Sei sulla pagina 1di 12

APPARATO TEGUMENTARIO

(15-17% peso corporeo)

PELLE O CUTE (Superficie 1,5-2 m 2 )

ANNESSI CUTANEI : peli, unghie, ghiandole (sebacee; sudoripare e mammarie)

PELLE O CUTE (Superficie 1,5-2 m 2 ) ANNESSI CUTANEI : peli, unghie, ghiandole (sebacee; sudoripare

METABOLISMO VITAMINA D3

CUTE 10% DIETA Latte Carne cruda Olio di fegato di merluzzo
CUTE
10%
DIETA
Latte
Carne cruda
Olio di fegato di merluzzo

PROTEZIONE

FUNZIONI

REGOLAZIONE TEMPERATURA CORPOREA (produzione e evaporazione del sudore)

ESCREZIONE CATABOLITI (sudore)

ORGANO DI SENSO

MEZZO DI COMUNICAZIONE SOCIALE

VEICOLO DI FARMACI

SINTESI VITAMINA D

CALCITRIOLO: METABOLITA ATTIVO DELLA VITAMINA D3

CALCITRIOLO: METABOLITA ATTIVO DELLA VITAMINA D3 ASSORBIMENTO CALCIO E FOSFORO A LIVELLO INTESTINALE DEPOSITO DI CALCIO

ASSORBIMENTO CALCIO E FOSFORO A LIVELLO INTESTINALE

D3 ASSORBIMENTO CALCIO E FOSFORO A LIVELLO INTESTINALE DEPOSITO DI CALCIO NELLE OSSA FUNZIONE ANTIRACHITICA

DEPOSITO DI CALCIO

NELLE OSSA

FUNZIONE ANTIRACHITICA

REGOLAZIONE CALCEMIA

NELLE OSSA FUNZIONE ANTIRACHITICA REGOLAZIONE CALCEMIA CALCITONINA TIROIDEA IPOCALCEMIZZANTE agisce su osteoclasti

CALCITONINA TIROIDEA IPOCALCEMIZZANTE agisce su osteoclasti inibendoli

PARATORMONE IPERCALCEMIZZANTE agisce su osteoblasti che attivano osteoclasti

agisce su rene stimolando la produzione di calcitriolo

SOLCHI CUTANEI

SUPERFICIALI

Tessitura cutanea

SOLCHI CUTANEI SUPERFICIALI Tessitura cutanea PROFONDI Dermatoglifi IMPRONTE DIGITALI

PROFONDI

Dermatoglifi

SOLCHI CUTANEI SUPERFICIALI Tessitura cutanea PROFONDI Dermatoglifi IMPRONTE DIGITALI
SOLCHI CUTANEI SUPERFICIALI Tessitura cutanea PROFONDI Dermatoglifi IMPRONTE DIGITALI

IMPRONTE DIGITALI

CUTE o PELLE

spessore da 0.5-1 mm (sottile) a 5-6 mm (spessa)

EPIDERMIDE (0,1- 2 mm) DERMA IPODERMA STRATO SOTTOCUTANEO
EPIDERMIDE
(0,1- 2 mm)
DERMA
IPODERMA
STRATO SOTTOCUTANEO

GIUNZIONE DERMO-EPIDERMICA : Creste epidermiche e Papille dermiche

PIEGHE CUTANEE

TEMPORANEE si delineano durante i movimenti muscolari e articolari

PERMANENTI aderenza della cute sulla fascia superficiale del corpo

SOLCHI E PIEGHE CONSENTONO ALLA CUTE DI ESTENDERSI

ALTO GRADO DI RESISTENZA E DI ESTENSIONE

striscia 3x100 mm sopporta fino a 10 Kg e si può allungare fino al 50%

ALTO GRADO DI RESISTENZA E DI ESTENSIONE striscia 3x100 mm sopporta fino a 10 Kg e
EPIDERMIDE epitelio squamoso pluristratificato cheratinizzato cheratinociti Strato corneo Strato lucido involucrina,
EPIDERMIDE epitelio squamoso pluristratificato cheratinizzato
cheratinociti
Strato corneo
Strato lucido
involucrina, loricrna
cheratine, filaggrina
Strato granuloso
cheratoialina e filaggrina
corpi lamellari
Strato spinoso
tonofibrille di cheratina
corpi multilamellari
Strato basale o
germinativo
Memebrana basale
tonofilamenti di cheratina
CITOMORFOSI CORNEA o CHERATINIZZAZIONE 15-30 GIORNI
Cute sottile
Cute sottile
Cute spessa
Cute spessa

