Sei sulla pagina 1di 10

Giuramento (feat.

Gabriele Mirabassi)

Tu sei divino e grazioso, amante maestoso


L'amor che Dio mi ha destinato
E ha plasmato con ardor
Dentro questo mio profondo e inutile dolor
Che mi affatica e mi consuma ogni giorno un po'

Se Dio volesse veramente benedirmi un giorno


So io l'unica cosa di cui il cuore mio ha bisogno
Vieni da me nel mio esilio dorato
Forgiato e santificato in nome tuo e di questo nostro eterno amor

Tu sei la forma ideale, intatta e magistral


Peccato original che oggi io ti vengo a confessar
Tu sei del mio giardin sovrano fior
Tu sei di una foresta l'albero che io ho piantato all'ombra del tuo cuor

Le gioie ed i dolor, le strade che ho perduto fino a questo altar


Dove ho consacrato ogni promessa e
La bellezza dolente e furtiva
Di questo mio bisogno aperto e limpido di te mi fa sentire viva

Ma io, io oso dichiararti devozione eterna


Mio Dio fa che il mio cuor resista
Fai di me tela di artista, una pagina
Un motivo che tu canterai nella tua vita
Per ogni giorno che mi accoglierà

Così io oggi lo domando come il niente al tutto


Tu sai quale scintilla fa di questo seme un frutto
Resta con me, mio destino dorato
Giurato e proclamato ai piedi santi qui del nostro Cristo Redentor

La bocca sul cuore (feat. Lenine)

Mettiamoci una pietra su


Del conto facciamo a metà
In tasca i rimpianti, silenzi distanti e chissà
Dovevi adorarmi di più
Io forse non ho ammesso mai
Che dentro di me c'è una casa che ti aspetterà

La bocca oggi ti dice addio


Ma il cuore sa meglio di me
Che quello che ti dico io
È un "ti amo" al rovescio
È un "ti voglio" lo stesso
Il giorno che maledirai
Le strade che hai speso con me
Sarà quello il giorno in cui più abiterò dentro te

Domani io ti scorderò
Domani non avrò pietà
Ma oggi io resto sospeso, diviso a metà
Dovevo capirlo da me
Che il tempo fa cenere
Del foglio dove hai scritto al cielo la tua verità

La bocca oggi ti dice addio


Ma il cuore sa meglio di me
Che quello che ti dico io
È un "ti amo" al rovescio
È un "ti voglio" lo stesso
Mettiamoci una pietra su
Del conto facciamo a metà
Inizia da adesso la vita che ci aspetterà

Mio canarino (feat. Nicola Stilo)

Porto una lacrima con me


Perché ho atteso invano l'ombra del mio amor
La mia baracca ora sospira abbandonata
Mio canarino tu stammi vicino che barcollo un po'

Piu piu, piu piu, piu piu


Canta il mio canarino per illuminare il mio dolor
Piu piu

Quando è notte di luna la camera è scura e non riesco a dormir


La mia anima buia vaga in pena ed io son lì

In un pugno di camelie
Con la testa tra le foglie
Con le labbra tra le stelle
Con i piedi che non han coraggio

Così, mio canarino, canta


Cura questa mia danza, il mio triste refrain che fa
Ui ui, ai ai, ui ui, ai ai

Piu piu, piu piu, piu piu


Canta il mio canarino per illuminare il mio dolor
Piu piu

Quando è notte di luna la camera è scura e non riesco a dormir


La mia anima buia vaga in pena ed io son lì

In un pugno di camelie
Con la testa tra le foglie
Con le labbra tra le stelle
Con i piedi che non han coraggio

Così, mio canarino, canta


Cura questa mia danza, il mio triste refrain che fa
Ui ui, ai ai, ui ui, ai ai

Porto una lacrima con me


Normalmente (feat. Ivan Lins)

A volte io mi fermo
Qualsiasi cosa faccia
Un piccolo pensiero si stacca da me
Lo vedi trasparente
Alzarsi sopra i tetti
Sfruttare le correnti
Per raggiungere da te
E non ha bisogno di sapere
Dove andare

