Sei sulla pagina 1di 1

l ' U n i t à / mercoledì 20 novembre 1968 PAG.

5 / attualità
H processo ai poliziotti di Sassari che organizzavano i crimini per poi scoprirli con brillanti operazioni

L'UNICO DELINQUENTE ERA L'UOMO DI JULIANO


Dopo le rapine tornava
BANDITI SCATENATI
a casa del commissario
Il ceipo della Mobile lo fece venire da Napoli per creare la banda
di Ferragosto — Le martellanti accuse degli imputati-vittime
Rapimento
Cicatrice, cinque puntini rossi e pistola facile
Dal nostro inviato
P E R U G I A , lfl
in un quartiere
C'è un n o m o c h e g i à d a ieri affiorava c o s t a n t e m e n t e nelle d i c h i a r a z i o n i dei
primi tre interrogati dal giudice M a s t r o m a t t e o (Monne, Set/i e Dernartis) m a che
oggi è a d d i r i t t u r a esploso a ripetizione n e l l ' a u l n del t r l h u n a l c di P e r u g i n . E ' il
n o m e di Biagio M a n i l i o , d e t t o « F r a n c o i>, il c o n f i d e n t e - i s t i g a t o r e f a t t o venire d a
Napoli dal c a p o della Mobile di S a s s a r i , J u l i a n o , p e r i n t r o d u r l o nel m o n d o della
dì Cagliari
m a l a v i t a s a r d a . Il M a r n i l o ( c h e J u l i a n o o s p i t a v a nella s u a s t e s s a a b i t a z i o n e ) Nella trappola è caduto uno dei più ricchi proprietari di aree — E' anche
a v e v a la l'unzione di u n a
e s c a t u t t a p a r t i c o l a r e : or- tro i poliziotti torturatori Per to Marras: * E" veio. ma e sin rappresentante della Ford per la Sardegna e amministratore della OC
lo prosciolto in istruttoria co
g a n i z z a v a r a p i n e , s e q u e - questo, il suo av\ocalo, Nin<)
stri, estorsioni insieme ad al- Mai-ras, chiede subito che per me estraneo al l'atto ». Ma Un cavo d'acciaio fra due alberi — la vana colluttazione — Sono.
tre persone (gli attuali impu- ora, venga interrogato
come imputato e non come par-
Milo D'Aiello insiste, v stavolta il
suo gioco si fa pesante: « E'
di nuovo tre gli ostaggi dei fuorilegge — Un testimone o«u'are
tati ) e quindi informava la
polizia. permettendo alla Squa te lesa « Come parte lesa — vero che il Coccone ha quattro pochi metri dalla sua abita- banditi.
sostiene — l'imputalo può es- fratelli che sono lutti in car Dalla nostra r e d a z i o n e zione virino al quartiere po-
dia mobile « brillanti » arresti. Durante l'intervista la st-
sere interrogalo dopo che sa- cere? t I difensori di Cocco CAGLIARI. 19 polare CEP La trappola era gnora Mannazzu, jna donnn
Vedremo certo con maggior ranno ascoltati i poliziotti in- ne, l/.ya e Marras, insorgo Questa volta I banditi, gli un cavo d'acciaio leso tra due bruna dal viso semplice, è
precisione - man mano che criminali ». Si pi esenta co.-u no protestando: * Ci opponia specialisti del sequestro, han- alberi nella stradina che por- scoppiala In Incrini :. Ecco, co-
il dibattimene andrà avanti — una delicata questione di pro- no compiuto una delle loro ta alla casa del Mannazzu una munque il suo racconto:
mo, signor presidente! s. L'op- imprese piti audaci: un rapi- tenuta rurale a duo plani. « Ho cominciato a neoccupar-
in che modo il binomio Ma- cedura; il collegio di difesa posizione è accolta, la doman-
rullo Juliano abbia funziona- mento a Cagliari, dentro 1 con- Il commerciante, mentre mi verso la mezz molte, poi
della polizia si oppone, il P. da non è messa a verbale (pol- fini della citta K' io prima rientrava a casa, ha trovato alle sei del mattino non ho
to, Questa mattina è appar- M.. invece, è d'accordo con In la cronaca, i fratelli del Coc- volta che accade nella storia lo sbarramento. Intuito 11 tra- più resistito e «,ono uscita