Cute spessa

STRATO CORNEO

STRATO CORNEO FILM IDRO-LIPIDICO componente acquosa del sudore lipidi di origine epidermica secreto ghiandole sebacee

FILM IDRO-LIPIDICO componente acquosa del sudore lipidi di origine epidermica secreto ghiandole sebacee

PREVENZIONE DISIDRATAZIONE

AZIONE ANTIMICOTICA E ANTIMICROBICA (pH lievemente acido)

MORBIDEZZA CUTE E PELI

DESQUAMAZIONE

INDIVIDUI INDIVIDUI PELLE BIANCA PELLE NERA E GIALLA marrone, nero EUMELANINA FEOMELANINA giallo, rossiccio

INDIVIDUI

INDIVIDUI PELLE BIANCA PELLE NERA E GIALLA marrone, nero
INDIVIDUI
PELLE BIANCA
PELLE NERA
E GIALLA
marrone, nero

EUMELANINA

FEOMELANINA giallo, rossiccio

ALBINI

MELANOCITI INCAPACI DI SINTETIZZARE MELANINA

(es. assenza tirosinasi)

STRATO BASALE MELANOCITA CELLULE MERKEL assone meccanorecettori tattili UV tirosinasi TIROSINA MELANINA
STRATO BASALE
MELANOCITA
CELLULE
MERKEL
assone
meccanorecettori
tattili
UV
tirosinasi
TIROSINA
MELANINA (melanosomi)
SECREZIONE CITOCRINA
MSOffice1 STRATO SPINOSO CELLULE DI LANGERHANS IMMUNOCOMPETENTI (APC ) da Midollo Osseo LINFONODO Sede di
MSOffice1
STRATO SPINOSO
CELLULE DI LANGERHANS
IMMUNOCOMPETENTI
(APC )
da Midollo Osseo
LINFONODO
Sede di risposta
immunitaria

Diapositiva 16

MSOffice1 ; 26/03/2006

DERMA tessuto connettivo fibroso

CELLULE :

fibroblasti, macrofagi, mastociti, leucociti

MATRICE EXTRACELLULARE : fibre

fibre collagene e elastiche

sostanza amorfa

acqua, elettroliti, glicoproteine, proteoglicani

amorfa acqua, elettroliti, glicoproteine, proteoglicani (acido ialuronico; dermatansolfato) STRATO PAPILLARE +

(acido ialuronico; dermatansolfato)

STRATO PAPILLARE + fibre elastiche

STRATO RETICOLARE

fibre collagene

più addensate

Vitamina C

RECETTORI SENSITIVI CORPUSCOLO di RUFFINI recettori di stiramento CORPUSCOLO CELLULE TERMINAZIONI CORPUSCOLO
RECETTORI SENSITIVI
CORPUSCOLO
di RUFFINI
recettori di
stiramento
CORPUSCOLO
CELLULE
TERMINAZIONI
CORPUSCOLO
TERMINAZIONI
di MEISSNER
di MERKEL
NERVOSE
di PACINI
NERVOSE
recettori tattili
recettori tattili
LIBERE
INTORNO
recettori di
recettori
AL FOLLICOLO
pressione e
PILIFERO
dolorifici
vibrazione
Movimento
termici
pelo
Linee di clivaggio o di Langer
Linee di
clivaggio o
di Langer

