Sei sulla pagina 1di 33

MANUALE TECNICO

CRITERI PER IL DIMENSIONAMENTO


DI UNA CENTRALE TERMICA
CON COMPONENTI LOVATO
INDICE

1 - Dal progetto alla realizzazione 3

2 - Separatori idraulici 4
2.1 Diagramma di riferimento 5

3 - Collettori di zona 6
3.1 - Perdite di carico 7

4 - Gruppi di distribuzione
4.1 - Gruppi di miscelazione a 3 vie 8
4.2 - Gruppi di miscelazione a 4 vie 9
4.3 - Gruppi di miscelazione a punto fisso 10
4.4 - Gruppi ad alta temperatura 11

5 - Sistemi di distribuzione serie DN 20 / DN 25 / DN 32 / DN 40: esempi di applicazione 12

6 - Esempi di calcolo/dimensionamento
6.1 - Esempio di calcolo delle portate e temperature dei separatori idraulici (es. 1) 14
6.2 - Esempio di calcolo delle portate e temperature dei separatori idraulici (es. 2) 15
6.3 - Esempio di dimensionamento dei gruppi di distribuzione 16

7 - Servocomandi per valvole miscelatrici 19

8 - Termoregolazione “E8”
8.1 - Regolatore digitale “E8.0631” - Esempio di collegamento elettrico 20
8.2 - Custodia per regolatori digitali - Esempio di collegamento elettrico 21

9 - Moduli di distribuzione “T_box”


9.1 - Versioni - Dati tecnici 22
9.2 - Gamma - Esempi di applicazione 23

10 - Sistemi complementari
10.1 - Moduli di separazione “BW” 24
10.2 - Gruppo di innalzamento temperatura di ritorno “T_back” 25

11 - Gruppi solari “Maverick-90” 26


11.1 - Esempi di applicazione 27

12 - Unità di misura - Tabelle di conversione - 30


Unità di pressione, temperatura, energia, potenza termica

13 - L’espansione dell’acqua negli impianti termotecnici 31


13.1 - Esempio di calcolo 32

via Selva, 4/A - 37040 Gazzolo d’Arcole (VR) ITALY Tel. +39 045 6182012 - Fax +39 045 6182017 1
www.lovatofert.com - info@lovatofert.com
2 Illustrazioni e dati presenti si intendono non impegnativi. La ditta LOVATO S.p.A. si riserva il diritto di apportare modifiche senza obbligo di preavviso. E’ vietata la riproduzione parziale o totale
di disegni, testi o illustrazioni senza autorizzazione scritta. / Picture and technical data are not binding. LOVATO S.p.A. will reserve the right to bring change without obbligation of notice. It is
forbidden reproduce copy, drawing or texties, partial or total without previous written authorization.
1 - Dal progetto alla realizzazione

ti a
Aiuta
miare
rispar ed
tempo a!
i
energ

attacco T.A.
canna fumaria

T.A.

CENTRALINA
SOLARE

M
CENTRALINA
DI T T
GESTIONE

T T T T T T

alim.
gas
M

AF da contatore
ACS

Data: 14/06/2006
T T Oggetto: SCHEMA CENTRALE TERMICA
Edificio:
ABITAZIONE PRIVATA
VIA DEGLI ALPINI, 1 - MILANO
T T Committente:
ROSSI MARIO
VIA DEGLI ALPINI, 1 - MILANO

via Selva, 4/A - 37040 Gazzolo d’Arcole (VR) ITALY Tel. +39 045 6182012 - Fax +39 045 6182017 3
www.lovatofert.com - info@lovatofert.com
2 - Separatori idraulici
DN 20 “CP60”

⅜”F Corpo 60 mm Portata max.


1”F Sez. int. = 2.916 mm² → Ø 60 mm 1,7 m³/h
Volume int.: 0,7 l
1”F
Pressione max.: 8 bar ∆t kW
250 Materiale: acciaio ST37.1
20 40
120 Isolamento: EPP 40 g/l - sp. 20 mm

90
15 30
10 20

DN 20
DN 20
120 5 10

½”F
1½”M
Corpo 70 mm
Sez. int. = 4.096 mm² → Ø 72 mm
DN 25 “CP70”

1½”F
Volume int.: 1,9 l Portata max.
Pressione max.: 8 bar
Materiale: acciaio ST37.1
2,5 m³/h
Isolamento: EPP 40 g/l - sp. 25 mm ∆t kW
460
375

125

20 58
15 43
125

10 29
DN 25

DN 25
5 15
½”F
190

½”F

Corpo 120 mm
1½”M
Sez. int. = 7.056 mm² → Ø 95 mm
Volume int.: 4,8 l
DN 32 “CP90”

Pressione max.: 8 bar


Materiale: acciaio ST37.1
Portata max.
1½”M
Isolamento: EPP 40 g/l - sp. 30 mm 6,5 m³/h
300

∆t kW
690

20 151
300

15 113
DN 40

DN 40

10 75
150

2”F
5 38

1¼”F per piedino sostegno


250

½”F

Corpo 160 mm
flange Sez. int. = 23.104 mm² → Ø 171 mm
DN65 PN16 Volume int.: 21 l
Pressione max.: 8 bar
DN 40 “CP160”

Materiale: acciaio ST37.1


Portata max.
Isolamento: EPP 40 g/l - sp. 30 mm
18 m³/h
500

∆t kW
890

20 418
15 313
500

DN 65

DN 65

10 209
5 104
150

2”F

1¼”F per piedino sostegno


320

4 Illustrazioni e dati presenti si intendono non impegnativi. La ditta LOVATO S.p.A. si riserva il diritto di apportare modifiche senza obbligo di preavviso. E’ vietata la riproduzione parziale o totale
di disegni, testi o illustrazioni senza autorizzazione scritta. / Picture and technical data are not binding. LOVATO S.p.A. will reserve the right to bring change without obbligation of notice. It is
forbidden reproduce copy, drawing or texties, partial or total without previous written authorization.
Diagramma di riferimento
Portata: l/h - Perdita di carico: mm H2O/kPa - Riferimento velocità fluido: m/s

1100 10,78
DN 20 CP 60 DN 25 CP 70 DN 32 CP 90
$P (kPa)

1000 9,80

$P (mm H2O)
900 8,82

www.lovatofert.com - info@lovatofert.com
via Selva, 4/A - 37040 Gazzolo d’Arcole (VR) ITALY
800 7,84

700 DN 50 CP 120 6,86

600 5,88

500 4,90

400 3,92

B 2,94
{ 300 DN 65 CP 120
DN 65 CP 160

* Tel. +39 045 6182012 - Fax +39 045 6182017


200 1,96
2.1 - Separatori idraulici - Diagramma di riferimento

A 100 0,98
{ 0
0 1000 2000 3000 4000 5000 6000 7000 8000 9000 10000 11000 12000 13000 14000 15000 16000 17000 18000 19000 20000
0

portata (l/h)

RIFERIMENTO NOMINALE: VELOCITÀ INTERNA ~0,2 m/s

*
VELOCITÀ ALL’IMBOCCO 1,2 m/s
B - Campo lavoro LIMITE
A - Campo lavoro CONSIGLIATO

NOTA: Per dati tecnici separatori DN 50 “CP 120” e DN 65 “CP 120” vedi catalogo

5
3 - Collettori di zona

DN 20
DN 20 “C60”

Pressione max.: 8 bar

M Materiale: acciaio ST37.1


Isolamento: EPP 40 g/l

60
sp. 20 mm
R 2/3/4 zone

M: sez. int.= 816 mm² = Ø 32,23 mm > DN 32


R: sez. int.= 546 mm² = Ø 26,37 mm > DN 25

DN 25
DN 25 “C70”

Pressione max.: 8 bar


Materiale: acciaio ST37.1
M Isolamento: EPP 40 g/l
sp. 25 mm

70
2/3/4/5 zone

M: sez. int.= 1.136 mm² = Ø 38,03 mm < DN 40


R: sez. int.= 1.136 mm² = Ø 38,03 mm < DN 40

DN 32

Pressione max.: 8 bar


DN 32 “C90”

Materiale: acciaio ST37.1

M Isolamento: EPP 40 g/l


sp. 30 mm
90

2/3/4/5 zone

M: sez. int.= 2.118 mm² = Ø 51,92 mm > DN 50


R: sez. int.= 1.314 mm² = Ø 40,90 mm > DN 40

DN 50

M
DN 40 “C160”

60

Pressione max.: 8 bar


Materiale: acciaio ST37.1
Isolamento: EPP 40 g/l
sp. 30 mm
2/3/4/5 zone

R
60

160

M: sez. int.= 4.914 mm² = Ø 79,10 mm < DN 80


R: sez. int.= 8.316 mm² = Ø 102,90 mm > DN 100

6 Illustrazioni e dati presenti si intendono non impegnativi. La ditta LOVATO S.p.A. si riserva il diritto di apportare modifiche senza obbligo di preavviso. E’ vietata la riproduzione parziale o totale
di disegni, testi o illustrazioni senza autorizzazione scritta. / Picture and technical data are not binding. LOVATO S.p.A. will reserve the right to bring change without obbligation of notice. It is
forbidden reproduce copy, drawing or texties, partial or total without previous written authorization.
3.1 - Collettori di zona
Perdite di carico riferite alla zona più sfavorevole

1100 10,78
$P (mm H2O)

$P (kPa)
1000 4F 9,80
900 3F 8,82
DN 20 “C60”

800 7,84
2F
700 6,86
600 5,88
500 4,90

{
400 3,92
B 300 2,94

A{
200 1,96
100 0,98
0 0
0 500 1000 1500 2000 2500 3000
portata/flow (l/h)

1100 10,78
$P (mm H2O)

$P (kPa)
5M 2M 4F/R 2F/R
1000 9,80
4M 3M
900 3F/R 8,82
5F/R
DN 25 “C70”

