Sei sulla pagina 1di 1

VERBALE DEL CONSIGLIO DI CLASSE 3°A giorno 06/10/2015

Alle ore 16.00 del giorno 06 ottobre 2015, ha avuto inizio il primo Consiglio di classe 3A.
Presenti i docenti:Nardi, Paoletti,Ricci, Perini, Viel, Ferrarini, Miliano, Tobiano, Capecchi,
D'Ettoris, Apicella, Casini

Assenti i docenti:

O.d.G. 1. Andamento didattico e disciplinare della classe


2. Definizione di piani di lavoro congruenti con la situazione della classe
3. Definizione dell'intervento dei docenti di sostegno e degli obiettivi per gli alunni disabili.
4. Programmazione attività integrative annuali, visite guidate e dei viaggi di istruzione. Per
le gite verbalizzare destinazione, durata, nome dei docenti accompagnatori e dei sostituti (un
docente ogni 15 alunni, un docente di sostegno ogni due alunni diversamente abili).
5. Stesura P.d.P. (DSA e BES). Per gli alunni BES i moduli dei piani personalizzati che
saranno consegnati ai coordinatori dovranno essere già compilati prima dello scrutinio.
La riunione è cominciata con l'analisi della situazione dei due alunni con DSA della classe.
La Prof.ssa Nardi descrive ai docenti la situazione dell'alunno Timinti Matteo: l'alunno ha gravi
lacune dalla Scuola Elementari e difficoltà logiche.
E' seguito da una buona tutor. Non accetta la diminuzione dei compiti. Alle ore 16.30 entrano i
genitori dell'alunno Timinti Matteo;chiedono ai docenti del rendimento scolastico del figlio. La
madre dell'alunno chiede chi siano i colleghi nuovi di questo anno scolastico e chiede alla
coordinatrice la documentazione (piano didattico personalizzato) e chiedono come sia ad oggi il
rendimento del proprio figlio. La collega Nardi spiega di aver dato loro un promemoria per Matteo
che lo aiuti nei vari passaggi logici da seguire per ottimizzare il lavoro scolastico. I docenti
chiedono ai genitori di Matteo quale Istituto avrebbe intenzione di frequentare l'alunno e se ha
preferenze di materie da approfondire. La madre di Matteo dice che ancora non ha idea di che scelta
farà dopo la Scuola Media. La collega Nardi spiega che verranno fatti percorsi sull'orientamento e
che quindi ci sarà tempo per scegliere nel modo migliore..
L'obiettivo da raggiungere è stimolarlo ad una maggiore partecipazione nel processo educativo.
Il programma di terza prevede che si lavori in maniera trasversale in italiano-storia-geografia e gli
obiettivi da seguire diventano sempre più difficili..
Il tutor che lo segue a casa consiglia di privilegiare le interrogazioni programmate e anche la
Prof.ssa Nardi suggerisce ai docenti di fissare le interrogazioni per l'alunno in base alle materie (per
non sovrapporsi e non stancare l'alunno). La collega chiede alla famiglia l'umore di Matteo e loro
confermano che è lo stesso. Va incoraggiato e stimolato a trovare interesse nelle materie che
affronta. Si procede poi ad analizzare il primo punto all'ordine del giorno.
Il Consiglio di Classe è unanime nel dire che l'andamento è addirittura peggiorato rispetto allo
scorso anno ed è fortemente compromesso dagli alunni Meozzi, Castellucci, Licciardello, Mistretta,
Dallai e Catanzaro.
Si individuano nella classe i seguenti casi che necessitano di interventi individualizzati: Bes:
Arrighetti , Meacci, Singuaroli.
Dsa: Chen,Timinti

La riunione si è conclusa alle ore 18.00