Sei sulla pagina 1di 6

FUNZIONAMENTO SISTEMA FUTURO

(popolo autocertificato)
SOGGETTO GIURIDICO (es. MARIO ROSSI) = Sotto il controllo della Personalità
Giuridica (Mario Rossi) mediante legale rappresentanza

Personalità Giuridica = colui che in virtù della sua capacità giuridica diviene CURATORE e
attivatore (con accordo privato) dell’essere umano

essere umano = Il solo creditore di tutto (compreso tutti i debiti presunti del SOGGETTO
GIURIDICO) per patto internazionale ratificato in Italia con la legge 881/1977.

RISULTATO: Il valore reale espresso dall’essere umano resta nelle sue mani. Ora è
possibile rimodellare il sistema sui valori universali espressi nel patto internazionale del
1966 e ratificato, come detto, nella legge 881/1977.

Per ora è importante capire il concetto. Si capisce che non tutti hanno familiarità con
questi termini. Nella sezione autocertificazione il tutto sarà spiegato in modo da facilitarne
la comprensione.

Quello che segue descrive meravigliosamente il passaggio da uno stato di schiavitù


imposto alla nascita ad uno stato di rinascita.

INTENTO
Ora, se hai compreso tutto, sei pronto per andare ad approfondire la
sezioneAUTOCERTIFICAZIONE.

Ma prima ti consiglio di leggere quello che segue. Come si può correggere un sistema
nefasto senza avere idea di come lo si vuole?

Eccoti l’idea di sistema che ancora in tanti non riescono ancora ad immaginare. Questa è
una possibilità quantistica in sintonia con l’intelligenza universale. E’ sempre disponibile…
attende solo di essere creata….le condizioni poste non sono affatto imposizioni,
semplicemente se si vuole che una cosa si realizzi devono essere create prima le
condizioni giuste. Se per ipotesi voglio disegnare un sole giallo non potrei mai usare una
matita rossa… buona lettura!

CONDIZIONE N.1
La società è fondata sulla cooperazione e collaborazione. Ogni individuo mette a
disposizione della collettività le proprie attitudini e capacità di creare ricchezza. Il concetto
di interesse personale viene sostituito con quello di “INTERESSE COLLETTIVO VOLTO A
SODDISFARE L’INTERESSE PERSONALE”.

CONDIZIONE N.2
Nell’interesse e nei fini della collettività ciascuno è chiamato a dare il proprio contributo in
base alle proprie forze personali.

CONDIZIONE N.3
Dare il proprio contributo rappresenta un atto di fierezza personale al servizio della
collettività e di sè stessi. Nessuno può essere escluso dal fornire la propria prestazione.
Nè tantomeno possono essere escluse le persone in età avanzata che hanno desiderio e
forza di dare ancora il proprio contributo.

CONDIZIONE N.4
La ricchezza prodotta sotto forma di bene o servizio è a completa disposizione della
collettività. Tale ricchezza viene destinata a soddisfare tutte le esigenze collettive e
personali.

CONDIZIONE N.5
Nessuno può essere escluso dall’appagamento di risorse primarie e secondarie
necessarie ad una vita più che dignitosa (CIBO – CASA – ENERGIA ILLIMITATA –
ATTIVITA’ DI SVAGO).

CONDIZIONE N.6
La società è fondata sull’abbondanza.

CONDIZIONE N.7
Chi, essendone in forza e capacità, si rifiuta di prestare il proprio minimo contributo, pur
usufruendo di tutti i servizi che la società gli offre, sarà visto in un contesto con profilo di
bassa moralità e scarsa intelligenza.

CONDIZIONE N.8
Nessuno, se non per propria scelta e volontà, è chiamato a prestare il proprio servizio per una durata
superiore alle 3 o 4 ore giornaliere. Si ritiene infatti che, per coprire in abbondanza tutto il fabbisogno,
tale durata sia più che sufficiente anche in virtù del fatto che tutta la collettività vi partecipa ( il dramma
della disoccupazione o della perdita del lavoro non esiste più ). Questa durata potrà scendere ancora
ogni qualvolta vi siano delle significative migliorie nel campo tecnologico.
CONDIZIONE N.9
Il concetto di “lavoro” viene sostituito dal concetto di “COLLABORAZIONE COLLETTIVA”.
Il primo concetto ha connotati di schiavitù al servizio di pochi. Il secondo invece di servizio
gioioso ed appagante al servizio della collettività che, di conseguenza, lo diventa
nell’interesse individuale.