so però chiaro come questa tosi di Marras. Dopo dicci mi- cone sono siati scarcerati per- recente dei sequestri di per- nello, egli ha forse cercato n cercare mio marito qui
famosa «banda di Ferrago- nuti di camera di consiglio, il che non colpevoli di quanto li sona. Ci sono due soli pre- di sterzare e di buttarsi con fuori, nell'aziend i Speravo
sto v sia ben lontano dall'es- cedenti: l'assassinio del com- la macchina nello campagna di trovare qualche traccia, un
tribunale decide di accettare si accusava) circostante. Non c'è riuscito. segno. Ilo trovalo, infatti, la
sere quella organizzazione cri- merciante Gianni Pìcciau e il
la richiesta ed ha così inizio Dunque, vrro e proprio or rapimento dell'impresario Lui- i. banditi devono essere balza- macchina. L'ho v sta da lon-
minale che è stata dipinta nei l'interrogatorio del Pisano. ti dal nascondiglio addosso tano. Era buio. l'auto aveva
rapporti di polizia; come tutti ganizziilore e coordinatore di gi Moralis. Nessuno di questi i fari spenti, ma l'ho ricono-
tutte le presunte imprese del due fatti era avvenuto comun- alla vittima. E' seguita foise
i suoi componenti siano poco PRESIDENTE - Lei confer- una colluttazione, a giudica- sciuta.
ma la sua partecipazione alla ta « banda di ferragosto i que entro la cerchia urbana
più che ladri di polli. Non ma su strade di deserta peri- re dalle tracce di sangue rile-
solo: ma è stato proprio il rapina al gioielliere Spanti? apparso proprio Biagio Marul- vato dai carabinieri vicino al- Ho avuto paura e allora so-
feria l'auto, una Mercedes di colo- no corsa a chiamare il vac-
Marullo ad organizzare la PISANO - Vi fui spinto da lo. l'uomo che abitava a casa Luigi Mnnnazzu, -13 anni,
del commissario Juliano. l'ami- re bianco Avuta ragione del ca ro. Insieme siamo torna-
banda, the praticamente non Manilio, che mi minacciava ricco proprietario di aree, se- commerciante, I fuorilegge lo ti verso la macchina con un
esisteva prima del suo arrivo. Lui e Gianni {soprannome di co intimo del brigadiere Gi- gretario amministrativo del hanno falto salire su un'altra fucile per poterai eventual-
un altro uomo di Juliano. Vit- glioni. comitato cittadino della De- macchina. Da allora non si mente difendere. Non abbia-
Il primo ad essere interro- torio Uova ti - n.d.r.) mi disse- In altre parole. Marullo in mocrazia cristiana e rappre- sa più niente. mo vislo nulla. Abbiamo, per-
gato nella mattinata ò Mario ro che avevano rubato una formava Juliano dei suoi colpi sentante della Ford per la ciò, chiamato i carabinieri.
Pisano, un bracciante che ha Sardegna: questo il nome del- Marisa Su rinati i, moglie del Qui la signora Ma mi a zzai
giulietta proprio per fare il prima clic avvenissero. la nuova vittima dei banditi sequestralo, ha rilasciato sla-
lavorato per diversi anni come colpo II Marnilo mi ha spin non ha più resistito, ed è
L'hanno preso ieri notte mano ilninc dichiara/don! ri- scoppiala in un pianto som-
emigrato in (iermania. E' sta- to contro la « Giulietta * pun- Cesare De Simone I poliziotti imputati fuori dell'aula (al centro 11 commissario Juliano) tendendogli una trappola, a volgendosi direttamente ai messo. Fra i singhiozzi, ha
lo sevizialo a lungo, negli uf- tandomi una pistola al fian-
fici della Mobile di Sassari, e rivolto infine un appello ai
co; poi puntò la pistola alla banditi: « La ro:comandazio-
si è costituito parte civile con- gola di Margherita Spanu. per ne che io voglio fare a chi
rapinarle. Gianni attendevi mi ha portato *n'n mio ma-
rito è che abbiano cura di
fuori, doveva fare il palo e luì perché ft malato di cuo-
guidare la macchina. U Marul- CELESTINI: depongono gli insegnanti che chiesero invano un intervento nell'orfanotrofio-lager re, molto mala'.o di cuore.
