Sei sulla pagina 1di 51

Adamantis

A2000BC

Manuale di
istruzioni per uso e
manutenzione

Adamantis A200BC 2016/1

Modello Serie/matricola Anno/Revisione


A2000BC

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
2
A2000BC

MANUALE DI 1

ISTRUZIONI PER USO E 1

MANUTENZIONE 1

LISTA DELLE TABELLE 5

LISTA DELLE FIGURE 6

1 INTRODUZIONE 7

1.1 Generalità 7

1.2 Scopo del manuale 7

1.3 Avvertenze per l’uso del manuale 7


1.3.1 Finalità e limiti del manuale 7
1.3.2 Conservazione del manuale 7
1.3.3 Aggiornamento del manuale 7

1.4 Definizioni e terminologie adottate nel manuale 8


1.4.1 Definizioni di ATTENZIONE, AVVERTENZA e NOTA 8
1.4.2 Definizioni generali relative alla sicurezza 8
1.4.3 Definizioni tecniche relative al sistema di visione 8

1.5 Descrizione e uso previsto del sistema di visione 9

1.6 Identificazione della macchina 9

1.7 Marcatura CE (solo per i Paesi dell’Unione Europea) 10

2 INFORMAZIONI GENERALI E NORME DI SICUREZZA 11

2.1 Riferimenti normativi 11

2.2 Condizioni ambientali di utilizzo 11


2.2.1 Temperatura e umidità 11
2.2.2 Ambiente di esercizio 12
2.2.3 Illuminazione 12
2.2.4 Vibrazioni 12
2.2.5 Residui e contaminazione ambientale 12

2.3 Norme di sicurezza generali 12


2.3.1 Uso previsto, non previsto e scorretto 12

2.4 Valutazione dei rischi 13


2.4.1 Premessa 13
2.4.2 Rischi connessi all’ambiente di installazione 13
Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun
modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
1
A2000BC

2.4.3 Rischi connessi alle caratteristiche della macchina 13


2.4.4 Rischi residui 13

3 DESCRIZIONE DEL SISTEMA ED IDENTIFICAZIONE DEGLI ELEMENTI 14

3.1 Scopo e descrizione del sistema 14

3.2 Principio di funzionamento 14


3.2.1 Funzionamento del sistema 14

3.3 Comunicazione seriale 16


3.3.1 Comunicazione seriale RS485 16
3.3.2 Interfaccia di controllo seriale 17
3.3.3 Impostazione dei parametri PLC 19
3.3.4 Impostazione dei parametri di sistema 19
3.3.5 Visualizzazione dell’immagine 20
3.3.6 Visualizzazione della dimensione del tondino 20

3.4 Comunicazione ethernet 21


3.4.1 Comunicazione ethernet 21
3.4.2 Pagina iniziale e preview 22
3.4.3 Pagina di setup 23
3.4.4 Pagina di setup avanzato 24

3.5 Sensore di temperatura PT100 25

4 DESCRIZIONE DEI CIRCUITI 26

4.1 Connettore di alimentazione/dati digitali 26


4.1.1 Caratteristiche Ingressi / Uscite 27
4.1.2 Uscite di coteggio (BIT 0 e BIT 1) 27

4.2 Connettore di comunicazione 27

4.3 Connettore PT100 27

5 CARATTERISTICHE TECNICHE E DIMENSIONI DI IMGOMBRO 28

5.1 Caratteristiche tecniche 28

5.2 Dimensioni di ingombro e peso 28

6 DESCRIZIONE DEI COMANDI A TASTIERA 31

6.1 Pannello di comando 31


6.1.1 Comando di RST 31
6.1.2 Comando di DFT 31
6.1.3 Led di funzionamento 32

6.2 Altri comandi e dispositivi 32

7 INSTALLAZIONE, MOVIMENTAZIONE E SMANTELLAMENTO 33


Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun
modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
2
A2000BC

7.1 Generalità 33

7.2 Predisposizioni per l’installazione del sistema 33


7.2.1 Fissaggio Meccanico 33
7.2.2 Cablaggio di alimentazione 33
7.2.3 Cablaggio di comunicazione Ethernet 34

7.3 Disimballaggio 34

7.4 Installazione e connessione 34

7.5 Stoccaggio 34

7.6 Smantellamento 35

7.7 Smaltimento 35
7.7.1 Materiale per l’imballaggio 35
7.7.2 Smaltimento del sistema 35

8 PROCEDURE PER L’UTILIZZO DEL SISTEMA 36

8.1 Generalità 36

8.2 Accensione del sistema 36


8.2.1 Controlli Preliminari 36
8.2.2 Procedura verifica comunicazione seriale 36

8.3 Preparazione e regolazione del sistema 37


8.3.1 Regolazione del diaframma 37
8.3.2 Regolazione della messa a fuoco 37
8.3.3 Regolazione allineamento della barra 38
8.3.4 Regolazione centramento finestra di misura 41
8.3.5 Regolazione dimensione finestra di misura 41

8.4 Procedure operative normali 41


8.4.1 Modalità continua 42
8.4.2 Modalità triggerata 42

8.5 Arresto del sistema 43


8.5.1 Arresto normale 43
8.5.2 Fermo del sistema di lungo periodo 43

8.6 Ripristino delle condizioni operative 43


8.6.1 Ripristino delle condizioni operative dopo un arresto normale 43

9 SICUREZZA 44

9.1 Sicurezza 44
9.1.1 Targhe di segnalazione di pericolo, divieto e obbligo 44

10 RISOLUZIONE DEGLI INCONVENIENTI 45

10.1 Risoluzione degli inconvenienti relativi al sistema 45

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
3
A2000BC

11 INFORMAZIONI SULLA MANUTENZIONE 46

11.1 Classificazione delle operazioni di manutenzione 46

11.2 Qualifiche del personale addetto alla manutenzione 46

11.3 Informazioni generali sulla manutenzione generica 46

12 GARANZIA 47

12.1 Decadenza garanzia 47

12.2 Expiration of warranty Errore. Il segnalibro non è definito.

12.3 Esclusioni della garanzia 47

12.4 Exclusion of the warranty Errore. Il segnalibro non è definito.

13 MANUALE RICAMBI 48

14 APPENDICE A – BARRA MR65 49

14.1 Caratteristiche tecniche 49

14.2 Connessione elettrica 49

14.3 Ingombro Meccanico 49

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
4
A2000BC

LISTA DELLE TABELLE

Tabella 1: Limiti di temperatura. ...............................................................................................................................11


Tabella 2: Grado di protezione IP ...............................................................................................................................12
Tabella 3: Bitrate seriale di default. ...........................................................................................................................16
Tabella 4: Parametri modificabili via seriale. .............................................................................................................20
Tabella 5: Parametri IP di default. .............................................................................................................................21
Tabella 6: Cablaggio di alimentazione del sistema. ....................................................................................................26
Tabella 7: Caratteristiche ingressi ed uscite. ..............................................................................................................27
Tabella 8: tabella a stati di funzionamento delle uscite. ............................................................................................27
Tabella 9: Cablaggio di comunicazione del sistema. ...................................................................................................27
Tabella 10: Caratteristiche tecniche del sistema. .......................................................................................................28
Tabella 11: pannello posteriore del sistema con i conenttori. ....................................................................................31
Tabella 12: Funzionamento led PWR. ........................................................................................................................32
Tabella 13: Funzionamento led CPU. .........................................................................................................................32
Tabella 14: Funzionamento led fotocellula. ...............................................................................................................32
Tabella 15: Velocità seriale supportate dal sistema. ..................................................................................................36
Tabella 16: valori consigliati per le soglie. ..................................................................................................................42
Tabella 17: stato uscite in funzione delle soglie. ........................................................................................................43
Tabella 18: Risoluzione dei problemi. ........................................................................................................................45
Tabella 19: Caratteristiche barra rossa MR65. ...........................................................................................................49
Tabella 20: Connessione barra rossa MR65................................................................................................................49

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
5
A2000BC

LISTA DELLE FIGURE

Figura 1: Targa del sistema di visione. ........................................................................................................................ 9


Figura 2: Marcatura CE ..............................................................................................................................................10
Figura 3: Attacchi da 1/4 presenti sul lato posteriore. ...............................................................................................11
Figura 4: Illuminatore rosso MR65. ............................................................................................................................12
Figura 5: funzionamento a “sbarramento” del sistema. .............................................................................................14
Figura 6: layout di lavoro con le due unità Adamantis A2000BC e la barra MR65. .....................................................15
Figura 7: layout di lavoro visto dall’alto. ....................................................................................................................15
Figura 8: collegamento di più unità sullo stesso bus seriale. ......................................................................................16
Figura 9: Stringa iniziale via seriale. ...........................................................................................................................17
Figura 10: Stringa iniziale via seriale. .........................................................................................................................18
Figura 11: Selezione della porta COM. .......................................................................................................................18
Figura 12: Messaggio di errore all’apertura porta COM. ............................................................................................19
Figura 13: Inserimento del valore del parametro. ......................................................................................................20
Figura 14: Misure del tondino. ...................................................................................................................................21
Figura 15: Pagina web iniziale. ...................................................................................................................................22
Figura 16: Pagina web con preview immagine. ..........................................................................................................23
Figura 17: Pagina web di setup comunicazione. .........................................................................................................23
Figura 18: Pagina web di setup avanzato. ..................................................................................................................24
Figura 19: Connettori del sistema A2000BC. ..............................................................................................................26
Figura 20: PT100 schema di connessione. ..................................................................................................................27
Figura 21: sezione dei mozzi. .....................................................................................................................................33
Figura 22: Immagine non a fuoco. ..............................................................................................................................37
Figura 23: Immagine con fuoco ottimale. ...................................................................................................................38
Figura 24: corretta posizione della linea di scansione. ...............................................................................................38
Figura 25: Pagina web di taratura. .............................................................................................................................39
Figura 26: immagine visualizzata tramite pagina web. ...............................................................................................39
Figura 27: la zona inquadrata non è corretta, la barra risulta troppo in alto. .............................................................40
Figura 28: la zona inquadrata non è corretta, la barra risulta troppo a sinistra. .........................................................40
Figura 29: la zona inquadrata non è corretta, la barra risulta obliqua rispetto all’immagine. ....................................40
Figura 30: immagine visualizzata tramite pagina web................................................................................................41
Figura 31: centramento finestra di misura. ................................................................................................................41
Figura 32: Dimensioni meccaniche barra rossa MR65. ...............................................................................................49

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
6
A2000BC

1 INTRODUZIONE

1.1 Generalità

Le informazioni contenute nel presente manuale sono di proprietà di Video Systems S.R.L.; ne è vietata la
diffusione e la riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione.

