Sei sulla pagina 1di 31

Parrocchia San Raffaele Arcangelo

Piazza Martin Luther King


Sant’Andrea Apostolo dello Ionio (CZ)

Luca & Rosita


2 Giugno 2021

1
2
Santa Messa degli Sposi:

Luca e Rosita

Alla presenza dei Testimoni:


Matteo Cuzzola, Antonella Nardi
Pietro Politi, Maria Clelia Varano

Mercoledì 2 Giugno 2021


Parrocchia San Raffaele Arcangelo
Sant’Andrea Apostolo dello Ionio (CZ)

3
4
Canto d’ingresso: Re dei re (R.n.S.)

Hai sollevato i nostri volti dalla polvere


Le nostre colpe hai portato su di te
Signore ti sei fatto uomo in tutto come noi
Per amore

RIT: Figlio dell'Altissimo, povero tra i poveri


Vieni a dimorare tra noi
Dio dell'impossibile, Re di tutti i secoli
Vieni nella tua maestà
Re dei re, i popoli ti acclamano
I cieli ti proclamano re dei re
Luce degli uomini, regna col tuo amore tra noi

Ci hai riscattati dalla stretta delle tenebre


Perché potessimo glorificare te
Hai riversato in noi la vita del tuo Spirito
Per amore

RIT: Figlio dell’Altissimo...

Tua è la gloria per sempre


Tua è la gloria per sempre
Gloria, gloria
Gloria, gloria

RIT: Figlio dell’Altissimo...

5
RITI DI INTRODUZIONE

Celebrante: Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.
Assemblea: Amen

C: Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.


A: Amen

C: La grazia del Signore nostro Gesù Cristo, l'amore di Dio Padre e la


comunione dello Spirito Santo, sia con tutti voi.
A: E con il tuo spirito

MEMORIA DEL BATTESIMO

C: Luca e Rosita, la Chiesa partecipa alla vostra gioia e insieme con i vostri
cari vi accoglie con grande affetto nel giorno in cui davanti a Dio, nostro
Padre, decidete di realizzare la comunione di tutta la vita. In questo
giorno per voi di festa il Signore vi ascolti. Mandi dal cielo il suo aiuto e vi
custodisca. Realizzi i desideri del vostro cuore ed esaudisca le vostre
preghiere.
Riconoscenti per essere divenuti figli nel Figlio, facciamo ora memoria del
Battesimo, dal quale, come da seme fecondo, nasce e prende vigore
l’impegno di vivere fedeli nell’amore.

Padre, nel Battesimo del tuo Figlio Gesù nel fiume Giordano, hai rivelato
al mondo l’amore sponsale per il tuo popolo:
A: Noi ti lodiamo e ti rendiamo grazie.

C: Cristo Gesù, dal tuo costato aperto sulla croce hai generato la Chiesa,
tua diletta sposa:
A: Noi ti lodiamo e ti rendiamo grazie.

C: Spirito Santo, potenza del Padre e del Figlio, oggi fai risplendere in Luca
e Rosita la veste nuziale della Chiesa:
6
A: Noi ti lodiamo e ti rendiamo grazie.

C: Dio onnipotente, origine e fonte della vita, che ci hai rigenerati


nell'acqua con la potenza del tuo Spirito, ravviva in noi la grazia del
Battesimo, e concedi a Luca e Rosita un cuore libero e una fede ardente
perché purificati nell'intimo, accolgano il dono del Matrimonio, nuova via
della loro santificazione. Per Cristo nostro Signore.
A: Amen.

ASPERSIONE DELL’ACQUA BENEDETTA

Canto – Canto dell’acqua (Gen Verde)

L'acqua che sommerge il buio delle colpe


Scorre qui
L'acqua che ci rende il cuore trasparente
Scorre qui
È zampillo nato da roccia, è sorgente di fecondità
è fontana del tuo giardino, Onda di libertà

L'acqua che ci immerge dentro la tua morte


Scorre qui
L'acqua che ci dà la vita che risorge
Scorre qui
È ruscello nato da piaga, fresco fuoco che ci inonderà
Acqua viva e bianca rugiada, goccia d'eternità

L'acqua viva, grembo della vita nuova


Scorre qui

7
Canto – Gloria nell’alto dei cieli (Gen Verde)

RIT: Gloria, gloria a Dio


Gloria, gloria nell'alto dei cieli
Pace in terra agli uomini
Di buona volontà
Gloria!