800 7,84
700 6,86
600 5,88
500 4,90

{
400 3,92
B 300 2,94
200 1,96
A { 100
0
0,98
0
0 1000 2000 3000 4000 5000 6000
portata/flow (l/h)

$P (kPa)
1100 10,78
$P (mm H2O)

5F/R
1000
5M 9,80
4F/R
900 4M 8,82
3M
DN 32 “C90”

800 2F/R 3F/R 7,84


700 2M 6,86
600 5,88
500 4,90
400 3,92
B{ 300
200
2,94
1,96
A{ 100 0,98
0 0
0 1000 2000 3000 4000 5000 6000 7000 8000
portata/flow (l/h)

1100 10,78
$P (kPa)
$P (mm H2O)

1000 5F 9,80
900 4F 8,82
DN 40 “C160”

800 7,84
700 6,86
600 5,88
500 4,90
400 3F 3,92
B{ 300
200
2F
2,94
1,96
A{ 100 0,98
0 0
0 1000 2000 3000 4000 5000 6000 7000 8000 9000 10000 11000 12000 13000 14000 15000
portata/flow (l/h)

F = collettore con sede piana e girello (serie DN 20, DN 25, DN 32)


collettore flangiato (serie DN 40)
M = collettore con valvole a sfera di intercettaz. con sede piana e B - Campo lavoro LIMITE
girello (“Minipump”) A - Campo lavoro CONSIGLIATO
R = collettore con raccordi filettati
via Selva, 4/A - 37040 Gazzolo d’Arcole (VR) ITALY Tel. +39 045 6182012 - Fax +39 045 6182017 7
www.lovatofert.com - info@lovatofert.com
4.1 - Gruppi di miscelazione a 3 vie

1”M x 3/4”F 6 58,8

$P (m H2O)

$P (kPa)
DN 20 “HV3-90”

Grundfos UPS 15-60


Materiale: OT58/acciaio ST37.1 Wilo RS 15/6-3 Grundfos UPE 15-60
Isolamento: EPP 40 g/l 5 49,0

Pressione max.: 8 bar Wilo STAR E 15/1-5


4 39,2
Temperatura max.: 120 °C Wilo RS 15/4-3

130 - G 1”
Portata consigliata 1.100 l/h
Grundfos UPS 15-40
260

3 29,4

∆t kW
2 19,6
20 25,6
15 19,0 1 HV3-90 9,8

1” M 10 12,8
0 0
5 6,4 0 200 400 600 800 1000 1200 1400 1600 1800 2000

90 Kv = 5,2 (riferito alla sola valvola miscelatrice) portata (l/h)

1” F

$P (m H2O)

$P (kPa)
6 58,8
DN 25 “KM3-125”

Grundfos UPS 25-60


Materiale: OT58/acciaio ST37.1
Isolamento: EPP 40 g/l 5
Wilo RS 25/6-3
49,0
Pressione max.: 8 bar Grundfos ALPHA 25-60

Temperatura max.: 120 °C 4


Wilo STAR E 25/1-5
39,2
180 - G 1½”

Wilo RS 25/4-3
Portata consigliata 1.600 l/h
364

3 Grundfos UPS 25-40 29,4

∆t kW
20 37,2 2 19,6

15 28,0
1 KM3-125 9,8
10 18,6
1½” M 5 9,3
0 0
0 200 400 600 800 1000 1200 1400 1600 1800 2000 2200 2400 2600 2800 3000

125 Kv = 8,3 (riferito alla sola valvola miscelatrice) portata (l/h)

1¼” F

$P (kPa)
$P (m H2O)

6 Grundfos UPS 32-60 58,8


Materiale: OT58/acciaio ST37.1
DN 32 “HV3-125”

Isolamento: EPP 40 g/l 5 49,0


Pressione max.: 8 bar Wilo RS 30/6-3

Temperatura max.: 120 °C 4 Wilo RS 30/4-3 39,2


180 - G 2”

Portata consigliata 2.700 l/h 3 29,4


419

∆t kW Grundfos UPS 32-40

20 62,7 2 19,6

15 47,0
1 9,8
10 31,4 HV3-125

5 15,7 0 0
2” M 0 500 1000 1500 2000 2500 3000 3500 4000 4500

portata (l/h)

125 Kv = 17 (riferito alla sola valvola miscelatrice)

1½” F
$P (kPa)
$P (m H2O)

11 107,8
DN 40 “HV3-160”

Materiale: OT58/acciaio ST37.1 10


Wilo TOP-S 40/10
98,0
Isolamento: EPP 40 g/l 9 88,2
Pressione max.: 8 bar Wilo TOP-E 40/1-10
Temperatura max.: 120 °C 8 78,4

7 68,6

Portata consigliata 6.400 l/h


250

6 Wilo TOP-S 40/7 58,8


565

∆t kW 5 49,0

20 148,8 4 Wilo TOP-S 40/4 39,2

15 111,6 3 Wilo TOP-E 40/1-4 29,4

10 74,4 2 19,6

5 37,2 1 HV3-160 9,8

0 0
0 2000 4000 6000 8000 10000 12000 14000 16000 18000 20000

DN40/PN6 portata (l/h)

4 fori

160 Kv = 30 (riferito alla sola valvola miscelatrice)

8 Illustrazioni e dati presenti si intendono non impegnativi. La ditta LOVATO S.p.A. si riserva il diritto di apportare modifiche senza obbligo di preavviso. E’ vietata la riproduzione parziale o totale
di disegni, testi o illustrazioni senza autorizzazione scritta. / Picture and technical data are not binding. LOVATO S.p.A. will reserve the right to bring change without obbligation of notice. It is
forbidden reproduce copy, drawing or texties, partial or total without previous written authorization.
4.2 - Gruppi di miscelazione a 4 vie

1”M x 3/4”F 6 58,8

$P (m H2O)

$P (kPa)
DN 20 “HV4-90”

Grundfos UPS 15-60


Materiale: OT58/acciaio ST37.1 Wilo RS 15/6-3
Grundfos UPE 15-60

Isolamento: EPP 40 g/l 5 49,0

Pressione max.: 8 bar Wilo STAR E 15/1-5


4 39,2
Temperatura max.: 120 °C Wilo RS 15/4-3

130 - G 1”
Portata consigliata 780 l/h Grundfos UPS 15-40
260

3 29,4

∆t kW
2 19,6
20 18,2
15 13,6 1 HV4-90 9,8

10 9,5
1” M 0
5 4,5 0 200 400 600 800 1000 1200
0
1400
90 Kv = 3,7 (riferito alla sola valvola miscelatrice) portata (l/h)

1” F

$P (kPa)
$P (m H2O)
58,8
DN 25 “KM4-125”

6
Materiale: OT58/acciaio ST37.1 Grundfos UPS 25-60

Isolamento: EPP 40 g/l Wilo RS 25/6-3


49,0
5
Pressione max.: 8 bar Grundfos ALPHA 25-60

Temperatura max.: 120 °C Wilo STAR E 25/1-5


180 - G 1½”

4 39,2

Portata consigliata 1.050 l/h Wilo RS 25/4-3


364

3 Grundfos UPS 25-40 29,4

∆t kW
20 24,4 2 19,6

15 18,3
KM4-125
10 12,2 1 9,8

1½” M 5 6,0
0 0
0 200 400 600 800 1000 1200 1400 1600 1800 2000 2200 2400 2600 2800 3000
125 Kv = 5 (riferito alla sola valvola miscelatrice) portata (l/h)

1¼” F

$P (kPa)
$P (m H2O)

6 Grundfos UPS 32-60 58,8


DN 32 “HV4-125”

Materiale: OT58/acciaio ST37.1


Isolamento: EPP 40 g/l 5 49,0
Pressione max.: 8 bar Wilo RS 30/6-3

Temperatura max.: 120 °C 4 Wilo RS 30/4-3 39,2


180 - G 2”

Portata consigliata 2.500 l/h


419

3 29,4

∆t kW Grundfos UPS 32-40


2 19,6
20 58,0
15 43,6
1 9,8
10 29,0 HV4-125
5 14,5 0 0
2” M 0 500 1000 1500 2000 2500 3000 3500 4000 4500

portata (l/h)
125 Kv = 10,3 (riferito alla sola valvola miscelatrice)

via Selva, 4/A - 37040 Gazzolo d’Arcole (VR) ITALY Tel. +39 045 6182012 - Fax +39 045 6182017 9
www.lovatofert.com - info@lovatofert.com
4.3 - Gruppi di miscelazione a punto fisso

Materiale: OT58/acciaio ST37.1


Isolamento: EPP 40 g/l
Pressione max.: 8 bar 6
DN 20 “HVTC-90”

58,8

$P (m H2O)

$P (kPa)
1”M x 3/4”F Grundfos UPS 15-60
Temperatura max.: 120 °C Wilo RS 15/6-3 Grundfos UPE 15-60

Termostato sicurezza: 10÷65 °C 5 49,0

Attuatore termost.: Wilo STAR E 15/1-5

20÷50 °C (standard) 4
Wilo RS 15/4-3 39,2

40÷70 °C (optional) Grundfos UPS 15-40


3 29,4

130 - G 1”
Portata consigliata 710 l/h 2 19,6
260

∆t kW 1 HVTC-90 9,8
20 16,5
15 12,4 0 0
0 200 400 600 800 1000 1200 1400
10 8,2 portata (l/h)
1” M
5 4,1
90
Kv = 3,2 (riferito alla sola valvola miscelatrice)

Materiale: OT58/acciaio ST37.1

$P (m H2O)

$P (kPa)
6 58,8
Isolamento: EPP 40 g/l Grundfos UPS 25-60

1” F Pressione max.: 8 bar 5


Wilo RS 25/6-3
49,0
Temperatura max.: 120 °C
DN 25 “KTC-125”

Grundfos ALPHA 25-60

Termostato sicurezza: 10÷65 °C 4


Wilo STAR E 25/1-5
39,2
Attuatore termost.: Wilo RS 25/4-3
20÷50 °C (standard) 3 Grundfos UPS 25-40 29,4
40÷70 °C (optional)
2 19,6
180 - G 1½”

