istituti più esposti nei con- per rilanciare il gruppo assicu- po assicurativo che, tra l’altro, zione tra i manager di coman- timane potrebbe comprare da
fotografati durante una festa
fronti del gruppo assicurati- Fondiaria (esercitando un’op-
del Pdl a Milano (FOTO ANSA)
vo. Ma un aiuto arriverà anche zione negoziata mesi fa) il 27,2
dalle Generali, formalmente
concorrenti di Fondiaria ma
Domani per cento di Citylife, il quartie-
re di lusso in costruzione nel
presiedute da Cesare Geron-
zi, amico e sodale di Ligresti
Fondiaria centro di Milano. Con il nuovo
acquisto Generali arriverebbe
da almeno un paio di decen-
ni.
rivela le perdite al 68 per cento contro il 32 per
cento dell’altro socio Allianz.
Fondiaria invece incasserebbe
VEDIAMO allora come fun- del 2010 un centinaio di milioni e so-
zionerà questo salvataggio al- prattutto eviterebbe gli ingen-
l’italiana, nel segno, tanto per Potrebbero ti investimenti necessari per
cambiare, del conflitto d’inte- completare Citylife. Insomma
ressi. Tutto ruota intorno al- superare i 500 un affare quanto mai opportu-
l’aumento di capitale di Fon- no. Chiuso con la benedizione
diaria, che nei prossimi mesi milioni di Geronzi.
dovrebbe incassare circa 500
milioni. Una somma necessa-
ria a riportare in equilibrio i
coefficienti patrimoniali della
compagnia da tempo perico- DRAGHI: “Aumentare le
losamente vicini ai limiti impo-
sti dai regolamenti in materia.
Chi mette i soldi? Premafin, la
tasse è vessare gli onesti”
holding quotata in Borsa di Li- umentare le aliquote fiscali è fuori discussione: com-
gresti, ha le casse vuote e allora
ci pensa Unicredit. La banca ha
“A prometterebbe l’obiettivo della crescita, sottoporreb-
be i contribuenti onesti a una insopportabile vessazione”.
convocato per oggi il consiglio Così il governatore della Banca d’Italia, Mario Draghi nel
che dovrebbe dare il via libera suo intervento sull’euro svoltosi all’Università Cattolica di
definitivo all’intervento di Milano. Ha aggiunto che il patto per l’euro “si ispira a prin-
cipi corretti. Lo sforzo, tecnico e negoziale, è stato cospi-
cuo, i risultati incoraggianti ma non sufficienti”. Sulla crisi

“L’editore Murdoch? È come Berlusconi” economica Draghi sostiene che “gli effetti non sono de-
stinati a passare in poco tempo, dureranno per molti anni”.
Il discorso si è poi concentrato sulla necessità di stabilità:
“Stiamo seguendo con estrema attenzione gli sviluppi dei
JOHN LLOYD DEL FINANCIAL TIMES: “L’UNICA DIFFERENZA È CHE È MENO PERICOLOSO” tragici eventi in Giappone. Gli interventi concertati sui
mercati dei cambi decisi il 18 marzo mirano a evitare che
di Andrea Valdambrini desta preoccupazioni? una eccessiva volatilità dei tassi di cambio possa avere im-
Londra Monopolio mi sembra una parola grossa. plicazioni avverse sulla stabilità economica e finanziaria”.
Concentrazione pericolosa è una definizione
ra il magnate Rupert Murdoch e il premier più appropriata. La più grande pay tv del Pae-
Tpericoloso
Silvio Berlusconi, chi è il più potente (e
per la libertà di informazione) del
se si affianca a quattro quotidiani, tra i più
venduti (Times, Sun e i rispettivi domenicali,
Reame non è scontato. John Lloyd, editoria- ndr). un organismo indipendente, di Sky Ne-
lista del Financial Times, non ha dubbi: “La con- Reputa che il conflitto d'interessi italiano ws, cioè il canale che fa opinione e infor-
centrazione di potere, mediatico e politico, sia più grave? ma.
fa di Berlusconi un personaggio unico, non Ne sono convinto. È tutto in uno, politica e Attenzione, la cessione riguarda la maggio-
solo in Europa, ma anche nel mondo”. Il pa- informazione, esercizio del potere e propa- ranza delle azioni, News Corporation rimane
rallelo tra i due imperatori dei media tocca il ganda. Murdoch non si comporta così. proprietaria del 39 per cento, cioè della mi-
rapporto con la politica e con il potere in Eppure di irregolarità, nella procedura di noranza. Ma, in realtà, ho il sentore che l’a-
generale. È più indiretto per lo “squalo” au- acquisizione di Sky, ce ne sono. zionista di minoranza tenterà di condizionare
straliano, che si mostra più scaltro di Ber- Non legali ma, certo, ci sono stati passaggi gli altri azionisti, allo scopo di creare un ca-
lusconi nel gestire la sua immagine pubblica. inopportuni a livello politico. Per questo il nale più politicizzato a destra.
Ma non meno invadente nei futuri sbocchi “fronte dei media” - l’alleanza di Bbc, Guar- Modello americano?
politici americani: la murdochiana Fox News dian, Telegraph e altri - protesta e si coalizza Ha in testa Fox News trapiantata in Europa.
(schierata apertamente contro Obama), sta- contro il magnate. Sarebbe il primo caso dalle nostre parti.
rebbe individuando i perfetto candidato con- È persino saltato un ministro. Il magnate australiano Rupert Murdoch (AP PHOTO) Ma perché?
servatore “made in Fox” per Vince Cable, il Lib-dem che Il motivo non è soltanto, o non esclusiva-
le prossime elezioni presiden- certo non ama le concentra- remo di tutto per bloccare la presa di BSkyB”. mente, ideologico. Al momento Sky News è
ziali. Ora che il governo bri-
tannico ha dato il via libera
Sky vuole zioni di potere mediatico.
Si può ipotizzare un’im-
Il Telegraph, per non darsi la zappa sui piedi,
all'inizio toglie questa parte, che però filtra
neutrale ed equilibrato. Ma perde soldi: non
funziona commercialmente. Fox invece va
scorporo di Sky News da
BskyB (British sky broadca-
importare boscata per toglierlo di
mezzo?
comunque attraverso le rivelazioni della Bbc.
Cable a quel punto non poteva che dimet-
benissimo, perché il suo pubblico è ben in-
dividuato. Se ti polarizzi fai più audience.
sting), News Corp, la società
di Rupert Murdoch, diventerà
il modello Fox Il caso è effettivamente stra-
no. A metà dicembre il Te-
tersi, ma il paradosso è che la causa di tutto
sono due autorevoli esponenti del “fronte dei
Altro che editore “di sinistra”…
Una storiella che vi bevete voi italiani: l’ironia
la più grande media company legraph, quotidiano conser- media”. Poi le competenze sulla questione di un Murdoch editore liberale in Italia, in
della Gran Bretagna. Che il News in Gran vatore ostile a News Corpo- sono passate al ministro della Cultura Jeremy quanto contrapposto a B.
nuovo impero mediatico au- ration, intercetta una con- Hunt, conservatore e già in partenza favo- Le differenze sono chiare, gli intrecci pu-
strialiano venga tentato dal se- Bretagna: versazione privata del mini- revole. Anche se manca un ultimo passaggio re. In che cosa sono simili?
guire le orme di quello arco- stro, fino ad allora compe- formale, nessuno dubita più che Murdoch ce Ricchi, potenti, imprenditori dell’informa-
riano? fa più ascolti, tente in materia di informa- l’abbia fatta. zione, con una tendenza ad accentrare. Ma
John Lloyd, il monopolio zione. Ai due cronisti in in- Dunque Murdoch ottiene la maggioran- insisto, Berlusconi è più concretamente pe-
anche in Gran Bretagna quindi più soldi cognito, Cable dice: “Noi fa- za di BskyB in cambio della cessione, a ricoloso.
Martedì 22 marzo 2011 pagina 13

ECONOMIA

Finmeccanica, Cola
patteggia 3 anni
MA L’INCHIESTA SUI FONDI A sinistra, l’ex senatore Nicola Di
Girolamo. In alto, il procuratore aggiunto
NERI CONTINUA di Roma Giancarlo Capaldo (FOTO LAPRESSE)

di Rita di Gioacchino per l'inchiesta sul maxiriciclag-


gio da due miliardi di euro che
brava circoscritto alla presenza
anomala di un senatore eletto
Il super consulente tri incontri con
Mokbel e Di Giro-
Aurelio Gionta: “Non devi pro-
prio fiata’ Aure’… Intanto gli ho
re anni e quattro mesi, da ha coinvolto i colossi telefonici dell’ad Guarguaglini lamo. Invece di in- spuntato che posso fare una so-

T
con i voti della 'ndrangheta e di
trascorrere agli arresti do- Telecom Sparkle e Fastweb. un amico di ex terroristi di de- contri ai vertici di cietà… diventa responsabile
miciliari dove già si trova, Due indagini che si sono incro- stra con agganci dappertutto. Finmeccanica ha Finmeccanica per tutto il cen-
e tre milioni di euro con- ciate sullo sfondo dei cieli asia- Invece era soltanto il frammen- nell’operazione Digint parlato Marco To- tro Asia… Questa è una cosa che
fiscati. Non è un prezzo ecces- tici quando gli investigatori a to di una storia più grande che a seroni, uomo vici- a me personalmente… Perché
sivo per Lorenzo Cola, ex con- caccia dei soldi della 'ndran- un certo punto si è materializ- deve anche restituire no al senatore ci apre tutto un altro scenario
sulente esterno di Finmeccani- gheta, che Mokbel riciclava at- zata negli avvisi di garanzia no- Nic, anche lui che manco te lo voglio di’”. Il 9
ca e uomo chiave dell' affaire traverso le società di comunica- tificati dalla procura di Roma ai 3 milioni di euro “pentito”. Agli atti aprile Toseroni informa “di ave-
Digint, titolare di un colossale zione, si sono imbattuti nei de- vertici dell'Enav, l'Ente naziona- si parla di un ver- re ricevuto una chiamata dai
giro di denaro riciclato nelle positi Digint che celavano i le di assistenza al volo. tice con Giorgio suoi amici della compagnia mi-
banche off-shore di Bangkok e “fondi neri” di Finmeccanica. Tra i funzionari indagati la stessa fiate o inesistenti, fondi neri, Zappa, direttore generale di Fin- litare (Finmeccanica) i quali gli
Singapore. L'intermediario in Marina Grossi e l'ad Guido Pu- questo il Sistema. Ma poi a chi meccanica. Ma ci sono le inter- hanno prospettato la possibilità
odore di Cia, di cui il presidente DIGINT È SOLTANTO una gliesi, il manager sopravvissuto finiva la montagna di denaro cettazioni telefoniche a rendere di incontrare direttamente Mr.
Guarguaglini si fidava cieca- scatola dentro altre scatole che a tutte le stagioni politiche. Nei “nero”? Ancora non lo sappia- più esplicito il contesto. Guarguaglini per poi procedere
mente, come il senatore Nicola messe insieme fanno la storia di provvedimenti si spiegava co- mo, si attendono sviluppi. Vero- Il 7 febbraio 2008 Mokbel parla alle trattative con altre perso-
Di Girolamo, ha scelto la scor- un Sistema. Dell'inchiesta su me l’Enav assegnasse gli appalti similmente nelle tasche di ma- con tale Antonio Ricci: “Tony, io ne”. E qualche giorno dopo in-
ciatoia del patteggiamento ab- Finmeccanica si comincia a par- per lavori e forniture aeropor- nager corrotti e altrettanto vero- l’altra sera so’ stato con il nume- contra Zappa. Questa la storia,
breviato per uscire dai guai. lare lo scorso maggio: subito tuali “in violazione delle dispo- similmente – chiosano fonti in- ro tre delle terza industria mili- anzi una parte della storia. Per-
Concordato a dicembre lo ha emerge un collegamento tra sizioni di legge”, insomma sen- vestigative qualificate – per pa- tare del mondo e con due della ché per un capitolo che si chiu-
definito ieri mattina di fronte al Mokbel e Marina Grossi, moglie za fare le gare. Pugliesi, indagato gare i costi della politica. Questa Cia. C’aveva una scorta fuori… de un altro se ne apre. Il procu-
gip Massimo Battistini. La storia di Pier Francesco Guarguaglini, per corruzione e frode fiscale, è la storia ancora da scrivere. de quelle che nun se possono ratore aggiunto Giancarlo Ca-
può considerarsi chiusa, oppu- poi si comincia a parlare di una affidava gli appalti alla società di’… armati. Mi hanno offerto, paldo e gli investigatori del Ros
re comincia proprio ora. società partecipata di Finmec- “Selex Sistemi integrati”, con- DA MESI il tatuato Lorenzo non a me ma sempre tramite ieri sono volati in Argentina do-
La Digint, società che produce canica, la Digint, nella quale Mo- trollata da Finmeccanica. Selex Cola, e prima ancora il suo fisca- l’avvocato Nicola (Di Girolamo ve resteranno fino al 28. marzo.
sistemi di sicurezza per aziende kbel ha investito otto milioni di subappaltava a sua volta a “Te- lista e uomo di fiducia Marco ndr), di aprire una loro agenzia Obiettivo della missione scopri-
con la partecipazione al 49 per euro insieme a Nicola Di Giro- chnosky”, controllata da Enav, Iannilli, hanno messo nero su in centro Asia per la vendita di re cosa c'è dietro le presunte
cento di Finmeccanica, è forse lamo, acquisendone il 51 per che poi li girava poi a “realtà in- bianco tutte le modalità del ri- prodotti di sicurezza e milita- pressioni su Franco Bernabé
il capitolo più oscuro dei tanti cento. Scopo dichiarato acqui- dustriali eterogenee”. In cam- ciclaggio a nove zeri. Guargua- ri…. Elicotteri Agusta e via di- sull'acquisizione di Telecom Ar-
traffici di Gennaro Mokbel, il stare una commessa militare e bio di che? Mazzette si presume. glini ammette di averlo utilizza- cendo. C’abbiamo una riunione gentina all'indomani del riasset-
faccendiere napoletano noto poi rivenderla. Lo scandalo sem- Appalti, subappalti, fatture gon- to come consulente, ma nega al- lunedì”. Mokbel parla po’ con to di Telco.

