Sei sulla pagina 1di 50

 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

Progettazione e Calcolo delle strutture in C.A.

Tutorial & Manuale Operativo

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 1/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

Tutorial e Manuale Operativo di


EdiLus-CA

 ACCA software

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 2/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

 
ACCA software S.p.A.
Via Michelangelo Cianciulli
83048 MONTELLA (AV) - Italy
Tel. (+39) 0827/69504 - Fax (+39) 0827/ 601235
E-mail: info@acca.it - Internet: www.acca.it
Tutti i diritti sono riservati.
RESPONSABILITÀ
 ACCA software non si assume alcuna responsabilità circa i risultati di calcolo e la documentazione
prodotta con il programma EdiLus-CA.
Per quanto sia stata prestata la massima attenzione e cura alle procedure di calcolo e ai modelli
per la produzione dei documenti, non è possibile assicurare l'esattezza e la completezza degli
stessi nonchè la loro rispondenza alle normative vigenti.
PER TUTTO QUANTO INNANZI ESPOSTO:
 ACCA non si assume alcuna responsabilità sul contenuto dei risultati di calcolo e dei documenti
prodotti e sulla loro rispondenza alla legislazione vigente.
L'utente, quindi, è tenuto a valutare e verificare i risultati e i documenti prodotti in ogni loro parte,
compresa la loro rispondenza alla legislazione vigente, essendo egli stesso l'unico responsabile
della loro esattezza e completezza.
In nessun caso, comunque, ACCA sarà responsabile di danneggiamenti diretti, indiretti, o conse-
guenti ad errori e/o difetti nei dati e nel programma (inclusi, senza limitazioni, il danno per perdita o
mancato guadagno, interruzione dell'attività, perdita di informazioni o altre perdite economiche e/o
d'immagine), anche nel caso che ACCA sia stata avvertita della possibilità di tali danni.
In ogni caso, la responsabilità di ACCA sarà limitata ad un importo corrispondente al prezzo di
vendita del prodotto.
Nel caso non si accettassero le suddette condizioni il prodotto può essere restituito entro 8 giorni
dall'acquisto con conseguente rimborso della somma, eventualmente, per esso pagata.
Per ogni controversia sarà esclusivamente competente il foro di S. Angelo dei Lombardi (AV).
AVVERTENZE PER L’USO
EdiLus-CA è un programma per il calcolo delle strutture in cemento armato che utilizza il metodo
degli elementi finiti.
È necessario che l’utilizzatore del software abbia le competenze nel campo del calcolo strutturale
in cemento armato e nelle metodologie di calcolo adoperate dal programma al fine di creare le
opportune modellazione delle strutture.
Una mancanza di competenze specifiche potrebbe portare a modellazioni delle strutture a calcoli e
a risultati completamente errati, non corrispondenti a condizioni reali e, soprattutto, potenzialmente
dannosi per l’incolumità di cose o persone.
Oltre alla necessaria competenza, quindi, è richiesta l’assunzione di responsabilità rispetto ai risul-
tati che è possibile ottenere tramite il software.
Pertanto i risultati vanno analizzati in tutti i loro dettagli, prima di essere utilizzati a fini professionali
in quanto l’unico responsabile legale dei risultati di calcolo e della documentazione prodotta è il
Tecnico che li sottoscrive.
ACCA software S.p.A.
COPYRIGHT
EdiLus-CA è un prodotto di ACCA software S.p.A..
Questa pubblicazione, o parte di essa, non può essere riprodotta in nessuna forma, in alcun modo e
per nessuno scopo, senza autorizzazione scritta di ACCA software S.p.A..
 ACCA, PriMus, CanTus, CEG, TerMus, Object DRAW, DocMus, CerTus, Ufficius ed EdiLus sono
marchi registrati.
 Altri diritti:
 ACCAreader è un prodotto di ACCA software S.p.A..
EdiLus-CA utilizza una versione personalizzata del solutore ad elementi finiti Microsap, di proprietà
di Tesys s.n.c..
Windows è un marchio Microsoft.
 Acrobat(R) Reader
servati. - Adobe copyright
e Acrobat sono(C)marchi
1987-2001 Adobe
di Adobe Systems
Systems Incorporated. - Tutti i diritti sono ri-
Incorporated.
Tutti i marchi e prodotti citati sono dei rispettivi legittimi proprietari.

 ACCA software

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 3/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

