Sei sulla pagina 1di 3

DIPARTIMENTO Culture e società

ANNO ACCADEMICO OFFERTA 2018/2019


ANNO ACCADEMICO EROGAZIONE 2020/2021
CORSO DILAUREA SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE PER LE CULTURE E LE ARTI
INSEGNAMENTO LABORATORIO DI COMUNICAZIONE DEL PATRIMONIO AMBIENTALE
TIPO DI ATTIVITA' F
AMBITO 10846-Altre conoscenze utili per l'inserimento nel mondo del lavoro
CODICE INSEGNAMENTO 19672
SETTORI SCIENTIFICO-DISCIPLINARI
DOCENTE RESPONSABILE AUF DER HEYDE CARL Ricercatore a tempo Univ. di PALERMO
ALEXANDER determinato
ALTRI DOCENTI
CFU 3
NUMERO DI ORE RISERVATE ALLO 45
STUDIO PERSONALE
NUMERO DI ORE RISERVATE ALLA 30
DIDATTICA ASSISTITA
PROPEDEUTICITA'
MUTUAZIONI
ANNO DI CORSO 3
PERIODO DELLE LEZIONI 2° semestre
MODALITA' DI FREQUENZA Facoltativa
TIPO DI VALUTAZIONE Voto in trentesimi
ORARIO DI RICEVIMENTO DEGLI AUF DER HEYDE CARL
STUDENTI ALEXANDER
Venerdì 11:00 13:00 Microsoft Teams (stanza «Storia della critica d'arte,
Letteratura artistica ...»). Codice di accesso: glcc37n
DOCENTE: Prof. CARL ALEXANDER AUF DER HEYDE
PREREQUISITI Conoscenze di base della sociologia e del governo del territorio
RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI Conoscenza e capacita' di comprensione
Acquisizione degli strumenti necessari a comprendere le evoluzioni delle
relazioni sociali in ambito urbano per padroneggiare il concetto di citta' come
“bene comune” e il concetto di “diritto alla citta”
Capacita' di applicare conoscenza e comprensione
Gli studenti saranno in grado di applicare le loro competenze professionali
argomentando le correlazioni fra il piano, il contesto ambientale e socio-politico
e possiedano competenze adeguate sia per ideare e sostenere argomentazioni
che per risolvere problemi nel campo di studi dell’analisi della citta
Autonomia di giudizio
L’autonomia di giudizio dello studente viene stimolata attraverso l’attenzione
dedicata ai metodi qualitativi propri della disciplina. Ogni studente e' invitato a
produrre giudizi personali sui contenuti disciplinari
Abilita' comunicative
Lo studente sara' in grado di comunicare informazioni, idee, problemi e soluzioni
nel campo della disciplina, finalizzate alle attivita' proprie del laureato in questo
corso di studio.
VALUTAZIONE DELL'APPRENDIMENTO Prova finale orale:
La prova orale consiste in un colloquio, volto ad accertare il possesso delle
competenze e delle conoscenze disciplinari previste dal corso; la valutazione
viene espressa in trentesimi.
L’esaminando dovra' rispondere a minimo due/tre domande poste oralmente, su
tutte le parti oggetto del programma, con riferimento ai testi consigliati.
Le domande tenderanno a verificare: a) le conoscenze e la comprensione
acquisite; b) le capacita' elaborative, c) il possesso di un’adeguata capacita'
espositiva d) autonomia di giudizio
Distribuzione dei voti:
30 - 30 e lode
a) Conoscenza avanzata degli argomenti e comprensione critica delle teorie e
dei principi della disciplina
b) Capacita' avanzata di applicare le conoscenze e di risolvere i problemi
proposti anche in modo innovativo
c) Piena proprieta' di linguaggio specifico
d) Capacita' di organizzare in maniera autonoma e innovativa il lavoro
26 - 29
a) Conoscenze esaurienti e specialistiche accompagnate da consapevolezza
critica
b) Completa capacita' di applicare le conoscenze acquisite e di sviluppare
soluzioni creative a problemi astratti
c) Buona padronanza del linguaggio specialistico
d) Capacita' di organizzare in maniera autonoma il lavoro
22 - 25
a) Conoscenza di fatti, principi, processi e concetti generali dell’insegnamento
b) Basilari capacita' di applicare metodi, strumenti, materiali e informazioni
relative
all’insegnamento
c) Basilare padronanza del linguaggio specialistico
d) Basilari capacita' di organizzare in maniera autonoma il lavoro
18-21
a) Minima conoscenza dei principali argomenti dell’insegnamento
b) Minima capacita' di applicare autonomamente le conoscenze acquisite
c) Minima padronanza del linguaggio tecnico
d) Minima capacita' di organizzare in maniera autonoma il lavoro
OBIETTIVI FORMATIVI Il corso di Sociologia dell'ambiente, collocato al secondo anno del CdS, intende
raggiungere la consapevolezza delle leve primarie dei processi di
apprendimento, la consapevolezza dell’importanza dell’osservazione sul campo
e dell’esperienza diretta dei processi oggetto di studio, anche in coordinamento
orizzontale con le altre discipline dello stesso anno.
ORGANIZZAZIONE DELLA DIDATTICA Lezioni frontali; discussione guidata in aula sui testi in programma; seminari
tenuti dagli studenti.
TESTI CONSIGLIATI A. Angelini, Il futuro di GAIA, Armando Editore, oppure, A. Angelini, P. Pizzuto, il
Manuale di Ecologia e sostenibilita, Franco Angeli editore
A. Angelini, M. Scalia, Il Mitico ponte sullo stretto di Messina, Franco Angeli
editore
PROGRAMMA
ORE Lezioni
40 Societa' sostenibile:
4 Presentazione discussione sulle tematiche del corso.
5 Impatto antropico e stato del pianeta (popolazione, risorse minerarie, acqua, biodiversita, salute, istruzione e
distribuzione della ricchezza).
5 Ambiente e sviluppo attraverso le convenzioni internazionali e le politiche nazionali. Sostenibilita' dello
sviluppo: origini storiche ed evoluzione del concetto di sviluppo durevole.
4 Energia e cambiamenti climatici.
4 La gestione integrata dei rifiuti.
4 Indicatori e strumenti per la sostenibilita: Agenda 21 locale, indicatori e strumenti command and controll.
4 Cultura della sostenibilita.
5 Attivita' varie sul campo e seminari.
5 Attivita' di laboratorio