Sei sulla pagina 1di 16

Anno III - N.

12
11 MARZO 2011
DISTRIBUZ. GRATUITA
50.000 COPIE

GIORNALE NAZIONALE
D’INFORMAZIONE FUMETTISTICA
CARTOOMIC-SOON
Mentre scrivo, a tre mesi di distanza da
Lucca Comics & Games e dal precedente
numero di Comic-Soon, in un’assolatissima
giornata di febbraio (no, boss, non sto
sottilmente alludendo al fatto che preferi-
rei essere a mare, cosa vai a pensare!),
manca poco alla ripartenza della “stagione
delle fiere”. Almeno due, quelle di
Mantova e Bologna, saranno già termina-
te quando leggerete questo numero del
giornale, che esce in concomitanza del-
l’edizione 2011 di Cartoomics di Milano.
Non si può dire che siano stati mesi avari
di eventi di rilievo: abbiamo assistito alla
scomparsa de facto del famigerato Comics
Code dalle major americane (personal-
mente ho stappato lo champagne), al pas-
saggio di consegne tra Joe Quesada – uno
dei più importanti editor in chief della
storia della Marvel insieme a Stan Lee e
Jim Shooter – e Axel Alonso, alla rimap-
patura dello scenario distributivo italiano
con l’entrata in gioco del colosso CARTOOMICS 2011
Messaggerie Libri, alla meritata premia- Tutti gli eventi del diciottesimo salone del fumetto, dei cartoons, del
zione di Cinquemila Chilometri al Secondo del
nostro Manuele Fior come miglior fumet- collezionismo e dei games e videogames, a Milano dall'11 al 13 marzo.
to ad Angoulême. pag.3
Vedremo quali altre sorprese ci riserverà
l’anno appena iniziato. Intanto, in questo
numero dedichiamo ampio spazio proprio
agli amici di Cartoomics, salone con cui la BLOG DI NICK SUPERAMICI
nostra rivista ha stretto una partnership CARTA BERTOZZI The official
diventandone il catalogo ufficiale, e dedi- Luca Boschi su Il Grande handbook
cando le tre pagine di apertura e quelle fumetto e web Viaggio di
centrali agli eventi, gli espositori e gli ospi- Lewis & Clark
ti che dall’11 al 13 marzo animeranno le
strutture di FieraMilanoCity. pag.6 pag.10 pag.11
E a proposito degli ospiti della fiera, que-
sto numero è introdotto da una vignetta di
Massimiliano Frezzato e contiene
un’intervista a Nick Bertozzi, autore del MilanoVesteFumetto p. 3 Ospite a
bellissimo Il Grande Viaggio di Lewis & Cartoomics
Clark, disponibile a Cartoomics. Inoltre, la 2011,
Horror &Motion p. 4 Massimiliano
prime parti di una nuova rubrica su Frezzato è
fumetto e web (si inizia con una chiacchie- l’eclettico e
rata con Luca Boschi) e della storia uffi- Les Dessous de la Femme p. 4
acclamato auto-
ciale di una delle realtà più vivaci dello re di Margot
Stivale, i Superamici. Chiudono il som- Cosplay City p. 4 (Panini Comics),
mario il secondo capitolo di Ritorno al I Custodi del
Futuro di Giulio Gualtieri e un approfon- Maser, Tour de
dimento su Rapunzel, il 50° lungometrag- Milano Calibro 99 p. 5 France: Un
gio canonico della casa di animazione più Disegnatore
famosa del globo. Come sempre, tutte le Ludica p. 5 Italiano nel
pagine del giornale saranno a breve visua- Paese dei
lizzabili on-line e scaricabili in PDF dal Fumetti,
nostro blog ufficiale: http://www.comic- Ritorno al Futuro p. 7 Bagatelle: Storie
soon.com/comicsoon/. Brevi 1984-2008
(Pavesio) e
È tutto, appuntamento ad aprile per l’atte- Mappa Cartoomics p. 8
Le Avventure
sissimo process... ehm, per il prossimo di Pinocchio
numero, in uscita al Napoli Comicon! Rapunzel p. 14 (Edizioni Di).
Daniele Mancino
(rivista in registrazione) Redazione Tespi - Corso Vittorio Emanuele II, 154 - 00186 Roma; web: http://www.comic-soon.com; e-mail:
Prossima uscita: 28 APRILE info@comic-soon.com. Comic-Soon ® Tespi srl. Responsabile editoriale: Daniele Mancino; responsabile
50.00 COPIE AL NAPOLI COMICON E NELLE pubblicità e diffusione: Valentino Sergi (diffusione@comic-soon.com); grafica e impaginazione: Maryam
MIGLIORI FUMETTERIE E SCUOLE DI FUMETTO Funicelli. I copyright, dove non diversamente indicato, sono degli aventi diritto.
Cartoomics diventa maggiorenne!
Giunto alla diciottesima edizione, impostosi come uno degli appuntamenti più attesi e importanti
del calendario fumettistico italiano, il Salone del Fumetto, dei Cartoons, del Collezionismo
e dei Games e Videogames, in programma a fieramilanocity dall’11 al 13 marzo,
festeggia con un’edizione davvero speciale ospitata in un padiglione ancora più grande

Aspettando Cartoomics… Erotica: la trama dell’intimo Giallo alla milanese Ludica 2011: in fiera la “sala
I suoi primi Horror &Motion
Inizia l’8 marzo, presso la Sala
da Crepax a Nik Guerra
Lingerie protagonista
nel nome di Scerbanenco
La capitale italiana del giallo è
giochi” più grande d’Italia
Si rinnova l’appuntamento con

18 anni della Provincia di via Corridoni,


la “quattro giorni” di incontri,
nella mostra vietata ai minori
e intitolata “Les Dessous
la protagonista della rassegna
proposta da il Cerchiogiallo
l’evento dedicato ai giochi da
tavolo e ai videogames. Decine
documentari, dibattiti e de la Femme”, dove i grandi a Cartoomics 2011. di tornei su pc e console e