1.2 Scopo del manuale

Il presente manuale (Manuale Uso e Manutenzione) ha lo scopo di fornire le indicazioni e le istruzioni


necessarie per il trasporto, la movimentazione, l’installazione e la manutenzione del sistema di visione
Adamantis A2000BC costruito da Videosystems , Via Marinelli 1/1, 33033 Codroipo (UD), Italia.
In esso sono contenute tutte le informazioni generali per il corretto utilizzo del sistema di visione. Per la
redazione del presente documento sono state prese a riferimento le norme UNI10653 (Documentazione
tecnica - Qualità della documentazione tecnica di prodotto) ed UNI10893 (Documentazione tecnica di
prodotto - Istruzioni per l'uso - Articolazione e ordine espositivo del contenuto).

1.3 Avvertenze per l’uso del manuale

1.3.1 Finalità e limiti del manuale

Il presente manuale è destinato a tutti gli installatori ed utilizzatori del sistema di visione Adamantis
A2000BC e deve essere sempre a loro disposizione.
Lo scopo del manuale è fornire informazioni relativamente a:
- caratteristiche tecniche e descrizione del sistema;
- requisiti ambientali del luogo di installazione e fonti di alimentazione;
- norme anti infortunistiche;
- uso previsto del sistema;
- manutenzione;
- reperibilità dei ricambi.

1.3.2 Conservazione del manuale

Il presente manuale è considerato parte integrante del sistema di visione Adamantis A2000BC e deve
essere conservato per futuro riferimento fino allo smantellamento finale del sistema stesso.
Il manuale, deve essere sempre disponibile per la consultazione e deve essere conservato con cura, al
riparo da polvere, umidità ed in luogo sicuro; in caso di smarrimento o di danneggiamento che ne
comprometta anche solo parzialmente la consultazione, l’utente è tenuto a richiederne al costruttore una
nuova copia.

1.3.3 Aggiornamento del manuale

Questo manuale è stato realizzato contemporaneamente all’allestimento del sistema a cui si applica e
non potrà essere considerato inadeguato solo perché successivamente aggiornato (anche per sistemi
simili) in base a nuove esperienze. Video Systems s.r.l. si riserva il diritto di modificare unitamente alla
propria produzione anche i relativi manuali, senza avere l’obbligo di aggiornare quanto consegnato in
precedenza. Qualora intervenissero le condizioni per cui si dovessero rendere necessarie eventuali
integrazioni del manuale, queste verranno inviate all’utente il quale dovrà conservarle assieme al manuale
originale.

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
7
A2000BC

1.4 Definizioni e terminologie adottate nel manuale

1.4.1 Definizioni di ATTENZIONE, AVVERTENZA e NOTA

ATTENZIONE
QUESTO TERMINE INDICA UNA PROCEDURA, UNA CONDIZIONE, UNA OPERAZIONE, ECC. CHE, SE NON
SEGUITA STRETTAMENTE E CORRETTAMENTE, POTREBBE ESSERE CAUSA DI RISCHI PER L’INCOLUMITÀ
DELL’OPERATORE, DEL MANUTENTORE O DELLE PERSONE ESPOSTE, CON RELATIVO PERICOLO DI LESIONI,
EVENTUALMENTE ANCHE GRAVI, O DI MORTE.

AVVERTENZA
Questo termine identifica una procedura, una condizione per la quale il mancato rispetto delle norme
indicate potrebbe essere causa di danni al sistema o ai suoi componenti.

NOTA
Questo termine richiama l’attenzione del lettore su particolari aspetti della procedura descritta.

1.4.2 Definizioni generali relative alla sicurezza

UTILIZZATORE
Per utilizzatore si intende la persona autorizzata ad eseguire le attività di sua competenza nell’ambito della
conduzione del sistema, comprendendo in ciò anche il compito di riconoscere qualsiasi possibile pericolo per sé e
per le persone esposte ed evitare i rischi connessi. Di norma l’autorizzazione alla conduzione di uno o più sistemi
viene data in seguito ad una comprovata capacità dell’operatore, derivante dalla sua formazione (esperienza ed
istruzione).

TECNICO
Vedi personale specializzato.

MANUTENTORE
Vedi personale specializzato.

PERSONALE SPECIALIZZATO
La o le persone con precisa competenza tecnica in uno o più’ settori specifici, capaci di eseguire le operazioni di
manutenzione diverse dalle normali operazioni di servizio. Il personale specializzato può’ essere dipendente del
costruttore, oppure di ditte esterne espressamente autorizzate dal costruttore stesso.

PERSONA ESPOSTA
Per persona esposta si intende qualsiasi persona che si trovi, per qualunque ragione, interamente o parzialmente
all’interno di una zona pericolosa.

ZONA PERICOLOSA
Una zona pericolosa è tutta l’area entro la quale la presenza di una persona esposta sia causa per quest’ultima di
possibili rischi per la sua sicurezza e salute.

PERICOLO
Per pericolo si intende una situazione od un motivo a cui sono associati uno o più elementi che possono causare la
morte o gravi infortuni all’utilizzatore o alle persone esposte.

RISCHIO
Il termine rischio definisce una possibilità di pericolo e, conseguentemente, la possibilità per l’utilizzatore o per le
persone esposte di subire un danno.

1.4.3 Definizioni tecniche relative al sistema di visione

I seguenti termini tecnici sono utilizzati nel presente manuale:

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
8
A2000BC

 esposizione: quantità totale di luce che viene acquisita dal sensore della telecamera; è un valore
che dipende dall’apertura del diaframma dell’ottica e dal tempo di esposizione.

 tempo di esposizione: tempo durante il quale viene acquisita la luce che arriva sul sensore.

 focale: in un dispositivo ottico è la distanza fra la lente, o il centro ottico, ed il piano focale.

 diaframma: è la dimensione dell'apertura attraverso cui la luce fluisce in un dispositivo ottico.

I seguenti termini o espressioni vengono qui definiti per rendere univoco il loro significato all’interno del
presente manuale:

 campo inquadrato: o area inquadrata. Si intende tutta l’area che viene inquadrata dal sistema di
visione tramite l’ottica ed il sensore.

 zona di misura: o finestra di misura. Si intende solo la porzione dell’area inquadrata dove il
sistema effettivamente esegue una misura o un algoritmo.

1.5 Descrizione e uso previsto del sistema di visione

Il sistema Adamantis A2000BC è una telecamera IP che permette il conteggio di barre di acciaio che
transitano nel campo inquadrato. La misura viene comandata tramite un segnale di trigger esterno. La
telecamera prevede 3 soglie modificabili che permettono il conteggio di una, due o più oggetti presenti
nel campo inquadrato.

Il sistema viene utilizzato per 2 applicazioni tipiche:

1. Uso su impianti di conteggio tondini


2. Verifica dimensionale

1.6 Identificazione della macchina

La macchina viene identificata da un apposito cartellino situato sul lato destro. Su di esso è riportato il
codice del modello del sistema, il numero seriale del prodotto e l’anno di fabbricazione.

Figura 1: Targa del sistema di visione.

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
9
A2000BC

1.7 Marcatura CE (solo per i Paesi dell’Unione Europea)

La marcatura CE è riportata sul cartellino posto sul sistema.

Figura 2: Marcatura CE

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
10
A2000BC

2 INFORMAZIONI GENERALI E NORME DI SICUREZZA

2.1 Riferimenti normativi

Le normative che sono state prese in considerazione durante la progettazione del sistema di visione sono
le seguenti:

 Direttiva 2004/108/CE concernente il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative
alla compatibilità elettromagnetica e che abroga la direttiva 89/336/CE.

 Direttiva 2006/95/CE concernente il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative
al materiale elettrico destinato ad essere adoperato entro taluni limiti di tensione.

2.2 Condizioni ambientali di utilizzo

2.2.1 Temperatura e umidità

Il sistema di visione Adamantis A2000BC è equipaggiato con componenti elettronici e meccanici che
possono funzionare nel range di temperatura indicato in tabella.

Temperatura Minima (°C) Temperatura Massima (°C)


0 50
Tabella 1: Limiti di temperatura.

AVVERTENZA: Nel caso in cui la temperatura ambientale superi i 50°C, il raffreddamento è


necessario. Il raffreddamento deve essere realizzato con dell’acqua collegato all’apposito circuito
della custodia della telecamera. La temperatura dell’acqua deve essere compresa tra 20 e 32 °C. Gli
attacchi sono individuabili nella parte posteriore del sistema

Figura 3: Attacchi da 1/4 presenti sul lato posteriore.