Condizioni di Licenza d’Uso

ATTENZIONE
Condizioni di licenza d’uso
I Programmi denominati PriMus, PriMus-P, PriMus-B, PriMus-i, PriMus for AUTOCAD®, Pri-
Mus-EP, PriMus-DCF, CEG, CanTus, PriMus-A, PriMus-C, PriMus-N, PriMus-K, TerMus,
TerMus-i, DocMus, CerTus, CerTus-N, CerTus-CAD, CosTus, ProTus, ProTus-B, ProTus-S,
ParCus, ParCus-IA, ParCus-G, ParCus-P, ManTus-P, ACCAreader, FacTus, Ufficius, ConDus,
ConDus-PA, Impresus e CerTus-VB sono stati ideati e progettati da GUIDO CIANCIULLI da
Montella (AV) che ne è l’Autore (in seguito, per brevità, Guido Cianciulli sarà indicato come
Autore) e sono stati realizzati, prodotti e distribuiti dalla ditta ACCA software S.p.A. da Montel-
la (in seguito, per brevità, ACCA software S.p.A. sarà indicata come ACCA).
I Programmi denominati EdiLus-CA, EdiLus-MU, AutoRapidus, ArchiRapidus, ReviRapidus,
BlockNotus, EsiMus, PriMus Pocket, Privatus, Praticus-DIA, DeCuius, Fotus, PocketRapidus e
CerTus-PN sono prodotti e distribuiti da ACCA.
L’Autore e ACCA concedono al Cliente, che accetta, la sola LICENZA D’USO non esclusiva
del presente Programma e si riservano, anche per i loro aventi causa, l’esclusiva proprietà dello
stesso e di tutti i suoi diritti potendone sempre disporre come meglio crederanno e nei confronti
di chiunque. Si riservano, altresì, la facoltà di modificare il prodotto senza preavviso ed in qual-
siasi momento. Gli aggiornamenti saranno incorporati nelle nuove edizioni.
La Licenza d’Uso del Programma non comprende la facoltà di ottenerlo in formato sorgente, né
di disporre della relativa documentazione logica e/o di progetto.
L’uso del Programma è consentito su una sola macchina per volta finché in possesso del Cliente
così come un disco può essere ascoltato su uno stereo alla volta o un libro letto da una sola per-
sona alla volta. Il Cliente che ceda i dischi, la protezione ed il manuale in oggetto ad altri è ob-
 bligato a cessarne l’uso, a non trattenerne alcuna copia ed a comunicarlo ad ACCA software
S.p.A. Il nuovo acquirente è tenuto ad osservare le presenti condizioni.
Le installazioni del programma, successive alla prima, intestate allo stesso utente (installazioni
multiuser e seconde copie) NON possono essere cedute (né a titolo oneroso né gratuito) sepa-
ratamente dalla prima in quanto tutte insieme costituiscono un UNICO pacchetto.
Malfunzionamenti del Programma, ad installazione avvenuta, coinvolgono il Cliente in tutti i
necessari servizi di manutenzione, riparazione, correzione ed ogni incidentale o conseguente
danneggiamento.
L’Autore e ACCA non garantiscono che le procedure del presente Programma soddisfino le esigen-
ze del Cliente e che queste funzionino in qualsiasi combinazione vengano da esso usate, né forni-
scono alcun’altra garanzia, espressa o implicita, relativa al manuale d’uso ed al software in esso
descritto; conseguenti rischi derivanti dal loro uso sono completamente a carico del Cliente e quindi
in nessun caso l’Autore e ACCA saranno responsabili di danneggiamenti diretti, indiretti, o conse-
guenti a difetti di software. Il Cliente ha l’onere e la responsabilità della scelta, della installazione,
dell’uso e della gestione del Programma al fine del raggiungimento del risultato prefissosi.
Esclusione di responsabilità per danni indiretti: in nessun caso l’Autore e ACCA saranno responsa-
 bili per i danni (inclusi, senza limitazioni, il danno per perdita o mancato guadagno, interruzione
dell’attività, perdita di informazioni o altre perdite economiche e/o di immagine) derivanti dall’uso
del programma, anche nel caso che l’Autore e ACCA siano stati avvertiti della possibilità di tali
danni. In ogni caso, la responsabilità dell’Autore e di ACCA, ai sensi del presente contratto, sarà
limitata ad un importo corrispondente al prezzo di vendita del programma.
ACCA non si assume alcuna responsabilità sul contenuto e/o sulla correttezza dei Dati e/o

degli
zione Archivi
vigente eeventualmente
sui documenti forniti con il programma,
che è possibile ottenere dalsulla loro L’Utente,
loro uso. rispondenza alla legisla-
pertanto, è tenu-
to a valutare e verificare i Dati e/o gli Archivi in ogni loro parte, compresa la loro rispondenza

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 4/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