C on ben 17 edizioni alle


spalle Cartoomics si è
ormai imposto all’atten-
zione del pubblico come uno
degli appuntamenti più impor-
proiezioni che avrà l’horror
come elemento portante. Con
un evento nell’evento: il Dylan
Dog Day del 10 marzo
a pag. 4
maestri del fumetto
(Crepax, Frollo, Baldazzini,
Casotto, Guerra) raccontano
l’erotismo al femminile
a pag. 4
Con un occhio di riguardo
per il centenario della nascita
Giorgio Scerbanenco, cui è
dedicata una sezione speciale
a pag. 5
boardgame di tutti i generi con
una novità in più: il Giocabar,
per giocare come una volta a
calcio balilla, ping-pong, flipper
a pag. 5
tanti e attesi del calendario fu-
mettistico italiano. È infatti dal
lontano 1992 - quando era ospi- MOSTRE
tato presso lo Spazio Milano
Nord - che Cartoomics si pro-
pone al pubblico italiano con
iniziative sempre nuove e uno
Quest’anno il fumetto è di... moda
slancio organizzativo che ha
portato quello che era un picco-
lo appuntamento atteso da po-
che migliaia di appassionati a
diventare una rassegna in gran-
de stile, in grado di offrire a un
Oltre cento anni di
storia del fumetto,
della moda e del
costume tra mutue
L’ abbigliamento è uno dei
principali elementi che
caratterizzano i perso-
naggi dei fumetti. Le motivazio-
ni che stanno sulla scelta dell’abi-
zioni di moda delle diverse epo-
che, da stampe preziose, da
pubblicità e da altri reperti.
Modi di vestire di donne e uo-
mini, adolescenti e bambini, di
tivo come l’Uomo Mascherato
o negativo come Diabolik. Su-
perman, nel 1938, si rifà invece
ai forzuti e ai diavoli volanti del
circo, con la calzamaglia a evi-
pubblico sempre più numeroso ispirazioni in una to o del costume sono moltissi- ogni età, epoca e paese. Abiti denziare la muscolatura . Arri-
un giusto mix tra esigenze com- grande mostra-evento me. Nella storia del fumetto, dal- corti e lunghi, di mille fogge e vano poi Batman, Capitan
merciali e culturali, proponen- le origini a oggi, troviamo autori colori, per le protagoniste fem- America, Spider-Man, e via via
dosi sia agli appassionati sia agli organizzata dalla particolarmente attenti ad abbi- minili. Qualcuna opta per una una quantità impressionante di
addetti ai lavori come un ap- Fondazione Franco gliare i personaggi secondo il gu- sobria eleganza, altre cercano ef- singolari eroi e supereroi dotati
puntamento da non mancare. Fossati. Un viaggio sto e la varietà offerta dall’epoca fetti di fatale seduzione. C’è un di poteri diversi e straordinari:
Il valore aggiunto di Cartoo- nella moda di carta in cui le storie sono ambientate. abisso tra l’attrice Mary Perkins gli autori fanno a gara a inventa-
mics è l’ampio spazio dedicato Pensiamo, per esempio, ad Arci- (del maestro statunitense Leo- re costumi sempre più originali,
agli approfondimenti culturali e
tra centinaia di tavole baldo e Petronilla, soprattutto nard Starr), l’odierna criminolo- creando migliaia di personaggi
alle mostre. In 17 anni si sono originali, video nelle strisce e nelle pagine realiz- ga Julia (creata da Giancarlo Be- dall’abbigliamento improbabile,
avvicendati sotto la sua bandie- realizzati apposita- zate da Geo McManus, che ha rardi e graficamente definita da ma mirabolante e suggestivo.
ra numerosissimi personaggi, mente, fanzine creato la celebre coppia nel 1913: Marco Soldi) e Valentina creata Ma si abbigliano in modo par-
affermati, maestri ed editori di d'epoca, oggetti cult la precisione e il gusto del suo se- dall’inimitabile Guido Crepax. ticolare anche altre tipologie di
primo piano, alla cui attività so- gno hanno immortalato la moda Molte di queste eroine marcano personaggi, e invitano a qualche
no state dedicate mostre perso- di LUIGI BONA di quel periodo sia nelle sue for- con la loro forte personalità an- considerazione. Che cosa hanno
nali, premi e indimenticabili in- Presidente della Fondazione me più raffinate sia nell’abbiglia- che un modo di proporsi e di in comune Paperino e Sailor
contri con appassionati prove- Franco Fossati mento delle diverse classi sociali. usare l’abbigliamento. Moon? Naturalmente soltanto il
nienti da tutta Italia. Dalle centinaia di immagini La seducente Betty Boop degli vestitino alla marinara, ma tanto
Insomma, 17 edizioni che esposte nella rassegna Milano- anni 30 è ancora oggi tra i perso- ci basta. Anche il vestito “nor-
hanno visto il pubblico cresce- VesteFumetto, organizzata naggi simbolici più noti e amati. male”, con qualche caratteristica
re dai 3 mila visitatori del 1992 dalla Fondazione Fossati per L’eroina nera Eva Kant oggi è che aiuta a riconoscere il perso-
ai 30 mila del 2010. Ed è con Cartoomics 2011 si trae una pic- protagonista anche di arredi lus- naggio, diventa una specie di di-
questo spirito che Cartoomics cola storia della moda e del co- suosi e accessori firmati. Anche i visa. Ecco il maglione di Charlie
diventa maggiorenne, portan- stume con inedita varietà e con protagonisti maschili non vesto- Brown, o le camicie rosse di
dosi per mano chi è cresciuto l’efficacia derivante dall’ambien- no in modo casuale. Dall’elegan- Dylan Dog e la giacca e il ber-
tra i suoi spazi, chi ha imparato tazione: non soltanto moda rap- za dell’Agente segreto X9, firma- retto di Corto Maltese: impen-
a disegnare nei suoi laboratori e presentata, ma anche applicata, to negli anni Trenta da Alex Ray- sabile che vestano qualcos’altro.
chi, perché no, ha semplice- ambientata e vissuta. Il percorso mond, alla casualità di Dylan Così gli scarponi da montanaro
mente trovato in fiera quello storico, che costituisce una delle Dog, l’abito racconta l’uomo. di Li’l Abner e le ghette di Zio
stramaledetto numero che gli principali chiavi di lettura della Poi ci sono i costumi. L’eroe Paperone sono entrati a pieno
impediva di vantare una colle- mostra, è impreziosito e avvalo- si maschera per non farsi rico- titolo nella storia dell’abbiglia-
zione completa. rato dalla presenza di pubblica- noscere, si tratti di un eroe posi- mento a fumetti.

Comic-Soon n.12 3
HORROR &MOTION MOSTRE

Cinema & fumetto sotto La trama dell’intimo


il segno di Dylan Dog da Crepax a Guerra
Film rari e veri e propri Nella mostra vietata ai minori di 18 anni i grandi
cult, incontri con autori, maestri del fumetto raccontano l’erotismo al femminile
documentari e un’intera
di STEFANO BARTOLOMEI
giornata dedicata ai 25
anni con l’“Indagatore
dell’Incubo”. Questi gli
ingredienti della
“quattro giorni”
S ulla scia del tema princi-
pale di Cartoomics 2011,
quello del rapporto tra
moda e fumetto, il consueto
spazio dedicato ai maestri del-
me dell’attrice del muto Loui-
se Brooks. Dal terzo numero
in cui Valentina appare, il cari-
sma di questa donna di carta
attira al punto tale l’attenzione
fuorisalone in l’erotismo a fumetti quest’an- dei lettori da scalzare comple- berto Baldazzini, ci delizia
programma dall’8 all’11 no non poteva che essere dedi- tamente il personaggio di con le sue donne di memoria
marzo alla Sala della cato alla lingerie. Il percorso Rembrandt, relegandolo lenta- Pop Art vestite con biancheria
Provincia di via della mostra, intitolata Les mente da (scomodo) compri- un po’ feticista e molto futuri-
Dessous de la Femme, si mario a figura sempre più bile, completamente inventata
Corridoni apre con le opere di Guido marginale». Sono state scelte per alcune illustrazioni realizza-
di FILIPPO MAZZARELLA Crepax che sono scelte tra i in particolare due tavole tratte te su tela con tecnica pittorica.
due grandi cicli dell’autore: dal primo ciclo per poi conti- Anche Nick Guerra, autore

