Sei sulla pagina 1di 3

N.

54 GIUGNO 2008 articolo

3
RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET
REG. TRIBUNALE DI LUCCA N° 785 DEL 15/07/03
SEDE VIA E.FRANCALANCI 418 – 55054 BOZZANO (LU)
TEL. 0584 976585 - FAX 0584 977273
DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO
COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

CALCIO & MEDICINA

Come evitare il colpo di calore ed il colpo


di sole: consigli e precauzioni.
A cura di DOTT. STEPHEN G. CAVALLINO*
Conoscere e riconoscere due situazioni indesiderate: alcuni consigli per
fronteggiarle e prevenirle, in particolare per quando ci alleniamo o
giochiamo.

colpo di calore, nei casi più gravi


INTRODUZIONE.
responsabile di ricoveri e di morti
soprattutto in anziani o in persone con
Nella stagione estiva, con la possibilità problemi di salute.
di stare all’aria aperta, è molto
importante conoscere e riconoscere Le temperature anche elevate vengono
alcune situazioni di rischio legate al tollerate bene se l’umidità è intorno al
caldo ed al sole. 30%.

Ci sono situazioni che devono essere Se invece l’umidità si aggira intorno al


evitate o almeno riconosciute nelle fasi 50%, ecco che possono iniziare i primi
iniziali per evitare problemi gravi. segni di malessere che diventano
sempre più frequenti man mano che
Tali situazioni sono il "colpo di sole" ed aumenta il tasso di umidità.
il "colpo di calore".
L’umidità eccessiva non consente al
Quando ci sono situazioni con un caldo sudore di evaporare dal nostro corpo e,
"tropicale", con temperature superiori quindi, di abbassare dapprima la
anche di 10°C alle medie stagionali, il temperatura cutanea e
sole è sempre più "cattivo" ed il caldo successivamente la temperatura
umido può nuocere anche notevolmente interna.
alla salute.
Le stagioni più a rischio sono,
Prepariamoci alle ondate di caldo e ovviamente, i mesi della stagione estiva
prepariamoci al clima futuro. soprattutto in città e nella valli di
pianura lontane dal mare.
Le persone più a rischio sono quelle con
IL COLPO DI CALORE. difetti nella regolazione della
temperatura cutanea per situazioni
Il caldo afoso, soprattutto se associato legate all’età, come i bambini e gli
ad umidità elevata, rappresenta la anziani, o con malattie quali il diabete,
situazione ideale per l’insorgenza del le cardiopatie, le malattie respiratorie
croniche, l’ipertensione arteriosa (se in • massaggiare le gambe dirigendosi
terapia con farmaci diuretici). dai piedi verso l’alto (verso il cuore);
Gli sportivi sono spesso abituati ad un • somministrare bevande fresche ma
buon controllo d’autoregolazione della non stimolanti;
temperatura corporea, perciò durante
l’attività sportiva intensa bisogna • chiamare comunque il medico.
SEMPRE prevenire lo squilibrio
elettrolitico che può portare alla
sindrome di calore.
IL COLPO DI SOLE.
Anche lo stress psicofisico eccessivo è
un fattore di rischio, così come l’abuso Il colpo di sole è più raro, nella nostra
di alcool, l’uso di droghe ed il lavoro realtà, del colpo di calore ma può
pesante. essere pericoloso e spesso avviene
negli sportivi.
E’ importante evitare una esposizione
eccessiva al sole e associare una buona Si manifesta in giornate molto calde e,
idratazione con sali minerali. contrariamente al colpo di calore, è più
frequente se l’umidità è bassa.
Le ore pomeridiane sono quelle a
Sintomatologia maggior rischio.
Il soggetto colpito da colpo di calore:
• è debole; Sintomatologia
• è stordito; I “leggeri” colpi di sole possono
• è con forte nausea; determinare:

• cessa di sudare e la pelle gli diventa • mal di testa;


calda e secca; • spossatezza;
• ha la temperatura corporea che sale • vertigini;
rapidamente e può arrivare a 40°C o
più; • pelle fredda e sudata;

• può perdere conoscenza. • talora svenimento.

Come intervenire (consigli) Come intervenire (consigli)


Cosa fare: Cosa fare:
• mettere il soggetto subito in un • tenere il soggetto all’ombra (o in
luogo fresco, sdraiandolo all’ombra; ambiente con aria condizionata);
• sollevare leggermente la testa e le • applicargli sulla testa asciugamani
spalle; imbevuti di acqua fredda;
• possibilmente bagnarlo • fargli bere tre o quattro bicchieri di
abbondantemente con acqua fresca; acqua fredda contenenti ciascuno
mezzo cucchiaino di sale, uno ogni
• avvolgere testa e corpo in quarto d’ora;
asciugamani e lenzuola imbevuti di
acqua fredda; • chiamare comunque il medico.
2
CONSIGLI GENERALI DI PREVENZIONE.

Ecco alcuni consigli generali da tenere


sempre in considerazione: Dr. Stephen G. Cavallino
www.proloterapia.it
• consumare molta frutta, verdura e
bevande fresche;
• bagnare il corpo con acqua fresca
quando è possibile o effettuare
docce rinfrescanti;
• cercare di sostare all’ombra quando
è possibile;
• reintegrare i sali minerali durante
l’attività sportiva;
• vestirsi con abiti larghi, di cotone e
di colore chiaro;
• proteggere il capo dai raggi solare
con l’uso di un cappello o di una
bandana.◊

*Dott. Stephen G. Cavallino


Laurea in Medicina e Chirurgia
Diploma di Specializzazione in
Medicina d’Urgenza

Il Dr. Stephen G. Cavallino è nato a


New York il 25 settembre 1960.

Laureato in Medicina all'Università di


Bologna, attualmente svolge le proprie
mansioni lavorative sia come Dirigente
Medico di Medicina d'Urgenza presso
l'ospedale "San Sebastiano" di
Correggio (RE), sia come Libero
Professionista presso diversi Centri
Specializzati.

Per appuntamenti:
Centro Fisiokimé Correggio (RE)
0522/637256