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
11
A2000BC

Il sistema di visione ha un grado di protezione IP64. E’ vietato l’utilizzo del sistema di visione in ambienti
in cui i livelli delle polveri o degli schizzi d’acqua sono superiori ai limiti consentiti da tale grado di
protezione.

Grado di Protezione Protezione Polvere Protezione Schizzi d’Acqua


IP 6 4
Tabella 2: Grado di protezione IP

2.2.2 Ambiente di esercizio

Il sistema di visione Adamantis A2000BC deve essere utilizzato in ambienti in cui sono verificate le
condizioni ambientali descritte nel manuale. Non è ammesso l’utilizzo in ambienti in cui non sono state
verificate preventivamente le condizioni descritte nel manuale.

2.2.3 Illuminazione

Il sistema di visione prevede un sistema di illuminazione specifico, l’MR65. L’illuminatore ha una


superficie di illuminazione di 500mmx36mm ed ha uno spettro di emissione di luce rossa. La barra va
posizionata nella maniera adatta secondo il manuale integrativo o nell’appendice di questo manuale.
È indispensabile evitare che la luce diretta o riflessioni di luce (diverse dalla luce emessa dalla barra
MR65) penetrino attraverso la finestra del sistema di visione. Prestare attenzione che la luce solare o i
riflessi hanno una grande quantità di luce.

AVVERTENZA: In questi casi è necessario utilizzare uno schermo protettivo meccanico al di sopra
del sistema di visione per bloccare la luce dannosa che potrebbe attraversare la finestra di visione,
per prevenire malfunzionamenti o falsi rilevamenti del sistema di misura.

Figura 4: Illuminatore rosso MR65.

2.2.4 Vibrazioni

Il sistema Adamantis A2000BC deve essere posto su dei sistemi dove non sono presenti delle vibrazioni.
Possibili vibrazioni di forte intensità possono danneggiare in maniera grave oppure distruggere il sistema
di visione.

2.2.5 Residui e contaminazione ambientale

Il sistema di visione è protetto da un involucro di acciaio. La parte ottica anteriore è protetta da un filtro
anticalore. Eventuali prodotti che possono interagire con questi materiali sono da maneggiare con cura
vicino al sistema e solamente da personale specializzato.

2.3 Norme di sicurezza generali

2.3.1 Uso previsto, non previsto e scorretto

Il costruttore declina ogni responsabilità in caso di:

 Errata installazione, mancata o errata osservanza delle istruzioni fornite nel presente manuale

 Difetti di alimentazione elettrica del sistema

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
12
A2000BC

 Modifiche e/o manomissioni del sistema

 Operazioni condotte da parte di personale non addestrato o inidoneo

Il corretto funzionamento del sistema dipende anche dalla scrupolosa osservanza del manuale, che deve
essere fatta prima di effettuare l'installazione, la messa in opera e la manutenzione del sistema . E' quindi
necessario leggere integralmente le istruzioni d'uso e manutenzione e osservare tutte le precauzioni
indicate. Sono ammesse solo le configurazioni previste da questo documento e pertanto va evitato ogni
tentativo di utilizzare lo stesso in disaccordo con le indicazioni fornite.

2.4 Valutazione dei rischi

2.4.1 Premessa

L’anali dei rischi che possono generarsi dall’utilizzo e dall’installazione del sistema è stata fatta da Video
Systems Srl. Il sistema di visione è un sistema alimentato a 24 VDC e pertanto è a bassa tensione. Il
sistema di visione non ha alcuna parte in movimento che possa generare dei rischi per l’operatore.

2.4.2 Rischi connessi all’ambiente di installazione

Il sistema di visione Adamantis A2000BC deve essere utilizzato in ambienti in cui sono verificate le
condizioni ambientali descritte nel manuale. Se le condizioni sono verificate, il sistema non genera rischi
a causa dell’ambiente di installazione.

2.4.3 Rischi connessi alle caratteristiche della macchina

Il sistema di visione è alimentata a 24 VDC e non ha parti in movimento. Il sistema di visione non genera
rischi se utilizzato nei modi e negli ambienti conformi alle condizioni descritte nel manuale

2.4.4 Rischi residui

L’anali dei rischi non ha portato ad altri rischi residui direttamente collegati al sistema di visione.

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
13
A2000BC

3 DESCRIZIONE DEL SISTEMA ED IDENTIFICAZIONE DEGLI ELEMENTI

3.1 Scopo e descrizione del sistema

Il sistema di visione permette di ricavare la presenza di uno, due o più barre d’acciaio che transitano nel
campo inquadrato. Il sistema di visione imposta due output digitali in funzione di quanto ricavato
dall’analisi dell’immagine. In questa maniera si possono pertanto contare le barre che sono transitate nel
campo inquadrato.
Il sistema di visione oggetto di questo manuale permette l’acquisizione e l’analisi di immagini da 2048
pixel. In queste immagini vengono individuate le barre che vi transitano. Le barre vengono individuate
grazie alla tecnica dello sbarramento. Il sistema di visione infatti inquadra la barra di illuminazione led
rossa. Il sistema di visione misura la dimensione degli oggetti che vi transitano davanti.

Barra luminosa

A2000BC

Barra acciaio
Campo di
misura

Distanza di lavoro

Figura 5: funzionamento a “sbarramento” del sistema.

Il sistema ha due tipi di comunicazione: seriale o IP. Il sistema è dotato di un server web che permette, se
abilitato da interfaccia grafica a PC, il controllo diretto del sistema e la visione istantanea delle immagini
acquisite. Il sistema di visione ha perciò un proprio indirizzo IP che deve essere opportunamente
assegnato (tramite il display posto sul corpo del dispositivo).

3.2 Principio di funzionamento

3.2.1 Funzionamento del sistema

Il sistema di conteggio barre è composto da una barra di emissione lineare a luce rossa di tipo MR65 e da
due sistemi di visione conta barre Adamantis A2000BC, posizionati a 45° rispetto all’asse di emissione
della barra luminosa. I sistemi di visione conta barre Adamantis A2000BC sono posti sopra l’asse del
tondino, a una distanza nominale di 500 mm, in modo da ottenere un campo inquadrato di 240 mm a
livello del materiale. La barra luminosa è posta sotto l’asse del tondino. Il sistema di visione rileva
l’oggetto nero sull’immagine del tondino, misura l’area scura e la confronta con le tre soglie programmate
sull’unità. Il tempo di scansione del sistema di visione è 800 us. I due sistemi di visione sono sincronizzati
da una fotocellula, presente sulla vite senza fine della macchina di movimentazione delle barre, che
genera un impulso ogni 180°. La figura sottostante mostra la configurazione del sistema.
Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun
modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
14
A2000BC

Adamantis
A2000BC

Illuminatore
MR65

Figura 6: layout di lavoro con le due unità Adamantis A2000BC e la barra MR65.

Barra in transito

Asse di misura

Figura 7: layout di lavoro visto dall’alto.

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
15
A2000BC

3.3 Comunicazione seriale

3.3.1 Comunicazione seriale RS485

Il sistema può essere controllato tramite un bus di comunicazione seriale. Il sistema utilizza un protocollo
multipunto dedicato (protocollo FDS3). Il sistema permette di avere fino a 8 unità in contemporanea sullo
stesso bus. Ogni sistema deve avere un differente indirizzo seriale che viene impostato dalla pagina web
(si veda capitoli successivi). E’ possibile modificare anche la velocità del bus fino ad un massimo di
115200 bps.

...
Figura 8: collegamento di più unità sullo stesso bus seriale.

La comunicazione RS485 ha due funzionalità:

a) Lettura o impostazione delle soglie di lavoro


b) Verifica delle impostazioni della telecamera e visualizzazione dell’immagine inquadrata.

La visualizzazione dell’immagine inquadrata è stata implementata nella precedente versione ADAMANTIS


A2000BC ed è stata mantenuta per compatibilità. Si consiglia di utilizzare però la pagina web per tutte le
funzionalità legate a taratura e configurazione del sistema.

All’avvio del sistema viene inviato via seriale un messaggio in cui vengono descritte alcune caratteristiche
del sistema fra cui la versione software e l’indirizzo ip dell’ethernet. Per visualizzare la stringa può essere
utilizzato l’hyperterminal di Windows Xp oppure un programma di gestione della seriale gratuita come
PuTTy per Windows 7 o successivi. La configurazione da utilizzare per entrambi i casi è la seguente:

Parametro Valore
Porta Com connessa al canale
Com Port
A2000BC RS-485
Baud rate selezionato da
Baud rate
interfaccia web (DEFAULT 115200)
Numero di bits 8
Stop bits 1
Parity nessuno
Flux control nessuno

I parametri di default con cui viene speditra la telecamera (salvo diverse configurazioni richieste) sono i
seguenti

Parametro Default
Bitrate seriale 115200
Tabella 3: Bitrate seriale di default.

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
16
A2000BC

Un esempio di stringa di avvio è la seguente:

Figura 9: Stringa iniziale via seriale.

Dalla stringa iniziale si possono notare 3 sezioni:

1) Dati del prodotto: sono evidenziati alcuni dati del prodotto fra cui la versione e lo slave seriale
(nell’esempio è il B).
2) Test: risultato di alcuni test iniziali del sistema
3) IP: dati della comunicazione ethernet della telecamera.

3.3.2 Interfaccia di controllo seriale

Il sistema di visione prevede un controllo dei parametri via seriale. Il software HDSConsole in dotazione
con la telecamera digitale per la misura dimensionale permette la programmazione dei parametri
telecamera, il display in tempo reale delle dimensioni dell’oggetto e il salvataggio su file dei dati acquisiti.