Io faccio la vita di sempre


Ma in ogni gesto metto il tuo ricordo
Sorrido al mondo aspettando un giorno
Di riaverti accanto
E parlo con te ogni sera
E ti racconto che qui è primavera
Che ho molta cura di me stessa
E quel che mi hai dato tu

Às vezes vou a praia


Quando tem pouco gente
Não faço quase nada
Eu sento e eu fico lá
Mas no segredo de um silêncio vou te chamando
Eu olho pra longe mais forte
E em algum lugar eu sinto que você responde
A tua saudação e a tua lembrança
É uma pedra no sapato e eu
Falo com você todas as noites
Sobre pequenas coisas, sobre a sorte
Olha no céu a lua cheia
Eu hoje venho até você

Simpatica

La casa ha la forma di una gabbia


Il sole trafigge di ombre la finestra
Il mondo si offre a me con tutta l'anima
Mi vuol tentar, ma

Non ho voglia di patir


Non ho voglia di soffrir
Io voglio solo illudermi e dirti addio
Che cos'è che ancor mi sfugge dell'amor
Se ogni pagina mi scompagina testa e cuor
In petto ho una commedia triste e comica
Che mi accompagna

Non ho voglia di patir


Non ho voglia di soffrir
Io voglio solo illudermi e dirti addio

Ma che ne sa l'anima
Che mi parla di te
Mi chiede di esser simpatica
Ma non so più ridere

Non ho voglia di patir, no


Non ho voglia di soffrir
Io voglio solo illudermi e dirti addio

Ma che ne sa l'anima
Che mi parla di te
Mi chiede di esser simpatica
Ma non so più ridere

Non ho voglia di patir, no


Non ho voglia di soffrir
Io voglio solo illudermi e dirti addio

Serenade de paradis (feat. Awa Ly & Vincent Segal)

Sous les étoiles qui étincelent


Il y en à bien des milliers
En cette soirée ravissante
Toi seule pouvait me manquer
Tu dors tu n'sais rien du supplice
Qui me dévore ici-bas

Comment peux-tu dormir


Avec cet air maussade
Chéri viens écouter
La jolie sérénade
Je veux te faire savoir
Ce que tu es... pour moi
Tu es la joie, tu es la vie, tu es l'amour
De ce coeur qui soupire pour toi

Amore tu che la cunnoli


Mentre che sta a riposa'
Baciala in bocca e baciannola
Cerca de falla sveja'
E' mio quer bacio e sussureje
Che me lo venghi a rida'

Ma come poi dormi


Co st'aria mbarzamata
Tesoro vie a senti'
Sta bella serenata
Te vojo fa sape' quello che sei pe me
Sei la gioia, la vita e l'amore
E sto core sospira pe te ...

Je veux te faire savoir


Mon rêve à moi c'est toi
Pupa bella vie' n'braccio a l'amore
Io te vojo sortanto per me

Le troisieme artificier (feat. Cyrille Aimée)

Gira volta gira volta volta gira vola


Volta gira gira volta gira volta vola
Pieno di brillanti è il mare
Dove all'orizzonte non s'arriva mai
Ricco di profumi il fango sulle ortiche
Al sole che tramonterà
Gira volta gira volta volta gira vola
Volta gira gira volta gira volta vola
Zucchero limone e neve
Presa sopra i tetti di tanti anni fa
Notte dopo notte mamma ancora cantera'

Le jour où tu es née pour moi naquit un amour


Des tas d'étoiles changèrent de couleurs pour toujours
Pirouette et vole a' l'infini
Cette ritournelle se répètera
Sur les notes d'un vieux piano à bretelles
La fête encore arrivera

Passe le saint, le saint passe


Regarde comme il est beau
Chantent toutes les femmes en coeur
Regarde comme il est beau
Un frisson de soutane
Pendant que sang et cire coulent de la sainteté
Poissons frits et baccalas brulent dans la cheminée

C'era una bambina con le sue scarpine blu


Vestitino a fiori
Ed i suoi occhi a guardar su
Un colpo scuro e il fumo nell'azzurro se ne va
Mais (et) l'enfant gigote avec ses chaussons bleus clairs
Fais la pirouette bras ouverts et nez en l'air
La fanfare, les cuivres, les tambours vont commencer