Noi Ti lodiamo, Ti benediciamo


Ti adoriamo, Glorifichiamo Te
Ti rendiamo grazie per la Tua immensa Gloria.
Signore, Dio, Gloria
Re del cielo, Gloria
Dio Padre, Dio onnipotente, Gloria!

RIT: Gloria, gloria a Dio…

Signore, figlio unigenito, Gesù Cristo


Signore, Agnello di Dio, Figlio del Padre
Tu che togli i peccati del mondo
Abbi pietà di noi
Tu che togli i peccati del mondo
Accogli la nostra supplica
Tu che siedi alla destra del Padre
Abbi pietà di noi

RIT: Gloria, gloria a Dio…

Perché Tu solo il Santo, il Signore


Tu solo l'Altissimo, Cristo Gesù
Con lo Spirito Santo nella Gloria del Padre

8
COLLETTA

C: Preghiamo.
Dio onnipotente, concedi a Luca e Rosita, che oggi consacrano il loro
amore, di crescere insieme nella fede che professano davanti a Te, e di
arricchire con i loro figli la tua Chiesa. Per il nostro Signore Gesù Cristo,
tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, nell'unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
A: Amen.

LITURGIA DELLA PAROLA

Prima lettura
Dal libro di Tobìa 8, 4b-8
Preghiamo e domandiamo al Signore nostro che ci dia grazia e salvezza.
[La sera delle nozze] Tobia si alzò dal letto e disse a Sara: «Sorella, alzati!
Preghiamo e domandiamo al Signore nostro che ci dia grazia e salvezza».
Lei si alzò e si misero a pregare e a chiedere che venisse su di loro la
salvezza, dicendo: «Benedetto sei tu, Dio dei nostri padri, e benedetto per
tutte le generazioni è il tuo nome! Ti benedicano i cieli e tutte le creature
per tutti i secoli! Tu hai creato Adamo e hai creato Eva sua moglie, perché
gli fosse di aiuto e di sostegno. Da loro due nacque tutto il genere umano.
Tu hai detto: “Non è cosa buona che l’uomo resti solo; facciamogli un
aiuto simile a lui”. Ora non per lussuria io prendo questa mia parente, ma
con animo retto. Degnati di avere misericordia di me e di lei e di farci
giungere insieme alla vecchiaia». E dissero insieme: «Amen, amen!».
Parola di Dio

A: Rendiamo grazie a Dio.

9
Salmo responsoriale
Dal Salmo 102

RIT: La grazia del Signore è da sempre: dura in eterno.

Benedici il Signore, anima mia,


quanto è in me benedica il suo santo nome.
Benedici il Signore, anima mia,
non dimenticare tanti suoi benefici.

RIT: La grazia del Signore è da sempre: dura in eterno.

Buono e pietoso è il Signore,


lento all'ira e grande nell'amore.
Come un padre ha pietà dei suoi figli,
così il Signore ha pietà di quanti lo temono.

RIT: La grazia del Signore è da sempre: dura in eterno.

La grazia del Signore è da sempre,


dura in eterno per quanti lo temono;
la sua giustizia per i figli dei figli,
per quanti custodiscono la sua alleanza.

RIT: La grazia del Signore è da sempre: dura in eterno.

10
Seconda lettura
Dalla prima lettera di San Paolo Apostolo ai Corinzi (1 Cor. 13,1-13)

Se parlassi le lingue degli uomini e degli angeli, ma non avessi la carità,


sarei come bronzo che rimbomba o come cimbalo che strepita.
E se avessi il dono della profezia, se conoscessi tutti i misteri e avessi tutta
la conoscenza, se possedessi tanta fede da trasportare le montagne, ma
non avessi la carità, non sarei nulla.
E se anche dessi in cibo tutti i miei beni e consegnassi il mio corpo per
averne vanto, ma non avessi la carità, a nulla mi servirebbe.
La carità è magnanima, benevola è la carità; non è invidiosa, non si vanta,
non si gonfia d'orgoglio, non manca di rispetto, non cerca il proprio
interesse, non si adira, non tiene conto del male ricevuto, non gode
dell'ingiustizia ma si rallegra della verità. Tutto scusa, tutto crede, tutto
spera, tutto sopporta.
La carità non avrà mai fine. Le profezie scompariranno, il dono delle
lingue cesserà e la conoscenza svanirà. Infatti, in modo imperfetto noi
conosciamo e in modo imperfetto profetizziamo. Ma quando verrà ciò
che è perfetto, quello che è imperfetto scomparirà. Quand'ero bambino,
parlavo da bambino, pensavo da bambino, ragionavo da bambino.
Divenuto uomo, ho eliminato ciò che è da bambino.
Adesso noi vediamo in modo confuso, come in uno specchio; allora
invece vedremo faccia a faccia. Adesso conosco in modo imperfetto, ma
allora conoscerò perfettamente, come anch'io sono conosciuto. Ora
dunque rimangono queste tre cose: la fede, la speranza e la carità. Ma la
più grande di tutte è la carità.
Parola di Dio