NOTA: si consiglia di utilizzare la versione web della telecamera. Il controllo seriale dei parametri e della
visualizzazione dell’immagine viene mantenuta solamente per retro compatibilità con il sistema
ADAMANTIS A2000BC. Il software è solamente uno strumento di supporto per le fasi di installazione, non
è stato studiato e sviluppato per un uso continuo ed operativo sugli impianti di produzione o per
eseguire misure in linea in tempo reale.

Per utilizzare la consolle pc seriale è necessario eseguire queste operazioni:

1) Connettere i cavi della telecamera al connettore 12 pin posto sul cover posteriore della
telecamera e dare alimentazione alle due telecamere HDS ( + 24Vdc )
2) Connettere i fili per l’RS-485 del cavo della telecamera all’interfaccia seriale RS-485 del PC.
Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun
modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
17
A2000BC

3) Eseguire un doppio click sull’icona HDSConsoleNBC. Sullo schermo deve comparire la finestra
seguente

Figura 10: Stringa iniziale via seriale.

4) Selezionare la porta COM desiderata (COM1, ....COM 4) . Il baud rate è fissato a 115200.

Figura 11: Selezione della porta COM.

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
18
A2000BC

Se la porta seriale desiderata non è disponibile, apparirà il messaggio seguente:

Figura 12: Messaggio di errore all’apertura porta COM.

5) A questo punto cliccare il bottone “Enumerate Slaves”.


6) Nel menù a tendina “Slave” selezionare lo slave desiderato. L’assenza di slave nel menù a tendina
indica o l’assenza di slave accesi o la presenza di problemi di comunicazione.
7) Una volta selezionato lo slave desiderato, il software interrogherà automaticamente il Sistema di
Visione e visualizzerà i parametri sullo schermo.

3.3.3 Impostazione dei parametri PLC

Dalla consolle si possono impostare i parametri di utilizzo del sistema. In particolare possono essere
impostati i parametri dimensionali nella sezione “PLC Parameters”. I parametri programmabili sono i
seguenti:

A) Start Win / Stop Win


I valori Start Win, Stop Win definiscono i valori di inizio/fine della finestra di acquisizione (zona in
cui opera la telecamera).
Il valore di Start Win deve essere inferiore a Stop Win e maggiore a 0 e il massimo valore di Stop
Win deve essere superiore a Start Win e inferiore a 2048.
B) Threshold 1- Threshold 2- Threshold 3
Questi parametri definiscono le soglie di acquisizione (dimensione minima dell’oggetto da
rilevare come conteggio valido/non valido)
Se il valore misurato è minore a Threshold1, l’oggetto non viene considerato Le uscite digitali
sono entrambe a 0V.
Se il valore misurato è compreso tra Threshold1 e Threshold2, l’oggetto viene considerato come
singolo oggetto. L’uscita 0 va a 24V mentre l’uscita 1 va a 0V.
Se il valore misurato è compreso tra Threshold2 e Threshold3, l’oggetto viene considerato come
costituito da due oggetti. L’uscita 0 va a 0V mentre l’uscita 1 va a 24V.
Se il valore misurato è maggiore a Threshold3, l’oggetto viene considerato come costituito da tre
o più oggetti. Le uscite digitali sono entrambe a 24V.

3.3.4 Impostazione dei parametri di sistema

Dalla consolle inoltre visualizzare le immagini e gestire i registri di configurazione del sistema di visione.
In modalità di setup l’utente è in grado di modificare le impostazioni di sistema sul pannello a sinistra,
altrimenti può solamente visualizzare i parametri correnti.

A) Preview
Tasto toggle che permette di abilitare l’acquisizione dell’immagine. Se il tasto è premuto, il preview
risulta selezionato.
B) Read Regs
Permette di visualizzare i valori attuali dei diversi parametri. (Lettura dei valori memorizzati sulla memoria RAM
della telecamera ). La funzione è utile ad ogni accensione della telecamera per conoscere i parametri di lavoro
impostati.
C) Write Regs
Esegue il salvataggio dei valori dei parametri modificati sulla memoria RAM interna alla telecamera Questo
modo permette di variare momentaneamente i parametri di lavoro, senza salvarli in maniera permanente sulla
memoria NVRAM (memoria non volatile RAM).
D) Save Parameters
Questa funzione esegue il salvataggio dei valori dei parametri correnti sulla memoria NVRAM (memoria non
volatile interna alla telecamera). I parametri dell’ultimo salvataggio verranno caricati e impostati come parametri
di lavoro alla riaccensione della telecamera.
Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun
modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
19
A2000BC

Nome del registro Descrizione


Expo Registro del tempo di esposizione; deve valere 8
Gamma Correzione Gamma applicata all’immagine (valore
di default 10)
Contrast Valore di contrasto immagine (valore di default 15)
X resolution Massima risoluzione del sensore CCD
Threshold Soglia immagine
Hysteresis Differenza dal valore di soglia, per passare da alto
a basso o da basso ad alto sull’immagine binaria
start win Pixel iniziale della finestra di acquisizione e
calcolo della misura
Stop win Pixel finale della finestra di acquisizione e calcolo
della misura
one object Minima dimensione dell’oggetto [pixel?]
Two objects Minima dimensione per la rilevazione di due
oggetti
more objects Minima dimensione per la rilevazione di più di due
oggetti
system error Registro dell’errore di sistema (valore 0 indica
assenza di errore)
global process time Tempo totale di esecuzione della misura in ms
elaboration process time Tempo di elaborazione in ms
Tabella 4: Parametri modificabili via seriale.

Per modificare il valore di un registro, eseguire un doppio click sulla riga del registro, inserire nella casella di
inserimento dati “Input Data” il nuovo valore e premere OK

Figura 13: Inserimento del valore del parametro.

3.3.5 Visualizzazione dell’immagine

Premendo il tasto di “Preview” si abilita la trasmissione dell’immagine alla consolle. La visualizzazione a


PC è più lenta della misura pertanto non vengono visualizzati tutti i frame elaborati (ciclo di preview). La
sorgente di luce in assenza di materiale (tondino di acciaio o ferro) deve illuminare uniformemente tutta
la zona ripresa dalle due telecamere A2000BC. L’immagine visualizzata di ogni telecamera deve mostrare
l’andamento di una riga parallela all’asse X, di altezza sull’asse Y compresa tra i valori 160 e 255. Il
valore sull’asse Y non è significativo ma in ogni caso deve essere più alto del valore di soglia
programmato sull’unità.

3.3.6 Visualizzazione della dimensione del tondino


In modalità Preview le dimensioni degli oggetti visualizzati vengono mostrate in una tabella sottostante al
grafico immagine del tondino. Se la casella di monitoraggio dei dati “Monitor Data History” è selezionata, il
software popola la tabella con i dati sincronizzati con il sistema a vite; nell’esempio il software visualizza tutti gli
oggetti acquisiti ogni 500ms.

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
20
A2000BC

Figura 14: Misure del tondino.

La tabella riporta i valori dello spessore del tondino nel tempo, corrispondenti alle misure in tempo reale effettuate
dalle telecamere A2000BC.

3.4 Comunicazione ethernet

3.4.1 Comunicazione ethernet


Il sistema può essere controllato tramite una connessione ethernet 10/100. Il sistema ha un’indirizzo IP
configurabile. Per sapere a che indirizzo è configurato il sistema è sufficiente far partire il sistema e
visualizzare la stringa iniziale via seriale. Il sistema comunque parte con dei parametri di default
impostati in fabbrica.

Parametro Default
IP 10.0.0.25
Net mask 255.255.252.0
Tabella 5: Parametri IP di default.

Per connettersi alla pagina web del sistema è sufficiente digitare nella barra web del browser l’indirizzo IP
del sistema di visione.

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
21
A2000BC

Figura 15: Pagina web iniziale.

L’interfaccia web prevede una serie di pagine collegate fra loro. La prima pagina a cui si accede è quella
di visualizzazione grafico e impostazioni parametri PLC. I parametri PLC si riferiscono alla finestra di
misura desiderata (start e stop della finestra). Gli altri tre parametri sono le soglie dell’oggetto da
misurare.

A) Start Win / Stop Win


I valori Start Win, Stop Win definiscono i valori di inizio/fine della finestra di acquisizione (zona in
cui opera la telecamera).
Il valore di Start Win deve essere inferiore a Stop Win e maggiore a 0 e il massimo valore di Stop
Win deve essere superiore a Start Win e inferiore a 2048.

B) Threshold 1- Threshold 2- Threshold 3


Questi parametri definiscono le soglie di acquisizione (dimensione minima dell’oggetto da
rilevare come conteggio valido/non valido)
Se il valore misurato è minore a Threshold1, l’oggetto non viene considerato Le uscite digitali
sono entrambe a 0V.
Se il valore misurato è compreso tra Threshold1 e Threshold2, l’oggetto viene considerato come
singolo oggetto. L’uscita 0 va a 24V mentre l’uscita 1 va a 0V.
Se il valore misurato è compreso tra Threshold2 e Threshold3, l’oggetto viene considerato come
costituito da due oggetti. L’uscita 0 va a 0V mentre l’uscita 1 va a 24V.
Se il valore misurato è maggiore a Threshold3, l’oggetto viene considerato come costituito da tre
o più oggetti. Le uscite digitali sono entrambe a 24V.

Per modificare un parametro è necessario digitare il valore desiderato nel campo bianco a fianco del
nome del parametro. In seguito è sufficiente premere il tasto “Enter” oppure selezionare il pulsante “Set
Parameters” in fondo alla tabella dei dati. Una volta che il dato è impostato può essere salvato in maniera
definitiva per tutti gli avvii seguenti selezionando il bottone “Save parameters”.