N el 2011, una grande


novità attende i visita-
tori di Cartoomics e gli
appassionati di fumetti e cine-
ma: Cartoomics Spin-Off-
L’illustrazione per il manifesto
di Horror&motion, realizzata
da Massimiliano Frezzato.
A destra, in alto, una tavola
originale di Crepax in mostra
Neutron e Valentina. Neutron
è la prima e breve storia che
presenta il suo personaggio
principe, Valentina.
Scrive Flavia Weisghizzi:
nuare con tavole dove viene
evidenziato il rapporto di Va-
lentina con la lingerie.
Si prosegue poi con le opere
di un autore importantissimo
emergente, strizza l’occhio alla
Pop Art e su grandi superfici
dipinge pin-up in biancheria
intima che sempre ci suggeri-
sce la lucidità del raso, scomo-
Horror &Motion. Dall’8 all’11 a Cartoomics. Qui sotto, l’altra «Nel secondo numero di que- nel panorama del fumetto ero- do per chi lo indossa ma visi-
marzo, grazie alla collaborazio- illustrazione d’autore, stavolta sta rivista (Linus del 1965, tico: Leone Frollo. Di lui, oltre vamente efficace. Per finire
ne della Provincia di Milano, di Andrea Domestici, per il n.d.r.), l’autore milanese pro- un paio di rare tavole tratte da l’occhio indugerà sulle formo-
che ha patrocinato l’evento e manifesto di Cartoomics 2011 pone la storia di Philip Rem- Mona Street, vengono esposte se casalinghe-liberate di Gio-
messo a disposizione la grande brandt, alias Neutron, critico dieci illustrazioni a china e a vanna Casotto: godibili “don-
sala da 500 posti di via Corrido- d'arte e investigatore dilettante graffite che propongono le sue nine” strabordanti da un abbi-
ni, a Milano, Horror &Motion fidanzato con una fotografa, procaci “donne di mondo” gliamento intimo, ammiccante
offre incontri, documentari, Valentina Rosselli, dal caschet- estrapolate direttamente dalla ed esagerato nelle promesse
presentazioni, proiezioni e wor- to nero e dalle androgine for- moda della Belle Epoque. Ro- del “dessous”.
kshop di cultura del fumetto,
del cinema, della letteratura e
del cartoon. Manifesti d’autore per Horror &Motion e Cartoomics 2011
Con le imminenti celebrazio-
ni per i 25 anni di Dylan Dog, la Andrea Domestici, romano di Cinecittà, 46 anni, coinvolgendo di volta in volta le più celebri “matite”
scelta obbligata dell’elemento- disegnatore, da più di due decenni nel mondo italiane. Il disegno che illustra l’affiche ufficiale
guida per il 2011 è caduta sull’- del fumetto e salito alla ribalta con la fortunata della rassegna che fa da spin-off
horror. Ecco allora le curiose serie per le edicole Arthur King), è anche l’artefice al Salone, tirandogli la volata a partire dall’8
proposte di film horror nuovi e del primo dei “manifesti d’autore” che, marzo, è invece di Massimiliano Frezzato
“vintage” legati a filo doppio al- a partire da Cartoomics 2011, caratterizzeranno (44 anni, torinese), celebre autore di Margot,
le nuvole parlanti. Ma in cartel- tutte le successive edizioni della rassegna I Custodi del Maser e del Pinocchio edito dal Grifo.
lone si trovano anche preziosi
documentari didattici sui mae-
stri del fumetto (Sergio Toppi, Punto nodale di Cartoomics
Andrea Pazienza, Dino Batta- Spin-Off: Horror &Motion sa- COSPLAY CITY
glia, Vittorio Giardino, Sergio rà la giornata del 10 marzo: ov-
Bonelli) realizzati da Lorenzo
Paganelli, ospiti a sorpresa co-
vero, il DDD-Dylan Dog
Day. Una grande festa in ono-
Un 2011 a tutto Cosplay
me Federico Zampaglione dei re dei 25 anni dell’“Indagatore
Tiromancino (qui nella sua “se-
conda veste” di regista horror
con il lungometraggio Shadow)
o il bravissimo cartoonist Mas-
similiano Frezzato (autore del-
dell’Incubo” che vedrà tra gli
invitati, oltre a una “delegazio-
ne” di sceneggiatori e disegna-
tori Bonelli, anche molte “guest
star” a sorpresa. E con una
D opo il successo dello
scorso anno (2.500
cosplayer partecipan-
ti, di cui un migliaio iscritti ai
contest ufficiali) torna ad ani-
sfileranno e parteciperanno ai
contest indossando gli abiti del
loro eroe preferito.
La piazza di Cosplay City,
dunque, per tre giorni si tra-
l’affiche della manifestazione). programmazione di classici e marsi anche a Cartoomics sformerà in un grande, gran- splayer “Re e Regina” di saba-
Ci saranno, poi, importanti rarità cinematografiche legate 2011 Cosplay City, l’area me- dissimo happening che avrà to 12, anche venerdì 11 marzo
“faccia a faccia” con grandi per- idealmente alla lunga storia di ta-urbana dedicata ai cospla- proprio nei contest il proprio (giorno in cui tutti coloro che
sonalità dell’editoria milanese, Dylan Dog. Il programma yer, che quest’anno sarà anco- punto di forza. Oltre a quello si presentano in costume pos-
critici e grandi firme del giorna- completo è disponibile sul sito ra più grande e proporrà spazi di domenica 13 marzo e alla sono entrare a Cartoomics
lismo cinematografico . www.cartoomics.it. adeguati a tutti i ragazzi che gara dedicata alle coppie co- gratuitamente) propone ai co-

4 Comic-Soon n.12
MOSTRE LUDICA IN BREVE...

Giallo alla milanese Torna in fiera la “sala Vauro in fiera sabato 12


Sabato 12 marzo Vauro Senesi
sarà ospite di Cartoomics, nello
nel nome di Scerbanenco giochi” più grande d’Italia stand de il manifesto,
“circondato” dai libri e dalle
magliette con le sue vignette e
La capitale italiana del Si rinnova anche nel 2011 l’appuntamento con l’evento da una raccolta di suoi originali
giallo è la protagonista milanese dedicato ai giochi da tavolo e ai videogiochi in mostra. Per l'occasione,
il manifesto presenterà Gang
della rassegna proposta Bang, volume di storie a fumetti
da il Cerchiogiallo firmate da alcuni fra i migliori
a Cartoomics 2011.
Con un occhio di
riguardo per Giorgio
C artoomics e Ludica... Un
binomio ormai inscindi-
bile quello fra il Salone
del fumetto e il Festival italiano
del gioco e del videogioco, che
Challenge 2011 nella modalità
1vs1. Sarà inoltre possibile te-
stare gli ultimi videogames Di-
sney (Epic Mickey e Tron: Evo-
lution) ed Electonic Arts (Dead
autori italiani che verranno
pubblicate a dicembre 2011
con Edizioni BD.

Scerbanenco, di cui si L’Agorà di Cartoomics


quest’anno è giunto alla sua Space 2, Bullet Storm e Crysis Torna la“piazza” dedicata agli
celebra il centenario quarta edizione e che si presenta 2). Nell’area VGP avrà spazio incontri tra il pubblico e il
della nascita, cui è ancora più grande e ricco di con- anche Hasbro, con Magic the mondo degli autori e degli
dedicata una sezione tenuti, con un programma all’in- Gathering (sia nella versione editori. In cartellone un ricco
programma di meeting,
speciale segna del divertimento puro. classica del gioco di carte sia in performance, presentazioni
Per quanto riguarda i video- quella nuovissima per console e e premiazioni. Il programma
di RICCARDO MAZZONI giochi, confermano la loro pre- PC), Nerf e la novità Cuponk. completo su www.cartoomics.it.
potranno scoprire così i 99 gial- senza anche quest’anno due Nello spazio di Ludica riserva-
to ai giochi da tavolo, invece, Autori in fiera