A: Rendiamo grazie a Dio.


CANTO DEL VANGELO

11
Alleluia lode cosmica

R. Alleluia
Cercate prima di tutto il regno di Dio e ogni cosa vi sarà data in aggiunta
R. Alleluia

VANGELO
C: il Signore sia con voi
A: E con il tuo spirito

Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 6, 25-34)

A: Gloria a te, o Signore.

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:


«Io vi dico: per la vostra vita non affannatevi di quello che mangerete o
berrete, e neanche per il vostro corpo, di quello che indosserete; la vita
forse non vale più del cibo e il corpo più del vestito?
Guardate gli uccelli del cielo: non seminano, né mietono, né ammassano
nei granai; eppure il Padre vostro celeste li nutre. Non contate voi forse
più di loro? E chi di voi, per quanto si dia da fare, può aggiungere un'ora
sola alla sua vita?
E perché vi affannate per il vestito? Osservate come crescono i gigli del
campo: non lavorano e non filano. Eppure io vi dico che neanche
Salomone, con tutta la sua gloria, vestiva come uno di loro. Ora se Dio
veste così l'erba del campo, che oggi c'è e domani verrà gettata nel forno,
non farà assai più per voi, gente di poca fede?
Non affannatevi dunque dicendo: "Che cosa mangeremo? Che cosa
berremo? Che cosa indosseremo?". Di tutte queste cose si preoccupano i
pagani; il Padre vostro celeste infatti sa che ne avete bisogno.

12
Cercate prima il regno di Dio e la sua giustizia, e tutte queste cose vi
saranno date in aggiunta.
Non affannatevi dunque per il domani, perché il domani avrà già le sue
inquietudini. A ciascun giorno basta la sua pena». Parola del Signore.

A: Lode a te, o Cristo!

OMELIA

LITURGIA DEL MATRIMONIO

C: Carissimi Luca e Rosita siete venuti insieme nella casa del Padre perché
la vostra decisione di unirvi in matrimonio riceva il suo sigillo e la sua
consacrazione, davanti al ministro della Chiesa e davanti alla comunità.
Voi siete già consacrati mediante il Battesimo: ora Cristo vi benedice e vi
rafforza con il sacramento nuziale, perché vi amiate l'un l'altro con amore
fedele e inesauribile e assumiate responsabilmente i doveri del
matrimonio.
Pertanto vi chiedo di esprimere davanti alla Chiesa le vostre intenzioni.

C: Luca e Rosita siete venuti a celebrare il matrimonio senza alcuna


costrizione, in piena libertà e consapevoli del significato della vostra
decisione?
Sposi: Sì.

C: Siete disposti, seguendo la via del matrimonio, ad amarvi e a onorarvi


l’un l’altro per tutta la vita?
Sposi: Sì.

C: Siete disposti ad accogliere con amore i figli che Dio vorrà donarvi e a
educarli secondo la legge di Cristo e della sua Chiesa?
Sposi: Sì.

13
MANIFESTAZIONE DEL CONSENSO

C: Alla presenza di Dio e davanti alla Chiesa qui riunita, datevi la mano
destra ed esprimete il vostro consenso. Il Signore, inizio e compimento
del vostro amore, sia con voi per sempre.

Sposo: Io, Luca, accolgo te, Rosita, come mia sposa. Con la grazia di Cristo
prometto di esserti fedele sempre, nella gioia e nel dolore, nella salute e
nella malattia, e di amarti e onorarti tutti i giorni della mia vita.

Sposa: Io, Rosita, accolgo te, Luca, come mio sposo. Con la grazia di Cristo
prometto di esserti fedele sempre, nella gioia e nel dolore, nella salute e
nella malattia, e di amarti e onorarti tutti i giorni della mia vita.