CONDIZIONE N.10
Non esiste e mai deve esistere alcun intermediario tra i servizi offerti o i beni prodotti ed i
loro utilizzatori. In sostanza nessuno si può mettere nella condizione di lucrare sulle spalle
della collettività.

CONDIZIONE N.11
Per adempiere alla finalità che la società si prefigge, si prevede sia necessario costituire 6
grandi gruppi atti a soddisfare tutte le esigenze collettive e personali, ognuno dei quali
aventi le seguenti funzioni:

GRUPPO 1 EDILIZIA
Si occupa della costruzione e manutenzione edilizia. Come prerogativa si impone la
costruzione di una abitazione dignitosa a chi non ne fosse in possesso e di strutture
ricreative e di svago offerte in abbondanza per soddisfare ogni tipo di interesse personale
( sport – arte – cultura – musica ecc.. ). I servizi all’interno di tali strutture sono
completamente gratuiti. Successivamente, una volta che queste opere saranno terminate,
questo gruppo si occuperà della manutenzione delle stesse e della possibilità di
aggiungerne altre ove siano carenti.
GRUPPO 2 ENERGIA
Si occupa della fornitura e della manutenzione di impianti di energia. Vengono
immediatamente abilitate tutte le tecnologie pulite che sono state occultate ed ostacolate
dal vecchio mondo per favorire gli interessi economici delle multinazionali in campo
energetico. Ogni tecnologia nuova o precedentemente soppressa sarà esaminata con
cura e sarà utilizzata solo dopo aver certezza che non arrechi danno alla salute delle
persone o all’ecosistema in generale.
GRUPPO 3 ALIMENTAZIONE
Questo grande gruppo si occupa di fornire i prodotti utili al fabbisogno alimentare. Ogni
prodotto deve rappresentare un perfetto binomio alimentazione – salute. Prodotti tossici e
inquinanti saranno eliminati dalla catena produttiva così come trattamenti che limitano in
parte o in tutto l’apporto nutrizionale del prodotto. Saranno vietati allevamenti intensivi e
disumani su qualsiasi tipo di creatura vivente. Sarà altresì vietata la sperimentazione su
animali per fini superflui. Le pellicce si potranno ricavare solo da animali morti per cause
naturali o per incidenti occorsi agli stessi.
Tutti i prodotti alimentari devono essere gratuiti e prodotti in abbondanza. L’eccedenza
sarà destinata a paesi poveri in cui vige ancora il vecchio sistema di fame e schiavitù.
GRUPPO 4 PRODUZIONE BENI
Questo gruppo si occupa della produzione di beni che diverranno poi i nostri beni
personali. Non essendovi più, come in precedenza, problemi di tipo economico a cui dover
sottostare, tali beni saranno fabbricati tenendo conto della migliore qualità e tecnologia
costruttiva. Non vi saranno cioè beni di buona e di scarsa qualità ma tutti di buona ed
ottima qualità.
Al contrario degli altri gruppi, questi beni si prevede siano le uniche cose a pagamento.
Ciò per evitare che vi siano persone che, prese dall’euforia del tutto gratis, prendano molto
di più di ciò che gli è necessario e le mettano poi in armadi o cantine ove non usciranno
più.
Come sarà gestito il funzionamento del pagamento beni personali lo vedremo più avanti.
GRUPPO 5 SVAGO
Questo gruppo si occupa di fornire ogni tipo di supporto per qualsiasi tipo di attività o di
svago. A tutti è consentito di frequentare senza limitazione alcuna l’attività culturale o di
semplice svago di cui vuol godere. In questo modo l’individuo avrà la possibilità di
arricchirsi culturalmente ed interiormente come mai prima d’ora.
GRUPPO 6 GARANZIA FUNZIONAMENTO SERVIZI
Questo gruppo funge di supporto ai precedenti, coordina le strategie migliori da seguire e
mette in atto decisioni già prese dai cittadini stessi. Ogni cittadino è messo nelle condizioni
di poter scegliere quale strategia sia per lui la migliore e, attraverso meccanismi di
votazione strategia ognuno può dire la sua scegliendo tra tantissime soluzioni che saranno
gli stessi cittadini a fornire. Si studierà tutti insieme quale potrebbe essere il miglior
sistema per avere tutti la possibilità di avere voce in capitolo. Alla fine si adotterà sempre
la strategia scelta dalla maggioranza dei cittadini. Le scelte prese potranno essere
cambiate ove vi sia l’evidenza o sia chiaramente messo in luce che non funzionano.
CONDIZIONE N.12
Sono abolite ogni tipo di imposte e tasse, nonchè ogni tipo di corrispettivo su qualsiasi tipo
di servizio offerto. Il servizio alla collettività offerto da ciascun cittadino è già il
corrispondente della ricchezza prodotta sotto forma di servizio. La ricchezza prodotta dai
cittadini è direttamente goduta dagli stessi.