Qualcuno lo mi guardava con occhi in-
fuocati. ed io avevo paura.
Ha avuto un infarto brullo,
e posso dive ci e per parec-
chio. Lempo .'è, stnto più mor-
In effetti, proprio per la pau- to clic vivo, Si slava ripren-
ha già fatto
«Mangiarono le bucce che avevo gettato
ra del Monne (che Marullo si dendo adesso Ma ha l'arterio-
trascino dietro) hi rapina non sclerosi' 6'.un mucchio di ac-
potè essere effettuata fino in ciacchi, poverolto. Tnoltre ò
la sentenza fondo. » un po' emotive, mollo ner-
voso ».
Ad un'altra domanda del pre-
sidente. l'imputa'o risponde Anche il medico di famiglia
prima di con nuovi particolari confer-
mando la dichiarazione resa
ha confermalo 13 parole della
signora- « Se i bandii! non
in istruttoria. Vescovo, prefetto, provveditore agli studi, tutti vennero informati del bestiale trattamento ai ragazzi - Nessuno mosse trovnno linmeoiatamcnie le
cominciare? PISANO - Marullo ci fece
la proposta di sequestrare lo un dito - Commozione e sdegno in aula - Solo i kapò restano indifferenti - Un braccio rotto curato con l'olio santo
medicine, Antonio Mannazzu
non polrn cerio sopravvivere.
E' nssolutamenie Indispensa-
industriale Sechi Io risposi di bile che trovino i farmaci di
PERUGIA, 19 no. Confermo anche che, pri- cui il maialo h i bisogno ».
Questa mattina, all'apertura ma della rapina alla Spanu. Ornella Bcnelli nata Bellucci, ri- limitata a non portare più aran- la » Agnese (Antonietta Femnn- Le indagini dslln polizia e
della seconda udienza del pro- Dalla nostra redazione siede a Prato in via Machiavel- ce a scuola ». des), ha detto che il vescovo del carabinieri .sono in corso.
Marullo mi reco vedere —
cesso, 11 vicequestore Giovan- sfilandosi la camicia — una FIRENZE, 10. li, e nel 1059 fu inviata come In precedenza erano stati di Prato inviò all'istituto la dot- Una vasla battuta ha avuto
ni Grappone, uno del sedici
cicatrice nella schiena, per di-
Movimentato inseguimento a Torino * fio visto alcuni ragazzi del- supplente al Rifugio di padre ascoltali numerosi testi fra cui toressa Oliva. Un'altra testimo- suoito inizio. Ancora, pur-
imputati, non sedeva sulla la mia classe ruccoglicre una Leonardo. Ha detto ai giudici: il capitano dei carabinieri Roc- nianza che conferma come il ve- troppo, nessun chiaro elemen-
panca riservata a chi è sotto mostrarmi di essere stalo fe- « Ho prestato servizio come co Mazz.ei che svolse alcune in- scovo si interessasse e cono- to. Viene da domandarsi se
accusa, ledeva allo stesso ta- rito dalla polizia e che lui buccia di arancia e mangiarla.., la famiglia Mni.nnzzu avesse
Seppi che due miei alunni erano maestra supplente nella scuola dagini in inerito alla morte di scesse la vita dell'istituto Ma
già ricevuto minacce o estor-
volo degli avvocati, sia pure
di lato.
era tin criminale autentico. Mi
mostrò alcune puntine rosso
Può sembrare un particola- che aveva sulle dita del piede
Fuggono co! poliziotto stati puniti con un bagr.o freddo. dell'istituto, credo con i ragazzi
Mi meravigliai motto, perche di seconda elementare. Posso
eravamo nel mese di gennaio... dire che i bambini erano vestiti
Santino Boccia; il prof. Anto-
nio Cimino che ricevette ali'epo
ca in cui era direttore delle
la Fernandes ha falto un'allra
importante ammissione. Ila ri- il falloPotrebbe
sioni.
ferito che nell'infermeria del ri- nazzu si che
farlo pensare
la signora Man-
re di poco conio, ma in real- male e sporchi. La mia impres- scuole di Pralo una petizione fugio i letti erano soltanto tre. zione giàsiaverso messa in agita-
ta non lo è. Ieri fi presiden-
te Mastromatteo aveva fatto
sinistro: disse che era il se-
gno di riconoscimento
spostare, con parole piuttosto ta criminalità internazionale, e
dell'al- ladri d'auto sorpresi Chiesi ai ragazzi di cosa si trat-
tasse e loro mi riferirono che i
due alunni erano stali sottopo-
sione è che fossero denutriti;
si contendevano i pezzi di pane.