Portata consigliata 1.050 l/h 1 9,8


364

KTC-125
∆t kW
0 0
20 24,4 0 200 400 600 800 1000 1200 1400 1600 1800 2000 2200 2400 2600 2800 3000

* 15 18,3 portata (l/h)

10 12,2 solo spillamento - by-pass lato impianto (*) chiuso


5 6,1 only bleeding - plant side bypass (*) closed
1½” M
solo ricircolo - bypass lato impianto (*) aperto
plant side bypass (*) open
125

Kv = 4 (riferito alla sola valvola miscelatrice)

10 Illustrazioni e dati presenti si intendono non impegnativi. La ditta LOVATO S.p.A. si riserva il diritto di apportare modifiche senza obbligo di preavviso. E’ vietata la riproduzione parziale o totale
di disegni, testi o illustrazioni senza autorizzazione scritta. / Picture and technical data are not binding. LOVATO S.p.A. will reserve the right to bring change without obbligation of notice. It is
forbidden reproduce copy, drawing or texties, partial or total without previous written authorization.
4.4 - Gruppi alta temperatura

1”Mx3/4”F 6 58,8

$P (m H2O)

$P (kPa)
Grundfos UPS 15-60
DN 20 “SA-90”

Materiale: OT58/acciaio ST37.1 5


Wilo RS 15/6-3 Grundfos UPE 15-60
49,0
Isolamento: EPP 40 g/l
Wilo STAR E 15/1-5
Pressione max.: 8 bar 4 39,2
Wilo RS 15/4-3
Temperatura max.: 120 °C

130 - G 1”
Grundfos UPS 15-40
260

3 29,4
Portata consigliata 1.570 l/h
∆t kW 2 19,6

20 36,5 1 SA-90 9,8


15 27,3
1”Mx3/4”F 10 18,2 0 0
0 200 400 600 800 1000 1200 1400 1600 1800 2000
90 5 9,1 portata (l/h)

1” F

$P (m H2O)

$P (kPa)
6 58,8
Grundfos UPS 25-60
DN 25 “KA-125”

Materiale: OT58/acciaio ST37.1 Wilo RS 25/6-3


5 49,0
Isolamento: EPP 40 g/l Grundfos ALPHA 25-60
Pressione max.: 8 bar Wilo STAR E 25/1-5
180 - G 1½”

39,2
Temperatura max.: 120 °C 4

Wilo RS 25/4-3
364

Portata consigliata 2.260 l/h 3 Grundfos UPS 25-40 29,4

∆t kW
2 19,6
20 52,5
15 39,5 1 KA-125 9,8
10 26,2
1½” M
5 13,1 0 0
0 200 400 600 800 1000 1200 1400 1600 1800 2000 2200 2400 2600 2800 3000
125 portata (l/h)

1¼” F

$P (kPa)
$P (m H2O)

6 Grundfos UPS 32-60 58,8


Materiale: OT58/acciaio ST37.1
DN 32 “S-125”

Isolamento: EPP 40 g/l 5 49,0


Pressione max.: 8 bar Wilo RS 30/6-3

Temperatura max.: 120 °C


180 - G 2”

4 Wilo RS 30/4-3 39,2


419

Portata consigliata 3.000 l/h 3 29,4

∆t kW Grundfos UPS 32-40


2 19,6
20 69,7
15 52,3 1 9,8
10 34,8 S-125
2” M 5 17,4 0 0
0 500 1000 1500 2000 2500 3000 3500 4000 4500

portata (l/h)

125

1½” F
$P (kPa)
$P (m H2O)

11 107,8

Materiale: OT58/acciaio ST37.1 Wilo TOP-S 40/10


DN 40 “S-160”

10 98,0

Isolamento: EPP 40 g/l 9 88,2


Pressione max.: 8 bar Wilo TOP-E 40/1-10
8 78,4
Temperatura max.: 120 °C
7 68,6
250

Portata consigliata 10.800 l/h 6 Wilo TOP-S 40/7 58,8


565

∆t kW 5 49,0

20 251,0 4 Wilo TOP-S 40/4 39,2

Wilo TOP-E 40/1-4


15 188,0 3 29,4

10 125,0 2 19,6

S-160
5 62,0 1 9,8

0 0
0 2000 4000 6000 8000 10000 12000 14000 16000 18000 20000

DN40 PN6 portata (l/h)

4 fori

160

via Selva, 4/A - 37040 Gazzolo d’Arcole (VR) ITALY Tel. +39 045 6182012 - Fax +39 045 6182017 11
www.lovatofert.com - info@lovatofert.com
5 - Sistemi di distribuzione serie DN 20 / DN 25 / DN 32 / DN 40
Esempi di applicazione

SISTEMA 1

6 8

4 1 - Separatore idraulico
2 - Kit tubazioni collegamento separatore/collettore
3 - Collettore di zona
4 - Gruppi di regolazione
5 - Caldaia
5 1 6 - Circuito radiatori (alta temperatura)
3 7 7 - Circuito radiatori termo-arredo (alta temperatura)
8 - Circuito fan-coil (alta temperatura)
2

SISTEMA 2

7 7

1 - Separatore idraulico
2 - Kit tubazioni collegamento separatore/collettore
4 3 - Collettore di zona
4 - Gruppi di regolazione
5 5 - Termoregolazione "E8"
6 6 - Caldaia
7 - Circuiti a pavimento (bassa temperatura)
1 8 - Circuito radiatori termo-arredo (alta temperatura)
3

SISTEMA 3

5 7

6 1 - Separatore idraulico
2 2 - Kit tubazioni collegamento separatore/collettore
3 - Collettore di zona
4 - Gruppi di regolazione
3 5 - Caldaia
6 - Circuito a pavimento (bassa temperatura)
7 - Circuito radiatori termo-arredo (alta temperatura)

12 Illustrazioni e dati presenti si intendono non impegnativi. La ditta LOVATO S.p.A. si riserva il diritto di apportare modifiche senza obbligo di preavviso. E’ vietata la riproduzione parziale o totale
di disegni, testi o illustrazioni senza autorizzazione scritta. / Picture and technical data are not binding. LOVATO S.p.A. will reserve the right to bring change without obbligation of notice. It is
forbidden reproduce copy, drawing or texties, partial or total without previous written authorization.
5 - Sistemi di distribuzione serie
DN 20 / DN 25 / DN 32 / DN 40 - Esempi di applicazione

SISTEMA 4

11 11 10

5
12

9 13

4
7 6

1 3
8

1 - Separatore idraulico 8 - Caldaia


2 - Kit tubazioni collegamento separatore/collettore 9 - Accumulo
3 - Collettore di zona 10-Collettore solare
4 - Gruppi di regolazione 11-Circuito a pavimento (bassa temperatura)
5 - Gruppo solare con centralina elettronica 12-Circuito radiatori termo-arredo (alta temperatura)
6 - Gruppo di separazione "BW" 13-Circuito sciogli neve
7 - Termoregolazione "E8"

SISTEMA 5 - ESEMPIO DI CODIFICA COMPONENTI SERIE DN 25

20318720
20318720

20318740
49073031

20318730 49072731
20318700

49073031
20318610

20317301 20318760

20318750 49070902

49018071

49201152

49017051

via Selva, 4/A - 37040 Gazzolo d’Arcole (VR) ITALY Tel. +39 045 6182012 - Fax +39 045 6182017 13
www.lovatofert.com - info@lovatofert.com
6.1 - Esempio di calcolo delle portate e temperature
dei separatori idraulici (esempio n. 1)

Calcolo delle temperature con


PORTATA DEL PRIMARIO INFERIORE ALLA PORTATA DEL SECONDARIO
Questa situazione si riscontra normalmente nei piccoli sistemi con caldaie a cascata, lì dove le pompe interne risultano insufficienti
a portare la potenza richiesta e disponibile agli utilizzatori.
Tale situazione, inoltre, si verifica nei singoli impianti suddivisi in più zone con diverse tipologie di portate e temperature.

Esempio
TM1 = temperatura mandata primario
portata

GZ1 = 0,5 m³/h

GZ3 = 1,5 m³/h


TM1 TR1 = temperatura ritorno primario

GZ2 = 1 m³/h
QZ2 = 12 kW
QZ1 = 6 kW

QZ3 = 9 kW
TM2 = temperatura mandata secondario potenza GZ1
TM2 TR2 = temperatura ritorno secondario QZ1
nr. zona
TR1 Q2 = potenza termica secondario Z1 Z2 Z3

G1 = portata primario
TR2 G2 = portata secondario

70 °C
In questo caso la temperatura di ritorno del secondario risulta inferiore
alla temperatura di mandata primario 2 m³/h
TM1 > TM2
TR1 = TR2

Somma della potenza richiesta dal secondario


Q2 = QZ1 + QZ2 + QZ3 Q2 = 6 + 12 + 9 = 27 kW

Somma della portata richiesta dal secondario


G2 = GZ1 + GZ2 + GZ3 G2 = 0,5 + 1 + 1,5 = 3 m³/h

Calcolo del salto termico primario


∆t1 = Q2 / G1 ∆t1 = 27 / 2 = 13,5 °C

Calcolo del salto termico secondario


∆t2 = Q2 / G2 ∆t2 = 27 / 3 = 9 °C

Calcolo della temperatura di ritorno primario


TR1 = TM1 - ∆t1 TR1 = 70 - 13,5 = 56,5 °C

Analizzando il caso in esame, le temperature di ritorno del primario


e del secondario sono uguali. A questo punto rimane dal calcolare
la temperatura di mandata del secondario.
TM2 = TR2 + ∆t2 = (TR1 + ∆t1) TM2 = 56,5 + 9 = 65,5 °C

Questa è la temperatura massima di progetto;


su tale base vengono poi dimensionati
gli utilizzatori dell’impianto.