3.4.2 Pagina iniziale e preview

Nella pagina è abilitabile la visualizzazione del grafico dell’immagine che il sistema analizza. Per
visualizzare il grafico è sufficiente selezionare “Preview Enable”. La pagina assumera la seguente
sembianza:

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
22
A2000BC

Figura 16: Pagina web con preview immagine.

Il grafico rappresenta l’immagine acquisita dal sistema di visione. La parte bianca del grafico è la zona in
cui è presente la barra da misurare. Nella zona inferiore al grafico si può vedere la tabella delle misure. Se
si vuole invece vedere solo le misure fatte dopo un trigger è necessario togliere il preview e selezionare il
“Monitor history”. Ad ogni trigger si vedrà l’aggiornamento della tabella con l’ultima misura effettuata.

3.4.3 Pagina di setup


Il server web prevede altre pagine in cui fare ulteriori configurazioni e settaggi. In particolare, si possono
settare i dati di comunicazione della pagina web e della seriale. Per accedere alla pagina è necessario
selezionare il bottone si “Setup page”.

Figura 17: Pagina web di setup comunicazione.

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
23
A2000BC

Nella pagina di setup della comunicazione è possibile selezionare

A) Seriale
I parametri della seriale si riferiscono alla comunicazione RS485. I parametri selezionati possono
essere salvati in memoria per i riavvii futuri. I parametri modificabili sono lo slave id e la velocità
di comunicazione.
B) Ethernet
Questi parametri definiscono il funzionamento del collegamento della pagina web. Appena un
parametro viene modificato in automatico la pagina cerca di connettersi al nuovo indirizzo IP. In
questo caso ogni modifica viene salvata automaticamente per i riavvii futuri.

Nella pagina è possibile accedere a funzioni di setup avanzato inserendo la password di protezione.

Parametro Default
Password VSYS
Tabella 6: Password per le pagine avanzate.

3.4.4 Pagina di setup avanzato

La pagina di setup avanzato abilita la funzionalità di configurazione avanzata del sistema. In tale pagina è
possibile:

- Visualizzare l’intera immagine acquisita dal sensore


- Visualizzare la temperatura del sistema
- Modificare i parametri di luminosità avanzati del sistema
- Visualizzare il grafico della linea analizzata
- Modificare l’offset verticale di analisi

Inoltre in questa pagina sono presenti i comandi per resettare l’unità oppure per entrare nella
configurazione di upgrade in cui via ethernet è possibile aggiornare il software del sistema di visione.

Figura 18: Pagina web di setup avanzato.

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
24
A2000BC

In questa pagina l’operatore può osservare in quale sezione del sensore viene fatta l’analisi. L’analisi
viene fatta sulla linea grigia. Il grafico dell’immagine relativa a tale linea è visualizzato a fianco
dell’immagine.
I parametri presenti in questa sezione sono suddivisi in 3 colonne. La seconda corrisponde alla tabella già
descritta nella pagina iniziale. La terza rappresenta lo stato del sistema in cui verificare anche la
temperatura rilevata.
La prima colonna rappresenta il setup del sistema dal punto di vista dell’esposizione e dei parametri che
gestiscono l’immagine. In particolare:

A) Expo
Rappresenta il valore di esposizione del sistema. Per default tale valore dovrebbe rimanere a 8.
Può essere però diminuito, il range va da 1 a 8.

B) Gain
Rappresenta il valore di sensibilità del sensore. E’ composto da 3 componenti. Generalmente la
componente analogica è 32, la componente di moltiplicazione è 1 mentre la componente digitale
è 0. Se l’immagine dovesse risultare scura, cioè i pixel nel grafico non raggiungono il valore 255
quando non c’è alcun oggetto davanti, si può aumentare il valore della componente digitale.

C) Gamma
Rappresenta il valore del gamma dell’immagine. Di default è impostato a 10.

D) Contrasto
Rappresenta il valore del contrasto dell’immagine. Di default è impostato a 15.

E) Offset
Rappresenta il valore dell’offset dell’immagine. Di default è impostato a 960 (metà immagine) ma
deve essere spostata nella sezione in cui si desidera eseguire la misura. Per capire come
impostare correttamente questo parametro in fase di taratura si rimanda la capitolo 8.

Sulla pagina compaiono sotto anche i comandi di “Reset” e “Upgrade”.

 Comando RESET: questo comando esegue semplicemente il reboot del sistema. L’operazione di
reset fa semplicemente ripartire il sistema come se fosse stata tolta e ridata alimentazione.

 Comando UPGRADE: questo comando imposta i sistema nello stato di “Upgrade”. In questa
modalità è possibile aggiornare il software del sistema di visione. L’operazione di aggiornamento
del sistema di visione è descritto nell’apposito manuale.

3.5 Sensore di temperatura PT100

Nel sistema è stato previsto un sensore di temperatura PT100. Il sensore è direttamente collegato al
connettore d’uscita. La gestione della temperatura deve essere fatta esternamente al sistema.

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
25
A2000BC

4 DESCRIZIONE DEI CIRCUITI

Il sistema di visione prevede un collegamento di alimentazione, dati rs485 e dati digitali ed uno di
scambio dati di tipo Ethernet standard. Entrambi i connettori si trovano sul lato posteriore dell’unità.
Inoltre è presente il connettore per il PT100 integrato nel coperchio posteriore.

Connettore
Alimentazione/segnali

Connettore Connettore
Ethernet 10/100 PT100

Figura 19: Connettori del sistema A2000BC.

4.1 Connettore di alimentazione/dati digitali

La telecamera è dotata di connettore da 12 poli maschio da pannello della ITT CANNON tipo 192926 –
0520 a cui viene collegato un cavo con connettore femmina ITT CANNON tipo 192926 - 0460 da 12
contatti. La lunghezza del cavo è di 10 metri. Le connessioni sono visualizzate nella tabella seguente:

Pin Connettore Tipo di Segnale Colore Conduttore


A Alimentazione +24V Rosso
B GND +24 V Nero
C GND Nero
D RS485+ Giallo
E RS485- Verde
F GND NC
G BIT 0 Rosa - Arancio
H BIT 1 Bianco
J NC NC
K NC NC
L IN 1 (fotocellula) Blu
Tabella 7: Cablaggio di alimentazione del sistema.

Il sistema è internamente provvisto di un circuito di protezione contro l’inversione di tensione e di un


fusibile autoripristinante per prevenire eventuali problemi di corto circuito.
In ogni caso Video Systems richiede di prevedere sul circuito di alimentazione del sistema un fusibile da
500 mA a protezione del sistema.

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
26
A2000BC

4.1.1 Caratteristiche Ingressi / Uscite

Ingresso Fotocellula 0 - 24 V R ingresso = 10 K ohm


Uscite BIT 0, BIT 1 0 - 24 V I max = 0,1A
Tabella 8: Caratteristiche ingressi ed uscite.

4.1.2 Uscite di coteggio (BIT 0 e BIT 1)

Condizione delle soglie 1, 2 Bit 0 Bit 1


Lettura Dimensione < Valore Soglia 1 0 0
Lettura Dimensione fra Valore Soglia 1 e Valore Soglia 2 1 0
Lettura Dimensione fra Valore Soglia 2 e Valore Soglia 3 0 1
Lettura Dimensione >Valore Soglia 3 1 1
Tabella 9: tabella a stati di funzionamento delle uscite.

4.2 Connettore di comunicazione

Il connettore di comunicazione Ethernet si trova nell’angolo in basso a sinistra del sistema. Esso prevede
un collegamento Ethernet standard. Il cavo consigliato da utilizzare è un cavo categoria 5 o superiore.

Cavo Categoria
Ethernet standard 5 o superiore
Tabella 10: Cablaggio di comunicazione del sistema.

4.3 Connettore PT100

Il connettore del sensore PT100 si trova nel pannello posteriore. Il connettore da pannello presente sul
coperchio è SACC-DSI-M-8MS-4. Il PT100 ha le seguenti caratteristiche:

Figura 20: PT100 schema di connessione.

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
27
A2000BC

5 CARATTERISTICHE TECNICHE E DIMENSIONI DI IMGOMBRO

5.1 Caratteristiche tecniche

Le caratteristiche del sistema di visione sono le seguenti:

Caratteristiche generali
Tensione di alimentazione 24Vdc
Massima corrente assorbita (24Vcc) 250mA
Segnalazione Power ON LED rosso ‘PWR’ acceso
Segnalazione CPU LED verde ‘CPU’ lampeggiante
Segnalazione Fotocellula LED giallo (stato segnale)
Tempo di acquisizione immagine 800 us
Messa a fuoco Tramite ghiera di regolazione su ottica
Regolazione sensibilità di base Tramite diaframma su ottica
Lunghezza focale 6mm
Distanza minima di focalizzazione 400mm
Campo inquadrato (ottica 6mm) 230mm a 500mm dall’oggetto
Risoluzione di acquisizione 0.15mm a 500mm di distanza
Ethernet 10/100 MBit
Temperatura di operatività 0 ÷ +50°C.
Tabella 11: Caratteristiche tecniche del sistema.

5.2 Dimensioni di ingombro e peso

Il peso dell’unità è di circa 7 Kg.

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
28
A2000BC

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
29
A2000BC

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
30
A2000BC

6 DESCRIZIONE DEI COMANDI A TASTIERA

Il sistema di visione presenta un pannello di comando posto sul lato posteriore. Per operare sul pannello
posteriore rimuovere prima la protezione mediante una chiave a brugola da 2.5 mm. N.B.: Nella fase di
riposizionamento della protezione assicurarsi che la guarnizione OR sia nella posizione corretta
all’interno della sede.

Tabella 12: pannello posteriore del sistema con i conenttori.