Ricordo che un giorno, due miei
di sci insegnanti allineile de-
nunciasse le percosse subite da
Vincenzo Giuffrida Fu il prò
Come sappiamo i raga?zi rico- quasi intuendo .1 pericolo.
verali orano oltre duecento.
Certo ò che 1
mezzanotte

banditi devo-
dure, un giornalista che si sti a una doccia fredda Ave- .Sullo staio di abbandono e
era seduto (in mancanza di
che solo dieci perenne in Italia TORINO. 13. vano vomitato e si erano sentiti alunni, furono accusali da un fessor Cimino, il 15 dicembre sulla confusione esistente al no avere Antoni scello con cura la
posti) ad un angoletto del ta-
avevano quel segno Lo mostrò
Z Colpo a sorpresa di un gruppo di ladri. Dopo aver rubalo male... Raccontai tulio questo sorvegliante di aver rotto un 1965, a sottoporre a visita me- <t rifugio» ha parlato anche pa- vìttimn: j Mannazzu,
anche a Monne. al vescovo di Prato, ma Sua tubo dell'acqua del gabinetto e dica il Giuffrida e a inviare dre Giuseppe Galli, un sacer- con ì suoi fratelli e le sorel-
volo degli avvocati; dopo un Z ed essere stati inseguiti da due agenti ne hanno catturalo uno le fotocopie del referto medico dote che venne inviato al « ri- le, è l'erede di una grossa
po' voleva addirittura far se- PRESIDENTE (rivolto a! - mettendo in alto un vero e proprio rapimento. Più lardi, i Eminenza mi rispose che stavo furono percossi. fortuna. La fam glia Mannaz-
questrare dai carabinieri 11 Monne) — Lei conferma que- accusando un santo... t: è la 11 racconto dell'insegnante su- all'ispettrice scolastica la quale fugio » con l'incarico di assu- zu, infatti, è pioprietana di
Z ladri, hanno liberato il iwhziotto gettandolo fuori della loro a sua volta le invio al piovve merne la direzione. Trovo un un grosso comnrensorlo de-
blocco noles di un altro glor- sto particolare? Z aulo. Tutto è cominciato in piena notte per le strade del deposizione di Ornella Bcnclli. scita eoninio/jono e .sdegno fra
nalislu sorpreso fuori della una giovane insegnante elcmen il numeroso pubblico, ma lascia ditoic agli studi, al prefetto e ambiente ostile e nonostante egli stinato a Ionizzatone dal pia-
MONNE - Sì. Marullo mi Z centro Dalla Questura, lo auto della polizia in sevizio di invece indifferente fralel Ludo- aU'ONML Dopo poco lempo, co- avesse tentalo di impartire nuo- no regolatore cittadino. Per
zona riservata alla slampa. " pattugliamento venivano avvertite che alcuni ladri avevano tare che oggi, alla ripresa del
fece vedere la cicatrice alla processo contro i kapò dei Ce- vico (al secolo, Alighiero Bilu- ni è nolo, esplodeva lo scanda- ve disposizioni, i * fratelli > e esempio, su un'area di olire
Bene, Allora perchè viene schiena e i cinque puntini rossi - rubato, poco prima, una * 124 ». lestini, ha raccontato la sua ci) e fiatel Luciano (al secolo, lo: era ora che qualcuno po- le * sorelle * opponevano una 50 mila metri quadrati sono
permesso a uno degli imputa- sul piede sinistro Disse che lui Z La macchina condotta dall'agente Filippo Cascino, di 24 « esperienza » nel « rifugio * di Giuseppe Paeini) i soli due im- nesse Une al martirio di questi resistenza passiva e eseguivano sorte le case popolari del
ti di sedere accanto agli avvo- • anni incrociava l'auto rubala proprio mentre riceveva la putali presenti, che erano giunti poveri ragazzi. le direttive di padre l^onardi. quartiere CEP, mentre su una
cati? era un capo, un vero criminale Z comunica/ione e si gettava subito all'inseguimento. In pia/,- padre Leonardo
Questo sistema di due pe- Dopo il Pisano è la volta d?! in aula « protetti * dalla polizia Sono state anche ascoltate le Padre Galli poco dopo M di- altrn nron di 35 mila mq, do-