CLIMATIZZATORE MOTORI EURO 5 SERVOSTERZO BARRE CLIMATIZZATORE


CLI MOTORI EURO 5 ESP con NAVIGATORE BLUE&ME
DUALDRIVE PORTATUTTO RADIO CD/MP3
eR con START&STOP HILL HOLDER TOM TOM

panda mylife a € 8.800 e pun


punto mylife a € 10.200
CON LA TRASPARENZA DEL PREZZO
PREZ VERO FIAT

e in più, fino a € 1.000 di extra bonus su tutta la gamma Fiat


in pronta consegna. solo fino al 31 marzo.

www.fiat.it

Panda MyLife 1.2 bz. prezzo promo € 8.800 (IPT esclusa). Punto MyLife 1.2 bz. 3p. prezzo promo € 10.200 (IPT esclusa) e per la versione 5p.+ € 800. Fino a € 1.000 di extra bonus: valido su tutte le
FIAT TI INVITA A vetture della Gamma Fiat in pronta consegna con il contributo dei Concessionari fino al 31.03.2011. Gamma Fiat: consumi ciclo combinato da 3,6 a 9,1 (l/100km). Emissioni CO2 da 92 a 216 (g/km).
pagina 14 Martedì 22 marzo 2011

SECONDOTEMPO
SPETTACOLI,SPORT,IDEE
in & out

PENSARE FA BENE

GLI ITALIANI Ventura


Simona: il 29
marzo mi
Renga
Francesco in
concerto al
Dennis Quaid
Nel cast di
“Playing the
Academy
Dagli Oscar
solidarietà

RISCOPRONO
lancio in Parco della Field”, nuovo per l’istituto
elicottero Musica film Luce: “È
sull’isola di Roma di Muccino essenziale”

GRAMSCI
Dopo Sanremo, in libreria
storia italiana degli ultimi tempi sorgimento. Che cosa oppongo-
due piani politici della borghesia no i fascisti a queste soluzioni?
per risolvere la questione del go- Essi oppongono oggi la legge co-
verno del popolo italiano. Abbia- siddetta contro la massoneria;
mo avuto la pratica giolittiana, il essi dicono di volere così con-
collaborazionismo del sociali- quistare lo Stato. In realtà il fasci-
smo italiano con il giolittismo, smo lotta contro la sola forza or-
cioè il tentativo di stabilire una ganizzata efficientemente che la
alleanza della borghesia indu- borghesia avesse in Italia, per
che gli convenivano, non essen-
do riuscito a ottenere il monopo-
lio come si proponeva...
Farinacci: E ci chiamate scioc-
chi?
Gramsci: Non sareste sciocchi
solo se foste capaci di risolvere i
problemi della situazione italia-
na...
striale con una certa aristocrazia soppiantarla nella occupazione Mussolini: Li risolveremo. Ne
operaia settentrionale per op- dei posti che lo Stato dà ai suoi abbiamo già risolti parecchi.
“Odio gli indifferenti” primere, per soggiogare a que- funzionari. La “rivoluzione” fa-
sta formazione borghese-prole- scista è solo la sostituzione di un
Gramsci: [...] Come si fa quan-
do un nemico è forte? Prima gli si
taria la massa dei contadini ita- personale amministrativo a un rompono le gambe, poi si fa il
liani, specialmente nel Mezzo- altro personale. compromesso in condizioni di
Qui di seguito parte del discorso vimento operaio, non è stata ca- una aristocrazia operaia che per- giorno. Il programma non ha Mussolini: Di una classe a un’al- evidente superiorità.
pronunciato il 16 maggio 1925 pace di controllare né il movimen- manentemente potesse essere al- avuto successo. [...] Voi fascisti tra, come è avvenuto in Russia, Mussolini: Prima gli si rompono
alla Camera, contenuto nel libro to operaio, né quello rurale rivo- leata della borghesia stessa. Ter- siete stati i maggiori artefici del come avviene normalmente in le costole, poi lo si fa prigioniero,
“Odio gli indifferenti”. luzionario. La prima istintiva e zo la questione meridionale, cioè fallimento di questo piano poli- tutte le rivoluzioni, come noi fa- come voi avete fatto in Russia!
spontanea parola d’ordine del fa- la questione dei contadini, legata tico, poiché avete livellato nella remo metodicamente! (Appro- Voi avete fatto i vostri prigionieri
scismo, dopo l’occupazione delle strettamente al problema dell’e- stessa miseria l’aristocrazia ope- vazioni.) e poi li tenete, e vi servono!

P
fabbriche è stata perciò questa: “I migrazione, che è la prova della raia e i contadini poveri di tutta Gramsci: È rivoluzione solo Gramsci: Far prigionieri signifi-
rurali controlleranno la borghesia incapacità della borghesia italia- Italia. Abbiamo avuto il program- quella che si basa su una nuova ca appunto fare il compromes-
urbana, che non sa essere forte na di mantenere... ma che possiamo dire dal Corriere classe. Il fascismo non si basa su so: perciò noi diciamo che in
contro gli operai”. Se non m’in- Mussolini: Anche i tedeschi so- della Sera, giornale che rappre- nessuna classe che non fosse già realtà la legge è fatta specialmen-
ganno, allora, onorevole Mussoli- no emigrati a milioni. senta una forza non indifferente al potere... te contro le organizzazioni ope-
ni, non era questa la vostra tesi, e Gramsci: Il significato dell’emi- nella politica nazio- raie. Domandia-
tra il fascismo rurale e il fascismo grazione in massa dei lavoratori nale: 800.000 lettori mo perché da pa-
urbano dicevate di preferire il fa-
scismo urbano...
è questo: il sistema capitalistico,
che è il sistema predominante,
sono anch’essi un
partito.
All’Ariston
La foto di Antonio
Maggio 1925: recchi mesi a que-
sta parte senza
Mussolini: Bisogna che la inter-
rompa per ricordarle un mio ar-
non è in grado di dare il vitto, l’al-
loggio e i vestiti alla popolazio-
Voci: Meno... Gramsci alla fine
Mussolini: La metà! E di “Odio gli indifferenti”
in Parlamento che il Partito co-
munista sia stato
ticolo di alto elogio del fascismo ne, e una parte non piccola di poi i lettori dei gior- dichiarato asso-
rurale del 1921-22.
recitato
da Luca e Paolo
si affrontano ciazione a delin-
Gramsci: Ma questo non è un fe- quere, i carabinie-
residente: Ha facoltà di parlare nomeno puramente italiano,
(FOTO ANSA)
il futuro Duce ri arrestano i no-
l’onorevole Gramsci. quantunque in Italia, per la più stri compagni
Gramsci: Il disegno di legge con- grande debolezza del capitali- e il fondatore ogni qualvolta li
tro le società segrete è stato pre- smo abbia avuto il massimo di svi- trovano riuniti in
sentato alla Camera come un di- luppo [...]. Quali erano le debo- del Partito numero di alme-
segno di legge contro la massone- lezze della borghesia capitalisti- no tre...
ria; esso è il primo atto reale del ca italiana prima della guerra, de- comunista Mussolini: Fac-
fascismo per affermare quella che bolezze che hanno portato alla ciamo quello che
il Partito fascista chiama la sua ri- creazione di quel determinato si- fate in Russia...
voluzione. [...] Il fascismo, dun- stema politico massonico che Mussolini: Ma se Gramsci: In Russia ci sono delle
que, afferma oggi praticamente di esisteva in Italia, che ha avuto il gran parte dei ca- leggi che vengono osservate: voi
voler “conquistare lo Stato”. Cosa suo massimo sviluppo nel Giolit- pitalisti ci sono avete le vostre leggi...
significa questa espressione or- tismo? Le debolezze massime del- contro, ma se vi Mussolini: Voi fate delle retate
mai diventata luogo comune? E la vita nazionale italiana erano in cito dei grandissi- formidabili. Fate benissimo! (Si
che significato ha, in questo sen- primo luogo la mancanza di ma- mi capitalisti che ride.)
so, la lotta contro la massoneria? terie prime, cioè l’impossibilità ci votano contro, Gramsci: In realtà l’apparec-
[...] La massoneria, dato il modo della borghesia di creare in Italia che sono all’op- chio poliziesco dello Stato [ita-
con cui si è costituita l’Italia in uni- una industria che avesse una sua posizione: i Mot- liano] considera già il Partito co-
tà, data la debolezza iniziale della radice profonda nel paese e che ta, i Conti... munista come un’organizzazio-
borghesia capitalistica italiana, la potesse progressivamente svi- Farinacci: E sus- ne segreta.
massoneria è stata l’unico partito lupparsi, assorbendo la manodo- sidiano i giornali Mussolini: Non è vero!
reale ed efficiente che la classe pera esuberante. In secondo luo- sovversivi! Gramsci: Intanto si arresta sen-
borghese ha avuto per lungo tem- go, la mancanza di colonie legate Mussolini: L’alta za nessuna imputazione specifi-
po. [...] La borghesia industriale alla madre patria, quindi l’impos- banca non è fasci- ca chiunque sia trovato in una
non è stata capace di frenare il mo- sibilità per la borghesia di creare sta, voi lo sapete! riunione di tre persone, soltanto
Gramsci: La real- perché comunista, e lo si butta in
tà dunque è che carcere.
questa popolazione è costretta a nali non contano. Non hanno la legge contro la massoneria Mussolini: Ma vengono presto
Instant Book dal passato emigrare [...] È questa la debo- mai fatto una rivoluzione. I let- non è prevalentemente contro scarcerati. Quanti sono in carce-
lezza fondamentale del sistema tori dei giornali hanno regolar- la massoneria; coi massoni il fa- re? Li peschiamo semplicemen-
Il libro “Odio gli indifferenti” di Antonio Gramsci capitalistico italiano, per cui il mente torto! scismo arriverà facilmente a un te per conoscerli!
(Chiarelettere, 128 pp, 7 euro) è una raccolta di testi capitalismo italiano è destinato a Gramsci: Il Corriere della Sera compromesso. Gramsci: È una forma di perse-
riferita, nella quasi totalità, all’edizione degli scritti scomparire tanto più rapida- non vuole fare la rivoluzione. Mussolini: I fascisti hanno bru- cuzione sistematica che anticipa
gramsciani curata da Sergio Caprioglio per Einaudi. mente quanto più il sistema ca- Farinacci: Neanche l’Unità! ciato le logge dei massoni prima e giustificherà l’applicazione
Primo titolo di “Instant book”, in libreria da giovedì. pitalistico mondiale non funzio- Gramsci: [...] il Corriere della Sera di fare la legge! Quindi non c’è della nuova legge. Il fascismo
La collana Chiarelettere sta per mandare in libreria na più per assorbire l’e- ha sostenuto sempre un’allean- bisogno di accomodamenti. adotta gli stessi sistemi del go-
la nuova collana “Instant Book”, che pubblica autori migrazione italiana, per za tra gli industriali del Nord e Gramsci: Verso la massoneria il verno Giolitti. Fate come faceva-
del passato che nell’urgenza di esprimere le loro idee e sfruttare il lavoro italia- una certa vaga democrazia rura- fascismo applica, intensifican- no nel Mezzogiorno i mazzieri
posizioni “trasmettono il segno di una scelta, di una no, che il capitalismo le prevalentemente meridionale dola, la stessa tattica che ha ap- giolittiani che arrestavano gli
testimonianza che ci riguarda da vicino”. Adesso. Libri nostrale è impotente a sul terreno del libero scambio. plicato a tutti i partiti borghesi elettori di opposizione... per co-
brevi, magari ricavati da altri libri ponderosi (“Odio gli inquadrare. I partiti bor- L’una e l’altra soluzione tendeva- non fascisti: in un primo tempo noscerli.
indifferenti” è tratto da “La città futura”) che forse non ghesi, la massoneria, co- no essenzialmente a dare allo ha creato un nucleo fascista in Una voce: C’è stato un caso so-
avremmo mai avvicinato. I prossimi autori in uscita per me hanno cercato di ri- Stato italiano una più larga base questi partiti; in un secondo pe- lo. Lei non conosce il Meridio-
la nuova collana saranno Don Milani e de La Boétie. solvere questi proble- di quella originaria, tendevano a riodo ha cercato di esprimere ne.
mi? Conosciamo nella sviluppare le “conquiste” del Ri- dagli altri partiti le forze migliori Gramsci: Sono meridionale!
Martedì 22 marzo 2011 pagina 15

