Sei sulla pagina 1di 4

5 DICEMBRE 2010 – CALTANISSETTA – ISTITUTO TESTA SECCA

RI COSTITUZIONE FORUM SICILIANO DEI MOVIMENTI PER L’ACQUA

Carta di Intenti del ri-costituito Forum Siciliano dei Movimenti per l’acqua.

I soggetti firmatari della seguente “Carta di Intenti” contro la privatizzazione e la


mercificazione dell’acqua in Sicilia :

1. Condividono gli stessi principi contenuti nella proposta di legge d’Iniziativa


popolare nazionale del 2007 “Principi per la tutela, il governo e la
gestione pubblica delle acque e disposizioni per la ripubblicizzazione
del Servizio Idrico” promossa attraverso il metodo del consenso dal basso
ad opera del Forum italiano dei Movimenti per l’acqua;
2. Aderiscono al Forum Italiano dei Movimenti per l’acqua, del quale
condividono finalità e metodo relativamente alla forme della partecipazione e
di organizzazione dal basso nonché ai percorsi per il raggiungimento degli
obiettivi comuni
3. S’impegnano a portare avanti concretamente tutte le campagne e le attività
messe in campo per contrastare la privatizzazione dell’acqua promosse dal
Forum Italiano dei Movimenti per l’acqua;
4. Decidono che possono fare parte del forum sia singoli cittadini sia realtà
associative o comitati;
5. Affermano che il Forum Siciliano dei Movimenti per l’acqua è un soggetto
autonomo rispetto alle Amministrazioni comunali, provinciali, regionali, ai
partiti politici ed alle organizzazioni sindacali;
6. Decidono che soggetti aderenti al Forum e che ricoprano cariche
rappresentative in partiti politici ed organizzazioni sindacali, o che ricoprano
un ruolo pubblico/privato in conflitto di interessi con le finalità del forum
siciliano, non possono allo stesso tempo ricoprire all’interno del Forum
incarichi di alcun tipo ( portavoce, referente,coordinatore)
7. stabiliscono che le Amministrazioni - così come per il Forum Italiano dei
Movimenti per l’Acqua - non possono far parte del Forum Siciliano dei
movimenti per l’acqua;
8. Si impegnano affinché gli Enti Locali diano l’adesione al Coordinamento
Siciliano e Nazionale degli Enti Locali per la ri-pubblicizzazione dell’acqua;
9. Si impegnano a lavorare affinché gli Enti Locali modifichino il proprio
Statuto attraverso l’inserimento dei seguenti punti :
 riconoscere il Diritto umano all'acqua, ossia l’accesso all’acqua come
diritto umano,universale, indivisibile, inalienabile e lo status dell’acqua
come bene comune pubblico;
 confermare il principio della proprietà e gestione pubblica del servizio
idrico integrato e che tutte le acque, superficiali e sotterranee, anche se
non estratte dal sottosuolo, sono pubbliche e costituiscono una risorsa da
utilizzare secondo criteri di solidarietà;

1
 riconoscere che il servizio idrico integrato è un servizio pubblico locale
privo di rilevanza economica, in quanto servizio pubblico essenziale per
garantire l’accesso all’acqua per tutti e pari dignità umana a tutti i cittadini,
e quindi la cui gestione va attuata attraverso gli Artt. 31 e 114 del d. lgs n.
267/2000;

10.Condividono la decisione di operare in collaborazione con gli Enti Locali e


con il Coordinamento degli Enti locali per il raggiungimento dell’obiettivo
comune ma con distinzione di ruoli e responsabilità;
11. Stabiliscono che, ferme restando le scelte dei singoli, il forum non debba
appoggiare in competizioni elettorali in alcun caso Soggetti aderenti o non
aderenti al Forum Regionale dei Movimenti per l’acqua
12. Decidono pertanto che a nessun aderente al Forum Siciliano dei Movimenti
per l’acqua è dato di utilizzare il nome del Forum Regionale dei movimenti
per l’acqua a scopo elettorale;
13.Condividono il modo di operare sempre in regime di volontariato e pertanto
prestano la loro opera solo ed esclusivamente a titolo gratuito;
14.Si impegnano a perseguire l’obiettivo che il Servizio Idrico Integrato sia
gestito solo da Enti di Diritto Pubblico , senza alcuna possibilità di gestione
da parte di Società di Capitali anche a capitale pubblico, e nel rispetto del
principio della partecipazione e dell’ equità sociale dei cittadini
15.Si impegnano a diffondere testimonianze concrete, che dimostrino come la
privatizzazione non ha portato efficienza, efficacia ed economicità, ma
solamente aumenti sulle bollette a carico dei cittadini, peggioramento del
servizio e scarsa attenzione alla tutela ambientale;
16.S’impegnano all’interno del Forum a lavorare in sinergia, utilizzando il
confronto dialettico in forma costruttiva, per una vera e reale democrazia
partecipativa di tutti i soggetti, riconoscendo a tutti gli aderenti pari dignità ed
autorevolezza;
17.Si impegnano a svolgere tutte le azioni non violente, scegliendo anche
forme di disobbedienza civile, a tutela del diritto all’accesso all’acqua;
18.Si impegnano a non intrattenere rapporti di collaborazione con soggetti
pubblici o privati di cui siano accertate relazioni con organizzazioni e soggetti
mafiosi o malavitosi anche se non penalmente sanzionate;