• za Crimea, l'aula della polizia riusciva a bloccare la « 124 > Dalla sua deposizione e da mise. Fgh non ha detto ehi lo vrà sorgere il nuovo convitto
si e due misure non è sol- pastore Pasqualino Coccone, di - L'agente Cascino scendeva di corsa, intimava l'alt ai ladri, quella di altri lesti, ò emerso giudiziaria. a .sorelle» Maria Leonardi, Ire-
inviò al * rifugio». K' presumi- nazionale. Altre aree del Man-
tanto formale, non riguarda Orurte. Nega ogni addebito. Z ma proprio in quell'istante sopraggiungeva una «2300» con in maniera inconfutabile che il t,e « sorelle » Teollla, Carme- ne Vanni, Maria Tornii, Elena
goto l'ubicazione di una sedia la e Celeste, hanno preferito Masini, Maria Graz.ia Bove, Li- bile pensare che sia sialo lo nazzu, nella zona di espansio-
- tre giovani a bordo. 1 due della « 124» si precipitavano verso dramma dei Celestini era noto, ne tra Pini e Qunrlu, sono
o di una panca. Ieri è acca- Nega di aver partecipato ad Z la grossa cilindrata non prima di avere agguantato di peso almeno in gran parte e da lun- restarsene lontano in atlcsa che liana Danese, Antonietta Fer- slesso vescovo di Pialo. state o saranno lottizzate. Si
una rapina e alla estorsione in
duto un fatto che non esitia-
danno del possidente Nulli. ; l'agente Cascino che trascinavano verso l'auto. Il poliziotto. go tempo, alle più alte auto- si plachino le acque, nando», tuttora ospiti del ri- L'industriale pratese Dino Mi- tralln, insomma, di un patri-
mo a definire gravissimo. Nel Z in mezzo a ben cinque persone, non riusciva più a Incerarsi. rità di Prato e di Firenze. Lo L'insegnante Ornella Bcnclh, fugio di padre Leonardi e che chelagnoli, un altro leste ascol- monio di centinaia di milioni.
corno dell'interrogatorio po- PRESIDENTE - Ma lei. per Z La «2300» con I ladruncoli a bordo e il poliziotto pngio- sapevano il vescovo, il prefetto, a una domanda del presidente svolgevano mansioni di guarda- tato oggi, ha escluso di essere
meridiano uno degli imputa- quella estorsione ha scritto una il provveditore agli studi, ma se quanto aveva dichiaralo ri- robiera (sic), tclefonisle. addet- un azionista della Mave (Maria La mente che dirige la
ti sardi ha detto: « Mi sem- - niero si allontanava, quindi a grande velocità mentre il col- te alla pulizia e che di quanto
bra, signor presidente, che lettera minatoria" Z lega del Cascino che era rimasto sulla macchina della polizia. ognuno cercò di chiudere un oc- spondeva a verità, ha così pro- Vergine), In società immobilia- banda deve nver fatto bone i
chio (o tulli e due) su quanto seguilo: « iS' vero. Posso ag- è accaduto ai fanciulli non san- re di cui m sorella di padre conti. Una volta preparato il
lei sia caduto In un equivo- COCCONE - D Marullo mi Z avvertiva via radio la centrale. Solo alle due, alla periferia no niente. Soltanto una « sorci- [.conardi era insieme al figlio, plano gli esecutori sono sta-
co». Allora 11 magistrato ha chiese di scrivere ciucila lei _ di Cimena, a molto chilometri da Tonno, l'agente veniva sca- accadeva all'interno del rifugio giungere ciie anche un'altra in-
perduto le staffe, ho urlato: " raventato giù dall'auto dei ladri che proseguiva la corsa verso Maria Assunta in cielo. segnante protestò presso padre te uniche due persone proprie- ti mondati a prelevare l'ostag-
fera. Mi disse: voglio vedere Leonardo per ii brutale tratta- tarie delle azioni. gio. Tutto è avvenuto con per-
« Io non cado In equivoci, è se sci capace di scrivere. Era - Casale. fìionda, osile, figura slanciata. mento subito dai ragazzi. Mi ri- fetta regolarità: Antonio Man-