È il “giallo alla milanese” il


grande protagonista
della quarta rassegna
organizzata da il Cerchiogiallo a
Cartoomics, una mostra attra-
li milanesi (romanzi, fumetti,
film...) che si devono conoscere
prima di morire, ma anche i
gialli preferiti da Andrea
Pinketts, Stefano Di Marino,
grandi player nazionali del setto-
re, Progaming Italia e Genera-
zione Web. Piatto forte della
proposta di Progaming Italia
sarà l’ESL Arena, un’area tornei
confermata per la per la quarta
volta la presenza di Area Auto-
produzione e del suo storico
coordinatore, Angelo Porazzi:
Noti e meno noti, “emergenti” o
affermati da anni... Sono decine
gli autori che hanno confermato
la loro presenza a Cartoomics.
Li troverete negli stand, ma
verso la quale, grazie alla colla- Elisabetta Bucciarelli, Claudia con decine di postazioni che qui tutti i fan dei boardgame po- anche nella nuova Area
borazione della maggior parte Salvatori, Andrea Carlo Cappi, proporrà a tutti gli smanettoni tranno divertirsi con i giochi Autografi dedicata. Maggiori
dei “giallisti” milanesi, i visita- Franco Forte, Hans Tuzzi, sfide su pc e su tutte le console creati, illustrati e prodotti dagli info su www.cartoomics.it.
tori potranno scoprire come Fabrizio Canciani, solo per fare più gettonate (Ps3, XBox 360 e autori stessi. Altre presenze da
Milano è stata raccontata nei qualche nome. Da qui il titolo Wii). Sempre all’interno dello segnalare sono quelle de La Cit- Fumetti in galleria
Cartoomics Spin-Off, Artificio
gialli. Nei romanzi, il più delle della mostra: Milano Calibro spazio di Progaming spiccano le tà del Gioco, che presenta fra Lab e Grafiche Oldoni
volte, ma anche nei fumetti, nel 99. presenze di Nintendo Italia - con l’altro Dixit, “miglior gioco del- presentano Comics for Sale:
cinema e persino nei radio- Ovviamente non si può parlare l'attesissimo Nintendo 3DS, la l’anno” in Germania nel 2010, e fumetti in galleria, mostra-
drammi o nelle canzoni. di giallo alla milanese senza parla- nuovissima cosole 3D che non de La Tana dei Goblin, vero e mercato di tavole e illustrazioni
La particolarità della mostra re di Giorgio Scerbanenco. Ed ha bisogno di occhialini - e di proprio “covo” di appassionati di Pazienza, Manara, Frollo,
sta non solo nei pezzi esposti, ecco allora, in occasione del cen- Warner Bros. Entertainment Ita- di boardgame e, attraverso il suo Baldazzini Bernet, Casotto,
Guerra. La rassegna è a cura
ma soprattutto nelle “didasca- tenario della nascita del grande lia, con un torneo sull’anteprima portale, punto di aggregazione di Stefano Bartolomei e
lie” che vi sono abbinate: libri scrittore nato a Kiev nel 1911, ma di Mortal Kombat 2011. della più vasta comunità italiana Francesco Caprini, con la
rari e introvabili e fumetti origi- vissuto a Milano dall’età di 16 Generazione Web ospiterà di “giocatori da tavolo”. collaborazione della Galleria
nali, infatti, sono stati scelti da anni, esposte tutte le prime edi- invece la terza tappa del Video- Infine a Ludica 2011 farà il Little Nemo di Torino. Dal 9
protagonisti del mondo lettera- zioni dei suoi libri e le immagini games Party Tour 2011, verrà suo debutto Giocabar, un’area al 23 marzo 2011 alle Grafiche
rio cinematografico e fumetti- realizzate per illustrarle. allestita un’area attrezzata con che riproporrà la possibilità di Oldoni di via Pezzotti 8,
a Milano.
stico, che hanno accompagnato Ovviamente il Cerchiogiallo è più di 80 postazioni da gioco in giocare con i cari, vecchi giochi
la loro segnalazione con spunti anche multimedialità e quindi grado di soddisfare anche i pla- del "Bar Centrale" di una volta,
Speciale Cartoomics-Ludica 2011
di lettura (o di visione) di stra- non mancherà una ricca carrella- yer più esigenti. Ben 12 i tornei dal calcio balilla al ping-pong, Coordinamento redazionale,
ordinario interesse. Reperto ta di booktrailer, trailer e video- in programma, fra cui il torneo dalle freccette al biliardo e ai progetto e realizzazione grafica:
dopo reperto, i visitatori clip della Milano in Giallo. ufficiale EA SPORTS Football flipper. Paolo Salvatore

MOSTRE
splayer una giornata di prove e lian Division, da Star Trek Ita-
approccio al palco per creare il
“battesimo” del cosplay. Una
lian Club a Rebel Legion Italia
Base, da Italian Klinzha Socie-
Dal cinema... dipinto alle T-shirt diabolike
possibilità per tutti gli appas- ty a Battlestar Galactica e a
sionati che vorrebbero (ma
non hanno ancora avuto l’ardi-
re di…) cimentarsi in un con-
test vero e proprio.
E, se è vero che squadra vin-
Tozai il Giappone in Italia,
senza dimenticare la 501st Ita-
lica Garrison, la guarnigione
italiana, unica ufficiale e rico-
nosciuta, della 501st Legion, il
A tre anni dalla morte di
uno dei più grandi pitto-
ri cartellonisti del dopo-
guerra, Cartoomics 2011, in
collaborazione con Cinema Di-
che hanno incontrato maggiori
difficoltà con la censura. In mo-
stra locandine di vari generi, dal
poliziottesco all’horror, dal-
l’erotico alla commedia, di film
co una raccolta di capi di abbi-
gliamento decorati con le imma-
gini del personaggio creato dalle
sorelle Giussani. In mostra T-
shirt, da quelle “storiche” degli
cente non si cambia, ecco che più grande club di costumi im- pinto, dedica una mostra alla fi- non solo italiani. anni ‘60 alle più recenti, cinture,
fra gli animatori di Cosplay Ci- periali di Star Wars al mondo, gura di Sandro Simeoni espo- Astorina sarà presente a Car- scarpe, felpe, borse, cravatte,
ty torneranno le associazioni che quest'anno festeggia i 25 nendo una cinquantina delle toomics 2011 anche con l’inedita cappellini... E persino l’orologio
che tanto successo anno ri- anni e proprio a Cartoomics sue locandine originali più rare mostra Diabolik. Non solo in prodotto in tiratura limitatissima
scosso lo scorso anno: da Ca- 2011 si presenterà con un pro- e significative E ponendo in nero. Nei panni del Re del nel 2002 per celebrare il quaran-
marilla Italia a Umbrella Ita- gramma d'eccezione. particolare l’accento sulle opere Terrore, che propone al pubbli- tennale del Re del Terrore.

Comic-Soon n.12 5
BLOG DI CARTA conoscenza. Anche autori
marginali o minori, vetusti
1. Luca Boschi (e forse dimenticati) oppure
nuovi di zecca e imberbi,
di Andrea Mazzotta vanno contestualizzati quel
tanto che basta per poterli
comprendere meglio. Il loro

I nizia da questo numero una nuova rubrica dedicata al web e al mondo dei
blogger, fabbri di idee e tendenze. Iniziamo la nostra esplorazione di questo
universo dell’informazione fumettistica con uno dei blogger più famosi e
seguiti: Luca Boschi (Pistoia, 1956), dal 1979 fumettista, saggista, giornalista spe-
cializzato su comics e cinema di animazione, animatore e screenplayer, autore tele-
modo di vedere il mondo
non è meno importante
della loro produzione stret-
tamente artistica. Vedo che i
visivo e teatrale. Collabora attualmente a Disney Anni d’Oro, Tesori Disney, I Grandi visitatori del blog apprezza-
Classici, Disney Story, Il Sole 24 Ore (per il quale cura anche il blog Cartoonist Globale: no, in linea di massima, per-
http://lucaboschi.nova100.ilsole24ore.com/), con gli editori The Walt Disney ché vari interventi contri-
Company, Panini, De Agostini e altri in Italia e all’estero. Dopo aver partecipa- buiscono ad arricchire i
to alle più importanti convention sui comics, dal 2001 è direttore culturale del contenuti dei pezzi che affi-
Salone Internazionale Napoli Comicon. Con Alberto Becattini e Lidia do al web.
Cannatella ha curato le collane La Grande Dinastia dei Paperi (2008) e Gli Anni
d’Oro di Topolino (2010), per conto del Corriere della Sera e della Gazzetta dello Sport. A.M.: Cartoonist Globale
Fra i premi ricevuti, quello ANAFI del 2008 per il Miglior Saggio del Settore: è uno di blog più seguiti
Irripetibili – Le Grandi Stagioni del Fumetto Italiano, pubblicato da Coniglio Editore. d’Italia, non solo dagli
appassionati di fumetto,
A.M.: Cartoonist Globale contiene nel suo titolo una definizione che ti ma da tutti quelli che
calza a pennello. Di cosa si occupa ogni giorno un “cartoonist globale” considerano la comunica-
nel suo blog? zione come una forma
L.B.: Un po’ di tutto quello che riguarda le immagini. Quelle “fisse” (illustrazio- d’arte. Come immagini il
ni, dipinti, scultura), quelle in movimento (cinema di animazione e non) e quel- tuo lettore?
le che potrei definire “cinematiche”, vale a dire dei Fumetti. Ne parla ospitando L.B.: Immagino che i lettori siano un po’ di ogni tipo. Senz’altro curiosi, non
anche opinioni e contributi di vari esperti e appassionati, con taglio più informa- necessariamente (come si può constatare) con interessi fumettocentrici. La pas-
tivo che critico. Gli approfondimenti, in un blog, possono essere dei flash, delle sione per le immagini, la narrazione e persino la satira è decisamente trasversale
“toccata e fuga”; ciononostante, mi si dice che gli articoli sono spesso assai lun- fra i lettori anche dal punto di vista politico. Direi che è addirittura più forte delle
ghi, più della media. posizioni politico-sociali personali. Quindi, diciamo anche questo blog è inter-
classista ed ecumenico.
A.M.: Più che un blog che si occupa di fumetti e animazione, il tuo è un
portale che analizza l’influenza dei fumetti e dell’animazione sulla cultu- A.M.: Spesso Cartoonist Globale è salotto, nello spazio dei commenti, di
ra contemporanea, offrendo sempre una visione a 360 gradi di un nume- accese denunce sociali, la maggior parte delle volte totalmente indipen-
ro spropositato di argomenti. Tu non ti limiti mai a riportare una notizia, denti dall’oggetto dei tuoi articoli. Molti blogger le vedrebbero come
ma bensì l’analizzi. Quali sono le tue chiavi di lettura che proponi ai tuoi entrate a gamba tesa rispetto agli argomenti del blog, ma tu sei un padro-
lettori? ne di casa molto gentile e tollerante. Ti affascina che il tuo blog sia con-
L.B.: Gli strumenti di lettura dovrebbero essere, prima di tutto, quelli della siderato un porto sicuro in cui esprimere la propria opinione?

