Sei sulla pagina 1di 2

27/10/2020 diritto privato prof.

russo

Diritti reali

- Proprietà
- Superficie

Diritto di superficie: diritto su cosa altrui, una sorta di proprietà separata.

Art. 952 e seguenti

Il codice identifica due ipotesi differenti, delle quali, secondo qualcuno, solo la prima individua la superficie
come diritto reale su cosa altrui. Con la costituzione del diritto reale di superficie io, proprietario del suolo,
consento a qualcun altro di costruire sul mio suolo. Le parti consensualmente derogano alla regola
dell’accessione: io con contratto, esprimendo la mia volontà, consento all’altra parte di costruire sul mio
suolo. Membrana giuridica: il proprietario del suolo rimane proprietario del suolo, il proprietario della
superficie diventa proprietario della costruzione. Il diritto di superficie nasce dunque come ius ad
edificandum. La seconda ipotesi proposta dal codice

Sul piano giuridico cambia molto: il superficiario che acquista la proprietà della costruzione ai sensi del
primo comma, la acquista a titolo originario. Il superficiario che acquista la proprietà ai sensi del secondo
comma la acquista a titolo derivativo. Un conto è avere diritto a costruire, un conto è comprare una
proprietà separata. Soltanto il primo comma dunque, in realtà, è un vero e proprio diritto di superficie se
vogliamo intendere il senso di diritto reale su cosa altrui.

Art. 953

Al momento dell’estinzione del diritto di superficie (il proprietario del suolo diventa anche proprietario
della costruzione), si tratta di un acquisto a titolo originario perché il proprietario sta acquistando per
accessione.

La seconda ipotesi (il bene è mio e io lo trasferisco): chi lo acquista, lo acquista a titolo derivativo.

Art. 954

L’estinzione del diritto di superficie per scadenza del termine comporta

Enfiteusi (altro diritto reale)

Per lungo tempo desueto, questo istituto si sta rivalutando.

Art. 957 e seguenti

L’enfiteusi consiste nel diritto a godere di un fondo, utilizzandolo. Tendenzialmente si tratta di un fondo
produttivo rustico.

Art. 959: diritti dell’enfiteuta

Differenze tra l’enfiteusi e l’usu frutto

- In entrambi i casi il soggetto utilizza il bene. Tuttavia, sul piano degli obblighi, l’enfiteuta ha
l’obbligo di migliorare il fondo, l’usufruttuario ha solo il compito di non cambiare il bene.
- Il contratto costitutivo cambia. Mentre l’usufruttuario non ha il diritto di diventare proprietario del
bene, l’enfiteuta si.

Art. 961

L’obbligo di pagamento del canone…..


Art. 971 in tema di affrancazione

L’affrancazione è il potere che spetta all’enfiteuta di divenire proprietario del suolo concessogli in enfiteusi.
L’obiettivo del diritto all’enfiteusi è non soltanto di disporre di un fondo, ma di ottenerne anche la
proprietà. Perciò si paga un canone.

Usu frutto

È un diritto reale che non ha necessariamente un suo riferimento oggettivo ai beni immobili. L’usu frutto si
costituisce con legge, volontà dell’uomo e può acquistarsi per usucapione. L’ipotesi di usu frutto legale è
molto rara.

Usufrutto uxorio

Art. 324: usu frutto legale

Art. 978 e seguenti

Avere l’usufrutto di un bene significa goderne, col solo obbligo di