Sei sulla pagina 1di 4

ideato:

 1895
 dal professore William Morgan
ispirato:
 tennis
 pallamano
sostituiva (nel periodo invenale):
 baseball
 rugby
organizzato:
 2 squadre
 rete: tennis a 2 metri
 pallone: pallacanestro
 campo: 18,30x10,62
 battuta: 2 servizi, ma la palla doveva arrivare a 3 metri dalla rete
 tocchi erano illimitati
 set: durava in base ai giocatori in campo
diffusione:
 tecnici delle compagnie petrolifere statunitensi
 soldati americani nella prima guerra mondiale
 nelle nazioni orientali
 nell’Europa dell’est

 1946  federazione internazionale pallavolo


 1948  primo campionato europeo a Roma
 1949  primo campionato mondiale a Praga
 1964  prime olimpiadi a Tokio

 prima del riscaldamento: il capitano sorteggia il campo, il servizio o la


ricezione
 prima dell’inizio di ogni set: compilare il tagliando della formazione che bisogna rispettare
alla battuta di inizio
linea centrale:
1. sotto la rete
 divide il campo in due metà
zona:
 di sostituzione: esterno della zona
d’attacco
 di sostituzione del libero: esterno
della zona di difesa
linee:
 5 centimetri
 fanno parte del campo
 distanza linea centrale-d ‘attacco: 3 metri
 distanza linea d’attacco-di fondo: 6 metri

 sostenuta da 2 pali, distanti 1 metro dalla linea


 ha delle antenne: superano la rete di 80 centimetri, servono per delimitare lo spazio entro la
quale la palla può essere giocata
 lunghezza: 9 metri
 altezza:
 per maschi: 2,43 metri
 per femmine: 2,24 metri

 6 in campo
 al massimo 12 (1 libero) o 13 (2liberi)
 libero: difensore, gioca solo in difesa e non può fare la battuta
 ogni giocatore deve essere identificato da un numero

 del set: 25 punti con 2 punti di vantaggio- nel 5° set: 15 punti


 della partita: vincere 3 set su 5
 acquisizione punto: se la squadra avversaria fa un fallo di gioco o se la tua squadra vince
l’azione di gioco
 difensori: devono trovarsi più distanti dalla linea centrale del proprio corrispondente
 difensori e attaccanti: si devono disporre in orizzontale, rispettando le numerazioni

 la squadra in ricezione che conquista la battuta deve ruotare di una


posizione
 verso della rotazione: orario
 disposizione numero giocatori: antiorario

 per ogni set: 6 sostituzioni


 lo stesso giocatore può entrare e uscire una sola volta per set, nella posizione
precedentemente occupata

 una squadra può toccare la palla 3 volte per azione


(senza contare il muro)
 la palla può essere toccata con qualsiasi altra parte del corpo
 no accompagnata o trattenuta

 sopra a rete:
 muro: giocatore può toccare la palla oltre la rete, a condizione che non interferisca nel
gioco dell’avversario
 sotto la rete:
 è permesso invadere lo spazio avversario sotto rete, a condizione che non interferisca nel
gioco dell’avversario
 il piede deve comunque mantenere un contatto con la linea centrale, se no è fallo di
gioco
 contatto con la rete:
 se tocchi la rete o l’antenna durante la tua azione o interferisce con il gioco è fallo
 della squadra a servizio:
 non possono agitare le braccia e muoversi per coprire la traiettoria della palla

 deve avvenire entro gli 8 secondi dal fischio dell’arbitro


 mentre colpisce la palla, il giocatore non può toccare il terreno di gioco
 se la palla viene lasciata cadere a terra nel lancio per la battuta, il servizio può essere ripetuto
dopo un altro fischio dell’arbitro

 sono definite attacco tutte le azioni che dirigono la palla verso il campo avversario, ad
eccezione della battuta e del muro
 un difensore può attaccare nella zona di difesa a qualsiasi altezza, al momento del salto però
il piede non deve toccare la linea dei tre metri
 un difensore può attaccare nella zona di attacco solo se quando tocca palla non si trova
interamente al di sopra del bordo superiore della rete

 per ogni set: 2 tempi di riposo da 30 secondi


 richiesta prima del fischio per la battuta

 ad ogni set si cambia campo, ad eccezione del set decisivo


 set decisivo: arrivati agli 8 punti di una squadra si cambia campo mantenendo le stesse
posizioni