6 Comic-Soon n.12
L.B.: Mi fa piacere, certo. Per me non è affatto una cosa nuova. La mia forma- RITORNO AL FUTURO, PARTE 2
zione professionale è avvenuta con le riviste a fumetti, da Linus a Frigidaire, da
Comic Art a Totem. E tutte queste riviste davano molto spazio ad argomenti com- Breve storia del fumetto dal 2010 a oggi
plementari al Fumetto e alle immagini. Figure come Giovanni Gandini e Oreste
del Buono sono state pionieristiche da questo punto di vista. Ma anche Totem di Giulio Gualtieri
Comic era significativo. Ne scrivevo, con un gruppo ristretto di amici e collabo-
ratori, circa il 70% dei redazionali, dando davvero molto spazio ai lettori di allo-
ra (in epoca pre-internet). Adesso Cartoonist Globale prosegue a suo modo quelle Tratto da Genealogia del Fumetto, seconda edizione in 3D,
esperienze, avvantaggiandosi di tempi serratissimi che la rete consente.
New New York 2075.
A.M.: Comunicare, discutere e analizzare il fumetto e l’animazione attra-
verso internet quanto e come è diverso rispetto alle stessa attività svolta
sulla ormai desueta carta?
L.B.: Il consumo di tutto quanto è assai più rapido. Le proposte, le osservazio-
ni e le risposte, anche le rettifiche, si possono fare in tempi strettissimi. Ma, se lo
si cancella, tutto resta nella rete e in un attimo, se necessario, può essere fatto
G li appassionati di fumetto non avevano affatto metabolizzato il pas-
saggio alla nuova forma sincretico-digitale del fumetto. All’inizio ne
restarono semplicemente disorientati e per il primo anno di edicole
virtuali la situazione rimase abbastanza tranquilla. Fatta eccezione per uno
sparuto gruppo di estremisti, i Collezionisti, non ci furono problemi.
riaffiorare. Tutto è raggiungibile in fretta.
Durante la prima fiera virtuale gli eventi però precipitarono rovinosamente,
A.M.: Internet oggi è l’unico canale in cui la critica e l’approfondimento fino alla famoso sciopero di marzo. I Collezionisti riuscirono a entrare con
si possono muovere liberamente? i loro avatar nello spazio virtuale, e al grido di Rivogliamo gli albi sugli scaffali
L.B.: No, tutt’altro. La carta è insostituibile. I libri non saranno mai oggetto di presero possesso del portale più cliccato per le vendite. Gli utenti apprezza-
censura, dato che la censura interviene sulla TV, sui giornali a grande diffusione. rono l’iniziativa al punto che smisero improvvisamente di comprare albi.
Non si sprecano energie per evitare che degli argomenti siano conosciuti da cer- La produzione era ferma, mentre i collezionisti lanciavano copie gratuite di
chie ristrette di appassionati ed esperti. Chi vuole, e trova editori disposti a pub- vecchi albi fotocopiati nelle maggiori città.
blicarlo, può parlare di fumetti, di disegni animato e di altro assai liberamente. Piazza Navona, i Navigli, le Molinette, il Vomero, Piazza del Duomo furo-
Non è detto che lo faccia, ma potrebbe. La rete, ripeto, può approfondire in no letteralmente invasi da supporti cartacei.
modo estemporaneo, ma spesso lo fa superficialmente e disordinatamente. I Dopo il terzo mese di sciopero il mercato era giunto al collasso. Qualche edi-
libri, degli ampi servizi su riviste, delle lunghe interviste possono andare a brac- tore aveva già cominciato a riparlare con il suo vecchio tipografo quando ar-
cetto con le proposte rapide lanciate nella rete. rivò improvvisamente la Soluzione.
E dire che ne se era già parlato alla fiera di Milano del 2011, eppure all’epo-
A.M.: Ogni blogger ha un articolo scritto ma mai pubblicato. Il tuo, se c’è, ca nessuno si era accorto dell’importanza di quell’idea...
qual è? E qual è l’articolo per il tuo blog che non sei riuscito mai scrive-
re? E qui si interrompe la riproduzione gratuita. Se volete ascoltare il resto, do-
L.B.: Una risposta per le due domande. Ci sono decine di articoli incompleti, in vete abbonarvi alla rete digitale G.A.G..
stand-by nel sistema TypePad che è quello usato per costruire i blog di Nòva - Il
Sole 24 Ore. Li ho iniziati e abbandonati incompleti al loro destino. Alcuni sono
completi e... non è che non sia riuscito a scriverli... non ho mai avuto il tempo di
scegliere le immagini, tradurle in codici alfanumerici e così via. Invece, poiché i
blog vanno presi di petto, ne ho altri vari che spuntano su all’improvviso e sbar-
rano il passo agli “antichi”.

Comic-Soon n.12 7
A Caroli Mauro - Draghi e Fate Ennebi Trucco e Parrucco EE08 Il Manifesto L09
Aeronavimodel B27 I11 Euromanga U04 Il Mondo dei Giochi V22
Agenzia degli Incantesimi Area Carte Binarie Area IlMioLatoScuro.com H18
autoproduzione autoproduzione F Imperial Crown Alliance CC06
Akiba BB9 CinemaToys P21 Fable V18 Inkiostro Art K21
Alastor S19 Cioccolato di Perugia I22 Farinatoys.com F20 International Comics di Ottavio
Alchemian X12 Coccistella Kawaine Dolls V20 Ferifox Cartoon P10 Lovecchio T18
Anafi K09 Collezionismo nel Web P12 Fiori di Ciliegio V08 Irondie B17
Andrea Domestici - DEd’A Edizioni Comic Service M04 Flashbook Edizioni V11 Italian Klinzha Society BB06
G10 Cosplay City AA08 France Orient EE02
Angelo Porazzi Games Area Cotaku Shop X14 Francesco Pappaianni M03 J
autoproduzione Crabby Kids BB03 Franz Porta L30 Japanmanga AA17
Arcadiaworld AA12 Crazy Video H24 Frez Brothers - Massimiliano Japanwiki BB20
Ars Restaurandi - Restauro Fumetti Cyrano Comics H05 Frezzato U25
Area autoproduzione Fumetteria Clover X01 K
Art of Comics - Marc Mohhen D Fumo di China F16 Kaila Ricci Area
V03 Daniela Pupa - Cookieland e Teru autoproduzione
Artists Alley G07 Teru Kumo AA15 G Kyoki Shop Area
Ass. Cult. Tozai BB14 Dejavu - La Festa delle Fate Gagliardelli Tiziano I13 autoproduzione
Ass. Italia-Giappone Ochacaffè AA14 Galleria La Nona Arte F11
U02 Dimensione Anime AA13 Gokuraku Fumetti e Cartoni L
Astorina K02 Dream Colours R29 O19 La Cioccolateria Caput Villa
Astral Area autoproduzione DVD/Film/Card Yu-Gi-Oh! I15 GP Publishing U10 X20
Grifo Edizioni H08 La Fumettoteca di Frugoli Simone
B E S20
Balance Games Area Editoriale Aurea G12 H La Libreria Tuttofumetto di
autoproduzione Editoriale Mercury Q22 HobbyAnime AA10 Monfalcone Q14
BAO Publishing G06 Edizioni BD U01 Hazard Edizioni G08-H07 La Locanda alla Fine dei Mondi
Battlestar Galactica BB08 Edizioni Papel - Spazio T14
Crapapelada I06 I La Tana dei Goblin B15
C Elettronica Sestese - Sky Service I Mostri di Max H13 Lavieri Comics L07
Callao Giochi Area T12 Il Collezionista di Colotti Gilberto Le Miniature di Orion Area
autoproduzione Endrucomics Q30 V15 autoproduzione
Camarilla Italia BB02 Energia Ludica Area Il Giornalaio di Bombacigno G. Led Art Studio N01
Camon Riders R24 autoproduzione G14 Legione 501 Star Wars X02

