Sei sulla pagina 1di 4

APPUNTI 19 DICEMBRE 2020 EDUCAZIONE CIVICA

Lezione del 4 dicembre:

 Che cos’è il diritto? Abbiamo parlato di diritto soggettivo e oggettivo, dal punto di vista oggettivo  fonti
di cognizione. Criterio gerarchico. Costituzione e caratteri costituzione, che cos’è la sovranità, articolo 1,
2, 3, 5, parte dell’11. Stato sociale (welfare state) intervento dello stato per garantire sussidi e molto altro
per le persone che vivono in momenti di difficoltà. Carattere compromissorio della costituzione. Leggi
regionali. Parlamento e iter legislativo. Organi di garanzia, Presidente della Repubblica (in caso esercita
il veto sospensivo), Corte costituzionale (vigila che le leggi non siano mai in contrasto con la Costituzione;
se le fonti primarie sono in contrasto la corte ne proclama l’annullamento).

I primi 12 articoli sono i principi fondamentali, dal 13 in poi  rapporti civili, rapporti etico-sociali, rapporti
economici, rapporti politici. RAPPORTI CIVILI: sono i diritti di libertà diversi dai diritti sociali (scorsa lezione,
es. istruzione, salute che richiedono una prestazione da parte dello stato), i diritti di libertà chiedono una non
ingerenza da parte dello Stato, i diritti che affermano un principio di non ingerenza.

C’è rischio terza ondata, emanato dpcm ferie natalizie, con restrizioni, zona rossa nei giorni festivi, lockdown,
non si può uscire se non per motivi di necessità, introdotta deroga non più di due persone a casa dei parenti,
bar e ristoranti chiusi, nei giorni non festivi zona arancione con limiti es. spostarsi solo nel proprio comune.
Pandemia ci impone dei limiti, è un dato di realtà che ci impone dei limiti. Diritti di libertà e tutela della salute
pubblica, bene personale e collettivo di rango sovraordinato  è più importante la salute ora rispetto alla
libertà. Ci troviamo di fronte a provvedimenti che impongono limiti alle nostre libertà.

Articolo 16  prevede un limite: la libertà della circolazione (che è un diritto fondamentale), è


incostituzionale a fine dell’articolo? No alla fine c’è scritto “salvo limitazioni per sicurezza”. Il limite non è
nell’ospitare le persone, ma nella circolazione. La norma non è anticostituzionale, ma attraverso questo
articolo 16 sono state introdotte tutte le limitazioni. Limitazioni introdotte con legge, dpcm non è una legge,
un provvedimento. Governo può emanare atti aventi forza di legge, decreti-legge (entro 60 gg non è più
valido se non è convertito in legge dal Parlamento) e decreti legislativi (ipotesi in cui il parlamento delega il
governo tramite una legge cornice ad emanare questo atto. Il dpcm è stato emanato attraverso un decreto-
legge. Tra governo e parlamento rapporto di fiducia. Il governo non può introdurre limitazioni a diritti
costituzionali con un suo provvedimento, è necessario che ci sia una legge.

Regioni a statuto speciale hanno una maggiore autonomia rispetto alle altre. (normative differenti da regione
a regione, art. 5 riconoscimento principio autonomia), memori del passato, si è voluto riconoscere a livello
costituzionale questo principio del decentramento dell’autonomia. Le regioni possono emanare leggi
regionali in materia di loro competenza es. salute, spazio di autonomia, introdurre regolamentazioni
differenti da regione a regione, sempre motivate ovviamente.