Condizioni di Licenza d’Uso

alla legislazione vigente, essendo egli stesso l’unico responsabile dell’esattezza degli elaborati e
dei risultati che si ottengono dal loro uso.
Gli Archivi del programma, se non diversamente ed espressamente dichiarato, sono di proprietà
di ACCA e possono essere utilizzati unicamente con il programma. Gli Archivi, o parte di essi,
non dovranno,
È vietato in alcun
copiare e/o modo, essere ilriportati
modificare softwaree utilizzati in altre procedure.
e/o il materiale stampato del presente Pro-
gramma senza l’autorizzazione dell’Autore e di ACCA.
La eventuale protezione Hardware (detta chiave) è in garanzia per 12 mesi per guasti derivanti
dal normale uso descritto nel manuale d’uso. Se detta chiave dovesse riportare segni di mano-
missione o uso anomalo non si avrà più diritto alla sostituzione della stessa né a titolo gratuito, se
ancora in garanzia, né a titolo oneroso con conseguente risoluzione della Licenza d’Uso.
ACCA non garantisce il funzionamento della eventuale chiave a seguito di future evoluzioni
dell’hardware (computer, porte parallele, porte USB, stampanti, ecc.). In tal caso, se disponibi-
le, l’utente dovrà acquistare una nuova chiave restituendo, comunque, la vecchia.
ACCA non garantisce il funzionamento e la trasparenza della eventuale chiave hardware in se-
rie con periferiche che utilizzano le porte parallela e/o USB in maniera esclusiva e/o scorretta
(periferiche tipo stampanti GDI, schede SCSI, scanner, ecc. che non rispettano le specifiche Mi-
crosoft). In questo caso dovrà essere installata una seconda porta parallela o USB.
ACCA non garantisce il funzionamento del programma a seguito di future evoluzioni
dell’hardware e del software (computers, sistemi operativi, ecc.), nonché la sua rispondenza a
future disposizioni di legge relative alla materia trattata dal programma stesso. In tal caso, se
disponibile, l’utente dovrà acquistare una versione aggiornata del programma.
Il presente Programma è personalizzato. Detta personalizzazione consiste nella scrittura,
all’interno del programma di un numero di serie UNICO.
È vietato far funzionare il programma sotto debugger: pena la possibilità di danneggia-
mento dei dati e la risoluzione della licenza d’uso.
Il Cliente che non accetta in tutto o in parte quanto innanzi riportato DOVRÀ restituire il Prodot-
to ad ACCA software S.p.A. entro otto giorni dalla consegna. Ogni altro comportamento è la
chiara manifestazione di volontà di accettare, senza alcuna riserva, tutto quanto innanzi scritto e
l’impegno a rispettarlo.
Questo contratto è disciplinato dalla legge italiana. Per ogni controversia sarà esclusivamente
competente il foro di S. Angelo dei Lombardi (AV).
L’AUTORE ed ACCA software S.p.A.
ACCA software S.p.A.
MONTELLA (AV) - Via Michelangelo Cianciulli - Italy
Tel. (+39) 0827/69504 r.a. - Fax (+39) 0827/601235
E-mail: info@acca.it - Internet: www.acca.it
Copyright 1989/2006 - Tutti i diritti sono riservati.
ACCA, PriMus, CanTus, CEG, TerMus, Object DRAW, DocMus, CerTus, Ufficius ed EdiLus so-
no marchi registrati.
Altri diritti:
ACCAreader è un prodotto di ACCA software S.p.A..
EdiLus-CA utilizza una versione personalizzata del solutore ad elementi finiti Microsap, di pro-
 prietà di Tesys s.n.c..
Windows è un marchio Microsoft.
Acrobat® Reader copyright© 1987-2001 Adobe Systems Incorporated. - Tutti i diritti sono ri-
servati. - Adobe e Acrobat sono marchi di Adobe Systems Incorporated.
Tutti i marchi e prodotti citati sono dei rispettivi legittimi proprietari.

II

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 5/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

1 . Introduzione

Introduzione
EdiLus-CA rappresenta
zione e calcolo una nuova
delle strutture frontiera
in C.A., è un per i programmi
software di progetta-
completamente in-
novativo, strutturalmente rivoluzionario, dotato di caratteristiche straor-
dinarie che solo ACCA poteva integrare in un solo prodotto.
EdiLus-CA vanta una tecnologia d’assoluta avanguardia, un’interfaccia
modernissima e funzionalissima, un input ad oggetti che rende veloce e
 potente la progettazione, un Solutore ad Elementi Finiti integrato nella
 procedura, l’archiviazione dati in un unico database d’oggetti (un solo fi-
le) con tutti i vantaggi che ne conseguono (copia del documento, invio
via e-mail, etc.) ed, infine, una risposta specifica alla nuova normativa,
cosa ben diversa dal riadattamento di un vecchio programma.
EdiLus-CA, abbatte una nuova barriera, rende semplice, veloce ed intui-
tivo anche il calcolo strutturale: basta disegnare la struttura ed il calcolo è
già tutto fatto.

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 6/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

1 . Introduzione

Premessa
Per quanto sia stata prestata la massima attenzione e cura alle procedure
di calcolo e ai modelli per la produzione dei documenti, non è possibile
assicurare l’esattezza e la completezza degli stessi nonché la loro rispon-
denza alle normative vigenti.
EdiLus-CA è un programma per il calcolo delle strutture in cemento ar-
mato che utilizza il metodo degli elementi finiti.
È necessario che l’utilizzatore del software abbia le competenze nel
campo
calcolo del calcolodal
adoperate strutturale
programmain cemento
al fine diarmato
creareelenelle metodologie
opportune di
modella-
zione delle strutture.
Una mancanza di competenze specifiche potrebbe portare a modellazioni
delle strutture a calcoli e a risultati completamente errati, non corrispon-
denti a condizioni reali e, soprattutto, potenzialmente dannosi per 
l’incolumità di cose o persone.
Oltre alla necessaria competenza, quindi, è richiesta l’assunzione di

responsabilità rispetto ai risultati che è possibile ottenere tramite il


software.
Pertanto i risultati vanno analizzati in tutti i loro dettagli, prima di essere
utilizzati a fini professionali in quanto l’unico responsabile legale dei ri-
sultati di calcolo e della documentazione prodotta è il Tecnico che li sot-
toscrive.