Zoum para para zoum para para zoum pa pa


Et zoum paraparapa zoum paraparapa zoum pa pa
Les orchestres, les manèges, les kiosques
Et les jeux de lumières, pa pa
Noccioline torroncini lecca lecca palloncini zum pa pa

E zum para para zum para para zum pa pa


E zum paraparapa zum paraparapa zum pa pa
Brillantina dopobarba sigarette trombe fiati e putipù
Boucles d'oreilles, pendentifs,
Colliers de perles et ce n'est pas tout

Ll y avait une enfant et ses chaussons bleus clairs


Une jolie robe à fleurs et ses yeux bien en l'air
Un coup sombre et la fumée dans le ciel haut s'en va
Ruotava la bambina
Con le sue scarpine blu
Gira gira volta
Braccia aperte e naso in su
E la banda andava piano piano a cominciar

Des fausses notes


Va-et-vient de naïveté
Les gens se parfumaient de sueur et dignité

Il terzo fuochista
L'artista quotato di più
Sparò i suoi colori nel cielo
E nel silenzio vennero giù
Or, turquoise, amarante
Corail, émeraude et café
L'enfant sous un ciel d'orient
Regarde la vie et l'amour qui est né

Un due tre
Tre colpi a finire e la notte tornò
Depuis lors elle se mit à rêver
Et ces couleurs pour toujours les a emportées

Per ogni oggi che verrà

Se un giorno verranno a chieder di me


Tu dì che ho vissuto per amarti
E che dopo di te mai niente sarà
Così scintilla di eternità

Mio amor, conto questo giorni


E chiedo che ritorni, che tu tornerai da me
Perché io sento che mi chiami
Io ti aspetterò domani e ogni oggi che verrà

Mio amor, conto questo giorni


E chiedo che ritorni, che tu tornerai da me
Perché io sento che mi chiami
Io ti aspetterò domani, in ogni oggi che verrà

Ma se il cuore tuo non vuol schiudersi


Né dire chissà né spendere un sì
Tieni la porta socchiusa se vuoi
E lascia che io possa amare per noi
Ahwak (feat. Lotfi Bouchnak)

Ahwak.
We atmana law ansak,
Ansa rohy wayak.
Wen daiet teba fadak law tensany.

We ansak, watareeny bansa gafak.


Wa ashtak le azaby maak.
We alaky demooi fakrak, warga tany.
Fe loak, el donia tegeny maak.
We redaha teba redak.
We sa-et-ha ye hoon fe hawak, tool hermany.

Ahwak.
We atmana law ansak,
Ansa rohy wayak.
Wen daiet teba fadak law tensany.

We ansak, watareeny bansa gafak.


Wa ashtak le azaby maak.
We alaky demooi fakrak, warga tany.
Fe loak, el donia tegeny maak.
We redaha teba redak.
We sa-et-ha ye hoon fe hawak, tool hermany.

We la-eek mashghool we shaghelny beek.


We einaya teegy fe eneik,
We kalamhom yeba aleik, wenta dary.
We raeek was-ha men el leil anadeek.
We abaat rohy tesaheek.
Om yally shaghelny beek, garab nary.

We la-eek mashghool we shaghelny beek.


We einaya teegy fe eneik,
We kalamhom yeba aleik, wenta dary.
We raeek was-ha men el leil anadeek.
We abaat rohy tesaheek.
Om yally shaghelny beek, garab nary.

Ahwak.
We atmana law ansak,
Ansa rohy wayak.
Wen daiet teba fadak law tensany.

We ansak, watareeny bansa gafak.


Wa ashtak le azaby maak.
We alaky demooi fakrak, warga tany.
Fe loak, el donia tegeny maak.
We redaha teba redak.
We sa-et-ha ye hoon fe hawak, tool hermany.
Un giorno in più (feat. Luísa Sobral)

Quando mi baci, quando mi abbracci, quando mi guardi


Non sento niente, il mio cuore è assente, non lo ascolto battere
Quando mi prendi la mano e senti che hai preso l'aria
Dal mare aperto dei tuoi occhi esce una lacrima

E faccio finta di essere felice un giorno in più


Sorrido a me stessa nello specchio
Magari domani qualcosa cambierà
Forse quell'amore tornerà