IPODERMA O STRATO SOTTOCUTANEO tessuto adiposo Lobuli di adipociti

Retinacoli (tralci fibrosi)

epidermide derma IPODERMA
epidermide
derma
IPODERMA
( tralci f i b r o s i ) epidermide derma IPODERMA PROTEZIONE MECCANICA DEGLI

PROTEZIONE MECCANICA DEGLI ORGANI INTERNI

ISOLAMENTO TERMICO

RISERVA ENERGETICA

VASCOLARIZZAZIONE DELLA PELLE

VASCOLARIZZAZIONE DELLA PELLE Funzione trofica Termoregolazione

Funzione trofica

Termoregolazione

PELI lamelle cheratinizzate rigide e cementate insieme GHIANDOLA FUSTO SEBACEA RADICE MUSCOLO BULBO ERETTORE DEL
PELI
lamelle cheratinizzate
rigide e cementate
insieme
GHIANDOLA
FUSTO
SEBACEA
RADICE
MUSCOLO
BULBO
ERETTORE DEL
PELO
5.000.000 circa
FOLLICOLI
PILIFERI
MATRICE
COMPLESSI
PILO-SEBACEI
PAPILLA DERMICA
FUNZIONE PROTETTIVA (capelli, tragi, vibrisse)
RECETTORI TATTILI
COMUNICAZIONE SOCIALE (orripilazione, brividi…)
ANNESSI CUTANEI GHIANDOLE MAMMARIE UNGHIE PELI E FOLLICOLI PILOSEBACEI GHIANDOLE SEBACEE GHIANDOLE SUDORIPARE
ANNESSI CUTANEI
GHIANDOLE MAMMARIE
UNGHIE
PELI E FOLLICOLI PILOSEBACEI
GHIANDOLE SEBACEE
GHIANDOLE SUDORIPARE
ANNESSI CUTANEI GHIANDOLE MAMMARIE UNGHIE PELI E FOLLICOLI PILOSEBACEI GHIANDOLE SEBACEE GHIANDOLE SUDORIPARE 6

CICLO DI CRESCITA DEL PELO

da pochi giorni ad alcuni anni

CICLO DI CRESCITA DEL PELO da pochi giorni ad alcuni anni ANAGEN Fase attiva radice ben

ANAGEN

Fase attiva

radice ben adesa alla matrice

CATAGEN Fase di arresto

Clava del pelo

TELOGEN Fase di quiescenza

Stimoli: ormonali, stagionali, dietetici

GHIANDOLE SUDORIPARE Secreto acquoso e salino (SUDORE)

GHIANDOLE SUDORIPARE Secreto acquoso e salino (SUDORE) APOCRINA TERMOREGOLAZIONE ( RAFFREDDAMENTO ) FILM IDRO-LIPIDICO

APOCRINA

TERMOREGOLAZIONE (RAFFREDDAMENTO)

FILM IDRO-LIPIDICO

ESCREZIONE CATABOLITI

ECCRINE

ADENOMERO TUBULARE GLOMERULARE o A GOMITOLO cellule secernenti e cellule mioepiteliali

SEMPLICI

GHIANDOLE ECCRINE

secreto limpido, incolore inodore ,acqua e elettroliti Na + e Cl -

secrezione merocrina

dotto escretore si apre in superficie (poro sudorifero) attive dalla nascita

GHIANDOLE APOCRINE secreto opaco biancastro, denso, odoroso (batteri), ferormoni

secrezione merocrina

dotto escretore si apre in un follicolo pilifero attive alla pubertà

GHIANDOLE SEBACEE Secreto oleoso lipidico (SEBO)

ADENOMERO ALVEOLARE
ADENOMERO ALVEOLARE

AZIONE LUBRIFICANTE E ANTIBATTERICA (pH 3-4)

FILM IDROLIPIDICO CUTANEO

SEMPLICI O COMPOSTE

DOTTO ESCRETORE SI APRE IN UN FOLLICOLO PILIFERO o IN SUPERFICIE ( margine libero labbra, capezzolo, piccole labbra e glande, grosse ghiandole nella schiena, nella faccia, nel torace)

OLOCRINE

ATTIVE ALLA PUBERTA’ (ormoni sessuali)