70 °C 65,5 °C

2 m³/h 3 m³/h

56,5 °C

56,5 °C

14 Illustrazioni e dati presenti si intendono non impegnativi. La ditta LOVATO S.p.A. si riserva il diritto di apportare modifiche senza obbligo di preavviso. E’ vietata la riproduzione parziale o totale
di disegni, testi o illustrazioni senza autorizzazione scritta. / Picture and technical data are not binding. LOVATO S.p.A. will reserve the right to bring change without obbligation of notice. It is
forbidden reproduce copy, drawing or texties, partial or total without previous written authorization.
6.2 - Esempio di calcolo delle portate e temperature
dei separatori idraulici (esempio n. 2)

Calcolo delle temperature con


PORTATA DEL PRIMARIO SUPERIORE ALLA PORTATA DEL SECONDARIO
Questa situazione si riscontra in sistemi a bassa temperatura (pannelli radianti).
Tale sistema viene usato anche per innalzare la temperatura di ritorno in caldaia, evitando così eventuali problemi legati alla
condensa dei fumi.

Esempio
TM1 = temperatura mandata primario
TM1 TR1 = temperatura ritorno primario portata

GZ1 = 0,5 m³/h

GZ3 = 1,5 m³/h


QZ1 = 12 kW
GZ2 = 1 m³/h
QZ2 = 17 kW

QZ3 = 26 kW
TM2
TM2 = temperatura mandata secondario potenza GZ1
TR2 = temperatura ritorno secondario QZ1
nr. zona
TR1 Q2 = potenza termica secondario Z1 Z2 Z3
G1 = portata primario
TR2
G2 = portata secondario

70 °C
In questo caso la temperatura di ritorno del primario risulta superiore 4 m³/h
a quella del ritorno secondario
TM1 = TM2
TR1 > TR2

Somma della potenza richiesta dal secondario


Q2 = QZ1 + QZ2 + QZ3 Q2 = 12 + 17 + 26 = 55 kW

Somma della portata richiesta dal secondario


G2 = GZ1 + GZ2 + GZ3 G2 = 0,5 + 1 + 1,5 = 3 m³/h

Calcolo del salto termico primario


∆t1 = Q2 / G1 ∆t1 = 55 / 4 = 13,75 °C

Calcolo del salto termico secondario


∆t2 = Q2 / G2 ∆t2 = 55 / 3 = 18,3 °C

Calcolo della temperatura di ritorno primario


TR1 = TM1 - ∆t1 TR1 = 70 - 13,75 = 56,25 °C

Calcolo della temperatura di ritorno secondario


TR2 = TM1 - ∆t2 TR2 = 70 - 18,3 = 51,7 °C

Se, invece, si volesse garantire una temperatura adeguata


di ritorno in caldaia per evitare fenomeni di condensa,
occorre calcolare il salto termico del primario: ∆t1 = TM1 - TR1;
successivamente si determini la portata richiesta G1 = Q2 / ∆t1.

70 °C 70 °C

4 m³/h
3 m³/h
56,25 °C

51,7 °C

via Selva, 4/A - 37040 Gazzolo d’Arcole (VR) ITALY Tel. +39 045 6182012 - Fax +39 045 6182017 15
www.lovatofert.com - info@lovatofert.com
6.3 - Esempio di dimensionamento
dei gruppi di distribuzione

Per il dimensionamento dei gruppi di distribuzione diretti, comunemente detti “gruppi ad alta temperatura”, dovranno essere
impiegate le portate totali richieste dal lato utenza e la temperatura di mandata della caldaia.

Invece, per quanto riguarda i gruppi di miscelazione occorre considerare la portata di spillamento; i miscelatori spillano parte
della portata della caldaia e la miscelano con quella del ritorno, ottenendo in questo modo una temperatura normalmente inferiore
e adeguata alla tipologia dell’impianto.

ZONA 1 (Z1)
Esempio
GZ1 = portata = 1.518 l/h
QZ1 = potenza = 9 kW TM1 = temperatura mandata primario
TMZ1 = temp. mandata = 42 °C TR1 = temperatura ritorno primario
TRZ1 = temp. ritorno = 37 °C
∆P1 = perdita di carico = 30 kPa TM2 = temperatura mandata secondario
TR2 = temperatura ritorno secondario
ZONA 2 (Z2)
GZ2 = portata = 1.400 l/h
Q2 = potenza termica secondario
QZ2 = potenza = 8 kW Z1 Z2 Z3
TMZ2 = temp. mandata = 40 °C
G1 = portata primario
TRZ2 = temp. ritorno = 35 °C
G2 = portata secondario
∆P2 = perdita di carico = 16 kPa

ZONA 3 (Z3)
GZ3 = portata = 950 l/h
QZ3 = potenza = 11 kW TM1
TMZ3 = temp. mandata = 60 °C 70 °C TM2
TRZ3 = temp. ritorno = 50 °C TR1
∆P3 = perdita di carico = 24 kPa TR2

Calcolo della portata di spillamento della zona 1 (GsZ1)


(TMZ1 - TRZ1) (42 - 37)
GsZ1 = GZ1 • GsZ1 = 1.518 • = 230 l/h
(TM1 - TRZ1) (70 - 37)

Calcolo della portata di spillamento della zona 2 (GsZ2)


(TMZ2 - TRZ2) (40 - 35)
GsZ2 = GZ2 • GsZ2 = 1.400 • = 200 l/h
(TM1 - TRZ2) (70 - 35)

Per quanto riguarda il gruppo diretto, come sopra indicato,


si riportano i dati di utilizzo
GZ3 = 950 l/h GZ3 = 950 l/h

Calcolo delle portate totali richieste dagli utilizzatori


G2 = GSZ1 + GSZ2 + GZ3 G2 = 230 + 200 + 950 = 1.380 l/h

Calcolo della temperatura di ritorno del collettore


GsZ1 • TRZ1 + GsZ2 • TRZ2+ GZ3 • TRZ3 230•37 + 200•35+ 950•50
TR2 = G2 TR2 = = 45,7 °C
1.380

A questo punto non rimane che da scegliere la giusta taglia dei gruppi e i relativi componenti di completamento del sistema di
distribuzione.
Per valutare tale scelta bisogna considerare le perdite di carico complessive del sistema:
UTENZA + GRUPPO DI RILANCIO + COLLETTORE + SEPARATORE IDRAULICO.
La somma di tali perdite di carico (∆P), vengono in seguito adoperate soprattutto per la scelta tra i diversi tipi di circolatori con
prevalenza adeguata alla portata richiesta.
Per facilitare la scelta dei componenti sopra citati, il manuale è completo di grafici da cui si ricavano: perdite di carico, curve
caratteristiche dei circolatori, potenze e portate con varie indicazioni sul campo di lavoro (limite).

16 Illustrazioni e dati presenti si intendono non impegnativi. La ditta LOVATO S.p.A. si riserva il diritto di apportare modifiche senza obbligo di preavviso. E’ vietata la riproduzione parziale o totale
di disegni, testi o illustrazioni senza autorizzazione scritta. / Picture and technical data are not binding. LOVATO S.p.A. will reserve the right to bring change without obbligation of notice. It is
forbidden reproduce copy, drawing or texties, partial or total without previous written authorization.
6.3 - Esempio di dimensionamento
dei gruppi di distribuzione

Esempio con sistemi distribuzione serie DN 25


SEPARATORE IDRAULICO (“CP 70”)

ΔP (kPa)
ΔP (mm H2O)
300 2,94
Le perdite di carico del separatore idraulico potrebbero essere
trascurate, in quanto compensate dal circolatore caldaia
(circuito primario). Per avere un maggiore margine di sicurezza 200 1,96 P2
si preferisce comunque considerarlo.

- Portata totale richiesta dalle zone (G2) 100 0,98


G2 = 1.380 l/h P1
0,6
- Perdita di carico (∆p)
0 0
∆p = 0,6 kPa 1380 2000
0 1000 3000
portata (l/h)

COLLETTORE DI ZONA (“C70/M”)


P1 P2
- Portata totale richiesta dalle zone (G2)

$P (kPa)
$P (mm H2O)
400 3,92
G2 = 1.380 l/h 300 2,94

- Perdita di carico (∆p) 200 1,96


1,5
∆p = 1,5 kPa 100 0,98

0 0
0 1000 1380 2000
portata (l/h)

GRUPPO DI MISCELAZIONE (“KM3-125”) - ZONA 1


$P (m H2O)

$P (kPa)

2 19,6

In questo caso la portata da considerare è quella di utilizzo. 20


40

0
60
°C 80

100

120
40

20

0
60
°C 80

100

120

1 9,8
- Portata zona 1 (GZ1) 9
10
0
FERT

GZ1 = 1.518 l/h


A
M

P2 P1
0 0
- Perdita di carico (∆p) 0 200 400 600 800 1000 1200 1400
1518
1600 1800
∆p = 9 kPa portata (l/h)

SOMMA DELLE PERDITE DI CARICO PER LA SCELTA


DELLA TAGLIA DEL GRUPPO E RELATIVO CIRCOLATORE

∆p totale = ∆p SEPARATORE + ∆p COLLETTORE + ∆p GRUPPO + ∆p UTENZA ∆p totale = 0,6 + 1,5 + 9 + 30 = 41,1 kPa

A questo punto si procede con la verifica sul grafico per


$P (m H2O)

$P (kPa)

6 58,8
Grundfos UPS 25-60
decidere la taglia ottimale del gruppo ed individuare il
Wilo RS 25/6-3
circolatore con prevalenza sufficientemente adeguata per 5 49,0
alimentare l’impianto. Grundfos ALPHA 25-60
43
41,1
- Portata zona 1 (GZ1) 4
60 60
40 °C 80 40 °C 80

20 100 20 100

0 120 0 120

GZ1 = 1.518 l/h Wilo RS 25/4-3

3 29,4 Grundfos UPS 25-40


Wilo STAR E 25/1-5
- Prevalenza circolatore (H) → (1518 l/h)
0
10 FERT

A
M

H = 43 kPa 2 19,6 P2 P1

1 9 KM3-125
- Perdita di carico totale (∆p totale)
∆p totale = 41,1 kPa 0 0 1518
0 200 400 600 800 1000 1200 1400 1600 1800 2000 2200
portata (l/h)
- Prevalenza residua (PR)
PR = Prevalenza circolatore (H) - ∆p totale PR = 43 - 41,1 = 1,9 kPa
PR = 1,9 kPa
Come si nota dal grafico, la scelta della serie DN 25 con il circolatore da 6 m H2O (in III velocità) risulta adatta a questo tipo di
impianto.