SECONDO TEMPO

OGNI MALEDETTA DOMENICA

UN CALCIO PER VECCHI


Sono rimasti gli unici a saper coniugare
tecnica e cervello. Vedi Totti e Del Piero
di Oliviero Beha per un campionato scadente spazio per far giocare la palla sono degli accademici, e ba- tuito Di Carlo con Cavasin.
in cui si corre e si picchia ma ai compagni e pensando pri- sta rispolverare i famosi “po- Un po' come aveva fatto stol-
iamo qui costretti a par- si gioca poco, non si possie- ma degli altri la traiettoria demi” (fonemi giocati) di

S
tamente Matarrese al Bari to-
lare sempre di loro, Tot- de solitamente fisionomia che seguirà. Nel linguaggio Pier Paolo Pasolini per ren- gliendo Ventura (uno dei mi-
ti e Del Piero, perché se tattica né autentica persona- dei piedi, lui come Del Piero dersene immediatamente gliori tecnici in circolazio-
lo meritano e insieme lità agonistica, si ignorano conto. Il secondo gol di Totti ne) e mettendo Mutti,
perché la loro luminosa lon- spesso i fondamentali e non a Firenze è semplicemente la con la retrocessione or-
gevità calcistica è la misura si riesce quasi mai a sfruttare sintesi del cervello (dove ar- mai acquisita o quasi.
della pochezza altrui. L'Ita- tutte le zone del campo, co- riverà la palla?) e della tec- Cambiano tanto per
lia è un Paese per vecchi an- me insegnavano i Saggi della nica (la sicurezza di calcio). cambiare, ignari che
che nel pallone. Mentre in- Rotondologia di una volta. Idem per Del Piero, che co- deus amentat quos per-
furia l'apocalisse dall'altra La paura di perdere, la dipen- me fosse in allenamento è dere vult cioè, tradot-
parte e qui a un tiro di mis- denza frettolosa degli allena- partito da metà campo, ha in- to, fa cambiare allena-
sile c'è la guerra, fa effetto tori da presidenti spesso sca- dividuato una scia tra i pa- tore soprattutto quan-
già nel linguaggio sentir de- fati e incompetenti, le lobby letti e con l'unico piede pos- do non serve. Quindi
finire una “bomba” quello mafiose di dirigenti e procu- sibile ha centrato l'unico an- una lotta per non re-
stupendo tiro di Totti alto di ratori in un conflitto di in- golo a disposizione nell'uni- trocedere che si af-
un soffio, appena meno teressi che è la vera ragione ca frazione di secondo fronta con una tensio-
sfortunato di un siluro al vo- sociale di questo paese (qua- utilizzabile. Se penso ne spaventosa per ciò
lo di Vargas che ha stremato lunque riferimento al simpa- che la Juventus non gli che significa in termi-
la traversa. La Fiorentina tico Berlusca è puramente ha ancora rinnovato ni di diritti tv restare
avrebbe forse meritato di voluto e riguarda anche corti un contratto che lui in A. La Serie B sta fra-
vincere, ma se in panchina e coorti, a servizio o all'op- si è detto disposto a nando sotto il peso di
si pensa a cambi cervellotici posizione...), l'usura di gio- firmare in bianco, contratti insostenibili
e il miglior giocatore stagio- catori allenati a giocare sen- misuro il senso di e non è più una A mi-
nale della medesima, cioè za pause e senza fieno in ca- opportunità del nore o un vaso comu-
Santana, o l'unico che tiri scina muscolare fin dall'esta- “new deal” agnel- nicante per giovani in
davvero dalla distanza cioè te dei ritiri, tutto questo si lesco. Sveglia, per procinto di decollare, bensì no sembra occuparsene se-
Vargas, escono per ragazzini misura in campo su partite una questione di ri- uno sfiatatoio appena più riamente, ma la prospettiva è
immaturi o per ex registi come Inter-Lecce, più equi- spetto e di accortezza, nobile e seguito di quelle Pri- che esploda una bancarotta
mal impiegati senza neppu- librate di quel che mai si pen- fate garrire una bandie- ma e Seconda divisione di che ha già mandato una selva
re il tempo di un riscalda- serebbe. Solo che è tutto in ra se tutto il resto si am- professionisti che stanno af- di segnali preoccupanti ne-
mento, bè, non ci si lamenti pendenza, verso il basso, ed moscia. fondando nei debiti. Nessu- gli ultimi anni. Chi ci deve
poi di quanto non si racco- è per questo che alla fine sei pensare? Non i
glie. costretto a ritessere l'elogio IL RESTO è poco più presidenti di A,

FINE DELLA parentesi


dello “skill”, del talen-
to puro, sia esso nella
di una lotta per non re-
trocedere nella quale è
In un campionato che avrebbero
una Lega ma sono
strettamente tecnica, che
però comprende anche la
testa o nei piedi di Tot-
ti Francesco e Del Pie-
Contro la
Fiorentina,
stata risucchiata senza
troppe sorprese (alme-
senza qualità a fare senza presidente
perché Beretta è
chance che ha ancora la Ro- ro Alessandro. Non no per chi legge questa già scappato a Uni-
ma di fare la corsa sulla Lazio entro nel merito delle
Francesco Totti
ha tagliato il rubricona o vede i vi- la differenza è credit (forse avrà
(cioè Romolo contro Remo- diatribe con gli allena- traguardo dei deo di “partite & par- più informazioni
lo...) e su chi, tra Napoli e tori del “Pupone”, di 201 gol ufficiali titi”) anche la Sampdo- sempre più lo “skill”, là sulla compra-
Udinese, dovesse eventual- nuovo decisivo per- con la maglia ria che per aiutarsi vendita della Ro-
mente perdersi alla fine. Udi- ché sembra star bene, della Roma. nella scesa ha sosti- il talento puro ma da parte degli
nese che a 6 punti dal Milan e sa amministrarsi e so- Sotto a destra, americani di quan-
dovendo ospitarlo nell'ulti- prattutto rendere il Valentino Rossi te ne aveva di qua
ma domenica, in maggio, calcio quel- (FOTO:A ,L
NSA )
APRESSE presiedendo una
può però sognare fino in fon- lo che è: os- Lega con la Sensi
do. Se non avesse perso le sia la cosa vicepresidente...
prime quattro partite, Gui- più sempli- alla faccia della
dolin sarebbe in cima ancor ce e diver- trasparenza, della
più in alto, e ha fatto miracoli tente del contiguità, del
divertendoci quasi tutte le mondo, cer- “mistero Roma”
domeniche. È tantissimo, cando lo ancora nebuloso).
Non la Federazio-
ne di Abete, che
vuol dire i poteri
PALLONATE
di Pippo Russo IL DOTTOR ROSSI E L’USO DELLA STORIA forti (o “marci”,
copyright Dago-
spia) dell'Abete se-
nior e di tutto il
gni volta che ci predisponiamo a leggere le nocciolo del discorso potrebbe essere portato sono tanti e noti,
O corrispondenze di Vincenzo Sardu da
Cagliari, pubblicate dal Corriere dello
alla luce nelle ultime nove giornate del
campionato, con una sottolineatura
a testa bassa
lavora a quello
bosco dellavalle-
sco, montezemo-
lesco ecc. che at-
Sport-Stadio, tiriamo un attimo il fiato come se importante: il calendario propone uno strappo, che potrebbe tendono la decapi-
stessimo andando ad affrontare un’apnea. È parafrasando i campioni del ciclismo, due salite essere il più importante in assoluto, il nuovo tazione berlusconiana come
quanto richiedono i suoi pezzi, scritti con una con pendenza spacca gambe: l’Alpe d’Huez, o il stadio. Dunque, Cellino sa cosa dice, sa cosa fa se dipendesse da loro... Non
le Leghe minori, ognuna oc-
prosa che porta in ogni virgola o congiunzione nostrano Mortirolo”. Soltanto a Oscar Eleni (...)”. Povero Cellino, chissà quando gli riuscirà
cupata a sopravvivere senza
una voglia di labirinto rintracciabile soltanto avevamo visto provare azzardati mix di di riprendersi da parole così spietate. Nel giorno troppi guai e specializzata
negli articoli di un altro dei nostri eroi preferiti: linguaggi e metafore come quello operato da in cui veniva celebrato il centocinquantesimo nel lanciare i suoi allarmi
Vittorio Oreggia, vicedirettore di Tuttosport. Sardu: mescolare la legge finanziaria e il anniversario dell’Unità d’Italia, la Gazzetta specifici. Non il Coni, con
Negli articoli di Sardu si scorge sempre una ciclismo. Già che c’era, Sardu ha continuato a dello Sport ha pubblicato un’intervista con Petrucci immarcescibile e
volontà di dire cose complesse, come si rivolgere parole al vetriolo contro il presidente Valentino Rossi realizzata da Filippo Falsaperla. l'ombra diluita di Pescante
converrebbe a coloro che sono grandi e proprietario del club sardo, Massimo Cellino: Il tema era quello del giorno, e alcuni passaggi sul futuro comitato promo-
intellettuali. Però purtroppo, se il tentativo “Alcuni giorni fa, complice una divertente meritano d’essere tramandati ai posteri. tore dei Giochi di Roma
viene compiuto da chi grande intellettuale non comparsata televisiva del presidente, lui e i Soprattutto quelli in cui si parla della cultura di 2020. Dunque, nessuno: il
è, ecco che allora la sola cosa complessa è la tifosi lo hanno rivisto 36enne, fresco di nomina, Valentino, laureato ad honorem in Scienze della calcio fallirà nonostante le
scrittura. Per esempio, ecco cosa ha scritto appena sbarcato nel calcio. Disse, sicuramente comunicazione: D. “Ne sa niente di Garibaldi, menate di Platini sul fairplay
finanziario in Europa...
nell’edizione del 19 marzo: “Undici punti sulla esagerando, che sino a pochi giorni prima il delle sue camicie rosse, dell’Unità d’Italia?”; R.
Il tutto mi ricorda quando in
zona retrocessione, questo il ‘tesoretto’ che pallone non sapeva neppure com’era fatto. Di “Mi sto documentando, e sto studiando sul Italia veniva Gheddafi junior
vale per il Cagliari come una ‘finanziaria’ cammino, da allora, il patron ne ha macinato Risorgimento... Ma non sono pronto, mi ci vuole a giocare a pallone nel Pe-
annuale. Il buon governo di Massimo Cellino – eccome: a parte l’eterna dinastia dei Matarrese, ancora qualche mese”. Ma prego, fa’ pure con rugia, oppure si facevano af-
bilancio impeccabile, patrimonio tecnico ad appena 54 anni Cellino è il ‘decano’ dei comodo. Meglio ancora, lo scambio precedente: fari con il padre nel pallone e
rilevante – potrebbe produrre anche un extra. Il presidenti di Serie A. I suoi successi gestionali D. “A scuola com’era messo a storia?”; R. nel petrolio e nelle banche:
“Abbastanza bene: è la materia che più mi era lo stesso Colonnello che
spiace di non avere studiato abbastanza”. oggi spara sulla folla? Lo stes-
VALENTINO CELEBRA I 150 ANNI DELL’UNITÀ D’ITALIA Strepitoso. È come se avesse detto: fra tutte le so delle Amazzoni e della
cose di cui sono ignorante, la storia è la mia tenda a Villa Pamphili? Ma
CON UN’INTERVISTA DA TRAMANDARE AI POSTERI preferita. no, ma che mi dite... come
cambia la gente, non vi pa-
re?
pagina 16 Martedì 22 marzo 2011

SECONDO TEMPO

IL PEGGIO DELLA DIRETTA

TELE COMANDO
TG PAPI
+ si traduce in una richiesta: ci
pensi la Nato. Berlusconi non di Fulvio Abbate
Libri contro
Grande fratello
preziosi finestrini per impa- saranno stati i primi anni Set-

Guerra sa cosa fare, Frattini frena, La


Russa arranca folgorato, i le-
ghisti si fregano le mani e
Bersani sembra un portiere
che sia stato scavalcato da un
altro giorno mi sono im-
L’di televisione
battuto in una bella pagina
– premetto: sto
qui parlando da scrittore che,
dronirsene. Meravigliosa e
mostruosa notizia insieme,
soprattutto per uno scrittore,
forse perfino per gli ideatori
di “Per un pugno…”.
tanta, amavo seguire una ru-
brica i cui suggerimenti ram-
mento ancora adesso, quaran-
t’anni dopo, “Memorie di un
cane giallo” di O. Henry, per

di terza mano “cucchiaio” di Totti.