Articolo 13  riguarda libertà personale, che è inviolabile, la libertà della persona, del corpo, ciò che noi
intendiamo per libertà, il significato più profondo di questa parola, nessuna forma di restrizione di essa.
Detenzione, ispezione, perquisizione. Principio generale è che la libertà personale, non è ammesso nulla se
non per atto motivato dall’autorità giudiziaria e nei soli casi previsti dalla legge  prevista una riserva di
legge, deve esserci una legge che dice quali sono i casi in cui ci possono essere restrizione alla libertà
personale, ci deve essere anche un atto motivato dall’autorità giudiziaria. RISERVA DI LEGGE, RISERVA DI
GIURISDIZIONE, OBBLIGO DI MOTIVAZIONE. Forze di polizia possono arrestare chi ha commesso un reato:
necessità di urgenza, possono adottare provvedimenti provisori e entro 48 ore comunicate all’autorità
giudiziaria, giudice lo deve convalidare, se uno dei due passaggi non avviene, viene rilasciato. La libertà
personale in molti paesi non vale: cfr Patrik Zaky, studente egiziano ricercatore a Bologna, incarcerato da
mesi in Egitto, senza processo, senza che possa vedere i suoi avvocati.... Detenzione: pena inflitta all’esito di
una condanna definitiva. Arresto in flagranza, quindi, deve essere convalidato entro 48 ore. Se c’è un pericolo
di fuga, inquinamento prove, pericolo reiterazione del reato  si possono adottare misure cautelari anche
restrittive in attesa della sentenza. Noi corriamo il rischio di tenere dentro una persona innocente, ma fuori
ci sarebbe anche il rischio. Dobbiamo assicurarci che la persona non faccia fughe ecc.  misure cautelari con
durata massima e se il processo va avanti per troppo le misure diventano inefficaci. Chico forti  arrestato
all’estero, leggi dipendono dal luogo in cui ci si trova. La regola generale è questa.

Articolo 14  sul domicilio, inviolabile

Articolo 15 libertà e segretezza della corrispondenza

DIRITTI DI LIBERTÀ DELLE SINGOLE PERSONE

DIRITTI LIBERTÀ COLLETTIVA:

Articolo 17  riunioni e manifestazioni, in un luogo pubblico: se voglio fare una riunione è necessario il
preavviso solo perché se lo do ci può essere un divieto per motivi di sicurezza e incolumità pubblica, devo
dare preavviso. Siamo liberi di riunirci, ma c’è l’obbligo di preavviso. Luoghi pubblici (es: piazza), luoghi aperti
al pubblico (es: bar).

Articolo 18  vietate le associazioni a delinquere, quelle di carattere militare e quelle segrete

Articolo 19  diritto di professare la propria fede religiosa

Articolo 21  tutti hanno diritto di manifestare il proprio pensiero con parola, scritto e ogni altro mezzo di
diffusione, libertà di parola. È un diritto ritenuto fondamentale della persona. Quali sono i limiti?  posso
manifestare il mio pensiero ma posso offendere la reputazione e l’onore di qualcuno  non devo
commettere reati e rispettare il diritto altrui con i limiti del rispetto della legge e non commettere reati di
ingiuria e diffamazione. Insegnanti, medici hanno un obbligo di segretezza. Segreto di ufficio e segreti di stato.
Segreto di stato riguarda informazioni di carattere superiore. Diritto alla privacy. Censura della stampa. Rif.
al buon costume  quello che riteniamo possa offenderci; ciò che possa offendere la nostra sensibilità
umana. In funzione di come cambiano i costumi cambiano anche le leggi.

Articolo 24  la difesa deve essere garantita, nei casi in cui non ci sia la possibilità economica per potersi
assicurare la difesa in giudizio, abbiamo il diritto di avere un avvocato a spesa dello stato, dipende dal reddito
(se è inferiore a 11.000 euro all’anno).

Articolo 25  se commettiamo qualcosa quando a legge non lo prevedeva come reato anche se la legge
riguardante esso sarà emessa dopo non è applicabile, non può essere retroattiva

Articolo 32  diritto dell’individuo e dell’interesse della collettività, interesse salute non solo singolo ma di
tutti, interesse pubblico, tutela salute pubblica. I provvedimenti sanitari possono essere adottati solo se ci sia
un consenso. Trattamenti sanitari obbligatori solo se la legge lo prevede e in particolari condizioni.

Articolo 33  l’istruzione è un diritto, istruzione pubblica diritto gratuità istruzione nella scuola dell’obbligo,
diritto di istituire scuole privato. Borse di studio e assegni. Devono essere introdotte “misure di
diseguaglianza”, in base al rapporto con il reddito familiare.