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 7/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

1 . Introduzione

Il Rivoluzionario Input ad Oggetti


EdiLus-CA è un programma assolutamente rivoluzionario in quanto cambia
radicalmente il modo di concepire il progetto ed il calcolo di una struttura.
Il programma nasce con l’avvento della nuova normativa e, quindi, non è un
adattamento di vecchie procedure a nuovi modelli di calcolo, ma uno stru-
mento progettato per rispondere al meglio alle nuove indicazioni legislative.
EdiLus-CA adotta una rivoluzionaria “tecnologia ad oggetti” che lo ren-
de innovativo, più facile, veloce ed intuitivo.

Il Solutore
mette rapidediverifiche,
calcolo ad Elementi
tanto Finitipiùintegrato
da rendere fluida lanella
stessaprocedura per-
progettazione
strutturale.
Grazie all’integrazione completa con il computo metrico, la progettazio-
ne strutturale e la stima divengono un’unica operazione.
Con EdiLus-CA si possono disegnare direttamente pilastri, travi, pareti,
solai, ecc., specificando le relative proprietà (materiali, sezioni, ecc.) in
qualsiasi momento della progettazione.
Ogni oggetto disegnato è dotato di un database d’informazioni che lo indi-
viduano univocamente nelle sue caratteristiche geometriche e fisiche (ma-
teriale, resistenza, ecc.).
Ogni caratteristica geometrica ed ogni proprietà assegnata agli oggetti
costituisce un elemento d’input per il calcolo e ogni modifica diventa
immediatamente una nuova condizione di verifica.
Con il nuovo straordinario input ad oggetti di EdiLus-CA, la definizione
 progettuale della struttura coincide con la fase d’input.
Tutta l’analisi dei carichi e le interrelazioni dei vari elementi, come
l’orditura dei solai, sbalzi, fori, ecc., vengono, infatti, automaticamente
individuati come caratteristiche degli oggetti che influenzano il calcolo.
Questo permette di progettare le strutture più efficacemente, perché è
 possibile riscontrare una più diretta e veloce interrelazione tra caratteri-
stiche fisiche, dimensionali e geometriche della struttura e le verifiche
statiche e dinamiche che le competono.
Gli oggetti possono essere gestiti indifferentemente sia nelle piante che
in qualsiasi vista 3D del progetto e ogni modifica viene riportata dinami-
camente sia nelle piante che nelle viste 3D.
3

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 8/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

1 . Introduzione

In pratica, è possibile inserire, modificare e cancellare gli oggetti tenendo


sotto controllo la pianta o la vista 3D della struttura.
Funzioni specifiche, come la duplicazione di elementi o parti di struttura
e l’ancoraggio degli oggetti a piani, rendono l’inputazione estremamente
veloce ed agevole.

Le Modalità di Calcolo
EdiLus-CA è stato concepito per essere aderente alla Nuova Normativa
Antisismica. Non è quindi una rivisitazione di software esistenti, ma un
 prodotto estremamente innovativo.
Il calcolo si fonda su un Solutore ad Elementi Finiti in analisi lineare ve-
ramente affidabile, in grado di risolvere strutture di qualsiasi geometria e
dimensione.
Per calcolare le sollecitazioni in maniera corretta, il concio d’unione tra i
vari elementi viene schematizzato come un nodo da cui si dipartono brac-
cetti rigidi: EdiLus-CA
approssimazioni è indagrado
derivanti così di ottenere
schematizzazioni risultati
meno rigorosi, senza le
appropriate.
Pur prevedendo la modalità di calcolo in analisi statica, il programma se-
gue le ultime indicazioni normative con calcolo effettuato tenendo conto
dell’“analisi modale quale metodo normale per la definizione delle solleci-
tazioni di progetto”, avendo puntualizzato i nuovi spettri di risposta, fun-
zione di caratteristiche intrinseche alla struttura e del litotipo di fondazione.
A tale scopo il solutore è invocato più volte per risolvere la struttura sotto
le azioni prescritte dall’Ordinanza (SLD, SLU, ecc.).
Risulta, quindi, evidente che l’applicazione corretta della nuova normati-
va richiede un supporto continuo del solutore di calcolo e che solo una
completa integrazione del solutore con il programma, come nel caso di
EdiLus-CA, consente la necessaria dinamicità e fluidità di progettazione.
Una volta ottenute le sollecitazioni, si passa alle verifiche che stavolta
sono esclusivamente agli Stati Limite, essendo stato abbandonato il me-
todo delle Tensioni Ammissibili.

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 9/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

1 . Introduzione

La Visualizzazione dei Risultati e la Stampa


La tecnologia ad oggetti di EdiLus-CA consente di leggere immediata-
mente sul disegno i risultati di calcolo: carichi, sollecitazioni e deforma-
zioni divengono nuove caratteristiche imposte all’oggetto dalla verifica
effettuata e quindi visualizzabili con diagrammi di ogni genere.
Cambia, per immediatezza ed efficacia, il modo di vedere i risultati del
calcolo.
Anche il modo di progettare l’armatura resistente nella struttura ha un
nuova utilità per le eventuali modifiche delle armature proposte automa-
ticamente dal programma.
Un pennino consente di definire rapidamente eventuali personalizzazioni
dell’armatura, avendo in linea, come elementi decisionali, i diagrammi
delle armature di progetto ed esecutive.
EdiLus-CA è realmente uno strumento veloce e potente in grado di sfrutta-
re la più moderna tecnologia per rendere più semplice e veloce il lavoro.
Particolari funzioni consentono, infine, di ottenere stampe componibili e
 personalizzabili dal tecnico: elaborati professionalmente ineccepibili, cu-
rati nei minimi particolari.