lei che è un idiota! ». Ma la deposizione più esplosi- nazzu è stato porgalo via dal
per uno scherzo, disse. Quan volsi. dopa aver parlato con la va si è avuta nel pomeriggio
Ancora questa mattina, dopo do pero mi accorsi che si trat- fiduciaria scolastica, alla diret- in chiusura di udienza quando centro abitato, s?nza che i
rapitoli corresserr il pericolo
che l'imputato Monne era sta- tava di una lettera per una trice didattica, signora Virginia e slata ascoltata la signora Vir- di venire scoperti. A nulla è
to chiamato a fare una pre- Fornararo la quale mi disse di ginia Fornararo una anziana si- valso il generoso Imitativo del
cisazione il presidente ha det- estorsione, protestai. Marullo In Assise il racket delle autolinee a Borgetto essere anche lei al corrente del- gnora. direttrice didattica m commerciante di opporsi al
to, rivolto al P.M : « Ma non mi disse: «Sta tranquillo, non la silua/ione dei Celestini, di pensione. IJI donna hn dello-
vede che e un bugiardo, sa la spedisco; è uno scherzo. aver cercato di rivolgersi a sequestro 1 bandir.) sono riu-
« Dal IM9 al l!)t>) | 10 duello sciti a lmmobiliziivrlo subilo
dire soltanto bugie su bu- PRESIDENTE - Da chi le qualcuno sia dell'autorità sco- le scuole di Prato. Io ho implo- e a condurlo in una locaiito
gie? ». Un'altra grave scorret- è slato presentato il Marullo? lastica, sia di quella ecclesia- ralo. pregalo, porche qualcuno segreta, fuori della cìll».
tezza, a nostro avviso, perchè
anticipa un giudizio proprio
da parte del magistrato chia-
mato si a giudicare, ma con
una sentenza conclusiva di
COCCONE - Da Monne.
Marullo. entralo in amicizia
col Monne — un pastore semi-
analfabeta, su] quale aveva
tutto un lungo e complesso l'atto colpo spacciandosi per
Nessuna vittima accuserà stica.
* La signora ini consigliò di
provare, se propi io volevo, dal
vescovo di Pralo. Devo preci-
sare che non pensavo di rivol-
ponesse fine a una grave situa
ziono esistente nell'istilulo dei
Celestini.
UII.I volta un bambino, che
aveva un braccio rollo era sta- sta
sta
Adesso, non c'e che dn spe-
rare che il prigit niero resi-
fino all'ultimo atto di que-
nuova clamorosa Impresa
criminale.
lo curato con l'olio santo Ai ra-

il sindaco d.c. e mafioso


procedimento giudiziario. ge! mi all'aulorilà giudiziaria, Gli ostaggi in mano dei ban-
un gangster internazionale — dalo che non avevo prove vere gazzi veniva data Ki pappa sen- diti dopo
Abbiamo voluto sottolineare gli chiese di presentargli gen- za sale e condita con olio di fo- la liberazione dell'In-
questi aspetti, che hanno e proprie, ma semplici racconti dustriale Poppino Ticca sono
creato anche tra gli avvoca- te pratica di rapine e seque- di rafa/za. cato di merluzzo anche por quin- di nuovo ire: l'olio valore. Lui-
ti un clima di nervosismo, stri di persone: eli farlo « cn dici giorni. Quando mi rosi cai- gi Ledda di Boritali, lo slti-
« Olii mu il colloquio con moti io della gravo situazione in se- denle Mario Onni di Santu-
proprio perchè In questo pro- liare nel giro >. in altre pa- io in questo processo) — e salvarsi dafJo condanna della signoi Fiordelli al quale feci
cedimento vi è un aspetto role. Solo che Monne non co Dal nostro corrispondente accusato di essere il mandati- mafia pare sin emigrato .ri presule la situazione II vesco-
guito alle segnalazioni fattemi lusscreiu, e ora, appunto, An-
delicatissimo, che non può nosceva i! a giro », ne era asso- le degli omicidi di Filippo Lu- America. t.rt slltin/lotir mcli'iirnloRl- | dalle insegnanti inoltrai segna- tonio Mannazzu.