T g3
Nonostante la buona vo-
lontà, di certo si sa solo che
fra molto altro, prova a vivere
pubblicando i propri libri –
che tuttavia mi ha suscitato
una gigantesca paura. Lo dico
seriamente, non scherzo per
Piero Dorfles e Neri Marco-
rè, rispettivamente preside-ti-
tolare dell’istituto e condutto-
re-bidello del programma, già
definito benemerito in un
esempio. Sull’altra riva, nel
frattempo, a Canale 5, ferveva
invece un dibattito sui postu-
mi del “Grande Fratello”, con
tanto di macchina della verità,
di Paolo Ojetti la favola che l’idea di chiama- nessuno ne sa niente della nulla. Stavo appunto guardan- paese di zappe orgogliosa- con un ragazzo che indossava
re la Nato o tirare i remi in bar- guerra guerreggiata. Ogni fo- do una trasmissione “bene- mente analfabete, l’altro gior- una maglietta dov’era stampi-
g1 ca sia venuta in mente a Ber- togramma arriva da qualche merita” che, sia pure attraver- no hanno scelto “Mattatoio n. gliato il volto di Gianni
T Dov’è Minzolini? Ma lo
vede il suo Tg? O è in giro con
lusconi, grande stratega. Si
pagano così giorni di doman-
fonte interessata e parziale.
Nessuna dichiarazione rac-
so l’antica blasfema formula
del quiz, parla di letteratura e
5” come il libro da scoprire e
sezionare, il capolavoro rico-
Agnelli; il mondo reale, te-
mo. Compreso il racconto di
Mastercard? Dalla Libia, i no- de mai fatte: perché siamo lì? colta può essere verificata. Di viali a essa collegati, ossia “Per nosciuto di un monotipo let- Ferdinando, le cui credenziali
stri inviati sono costretti da É una guerra “buona” quella massacri, di civili giustiziati, un pugno di libri”, su Rai 3. Mi terario statunitense, Kurt sono quelle d’essere “figlio di
giorni a balbettare notizie, che bombarda i libici “catti- di cifre di morti e feriti non trovavo lì a guardare incurio- Vonnegut. I ragazzi, sia i la- un camorrista”. Per la crona-
con immagini straviste (da vi”? Al Tg1 basta una risposta esiste una sola prova. Potreb- sito quando a un certo punto ziali sia i nordici, sono pene- ca, Desenzano ha battuto Za-
Napoli, ogni due ore scopro- da Capezzone per essere fe- be essere anche peggio, dalla ho scoperto che il montepre- trati dentro la storia ben vo- garolo, per la cronaca ancora i
no che c’è la Sesta flotta Usa: lice. Ai telespettatori, no. Libia non arrivano visioni mi in palio era puramente car- lentieri. ragazzi non sono stati in grado
stanno lì dal 1944). Ieri c’era agresti né suoni di campane, taceo, cioè composto, appun- Ma stavo dicendo che perso- di ricondurre al nome dei sin-
in studio la battagliera Laura g2 ma tutto ciò che si vede e sen- to, da ciò che campeggia nel nalmente quando ho scoper- goli autori le seguenti opere,
Chimenti, un caso davvero
unico. Lei non chiede i con-
T Una chiave per capire in-
vece c’è. É una chiave che av-
te è sempre di seconda e terza
mano. Così, la frettolosa
titolo del programma: libri,
soltanto libri, per l’appunto.
to che il monte premi era
composto da libri, lo ripeto,
“Centomila gavette di ghiac-
cio” (Giulio Bedeschi), “Gli
tributi degli inviati, lei ordi- verte: in ordine sparso e a guerra pacioccona italiana in- Carta scritta e rilegata, spesso mi sono sentito inerme, ho occhiali d’oro” (Giorgio Bas-
na. Eccitatissima, frusta le pa- chiacchiere non si va da nes- ciampa, scivola, si arena, i mi- in semplice brossura. 5 libri pensato: cosa vuoi che siano sani) e lo stesso è accaduto
role, schiocca ciò che gli altri suna parte. Il problema è che nistri cambiano idea, si fanno per Desenzano del Garda, 4 dei poveri libri nell’immagi- con “Tempo di uccidere” di
devono o non devono fare, l’attacco a Gheddafi è partito prudenti e sembrano, ora do- libri per Zagarolo, le squadre nario contemporaneo rispet- Ennio Flaiano. E fin qui, forse,
tratta i colleghi con toni che, come un intervento “umani- po ora, altrettanti Nichi Ven- dei ragazzi in concorso. Un to ai proverbiali gettoni d’oro, l’eventualità delle lacune ci
francamente, sembra impos- tario”, ma quando piovono dola. Il Tg3 arriva anche alla istante dopo lo scoppio della per non parlare dei regali del sta tutta, è parte del gioco. Un
sibile possano essere a lungo missili, innocenti muoiono e domanda epocale: e Berlu- paura, mi sono anche ricor- bunga bunga? Un istante do- po’ più inquietante, e dunque
tollerati. Partito in quarta (la il buonismo si disintegra. Ed sconi come la pensa, posto dato che se c’è una cosa che po, chissà come, ho ripensato metaforico dello stato delle
Chimenti in quinta) dietro le ecco che arrivano i ripensa- che stia pensando? Ieri dove- tranquillamente puoi lasciare al tempo in cui nei tardi po- cose, che perfino “Madre co-
ansie di La Russa, gli slalom menti: chi comanda? I france- va andare all’udienza Mills: il in bella vista dentro l’abitaco- meriggi del servizio pubblico, raggio e i suoi figli” sia rimasto
di Frattini, l’appoggio disin- si? I britannici? L’Onu? Una Tg3 mostra che al suo posto lo di un’automobile, be’, quel- senza autore. C’era una volta
volto di Casini e Bersani, il marcia indietro prevedibile e c’era una claque organizzata, li sono proprio i libri, visto Neri Marcorè Brecht, c’era una volta il sa-
Tg1 è già spiaggiato come un che – nei servizi del Tg2, sia coccarda azzurra al petto, che certamente nessun ladro conduce “Per un pugno pere della narrazione.
cetaceo asmatico accettando dall’estero sia quelli politici – che applaudiva Ghedini. al mondo spaccherà mai i tuoi di libri” su Rai3 www.teledurruti.it

LA TV DI OGGI
11.00 NOTIZIARIO TG1 14.00 ATTUALITÀ Pome- 14.00 NOTIZIARIO TG 19.30 NOTIZIARIO TG3 13.00 NOTIZIARIO TG5 - 12.25 NOTIZIARIO Studio 11.30 NOTIZIARIO TG4 - 11.25 TELEFILM L'Ispettore
11.05 ATTUALITÀ Occhio riggio sul Due Regione - TG3 - Meteo 3 (REPLICA) Meteo 5 Aperto - Meteo Meteo - Vie d'Italia noti- Tibbs
alla spesa 16.10 TELEFILM La signora 14.50 RUBRICA TGR Leo- 20.00 RUBRICA Il caffé - 13.40 SOAP Beautiful 13.00 NOTIZIARIO SPORTI- zie sul traffico 12.30 TELEFILM Due South
12.00 VARIETÀ La prova in giallo nardo Noi e loro (REPLICA) 14.05 REALITY SHOW VO Studio Sport 12.00 TELEFILM Wolff - Un - Due poliziotti a Chicago
del cuoco 17.00 TELEFILM Top Secret 15.00 NOTIZIARIO TG3 20.30 RUBRICA Consumi e Grande Fratello - Pillole 13.40 CARTONI ANIMATI poliziotto a Berlino 13.30 NOTIZIARIO TG La7
13.30 NOTIZIARIO TG1 17.45 NOTIZIARIO TG2 L.I.S. consumi 14.10 SOAP CentoVetrine I Simpson 12.50 TELEFILM Distretto 13.55 FILM I tre moschet-
14.00 NOTIZIARIO TG1 Flash L.I.S. 15.05 TELEFILM Wind at 20.57 NOTIZIARIO Agrime- 14.45 TALK SHOW Uomini 14.35 TELEFILM E alla fine di Polizia 7 tieri
Economia - TG1 Focus 17.50 NOTIZIARIO SPORTI- my Back teo e Donne arriva mamma! 13.50 REAL TV Sessione 15.55 DOCUMENTARIO
14.10 ATTUALITÀ Se... a VO Rai TG Sport 15.50 NOTIZIARIO TG3 GT 21.00 NOTIZIARIO News 16.15 ATTUALITÀ Pome- 15.00 SIT COM Camera pomeridiana: il tribunale Atlantide - Storie di uomi-
casa di Paola 18.15 NOTIZIARIO TG2 Ragazzi lunghe da 24 riggio Cinque Cafè di Forum ni e di mondi
16.10 ATTUALITÀ La vita 18.45 TALK SHOW Mauri- 16.00 DOCUMENTARIO 21.27 PREVISIONI DEL TEM- 18.50 GIOCO Chi vuol 15.30 SIT COM Camera 15.10 TELEFILM Flikken 17.45 TELEFILM MacGyver
in diretta zio Costanzo Talk Cose dell'altro Geo PO Meteo essere milionario Cafè Ristretto coppia in giallo "Riscatto finale"
18.50 GIOCO L'eredità 19.40 REALITY SHOW 17.40 DOCUMENTARIO 21.30 RUBRICA Tempi 20.00 NOTIZIARIO TG5 - 15.40 CARTONI ANIMATI 16.15 SOAP OPERA Sentieri 18.45 TELEFILM J.A.G. -
20.00 NOTIZIARIO TG1 L'isola dei Famosi 8 Geo & Geo dispari Meteo 5 16.40 TELEFILM Merlin 16.50 FILM Le colline bru- Avvocati in divisa "Qua-
20.30 ATTUALITÀ Qui 20.25 Estrazioni del Lotto 19.00 NOTIZIARIO TG3 - 22.30 NOTIZIARIO News 20.30 ATTUALITÀ Striscia 17.30 TELEFILM Smallville ciano rantena"
Radio Londra 20.30 NOTIZIARIO TG2 TG Regione - Meteo lunghe da 24 la Notizia - La voce del- 18.30 NOTIZIARIO Studio 18.55 NOTIZIARIO TG4 - 19.40 VARIETÀ G' Day
20.35 GIOCO Affari tuoi 21.05 REALITY SHOW 20.00 VARIETÀ Blob 22.57 PREVISIONI DEL TEM- l'improvvidenza Aperto - Meteo Meteo 20.00 NOTIZIARIO TG La7
21.10 FICTION Cugino & L'Isola dei Famosi 8 20.10 TELEFILM Cotti e PO Meteo 21.10 TELEFILM R.I.S. 19.00 NOTIZIARIO SPORTI- 19.35 SOAP OPERA Tempe- 20.30 ATTUALITÀ Otto e
Cugino 23.45 NOTIZIARIO TG2 mangiati 23.00 RUBRICA Il punto Roma 2 - Delitti imperfet- VO Studio Sport sta d'amore mezzo
23.30 ATTUALITÀ Porta a 0.00 RUBRICA Glam - 20.35 SOAP OPERA Un 23.27 PREVISIONI DEL TEM- ti "Nella quiete della 19.30 TELEFILM C.S.I. Mia- 20.30 TELEFILM Walker 21.10 ATTUALITÀ Niente
Porta Essere e apparire posto al sole PO Meteo vostra casa" "La Banda mi Texas Ranger di personale
1.05 NOTIZIARIO TG1 0.45 ATTUALITÀ TG Par- 21.05 ATTUALITÀ Ballarò 23.30 NOTIZIARIO News del Lupo" 20.30 GIOCO Trasformat 21.10 FILM Chi trova un 23.45 NOTIZIARIO TG La7
Notte - TG1 Focus - Che lamento 23.15 VARIETÀ Parla con brevi 23.55 ATTUALITÀ Matrix 21.10 VARIETÀ Fenomenal amico trova un tesoro 0.00 TELEFILM NYPD Blue
tempo fa 0.55 TELEFILM Justice me 23.33 ATTUALITÀ Inchiesta 1.00 NOTIZIARIO TG5 (NUOVA EDIZIONE) 23.35 RUBRICA I bellissimi "La scelta di Clark"
1.35 ATTUALITÀ Qui 1.35 PREVISIONI DEL TEM- 0.00 ATTUALITÀ TG3 23.57 PREVISIONI DEL TEM- Notte - Meteo 5 Notte 0.15 FILM Welcome di R4 1.05 ATTUALITÀ Prossima
Radio Londra PO Meteo 2 Linea notte PO Meteo 1.30 ATTUALITÀ Striscia Home, Roscoe Jenkins 23.40 FILM Hero Fermata
1.40 RUBRICA Appunta- 1.40 RUBRICA Appunta- 1.00 RUBRICA Appunta- 0.00 NOTIZIARIO News la Notizia - La voce del- 2.25 RUBRICA SPORTIVA 1.35 NOTIZIARIO TG4 1.20 TELEFILM Cold Squad
mento al cinema mento al cinema mento al cinema lunghe da 24 l'improvvidenza (REPLICA) Poker1mania Night News 2.20 TELEFILM MacGyver