Integrazione con il Computo Metrico


Grazie
tazione alla straordinaria
strutturale tecnologia
ed il computo di EdiLus-CA
metrico e di PriMusintegrati
sono completamente la proget-
in
un’unica fase di lavoro.
Tutti gli oggetti utilizzati per la progettazione vengono computati in un
documento di PriMus.
In pratica, il progetto ed il calcolo, con la definizione delle armature,
 producono automaticamente anche il computo.
Le modifiche progettuali vengono immediatamente riportate nel preven-
tivo, in modo che ogni scelta o modifica risulti coerente ed immediata-

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 10/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

1 . Introduzione

mente integrata in documenti progettuali e di stima: progettare una strut-


tura, calcolarla e conoscerne il costo è un’unica cosa.
Questa integrazione dei vari aspetti del lavoro, possibile grazie ad AC-
CA, garantisce una maggiore velocità e professionalità.

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 11/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

2. Installazione

Installazione
Il programma EdiLus-CA è composto dalle seguenti parti:
•  manuale operativo con licenza d’uso;
•   CD-ROM contenente il Programma, gli Archivi ed il Manuale d’Uso
in formato PDF;
•   chiave di protezione hardware.
Per effettuare l’installazione di EdiLus-CA occorre procedere alla:
•   Installazione del Programma (v. § 2.2);
•   Installazione della Chiave di Protezione Hardware (v. § 2.3).
Le modalità operative per l’installazione del programma e della chiave di
 protezione hardware vengono descritte dettagliatamente nei paragrafi se-
guenti.

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 12/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

2. Installazione

Requisiti di Sistema

I Requisiti di Sistema riportati di seguito sono puramente indicativi in quanto possono


essere modificati a causa di eventuali evoluzioni hardware e software. L’utente, per-
tanto, è tenuto ad accertarsi delle eventuali modifiche consultando il sito www.acca.it.

EdiLus-CA può essere usato esclusivamente con la configurazione a di-


sco rigido.
I requisiti indispensabili al funzionamento del programma sono:
•   Personal computer con microprocessore Pentium III o più potente
(consigliato Pentium IV).
•   512 Mb di Memoria RAM (consigliati 1 Gb).
•   Microsoft Windows 2000/XP.
•   Disco rigido, Lettore di CD-ROM e Mouse con rotellina.
•   Lettore DVD per il Video-Manuale.
•   Scheda video compatibile 100% OpenGL (minimo 32 Mb, consigliati
64 Mb) e driver scheda video compatibili 100% OpenGL.
•   Internet Explorer 5.0 o successivo.
•   Risoluzione video 1024 * 768 (consigliata 1280 * 1024).
•   OpenGL v. 1.4 o superiore.
•   Porta Usb.

L’Installazione del Programma


L’installazione del programma su disco rigido viene eseguita automati-
camente effettuando le seguenti operazioni:
•   accendere il computer e attendere che Windows risulti avviato;

Prima di procedere all’installazione accertarsi:



che ogni
di aver altraaccesso
avuto applicazione in usocon
al sistema risulti chiusa;di Amministratore.
i privilegi

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 13/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

2. Installazione

•   inserire il CD-ROM del programma nell’apposito lettore ed attendere


l’avvio del programma di installazione;

Se il programma di installazione non si avvia, selezionare l’opzione Esegui del


menu del bottone Start (Avvio) di Windows e, nel dialog che si attiva, digitare:
X:\SETUP.EXE, dove X è la lettera che identifica il proprio lettore di CD-ROM.
Pigiando il bottone OK del dialog si avvia il programma di installazione.

•    pigiare il bottone Avanti della prima finestra (“Benvenuto …”) del


 programma di installazione per passare alla finestra “Scegliere il pro-
dotto da installare”;

  nella finestra Scegliere il prodotto da installare selezionare l’opzione
Installa EdiLus-CA per avviare la procedura di installazione;
•    procedere seguendo ATTENTAMENTE le istruzioni fornite dal pro-
gramma di installazione.

Nel corso dell’installazione viene data la possibilità di:


 scegliere la directory di installazione del programma; per default, come
directory di installazione viene proposta C:\ACCA\EdiLus-CA;
 scegliere la directory per l’inserimento dell’Icona per l’avvio del programma; per 
default viene proposta la directory Applicazioni ACCA.
Si consiglia di NON MODIFICARE la directory di Installazione del programma e
quella dell’Icona per il suo avvio proposte per default.
Per installazioni del programma successive alla prima, eventuali modifiche appor-
tate agli Archivi (modelli di relazione e di cartigli) vengono perse. Per evitare di
perdere tali modifiche, durante la reinstallazione viene proposto di effettuare una
copia dei vecchi Archivi.