CONDIZIONE N.13
Il concetto di ” avidità ” sul piano pratico cessa di esistere. Tutti hanno a disposizione ciò
che gli necessita o che gli possa necessitare e ne hanno accesso in ogni momento.

CONDIZIONE N.14
L’istruzione viene concepita come sviluppo delle capacità individuali, collettive e umane.
Non è sottoposta ad obblighi assurdi o a discipline severe. Ogni individuo può accedere
alle aree che desidera apprendere. Non vi sarà spirito competitivo ma solo collaborativo.
Giudizi scritti o sotto forma di voto non sono più previsti in quanto generanti di stress e
invidie. Saranno incentivate materie creative e di sviluppo armonioso della personalità,
nonchè materie artistiche e culturali. Saranno altresì incentivate le conoscenze di materie
tecniche che saranno utili in futuro e si procederà a metterle in pratica direttamente nella
società, cominciando così, gradualmente, ad inserire i giovani in nuovi contesti. Verranno
limitate le argomentazioni riguardanti guerre, gelosie tra avidi, atrocità e quant’altro era
dominante nel vecchio mondo. L’istruzione deve divenire una cosa stimolante e divertente.
Non vi è nessuna distinzione di grado o di importanza tra un tipo di apprendimento o un
altro. Nella società del futuro chi si occuperà di pulizie o di altri lavori faticosi sarà onorato
dalla collettività ancor di più di altri tipi di apporto.

CONDIZIONE N.15
E’ facile intuire che in una società fondata sull’interesse collettivo e sull’abbondanza
dell’appagamento individuale, la criminalità muore da sè. Automaticamente cesseranno le
lotte di dominio o di sopravvivenza. Tutto è mosso da sentimenti di amore e compassione,
condizione che non permette l’ingresso a sentimenti e comportamenti insani. Tuttavia
saranno predisposte delle aree di recupero per coloro che ancora manifesteranno tali
sentimenti e, in casi estremi, alcuni dovranno essere confinati per non arrecare danno.
Anche se confinati tali soggetti saranno comunque tenuti in condizioni umane più che
accettabili.

CONDIZIONE N.16
In caso di sofferenza fisica o malattia più o meno grave, chiunque avrà diritto a scegliere la
cura che ritiene più opportuna. Le cure imposte dalle multinazionali farmaceutiche saranno
solo una delle tante opzioni tra tante e non un obbligo. Le cure con comprovata efficacia
che precedentemente erano state volutamente messe fuori circolazione per intralcio in
interessi economici saranno riabilitate e tutti avranno accesso ai dati di efficacia delle
stesse. Per ogni tipo di cura verranno altresì messi a nudo tutti i pericoli associati
all’insorgere di altre pericolose patologie e tutti gli studi che ne derivano. La stessa cosa
viene fatta per tutto ciò che riguarda la prevenzione : nessun dato sarà occultato. In
particolar modo si indagherà a fondo su tutte le pratiche preventive adottate dalle
multinazionali farmaceutiche come ad esempio le vaccinazioni, ricavandone dati reali sulle
effettive proprietà preventive ed i relativi effetti collaterali più o meno gravi.

CONDIZIONE N.17
Da tempo ormai si parla di geoingegneria clandestina ( scie chimiche ). E’ stato
ampiamente dimostrato senza nessuna ombra di dubbio che tale fenomeno è reale ed
orrendamente pericoloso per l’intero ecosistema. Tali operazioni militari hanno diversi
scopi. Tra gli altri ricordiamo quello di ottimizzare le ricezioni radar in campo militare. Ciò è
ottenuto mediante la dispersione nei cieli di metalli elettroconduttivi . Le scie persistenti
che tutti possono notare contengono infatti nano particelle composte da metalli utili allo
scopo. Di fatto la dispersione di queste nano particelle stanno lentamente e gradualmente
alterando l’intero ecosistema. Oltre a questo, altro pericolo è costituito da una volontaria
azione di modificazione del DNA. Ed infine tra gli scopi primari vi è quello di manipolare le
nostre capacità mentali, cognitive ed emozionali mediante immissione di onde che a
determinate frequenze vanno ad interagire con le normali frequenze su cui operano le
nostre onde cerebrali. Per approfondimenti si rimanda al sito www.tankerenemy.com che
in Italia è il più competente in materia ed anche il più ostacolato e diffamato da chi
permette che tutto ciò avvenga nel silenzio.
La condizione a questo punto è che queste operazioni criminali cessino immediatamente.

