Sei sulla pagina 1di 6

Lavoro scritto

Introduzione alla logica


Da consegnare con l’esame finale, prima bozza prima di natale

Impostazione
In questo lavoro, allo studente sarà chiesto di rispondere alle domande che seguono, a parole
sue, utilizzando il materiale fornito nei testi e le fonti primarie. Lo studente sarà tenuto a
scrivere il lavoro secondo lo stile guida Regina Apostolorum, e ad utilizzare note a piè di pagina
e fare una bibiografia. Dovrebbe giustificare la sua risposta, per quanto possibile, sulla base di
materiale trovato nelle fonti primarie, e citare in modo appropriato. La data di scadenza sarà
per l’esame finale, anche se gli studenti sono vivamente invitati a terminare la prima stesura
prima della pausa natalizia, in modo che il professore possa fornire feedback e suggerimenti.
Va da sé che le risposte devono essere in frasi complete, utilizzando una buona grammatica
e stile, e supportate da argomenti logici e convincenti.

Lettura obbligatoria
Gli studenti devono leggere per intero gli Analitici secondi di Aristotele e il commento di San
Tommaso d’Aquino sulla stessa opera. Gli studenti possono anche utilizzare il libro di testo
di Don Alain Contat, così come quello fornito dal professore, ma poiché nessuno dei due è
un’opera pubblicata, non possono essere citati.

Obiettivi formativi
Al termine di questo compito, gli studenti dovranno acquisire le seguenti capacità:

• Spiegare cos’è un habitus.


• Distinguere tra le tre specie principali di buoni habitus intellettuali: le scienze (specu-
lative e pratiche) e le arti.
• Elencare e spiegare le quattro caratteristiche essenziali di una scienza.
• Elencare e spiegare le due caratteristiche essenziali di un’arte.
• Dimostrare quando un habitus dato è una scienza o un’arte.
• Identificare il luogo della logica tra queste specie di habitus, e dimostrare che è così.
• Dare la definizione di logica e spiegare il suo oggetto (nei suoi tre aspetti: materiale,
formale quod e formale quo).
• Identificare e spiegare le tre operazioni della ragione, e le loro opere corrispondenti.

1
Valutazione
Questa carta rappresenterà il 20% del voto finale. Pertanto, si calcola che lo studente dovrebbe
spendere circa 25 ore in totale per la stesura di questo lavoro, tra la ricerca e la composizione.
Il voto sarà basato su una rubrica, che sarà pubblicata sul sito web del corso.
Gli studenti sono liberi di consultarsi e discutere in modo informale, ma ogni studente
è tenuto a scrivere il proprio articolo, con parole proprie. Qualsiasi plagio assoluto (copiare
da altri testi senza alcun credito) o copiatura tra gli studenti nel lavoro finale risulterà in un
fallimento automatico. 1 .

Domande
1. Confrontare e contrapporre l’arte e la scienza. A quale genere appartengono ambedue?
(Sono sostanze? Accidenti? Se sono accidenti, di che tipo?) Quali son le caratteristiche
essenziali di una scienza? Di un’arte? Quali sono le differenze?

2. Scegliere una scienza (per esempio, la biologia, la matematica, l’archeologia—oppure


una scienza più specifica, come la zoologia, l’analitica, o l’archeologia greco-romana).
Provare che adempie le caratteristiche essenziali di una scienza. Caratterizzare questa
scienza: è speculativa oppure pratica? Qual è il suo oggetto materiale? Il suo oggetto
formale quod? Il suo oggetto formale quo? Giustificare questa proposta: spiegare cos’è
ogni tipo di oggetto, spiegare perché ogni oggetto corrisponda a questa scienza.

3. San Tommaso dice che la logica è allo stesso tempo arte e scienza. Come mai lo stesso
habitus può essere arte e scienza? Giustificare che la logica adempie le condizioni di
un’arte e anche di una scienza.

4. Se la logica è un unico abito, quindi ha un unico oggetto che lo specifica, quale è questo
oggetto? (Specificare l’oggetto materiale, l’oggetto formale quod, e l’oggetto formale
quo.)

5. Dare un esempio di ogni tipo di necessità (materiale, naturale, di fine stretta, di fine
morale, di coazione). Dimostrare che l’esempio scelto adempie le caratteristiche di
questo tipo di necessità.

6. Cos’è un ens rationis? Caratterizzare i tipi di ens rationis: i tre modi in cui possono
dipendere dalla ragione, le divisioni del ens rationis obiectivum.

7. Cosa specifica la logica formalmente (oppure: qual è l’oggetto formale quod della log-
ica)? Nella risposta:

a. Spiegare cos’è una relazione.


b. Spiegare perché, e in che modo, le relazioni logiche sono relazioni di ragione (non
relazioni reali).
c. Dare alcuni esempi di questi relazioni.
1
Come esempio di qualcosa che potrebbe far sospettare al professore che è in corso una collaborazione troppo
stretta tra studenti, nelle domande che chiedono un esempio di una scienza da analizzare, se molte persone usano
la stessa scienza e danno le stesse risposte esatte per i suoi oggetti materiali e formali, questo è un’indicazione
che la copia ingiustificata è in corso.