Intestazione della Licenza d’Uso


Il programma EdiLus-CA è personalizzato. Detta personalizzazione con-
siste nella scrittura, all’interno del programma, di un numero di serie
UNICO e dell’intestazione della ditta titolare della licenza.
 Nel dialog “Codice Installazione” proposto durante la procedura di In-
stallazione, devono essere specificati i dati della DITTA ed il CODICE
D’INSTALLAZIONE.

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 14/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

2. Installazione

Se i dati della Ditta presenti nel dialog sono CORRETTI procedere


all’installazione pigiando il bottone Avanti.
Se i dati sono NON CORRETTI o il programma non è intestato (manca il
codice di installazione), bisogna telefonare ad ACCA software S.p.A. e
chiedere del Servizio Installazione.

Per ricevere il CODICE DI INSTALLAZIONE bisogna comunicare ad ACCA sof-


tware S.p.A. i seguenti dati:
 Ragione sociale della Ditta;
 Indirizzo;
 CAP - Città - Provincia;

Telefono;
 E-mail;
 Partita IVA;
 Rivenditore del Programma.

Per proseguire nell’installazione basta pigiare Avanti e seguire ATTEN-


TAMENTE le indicazioni fornite dal programma di installazione.

L’Installazione della Chiave di Protezione USB


La chiave USB va considerata come una qualsiasi periferica del computer.
Per far funzionare la chiave USB è, quindi, necessario procedere
all’installazione del software (driver) che la gestisce.

Prima di procedere all’installazione dei driver della chiave hardware USB è ne-
cessario che risulti installato il programma.
La chiave USB è supportata unicamente dai seguenti sistemi operativi:
 Windows 2000 (Professional e Server);
 Windows XP (Home e Professional).

L’installazione del driver per la gestione della chiave USB si effettua se-
condo le procedure standard Microsoft per l’installazione di nuove peri-
feriche di tipo USB.

10

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 15/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

2. Installazione

La procedura di installazione del driver della chiave USB varia a seconda


del sistema operativo su cui si opera.
Di seguito vengono illustrate le procedure di installazione previste per i
vari sistemi operativi che supportano la chiave di protezione USB.

Windows 2000 (Professional e Server)


Per installare il driver della chiave USB su un computer con sistema ope-
rativo Windows 2000 (Professional e Server), basta effettuare le seguenti
operazioni:
•   avviare il computer con i privilegi di AMMINISTRATORE ed inseri-
re il CD-ROM del programma nell’apposito lettore;
•   connettere la chiave ad una delle porte USB del computer; questa ope-
razione determina l’accensione del LED rosso sulla chiave e apre una
 prima finestra;
•    pigiare il bottone Avanti per procedere all’installazione; questa opera-
zione attiva la finestra in figura;

•   nella finestra accertarsi che risulti selezionata l’opzione Cerca un dri-


ver adatto alla periferica e pigiare il bottone Avanti; questa operazione
apre una nuova finestra (v. figura seguente);

11

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 16/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

2. Installazione

•   nella nuova finestra lasciare selezionata la sola opzione Unità CD-ROM 


e pigiare il bottone Avanti; questa operazione avvia la ricerca del dri-
ver della chiave USB nel CD-ROM inserito e apre una ulteriore fine-
stra che segnala la presenza del driver ricercato nel CD-ROM;

   pigiare il bottone Avanti per avviare l’installazione; un’ultima finestra
segnala l’avvenuta installazione.
Completata l’installazione del driver, avviare il programma per verificare
il corretto funzionamento della chiave.

Windows XP (Home e Professional)


Per installare il driver della chiave USB su un computer con sistema ope-
rativo Windows XP (Home e Professional), basta effettuare le seguenti
operazioni:
•   avviare il computer con i privilegi di AMMINISTRATORE ed inseri-
re il CD-ROM del programma nell’apposito lettore;
•   connettere la chiave ad una delle porte USB del computer; questa ope-
razione determina l’accensione del LED rosso sulla chiave ed attiva
una prima finestra;
•   in tale finestra accertarsi che risulti selezionata l’opzione Installa il sof-
tware automaticamente e pigiare il bottone Avanti; quando viene indi-
viduato il driver (sul CD-ROM) si apre un’altra finestra che segnala
l’evento;
12

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 17/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

2. Installazione

•    pigiare il bottone Continua della nuova finestra per avviare l’installazione


del driver; un’ultima finestra segnala l’avvenuta installazione.
Completata l’installazione del driver, avviare il programma per verificare

il corretto funzionamento della chiave.

Il Manuale d’Uso in Formato PDF


Il presente Manuale d’Uso è fornito anche in formato PDF. Esso potrà

essere visualizzato e stampato mediante il programma Acrobat Reader.


Per visualizzare e/o stampare il manuale è, quindi, necessario che risulti
installato il programma Acrobat Reader.