Sposi: Noi promettiamo di amarci fedelmente, nella gioia e nel dolore,


nella salute e nella malattia, e di sostenerci l'un l'altro tutti i giorni della
nostra vita.

ACCOGLIENZA DEL CONSENSO

(Il sacerdote, stendendo le mani sul capo degli sposi, dice:)


C: Il Signore onnipotente e misericordioso confermi il consenso che avete
manifestato davanti alla Chiesa e vi ricolmi della sua benedizione. L’uomo
non osi separare ciò che Dio unisce.
A: Amen.

14
BENEDIZIONE E CONSEGNA DEGLI ANELLI
(Sono presentati gli anelli. Il sacerdote li benedice dicendo:)

C: Signore benedici questi anelli nuziali: gli sposi che li porteranno


custodiscano integra la loro fedeltà, rimangano nella tua volontà e nella
tua pace e vivano sempre nel reciproco amore. Per Cristo nostro Signore.
A: Amen.

Sposo: Rosita, ricevi questo anello, segno del mio amore e della mia
fedeltà. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

Sposa: Luca, ricevi questo anello, segno del mio amore e della mia fedeltà.
Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

BENEDIZIONE NUZIALE
(Gli sposi si inginocchiano. Il sacerdote, rivolto verso gli sposi, invoca su di loro la
benedizione del Signore. Il sacerdote, a mani giunte, invita i presenti a pregare.)

C: Fratelli e sorelle, raccolti in preghiera, invochiamo su questi sposi,


Luca e Rosita, la benedizione di Dio: Egli che oggi li ricolma di grazia
con il sacramento del matrimonio, li accompagni sempre con la sua
protezione.

(Tutti pregano per breve tempo in silenzio. Poi il sacerdote, tenendo stese le mani
sugli sposi, continua: )

C: Padre Santo, creatore dell’universo, che hai formato l’uomo e la


donna a tua immagine e hai voluto benedire la loro unione, ti
preghiamo umilmente per questi tuoi figli, che oggi si uniscono con il
sacramento nuziale. Scenda, o Signore, su questi sposi, Luca e Rosita,
la ricchezza delle tue benedizioni, e la forza del tuo Santo Spirito,
infiammi dall’alto i loro cuori, perché nel dono reciproco dell’amore,

15
allietino di figli la loro famiglia e la comunità ecclesiale. Ti lodino,
Signore, nella gioia, ti cerchino nella sofferenza; godano del tuo
sostegno nella fatica e del tuo conforto nella necessità; ti preghino
nella santa assemblea, siano tuoi testimoni nel mondo. Vivano a lungo
nella prosperità e nella pace e con tutti gli amici, che ora li circondano,
giungano alla felicità del tuo regno. Per Cristo nostro Signore.
A: Amen

(Gli sposi si alzano)

PREGHIERA DEI FEDELI E INVOCAZIONE DEI SANTI

C: Fratelli e sorelle, invochiamo Dio, nostro Padre, sorgente inesauribile


dell'amore, perché sostenga questi sposi nel cammino che oggi hanno
iniziato.

Lettore: Ripetiamo insieme: ascoltaci o Signore


A: Ascoltaci o Signore

Per Luca e Rosita, che oggi ricevono il sacramento del matrimonio; possa
la luce dello Spirito Santo illuminare sempre il loro cammino e rendere la
loro unione gioiosa e feconda. Preghiamo.
A: Ascoltaci o Signore

Per i genitori degli sposi, primi testimoni dell’amore; possano continuare


ad essere esempio di fedeltà e tenerezza per i loro figli, sostenendoli
sempre nel cammino della vita. Preghiamo.
A: Ascoltaci o Signore

Per gli amici e i parenti di Luca e Rosita, presenza gioiosa e costante nelle
loro vite; affinché il Signore conceda loro pace e sostegno e ravvivi la loro
fede in Cristo. Preghiamo.
A: Ascoltaci o Signore

16
Per tutti gli sposi presenti; il Signore, che li ha chiamati a camminare
insieme, continui a benedire il loro amore e renda sempre più solida la
loro unione. Preghiamo.
A: Ascoltaci o Signore

Perché la fiamma dello Spirito Santo illumini il cammino della Chiesa,


famiglia di Dio pellegrina nel mondo, e sostenga il nostro Papa Francesco
nel suo servizio di annuncio dell’Amore di Dio. Preghiamo.
A: Ascoltaci o Signore

Per la Famiglia Oblata, affinché con l’aiuto di Sant’Eugenio possa


continuare ad esprimere al suo interno e nelle relazioni con il mondo, il
volto di una vera famiglia, che sa amare, donare, perdonare. Preghiamo.
Assemblea: ascoltaci o Signore

C: Fratelli e sorelle, invochiamo Dio, perché nel nome di Gesù esaudisca la


nostra comune preghiera per questi sposi che hanno consacrato il loro
amore davanti a questa assemblea.

Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi


Santa Maria, Madre della Chiesa, prega per noi
Santa Maria, Regina della Famiglia, prega per noi
San Giuseppe, sposo di Maria, prega per noi
Santi Gioacchino e Anna, pregate per noi
Santi Zaccaria ed Elisabetta, pregate per noi
San Giovanni Battista, prega per noi
Santi Angeli Di Dio, prega per noi
Santi Pietro e Paolo, pregate per noi
Santi Apostoli ed Evangelisti, pregate per noi
Santi Martiri di Cristo, pregate per noi

17
Santi Aquila e Priscilla, pregate per noi
Santa Mario e Marta, prega per noi
Santa Monica, prega per noi
San Paolino, prega per noi
Santa Brigida, prega per noi
Santa Rita da Cascia, prega per noi
Santa Francesca Romana, prega per noi
San Tommaso Moro, prega per noi
Santa Giovanna Beretta Molla, prega per noi
San Luca, prega per noi
Sant’Antonio di Padova, prega per noi
Santa Rosa da Lima, prega per noi
San Francesco di Paola, prega per noi
Sant’Eugenio De Mazenod, prega per noi
Beati Martiri Oblati, pregate per noi
Beato Mario Borzaga, pregate per noi
Santi e Sante tutti di Dio, pregate per noi.

C: Effondi, Signore, su Luca e Rosita lo Spirito del tuo amore, perché


diventino un cuore solo e un'anima sola: nulla separi questi sposi che tu
hai unito e, ricolmati della tua benedizione, nulla li affligga. Per Cristo
nostro Signore.
A: Amen

18
PRESENTAZIONE DEI DONI

CANTO DI OFFERTORIO
Voi siete di Dio (Balduzzi, Casucci, Savelli)

(uomini) Tutte le stelle della notte


le nebulose, le comete
il sole su una ragnatela
…è tutto vostro e voi siete di Dio.

(donne) Tutte le rose della vita


il grano, i prati, i fili d’erba
il mare, i fiumi, le montagne
…è tutto vostro e voi siete di Dio.

(uomini) Tutte le musiche e le danze


i grattacieli, le astronavi
i quadri, i libri, le culture
…è tutto vostro e voi siete di Dio.

(tutti) Tutte le volte che perdono


quando sorrido e quando piango
quando mi accorgo di chi sono
…è tutto vostro e voi siete di Dio,
…è tutto nostro e noi siamo di Dio.

19
LITURGIA EUCARISTICA

C: Benedetto sei tu, Signore, Dio dell'universo: dalla tua bontà abbiamo
ricevuto questo pane, frutto della terra e del lavoro dell'uomo; lo
presentiamo a te, perché diventi per noi cibo di vita eterna.
A: Benedetto nei secoli il Signore

C: Benedetto sei tu, Signore, Dio dell'universo: dalla tua bontà abbiamo
ricevuto questo vino, frutto della terra, e del lavoro dell'uomo; lo
presentiamo a te, perché diventi per noi bevanda di salvezza.
A: Benedetto nei secoli il Signore

C: Pregate, fratelli, perché il mio e vostro sacrificio sia gradito a Dio, Padre
onnipotente.
A: Il Signore riceva dalle tue mani questo sacrificio a lode e gloria del
suo nome, per il bene nostro e di tutta la sua santa Chiesa.

C: Accogli, Signore, i doni e le preghiere che ti presentiamo per Luca e


Rosita, uniti nel vincolo santo: questo mistero, che esprime la pienezza
della tua carità, custodisca per sempre il loro amore. Tu che vivi e regni
per tutti i secoli eterni.
A: Amen

PREGHIERA EUCARISTICA

C: Il Signore sia con voi.


A: E con il tuo spirito.
C: In alto i nostri cuori.
A: Sono rivolti al Signore.
C: Rendiamo grazie al Signore, nostro Dio.
A: È cosa buona e giusta.