Nel caso in cui la prevalenza residua risultasse di valore negativo, e quindi insufficiente a garantire la portata richiesta, occorre
considerare un gruppo di taglia superiore, rivalutando sul grafico il ∆P e le portate.
via Selva, 4/A - 37040 Gazzolo d’Arcole (VR) ITALY Tel. +39 045 6182012 - Fax +39 045 6182017 17
www.lovatofert.com - info@lovatofert.com
6.3 - Esempio di dimensionamento
dei gruppi di distribuzione

Esempio con sistemi distribuzione serie DN 25


GRUPPO DI MISCELAZIONE (“KM3-125”) - ZONA 2

$P (m H2O)

$P (kPa)
6 58,8
Grundfos UPS 25-60

- Portata zona 2 (GZ2) Wilo RS 25/6-3


5 49,0
GZ2 = 1.400 l/h Grundfos ALPHA 25-60

- Perdita di carico del gruppo (∆p) 4


60 60
40 °C 80 40 °C 80

20 100 20 100

0 120 0 120

∆p = 8,2 kPa Wilo RS 25/4-3

3 29,4 Grundfos UPS 25-40


27 Wilo STAR E 25/1-5 10
0
FERT

26,3 M
A

2 19,6 P2 P1

1 9,8
8,2 KM3-125

0 0
0 200 400 600 800 1000 1200 1400 1600 1800 2000 2200
portata (l/h)

∆p totale = ∆p SEPARATORE + ∆p COLLETTORE + ∆p GRUPPO + ∆p UTENZA ∆p totale = 0,6 + 1,5 + 8,2 + 16 = 26,3 kPa

- Perdita di carico totale (∆p totale)


∆p totale = 26,3 kPa

- Prevalenza circolatore (H) → (1400 l/h)


H = 27 kPa

- Prevalenza residua (PR)


PR = Prevalenza circolatore (H) - ∆p totale PR = 27 - 26,3 = 0,7 kPa
PR = 0,7 kPa

Analizzando la zona 2, si nota che con l’impiego del gruppo


serie DN 25 dotato di circolatore da 4 m H2O (in III velocità), si
garantisce un’adeguata alimentazione all’impianto.

GRUPPO DIRETTO (“KA-125”) - ZONA 3


$P (m H2O)

$P (kPa)

6 58,8
Grundfos UPS 25-60

Wilo RS 25/6-3
5 49,0
- Portata zona 3 (GZ3) Grundfos ALPHA 25-60
GZ3 = 950 l/h
Wilo STAR E 25/1-5
4 39,2
Grundfos UPS 25-40 60 60
40 °C 80 40 °C 80

20 100 20 100

0 120 0 120

Wilo RS 25/4-3
- Perdita di carico del gruppo (∆p) 31
3
∆p = 3,8 kPa 29,9

P2 P1

2 19,6

1 9,8 KA-125

3,8
0 0
200 400 600 800 1000 1200 1400 1600 1800 2000 2200
950 portata (l/h)
- Perdita di carico totale (∆p totale)
∆p totale = ∆p SEPARATORE + ∆p COLLETTORE + ∆p GRUPPO + ∆p UTENZA ∆p totale = 0,6 + 1,5 + 3,8 + 24 = 29,9 kPa
∆p totale = 29,9 kPa

- Prevalenza residua (PR)


PR = Prevalenza circolatore (H) - ∆p totale PR = 31 - 29,9 = 1,1 kPa
PR = 1,1 kPa

Analizzando la zona 3, si nota che con l’impiego del gruppo


serie DN 25 dotato di circolatore da 4 m H2O (in III velocità), si
garantisce un’adeguata alimentazione all’impianto.

Per concludere, dai risultati ottenuti da questi esempi, la serie


più adatta a questo tipo di impianto è la serie DN 25.
18 Illustrazioni e dati presenti si intendono non impegnativi. La ditta LOVATO S.p.A. si riserva il diritto di apportare modifiche senza obbligo di preavviso. E’ vietata la riproduzione parziale o totale
di disegni, testi o illustrazioni senza autorizzazione scritta. / Picture and technical data are not binding. LOVATO S.p.A. will reserve the right to bring change without obbligation of notice. It is
forbidden reproduce copy, drawing or texties, partial or total without previous written authorization.
7 - Servocomandi per valvole miscelatrici

CARATTERISTICHE
9 Disponibili tre versioni:
- “NR 230” - 230 V AC - controllo a tre punti
- “NR 230-00S” - 230 V AC - controllo a tre punti - contatto di fine corsa
- “NRD 24-SR” - AC 24 V 50/60 Hz, DC 24 V
9 Unico punto di fissaggio centrale sufficiente per un rapido e sicuro montaggio diretto
9 Scala sull’indicatore di posizione reversibile; può essere girata in funzione del senso di rotazione
9 In caso di avaria del sistema di controllo può essere posizionato manualmente in ogni punto della
sua corsa

"NR 230"
Il servocomando “NR 230” viene utilizzato per la motorizzazione delle valvole miscelatrici. Questo modello è compatibile con tutti i regolatori
climatici con logica a 3 punti 230 V (comune, fase apre, fase chiude). L’angolo di rotazione è di 90° limitato elettricamente. Funzione automatico
e manuale. Il kit di montaggio fornito permette diverse soluzioni di orientamento.

schema allacciamento dati tecnici


Controllo a tre punti
Tensione di alimentazione 230 V AC
Potenza assorbita 2,5 W
Dimensionamento: 2,5 VA
Classe di protezione: II
Allacciamento: morsettiera
Regolatore Angolo di rotazione: 90° limitato elettricamente
230 V Momento torcente: 5 Nm
Tempo di rotazione: 140 s
Senso di rotazione: selezionabile dalla morsettiera
Azionamento manuale: disinnesto meccanico
Indicazione posizione: scala reversibile 0...1
NR230 Manutenzione: nessuna

"NR 230-00S" con contatto di fine corsa


Il servocomando “NR 230-00S” viene utilizzato per la motorizzazione delle valvole miscelatrici. Questo modello è compatibile con tutti i regolatori
climatici con logica a 3 punti 230 V (comune, fase apre, fase chiude). Funzione supplementare con contatti ausiliari on-off di fine corsa
comunemente usati per lo spegimento o l’accensione del circolatore di zona, oppure come segnale di posizione (contatto aperto-chiuso). L’angolo di
rotazione è di 90° limitato elettricamente. Funzione automatico e manuale. Il kit di montaggio fornito permette diverse soluzioni di orientamento.

schema allacciamento dati tecnici


Controllo a tre punti Tensione di alimentazione: 230 V AC
Potenza assorbita: 2,5 W
Dimensionamento: 2,5 VA
Classe di protezione: II
Allacciamento: cavo 6 x 0,5 mm2 ; L=2,5 m
Regolatore Angolo di rotazione: 90° limitato elettricamente
230 V Momento torcente: 5 Nm
Tempo di rotazione: 140 s
Contatto ausiliario: 2 x NC 5(1)A, 250 VAC
Senso di rotazione: selezionabile dalla morsettiera
Azionamento manuale: disinnesto meccanico
Indicazione posizione: scala reversibile 0...1
Manutenzione: nessuna
NR 230-00S

"NR 24-SR" (DC 0...10 V)


Il servocomando “NR 24-SR” viene utilizzato per la motorizzazione delle valvole miscelatrici. Questo modello è compatibile con tutti i regolatori
climatici con segnale di regolazione dc 0...10V (tensione di alimentazione 24 V). L’angolo di rotazione è di 90° limitato elettricamente. Funzione
automatico e manuale. Il kit di montaggio fornito permette diverse soluzioni di orientamento.

schema allacciamento dati tecnici

allacciamento da un Tensione di alimentazione: AC 24V 50/60 Hz, DC 24V


trasformatore di sicurezza Campo di tolleranza: AC 19,2...28,8 V, DC 21,6...26,4 V
Potenza assorbita: 1,5 W
Dimensionamento: 3 VA
segnale dal regolatore
Classe di protezione: II
Allacciamento: morsettiera
Segnale di regolazione: DC 0...10 V @ resistenza d’entrata = 100 kΩ
Campo di lavoro: DC 2...10 V per 0...100%
tensione in uscita U Tensione di misurazione: DC 2...10 V (max. 1 mA) per 0...100%
per indicazione della posizione
Momento torcente: 5 Nm
Tempo di rotazione: 140 s
Sincronismo: ± 5%
NRD 24-SR Azionamento manuale: disinnesto meccanico
Indicazione posizione: scala reversibile 0...1
Manutenzione: nessuna

via Selva, 4/A - 37040 Gazzolo d’Arcole (VR) ITALY Tel. +39 045 6182012 - Fax +39 045 6182017 19
www.lovatofert.com - info@lovatofert.com
8.1 - Termoregolazione “E8”
Regolatore digitale “E8.0631”
CARATTERISTICHE
9 Display luminoso con visualizzazione di tutti i parametri.
9 Orologio annuale con variazione automatica dell’ora legale/solare.
9 Riconoscimento automatico delle sonde collegate.
9 Possibilità di impostare due diversi programmi per i circuiti di riscaldamento 1 e 2 (cicli di lavoro).
9 Una sola sonda esterna può essere utilizzata per sei centraline climatiche.
9 Bus dati integrato per l'espansione del sistema e per il collegamento di comandi remoto digitali ("BM8").
9 Possibilità di espansione dei circuiti con il regolatore digitale “E8.1121”.