C27 C40 E39 E30 F33 F42 G34 H25 H27 I29 I40 K35 L29 L31 O40

VIALE DEGLI ARTISTI SPAZIO GALLERIE


M22 N13 O36 P22 Q25
K24 L46 M23 N24 O35
M20 P29
L27
GIOCABAR L44 M21 N22 O33 O34
CALCIO BALILLA, PING PONG, BILIARDO, K22 P27 P20 Q23
M18
AREA SUBBUTEO, AIR HOCKEY, FLIPPER, ETC. L25 L42 M19
N11
N20 O31 O32 P18 Q21
RISTORO K20 P25
L40 M17 N18 O29
K18 L23 L38 M16 N09 N16 O30 P23 P16 Q19

LUDICA B27
FUMETTO/COLL
E18 O26
corsia M

C26
corsia N

F26
corsia H

corsia O
corsia G

corsia P
corsia L
corsia B

corsia K
corsia F
corsia C

corsia E

P14
corsia I

AREA IN COLLABORAZIONE CON


LA CITTÀ DEL GIOCO,
LEGO E ASTERION B25 F23 G19 G22 I26 K21
L30 M11
B20 H24 I17 M08
B23 F21 G17 G20 I24 K19 O24 Q15
B18 F24
TAVOLI GIOCO

B21 SPAZIO G15 H22 I22 K17 L28 M07 M06 O19 O22
SCUOLE F19 I15 P19
P12 Q13
B19 E16 F20 H13 H20 I20 K15 O20
F17 G13 I13 L26
B16 C15 MOSTRA
B17 F15 G16 H18 I18 M03 M04 O15 O18 Q11
EROTICA
TAVOLI GIOCO

B15 B14 D15 E14 F13 F18 G11 G14 H11 H16 I11 I16 K11 L11 L24 M01 M02 N01 N02 O13 O16 P15 P10

AREA EDITORIA
G07 G12 I14 K06 L09
AREA D12 E13 E12 F11 F16 H14
AUTOPRODUZIONE H12 I12 K09 L07
F09 I09
TORNEO
H07 I10 K07 MOSTRA
AGORA
WARANGEL E
PRESENTAZIONE
ASSIST E10 F07 F12 I07 MILANO VESTE FUMETTO
INCONTRI,
G08 H05 K05
DIBATTITI E
PRESENTAZIONI E08 F10 H08
AUTORI MOSTRA
D05 E06 G01 G06 H03 H06 I05 I06 K03 K02 CERCHIOGIALLO

Al Pad. 2
AREA AUTOGRAFI
O04 O02 P01
Scuola del Fumetto di Milano C26
Scuola Internazionale di Comics
F10
Scuola Superiore d’Arte Applicata
del Castello Sforzesco D15
Semola Giocolibreria Medioevale
B19
Serfer Giochi Area
autoproduzione
Sergio Bonelli Editore G01
L’Emporio del Kloor’a’Kawn BB18 Retrogames EE10 Simraceway CC12
Lia Parrucche AA06 Omocha X15 Società Editrice La Torre H12
Limited Edition H22 Ory V27 Soloriginali U12
Ludosport Combat Academy Star Trek Italian Club BB04
BB12 P Stardust R22
Pagine di Fumetti - Tavole Originali Stefano Bartolomei & Antonio
M H16 Vianovi L24
Magic X13 Paper Make It! Area Studio Poko V06
SuperGulp S24 autoproduzione
Magic T di Colaleo Elisa EE06 autoproduzione
Sweet & Chocolate B14 www.betagames.it Y11
Magic Toys B21 Paperi e Kryptonite P14
www.bottegagiapponese.it Z14
Maremoto B20 Pavesio F12
T www.davidstore.net U06
Margotti Mirco I20 Peppe Store M02
Tau Beta M07 www.japanimport.it Z16
Martina’s Fumetti T01 Piacenza Fumetti U18
TavoleOriginali.net P15 www.jappamondo.com Q18
Mattomarinaio I16 Pianeta Hobby V12
Teke Yaoi R17 www.netcityonline.com CC09
Medioevo BB16 Pollo Spennato di Daniela Gigli
Tesori di Carta M01 www.robokun.it X03
Menhir Edizioni I12 Area autoproduzione
Tunué - Editori dell’Immaginario www.robotron.it Torino EE04
Millennium Shop U28 Progetto Abstrakta B16
K11 www.videogiochiperpassione.com
Mimmia Comics S14 Puromanga U04
Toys Hunter V16 CC10
Mio Tesoro N02
Mondiversi Games Academy Torino Q Tuttofumetto Parma I18
Y
B18 Q Press K07
U Yellow Kid I17
Moscati Camillo Kinocomics
Museum I10 R Umbrella Italian Division BB10
Z
Movieland Parc - Canevaworld ReNoir Comics I14
V Zappulla - Compralosubito R20
CC03 Robokun X03
Robotron in Franchising U13 Vertigo Shop BB05
N Ronin di Luca Maria Martino Video Games Party EE12-DD20
Nicola Pesce Editore I05 U09
Nuvole Rosa H20 W
S W.R. Buste e Accessori V19 Main sponsor Con il patrocinio di: In collaborazione con:

O Sartoria Streghe e Fate AA06 Watergate - Gioco Educativo


Old Game Videogiochi e Savelloni Vittorio Q28 sull’Acqua Area

Q30 BAR U28 V27 X30


CC14
DD19 DD22

R26 S25 S30 T18 U26 V25 DD20


Q28 R35
R24 U24
AREA EE12
S23 S28 T09 T14 U27 U22 V23
AREA
VIDEOGIOCHI
R22 S21 S26 T07 U25 U22 V21 RISTORO
9 Q22 R29 R20 S24 T12 U23 U20 V19
AREA
LEZIONISMO VIDEOGIOCHI
A
corsia AA

Q20 R15
corsia X

corsia Y
corsia Q

corsia T

U18
corsia R

corsia U

V15
corsia V

V22 X17 AA17


corsia S

R X20 Z20

5
S20 V20
E X18
X15
U14
V18 A AA15

3 V16 X11 Z16


Q18 U12
V11 M X14

1 Q16 A Z14 AA13


CC10 CC11 CC12

S19 Q14 S14 T01 U15 U10 V12 N X12 Y11 AA14 BB09 CC09 CC04 CC06
G EE10

INFO POINT
U13 U06
A COSPLAY CITY BB20
EE08
INGRESSO X07 X10 AA12 INGRESSO

S12 U09
G BB18 BB16
EE06
corsia CC
corsia BB

corsia EE

V08 A BB05

O
U04
D X08
PALCO
Y05
AA10
ASSOCIAZIONI EE04
S08 V06
V04 X03
G COSPLAY
AA08 BB03
BB10 BB12 BB14 CC03
BB02 BB04 BB06 BB08
L06 S06 S04 U01 U02 X01
E X04 Y03 AA06
CC01

T EE02

Q04 Q02 S02 V01 V02 EE01


R01 X02 Y01 AA02
INTERVISTA A NICK BERTOZZI N.B.: Avevo in mente un approc-
cio narrativo semplice, utilizzando
gli scritti dei diari di Lewis e Clark
di Daniele Mancino
come unico testo del fumetto, ma
quando ho scoperto che il padre di
na chiacchierata con Nick Bertozzi, ospite a Cartoomics per presen- Lewis è morto giovane e che