20
C: È veramente cosa buona e giusta, nostro dovere e fonte di salvezza,
rendere grazie sempre e in ogni luogo a te, Signore, Padre santo, Dio
onnipotente ed eterno.
Tu hai dato alla comunità coniugale la dolce legge dell'amore e il vincolo
indissolubile della pace, perché l'unione casta e feconda degli sposi
accresca il numero dei tuoi figli.
Con disegno mirabile hai disposto che la nascita di nuove creature allieti
l'umana famiglia, e la loro rinascita in Cristo edifichi la tua Chiesa.
Per questo mistero di salvezza, uniti agli angeli e ai santi, cantiamo
insieme l'inno della tua gloria:

Santo il Signore (D. Ricci)


Uomini: Santo il Signore Dio dell’Universo,
i cieli e la Terra sono pieni della tua Gloria.
Osanna nell’alto dei Cieli e Benedetto Colui che viene
nel nome del Signore, Osanna nell’alto dei Cieli.

Donne: È Santo, Santo, Santo, il Signore della vita!


È Santo, Santo, Santo, il Signore della storia!
Nel cielo e sulla terra risplende la sua Gloria.
Osanna, osanna, osanna nel cielo sconfinato,
Osanna, osanna, osanna nel canto del creato,
e sia Benedetto Colui che viene in nome di Dio!
(In ginocchio)
C: Padre, veramente santo, fonte di ogni santità, santifica questi doni con
l'effusione del tuo spirito, perché diventino per noi il corpo e il sangue di
Gesù Cristo tuo figlio e nostro Signore.
Nella notte in cui fu tradito, egli prese il pane e rese grazie, lo spezzò, lo
diede ai suoi discepoli, e disse:

“PRENDETE, E MANGIATENE TUTTI: QUESTO e IL MIO CORPO OFFERTO IN


SACRIFICIO PER VOI.”
21
Dopo la cena, allo stesso modo, prese il calice e rese grazie, lo diede ai
suoi discepoli, e disse:

“PRENDETE, E BEVETENE TUTTI: QUESTO e IL CALICE DEL MIO SANGUE


PER LA NUOVA ED ETERNA ALLEANZA, VERSATO PER VOI E PER TUTTI
IN REMISSIONE DEI PECCATI. FATE QUESTO IN MEMORIA DI ME.”

C: Mistero della fede.


A: Annunciamo la tua morte, Signore, proclamiamo la tua resurrezione,
nell'attesa della tua venuta.

C: Celebrando il memoriale della morte e risurrezione del tuo Figlio, ti


offriamo, Padre, il pane della vita e il calice della salvezza.
Ti rendiamo grazie per averci ammessi alla tua presenza a compiere il
servizio sacerdotale.
Ti preghiamo umilmente: per la comunione al corpo e al sangue di Cristo,
lo Spirito Santo ci riunisca in un solo corpo.
Ricordati, Padre, della tua Chiesa diffusa su tutta la terra: rendila perfetta
nell'amore in unione con il nostro Papa Francesco, il nostro Vescovo
Vincenzo, e tutto l'ordine sacerdotale.
Ricordati dei tuoi figli Luca e Rosita, che in Cristo hanno costituito una
nuova famiglia, piccola Chiesa e sacramento del tuo amore, perché la
grazia di questo giorno si estenda a tutta la loro vita.
Ricordati dei nostri fratelli, che si sono addormentati nella speranza della
risurrezione, e di tutti i defunti che sono morti in pace con te: ammettili a
godere la luce del tuo volto.
Di noi tutti abbi misericordia: donaci di aver parte alla vita eterna, insieme
con la beata Maria, Vergine e Madre di Dio, con gli apostoli e tutti i santi
che in ogni tempo ti furono graditi: e in Gesù Cristo tuo Figlio canteremo
la tua gloria.

22
Per Cristo, con Cristo e in Cristo, a te, Dio Padre onnipotente, nell'unità
dello Spirito Santo, ogni onore e gloria, per tutti i secoli dei secoli.
A: Amen

RITI DI COMUNIONE

C: Prima di partecipare al banchetto dell'Eucarestia, segno di


riconciliazione e vincolo di unione fraterna, preghiamo insieme come il
Signore ci ha insegnato:

Tutti:
Padre nostro, che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome, venga il tuo
regno, sia fatta la tua volontà, come in cielo, così in terra.
Dacci oggi il nostro pane quotidiano, e rimetti a noi i nostri debiti, come
anche noi li rimettiamo ai nostri debitori, e non abbandonarci alla
tentazione, ma liberaci dal male.

