Sei sulla pagina 1di 2

05/03/21

Suite

Analisi anche dal punto di vista storico: perché si sono diffuse.

Nelle prime forme musicali è la parola a mettere in moto la musica: Mottetto e Madrigale

Nel periodo rinascimentale l'orecchio non vuole la simmetria.

In seguito la simmetria diventa prediletta.

12/03/21

nell'analisi di un mottetto andare a vedere quante idee o frasi musicali ci sono

In questo periodo gli ascoltatori non vogliono simmetria o ripetizioni. Vogliono il testo letterario.

Cartesio stabalisce che il diletto nell'ascoltare sta nell'alternanza dei numeri pari. 1 2 4 8 16 32

Nella musica il concetto della comprensione e dell'ascolto ha principio nel concetto di antecedente e
conseguente.

26/03/2021

Sintetizzare un tema: da Bach in poi con la fuga l'ascoltatore deve sintetizzare ciò che ascolta.

FUGA

Soggetto

Controsoggetto: rinforza le informazioni musicali

Esposizione: il momento iniziale in cui per 4 volte si sente il soggetto e la risposta

Divertimento: dal latino allonanamento: fa sempre soggetto e risposta ma sempre in una tonalità diversa

Stretto: quando le voci suonano tutte assieme e vanno in sovrapposizione

Anche nella fuga quindi il concetto di simmetria continua a provocare piacere nel sintetizzare il tema e
ritrovarlo più e più volte.

09/04/2021

Il tono vicino è quello rappresentato dalle scale costruite sul IV e V grado di una tonalità di partenza
OPPURE

Rispetto a una tonalità di partenza le tonalità vicine sono quelle in relazione di Quinta, ovvero una quinta
sopra e una quinta sotto

e le tonalità relative
Minuetto: ABA

A in 3 parti: normalmente di 8 o 16 battute

a tema e risposta, finisce con ritornello

b dopo il ritornello

a di ripresa, finisce con ritornello

B trio a tema

a di ripresa

Trio: sempre presente nei minuetti, deriva dal pochi delle orchestre dove suonavano solo 3 strumenti alla
volta

30/04/21

Trio si analizza individuando A B A, poi analizzando il trio, sempre individuando la tripartizione A B A

Connotati della musica romantica:

La comnposizione intensa in quanto tale esiste da quando esiste la notazione musicale.

Nel 1600 si assesta l'unità della musica, porre una battuta dietro l'altra la quale può essere in accordanza o
in discordanza,

1,2 3e4, 567e8, e così via.

Nel 1800, l'ascolto attivo del classicismo viene contrapposto dall'ascolto passivo, all'ascolto col sentimento.

Marcia: tripartita in tempo binario, con un trio.

Marcai funebre: invece del trio ha la dicitura maggiore, perché la marcia funebre è sempre in modo minore.