ORGANI COSTITUZIONALI
 Parlamento: camera deputati + senato, è l’espressione della democrazia rappresentativa, partecipiamo
alla democrazia tramite la rappresentanza, con il referendum  cambiano il numero dei membri del
parlamento, per votare bisogna essere maggiorenni, e per entrare in parlamento 25, (membri del senato
almeno 40 anni e per votare 25). Si riunisce in seduta comune per l’elezione del Presidente della
Repubblica, per l’elezione di un terzo del CSM e per l’elezione di un terzo della Corte costituzionale. È
l’unico organo eletto direttamente dai cittadini. Iniziativa legislativa  ciascun parlamentare, raccolta di
50.000 firme e il governo. Vengono presentati dei disegni di legge, le proposte di legge. Proposta di legge
esaminata dalle commissioni competenti per materia. Esse possono essere sede referente, oppure sede
deliberante.  ci sono ipotesi in cui la legge viene discussa solo all’interno della commissione
(procedimento in sede deliberante), ma normalmente dopo la discussione all’interno della commissione,
in sede referente, la proposta di legge va all’esame del Parlamento, che discute la legge (può introdurre
emendamenti) e la vota. Testo legge una volta approvato da un ramo del parlamento passa all’altro ramo.
Possono esserci delle modifiche e quindi passa nuovamente nell’altro ramo fino a che si ottengono due
testi uguali. Poi la legge viene presentata al Presidente (che può a sua volta esercitare il veto sospensivo)
e promulgata, poi pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale e dopo 15 gg entra in vigore. Per le leggi
costituzionali che modificano la nostra Costituzione è prevista una doppia votazione a distanza di tre
mesi; la votazione deve essere a maggioranza assoluta. Referendum abrogativo  per abrogare una
legge che è in vigore, si sottopone ai cittadini il quesito se vogliono abrogare la legge in questione.
 Governo: organo costituzionale, potere esecutivo, attua le leggi. Tra governo e parlamento  rapporto
di fiducia, se arriva la sfiducia  si apre una crisi di governo, si andrà nuovamente alle elezioni. Rapporto
di fiducia è presente perché il governo è l’espressione della maggioranza parlamentare, l’incarico per
formare il governo viene dato ai vincitori delle elezioni, a chi può controllare ed avere fiducia dal
Parlamento. Governo composto dal Presidente del Consiglio e dai ministri. I ministri sono anche a capo
dei ministeri, tranne alcuni che si chiamano “senza portafoglio” non essendo a capo dei ministeri e non
avendo disponibilità di spesa. Governo ha una funzione politica e amministrativa. Parlamento deriva da
una elezione  il governo no, viene proclamato dal Presidente della Repubblica. Dopo l’esito delle
elezioni il Presidente della Repubblica inizia le consultazioni con i segretari dei partiti, e con i presidenti
dei gruppi parlamentari  prova a vedere se è possibile fare governi di coalizione (di quali forze
politiche?  ora: partito democratico + 5 stelle), prima avevamo il governo di coalizione formato da Lega
e 5 stelle: c’è stata una mozione di sfiducia. Il Presidente del Consiglio è sempre stato Conte: in entrambi
i governi. Dopo le elezioni il Presidente della Repubblica fa appunto le consultazioni, poi dà (ovvero
conferisce) l’incarico a quello che sarà il Presidente del Consiglio. Avviene la nomina dei ministri. Devono
esporre il proprio programma di governo e ottenere la fiducia da parte del Parlamento. In casi eccezionali
il governo può emanare atti aventi forza di legge (decreti-legge e decreti legislativi).
 Presidente della Repubblica (funzione di garanzia)  capo stato, garante Costituzione, eletto dal
Parlamento in seduta comune, deve avere almeno 50 anni. Votazioni avvengono a scrutinio segreto, resta
in carica sette anni, ha poteri formali e poteri sostanziali. Dal punto di vista formale rappresenta lo Stato
nelle relazioni diplomatiche, ratifica i trattati internazionali, dichiara lo stato di guerra (deliberato dal
Parlamento). Dal punto di vista sostanziale (vi sono rapporti con il potere legislativo, con il governo, con
la magistratura)  può esercitare il veto sospensivo su una legge, chiedendo un’altra votazione;
promulga le leggi firmandole; può sciogliere le Camere in caso di crisi di governo; nomina il governo; può
inviare messaggi alle Camere; presiede il Consiglio Superiore della Magistratura e le forze armate, nomina
i senatori a vita e 1/3 della Corte Costituzionale, concede la grazia: è una prerogativa del Presidente della
Repubblica; la grazia è concessa quando ci sono motivi di particolare umanità, casi eccezionali e
giustificati da situazioni estreme (Articolo 87). Può essere messo in stato d’accusa dal Parlamento e
giudicato dalla Corte Costituzionale

RAPPORTI ECONOMICI  (articoli da 35 in poi).

Potrebbero piacerti anche