U tare il suo più recente lavoro, Il Grande Viaggio di Lewis & Clark
(BAO Publishing), dedicato alla storica prima esplorazione statuniten-
se a raggiungere la costa pacifica via terra.
Lewis era l’aiutante di campo del
Presidente Thomas Jefferson, mi
sono reso conto che il viaggio di
Lewis verso il Pacifico è stato più
D.M.: Ciao Nick, e benvenuto su queste pagine! Che ne diresti di ini- di una missione di documentazio-
ziare introducendo te e il tuo lavoro ai lettori? ne: per il giovane ufficiale era un
N.B.: Sono cresciuto nel New England e ho vissuto a Madrid, Philadelphia modo per fare colpo sulla sua figu-
e infine New York, dove abito da quasi due decenni. Il mio cognome è ra paterna, il Presidente Jefferson.
Bertozzi, ma non parlo italiano. Il mio bisnonno Nicola, che emigrò da Questo mi ha dato il gancio emo-
Sassi, un piccolo paese non troppo distante da Lucca, per fare fortuna in tivo su cui sorreggere l’intera sto-
America vendendo gelati, proibì ai suoi figli americani di parlare italiano. ria e mantenere interessante la mo-
Chiedo scusa a suo nome! tivazione di Lewis una volta rag-
Lavoro come autore di fumetti da quasi vent’anni, ho vinto premi e scritto giunto il Pacifico e ripresa la via
e disegnato fumetti di quasi tutti i generi, dall’autobiografico alla fantascien- del ritorno. Racconta la storia co-
za. Ho realizzato lavori per Marvel, DC, NBC, il New York Times, Jonathan me una vita anziché un susseguir-
Ames, Harvey Pekar e molti altri, ma sono conosciuto soprattutto per i miei si di eventi, un metodo che rende la lettura più emozionante.
fumetti biografici e di fiction storica su Picasso (The Salon) e Houdini
(Houdini: The Handcuff King). D.M.: Mentre scriviamo, il volume è appena stato pubblicato. Quali so-
no stati le prime reazioni a esso? Hai avuto riscontri da canali non fu-
D.M.: Come è nato il tuo interesse per la spedizione di Lewis e Clark, mettistici, come quelli legati allo studio della storia americana?
e come si è evoluto in questo progetto? N.B.: Le reazioni al libro sono state eccellenti, e ho chiesto al noto docu-
N.B.: Quindici anni fa, quando mi occupavo principalmente di mini-co- mentarista di storia americana Ken Burns di fornirmi una frase in evidenza,
mics, pensai di realizzare un fumetto breve in cui la parte superiore di ogni cosa che lui ha molto gentilmente concesso. Ho riordinato un paio di even-
pagina sarebbe stata l’inizio della storia e poi, capovolgendo l’albo una vol- ti nella storia - solo un paio! - e mi metterebbe a disagio se il libro fosse con-
ta raggiunta la fine, la metà inferiore (diventata così quella superiore... con- siderato come un lavoro accademico. Certamente non lo è, anche se mi so-
torto!) ne avrebbe raccontato la seconda parte. Il viaggio di Lewis e Clark mi no impegnato a mantenerlo il più accurato possibile.
sembrava la storia perfetta per questo formato. Quando ho iniziato le ricer-
che per il mini-comic mi sono reso conto di quanto poco sapessi in realtà di D.M.: Su cosa lavorerai adesso? Hai in programma altri racconti di ge-
Lewis e Clark, e non vi ho rimesso mano finché il mio agente non ha senti- nere storico?
to che la First Second voleva pubblicare alcuni libri dedicati a esplorazioni. N.B.: Sto scrivendo e disegnando un fumetto biografico sull’esploratore
Ernest Shackleton, per First Second. Contemporaneamente sto realizzando
D.M.: Puoi descriverci i principali processi e le scelte che hai utilizza- le 380 pagine di Jerusalem, su una sceneggiatura del regista Boaz Yakin, sem-
to nel raccontare un evento storico così noto e documentato nel lin- pre per First Second. Spero di poter tornare presto a dedicarmi alla mia strip
guaggio dei graphic novel? on-line di fantascienza Persimmon Cup.

10 Comic-Soon n.12
THE OFFICIAL HANDBOOK OF SUPERAMICI
di R. Amal Serena

C orreva l’anno 1800 quasi ‘900, un grosso


scossone scuote la nostra realtà squarcian-
dola in più punti. In alcune località dello
Stivale compaiono dei personaggi sperduti, dei
supereroi alla ricerca dei loro superpoteri e del
modo di potenziarli il più possibile.
Arrivano nel nostro mondo, trascinati dalla storia e
dal tempo, coloro che un giorno diventeranno i
supereroi del fumetto italiano: i Superamici.
Le loro identità di copertura rimangono segrete ai
più, ma i loro nomi di battaglia sono ormai famosi
dalle Alpi allo Ionio: Tuono Pettinato cavaliere
della più alta forma di sadismo, la cortesia; il
Dottor Pira devoto pagano dall’ironia tagliente del
più perfido dei bambini; Maicol&Mirco la coppia
più cinica del creato; Ratigher, il messia degli sciroccati e LRNZ custode di una
saggezza aliena che guarda al di là dei nostri poveri occhi mortali.
Un gruppo di super disegnatori dagli stili più diversi e strani, capaci di mettersi
inseme e creare un marchio che diventa pietra miliare dell’underground italiano.
Piccoli grandi supereroi che si trovano a combattere il loro acerrimo nemico:
l’ignavia degli italiani.
Ma non si fermano: raccolgono le forze unendo le loro eclettiche capacità,
diventando in grado di fare qualunque cosa. Dipingere una nave nel porto di
Ancona sotto il sole cocente, realizzare film di animazione per il Giappone,
dominare creature come l’aperiodico Hobby Comics (Grrrzetic), spopolare nel
web, approdare a riviste come XL di Repubblica, Rolling Stone, ANIMAls. Eroi
solitari che danno vita a un numero speciale di X Comics (passato alla storia come
il numero meno onanisticamente utilizzabile).
Dopo anni di autoproduzioni conquistano alcuni dei maggiori editori italiani,
Tuono Pettinato con Rizzoli-Lizard, Maicol&Mirco con Coconino.
Infine, in tempi recenti, danno vita all’audace progetto di Pic Nic: “fumetti gra-
tis per tutti e per sempre”.
Complessi, diversi tra di loro, unici e soprattutto capaci di rinnovarsi ogni anno
che passa. Questa è la miscela che permette ai nostri supereroi di essere impre-
vedibili e di lasciarti con il fiato sospeso in attesa delle loro prossime avventure.
Loro sono i Superamici, la punta di diamante del fumetto italiano e riassumerli
in poche righe è davvero un’eresia.