C: Liberaci Signore da tutti i mali, concedi la pace a nostri giorni, e con


l’aiuto della tua misericordia, vivremo sempre liberi dal peccato e sicuri
da ogni turbamento, nell’attesa che si compia la beata speranza e venga
il nostro Salvatore Gesù Cristo.
A: Tuo è il regno, Tua è la potenza e la gloria nei secoli

C: Signore Gesù Cristo, che hai detto ai tuoi discepoli “vi lascio la pace vi
do la mia pace” non guardare ai nostri peccati ma alla fede della tua
chiesa, e donale unità e pace secondo la tua volontà. Tu che vivi e regni
nei secoli dei secoli.
A: Amen

C: La pace del Signore sia sempre con voi.


A: E con il tuo spirito

23
CANTO
Agnus Dei (Giosy Cento)
Agnus Dei,
qui tollis, peccata mundi,
miserere nobis.

Agnus Dei,
qui tollis, peccata mundi,
miserere nobis.

Agnus Dei,
qui tollis, peccata mundi,
dona nobis pacem (4 v.).

C: Ecco l’Agnello di Dio, ecco colui che toglie i peccati del mondo. Beati gli
invitati alla cena dell’Agnello.
A: Signore, non son degno di partecipare alla tua mensa, ma dì soltanto
una parola ed io sarò salvato.

24
CANTI DI COMUNIONE

Tra voi la Carità (Padre S. Zampa OMI)

Cos’è quest’aria che ci avvolge


Questo mistero che ci supera
E fai di noi un solo cuore,
un’unica famiglia
È l’amore di chi sa dare la vita
Di chi non misura mai

RIT. Ci sia tra voi la carità


L’amore vero che mai finirà
E tra la gente un fuoco che
Il mondo intero trasformerà.

Sentirti ancora vivo tra di noi


Al centro della nostra vita
E ritrovare come nuova
quell’unità più vera
vivendo così già sulla terra
un angolo di cielo.

RIT. Ci sia tra voi la carità


L’amore vero che mai finirà
E tra la gente un fuoco che
Il mondo intero trasformerà.

25
Preghiera

Voglio ringraziarti, o mio Signore,


perché sei oggi ancor con me.
C’è tanta sete nel mio cuore,
dammi l’acqua del tuo amore.
Sei tu la mia certezza,
sei tu che fai sperare che…

Ancora il seme germoglierà,


una nuova terra rivivrà,
un lavoro nuovo nascerà,
tanta gente finalmente sorriderà,
un bambino forte ti pregherà,
ti ringrazierà o mio Signore.

Anche quando il buio è dentro me


ed io non vedo la tua luce,
so che tu mi aspetti là,
mi dai la tua pace.
Fa’, Signore, che non manchi mai,
fa’ che resti qui con noi.

Facci uniti nel tuo nome,


dacci ancora del tuo pane,
effondi amore in ogni cuore,
dona gioia a chi è nel dolore.
E ancora il seme germoglierà,
una nuova terra rivivrà,
un lavoro nuovo nascerà,
tanta gente finalmente sorriderà,
ed ognuno di noi risorgerà,

26
ognuno di noi per te sarà preghiera,
per te sarà preghiera.

Preghiera, preghiera, preghiera

E ancora il seme germoglierà (Preghiera)


Una nuova terra rivivrà (Preghiera)
Un lavoro nuovo nascerà, nascerà (Preghiera)
Tanta gente finalmente sorriderà (Preghiera)
Ed ognuno di noi risorgerà (Preghiera)
Ed ognuno di noi sarà preghiera (Preghiera)

Per te sarà preghiera.

ORAZIONE DOPO LA COMUNIONE

C: Preghiamo
O Signore, per questo sacrificio di salvezza, accompagna con la tua
provvidenza la nuova famiglia che hai istituito: fa’ che Luca e Rosita, uniti
nel vincolo santo e nutriti con l'unico pane e l'unico calice, vivano
concordi nel tuo amore. Per Cristo nostro Signore.
A: Amen

27
RITI DI CONCLUSIONE
C: Il Signore sia con voi
A: E con il tuo spirito.

C: Dio, eterno Padre, vi conservi uniti nel reciproco amore; la pace di


Cristo abiti in voi e rimanga sempre nella vostra casa.
A: Amen

C: Abbiate benedizione nei figli, conforto dagli amici, vera pace con tutti.
A: Amen

C: Siate nel mondo testimoni dell’amore di Dio perché i poveri e i


sofferenti, che avranno sperimentato la vostra carità, vi accolgano grati
un giorno nella casa del Padre.
A: Amen

C: E su voi tutti, che avete partecipato a questa liturgia nuziale, scenda la


benedizione di Dio onnipotente, Padre e Figlio e Spirito Santo.
A: Amen.