FUNZIONI PRINCIPALI DOTAZIONE


- Installazione su pannello di controllo. Il regolatore “E8.0631” è dotato di serie delle seguenti funzioni:
- Comando di bruciatori /caldaie bistadio. - Due programmi settimanali con tre tempi di attivazione giornalieri per circuito.
- Regolazione di due circuiti di riscaldamento mediante valvole - Commutazione automatica estate/inverno.
miscelatrici motorizzate. - Adattamento della curva di riscaldamento (solo con comando remoto "BM8”).
- Regolazione dell’acqua calda sanitaria tramite l’attivazione del - Ottimizzazione del riscaldamento in funzione della temperatura ambiente
circolatore. (solo con comando remoto “BM8”) o della temperatura esterna.
- Relè programmabile liberamente, ad esempio per l’utilizzo della pompa - Funzione di antigrippaggio.
del collettore, per il controllo di minimo sulla temperatura acqua di ritorno - Regolazione dell’acqua calda sanitaria o in parallelo o in base a priorità
in caldaia o per la regolazione della differenza di temperatura. parziali.
- Adattamento allla dinamica dell’edificio e dell’impianto.
- Funzioni di controllo integrate con verifica di funzionamento dei relè e delle sonde.

Esempio di collegamento elettrico del regolatore digitale “E8.0631” con kit di connessione

FBR2 AFS FBR2 BM8 BM8

1 2 1 2
1 2 3 1 2 3 H L - + H L - +

soluzione alternativa

I III
VII V VIII IX
- + - - H + -
L
1 1

T3 T4 1 T2 T1 2 2 2 1 L1' L1 N ~50Hz 230V

2 2 1
1
M M
IV VI II
5 4 3 2 1 2 1 10 9 8 7 6 5 4 3 2 1

N LINEA
F
F 230 V
VAFS1

VAFS2

1 2 B

KFS

T1
B
T2 SPFS

20 Illustrazioni e dati presenti si intendono non impegnativi. La ditta LOVATO S.p.A. si riserva il diritto di apportare modifiche senza obbligo di preavviso. E’ vietata la riproduzione parziale o totale
di disegni, testi o illustrazioni senza autorizzazione scritta. / Picture and technical data are not binding. LOVATO S.p.A. will reserve the right to bring change without obbligation of notice. It is
forbidden reproduce copy, drawing or texties, partial or total without previous written authorization.
8.2 - Custodia per regolatori digitali
“E8.0321/E8.0631/E8.1121”

Esempio di collegamento elettrico del regolatore digitale con custodia

AFS BM8 BM8


FBR2 FBR2

1 2 1 2 soluzione
alternativa
2 1 3 2 1 3 H L - + H L - +

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16
Fühlermasse
1

2
1

massa sonda
(-) sensor ground 1 3 1 3
DCF +
Bus H

DCF -
SPFS

FBR1
FBR1
FBR1

VFAS
VFAS
VFAS
FBR1

Bus +
Bus L

masa de sonda
Bus -
AFS

KFS

masse de sonde

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16
Netz
rete

N mains
red ~50Hz 230V
1 2
1 2
1 2

réseau
N L1 L1' T1 T2 T3 T4

N
F
F
LINEA
230 V
VAFS1

VAFS2

1 2 B

KFS

T1 B
SPFS
T2

via Selva, 4/A - 37040 Gazzolo d’Arcole (VR) ITALY Tel. +39 045 6182012 - Fax +39 045 6182017 21
www.lovatofert.com - info@lovatofert.com
9.1 - Moduli di distribuzione “T_box”
Versioni - Dati tecnici

VERSIONE AD INCASSO (i) : dimensioni/connessioni


595
alternativa: mandata/ritorno caldaia (3/4” F)
360 alternativa:
190 ritorno caldaia (3/4” F)
alternativa:
mandata caldaia (3/4” F)

kit collegamento
mandata/ritorno

690
caldaia dal basso
(OPTIONAL)

0 ÷ 150
zona zona zona
1 2 3
mandata caldaia (3/4” M) 60 90 60 90 60 90 60 ritorno caldaia (3/4” M)

VERSIONE PENSILE (p) : dimensioni/connessioni


490
190 50
360
mandata/ritorno caldaia (3/4” F)

590
alternativa: alternativa:
connessioni esterne connessioni interne

corsie distanziali per passaggio zona zona zona


a filo muro tubazioni caldaia 1 2 3
(OPTIONAL)
90 60 90 60 90 3/4” M

dati tecnici
Temperatura max. di esercizio: 120 °C
Pressione max. di esercizio: 6 bar
Temp. regolazione unità a punto fisso: 20÷50 °C
Materiale collettore: acciaio
Materiale isolamento: EPP nero 40 g/l
Materiale unità di circolazione: OT58 - Cu
Allacciamento elettrico circolatori: 230 V - 50 Hz

PREVALENZA RESIDUA Wilo RS 15/6-3 (in III velocità) - perdite di carico


6 58,8
ΔP (m H2O)

ΔP (kPa)

PF2 PF1
D
5 TS 49,0
TS
4 PF 39,2

3 29,4
D
2 19,6

1 9,8

0 0
0 200 400 600 800 1000 1200 1400 1600 1800 2000 2200
portata/flow (l/h)

D unità diretta (alta temperatura) TS unità miscelata a temp. scorrevole PF1 unità miscelata a punto fisso (by-pass aperto)

PF2 unità miscelata a punto fisso (by-pass chiuso)

22 Illustrazioni e dati presenti si intendono non impegnativi. La ditta LOVATO S.p.A. si riserva il diritto di apportare modifiche senza obbligo di preavviso. E’ vietata la riproduzione parziale o totale
di disegni, testi o illustrazioni senza autorizzazione scritta. / Picture and technical data are not binding. LOVATO S.p.A. will reserve the right to bring change without obbligation of notice. It is
forbidden reproduce copy, drawing or texties, partial or total without previous written authorization.
9.2 - Moduli di distribuzione “T_box”
Gamma - Esempi di applicazione

GAMMA “T_box” ESEMPI DI APPLICAZIONE


Modulo D-D-D (i6/p6)
D = unità diretta 2 3
PF = unità miscelata a
punto fisso
TS = unità miscelata a
temper. scorrevole
4
i= versione incasso
p= versione pensile 1
Modulo D-PF (i1/p1) Modulo D-D-PF (i7/p7)

2 3
Modulo D-TS (i2/p2) Modulo D-D-TS (i8/p8)

4
Modulo D-D (i3/p3) Modulo TS-TS-TS (i9/p9)

3
2

Modulo D-PF-PF (i4/p4) Modulo TS-TS (i10/p10)

Modulo D-TS-TS (i5/p5) Modulo PF-PF-PF (i11/p11)

Legenda:
1 - Modulo di distribuzione "T_box"
2 - Caldaia
3 - Circuito a pavimento (bassa temperatura)
4 - Circuito radiatori / radiatori termo-arredo (alta temperatura)
5 - Circuito fan-coil (alta temperatura)

via Selva, 4/A - 37040 Gazzolo d’Arcole (VR) ITALY Tel. +39 045 6182012 - Fax +39 045 6182017 23
www.lovatofert.com - info@lovatofert.com
10.1 - Sistemi complementari
Moduli di separazione “BW”

DATI TECNICI Circuito primario (A)


Diametro nominale: DN 25 6 58,8

ΔP (m H2O)

ΔP (kPa)
250
1”F Pressione max.: 8 bar
5 BWM-20 49,0
Temperatura max.: 120 °C
Materiale isolamento: EPP nero 40 g/l 4
Wilo RS 25/4-3
39,2

Materiale scambiatore: inox AISI 316


C Grundfos UPS 25-40

180 - G 1½”
BWM-30
- 20 piastre: superficie di scambio 0,2304 m² 3 29,4

- 30 piastre: superficie di scambio 0,36 m² 2 19,6

1 9,8

B 4
3
0 0
BWM

0 200 400 600 800 1000 1200 1400 1600 1800


800

4x1/2”F 1 portata/flow (l/h)

Circuito secondario (C)


A 6 58,8

ΔP (m H2O)

ΔP (kPa)
Wilo RS 25/6-3
Grundfos ALPHA 25-60 B

5 Wilo Z 25/6 Grundfos UPS 25-60 B 49,0


Grundfos UPS 25-60

4 39,2
Wilo CircoStar ZE 25/1-5 BWM-20

2 3 29,4

BWM-30
1½”M 2 19,6
125
1 9,8

0 0
1 - Gruppo di separazione "BWM" 3 - Vaso aperto 0 200 400 600 800 1000 1200 1400 1600 1800
portata/flow (l/h)
2 - Caldaia 4 - Utenza
Circuito secondario (C)
6 58,8

ΔP (m H2O)

ΔP (kPa)
Wilo RS 25/6-3
Grundfos ALPHA 25-60 B

3
5 Wilo Z 25/6 Grundfos UPS 25-60 B 49,0
Grundfos UPS 25-60

4 39,2
Wilo CircoStar ZE 25/1-5 BW-20

250 3 29,4

1”F
BW-30
2 19,6

1 2 1 9,8

C 4
180 - G 1½”

0 0
BW

0 200 400 600 800 1000 1200 1400 1600 1800


400

portata/flow (l/h)

Circuito primario
6 58,8
ΔP (m H2O)

ΔP (kPa)
B
4x1/2”F 5 49,0

1”F
125 4 39,2

1 - Gruppo di separazione "BW" 3


BW-20
29,4

2 - Gruppo solare 2 19,6


3 - Collettore solare BW-30
4 - Accumulo 1 9,8

0 0
0 200 400 600 800 1000 1200 1400 1600 1800
portata/flow (l/h)

Circuito secondario (C)


3 6 58,8
ΔP (m H2O)

ΔP (kPa)