E faccio finta di essere felice un giorno in più


Sorrido a me stessa nello specchio
Magari domani qualcosa cambierà
Forse quell'amore tornerà

Ma se non riuscissi più ad amarti come prima


A baciarti e abbracciarti come prima

Ti prego di non parlarmi più


Perché sono debole
E non voglio perdere
Qualcuno che mi ama come te

Voodoo rendez-vous

Non finirò i miei giorni a Timbuctù


A farmi bella poi per chissà chi
Voglio restar così, sì, restar così
Come una scarpa vecchia di Belleville

Non tirerò le cuoia ad Acapulco


Giocando a poker con un gigolò
Voglio finirla qui, sì, finirla qui
Ballando al sole nero di Belleville

Ti aspetto al nostro rendez-vous


Niente scuse, tu ti du
Magia nera e voodoo
Tu vieni a questo rendez-vous

Non lascerò le penne a Malibù


Cantando come un cigno a un matinée
Voglio stonare qui, sì, stonare qui
Una campana al centro di Belleville

Non la farò finita a Honolulu


Ubriaca di patetici cliché
Voglio stendermi qui, sì, stendermi qui
Ad arrostirmi all'ombra di Belleville

Ti aspetto al nostro rendez-vous


Niente scuse, tu ti du
Magia nera e voodoo
Tu vieni a questo rendez-vous

Non finirò i miei giorni a Kathmandu (Kathmandu)


Tra falsi miti e inutile bon ton (bon ton, bon)
Voglio restar così, sì, restar così
Come una luna storta di Belleville

Ti aspetto al nostro rendez-vous


Niente scuse, tu ti du
Magia nera e voodoo
Tu vieni a questo rendez-vous

Ti aspetto al nostro rendez-vous


Niente scuse, tu ti du
Magia nera e voodoo
Tu vieni a questo rendez-vous

João (feat. Arnaldo Antunes)

São tantos e tão poucos têm noção


De como se inaugura uma nação
Não é bem com monumentos
Ou com balas de canhão
É quando uma brisa Bate na respiração
E entra no juízo de um João
Que dedica todo empenho
E amor ao seu engenho
Para arejar
Os cantos da canção
E da sentido à nossa sensação

Milhares de partículas no ar
Reviravoltam numa vibração
Para nos dar sua benção
Para nos tirar do chão
Como se a rotação Da terra fosse então
Essa voz e esse violão
Quando uma só pessoa
O silêncio aperfeiçoa
Toda a multidão
Escuta o coração
E se torna civilização

Ho amato tutto

Tre passi e dentro la finestra


Il cielo si fa muto, resto lì a guardare
Io so cantare, so suonare, so reagire ad un addio
Ma stasera non mi riesce niente
Stasera se volesse Dio
Faccio pace coi tuoi occhi, finalmente

Con te ho riscritto l'alfabeto


Di ogni parola stanca, il significato
Perfettamente inutile cercare di fermare l'onda che
Ci annega e ci lascia senza fiato
Ed è una musica che va
Poi in un istante è primavera che ritorna

E come un pesce che non può più respirare


Come un palazzo intero che sta per cadere
Tu sei l'unica messa a cui io sono andata
Un volo che è partito
Svanito in fondo al blu
E io adesso farei qualsiasi cosa
Per sfiorare le tue labbra, per rivederti

Se è vero che il tempo ci rincorre


Oggi sono questa faccia, questa carne e queste ossa
Le sento ancora addosso le tue mani che mi spostano più in là
Dove si vive solo di uno sguardo
È tardi, si spegne la candela
È sempre troppo tardi per chi non tornerà

E come un pesce che non può più respirare


Come un palazzo intero che sta per cadere
Tu sei l'unica messa a cui io sono andata
Un treno che è partito, sparito in mezzo al blu
E io adesso farei qualsiasi cosa
Per averti fra le braccia, per rivederti

Perché se manchi, tu manchi da morire


Perché amarsi è respirare i tuoi respiri
Stracciarsi via la pelle, volersela scambiare
È l'attimo fatale in cui mi sono arresa
Perché tu vieni con questo amore tra le mani
E come sempre nei tuoi occhi, la mia casa

Se tu mi chiedi in questa vita cosa ho fatto


Io ti rispondo ho amato
Ho amato tutto