ASSENTI NEL PALMO DELLA MANO E PIANTA DEL PIEDE

Seborrea e Acne

GHIANDOLE SUDORIPARE

DISTRIBUZIONE

ATTIVITA’

ECCRINE APOCRINE STIMOLI EMOZIONALI E ORMONALI
ECCRINE
APOCRINE
STIMOLI
EMOZIONALI
E ORMONALI

A temperatura ambiente l’attività delle ghiandole sudoripare eccrine si svolge in modo inapparente (PERSPIRATIO INSENSIBILIS)

GHIANDOLE APOCRINE MODIFICATE

GHIANDOLE CERUMINOSE del CANALE UDITIVO ESTERNO

MODIFICATE GHIANDOLE CERUMINOSE del CANALE UDITIVO ESTERNO CERUME sostanza ricca di lipidi cerosi ad attività

CERUME sostanza ricca di lipidi cerosi ad attività antibatterica

Cerume + tragi = difesa timpano (trappola per particelle, insetti…)

GHIANDOLE CILIARI DI MOLL del MARGINE PALPEBRALE

difesa timpano (trappola per particelle, insetti…) GHIANDOLE CILIARI DI MOLL del MARGINE PALPEBRALE GHIANDOLE MAMMARIE

GHIANDOLE MAMMARIE

Schema ghiandole
Schema ghiandole
Schema cute •Secrezione e assorbimento
Schema cute
•Secrezione e assorbimento
GHIANDOLE MAMMARIE Ghiandola alveolare composta specializzata nella secrezione latte

GHIANDOLE MAMMARIE Ghiandola alveolare composta specializzata nella secrezione latte

9
9
9
9
Entro le 24 ore successive cessata l’inibizione da parte degli ormoni placentari --> rilascio PROLATTINA

Entro le 24 ore successive cessata l’inibizione da parte degli ormoni placentari --> rilascio PROLATTINA --> iniziale intensa fase congestizia --> successiva fase secretoria: COLOSTRO ricco di proteine (4-5 giorni)

e MONTATA LATTEA

STIMOLAZIONE CONGIUNTA MECCANICA (SUZIONE) E ORMONALE

NUCLEI NEUROIPOFISI OSSITOCINA PROLATTINA
NUCLEI
NEUROIPOFISI
OSSITOCINA
PROLATTINA

IPOTALAMICI

ADENOIPOFISI

INIBISCE SECREZIONE FSH E LH Amenorrea da allattamento

MORSI UTERINI DURANTE LA POPPATA

REGRESSIONE GHIANDOLE CON FINE ALLATTAMENTO E RIPRISTINO CICLO MESTRUALE

SVILUPPO ALLA PUBERTÀ estrogeni e progesterone ovarici PERIODO PREMESTRUALE aumento di consistenza stroma

SVILUPPO ALLA PUBERTÀ

estrogeni e progesterone ovarici

PERIODO PREMESTRUALE

aumento di consistenza stroma perighiandolare

GRAVIDANZA

ormoni placentari :

sviluppo tessuto ghiandolare inibizione secrezione latte

POST-GRAVIDANZA ALLATTAMENTO

prolattina --> secrezione latte

MENOPAUSA

atrofia tessuto ghiandolare

POST-GRAVIDANZA ALLATTAMENTO prolattina --> secrezione latte MENOPAUSA atrofia tessuto ghiandolare 10

LAMINE DURE DI CHERATINA (crescita continua 0.1 mm al giorno)

PROTEZIONE E COPERTURA SUPERFICIE DORSALE DELLE FALANGI

SUPPORTO RIGIDO PER POLPASTRELLO

PICCOLE MACCHIE BIANCHE aria tra le scaglie cornee (traumi nella matrice)
PICCOLE MACCHIE BIANCHE aria tra le scaglie cornee (traumi nella matrice)
FALANGI SUPPORTO RIGIDO PER POLPASTRELLO PICCOLE MACCHIE BIANCHE aria tra le scaglie cornee (traumi nella matrice)