C: Nella Chiesa e nel mondo siate testimoni del dono della vita e
dell’amore che avete celebrato. Andate in pace.
A: Rendiamo grazie a Dio.

28
(Il sacerdote legge gli articoli del codice civile, a norma delle disposizioni
concordatarie)

LETTURA DEGLI ARTICOLI DEL CODICE CIVILE

C: Carissimi Luca e Rosita, avete celebrato il sacramento del matrimonio


manifestando il vostro consenso dinanzi a me e ai testimoni. Oltre la
grazia divina e gli effetti stabiliti dai sacri Canoni, il vostro matrimonio
produce anche gli effetti civili secondo le leggi dello Stato. Vi do quindi
lettura degli articoli del Codice civile riguardanti i diritti e i doveri dei
coniugi che voi siete tenuti a rispettare ed osservare:
Art. 143: Con il matrimonio il marito e la moglie acquistano gli stessi diritti
e assumono i medesimi doveri. Dal matrimonio deriva l’obbligo
reciproco alla fedeltà, all’assistenza morale e materiale, alla
collaborazione nell’interesse della famiglia e alla coabitazione.
Entrambi i coniugi sono tenuti, ciascuno in relazione alle proprie
sostanze e alla propria capacità di lavoro professionale o casalingo, a
contribuire ai bisogni della famiglia.
Art. 144: I coniugi concordano tra loro l’indirizzo della vita familiare e
fissano la residenza della famiglia secondo le esigenze di entrambi e
quelle preminenti della famiglia stessa. A ciascuno dei coniugi spetta il
potere di attuare l’indirizzo concordato.
Art. 147: Il matrimonio impone ad ambedue i coniugi l’obbligo di
mantenere, istruire, educare e assistere moralmente i figli, nel rispetto
delle loro capacità, inclinazioni naturali e aspirazioni, secondo quanto
previsto dall’articolo 315-bis.

29
CANTO FINALE

Nozze a Cana (R.n.S.)

Rit.: Danzano con gioia le figlie d'Israele,


Le nozze sono pronte per il figlio del Re.
Alleluia, alleluia, per il figlio del Re.
Alleluia, alleluia, per il figlio del Re.

A Cana in Galilea nel nome del Signore


Gli sposi han giurato amore e fedeltà.
Coi cembali e coi flauti le danze fan corona
Il vino sulla mensa il cuor rallegrerà. Rit.
Nel mezzo della festa il vino viene meno,
Non hanno più la gioia, la danza finirà.
La Madre dice ai servi "Udite la parola
Che il Figlio mio vi dona, Lui vi disseterà".

Rit. Danzano con gioia…

Si arrossano le coppe di vino nuovo colme,


è il dono dello Sposo per nuova fedeltà.
Danziamo allor fratelli: del Re noi siamo figli,
A Lui cantiamo lodi, per sempre, alleluia!

Rit. Danzano con gioia…

Rit: Danzano con gioia le figlie d'Israele,


Le nozze sono pronte per il figlio del Re.
Danzano con gioia per il figlio del Re. (3v.)

30
Alma Misionera (Los Cantantes Catolicos)

Señor, toma mi vida nueva


Antes de que la espera desgaste años en mì,
Estoy dispuesta a lo que quieras,
No importa lo que sea, Tù llàmame a servir.

RIT: Llevame donde los hombres


Necesiten tus palabras
Necesiten mis ganas de vivir.
Donde falte la esperanza, donde falte la alegrìa
Simplemente por no saber de Ti.

Te doy mi corazon sincero para gritar sin miedo


lo hermoso che es tu amor.
Señor, tengo alma misionera
Conduceme a la tierra
Que tenga sed de Ti.

RIT: Llevame donde los hombres ...

Asì en marcha iré cantando,


Por calles predicando
Tu grandeza, Señor.
Tendré mis manos sin cansancio,
tu historia entre mis labios,
y fuerza en la oraciòn.

RIT: Llevame donde los hombres ... (2 v.)

31