BARI. 19, vi mi disie: "Ma non sa cosa lazioni. esposli. rapporta al Prov-
mai essere ignoralo. Vale a lutamente al di fuori. Monne. Le vicende dolio banda ma. netta e Francesco Salomone. Lii sentenza istruttoria con- dice lei.' Rivolge accuse a pa- ! rn vii liwiliimcmo iniultriciin- I carabinieri, intanto, stanno
dire il fatto ch3, trovandosi (Iosa doHe autolinee che ini nonché di associazione a de- formò gli stretti legami tra la <lusl. Un e m i r o ui minima veditorato agli studi.
inoltre, ha dichiarato — que dre Leonardi che è in cancello interrogando un (esilinone. Si
contemporaneamente sotto ac-
cuso Imputati poliziotti e Im- sia volta in maniera convincen-
putali arrestati dai poliziotti te - di aver presentato Coe
perversò negli anrn '60 nelle linquere e violai/-i privala
campagne e noi pnesi di Ho:
niaTia e la politica. In essa
Per drrln in b:eve. i due si afferma tra l'alLra: «Sto di
getto. Parliliico. Alcamo Ftoc- frateih Valenza erano titolari fatto che Erasmo Valenza ini
di santità?"
* lo cercai di replicare che l
I è localizzato sulle Alpi, ni i
quale sono rolli'KUli' \U\PC \
di miilii'itino, Il n i n o JUTII
I v i ) ({rad un Ime Dio ni lemmi)
sta
Non ho mai avuto una rispo-
Mi fu consigliato di i-iter-
chioma Salvatore Manca, hn
32 unni, abita nella frazione
ventre ai Celestini per quanto di Pirrl ed eserri In II me-
mai dovrebbe venire a crear- enne a Marullo a prima » che camena e Monreale seno co santi (lercuotevano se stessi e ni)- |
in quegli a noi di una società pugnatosi nella politica locale dosi II panii'<)lnre da m riguardava la refezione scola- stiere di stuccatore.
si un diaframma, persino psi- quest'ultimo gli facesse una milieu diti a rivivere da QAM di autolinee che agiva nel trat- venne eletto prima consiglio non gli altri Chiesi al vescovo Ieri' tu l'vIuVn/it Invece, per stica e di far parlecinare le 'o-
cologico, tra le condizioni de- ehi cosa si poteva fare e egìi Attraverso la sua testimo-
tale richiesta. Pasqualino Coe nell'aula della Corte di asside to Palermo San (òouseppo re comunale, ricoprendo in ul- Ila fuiura .situazione del tetti- i «oflnncit,! alla di.slnhii,.jonc Pa- nianza si è potuto ricostruire
gli uni e degli altri. I quali di Lia ri ove sono comparsi vo;i lato, e e<xi i lo/o affiliati un te qualità la carica di sindaco ini disse che all'istillilo lui cera pò, o r o s i i l u l l o dal due eeii- dre Leonardo si oppone
Tutti devono usufruire dei di- enne sembra in realtà un pò di mafiosi imputati sialo e aveva visto che i bam- Irl di iiuisslin.i. uno loculi/- ' che II sequestro ò avvenuto in-
perivano <u tassisti, coti atti e assessore ai lavori pubblici. lina inso','nnnte si recò m Pro torno allo ore 20 di ieri. Il
ritti concessi dalla legge, e vero diavolo presti in mezzo ad e IMI di sindaco, oanca net) bini criinu puliti c> ordinali Mi I / a i o sulla pnil.snlu scandi- i
nello slesso modo. un ingranaggio di cui neppu- una Questi dev OMO rispondere <11 ih t-iolcn/.a e t-on minacce di navi), legato alla fuselli ili Mtiu-a porcile venisse discosto Monca, passando per la via
sene di delitto che vanno tra.spoil.irc passeggeri per quel porta l'ino ali C|XKM della de dis;e anche che padre Leonardi lille pressioni elir lin s|;i7lo- che la refezione venisse distri- Santa Chiara, ho visto una
Il presidente Mastromatteo re si rendeva conto Forse dal triplice omicidio, all'aspo ix*rcoi '« nuncia » non dqieiideva da lui, ma dal tiiilo per diversi f'Inrnl sul- l Inula direllamente ni rasa/zi.