TRAME DEI FILM PROGRAMMIDA NON PERDERE


/ Hero  Ballarò  Parla con me
Secoli fa la Cina era divisa tra sette Le ragioni di un conflitto con chi, poche Serena Dandini ospita sul suo divano
regni. Qin, sovrano del regno del Nord, settimane fa, sembrava essere un gran- rosso il magistrato Armando Spataro
aveva grandi mire di conquista, ma, allo de amico dell’Italia.Tra gli ospiti: il che parlerà principalmente del suo ulti-
stesso tempo, era costretto a difendersi politologo francese Marc Lazar e la mo libro “Ne valeva la pena. Storie di
da molti nemici. Su tutti i più temuti conduttrice di Al Jazeera Barbara Ser- terrorismi e mafie, di segreti di Stato e
erano tre guerrieri: Spada Spezzata, ra. Inoltre il presidente dell’IdV Anto- di giustizia offesa”. Quindi, lo spazio
Neve che vola e Cielo. Nessun uomo era nio Di Pietro, il ministro dello sviluppo dedicato alla satira con Dario Vergasso-
mai riuscito nell’impresa di batterli. economico Paolo Romani, il presidente la, e un nuovo contributo di Antonio
/ You don’t know Jack / Welcome Home, Roscoe Jenkins  Niente di personale
Ma, un giorno, al cospetto del re si pre- di API Francesco Rutelli e il vice-mini- Scurati con la sua rubrica “Lettere dal
La pellicola ripercorre la vita del Dot- Dopo essersene andato dalla sua città Cambio di giorno per il programma
senta Senza Nome, portando con sè le stro alle infrastrutture Roberto Castelli Nord”. La musica è affidata al gruppo
tor Jack Kevorkian (a tutti noto come natale, per cercare il successo in Califor- condotto da Antonello Piroso. Dagli
leggendarie armi dei tre. della Lega Nord. “Need her liver”.
Dr. Death, il Dottor Morte), oggi nia, Roscoe Jenkins é diventato un studi di Roma, un viaggio in Italia, alla
82enne, a partire dal 1989, anno in cui Rete 4 23,40 famoso show-man televisivo; ma quan-
Rai 3 21,05 scoperta del Belpaese contemporaneo.
Rai 3 23,15
iniziò a fornire ai suoi pazienti in fase do i suoi genitori, lo chiamano per invi- Tra gli ospiti l’imprenditore finanziere
terminale. Ne emerge il ritratto di un tarlo al loro cinquantesimo anniversa- Tarak Ben Ammar, il giornalista Marco
uomo compassionevole che lottò per rio di matrimonio per una riunione Travaglio, il cantante Sergio Caputo,
permettere a tante persone di porre familiare, si renderà conto che nel pro- l’attrice Gabriella Pession, l’imitatrice
fine a una vita fatta di sofferenze, e che fondo Sud, da dove viene, lui é soltanto Virginia Raffaele e, direttamente da
dovette trascorrere 8 anni e mezzo in uno di tanti e dovrà quindi trovare il (ah)iPiroso, la coppia di commentatori
prigione con l'accusa di omicidio. modo per distinguersi... Fulvio Abbate&Adriano Panatta.
Sky Cinema 1 21,10 Italia 1 0,15 La7 21,10
Martedì 22 marzo 2011 pagina 17

SECONDO TEMPO

feedbac$
k
MONDO
LA PETIZIONE: “APPLE LA RIMUOVA”
WEB
di Federico Mello
è GUERRA IN LIBIA: IL WEB SI SPACCA
CHI PROPONE DI MANIFESTARE, CHI CRITICA STRADA
“Operazione militare”, “missione”, “risoluzione, sempre
guerra è!”. Questi alcuni pensieri sparsi degli utenti
Facebook italiani che, dopo le prime operazioni militari
sulla Libia, si sono riversati in rete per scambiare opinioni
e commentare l’evolversi della crisi. Mai come questa
volta, le opinioni di dividono e, se molti invocano la pace
Commenti
all’intervista
a Gino Strada su
ilFattoQuotidiano.it:
“Strada: “Bisognava
pensarci prima. La
immediata, proponendo di tornare a manifestare in guerra? Non si deve

Un’app per è ONLINE “MEDIALAWS.EU”


APPROFONDIMENTI SUL “DIRITTO DEI MEDIA”
150 contributi e approfondimenti, un
piazza e ad esporre le bandiere arcobaleno
fuori dalle finestre, c’è anche chi, invece, non
nasconde il proprio favore all’intervento in
Libia. Sul gruppo “Libia” con alcune migliaia di
iscritti, la maggior parte dei commenti sono
fare mai”
di Wanda Marra

è ANCHE SE ci avessero
pensato prima sarebbe stata

“guarire i gay” comitato scientifico di giuristi, esperti e


studiosi, corrispondenti esteri da oltre dieci
Paesi. Questi i numeri di medialaws.eu, il
sito, da pochi giorni online, di “riflessione su
iniziative legislative, evoluzioni (e
contrari all’intervento. Ma anche Gino Strada
di Emergency, intervistato dal Fatto, ha
raccolto numerose critiche per la sua
posizione pacifista (vedi colonna a dx).
necessaria una guerra
anyway. Alla domanda
riguardo cosa bisognerebbe
fare Strada risponde “Io
sono un chirurgo”. Che
involuzioni) giurisprudenziali delle autorità
Éperuna levata di scudi globale
quella in corso contro Apple
colpa di un’applicazione
dell’omosessualità, è stata smen-
tita dalle maggiori organizzazio-
ni mediche professionali come
di settore rilevanti per il diritto dei media”
si legge nell’introduzione all’iniziativa.
razza di risposta e’? Il
pacifismo senza se e senza
ma è un’utopia, non ha
(“app” in gergo) rilasciata sullo l’associazione degli psicologi Coordinata da Oreste Pollicino, docente di GRILLO DOCET senso. Basterebbe guardare
Store online della mela morsica- americani, e l’associazione dei Diritto comparato dei media alla Bocconi, il NO FLY ZONE la storia sig. Strada x capire
ta. L’associazione di “ex-omoses- medici americani” e tale suppo- sito è una risorsa molto utile per tutti “No Fly Zone” in che senza la violenza o la
suali” Exodus International ha ri- sta “terapia”, aggiungono, è dan- coloro che si occupano di diritto dei media. italiano vuol dire una guerra, non ci sarebbero
lasciato infatti una “app”, per nosa per coloro che si sottopon- zona in cui non si può state le rivoluzioni del
iPhone che, pur non contenen- gono”. Ben Summerskill, a capo volare. La risoluzione passato, vivremmo in
do alcun materiale esplicitamen- dell’organizzazione Stonewall, 1973 dell’ONU si riferisce a questo. monarchie assolute o
te offensivo, ha dato il via a una ha dichiarato al Guardian: “Apple La sua applicazione in Libia è per lo dittature sanguinarie. Non
petizione online (già firmata da dovrebbe considerare l’attenzio- meno estesa, presa un po’ alla larga. Il sono uno storico, ma non
100 mila persone) che ne chiede ne che pone la comunità omo- primo intervento francese infatti ha colpito dei carri ho bisogno di esserlo x
la rimozione dallo Store digitale. sessuale nei suoi consumi”. Sia- armati volanti vicino a Bengasi. Il carro armato capire cm siamo arrivati ad
L’associazione Exodus, da tem- mo a un passo dalla campagna di volante è un’invenzione libica, la solita arma segreta ottenere diritti e libertà.
po si è data lo scopo di “liberare” boicottaggio insomma. L’azien- dei dittatori, come la V2 di Hitler, il primo missile a Frankds85
uomini e donne “dall’omoses- da di Steve Jobs ha redatto delle distanza. Sarkozy non si è fatto sorprendere. Gli
sualità grazie al potere di Gesù” e linee-guida per gli sviluppatori americani e gli inglesi hanno poi bombardato raso è MI DISPIACE caro
sul suo sito informa che è “la più delle sue applicazioni. Sono vie- terra Tripoli e Sirte, in particolare si sono Dott. Strada ma non si può
grande comunità metodista di tati materiali pornografici, vio- concentrati sul bunker volante di Gheddafi. venire qui a dire che la
coloro che lottano contro l’attra- lenti, razzisti, antisemiti e omo- Un’applicazione rigorosa della “No Fly Zone”. guerra è sbagliata (e che
zione indesiderata tra persone fobici. Ma questa volta non c’è Khamis, un figlio di Gheddafi, sarebbe stato ucciso a non esistano guerre giuste
dello stesso sesso e che cercano traccia di tutto ciò: è la stessa “ra- Tripoli. Testimoni oculari lo hanno visto mentre siamo tutti d’accordo) e poi
di vivere una vita che rifletta i ve- gione sociale” di Exodus a risul- volava come Icaro nei cieli della Tripolitania a non sapere cosa proporre.
ri valori cristiani”. L’app collega tare offensiva per la comunità dispetto delle indicazioni delle Nazioni Unite. Se un Con persone come
il melafonino ai contenuti del si- gay. Ciononostante, non c’è da ospedale si alzerà in volo, un missile Gheddafi, poi, c’è davvero
to dell’associazione, segnala i escludere che Apple riesca a tro- tomahawk colpirà implacabile. molto poco da fare, anche
post del blog ed eventi in corso. vare a breve un escamotage per se certo è sacrosanto che
Ma, informano le associazioni bloccare l’applicazione (e anche tutti avrebbero dovuto
che hanno lanciato la petizione, quest’ultima polemica). L’app di Exodus International; tagliare i ponti con il
“la così detta ‘terapia riparativa’ f.mello@ilfattoquotidiano.it il sito Medialaws; il nostro Paolo dittatore di Tripoli e non
Nespoli nel video Twitter; tenerlo in piedi a livello
una multa a una Google Car internazionale.
Anpo
I FILM LO SPORT
è SIGNOR STRADA, ho
SC1= Cinema 1
SCH=Cinema Hits
SCF=Cinema Family
SCC=Cinema Comedy
SP1=Sport 1
SP2=Sport 2
DAGOSPIA rispetto, stima ed
SCP=Cinema Passion SCM=Cinema Max SP3=Sport 3
IL RITORNO DI LAPO ammirazione per Lei, per il
C’è un uomo di lavoro che fa, ovunque lo fa,
17.45 Distruggete Los Angeles! SCM 18.00 Basket, Serie A maschile
appena 34 anni che esce in questa intervista Lei ha
19.05 Two Lovers SCP 2010/2011 22a giornata Armani
trionfante dalle celebrazioni torinesi affermato di essere un
19.10 Un principe in giacca e Jeans Milano - Fabi Montegra-
dell'Unità d’Italia. É Lapo Elkann, il chirurgo, non un
cravatta SCF naro (Sintesi) SP2 secondogenito di Margherita Agnelli che è diplomatico o un politico.
19.20 Fusi Di testa 2 SCC 18.30 Calcio, Liga 2010/2011 riuscito a trasformare un momento di storia in Ecco faccia quello che sa
19.20 Impatto Criminale SCM 29a giornata Barcellona - un momento di gloria. Tutto è avvenuto sabato fare bene e non si metta a
19.35 Dark Storm SCH Getafe (Replica) SP3 quando il nipote dell’Avvocato ha accolto il Presidente della predicare contro il “male”.
21.00 Shriek SCC 19.00 Wrestling, WWE Repubblica al n.40 di Corso Unità d’Italia dove si trova il Salvoblu
21.00 In mezzo scorre il fiume SCP Experience Episodio 38 SP2 rinnovato Museo dell’Auto. Vestito in modo impeccabile
21.00 Nome in codice: 20.00 Wrestling WWE con tanto di completo blu elettrico e di cravatta grigia, il è GINO ti voglio bene
Broken Arrow SCM ilfattosky2203 giovane Lapo ha fatto gli onori di casa in quella che i torinesi ma... non si può lasciare che
21.00 Cool Runnings SCF Domestic Raw Episodio 39 SP2 hanno già battezzato la Disneyland delle quattro ruote, un un sanguinario massacri il
21.10 Hannah Montana: 20.45 Calcio, Serie B 2010/2011 complesso museale restaurato dall’architetto Cino Zucchi suo popolo, al tempo del
The Movie SCH Recupero 29a giornata Ascoli - con tanto di soluzioni multimediali scaturite dalla fervida fascismo se non fossero
21.10 Prima tv You don't know Vicenza (Diretta) SP1 fantasia del fratello di Yaki. Così d’un sol colpo è stata cancellata la arrivati gli americani ad
Jack - Il dottor Morte SC1 21.00 Golf, PGA European brutta avventura dell’ottobre 2005 quando il ragazzo fu aiutare i partigiani che
22.35 Ishtar SCC Tour 2011 Sicilian Open: 3a portato all’Ospedale Mauriziano dopo una notte di avremmo fatto?
22.45 La rivincita delle bionde SCF giornata (Replica) SP3 esagerati trans-bunga. Serena
22.55 Anamorph SCM 22.00 Basket, NBA 2010/2011 Dopo quell'episodio la Fiat lo mise in frigorifero e
23.00 Eagle Eye SCH New York Knicks - Boston Lapo dovette inventarsi il mestiere di imprenditore e è SONO e rimango NON
23.10 L'ultimo dei Mohicani SCP Celtics (Replica) SP2 di consulente con una società che si è messa a inter ventista.
23.35 La vita è una cosa 23.00 Calcio, Serie B 2010/2011 produrre costosi occhiali in fibra. Adesso sembra Profeta2
meravigliosa SC1 Recupero 29a giornata Ascoli - arrivato il momento del riscatto e anche se il Museo
0.25 Un povero ricco SCC Vicenza (Replica) SP3 dell’Auto è ancora presieduto da Giuseppe Alberto è TUTTI quei missili
0.25 Spy Kids - Missione 3D 0.45 Calcio, Serie A 2010/2011 Zunino, un top manager Fiat, il giovinotto non fa mistero sparati su “obiettivi
Game Over SCF Anticipo 11a giornata di volervi piantare le tende perché ha detto: “questo militari”, che sono, armi
0.40 Distruggete Los Angeles! SCM ritorno Palermo - Milan Museo è un simbolo del passato, del presente e soprattutto intelligenti che colpiscono
del futuro”. solo sostenitori di
Quando ha è MULTA A STREET VIEW IN FRANCIA Gheddafi? Quanti ribelli
pronunciato “HA RACCOLTO DATI SENSIBILI” verranno colpiti dal
RADIO queste parole la
voce si è incrinata
nel ricordo del nonno
Multa di 100 mila euro per Google in
Francia dove la Commissione nazionale
per l’informatica e le libertà (Cnil) ha
cosiddetto “fuoco amico”?
Bisognava che le truppe di
Gheddafi arrivassero alla
è I 5 ANNI DI TWITTER
A “Radio3 Scienza” l’isola VIDEO CELEBRATIVO (CON NESPOLI)
al quale è stata
“appostata” – così ha
riconosciuto il colosso Usa colpevole di
aver infranto le regole sulla privacy con il
periferia di Bengasi per
intervenire? Probabilmente
dei migranti Come già scritto su queste pagine,
ieri Twitter ha compiuto cinque
detto Lapo nel suo suo controverso sistema “Street View”. con un personaggio infido
incerto italiano – una Nel maggio del 2010, le auto dotate di come il dittatore libico
Sono arrivati a migliaia dal mare in condizioni dispera- anni. Per festeggiare l’anniversario, il
targa commemorativa. fotocamera del motore di ricerca, che dal c’era poco da fare siamo
te.Adesso dormono all’aperto, nella notte di Lampedu- sito di micro-blogging, ha lanciato un
2007 “fotografano” le strade del mondo, d’accordo. Ma perchè non
sa, mentre le proteste dei residenti bloccano la costru- nuovo sito e un video “di
hanno raccolto alcuni dati personali, in rifornire i ribelli di
zione delle tende che potrebbero accoglierli.Tommaso compleanno” che coinvolge varie
particolare video e mail, trasmessi in armamenti e supporto
Dalla Longa, portavoce del Commissario straordinario star della twitter-sfera Usa. Sul nuovo sito
strada tramite WiFi. La Cnil ha indicato logistico se l’obiettivo è
della Croce Rossa, ci racconta da là come stanno i discover.twitter.com, vengono segnalati volta per volta
che oltre ai dati tecnici, Google ha veramente quello di
migranti, chi si sta occupando della loro salute, e che 16 utenti (più o meno noti) con interessi diversi (politici,
registrato password, indirizzi mail e dati di aiutarli?
cosa possiamo aspettarci per i prossimi giorni. manager, cantanti e “astronauti”). Tra questi si
connessione ad alcuni siti web. Una Fio54
E ancora, a Radio3 Scienza, festeggiamo la giornata annoverano la campionessa di tennis Serena Williams, il
raccolta di dati personali che, secondo
mondiale dell’acqua con un viaggio a Matera. Pietro fondatore del gruppo Virgin Richard Branson, il rapper
Google, è “avvenuta per sbaglio”, ma che è SAREBBE stato un
Laureano, architetto e consulente Unesco, ci spiega per- Snoop Dogg, il nostro astronauta Paolo Nespoli e Hillary
per la Cnil rappresenta un grave oltraggio paradosso che l’Italia si
ché l’acqua è fondamentale per la sopravvivenza dei Clinton. Gli stessi Vip, hanno partecipato alla
alla privacy. Google, inoltre, ha aggiunto la mettesse a rifornire di armi
celebri Sassi. realizzazione del video spiegando “chi seguono” sul social
Cnil, “non ha esitato ad utilizzare i dati di i ribelli, dopo che per anni
La musica di oggi è Romanza senza parole in Do Mag network e che posto ha preso Twitter nelle loro vite.
identificazione ai punti di accesso WiFi di ha rifornito Gheddafi... però
op. 67 n. 4 di Felix Mendelssohn eseguita da Daniel alcuni privati a loro insaputa”. Di qui la nella politica italiana mai
Barenboim.Al microfono Marco Motta. multa di 100 mila euro. La società si dice al dire mai ;)
Radiotre 11,30 riguardo “molto dispiaciuta” Marco_
pagina 18 Martedì 22 marzo 2011