AZIONI A LIVELLO REGIONALE

1. Si impegnano a sostenere il Disegno di Legge "Principi per la tutela, il governo e


la gestione pubblica delle acque. Disposizioni per la ripubblicizzazione del servizio
idrico in Sicilia" d’iniziativa popolare, e dichiarato ammissibile dal Presidente
dell’Assemblea Regionale in data 19 novembre 2010
2. Si impegnano a contrastare tutti gli altri Disegni di Legge attualmente in
Assemblea regionale in Commissione Ambiente che hanno al loro interno la
possibilità di gestione anche da parte di Società di Capitali del servizio idrico
integrato;

2
ORGANIZZAZIONE DEL FORUM

1. Stabiliscono che ogni realtà territoriale in ciascun ambito di competenza possa


operare in maniera autonoma, sempre nel rispetto della presente carta d’intenti;
2. Si impegnano ad essere presenti alle riunioni di coordinamento nazionale del
Forum italiano dei Movimenti per l’acqua, al fine di essere partecipi delle scelte,
delle strategie e dell’attività politica a livello nazionale. Ogni mese, a rotazione,
saranno designati coloro i quali dovranno partecipare alle riunioni di coordinamento
nazionale;
3. Si impegnano a sostenere le iniziative dei comitati territoriali qualora questi ne
dovessero richiedere il coinvolgimento e la presenza;
4. Si impegnano ad istituire un fondo cassa, alimentato dai contributi dei soggetti
aderenti e da iniziative di autofinanziamento;

LE ASSEMBLEE

1. Si impegnano ad organizzare trimestralmente l’Assemblea ordinaria di tutti i


soggetti e realtà aderenti al Forum Regionale in sedi concordate e accettate
preventivamente da tutti, in tempo debito;
2. Si impegnano in casi di eventi particolarmente rilevanti a convocare
un’Assemblea straordinaria che potrà essere indetta da almeno un terzo delle
realtà rappresentate nel Forum, con almeno cinque giorni di preavviso;
3. Stabiliscono che le Assemblee si svolgano , non di giorno feriale ma in giorni
e orari non lavorativi al fine di consentire la massima partecipazione;
4. Stabiliscono che le decisioni vengano prese mediante il metodo del consenso
collegiale;
5. Si impegnano a conclusione di ogni Assemblea a stilare un report, contenente
anche l’elenco dei partecipanti;

METODOLOGIE COMUNICATIVE

1. Il sito ufficiale del Forum Regionale è: www.acquainsicilia.org all’interno del quale


sarà visibile questa carta d’intenti e tutte le realtà e soggetti che fanno parte del
Forum Siciliano dei Movimenti per l’acqua. Coloro che vorranno aderire al Forum
Siciliano dei Movimenti per L’acqua dovranno sottoscrivere la carta d’intenti.
2. All’interno del sito inoltre sarà creato un forum di discussione attraverso il quale
discutere, dibattere e condividere le proprie esperienze;
3. La mailing list ACQUAINSICILIA sarà utilizzata solo a scopo informativo
relativamente le iniziative inerenti alla sola tematica “acqua”;
4. Le Assemblee regionali dovranno essere video/audioregistrate e le sedi in cui si
svolgeranno le riunioni , a tal fine , dovranno possibilmente essere provviste di
collegamento internet per permettere la video/audio conferenza.

3
La mancanza del rispetto dei punti contenuti nella presente Carta d’Intenti sarà
motivo di estromissione dal Forum Siciliano dei Movimenti per l’acqua

I Firmatari della presente Carta D’intenti sono i primi sottoscrittori del Forum Siciliano dei
Movimenti per l’acqua –

1. Associazione di promozione sociale L’altra Sciacca (AG) - Michele Dimino, Pietro Mistretta,
Matteo Mangiacavallo
2. Comitato NO PRIV Castelbuono (PA) - Gioacchino Cannizzaro
3. Comitato Giù le mani dall’acqua Termini Imerese (PA) - Agostino Schillaci
4. Ass. Antimafie Rita Atria (CT) Elsa Arcidiacono
5. Ass. Antimafie “Rita Atria” - Nadia Furnari
6. Laici Comboniani (PA) - Franco Chinnici, Giovanni Farella
7. Rete Lilliput Messina - Giovanna Allone, Clara De Luca
8. Movimento 5 stelle (ME) - Massimiliano Arceri
9. Ass. RADIO AUT (PA) - Elio Teresi
10. Sara Giorlando (CT)
11. Giuseppe Samperi (PA)
12. Casa del consumatore (SR) - Fabrizio Ardita
13. Comitato Civico No acqua salata (SR) Giancarlo Scollo
14. Centro Sociale La libertà (SR) - Idria Marabita - Enza Garofalo
15. Cobas Sicilia - Alberto Lombardo
16. Comunisti Sinistra Popolare - Alessio Calaciura
17. Libera Palermo. Associazioni, nomi e numeri contro le Mafie - Veronica Taschetti
18. Laboratorio Zeta – (PA) - Angela Giardina
19. Cittadini Invisibili (PA) - Barbara Grimaudo
20. A SUD Sicilia _Finella Giordano - Caterina Giordano
21. Associazione Malausséne - Andrea Ballarò
22. Associazione Culturale Riportiamo alla Luce - Palermo
23. A.Svi.T.- Associazione per lo Sviluppo Territoriale (PA) - Filippo Gannuscio
24. Presidio "Rita Atria" Libera Milazzo - Santo Laganà
25. Associazione “I Cittadini del Villaggio Globale - Matteo Venturella - Giulia Di Martino