CONDIZIONE N.18
La moneta ritorna immediatamente di proprietà del popolo. Nessuno può arrogarsi il diritto
di stampare moneta a costo praticamente zero e di addebitarne il valore nominale all’intera
comunità. La moneta torna così alla sua funzione di mezzo di scambio e non mezzo di
indebitamento di nazioni intere. Chi presta il proprio servizio alla comunità ha già prodotto
il controvalore che gli viene riconosciuto attraverso la moneta. La moneta, tuttavia,
acquisirà un riconoscimento utile solo per l’acquisto di beni personali e ciò, come detto in
una condizione precedente, per far sì che certi prodotti non vengano presi dalla gente in
eccedenza sproporzionata al loro effettivo utilizzo. Si stabilirà una cifra che consenta
comunque di avere beni personali in abbondanza. Altri usi cessano di esistere in quanto
ogni altra cosa o servizio risultano gratuiti ivi compresa l’abolizione di tasse ed imposte.

CONDIZIONE N.19
L’informazione è libera ed esente da vincoli di qualsiasi natura tranne che per usi volgari,
che incitano scontri e violenze e che hanno l’accertato scopo alla propaganda di false
notizie e/o informazioni e tutto quant’altro rechi danno alla comunità. Tutte le informazioni
devono essere minuziosamente accertate e verificate e divulgate con la massima
trasparenza. La censura e la falsa informazione avente scopo di manipolazione per altri
fini cessano di esistere. L’informazione è al servizio della gente e non è gestita per il
controllo sulla gente.

Chiunque ridicolizza, smentisce o appoggia atti o situazioni ove vi è stato accertamento


siano di danno alla comunità o all’ecosistema in generale subirà le conseguenze delle sue
azioni e sarà confinato per non arrecare danno. Anche tentare di manipolare la verità
rientra in questo contesto. Chi fino ad ora ha operato nel campo dell’informazione a
qualsiasi livello ed ha partecipato e sostenuto una scorretta o incompleta informazione
verrà destituito dal suo incarico nei casi meno gravi. Nei casi più gravi di partecipazione
attiva al sabotaggio della vera informazione si procede al confinamento. Nel primo caso si
fa riferimento ad incapacità a rivestire il ruolo di informatore, nel secondo caso si è
partecipato alla realizzazione di atti criminali contro il popolo.

CONDIZIONE N.20
I beni acquisiti da chiunque nel vecchio sistema non saranno tolti e resteranno quindi di
proprietà dei medesimi. Ad esempio se una famiglia non ha casa o è in affitto, la comunità
procederà a far si che questa famiglia abbia una propria abitazione. Se invece un
benestante possiede 20 unità abitative, le stesse restano di sua proprietà e non avrà
nessun bisogno di ricorrere all’aiuto della comunità. E’ chiaro che tutte quelle unità
abitative non gli serviranno più a nulla ma sarà comunque sua discrezione se metterle a
disposizione o lasciarle marcire tanto nessuna forza sarà destinata al loro mantenimento o
pulizia.
E questo concetto vale per qualsiasi altro bene di proprietà. E’ chiaro che in un sistema
creato sull’abbondanza per tutti non ha più senso possedere beni in eccessiva eccedenza
rispetto ai propri bisogni.

CONDIZIONE N.21
La giustizia è veramente uguale per tutti e si deve limitare ad accertare e mettere in
pratica tutti i punti esposti sopra. Dicasi anche per quanto detto alla CONDIZIONE N. 19.
A supporto vi saranno le forze dell’ordine intese come protezione al rispetto delle
condizioni sopra riportate. Tutti questi organi cessano immediatamente di essere da
supporto a criminalità deviate anziché di supporto al popolo.

CONDIZIONE N.22
Non è contemplata l’eventualità di scendere in discussioni politiche di alcun genere.
Queste sono cose che appartengono al vecchio sistema. Il nuovo popolo possiede una
propria forza costruttiva e questa forza non ha bisogno di essere espressa facendo leva su
debolezze altrui. Il nuovo popolo è il proprio valore!!