SECONDO TEMPO

NOI&LORO
PIAZZA GRANDE É di Maurizio Chierici

OBAMA SULLA
TOMBA DI ROMERO
Parlare con gli atei L a foto che domani arriverà ai giornali entra nella storia
delle Americhe: presidente degli Stati Uniti in
preghiera sulla tomba del vescovo Romero assassinato (24
marzo, 31 anni fa) nel nome della "guerra al comunismo"
di Paolo Flores d’Arcais di “laicismo” proprio perché senza con ciò smentire la sua vo- stenza” alla “oltrevita, la morte, ordinata da un altro presidente di Washington infastidito
non è laicità “rispettosa”, da ana- lontà di dia-logo. Pretende solo la categoria della verità” o “su ciò dalla Chiesa che difendeva i contadini abbandonati alle
timato cardinal Ravasi, ho tre zoppe) che del confronto atei più autorevoli. Ma visti i pre- che significa Natura e legge na-

S
squadre della morte. Anni di Reagan, anni di Obama.
letto con crescente inte- senza diplomatismi con uomini cedenti fin troppo lusinghieri in turale”, visto che da qui nascono Romero è sepolto nei sotterranei della cattedrale di San
resse l’intervista – impe- di fede, anche della Chiesa gerar- fatto di porporati che hanno ac- le questioni eticamente sensibili Salvador, ultimo passaggio di Obama nel lungo viaggio in
gnata e soprattutto impe- chica, si è fatta un punto d’ono- cettato la discussione con Micro- che sempre più affollano l’agen-
America Latina. 31 anni fa era la chiesa divorata da un
gnativa – che ha concesso a Mar- re. Praticandolo. Mega e con me, non è certo que- da politica non solo italiana.
co Politi per questo giornale. Le Spero perciò sinceramente che sto il motivo del rifiuto. Si tratta, del resto, di temi previ- incendio e la domenica angosciata dalle omelie del
sue parole mi hanno colpito, tra alle sue parole seguano i fatti. sti nel confronto con il cardinal vescovo. Leggeva i nomi di ragazzi, intellettuali,
l’altro, per un tono appassiona- Non solo a Parigi, anche in Italia. SUL QUALE non provo nep- Ratzinger, che non fu possibile sindacalisti portati via dagli stivali militari come
to di autenticità che non sem- Negli ultimi anni l’atteggiamen- pure ad avanzare ipotesi. Mi in- affrontare per mancanza di tem- nell'Argentina dei generali P2. Silenzio dei giornali, silenzio
pre si avverte in altri uomini di to è stato però di segno opposto. teressa il futuro. Vorrei prender- po (vi era anche quello del Gesù Tv. Romero non si rassegnava. Denunciava (nomi e
Chiesa del suo altissimo livello Il dia-logo con l’ateismo è stato la in parola, nella sua volontà di storico, che certamente a lei, bi- cognomi) le alte uniformi responsabili dei delitti. Insomma,
gerarchico. Lei enuncia come sistematicamente rifiutato dalla “dia-logo”, e organizzare con lei blista di fama, interesserà). La in- sovversivo rosso come i gesuiti e tanti religiosi finiti
obiettivo delle sue iniziative “il Chiesa gerarchica e anche da lei occasioni di confronto proprio vito dunque alle “Giornate della sottoterra nel nome della libertà del libero mercato. Ogni
dia-logo” con gli atei, dunque personalmente. Si tratta di una con il metodo e sui temi che lei laicità” che si svolgeranno a Reg- altra comunità di fedeli non aveva mai sofferto questo tipo
un parlarsi-fra che non aggiri la verità inoppugnabile, di cui pur- illustra nell’intervista. Discutere gio Emilia dal 15 al 17 aprile, a di persecuzioni dopo il nazismo. Solo il dolore per un
controversia, anzi, visto che lo troppo posso dare testimonian- tra atei-atei e Chiesa gerarchica cui hanno rifiutato di partecipa- sacerdote assassinato attorno a Varsavia, Chiesa ufficiale
intende come “il confronto tra za diretta. per “ricercare senza pretendere re i quindici cardinali che abbia- del silenzio, mentre la morte di quattordici religiosi e di
due Logoi, tra visioni del mondo Quando nell’anno del giubileo di sapere a priori”, su questioni mo invitato, e nelle quali potrà migliaia di fedeli del Salvador svanivano nelle ombre del
che si misurano sulle questioni MicroMega pubblicò un almanac- che spaziano dal “senso dell’esi- discutere con atei non “anatre Vaticano di Giovanni Paolo II. Se i popoli latini considerano
alte dell’esistenza”. E perché zoppe” come Savater, Hack, Odi-
Romero "martire e santo", i monsignori romani ne
non ci siano dubbi che tali “Lo- freddi, Giorello, Pievani, Luzzat-
goi” debbano essere anche Lettera al to, e buon ultimo il sottoscritto. studiano con diffidenza la beatificazione subito concessa
quelli più radicalmente conflit- Se poi la sua agenda non le con- al povero prete polacco bastonato a morte dalle squadre
tuali con la fede cattolica, esem- cardinale Ravasi sentisse di accogliere questo in- che obbedivano a Mosca, la stessa obbedienza delle
plifica con gli ateismi di stampo vito, le propongo di organizzare squadre che in Salvador si inchinavano ai 6 milioni di
nicciano, marxista, scientista: che auspica un insieme, lei ed io, una serie di dollari spediti ogni giorno da Washington per "difendere il
insomma tutto il “vade retro” confronto vero tra confronti nei tempi e luoghi che mondo cristiano". Era il 1980, medioevo della ragione. La
del moderno relativismo (con- riterrà opportuni. Devo però Chiesa luterana e la Chiesa anglicana ricordano il martirio
dannato dagli ultimi due Ponte- credenti e non: “La dirle, in tutta franchezza, che di Romero ogni 24 marzo. E nel suo nome il 24 marzo è
fici come incubatore di nichili- non riesco a liberarmi dalla sen- consacrato dalle Nazioni Unite "giorno della difesa della
smo). Ateismi radicali che, ag- invito alle Giornate sazione – negli ultimi anni empi- verità". Adesso l'incontro tra Obama e il vescovo, separati
giunge, “io ascolto, rispetto, va- co di filosofia dedicato a Dio, ricamente suffragata – che il dalla morte ma uniti da una morale che apre la speranza
luto”. con saggi in maggioranza di ispi- della laicità per “dia-logo” che lei teorizza voglia alle generazioni Duemila. Uomini di pace dalla parte della
razione atea, l’allora prefetto dialogare con Hack invece eludere il confronto pro- dignità degli ultimi, con una differenza che i nostri giorni
DI PIÙ. Marco Politi molto op- della Congregazione per la dot- prio con l’ateismo italiano più allargano. Romero ha giocato la vita per difendere il diritto
portunamente insiste: “Supe- trina della fede, cardinal Ratzin- Savater, Odifreddi, conseguente. Con la speranza
alla normalità di sconosciuti s senza censo. Con gli stessi
rando l’atteggiamento classico ger, non solo accettò di collabo- che i fatti mi smentiscano e che
secondo cui il non-credente è rare con un suo testo, ma anche Giorello, Pievani lei possa accettare la mia propo- ideali Obama schiaccia il bottone della guerra per salvare
un’anatra zoppa?”. Bella metafo- di presentare il numero in una sta, le invio intanto i miei più sin- cittadini che pretendono la democrazia. Bombe buone di
ra, in effetti, per stigmatizzare controversia pubblica con me al e Luzzatto” ceri auguri di buon lavoro. Obama; bombe cattive di Gheddafi. E il popolo
l’atteggiamento paternalistico teatro Quirino di Roma, gremito condannato a sopportarne gli effetti collaterali non si
che spinge ancora troppo spes- all’inverosimile e con duemila Barack Obama (FOTO ANSA) accorge della diversità. Da come l'ho conosciuto immagino
so la Chiesa a scegliere come in- persone che seguirono il dibat- che Romero non sarebbe d'accordo. Il primo incontro
terlocutori solo quei “gentili” tito sulla strada attraverso alto- domenica 29 giugno 1978. Sembrava un prete di
(“Cortile dei gentili” si intitola la parlanti di fortuna. Se guardo ai campagna. Scendeva dalla piccola automobile guidata da
sua iniziativa) che sembrano sof- due o tre anni successivi, posso un seminarista e la tonaca si alzava scoprendo una caviglia
frire la condizione della mancan- constatare che accettarono pub- pallida, calza ripiegata sulle scarpe dall'elastico strappato.
za di fede come un’amputazione bliche controversie i cardinali Tenerezza e delusione: come può, così fragile, sfidare
ontologica o esistenziale. “Atei” Schönborn, Tettamanzi, Piova- l'egoismo delle oligarchie proprietarie di giornali e Tv che
sì, ma “alla ricerca di Dio”. Sem- nelli, Caffarra, Herranz e infine ogni giorno lo massacrano di insulti ? Poi le chiacchiere a
bra proprio che invece lei questa nel 2007, presso la Scuola nor- San José della montagna, seminario trasformato in
volta voglia promuovere il con- male superiore di Pisa, il patriar-
accampamento per i profughi in fuga dalle campagne dove
fronto con l’intera costellazione ca di Venezia Angelo Scola.
dell’ateismo hard: “non interes- Da allora l’atteggiamento della le truppe speciali (bombe al fosforo, berretti verdi
sano incontri o scontri generici, Chiesa gerarchica si è rovescia- ammaestrati da consiglieri Usa ) bruciavano la gente per
né di accordarsi su una vaga spi- to. MicroMega ha proseguito nel- fare il vuoto attorno alla guerriglia: "Uccidere per
ritualità” perché “quel che conta la volontà di un confronto fran- spaventare è un peccato insopportabile, insulto
è mettere a confronto visioni di co, “ragionando in ultima istan- all'umanità, insulto a Dio". E poi, e poi, fino all'ultimo
vita alternative” smettendola di za su alcune domande capitali”, saluto: "Perché i giornalisti tornano a casa ? Senza
“essere evasivi” rispetto alle secondo quanto lei dice di auspi- testimoni le luci si spengono, chissà cosa succederà". Tre
“profonde domande che ci ven- care. Ma ci siamo trovati di fron- mesi dopo gli sparano sull'altare. L'assassino promosso
gono rivolte dal mondo laico”. te al muro di un sistematico ri- capitano ormai vive negli Stati Uniti. “Irrintracciabile”
Apprezzo “toto corde”. Del re- fiuto. Sia chiaro, un Principe del- dalle polizie di Bush padre, Bush figlio e Clinton
sto dirigo da un quarto di secolo la Chiesa ha tutto il diritto di ri- presidente. Chissà se Obama lo troverà.
una rivista di adamantina laicità fiutare il confronto se non ritie- mchierici2@libero.it
(tanto che viene spesso tacciata ne l’interlocutore all’altezza,