batte 1 pugni sul tavolo, zit- proprio per questo l'avvocato ou/zione a delinquere, alla vio
tisce duramente e bruscamen D'Afelio, difensore del vice lenza . g r a v a t a e continuata
Uno dei [>i.*rsonagg. principa Questo mattina, do;» che il
]i del promosso, quello clic con precidente aveva fallo una r.i
TO'dine ilei cappuccini Posso
agi iungeii' che una volta imrlai I ITtirnna seitenirionule. e
l'altro, di recente cosllni- '
ma padre Leonardo si rifiutò mi
coca, perchè doveva firmare la
1100 vecchio modello, di cui
ricorda qualche estremo della
targa: CA 3...; dentro Paulo
te persino gli avvocati, trova All'estorsione Fra gli imputati ta sua testinu'oiaii/a ;x>ilò al pid.i relazione prendevano la a .«-cuoia delle arance Le biucc I zinne itd ovest della peni- i convenzione con l'I In irne a vii-
questore Grappone. tenta allo le •icUai nei cestino Con glande sola Iberica cerano cinque persone
spesso il modo di fare della ra di dunosi ni re che Coccone principali vi e l'ex sindaco do i'iticriiiiin.izio.'K- della banda è jxnola numerosi avvocati della i'er II momento Tra cinesil stenda all'infanzia Nel sedile posterloie 1 due
ironia su questo o queir m uiocnstiano ài Uoi getto IM .I Sanie Selvaggio ( assunto ni'l difesa ('«">!' a., iene in quasi min slupure vidi ì iaga//.i con- I due centri di inn.ssirna, ai i- i Pad^o Leonardo risiwsc che uomini che stnvnno ni loti pic-
pillato sardo. Vedremo quan- è invece una specie di mae CIIIO Va lai/Ai, e suo fratello PJfitl come autista da' fratoni lutti i processi di -natia. i \\\ ici) lei si le bucce e mangiai le...s.
stro del crimine. Salvatore
1 staiti Illa unii sonile fascili non aveva alcun bisogno della chiavano con estrema violen-
do sarà il turno dei «dotto- Valori/a) ìj quale frequentando icnti delle vittime (tre moili) Queste ullinie. sconvolgenti pa- di alte pressioni l'uirehlie refezione, porcile ci avrebbe za l'uomo che slavo al centro,
ri », di Grappone, Juliano e l'ambiente vicario ai suoi dato- non si sono costituiti parte ci- rol-1 dell'insegnante, fanno tra essere questa la premessa i
Balsamo, se saprà essere cosi
ironico. Certo che i motivi
D'AIELLO - « E' vero che
il Coccone è stalo arrestalo clic
L'ex sindaco di Borgetto ~
questa mattina era aJ ban- ri di lavoro venne a conoscen-
co degli imputati insieme ai za da lutto i retiuscena che ri-
vile, Il processo, che si svol-
ge a Ban por legittima suspi-
sai re i presenti, ma non il di-
fensore di padre Leonanlo. l'av-
I per ti rtstalillirsl del liei
trinilo nel prossimi ijtornl
| sulla nostra penisola ,
pensalo la Provvideii7a. Quindi
padre Leonaivlo non voleva lo
.nsegnanli dello Stato perchè
tenendogli la tosta in bosso.
Incuriosito il Manco si ò avvi-
cinato, ma ritmisin della mac-
OOn mancherebbero. (Idi carabinieri in occasione l>cn noti personaKW della ma velò pò: olla poh «i.'i Questo cione, prosegue domani. vocalo Palmella che ha il cat- non voleva controlli ».
del lapimenlo di Poni|Jco So- leste uripoiMiiie i>eni non è chino ha acceleralo
(ia Luciano Liggio e Kranx t.v» gu->lo di ironi/.zaro os.-or- ' Sirio
c. d. s. linas? ». Risponde l'avvoca- Coppola \figure .secondane i>e- presente ai proccio perchè por Italo Palasciano vaido che «la maeslta si era Giorgio Sgherri Giuseppe Padda