2
8. Cosa vuol dire intentio (intenzione)? Quali sono le due valenze della nozione di intentio
(considerando l’intenzione stessa). Quali sono i due tipi di intenzione, quando si con-
sidera come oggetto (oppure: qual è la differenza fra l’intenzione prima e l’intenzione
seconda)?

9. Qual’è la differenza fra la logica formale (minore) e la logica materiale (maggiore)? Per-
ché questa differenza si applica alla logica del ragionamento? In che senso si applica
alla logica del concetto? Perché non si applica bene alla logica dell’enunciato?

10. La logica viene definita così:

La logica è la scienza strumentalmente speculativa e modalmente pratica che


ha per oggetto materiale le opere della ragione, per oggetto formale quod le
relazioni di ragione di seconda intenzione, e per oggetto formale quo la luce
dei primi principi della ragione.

In base a ciò che avete imparato dalle vostre letture e indagando sulle risposte di cui
sopra, spiegare tutti gli elementi di questa defizione.

3
Description
In this paper, the student will be asked to answer the questions below, in his own words, using
the material provided in the texts, as well as the primary sources. The student will be expected
to write the paper according to the Regina Apostolorum style guide, and able to use footnotes
and make a bibiography. He should justify his answer, as much as possible, based on material
found in the primary sources, and cite appropriately. The due date will be for the final exam,
although students are highly encouraged to finish the first draft before the Christmas break,
so that the professor may provide feedback and suggestions.
It goes without saying that answers must be in complete sentences, using good grammar
and style, and backed up with logical and cogent arguments.

Required reading
Students must read the entirety of Aristotle’s Posterior Analytics and St. Thomas Aquinas’
commentary on the same work. Students may also make use of the textbook by Fr. Alain
Contat, as well as the one provided by the professor, but since neither one is a published
work, they may not be cited.

Learning objectives
By completing this assignment, students will be expected to acquire the capacity to do the
following:

• Explain what an habitus is.


• Distinguish among the three principle species of good intellectual habitus: sciences
(speculative and practical) and arts.
• List and explain the four essential characteristics of a science.
• List and explain the two essential characteristics of an art.
• Prove that a given habitus is an science or art.
• Identify the place of logic among these species of habitus, and demonstrate that it is the
case.
• Give the defnition of logic, and explain its object (in its three aspects: material, formal
quod, and formal quo).
• Identify and explain the three operations of reason, and their corresponding works.

Grading
This paper will count for 20% of the final grade. Therefore, it is estimated that the student
should spend approximately 25 hours total in writing this paper, between research and com-
position. Grading will be based on a rubric, which will be published on the course website.
Students are free to consult one another and discuss informally, but each student is re-
quired to write his own paper, in his own words. Any outright plagiarism (copying from

4
other texts without any credit given) or copying between students in the final paper will re-
sult in an automatic failure.2

Questions
1. Compare and contrast art and science. What genus do they both belong to? (Are they
substances? Accidents? If accidents, what kind?) What are the essential characteristics
of a science? Of an art? What are the differences between them?

2. Choose a science (for example, biology, mathematics, archeology—or else a more spe-
cific science, such as zoology, analysis, or Greco-Roman archaeology). Prove that it
fulfills the essential characteristics of a science. Describe this science: is it speculative
or practical? What is its material object? What is its formal object quod? Its formal
object quo? Justify this proposal: explain each kind of object and also why each object
corresponds to this science.

3. St. Thomas Aquinas says that logic is both an art and a science. How can the same
habitus be both an art and a science? Show that logic fulfills the conditions of being
and art and also a science.

4. If logic really is a unique habitus, then it has a unique object that specifies it. What is
this object? (Specify the material object, the formal object quod, and the formal object
quo.)

5. Give an example of each type of necessity (material, natural, strict final, moral final,
coercive). Show that your example fulfills the characteristics of this kind of necessity.

6. What is an ens rationis? Describe the types of ens rationis: the three modes in which
they may depend on the intellect, the three divisions of ens rationis obiectivum.

7. What formally specifies logic (in other words, what is the formal object quod of logic)?
In your answer, include the following:

a. Explain what a relation is.


b. Explain why, and in what way, logical relations are also relations of reason (not
real relations).
c. Give some examples of logical relations.

8. What does intentio (intention) mean? What are the two meanings of the notion of
intentio (considering the intention itself)? What are the two types of intention, when
the object is considered (in other words, what is the difference between first and second
intention)?

9. What is the difference between formal (minor) logic and material (major) logic? How
is this difference applicable to the logic of argumentation? In what sense does it apply
to the logic of concepts? Why does it not apply to the logic of enunciations?
2
As an example of something that might make the professor suspicious that too close a collaboration is going
on between students, in the questions that ask for an example of an science to analyze, if a lot of people use the
very same science, and give the exact same answers for its material and formal objects, that is an indication that
unjustified copying is going on.

5
10. Logic is defined as follows:

Logic is the speculative and modally practical science whose material ob-
ject (subject matter) is the works of reason, whose formal object quod is the
second-intention relations of reason, and whose formal object quo is the light
of the first principles of reason.

Based on what you have learned from your readings and in investigatin the answers
above, please explain all the elements of this defitition.