Sei sulla pagina 1di 13

1

Le Cure infermieristiche di Fine Vita


Silvia Walther Veri, MSc Palliative Care, docente SUPSI

Marzo 2020
Obiettivi

• Saper definire il fine vita


• Riconoscere i segni della fase terminale del malato
• Valutare e rispondere ai bisogni del paziente e della
sua famiglia
• Integrare nel progetto di cura la presa a carico
interdisciplinare
• Conoscere le terapie e i trattamenti non farmacologici
Premesse:

Fase terminale: ultimi giorni (ev.settimane)

Agonia: ultime ore (ev. giorni)


Punti essenziali da tenere in
considerazione
 Riconoscere a che punto è il paziente nella sua
traiettoria di vita;

 Rispettare i desideri del paziente e le sue


Direttive anticipate;

 Rispondere ai suoi bisogni spirituali,


psicologici, fisici e sociali;
Riconoscere i segni primari della
fase terminale del malato
 Allettamento prolungato (astenia profonda)
 Sonnolenza prolungata, episodi di disorientamento
temporo-spaziali o allucinazioni
 Evidente rifiuto dei cibi e dei liquidi, causa anche
difficoltà alla deglutizione (capacità ad assumere solo
liquidi a sorsi)
 Difficoltà ad assumere la terapia per os
Riconoscere i segni secondari della
fase terminale del malato
 Disfunzioni urinarie e intestinali
 Sofferenza fisica: dolore, dispnea, nausea, vomito,
agitazione, irrequietezza, stato confusionale, febbre
 Segni della cute che indicano una morte imminente:
colore, marezzatura, cianosi delle unghie, viso affilato,
estremità fredde, occhio velato, sudore freddo,
xerostomia
La presa a carico interdisciplinare
del malato terminale si deve basare
su tre elementi:

• il supporto emotivo («esserci», ascolto del paziente e


della famiglia)
• l’assistenza individualizzata da parte di tutte le
figure professionali coinvolte nella cura
• il controllo del dolore e degli altri sintomi
Obiettivi principali di cura nella fase
di fine vita

 Assicurare cure di comfort al paziente


(controllo sintomi, posture agevoli, rispondere ai
bisogni bio-psico-socio-spirituali,…)
 Rispettare la dignità e le volontà del morente
Preparare e sostenere i famigliari nell’evolvere
degli eventi
Farmaci essenziali
 Oppiodi (es. Morfina)

 Anticolinergici (es. Buscopan)

 Antiemetici (es. Haldol)

 Tranquillanti / sedativi (es. Dormicum)


Obiettivi principali di cura nella fase
di fine vita
Agire preventivamente

Lavoro d'équipe:
• rivedere la terapia farmacologica (solo farmaci necessari,
via di somministrazione)
• rivedere le prescrizioni di riserva
• decidere se e quali indagini possono essere ancora utili e
metterlo per iscritto (atteggiamento)
• quali informazioni e quale supporto dare alla famiglia
Emergenze nella fase terminale

 Crisi di dolore acuto (fratture patologiche, rottura


d’organi, compressione nervosa…..)

 Delirio iperattivo acuto (febbre? disidratazione?)


 Distress respiratorio severo
 Emorragia severa
 Crisi e stato di male epilettico
12

Da consultare in Pallclick
Bibliografia
Libri:
• Abiven, M. (2001). Accompagnare il malato terminale. Torino: Centro scientifico editore.
• Borasio, G.D. (2014). Mourir. Lausanne: Presse Polytechniques et universitaires romandes
• Costantini, M. et al. (2011). Migliorare la qualità delle cure di fine vita.. Trieste: Erickson.
• De Hennezel, M.(1996). La morte amica. Milano. Edizioni BUR saggi.
• Kebers, C. (1999). Mort, deuil, séparation. Itinéraire d’une formation. Bruxelles: De Boeck
• Ostaseski, F. (2006). Saper accompagnare. Milano: Mondadori
• Prandi, C. et al. (2015). Infermieristica in cure palliative. Milano: Edra

Siti :
• Raccomandazione del Bigorio. L’ansia alla fine della vita. http://www.palliative-
ti.ch/professionisti/raccomandazioni_in_cure_palliative/raccomandazioni_di_bigorio/#29
• RNAO. 2011. End of life care during the last days and hours.
http://www.sicp.it/web/procedure/contenuto.cfm?List=WsPageNameCaller,WsIdEvento,WsIdRisposta,WsRelease&c1
=%2Fweb%2Feventi%2FSICP%2Flineeguida%2Ecfm%3FList%3DWsStartRow%26c1%3D11&c2=LINGUISICP&c
3=9&c4=1
• www.pallclick.ch