6.1 Pannello di comando

6.1.1 Comando di RST

Sul pannello posteriore è presente un tasto che esegue il reset dell’unità. Il reset NON CANCELLA LE
IMPOSTAZIONI SALVATE, ma esegue semplicemente il reboot del software. Il reset ha la stessa funzione di
togliere e ridare alimentazione al sistema. Il reset si rende necessario per rendere effettive alcune
impostazioni che vengono caricate all’avvio del sistema.

6.1.2 Comando di DFT

Questo pulsante serve per mandare il sistema in modalità aggiornamento software. E’ sufficiente tenere il
pulsante premuto durante l’accensione del dispositivo.

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
31
A2000BC

6.1.3 Led di funzionamento

Tramite i due led posti sul display si può eseguire una piccola diagnostica del sistema.

Funzionamento led PWR Stato sistema


Spento Manca l’alimentazione al sistema
Acceso Sistema alimentato
Tabella 13: Funzionamento led PWR.

Funzionamento led CPU Stato sistema


Spento Sistema bloccato, eseguire il RESET
Lampeggiante Sistema attivo, funzionamento corretto
Tabella 14: Funzionamento led CPU.

Funzionamento led OUT 0 Stato sistema


Blink Segue l’andamento del segnale della fotocelula
Tabella 15: Funzionamento led fotocellula.

6.2 Altri comandi e dispositivi

Sul sistema Adamantis A2000BC non sono presenti altri comandi o dispositivi.

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
32
A2000BC

7 INSTALLAZIONE, MOVIMENTAZIONE E SMANTELLAMENTO

7.1 Generalità
Preliminarmente all’installazione del sistema è necessario verificare alcune condizioni:

 Prima di installare il sistema, assicurarsi che l’impianto su cui si opererà sia completamente
fermo e scollegato da qualunque fonte di energia. Inoltre, la zona in cui si dovrà operare deve
essere completamente sgombera da qualsiasi tipo di materiale.

7.2 Predisposizioni per l’installazione del sistema

7.2.1 Fissaggio Meccanico

Prima di installare il sistema è necessario controllare il punto di fissaggio.

 Il supporto di fissaggio deve essere conforme ai fori presenti sull’involucro del sistema.
 Se il supporto è costituito da una parte semovente (staffa, slitta meccanica, etc.), controllare che
il sistema meccanico sia stabile e che tutte le viti di fissaggio siano correttamente avvitate.
 Il sistema va opportunamente fissato creando sulla struttura principale una sede adatta
all’alloggiamento di entrambi i mozzi di fissaggio del sistema
 Essendo un sistema ottico si raccomanda di isolare opportunamente l’apparecchiatura da
vibrazioni presenti sul impianto, onde evitare problemi di misura o di danneggiamento del
sistema.
 Nella fase di installazione bisogna fare particolare attenzione all’allineamento corretto del
sistema in modo che il campo di ripresa rientri completamente all’interno della superficie del
emettitore di luce.

I mozzi di fissaggio presentano le seguenti caratteristiche meccaniche:

Figura 21: sezione dei mozzi.

7.2.2 Cablaggio di alimentazione

Il cablaggio di alimentazione viene fornito assieme al sistema di visione.

 Durante la posa del cavo prestare attenzione a non rovinare l’isolante esterno;
 Evitare schiacciamenti o tensioni meccaniche del cavo;
 Il cavo deve essere opportunamente alloggiato all’interno di canaline portacavi oppure fissato alla
struttura in maniera stabile.
 La calza del cavo deve essere collegata lato morsettiera al riferimento dell’alimentazione 24 Vdc.
 La tensione di alimentazione deve essere di 24 Vdc.

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
33
A2000BC

 I collegamenti lato morsettiera devono essere eseguiti da personale specializzato, che deve
seguire rigorosamente la connessione indicata nel manuale. Una connessione errata del
cablaggio può danneggiare il sistema di visione;

ATTENZIONE: Per un corretto funzionamento e la riduzione del rischio di guasto, la custodia del
sistema deve essere messo a terra in modo appropriato. La messa a terra deve essere effettuata
tramite le viti di fissaggio dei mozzi al corpo meccanico di sostegno. L’intera macchina pertanto
deve essere messa a terra in maniera appropriata dal tecnico installatore.

7.2.3 Cablaggio di comunicazione Ethernet

Il cablaggio di comunicazione non è fornito assieme al sistema di visione. Per poter collegare il cablaggio
al connettore posto sul retro del sistema viene fornito il connettore apposito, in cui deve venir inserito il
connettore del cavo Ethernet.

 Durante la posa del cavo prestare attenzione a non rovinare l’isolante esterno;
 Evitare schiacciamenti o tensioni meccaniche del cavo;
 Evitare di far passare il cavo Ethernet vicino a cavi di potenza;

7.3 Disimballaggio

Prima di procedere all’installazione del sistema è necessario verificare lo stato funzionale del sistema che
deve essere installato; è quindi necessario attenersi alle seguenti indicazioni:

 Verificare che non vi siano danni all’involucro esterno dovuti al trasporto o allo stoccaggio
 Verificare lo stato di avvitamento del filtro anteriore
 Non rimuovere le viti di fissaggio del filtro anteriore, del coperchio di chiusura laterale o del
pannello posteriore
 Pulire il filtro anteriore da eventuali macchie ed aloni con un panno soffice, non abrasivo, aciutto.
Non utilizzare altri materiali per evitare graffi sul filtro o depositi di detergente.
 I materiali di imballaggio devono essere conservati per eventuali spedizioni del sistema a Video
System SRL (ad es. per riparazioni, controlli, ecc.);

All’interno dell’imballaggio sono presenti i seguenti componenti:

 1 sistema di visione Adamantis A2000BC


 1 cablaggio per sistema di visione Adamantis A2000BC con connettore (10m)
 1 connettore tipo Amphenol per cavo Ethernet;

7.4 Installazione e connessione

Una volta verificate le condizioni riportate ai punti precedenti, si può procedere all’installazione:

 Fissare meccanicamente il sistema al supporto,


 Verificare la connessione elettrica del cavo sulla morsettiera;
 Verificare la corretta installazione del connettore del cablaggio Ethernet;
 Collegare il connettore di alimentazione all’apposito cablaggio;
 Collegare il connettore Ethernet all’apposito cablaggio. Fare attenzione a non sbagliare il
collegamento di quest’ultimo connettore. Poiché anche il connettore per il secondo sensore ha lo
stesso tipo di connettore, è necessario prestare molta attenzione a collegare il cavo al connettore
corretto.

7.5 Stoccaggio
Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun
modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
34
A2000BC

Il sistema A2000BC ed i suoi accessori devo essere stoccati in ambiente:

1. Privo di polvere (Se ambiente polveroso il sistema va opportunamente inserito in contenitori


protettivi).
2. Ridotta umidità
3. Temperatura compresa tra -20 e 70 °C

7.6 Smantellamento

Di seguito sono elencate le fasi che devono essere seguite per lo scollegamento e smantellamento del
sistema di visione:

 Prima di scollegare il sistema, assicurarsi che l’impianto su cui si opererà sia completamente
fermo e scollegato da qualunque fonte di energia. Inoltre, la zona in cui si dovrà operare deve
essere completamente sgombera da qualsiasi tipo di materiale.
 Scollegare i connettori Ethernet e di alimentazione dalla morsettiera; Questa operazione deve
essere eseguita da personale specializzato;
 Scollegare i connettori dal lato del sistema di visione;
 Staccare il sistema dal supporto togliendo le viti di fissaggio;
 A seconda delle norme vigenti del luogo che riguardano le apparecchiature elettromeccaniche, si
deve eseguire la suddivisione dei materiali;

7.7 Smaltimento

7.7.1 Materiale per l’imballaggio

Gli elementi dell’imballaggio devono essere riposti in appositi luoghi di raccolta. Non disperdere
nell’ambiente.

7.7.2 Smaltimento del sistema

Smontare il sistema, separare le parti a seconda del materiale, riporre le varie parti negli appositi luoghi
di raccolta seguendo le norme di smaltimento dell’impianto sul quale l’apparecchiatura viene installata.
Non disperdere nell’ambiente.

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
35
A2000BC

8 PROCEDURE PER L’UTILIZZO DEL SISTEMA

8.1 Generalità
Prima della messa in funzione del sistema è necessario eseguire alcune operazioni atte a configurare il
sistema.

8.2 Accensione del sistema

8.2.1 Controlli Preliminari


Prima di fornire alimentazione al sistema è necessario verificare le seguenti condizioni.

 Verificare la tensione di alimentazione sulla morsettiera;


 Verificare il corretto collegamento del cavo di alimentazione lato morsettiera;
 Verificare il corretto collegamento del cavo di comunicazione lato sistema di visione;

Se i precedenti punti sono stati verificati, è possibile fornire alimentazione.

 Verificare che sia acceso il led PWR di segnalazione posto sul retro;
 Verificare che sia lampeggiante il led CPU di segnalazione posto sul display;
 Verificare la stringa della seriale secondo quanto descritto nei capitoli precedenti; Nella stringa
vengono visualizzati dei test preliminari che il software esegue. Se alcuni di essi falliscono, il
sistema deve essere riprogrammato o mandato in assistenza/riparazione.
 Verificare i parametri IP della comunicazione Ethernet.