13

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 18/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

2. Installazione

Aggiornamenti del Programma


ACCA prevede i seguenti tipi di aggiornamenti del programma:
Aggiornamenti di Versione: gli aggiornamenti di versione sono a paga-
mento e sarà cura di ACCA software informare i propri utenti della loro
disponibilità e modalità di distribuzione.
Service Pack: piccoli aggiornamenti della stessa versione del programma
(Service Pack) che vengono messi gratuitamente a disposizione degli u-
tenti con le seguenti modalità di distribuzione:

  sul sito Internet di ACCA software (www.acca.it), senza spese di allesti-
mento e spedizione; in questo caso, per “scaricare” l’aggiornamento, basta
selezionare l’opzione Aggiornamenti da Internet del menu ? (Help) del
 programma; questa operazione effettua il collegamento alla pagina del si-
to da cui è possibile effettuare il download dell’aggiornamento;
•   su supporto magnetico (floppy disk, CD, ecc.), con spese di allesti-
mento e spedizione a carico dell’Utente.
Per procedere all’aggiornamento del programma basta fare un doppio
click sul file scaricato o disponibile sul supporto fornito e seguire atten-
tamente le istruzioni fornite dal programma di installazione.

La disponibilità degli Aggiornamenti, dei Service Pack ed altre importanti comuni-


cazioni vengono pubblicate in anteprima sul sito Internet di ACCA software
(www.acca.it) che si consiglia, quindi, di visitare periodicamente.

14

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 19/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

3. Gli Elementi del Programma

Gli Elementi del Programma


 Nel presente capitolo vengono illustrati gli Elementi che costituiscono la
Finestra di EdiLus-CA.
Anche se in tale capitolo non vengono trattati aspetti puramente operati-
vi, si consiglia di leggerlo attentamente per poter essere immediatamente
operativi nei capitoli successivi.
Di seguito, se non diversamente specificato, con i termini click e doppio
click si indicherà, rispettivamente, un click e un doppio click effettuati
con il pulsante sinistro del mouse.

15

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 20/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

3. Gli Elementi del Programma

La Finestra del Programma


Si avvii EdiLus-CA selezionando l’opzione Programmi\Applicazioni AC-
CA\EdiLus-CA del menu del bottone Start (Avvio) di Windows.
Questa operazione apre sul desktop la Finestra di EdiLus-CA (anche det-
ta “Finestra del Programma”).
La Finestra di EdiLus-CA risulta sormontata da una Barra del Titolo che
riporta, da sinistra, il nome e la versione del programma.
Sotto la Barra del Titolo si trovano, nell’ordine, la Barra dei Menu (v. §
3.3) ed una Toolbar (Barra degli Strumenti) (v. § 3.4) del programma.
In questa fase, non essendo aperto alcun progetto, gran parte dei bottoni
della Toolbar e delle opzioni dei menu non risultano abilitati.
Si apra (v. § 3.3.1.3), quindi, il progetto ESEMPIO  presente nella
directory di installazione del programma (C:\ACCA\EdiLus-CA).
Proseguendo verso il basso, lungo entrambi i bordi verticali della Fine-
stra del Programma risultano disposte altre due toolbar.

16

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 21/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

3. Gli Elementi del Programma

Cliccando uno dei bottoni di tali toolbar si apre il relativo toolbox (v. § 3.2):
una finestra a scomparsa che, a seconda del tipo, rende immediatamente
fruibili le funzionalità del programma e disponibili i dati del progetto.

Generalmente, nella Finestra del Programma risultano sempre aperti, per 


default, i seguenti toolbox:
Gestione Progetto, detto anche Navigatore del progetto. Tale toolbox,
 proposto nella parte sinistra della Finestra del Programma, contiene
uno schema ad albero di tutti i dati e gli elaborati del progetto in modo
da renderli immediatamente reperibili (v. § 3.2.1).
Proprietà. Tale toolbox, proposto nella parte destra della Finestra del
Programma, propone, per la visualizzazione e la modifica, tutte le pro-

 prietà (dati caratteristici)


selezionato dell’oggetto
in una delle finestre (Trave,(v.
del progetto Pilastro, Armatura, ecc.)
§ 10.1.6).
La parte centrale della Finestra del Programma è destinata a contenere le
varie finestre (tavole di disegno, viste 3D, ecc.) dei progetti di EdiLus-
CA aperti.

I Toolbox della Finestra del Programma


L’interfaccia di EdiLus-CA è stata oggetto di uno studio ergonomico per 
rendere immediatamente reperibile, in maniera intuitiva, tutti gli stru-
menti e le utilità del programma e qualsiasi dato del progetto attivo.
Gran parte delle funzionalità del programma e tutti i dati del progetto at-
tivo risultano organizzati in apposite finestre a scomparsa, dette toolbox a

cui è possibile accedere senza imparare ed eseguire particolari procedure.


Un toolbox di EdiLus-CA si apre semplicemente cliccando l’opportuno
 bottone delle toolbar verticali disposte lungo i bordi sinistro e destro del-
la Finestra del Programma.

Se, nella Finestra del Programma non risulta aperto alcun progetto, i bottoni per 
l’attivazione dei toolbox risultano disabilitati.
Per provare le funzionalità illustrate di seguito si consiglia, pertanto, di aprire il
progetto ESEMPIO presente nella directory di installazione del programma
(C\ACCA\EdiLus-CA).