SUPERSCHEDE di Alessio Trabacchini

TUONO PETTINATO del reale del suo eroe, Bimbo Fango. Divorata e digerita un’enorme cultura vi-
Origine: Pisa siva, sa rendere la consistenza della carne – e tutto, nei suoi disegni, è fatto di
Superpoteri: prima virtuoso dell’autoproduzione e suonato- un qualche tipo di carne – col solo ausilio della linea e poco più.
re di chitarra giocattolo nella band Laghetto, oggi narrato- http://ratigher.blogspot.com
re sottile e spiazzante che riscrive le regole della parodia per
raccontare – a grandi e piccini – le ansie profonde del pre- LRNZ
sente e i drammi della Storia. Origine: Roma
Sedotti dall’affabilità del segno e dalla verve comica, molti lo ritengono il più Superpoteri: I suoi immensi poteri di disegnatore, LRNZ li di-
mansueto dei Superamici, ma le storie di TP sono tanto morbide quanto affila- vide tra grafica (importanti campagne pubblicitarie), anima-
te. Come orsacchiotti con gli artigli. zione, illustrazione e fumetto. La sua intelligenza analitica si
http://tuonopettinato.blogspot.com nutre di miti, la sua grazia sintetica li crea, cercando ogni vol-
ta un diverso punto di fusione per gli elementi che la compongono: eleganza
DR. PIRA europea, incisività nordamericana e precisione nipponica. È a lavoro sulla se-
Origine: Tortona rie Golem, l’edificazione di un mondo.
Superpoteri : grafico e musicista 8-bit (sotto il nome di http://lrnz.blogspot.com
Pira666, cfr. cervellomeccanico.com), il Dr. Pira disegna epi-
fanie e catastrofi. Il suo stile è moderno e atavico, violento MAICOL&MIRCO
come quello di un bambino, equilibrato come quello di un Origine: San Benedetto del Tronto
druido. Finora le sue visioni (Topo, Papero, Gatto Mondadori, il campione di Superpoteri: Maicol&Mirco in realtà sono in due, fanno fu-
minigolf Gimba) si sono manifestate in ordine sparso – albetti spillati, contribu- metti e quadri, entrambi di varie dimensioni. Con le loro figu-
ti a riviste – ma è ora al lavoro in un’altra dimensione e non può svelarvi nul- rette – ora geometriche, ora sul punto di disfarsi nell’infor-
la. me, ma sempre troppo umane – raccontano l’amicizia, la so-
http://www.fumettidellagleba.org litudine, la morte e spingono il comico oltre gli abissi del Nulla: giù dal burro-
ne. Se Emil Cioran avesse passato le sue notti insonni a disegnare le storie di
RATIGHER Geppo e Soldino, sarebbero venute più o meno così.
Origine: Popoli http://maicolemirco.blogspot.com
Superpoteri: Ratigher, già chitarra nei Laghetto e visionario
sperimentatore per immagini, è un autore feroce, spietato e
romantico. Con questo piglio ha raccontato le angosce, le
bramosie, i sogni dei giovani e l’immersione nell’impurità

http://www.superamici.com - http://supersuperamici.blogspot.com/ - http://www.picniccomics.com/ - http://hobbycomics.blogspot.com/ - http://l825.blogspot.com/

Comic-Soon n.12 11
RAPUNZEL E LA RINASCITA DISNEY
Debutta in DVD/BD il cinquantesimo
lungometraggio canonico degli Studios
)$(1=$
di Valerio Paccagnella &20,&6
E *$0(6 
È I
successo di tutto in questo ultimo decennio ai Walt Disney Animation
Studios, passati dalla tragica gestione Eisner a quella di stampo Pixariano
voluta da Lasseter e soci. E in tutti questi tumulti Rapunzel veniva por-
tato avanti. Se ne scrissero qualcosa come quattro versioni differenti, con inten-
ti, stili e sensibilità spesso e volentieri opposte. 'IOC A C O N N O
Una cosa però è quasi sempre rimasta costante: Rapunzel avrebbe dovuto rivolu-
zionare l’animazione computerizzata, conferendole le tipiche qualità espressive e  / *,
recitative dell’animazione tradizionale. L’uomo chiave di questo progetto era
Glen Keane, uno dei pilastri della Disney anni 90, e senza dubbio il miglior ani- - <" 
matore attualmente in circolazione. Affidare al numero uno dell’animazione tra-
dizionale la resa di un film in computer grafica, per farci addirittura una fiaba,
6 " -
genere inviso alle nuove frontiere dell’animazione, era un azzardo. Se però l’az-
zardo si fosse trasformato in un progetto ben preciso volto a nobilitare una CGI "-/,Ê ,
/"Ê Ê1 //" /", É "-/,/6
da sempre a disagio con la figura umana e incapace di trovare la giusta via di 1-/"Ê Ê Ê
" <" "
  ,1""
mezzo tra caricatura e fotorealismo, allora poteva essere diverso. E Glen aveva 6 " -ʇÊ"
Ê Ê,1""
le idee chiare, e attraverso ogni fase o riscrittura del film, ha sempre continuato ,  "

a istruire la crew di animatori 3D, mostrando loro come infondere lo stile Disney 
/" ‡1, -ʇÊ  /-
nei modelli poligonali o come aumentare la qualità dei loro movimenti, otte-
" -"
, 1 "Ê <" 
nendo un effetto davvero mai visto.

"-*9 ,- *,"6 ,/1/
Un’altra cosa certa è che Rapunzel non sarebbe stato solo una fiaba, ma addirit-
tura un musical: un’anomalia bella grossa in un panorama oramai avverso a que-
sto genere. Ma non c’era dubbio che se si voleva tentare l’esperimento del
Classico a tutti gli effetti era necessario che Rapunzel portasse la firma di Alan
Menken, il re delle colonne sonore Disney anni 90, secondo il quale un
approccio lievemente rock poteva descrivere alla perfezione la storia di una
 <  ,
6 ,-", /" £ ‡  < ­,® ‡ ",," £äÉ£n]Îä
capellona desiderosa di libertà.
Passando poi alla vicenda, possiamo dire che Rapunzel ripropone il classicissimo
stile narrativo Disneyano, perfettamente calibrato e privo di sbavature ritmiche, Îä *,
oliato dalla musica di Menken che da sempre fornisce le scene più intense ed
esaltanti. Il messaggio che traspare è chiaro, e cioè che anche con la CGI è pos-
sibile realizzare un Classico Disney “come una volta”. Quindi rivoluzione, sì, ma
£ "
più formale che contenutistica. Ma anche se ben collaudato, questo processo di ZZZH[SRVLWLRQVHUYLFHLW7HO&HOO
scrittura riesce a restituirci alcuni spunti non banali, come il rapporto ambiguo 6 "
"  , --" , "//" ­>˜V…i ˆ˜ vœÌœVœ«ˆ>®
tra Rapunzel e la sua matrigna/carceriera. Madre Gothel, con l’intenzione di
sfruttare i capelli magici di Rapunzel per mantenersi giovane, la rapisce da neo-
nata e la alleva senza mai farla uscire, costruendo barriere psicologiche intorno
a lei, infondendole la convinzione che il mondo esterno sia cattivo e che lei sia
troppo bruttina e debole per riuscire a far fronte a tali orrori. Una violenza psi-
cologica notevole che descrive un un rapporto genitoriale morboso, basato sul-
l’inganno e la manipolazione, e uno filiale fatto di senso di colpa, disagio e insod-
disfazione. Rapunzel è la storia della liberazione della protagonista da queste
catene psicologiche e della sua ingenua ribellione, che si traduce in una sorta di
fuga al fianco di Flynn Rider, bandito in corso di redenzione, e contrappunto
picaresco del film. Una fiaba un po’ hippie che ci presenta la principessa Disney
più adorabile di sempre, la più espressiva, la più simpatica, e dire questo di un
film in CGI è una gran cosa, specie dopo tutto il discutere di figura umana che
si è fatto negli anni passati.
La Principessa e il Ranocchio, col suo ritorno all’animazione tradizionale e alla fiaba
musicale, era stato il manifesto della Disney di Lasseter, ma non aveva dato al
botteghino i risultati sperati dalla dirigenza, cosa che aveva causato una cancel-
lazione dei futuri progetti fiabeschi.
Cancellare anche Rapunzel non si poteva, quindi l’unica cosa da fare per limitare
i danni, secondo il reparto marketing americano, era cambiare il titolo nel più
ironico Tangled, e portare avanti una campagna pubblicitaria alquanto fuorvian-
te, mirata a vendere il prodotto come una semplice commediola. Ma anche se
boicottato dalla stessa dirigenza, Rapunzel sarebbe invece stato un gran succes-
so, come da tempo non se ne vedevano in casa Disney. Certo, chiunque a poste-
riori potrebbe affermare che siano i frutti dalla “furba” manovra di marketing
operata, ma va considerato anche il fattore passaparola, che quasi sempre tende
a far emergere gli inganni dei trailer. Per cui è molto più logico pensare che La
Principessa e il Ranocchio abbia lanciato presso il pubblico un segnale di ripresa,
convincendo anche i più scettici delle potenzialità dello studio d’animazione più
antico del mondo.

© Disney

14 Comic-Soon n.12