Wilo RS 25/6-3

250 Grundfos UPS 25-60 B


Wilo Z 25/6
1”F 5 Grundfos UPS 25-60 49,0

Grundfos ALPHA 25-60 B


4 39,2

1 Wilo CircoStar ZE 25/1-5 BWD-20

3 29,4
C
180 - G 1½”

BWD-30
2 19,6

1 9,8
BWD

0 0

2 0 200 400 600 800 1000 1200 1400 1600 1800


portata/flow (l/h)
790

Circuito primario
6 58,8
ΔP (m H2O)

ΔP (kPa)

A 5 49,0

4 39,2

4x1/2”F
3 29,4
BWD-20
B
1 - Gruppo di separazione "BWD" 2 19,6

125
1”F 2 - Caldaia 1
BWD-30
9,8

3 - Utenza (bassa temperatura)


0 0
0 200 400 600 800 1000 1200 1400 1600 1800
portata/flow (l/h)

24 Illustrazioni e dati presenti si intendono non impegnativi. La ditta LOVATO S.p.A. si riserva il diritto di apportare modifiche senza obbligo di preavviso. E’ vietata la riproduzione parziale o totale
di disegni, testi o illustrazioni senza autorizzazione scritta. / Picture and technical data are not binding. LOVATO S.p.A. will reserve the right to bring change without obbligation of notice. It is
forbidden reproduce copy, drawing or texties, partial or total without previous written authorization.
10.2 - Sistemi complementari - Sistema di innalzamento
temperatura di ritorno DN 25 - 1” “T_back”

valvola di taratura by-pass


250 DESCRIZIONE
1½”F Il gruppo di regolazione T_Back, è un sistema di innalzamento
della temperatura di ritorno nei circuiti con generatori di calore a
combustibile solido (legna, pellet..).
A Il sistema bypassa attraverso una valvola termica a 3 vie il fluido
B di mandata generatore nel ritorno generatore, fino a quando la
C mandata non raggiunge la temperatura pretarata nella valvola
(61°C o 72°C).
A questo punto la valvola termica, proporzionalmente, chiude il
by pass e apre la via del ritorno impianto, consentendo quindi la
circolazione totale del fluido alle utenze. Ciò consente al generatore
di calore di raggiungere velocemente la giusta temperatura di
382

394
lavoro, previene danni da fumo o fuliggine nelle canne fumarie ed
elimina il problema del fenomeno condensa nel generatore.

6 58,8

ΔP (m H2O)

ΔP (kPa)
Grundfos UPS 25-60

Wilo RS 25/6-3 BC
5 49,0

4 39,2
1”F Wilo RS 25/4-3
125
Grundfos UPS 25-40
250 3 29,4

DATI TECNICI 2 19,6


Apertura valvola di by-pass : 2 m H2O AC
Diametro nominale : DN 25 - 1" 1 9,8
Pressione max. : 8 bar
Temperatura max. : 120 °C
0 0
Materiale valvole sfera : OT 58 0 200 400 600 800 1000 1200 1400 1600 1800 2000 2200 2400 2600 2800 3000
Materiale isolamento : EPP nero 40 g/l portata/flow (l/h)
Materiale guarnizioni : Viton / EPDM BC: ricircolo caldaia
Attacchi : 1” F x 1½” F AC: mandata tutta aperta
T_back

DESCRIZIONE DEL FUNZIONAMENTO

A - La valvola termica è chiusa alle utenze fino a quando il fluido del circuito del generatore non raggiunge la temperatura di
apertura della valvola termica. La pompa ricircola il fluido attraverso il by-pass “A” completamente aperto.

B - Nel momento in cui il fluido del ricircolo si avvicina alla temperatura di apertura della valvola termica, proporzionalmente
viene aperta la via alle utenze e chiuso il by-pass. Nel by-pass è presente una valvola di non ritorno e una valvola a sfera di
taratura.

C - A questo punto la temperatura di mandata del generatore di calore aumenta consentendo cosi la totale apertura alle utenze
e la chiusura del by-pass.

via Selva, 4/A - 37040 Gazzolo d’Arcole (VR) ITALY Tel. +39 045 6182012 - Fax +39 045 6182017 25
www.lovatofert.com - info@lovatofert.com
11 - Gruppi solari DN 25 - 1” “MAVERICK-90”

CARATTERISTICHE

9 Gruppo solare a circolazione forzata e a portata variabile


9 Disponibile con o senza centralina elettronica
9 Centralina elettronica con display a pittogrammi e con 9 configurazioni di impianto
9 Isolamento di protezione della centralina dal tubo di mandata
9 Regolatore di flusso in tre scale (0,3÷6 l/min, 4÷15 l/min e 10÷30 l/min)
9 Riempimento/scarico/lavaggio e smontaggio circolatore senza dover svuotare l’impianto
9 Degasatore incorporato nel tubo di mandata
9 Gruppo di sicurezza compatto con valvola di sicurezza,
manometro e attacco flessibile per vaso di espansione
9 Foro laterale per raffreddamento pompa
9 Montaggio a filo muro/bollitore
9 Valvole a sfera flangiate su mandata e ritorno con
termometro integrato
9 Isolamento in EPP nero 40 g/l
9 Tenute assicurate da battute piane e guarnizioni

DATI TECNICI
Apertura valvola ritegno: 450 mm H2O
Diametro nominale: DN 25 - 1"
Pressione max.: 8 bar
Temperatura max.: 120 °C
Materiale valvole sfera: OT 58
Materiale valv. ritegno: OT
Materiale isolamento: EPP nero/black 40 g/l

260 6 58.8
ΔP (m H2O)

ΔP (kPa)
MAVERICK VRD-90

Grundfos UPS 25-60


1”F
5 Wilo RS 25/6-3 49,0

accessori 4 39,2
180 - G 1½”

3 29,4
500

0,3÷6 l/min
2 19,6
10÷30 l/min

1 4÷15 l/min 9,8

1”F
0 0
0 200 400 600 800 1000 1200 1400 1600 1800
90 portata/flow (l/h)

260
6 58.8
ΔP (m H2O)

ΔP (kPa)
1”F
MAVERICK VR-90

Grundfos UPS 25-60

5 Wilo RS 25/6-3 49,0

accessori
4 39,2
180 - G 1½”
500

3 29,4

0,3÷6 l/min
2 19,6
10÷30 l/min

1 4÷15 l/min 9,8


1”F

0 0
0 200 400 600 800 1000 1200 1400 1600 1800
90
portata/flow (l/h)

260 6 58.8
ΔP (m H2O)

ΔP (kPa)

1”F Grundfos UPS 25-60


MAVERICK R-90

5 Wilo RS 25/6-3 49,0

accessori
4 39,2
180 - G 1½”

3 29,4
500

0,3÷6 l/min

2 19,6
10÷30 l/min

1 4÷15 l/min 9,8

0 0
1”F 0 200 400 600 800 1000 1200 1400 1600 1800

portata/flow (l/h)

26 Illustrazioni e dati presenti si intendono non impegnativi. La ditta LOVATO S.p.A. si riserva il diritto di apportare modifiche senza obbligo di preavviso. E’ vietata la riproduzione parziale o totale
di disegni, testi o illustrazioni senza autorizzazione scritta. / Picture and technical data are not binding. LOVATO S.p.A. will reserve the right to bring change without obbligation of notice. It is
forbidden reproduce copy, drawing or texties, partial or total without previous written authorization.
11.1 - Gruppi solari “Maverick”
Esempi di applicazione

SISTEMA 1

S1

Impianto solare standard con 1 serbatoio, 1 pompa e


3 sonde. La sonda S4/TRL può essere impiegata come
optional per effettuare bilanci di quantità termica.

S1 Sonda collettore
S2 Sonda serbatoio inferiore
R1 S3 Sonda serbatoio superiore (optional)
S4/TRL Sonda bilancio quantità termica (optional)
R1 Pompa solare (gruppo di regolazione)
1

S3

S4/TRL
S2

SISTEMA 2 Allacciamento elettrico


Impianto solare con cambio termico ad un serbatoio
esistente, 1 serbatoio, 4 sonde e 2 pompe. Fusibile

S1 Sonda collettore S1
S2 Sonda serbatoio inferiore
S3 Sonda serbatoio superiore (optional)
S4 Sonda bollitore 2
R1 Pompa solare (gruppo di regolazione)
R2 Pompa scambio termico

R1
Morsetti terra
Morsetti sonda Morsetti
Morsetti utilizzatori
d’allacciamento
alla rete elettrica
2 1

S3
Il regolatore è equipaggiato di 2 relais ai quali
S4 possono essere collegati utilizzatori come
S2 pompe, valvole ecc.:
- relais 1
R2 18 = conduttore R1
17 = conduttore neutro N
13 = morsetto terra
SISTEMA 3 - relais 2
16 = conduttore R2
Impianto solare con integrazione con 1 serbatoio, 15 = conduttore neutro N
3 sonde e riscaldamento integrativo. La sonda 14 = morsetto terra
S4/TRL può essere impiegata come optional
S1
per effettuare bilanci di quantità termica.
Le sonde temperatura (S1a S4) vanno
S1 Sonda collettore
collegate con polarità indifferente ai seguenti
S2 Sonda serbatoio inferiore
morsetti:
S3 Sonda serbatoio superiore (optional)
S4/TRL Sonda bilancio termico (optional)
1/2 = sonda 1 (per es. sonda collettore 1)
R1 Pompa solare (gruppo di regolazione) 3/4 = sonda 2 (per es. sonda serbatoio 1)
R2 Pompa riscaldamento integrativo 5/6 = sonda 3 (per es. sonda collettore 2)
7/8 = sonda 4 (per es. sonda serbatoio 2)
R1

1 L’allacciamento alla rete avviene con i


seguenti morsetti:
19 = conduttore neutro N
S3 20 = conduttore L
R2 12 = morsetto terra

S2 S4/TRL

via Selva, 4/A - 37040 Gazzolo d’Arcole (VR) ITALY Tel. +39 045 6182012 - Fax +39 045 6182017 27
www.lovatofert.com - info@lovatofert.com
11.1 - Gruppi solari “Maverick”
Esempi di applicazione

SISTEMA 4

S1

Impianto solare con carica serbatoio a strati con


1 serbatoio, 3 sonde, 1 pompa solare e valvola
deviatrice a tre vie per carico serbatoio a strati.
La sonda S4/TRL può essere impiegata come
optional per effettuare bilanci di quantità termica.