Se avviando il sistema ADAMANTIS A2000BC su HyperTerminal non appare nulla i problemi possono
essere:
1. L’unità non è alimentata (verificare led rosso su pannello posteriore, deve essere accesso), verificare
il cablaggio di alimentazione.
2. Il sistema risulta alimentato ma il led verde non lampeggia, l’unità è guasta va inviata in revisione.
3. I led sono normali (rosso acceso e verde lampeggiante), controllate il cablaggio di comunicazione e
verificate che il convertitore RS-485 sia acceso e funzionante.
4. La velocità seriale impostata su PC non è quella del sistema. Si veda punto seguente

8.2.2 Procedura verifica comunicazione seriale


Il sistema viene spedito con dei parametri di default riguardo all’indirizzo IP e alla velocità seriale. Per
conoscere l’indirizzo IP (se non è noto) è necessario collegare il sistema al PC tramite un convertitore
RS485 e verificare i dati via seriale (la stringa di avvio descritta nei paragrafi precedenti).
Se non si conosce la velocità della seriale, per recuperare tutti i dati è sufficiente testare il sistema
utilizzando uno delle velocità che il sistema supporta.

Parametro Bitrate
Velocità 0 1200
Velocità 1 2400
Velocità 2 4800
Velocità 3 9600
Velocità 4 19200
Velocità 5 38400
Velocità 6 57600
Velocità 7 115200
Tabella 16: Velocità seriale supportate dal sistema.

Per verificare la velocità della seriale è necessario pertanto:


1) Impostare una velocità della tabella, a partire dalla 7, nel programma PC
2) Avviare la telecamera
3) Verificare l’output su seriale acquisito. Se la stringa si legge ed è corretta, la velocità è quella
impostata. Altrimenti riprovare con un'altra velocità.

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
36
A2000BC

8.3 Preparazione e regolazione del sistema

Per accedere al blocco ottico utilizzare una chiave a brugola per viti M3 e svitare le 6 viti del pannello
laterale di protezione.

NOTA.: Concluse le operazioni di regolazione assicurarsi che la guarnizione di protezione sia


correttamente posizionata prima di richiudere il pannello.

Il sistema ADAMANTIS A2000BC utilizza ottiche da 12mm. Il sistema permette le seguenti regolazioni:
1- Messa a fuoco
2- Diaframma per la regolazione della sensibilità
Il sistema viene tarato di fabbrica per l’uso con illuminatore MR65R e messa a fuoco con oggetto
inquadrato a 500 mm.

8.3.1 Regolazione del diaframma

Per configurare il diaframma dell’ottica del sistema di visione è necessario seguire i seguenti passi:

 Sbloccare il grano di blocco diaframma.


 Regolare l’esposizione mediante la ghiera diaframma presente sull’ottica. L’impostazione dei
fabbrica del sistema è a 8.
 Bloccare nuovamente il grano.
8.3.2 Regolazione della messa a fuoco

Per configurare la messa a fuoco dell’ottica del sistema di visione è necessario seguire i seguenti passi:

 Sbloccare il grano di blocco diaframma.


 Regolare la messa a fuoco mediante la ghiera presente sull’ottica.
 Bloccare nuovamente il grano.

AVVERTANZA: Una corretta messa a fuoco si ottiene quando i fronti dell’immagini sono il più ripidi
possibile. Prima di eseguire la messa a fuoco bisogna essere sicuri che l’esposizione dell’immagine
sia corretta

Figura 22: Immagine non a fuoco.

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
37
A2000BC

Figura 23: Immagine con fuoco ottimale.

La taratura del fuoco può essere fatta utilizzando la seriale oppure la connessione ethernet in maniera
indifferente.

8.3.3 Regolazione allineamento della barra

Il sistema è stato progettato in modo tale da avere dei riferimenti meccanici tali da garantire
l’allineamento con la barra. I due mozzi hanno delle fresate laterali esattamente in asse con sensore. In
questo modo si può garantire una certa precisione meccanica anche in fase di installazione. Per quanto
concerne il setup del sistema è necessario ricordare che la zona inquadrata deve essere compresa
completamente nella barra di illuminazione sottostante. In particolare deve verificarsi la seguente
situazione:

Figura 24: corretta posizione della linea di scansione.

NOTA: La linea di scansione può essere osservata anche dalla pagina web di taratura. Se la linea è
perfettamente allineata in maniera orizzontale con la barra di illuminazione ma non è sovrapposta (come
nella seconda immagine), si può agire sul parametro dell’Offset per riportare la linea sulla barra.

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
38
A2000BC

Figura 25: Pagina web di taratura.

Dalla pagina web si ottiene questa immagine quando si visualizza l’immagine intera.

Figura 26: immagine visualizzata tramite pagina web.

In questo caso si può agire sul parametro “Offset” per spostare la linea grigia (dove viene effettuata la
misura) sopra la zona bianca (che è l’illuminatore). Nell’esempio, se il valore era 960 si potrà impostare
un valore inferiore fino a posizionare la linea grigia al centro della zona bianca. Questo però va fatto solo
dopo aver allineato correttamente la barra illuminatore al sistema di visione. Situazioni come le seguenti
sono da evitare:

a) Illuminatore parallelo all’immagine inquadrata ma troppo sul bordo. Spostare la barra o la telecamera.

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
39
A2000BC

Figura 27: la zona inquadrata non è corretta, la barra risulta troppo in alto.

b) Illuminatore spostato nel senso orizzontale. Spostare la barra o la telecamera.

Figura 28: la zona inquadrata non è corretta, la barra risulta troppo a sinistra.

c) Illuminatore non allineato con l’immagine. Ruotare la barra o la telecamera

Figura 29: la zona inquadrata non è corretta, la barra risulta obliqua rispetto all’immagine.

La seguente immagine invece è corretta e tarata. La linea di misura è esattamente sopra la zona
inquadrata dell’illuminatore. La misura verrà effettuata sulla linea grigia, che è stata spostata al centro
della zona bianca.

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
40
A2000BC

Figura 30: immagine visualizzata tramite pagina web.

8.3.4 Regolazione centramento finestra di misura

Eseguito l’allineamento con il sistema di illuminazione deve essere verificato il centramento del sistema
con la zona di misura interessata.
Nel caso di sistemi di controllo che verifichino oggetti trasportati da viti senza fine va verificato che la
cava della vite usata per la misura risulti il più centrale possibile con il centro del sistema di illuminazione

Figura 31: centramento finestra di misura.


8.3.5 Regolazione dimensione finestra di misura

La dimensione della finestra di lettura può essere impostata da pagina web oppure da consolle seriale.
Una corretta finestra di lettura permette di evitare che ci siano degli oggetti la cui dimensione non deve
essere considerata ai bordi della finestra. I parametri da modificare sono lo start e lo stop. In funzione
della cava, della zona inquadrata e della dimensione da misurare si deve opportunamente impostare tali
valori. La finestra viene definita di norma considerando la possibile varianza del segnale di sincronismo a
cui viene aggiunto un 20% per lato a titolo di margine ulteriore. Risulta comunque fondamentale
verificare che tale margine non implichi la potenziale lettura di altri oggetti che potrebbero falsare la
misura.

8.4 Procedure operative normali

Il sistema una volta acceso inizia la misurazione. Ad ogni trigger viene accodata la misura eseguita e
vengono impostate le uscite corrispondenti alle soglie impostate.

Il sistema A2000BC ha due modalità operative:


1. Lettura continua della dimensione del oggetto presente nella zona di interesse (ROI).
2. Lettura dimensione oggetto sincronizzata da input esterno, comparazione della misura con le soglie e
uscita del risultato sulle linee digitali di output.

Le modalità sopraindicate dipendono da un corretto uso e impostazione del sistema. In particolare:

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
41
A2000BC

1. Garantire che il segnale di sincronismo venga dato quando l’oggetto è completamente all’interno
della finestra di lettura.
2. Definire la finestra di lettura in funzione della dimensione dell’oggetto da misurare.
3. Velocità di transito dell’oggetto non superiore a 330 mm/s.
4. Distanza dell’oggetto dal sistema di misura costante.

8.4.1 Modalità continua


Il sistema A2000BC in lettura continua esegue la lettura della zona di interesse e codifica l’immagine in
formato RLE. In seguito crea una tabella rappresentante l’immagine binarizzata della ROI. Su richiesta del
supervisore invia tale tabella rappresentante l’immagine al supervisore stesso tramite il protocollo seriale.
Questa modalità viene utilizzata per eseguire letture dimensionali in linea con velocità massima di 10
misure/s.

8.4.2 Modalità triggerata


Il sistema A2000BC in modalità sincronizzata legge il cambio di stato sulla linea di input (di solito
collegata ad una fotocellula od al PLC di controllo). Più precisamente il sistema esegue una misura sia sul
fronte di salita che sul fronte di discesa del segnale di trigger. Eseguita la misura e la comparazione il
sistema imposta sulle due linee di output il valore della comparazione eseguita. Le uscite vengono
impostate rispetto alle soglie (modificabili da pagina web o dalla consolle seriale).

Il sistema A2000BC esegue la seguente procedura interna sul segnale di trigger esterno:

1. Ricezione interrupt segnale di cambio stato ingresso trigger


2. Elaborazione misura
3. Salvataggio informazioni di misura su coda misure per supervisore
4. Comparazione misura con soglie impostate
5. Impostazione uscite OUT0 ed OUT1 di comparazione misura

Le uscite vengono impostate al max 4ms dopo la ricezione del segnale di trigger. Dopo tale tempo
pertanto, il PLC può leggere gli ingressi.

NOTA.: Le uscite di comparazione rimangono stabili fino al completamento del elaborazione della misura
del cambio di stato della linea di trigger successivo

Grazie al sistema di comparazione implementato risulta possibile riconoscere il numero di oggetti


presenti al momento del trigger nella zona di interesse conoscendo la dimensione nominale. Di seguito
consigliamo i valori di soglia da impostare partendo dalla dimensione nominale del oggetto D

Thresold Soglia consigliata

Thresold0 0.8 * D

Thresold1 1.2 * D

Thresold2 2.2 *D

Tabella 17: valori consigliati per le soglie.