Il governo cerca
La riforma di modificare
pericolosamente
La riforma viene fatta passare
come epocale e indispensabile
per risolvere le inefficienze del-
la giustizia. Berlusconi e la sua
vedi l’esercizio obbligatorio
dell’azione penale, e rimandan-
dole alle leggi ordinarie. In altre
parole questo vuol dire che sarà
zietà che oggi sono tenuti a ga-
rantire durante tutto l’iter pro-
cessuale, dalla raccolta delle
prove alla sentenza definitiva.

che servirebbe i rapporti tra


magistratura e
maggioranza danno l’idea di vo-
lersi occuparsi di un grave pro-
blema del Paese, ma in realtà il
testo predisposto dal ministro
la maggioranza a decidere quali
reati perseguire. Il magistrato,
poi, potrà esercitare l’azione
penale solo a partire dalle no-
tizie di reato trasmesse dalla po-
Nel nostro ordinamento, infat-
ti, il compito della pubblica ac-
cusa non è quello di far condan-
nare l’imputato, ma di concor-
rere all’accertamento della ve-
politica. Ma i mali lizia giudiziaria. Un organo che rità.
di Giuseppe Lumia (*) urgente bisogno di una riforma dipende dall’esecutivo, ovvero È evidente che tutto ciò non
che semplifichi i procedimenti da curare sono dal ministero dell’Interno. Inol- serve ai cittadini, ma solo ed
a maggior parte delle vit- giudiziari. Sarebbe necessario

L
altri: incertezza tre, è prevista la cosiddetta se- esclusivamente a quella classe
time di reato in Italia la- pensare a una riduzione dei tre parazione delle carriere, attra- politica che vuole tenere al
menta la durata biblica dei gradi di giudizio e a una riorga- della pena, verso lo sdoppiamento del guinzaglio la giustizia per ga-
processi, i costi esorbitan- nizzazione dei tribunali e delle Csm: uno per i giudici e l’altro rantire a se stessa e alle cricche
ti da sostenere per le spese le- procure. Inoltre, servono più costi e lentezza per i pubblici ministeri. Per en- di cui si circonda immunità e
gali e, soprattutto, l’incertezza risorse e strumenti: nella pianta trambi la bozza di riforma incre- privilegi. Il trionfo dei furbi e
della pena. Sia nell’ambito della organica mancano circa 1200 dei processi menta al 50% la quota di giudici potenti sui più deboli e svantag-
giustizia civile che di quella pe- magistrati, nonché personale non togati che ve ne fanno par- giati. I mascalzoni, quindi, con-
nale chi ha subito un torto ha amministrativo. A tal proposito te. La metà dei componenti de- tinueranno ad eludere le leggi,
pochissime possibilità di otte- è utile ricordare che non si ban- prodiga e affanna per una rifor- della Giustizia tende esclusiva- gli organi di autogoverno dei mentre le persone oneste con-
nere giustizia, mentre chi è col- disce un concorso per i cancel- ma costituzionale che modifica mente ad indebolire l’indipen- magistrati e dei pubblici mini- tinueranno a sperare in una giu-
pevole ha molte chance di farla lieri dal lontano 1998. Molte pericolosamente i rapporti tra denza e l’autonomia dei magi- steri, quindi, sarà indicata dal stizia che non arriverà mai. La si
franca. Dall’avvio di un proces- procure antimafia, ad esempio, un organo dello Stato a cui spet- strati per assoggettarli alla po- Parlamento, ovvero dalla politi- smetta, pertanto, con simili for-
so alla sentenza definitiva pos- sono ridotte al lumicino. ta il compito di far rispettare le litica. Come? Svuotando la Car- ca. I pm, inoltre, verrebbero zature e ci si occupi veramente
sono passare anche 20-30 an- A fronte di questo, cosa fa il go- leggi, la magistratura, e la poli- ta costituzionale delle preroga- equiparati alla difesa, perden- dei problemi reali della giusti-
ni. verno? Nessun provvedimento tica che ha il compito di farle e tive che i nostri Padri costituen- do così il titolo di magistrati e di zia e dei cittadini.
Il nostro Paese, quindi, avrebbe in tale direzione, piuttosto si applicarle. ti affidarono alla magistratura, conseguenza la funzione di ter- (*) parlamentare Pd
Martedì 22 marzo 2011 pagina 19

SECONDO TEMPO

ché non avrebbe un “debito atomi- Diritto di Replica

MAIL BOX
co”. Questo ragionamento è dav-
vero demenziale perché non tiene Nell'articolo a firma di Pierfranco
in considerazione le centrali nu- Pellizzetti comparso domenica 14
cleari che in Italia non sono state marzo dal titolo “Tecno-teologia
ancora dismesse, ma attendono del nucleare”, l'autore sembra af-
ancora un progetto e un finanzia- fermare che nel mondo dell'ener-
mento per le operazioni di bonifi- gia esistano dei miti, e in un impeto
ca. L'Italia più di altri Paesi ha un de- di “cerchiobottismo energetico”
Una bandiera contro bito atomico causato dalla mancata cataloga come tali “la sicurezza del-
il mondo “roverso”
Il mondo è davvero “roverso”. I li-
Furio Colombo