R1 S1 Sonda collettore
S2 Sonda serbatoio inferiore
S3 Sonda serbatoio superiore (optional)
1 S4/TRL Sonda bilancio quantità termica (optional)
R1 Pompa solare (gruppo di regolazione)
S3 R2 R2 Valvola deviatrice a tre vie

S4/TRL
S2

SISTEMA 5

S1

Impianto solare con 2 serbatoi e valvola logica


con 2 serbatoi, 3 sonde, 1 pompa solare e
1 valvola a tre vie. La sonda S4/TRL può essere
impiegata come optional per effettuare bilanci
di quantità termica.
R2 R1
S1 Sonda collettore
S2 Sonda serbatoio 1
2 1 S3 Sonda serbatoio 2
S4/TRL Sonda bilancio quantità termica (optional)
R1 Pompa solare (gruppo di regolazione)
R2 Valvola deviatrice a tre vie
S4/TRL
S3 S2

SISTEMA 6

S1

S4/TRL
Impianto solare con 2 serbatoi e pompa logica
con 2 serbatoi, 3 sonde e 2 pompe solari.

R1 R2 S1 Sonda collettore
S2 Sonda serbatoio 1
S3 Sonda serbatoio 2
2 1 S4/TRL Sonda misurazione (optional)
R1 Pompa solare 1 (gruppo di regolazione)
R2 Pompa solare 2 (gruppo di regolazione)

S3 S2

28 Illustrazioni e dati presenti si intendono non impegnativi. La ditta LOVATO S.p.A. si riserva il diritto di apportare modifiche senza obbligo di preavviso. E’ vietata la riproduzione parziale o totale
di disegni, testi o illustrazioni senza autorizzazione scritta. / Picture and technical data are not binding. LOVATO S.p.A. will reserve the right to bring change without obbligation of notice. It is
forbidden reproduce copy, drawing or texties, partial or total without previous written authorization.
11.1 - Gruppi solari “Maverick”
Esempi di applicazione

SISTEMA 7
S1 S2

Impianto solare con 2 collettori nord-sud, est-ovest,


con 1 serbatoio, 3 sonde e 2 pompe solari.
R1 R2 S1 Sonda collettore 1
S2 Sonda collettore 2
S3 Sonda serbatoio
R1 Pompa solare collettore 1 (gruppo di regol.)
R2 Pompa solare collettore 2 (gruppo di regol.)
1

S3

SISTEMA 8

S1

Impianto solare con integrazione mediante


caldaia a combustibile solido, con 1 serbatoio,
4 sonde, 1 pompa solare e 1 pompa per
riscaldamento integrativo.
R1 S1 Sonda collettore
S2 Sonda serbatoio inferiore
S4 S3 Sonda serbatoio superiore (optional)
1
S4 Sonda caldaia a combustibile solido
R1 Pompa solare (gruppo di regolazione)
S3 R2 Pompa caldaia a combustibile solido
R2
S2

SISTEMA 9

S1

Impianto solare con innalzamento di temperatura


di ritorno del circuito di riscaldamento con 1
serbatoio, 4 sonde, 1 pompa solare, 1 valvola a
3 vie per innalzamento del ritorno del circuito
riscaldamento.
R1
S1 Sonda collettore
S4 S2 Sonda serbatoio inferiore
1 S3 Sonda serbatoio superiore (optional)
S4 Sonda ritorno circuito riscaldamento
S3 R1 Pompa solare 1 (gruppo di regolazione)
R2 Valvola deviatrice a 3 vie
R2 S2

via Selva, 4/A - 37040 Gazzolo d’Arcole (VR) ITALY Tel. +39 045 6182012 - Fax +39 045 6182017 29
www.lovatofert.com - info@lovatofert.com
12 - Unità di misura - Tabelle di conversione
Unità di pressione, temperatura, energia, potenza termica

UNITÀ DI PRESSIONE

Valore
Unità Simbolo Pa kPa bar atm at torr. mm H2O
dell’unità

pascal Pa 1 N/m² 1 10-3 10-5 0,987x10-5 1,02x10-5 0,75x10-5 0,102

kilopascal kPa 1000 N/m² 103 1 10-2 0,987x10-2 1,02x10-2 0,75x10-2 102

bar bar 10 N/m² 105 10² 1 0,987 1,02 750 1,02x104

atmosfera normale atm 1,033 kp/cm² 101300 101,3 1,013 1 1,033 760 10330

atmosfera tecnica at 1 kp/cm² 9.81x104 98,1 0,98 0,968 1 736 104

torricelli o mm colonna di Hg torr 13,6 kp/m² 133 0,133 1,32x10-3 1,32x10-4 1,36x10-3 1 13,6

mm di colonna di H2O mmH2O 1 kp/m² 9,81 9,81x10-3 9,81x10-5 9,68x10-5 10-4 0,736x10-1 1

UNITÀ DI TEMPERATURA

Unità Simbolo °C K °F

Celsius °C - °C + 273,15 9/5 °C + 32

Kelvin K K - 273,15 - 9/5 (K - 273,15) + 32

Farenheit °F 5/9 (°F - 32) 5/9 (°F - 32) + 273,15 -

UNITÀ DI ENERGIA TERMICA

Unità Simbolo Valore dell’unità J kWh kcal

joule J 1Nx1m - 0,278 x 106 0,239 x 103

kilowattore kWh 1000 W x 1 J = 3,6 x 106 J 3,6 x 106 - 860

kilocaloria kcal 4187 J 4187 1,162 x 103 -

UNITÀ DI POTENZA TERMICA

Unità Simbolo Valore dell’unità W kW kcal/h

Watt W 1 J/s - 103 0,860

kilowatt kW 1000 W 103 - 860

kilocaloria ora kcal/h 1/860 kW = 1,162 W 1,162 1,162 x 103 -

30 Illustrazioni e dati presenti si intendono non impegnativi. La ditta LOVATO S.p.A. si riserva il diritto di apportare modifiche senza obbligo di preavviso. E’ vietata la riproduzione parziale o totale
di disegni, testi o illustrazioni senza autorizzazione scritta. / Picture and technical data are not binding. LOVATO S.p.A. will reserve the right to bring change without obbligation of notice. It is
forbidden reproduce copy, drawing or texties, partial or total without previous written authorization.
13 - L’espansione dell’acqua negli impianti termotecnici

L’acqua, come quasi tutte le sostanze presenti in natura, se riscaldata aumenta il suo volume.
Se l’acqua è libera di espandersi, varia il suo volume secondo una formula apposita; quella che meglio si adatta alle esigenze
dei termotecnici è la seguente:

E = V0 • (e - e0)
dove:

E = volume di espansione

V0 = volume alla temperatura iniziale

e = coefficiente di espansione dell’acqua alla temperatura finale

e0 = coefficiente di espansione dell’acqua alla temperatura iniziale

Nella tabella seguente sono riportati i valori dei coefficienti di espansione dell’acqua rispetto a T=4 °C

Coefficienti di espansione dell’acqua rispetto a T=4 °C


T (°C) e T (°C) e
0 0,0001 55 0,0145
5 0,0000 60 0,0170
10 0,0003 65 0,0198
15 0,0009 70 0,0227
20 0,0018 75 0,0258
25 0,0030 80 0,0290
30 0,0043 85 0,0324
35 0,0058 90 0,0359
40 0,0078 95 0,0396
45 0,0098 100 0,0434
50 0,0121

Con la formula sopra descritta si può calcolare anche come l’acqua varia in percentuale il suo volume al variare della
temperatura.
Alcune di tali variazioni sono sotto riportate e servono a darci un’idea, sufficientemente precisa e facile da ricordare, delle
grandezze normalmente in gioco con l’espansione dell’acqua.

Percentuali di espansione dell’acqua rispetto al volume minimo: T=4 °C


T (°C) e (%) T (°C) e (%)
0 0,01 55 1,45
5 0,00 60 1,70
10 0,03 65 1,98
15 0,09 70 2,27
20 0,18 75 2,58
25 0,30 80 2,90
30 0,43 85 3,24
35 0,58 90 3,59
40 0,78 95 3,96
45 0,98 100 4,34
50 1,21

via Selva, 4/A - 37040 Gazzolo d’Arcole (VR) ITALY Tel. +39 045 6182012 - Fax +39 045 6182017 31
www.lovatofert.com - info@lovatofert.com
13.1 - L’espansione dell’acqua negli impianti termotecnici
Esempio di calcolo

Determinare il volume di espansione dell’acqua considerando quali condizioni iniziali:

V0 = 1.000 l
t0= = 10 °C

e quali temperature finali:

t = 60 °C e t = 90 °C.

In base alla formula precedentemente indicata e al valore dei coefficienti di espansione dell’acqua riportati nelle tabelle, risulta:

- Calcolo del volume di espansione per t = 60 °C

E = 1.000 •(0,0170 - 0,0003) = 16,7 l

- Calcolo del volume di espansione per t = 90 °C

E = 1.000 •(0,0359 - 0,0003) = 35,6 l

Volume di riferimento
1.000 l
T = 10 °C

Incremento volume
16,7 l

T = 60 °C

Incremento volume
35,6 l

T = 90 °C

32 Illustrazioni e dati presenti si intendono non impegnativi. La ditta LOVATO S.p.A. si riserva il diritto di apportare modifiche senza obbligo di preavviso. E’ vietata la riproduzione parziale o totale
di disegni, testi o illustrazioni senza autorizzazione scritta. / Picture and technical data are not binding. LOVATO S.p.A. will reserve the right to bring change without obbligation of notice. It is
forbidden reproduce copy, drawing or texties, partial or total without previous written authorization.