Impostando le soglie come definito alla tabella precedente, il significato dei bit di comparazione in uscita
è:

Dimensione rilevata Uscite (BIT1, BIT0) Conteggio

D < Thresold0 (0,0) 0 oggetti

Thresold0 < D < Thresold1 (0,1) 1 oggetto

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
42
A2000BC

Thresold1 < D < Thresold2 (1,0) 2 oggetti

D > Thresold2 (1,1) +2 oggetti


Tabella 18: stato uscite in funzione delle soglie.

8.5 Arresto del sistema

8.5.1 Arresto normale

Il sistema generalmente viene acceso e spento assieme al macchinario su cui viene installato. Se per
qualche motivo fosse necessario spegnere solamente il sistema, è necessario:

 Se l’interfaccia è avviata, disattivare la modalità video;


 Se l’interfaccia è avviata, spegnere l’interfaccia;
 Spegnere l’unita togliendo alimentazione;

8.5.2 Fermo del sistema di lungo periodo

Se il sistema rimane fermo per un lungo periodo è necessario controllare rima di fornire alimentazione:

 Verificare la tensione di alimentazione sulla morsettiera;


 Verificare il corretto collegamento del cavo di alimentazione lato morsettiera;
 Verificare il corretto collegamento del cavo di comunicazione lato sistema di visione;

Se i precedenti punti sono stati verificati, è possibile fornire alimentazione.

 Verificare che sia acceso il led PWR di segnalazione posto sul display;
 Verificare che sia lampeggiante il led CPU di segnalazione posto sul display;

8.6 Ripristino delle condizioni operative

8.6.1 Ripristino delle condizioni operative dopo un arresto normale

Per il ripristino delle condizioni operative dopo un arresto normale, agire secondo quanto descritto al
punto “Procedure operative normali”

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
43
A2000BC

9 SICUREZZA

9.1 Sicurezza

Come già accennato nella parte relativa ai “Rischi”, il sistema non presenta particolari norme di sicurezza
da rispettare. Il sistema di visione è alimentato a bassa tensione (24Vdc) e non presenta parti in
movimento.

9.1.1 Targhe di segnalazione di pericolo, divieto e obbligo

Non vi sono targhe presenti sul sistema di visione che segnalano un pericolo o prescrivono obblighi e
divieti.

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
44
A2000BC

10 RISOLUZIONE DEGLI INCONVENIENTI

10.1 Risoluzione degli inconvenienti relativi al sistema

La gestione delle problematiche relative all’utilizzo del sistema deve essere seguita da un tecnico
specializzato. Alcune di esse richiedono di operare direttamente sul quadro elettrico pertanto occorre
prestare molta attenzione.

Problema Possibile Causa Operazioni e Rimedio


Controllare la presenza
dell’alimentazione sulla morsettiera.
Manca alimentazione
Verificare il quadro elettrico e
l’alimentatore che genera la 24 Vdc

Controllare la corretta connessione


Cavo scollegato
del cavo di alimentazione
Il sistema non si accende
Togliere alimentazione al quadro

Controllare la posa del cavo per


cercare eventuali danni al cablaggio.
Cavo danneggiato
Verificare il cablaggio con un
multimetro, testando la continuità fra
i collegamenti della morsettiera e i
contatti lato connettore.

Eseguire la modalità di upgrade del


Il sistema si accende ma il led CPU non sistema in maniera manuale
Software telecamera danneggiato
lampeggia
Ricaricare il software telecamera.

Controllare i parametri Ethernet della


telecamera
Il sistema si accende ma non c’è Parametri Ethernet sbagliati sul
comunicazione Ethernet sistema di visione
Testare la comunicazione con il
comando Ping

Il sistema si accende, c’è comunicazione


Parametri del file di Controllare le impostazioni sul file di
Ethernet ma l’interfaccia non si connette
configurazione sbagliati configurazione
all’avvio
Tabella 19: Risoluzione dei problemi.

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
45
A2000BC

11 INFORMAZIONI SULLA MANUTENZIONE

Di seguito sono riportate alcune note di utilizzo per mantenere nello stato ottimale i componenti del
sistema di misura.

11.1 Classificazione delle operazioni di manutenzione

 Manutenzione generica: Manutenzione che può essere eseguita dall’utilizzatore vedi


(informazioni generali sulla manutenzione);
 Manutenzione specializzata: Operazioni di manutenzione che devono essere eseguite
esclusivamente da personale specializzato e designato da Videosystems

11.2 Qualifiche del personale addetto alla manutenzione

La manutenzione di carattere generico, non richiede nessun tipo di qualifica particolare e, per tanto, può
essere eseguita dall’utilizzatore stesso. In nessun caso operazioni di manutenzione specializzata possono
essere condotte da persone diverse dal personale specializzato designato da Videosystems.

11.3 Informazioni generali sulla manutenzione generica

Il sistema ADAMANTIS A2000BC come tutti i sistemi ottici prevede una manutenzione periodica di pulizia
del filtro frontale e del sistema di illuminazione.

 Controllare con regolarità la pulizia del filtro anteriore. Eventuali tracce di polvere o sporcizia sul
filtro anteriore possono alterare in modo significativo la qualità dell’immagine. In caso di
necessità pulirlo con un panno asciutto soffice, non abrasivo. Non utilizzare altri materiali per
evitare graffi sul filtro o depositi di detergente. Non utilizzare detergenti, prodotti alcolici o
detersivi.
 In determinate applicazioni si consiglia l’implementazione di un sistema di pulizia continuo sia
del sistema di visione che dell’illuminatore mediante soffio d’aria compressa pulita
 I cablaggi vanno protetti in canaline per evitare il calpestamento dei cavi od il loro
danneggiamento da oggetti taglienti o da materiali corrosivi. Nel caso di rimozione dei serracavi
di tenuta evitare un’impropria torsione del cablaggio che può causare la rottura dei cavi di
segnale

Tutti gli interventi diversi da quelli sopra riportati vanno considerati manutenzione specializzata e, in
quanto tale, di pertinenza del solo personale specializzato definito al punto 11.1. In particolare
all’utilizzatore non è consentito l’accesso alle parti interne del sistema perché ciò potrebbe comportare
dei danni irreversibili al sistema stesso ed esporre l’operatore a rischi per la persona.

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
46
A2000BC

12 GARANZIA

12.1 Decadenza garanzia

La garanzia decade qualora l’eventuale malfunzionamento o il guasto sia causato da:

1. Manomissione delle apparecchiature;

2. Rimozione del sigillo di garanzia

3. Installazione od uso errato o improprio di software e hardware;

4. Qualsiasi intervento e tentativo di ripristino da parte del cliente, senza autorizzazione scritta della
ditta Video Systems srl;

5. Danni, incidenti e guasti causati dal trasporto effettuato a mezzo del cliente o a mezzo vettore, anche
preventivamente autorizzato da Video Systems srl;

6. Uso improprio non previsto da Video Systems srl.

7. manutenzioni o riparazioni operate da personale non autorizzato e/o utilizzo di ricambi non originali

12.2 Esclusioni della garanzia

La garanzia non viene riconosciuta sui prodotti e sulle parti soggette ad usura qualora il guasto sia
dovuto al normale utilizzo ed usura del prodotto stesso e non da un difetto di fabbricazione
(es. touchscreen,illuminatori,telecamere). La garanzia non opera qualora il nostro servizio tecnico e,
successivamente, quello del nostro fornitore non abbiano a riscontrare il difetto segnalato.

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
47
A2000BC

13 MANUALE RICAMBI

Codice Descrizione Note


0V00014003 A2000BC con PT100 Sistema di visione
0V00000801 Illuminatore rosso mod.MR65R Barra rossa
2A00000600 Cablaggio ADAMANTIS A2000BC 10mt Cablaggio segnali di alimentazione
Protezione per connettore ethernet volante Protezione per connettore ethernet volante
1A00007600
grado di protezione IP65 grado di protezione IP65

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
48
A2000BC

14 APPENDICE A – BARRA MR65

Il sistema ADAMANTIS A2000BC viene normalmente abbinato ad un sistema di illuminazione a led


MR65R. Il sistema MR65R è un sistema di illuminazione per sistemi di misura a sbarramento. Il sistema
utilizza tecnologia LED per garantire una buona efficienza e costanza luminosa nel tempo.

14.1 Caratteristiche tecniche

Le caratteristiche principali della barra di emissione luce rossa MR65 sono le seguenti:

Descrizione Valore
Larghezza dell’area d’emissione 36mm
Lunghezza dell’area d’emissi 500mm
Tensione di alimentazione 24VDC 24VDC ± 10%
Corrente assorbita ( 24VDC) 500mA
Tabella 20: Caratteristiche barra rossa MR65.

14.2 Connessione elettrica

Il cavo in silicone a 2 pin della barra luminosa MR65, lungo 5 metri, è provvisto di due terminali:

Terminale Valore
1 +24VDC
2 GND
Tabella 21: Connessione barra rossa MR65.

14.3 Ingombro Meccanico

La barra luminosa MR65 ha una sezione quadrata di 40mm x 40mm. I due fori di fissaggio da 4,5mm
(sulle parti laterali) sono previsti per delle viti passanti 4mm x 50mm o per delle viti 5MA. L’emissione
della luce longitudinale è centrata sulla barra luminosa.

Figura 32: Dimensioni meccaniche barra rossa MR65.

Il contenuto di questo documento è strettamente riservato e non può essere in alcun


modo distribuito, modificato, copiato integralmente od in parte senza il consenso
esplicito di Video Systems SRL
49