7 A DOMANDA RISPONDO dismissione delle centrali nucleari.


Cristiano Martorella
le centrali nucleari” e, dall'altro la-
to, (cito) la cosiddetta “economia
dell'azoto”, propagandata dai
beratori del popolo libico (alias
quelli che vogliono controllare le ri- MARONI Ci risiamo: un’altra
guerra di pace
“professionisti delle energie alter-
native” alla Jeremy Rifkin. Ora a
sorse energetiche della Libia) bom-
bardano il popolo libico per liberar-
lo da Ghedaffi (cui un mese fa ba-
E SAVIANO È scoppiata l’ennesima guerra di
pace. Ancora una volta, noi pa-
parte la confusione fra azoto e
idrogeno, vorrei precisare che la vi-
sione di Rifkin mira all'esatto con-
ciavano il sedere) l'Italia si adegua e aro Colombo, e ora Maroni cui è quadrumviro. Ha detto con aria offesa che ladini della giustizia, siamo inter- trario: l’economia dell'idrogeno,
offre le proprie basi e un certo nu-
mero di aerei militari con l'appoggio
C (ministro dell’Interno che si è
vantato per due anni di arresti
il suo partito secessionista non aveva mai avuto
a che fare con la malavita che adesso si aggira
venuti per difendere Libertà e
Democrazia. Dopo la guerra,
rappresenta solo uno dei passaggi
cruciali verso una terza rivoluzione
determinante del Pd mentre la Lega all’ingrosso di malavitosi) che cosa indisturbata nel già reclamizzato paradiso che pardon... la “missione di pace” in industriale basata su un modello
si sgancia. Come è caduta in basso la dirà, dopo che “la dittatura dei si instaura “dove governa la Lega”. Subito dopo i Afghanistan per cacciare i terri- energetico interattivo e distribui-
sinistra (speriamo che alle prossime giudici” ha scoperto quanto profonde giudici di Milano pubblicano un elenco di nuovi bili talebani. Dopo la “missione to. Questa visione nasce come rea-
elezioni il Pd sia punito dagli elettori siano in Lombardia, le radici della boss e nuovi racket e nuovi legami della di pace due” in Iraq, per distrug- zione a uno sfruttamento energe-
e la Sinistra di Vendola e della Fe- ’ndrangheta? malavita con la politica da cui nessuno, se gere le armi di distruzione di tico delle fonti concentrate che ha
derazione della Sinistra ottenga un Lucio governa, è escluso, certo, a giudicare da certi massa (che Saddam Hussein ha creato una entropia non solo am-
buon risultato). Speriamo che tutte nomi, non la Lega Nord per l'indipendenza della nascosto talmente bene che non bientale e climatica, ma soprattut-
le forze di sinistra e democratiche si PRIMA DI TUTTO Maroni Padania. Hai un bell’inventare un luogo-patria le abbiamo ancora trovate). to sociale, concentrando tutta la
mobilitino subito, senza perdere dovrebbe chiedere scusa a Saviano (e a Fabio che non esiste, confini che non ci sono, popoli Rieccoci ad esportare diritti, ricchezza mondiale in pochissime
tempo. Facciamo un gesto simbo- Fazio) per avere fatto irruzione con prepotenza inesistenti. Quando arriva la criminalità questa volta in Libia. Anche i Tor- mani. Le energie concentrate ci so-
lico, rimettiamo la Bandiera della (lo ha preteso, con la sua forza di ministro) nella organizzata, o sei parte di un Paese bene nado italiani stanno lanciando no state presentate nell'ultimo se-
Pace alle finestre delle nostre case. seconda puntata di “Vieni via con me” con il organizzato e civile, o ne sei preda come ogni missili pieni di democrazia e colo come principali, e l'energia del
Giorgio Trinca pretesto di “cancellare una ingiusta accusa alla altra parte dissestata del Paese. Ecco dunque bombe stracolme di giustizia sul sole, 15.000 volte superiore ai no-
Lega”. Va ricordato, infatti, che Saviano aveva perché Maroni deve chiedere scusa a Saviano. cattivissimo Gheddafi, per so- stri consumi annui, è diventata in-
Incomprensioni rotto un tabù in genere scrupolosamente Perché Saviano ha detto (anzi, preannunciato) stenere il “risorgimento arabo”. vece “marginale”. Rifkin si limita a
osservato dai media: mai dire male della Lega una verità che adesso è anche giudiziaria, e Nemmeno i cugini francesi han- ristabilire la verità evidente della
tra invecchiati male persino se organizza respingimenti in mare che Maroni si è fatto dare di prepotenza uno spazio no voluto mancare all’ “appunta- termodinamica, dimostrando co-
Quando gli studenti scesero in avrebbero impedito di accogliere la signora che non gli spettava per smentirlo e dunque per mento con la Storia” e si sono me sia non solo necessaria ma an-
piazza contro la “riforma Gelmini”, tedesca in fuga dal marito con la sua bambina mentire. Purtroppo non esistono esempi del uniti all’ormai celeberrima “for- che possibile, una transizione dal
Saviano li bacchettò con la celebre Jasmine. Se mamma e bambina non avessero comportamento che cerco di suggerire. Se ci za di pace”. Non so voi ma a me ciclo energetico del carbonio a
frase “la violenza è vecchia”. Lui, approfittato con coraggio di una grave fossero non sarebbe Maroni a farne tesoro. Sarkozy ha ricordato Mussolini. quello del sole. Si tratta di abban-
che invece è nuovo, adesso cerca di emergenza internazionale, sarebbero state Maroni, al fianco di Borghezio e di Marine Le Quando il Duce disse, a chi con- donare fonti ad alta entropia e alta
far passare per un martire della li- rigettate in mare dai libici per conto di Maroni, Pen, è troppo impegnato a difendere le spiagge testava la decisione di entrare intensità di capitali per l'energia so-
bertà di informazione (e addirittu- insieme ai non bianchi, secondo la lezione che italiane, a negare il diritto di asilo a chi ne ha nella seconda guerra mondiale: lare, che è a bassa entropia e alta
ra dell'impegno antimafia!) l'altro la signora Marine Le Pen ha impartito agli diritto, a lasciare bloccate in alto mare (con le “Ho bisogno di un pugno di mor- intensità di lavoro, contribuendo
giovane Johnny Raiotta, di cui non astanti allibiti, sul molo di Lampedusa, insieme due alternative di finire annegati o di finire in ti, da gettare sul tavolo dei vin- non solo a risanare la biosfera, ma
si ricordano gesti di coraggio diver- al campione italiano dei diritti umani onorevole certe prigioni) navi stracariche di esseri umani citori!”. Notavo una coincidenza anche a redistribuire la ricchezza
si dalla piaggeria verso i potenti di (pensate: onorevole) Borghezio. Ecco dunque disperati. che forse ai più è sfuggita. Ma... fra i popoli.
ogni colore. Tra giovani invecchiati, che cosa è accaduto con Maroni. È accaduto avete fatto caso al fatto che Af- Angelo Consoli
si sa, ci si capisce. Invece, temo una che la Lega, nonostante la proverbiale furbizia Furio Colombo - Il Fatto Quotidiano ghanistan, Iraq e Libia, produco- Direttore Jeremy Rifkin's European Office
crescente incomprensione fra vec- di Bossi, fa le pentole ma non i coperchi. 00193 Roma, via Valadier n. 42 no tutti e tre petrolio?
chi invecchiati male. Mettiamoci Maroni, con tutto il suo peso di ministro lettere@ilfattoquotidiano.it Giandomenico Racca “Economia all’azoto” per idrogeno
nei panni di Gheddafi. E spezziamo dell'Interno, ha costretto autori e produttori a era un refuso. Ho letto il saggio in
una lancia in suo favore. Come può farlo apparire a “Vieni via con me”. Lui, così questione come leggo Rifkin dal suo
concepire che un signorotto che fi- poco poetico e così poco incline a occuparsi con “La fine del lavoro”. Comunque me
no a ieri ti baciava le mani, ti con- normale sentimento umano di altri esseri LA VIGNETTA ne scuso. Però il problema che
sentiva di accamparti nelle ville ro- umani, è entrato con gli stivali a difendere non il ponevo è diverso: nel dibattito
mane a tuo piacimento, ti permet- buon nome dell’Italia, screditata dalla sua energetico si parte dalla fonte
teva di pronunciare sermoni deli- politica e dalle sue dichiarazioni, ma solo e auspicata come priorità, in una sorta
ranti a qualche centinaio di aspiran- soltanto il suo partito, la Lega secessionista di di prendere o lasciare, e non dal tipo
ti olgettine, ti regalava soldi a palate di società verso cui tendere,
per non far arrivare immigrati sulle affogando le scelte democratiche
collettive in una ridda di
contrapposizioni misteriche tra
IL FATTO di ieri 22 marzo 2005 di Pm, sarebbero capaci pure di in-
tercettare un galantuomo come
esperti, che esclude i profani. Per
esempio c’è chi sostiene che
“Era un piccolo uomo elegante, dall’aria delicata, che Gheddafi. l’idrogeno non è una fonte energetica
parlava sempre a bassa voce”. Così alcuni biografi Alberto Antonetti ma un vettore (accumulatore)
raccontano Kenzo Tange, l’architetto-mito del Giappone energetico, pure costoso. All’idea
moderno, morto novantenne il 22 marzo di sei anni fa. B. e i suoi, a confronto suggestiva (e un po’ da economia
Mentre il Paese del Sol Levante vive la sua nuova curtense) dell’autoproduzione
angoscia nucleare, ha un significato speciale ricordare
con Amato energetica si potrebbe obiettare la
questo poeta dell’architettura del Novecento che nel Ancora una volta, ho avuto la con- priorità della produzione di beni
’46, a un anno dall’atomica, progettò il Parco e il Centro ferma, che la trasmissione “Che pubblici. PFP
della Pace a Hiroshima, destinati a divenire il “cuore Tempo che fa” è un momento di in-
spirituale” della nuova città uscita dalle ceneri. Un telligente intrattenimento che
memorial park simbolo dell’anelito di pace del Giappone consente quanto meno al teleuten-
ferito, in cui la passione di Tange per Michelangelo e Le te di riappacificarsi con l'ente tele- IL FATTO QUOTIDIANO
Corbusier è raccolta in un’unica cifra artistica di rara visivo di Stato. Soprattutto questa via Valadier n. 42 - 00193 Roma
eleganza. Venerato in Giappone e nel resto del mondo, sera, con l'intervista all'ex presi- lettere@ilfattoquotidiano.it
l’artista visionario capace di coniugare grazia orientale, dente Giuliano Amato, uomo di
estetica occidentale e tecnologia avveniristica, sarà grandissimo spessore politico e di
l’ideatore dei grandi teoremi urbanistici del ‘900. In sconfinata intelligenza, non per tro! Mandiamoli tutti a casa, per fa- Direttore responsabile
patria, dove firmerà il grandioso piano edilizio di Tokyo, nulla, meglio conosciuto come il vore Napolitano andiamo alle ele-
e in altre contrade del pianeta, dalla Cina, agli States, “dottor Sottile”! Il dott. Amato, zioni anticipate! Non li sopportia- Antonio Padellaro
all’Italia, luogo amato per il quale progetterà centri non è così da oggi, lo stesso dicasi mo veramente più questa banda di Vicedirettore Marco Travaglio
direzionali e quartieri modello. Fedele a un’idea di per il prof. Prodi e, per altri per- incapaci!!
architettura capace di “attrarre il cuore degli uomini”. sonaggi politici, nel vero senso del- Renzo Tassara Caporedattori Nuccio Ciconte e Vitantonio Lopez
Giovanna Gabrielli la parola, oggi fuori dal governo del Progetto grafico Paolo Residori
Paese, è mai possibile, che una buo- Tremonti e il debito Redazione
00193 Roma , Via Valadier n°42
na parte degli italiani, abbia scelto
coste italiane, infischiandosene se di Milano) ora prenda e ti bombardi di affidare le sorti del Paese a per- atomico tel. +39 06 32818.1, fax +39 06 32818.230
li sopprimevi tu stesso, un nanetto - senza nemmeno un preavviso? In sonaggi che, si prostrano deferenti Il ministro Giulio Tremonti ha det- e-mail: segreteria@ilfattoquotidiano.it
sito: www.ilfattoquotidiano.it
a cui hai insegnato l'“arte del bun- realtà, Berlusconi avrebbe certa- a baciare la mano ad un dittatore, to che i Paesi che sono dotati di
ga-bunga” (l'ha detto lui, prima di mente voluto chiamare il raìs. Scu- oggi, in guerra con l'Onu e, con lo centrali nucleari hanno un costo Editoriale il Fatto S.p.A.
spiegare che si trattava di una bar- sarsi in anticipo, o magari dire che stesso nostro Paese! Ovvero, mi- aggiuntivo da calcolare sulla di- Sede legale: 00193 Roma , Via Valadier n°42
zelletta, o del nome di una sala, o “i nostri” spareranno solo “bombe nistri, che pur sedendo in Parla- smissione delle stesse. Tremonti lo Presidente e Amministratore delegato
del soprannome di una ammiratri- gentili”, “affettuose”, ma sicura- mento e, percependo i soldi degli ha chiamato “debito atomico”. Poi Giorgio Poidomani
ce, con cambi di versione così re- mente non ha telefonato per paura italiani, rifiutano il Tricolore anzi, ha aggiunto che l'Italia sarebbe in Consiglio di Amministrazione
pentini da fare la gioia della Procura delle intercettazioni. Quei diavoli affermano di volerlo usare per al- vantaggio sulle altre economie per- Luca D’Aprile, Lorenzo Fazio, Cinzia Monteverdi, Antonio Padellaro
Centri stampa: Litosud, 00156 Roma, via Carlo Pesenti n°130,
20060 Milano, Pessano con Bornago , via Aldo Moro n°4;
Centro Stampa Unione Sarda S. p. A., 09034 Elmas (Ca), via Omodeo;
Abbonamenti Società Tipografica Siciliana S. p. A., 95030 Catania, strada 5ª n°35
Queste sono le forme di abbonamento • Abbonamento postale semestrale (Italia) Modalità di pagamento di pagamento, nome cognome, indirizzo, Concessionaria per la pubblicità per l’Italia e per l'estero:
previste per il Fatto Quotidiano. Prezzo 120,00 € • 4 giorni telefono e tipo di abbonamento scelto.
Poster Pubblicità & Pubbliche Relazioni S.r.l.,
Il giornale sarà in edicola 6 numeri Prezzo 170,00 € • 6 giorni • Pagamento direttamente online Sede legale e Direzione commerciale: Via Angelo Bargoni n°8, 00153 Roma
• Bonifico bancario intestato a:
alla settimana (da martedì alla domenica). Editoriale Il Fatto S.p.A., con carta di credito e PayPal. tel. + 39 06 68896911, fax. + 39 06 58179764, email: poster@poster-pr.it
• Modalità Coupon *
Per qualsiasi altra informazione in merito
Prezzo 320,00 € • annuale BCC Banca di Credito Cooperativo Distribuzione Italia:m-dis Distribuzione Media S.p.A.,
• Abbonamento postale annuale (Italia) può rivolgersi all'ufficio abbonati ai numeri
Prezzo 180,00 € • semestrale Ag. 105 Via Sardegna Roma
+39 02 66506795 - +39 02 66505026 -
Sede: Via Cazzaniga n°1, 20132 Milano
Prezzo 200,00 € • 4 giorni Iban IT 94J0832703239000000001739 tel. + 39 02 25821, fax. + 39 02 25825203, email: info@m-dis.it
Prezzo 290,00 € • 6 giorni • Abbonamento online PDF annuale +39 02 66506541 o all'indirizzo mail
Prezzo130,00 € • Versamento su conto corrente postale: abbonamenti@ilfattoquotidiano.it Resp.le del trattamento dei dati (d. Les. 196/2003): Antonio Padellaro
E' possibile pagare l'abbonamento annuale 97092209 intestato a Editoriale Il Fatto Chiusura in redazione ore 22.00
postale ordinario anche con soluzione Per sottoscrivere il tuo abbonamento, S.p.A. - Via Valadier n° 42, 00193 Roma * attenzione accertarsi prima che Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione al numero 18599
rateale: 1ª rata alla sottoscrizione, compila il modulo sul sito Dopo aver fatto il versamento inviare un la zona sia raggiunta dalla distribuzione de
2ª rata entro il quinto mese. www.ilfattoquotidiano.it fax al numero 02.66.505.712, con ricevuta Il Fatto Quotidiano
Smartphone
Tuttocompreso.
Andare in rete
è un’impresa
semplice.

Impresa Semplice
Il braccio destro che fa per me.

CONTROLLO ASSISTENZA
DELLA SPESA Hai anche
Hai un l’assicurazione
canone fisso Casco in caso
mensile. di guasto
o smarrimento.

SEMPRE AL TOP
IN RETE Hai uno
smartphone
Hai 2 GB nuovo
al mese BlackBerry®Bold™ 9780 ogni 24 mesi
di traffico Tuo con 10 euro al mese senza costi
dati. con TIM Valore Top. aggiuntivi.

L’offerta prevede 2 GB al mese di e-mail e Internet, una durata di 24 mesi con tacito rinnovo e con corrispettivo in caso di recesso anticipato.
I costi s’intendono IVA esclusa e variano in base alla scelta del terminale.