17

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 22/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

3. Gli Elementi del Programma

Un toolbox è vincolato al bordo della


Finestra del Programma che ospita la
toolbar verticale con il bottone per la
sua apertura e si apre sempre verso
l’interno della Finestra del Programma.
Effettuata un’operazione nel toolbox,
questo rimane aperto fino a quando non
si clicca in una qualsiasi altra finestra.
In questo modo è possibile tenere aper-
to il toolbox per tutto il tempo necessa-
rio per effettuarvi tutte le operazioni
necessarie.
L’Utente può anche scegliere di tenere
sempre aperto un toolbox oppure di
renderlo completamente invisibile fi-
no a quando non lo vuole nuovamente
a disposizione.
Gli strumenti che consentono di sce-
gliere il funzionamento di un toolbox
sono i seguenti bottoncini a destra sulla
 barra del titolo del toolbox:
Il bottoncino Puntina Orizzontale che
viene proposto sulla barra quando il
toolbox è “a scomparsa”.
Pigiando il bottoncino Puntina O-
rizzontale, il toolbox rimane “sem-
 pre aperto” nella Finestra del Pro-
gramma.

Il bottoncino Puntina Verticale che viene proposto sulla barra del tool-
 box quando questo risulta “sempre aperto”. Quando il toolbox è sempre
aperto, il bottone per la sua apertura viene rimosso dalla relativa toolbar.
Pigiando il bottoncino Puntina Verticale, il toolbox viene reso nuova-
mente “a scomparsa”.

18

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 23/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

3. Gli Elementi del Programma

Il Toolbox Gestione Progetto: il Navigatore del


Progetto
Il toolbox Gestione Progetto della Finestra del Programma è sicuramente
quello più importante per la gestione dei dati dei progetti aperti di Edi-
Lus-CA, al punto tale che conviene tenerlo “sempre aperto” (v. § 3.2).
Se non risulta “sempre aperto” (v. § 3.2), al toolbox Gestione Progetto si
accede cliccando sull’omonimo bottone della toolbar verticale disposta
lungo il bordo sinistro della Finestra del Programma.

Il toolbox Gestione Progetto presenta, sotto la


sua barra del titolo, un list box in cui vengono
 proposti i nomi di tutti i progetti aperti. La se-
lezione di un progetto lo rende attivo nella
Finestra del Programma e propone, nella re-
stante parte del toolbox il suo Navigatore.
Il Navigatore è uno schema ad albero in cui
risultano organizzati tutti gli elementi (dati,

tavole, elaborati, ecc.) del progetto attivo.


Grazie al Navigatore è possibile individuare
ed accedere immediatamente qualsiasi
elemento del progetto senza dover conoscere
ed eseguire particolari procedure.
In pratica, il Navigatore è un potentissimo
strumento che fornisce una visione sintetica
dell’organizzazione del progetto e consente di

gestirne ogni aspetto in maniera ordinata, ve-


loce ed intuitiva.
Sul ramo principale dell’albero del Navigato-
re vengono proposti una serie di nodi princi-
 pali (Dati della Struttura, Grafici, ecc.) che
rappresentano i raggruppamenti degli ele-
menti omogenei del progetto.
Un nodo principale può anche contenere nodi
che rappresentano ulteriori raggruppamenti di
elementi omogenei del progetto.

19

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 24/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

3. Gli Elementi del Programma

Ad esempio, il nodo Grafici conterrà il nodo Piante, destinato a contenere


le tavole su cui si disegnano gli impalcati dei vari piani, il nodo Viste 3D
destinato a contenere le viste 3D della struttura create, e così via.

I nodi dell’albero che contengono altri nodi NON possono essere elimi-
nati e risultano preceduti dal simbolo:
se i nodi contenuti risultano nascosti; per visualizzare i nodi nascosti
sul ramo che si diparte dal nodo contenitore, basta cliccare sul simbolo
a lato oppure fare un doppio click sul nodo contenitore;
se i nodi contenuti risultano visualizzati sul ramo che si diparte dal
nodo contenitore; per nascondere i nodi contenuti basta cliccare sul
simbolo a lato oppure fare un doppio click sul nodo contenitore.

Un doppio click su un nodo del Navigatore apre, nella Finestra del Pro-
gramma, la finestra con i dati e le informazioni relative.
I nodi dell’albero del Navigatore di un Progetto di EdiLus-CA sono:
DATI della STRUTTURA. Il nodo principale DATI della STRUTTURA
contiene i seguenti nodi:
Dati Generali. Un doppio click su tale nodo apre la finestra in cui
vanno specificati i dati di carattere generale del progetto e in cui

vanno effettuate
lo che si delle scelte(v.di§carattere
intende effettuare 5.1). generale per il tipo di calco-

Dati Analisi Sismica. Un doppio click su tale nodo apre la finestra in cui
vanno specificati i dati per l’analisi sismica della struttura (v. § 5.2).
Masse e Modi di Vibrazione. Un doppio click su tale nodo apre la fi-
nestra in cui, dopo il calcolo, verranno proposti i principali risultati
dell’analisi sismica effettuata (v. § 5.3).
Grafici. Il nodo principale Grafici contiene i nodi Piante, Sezione, Pro-
spetto, Viste 3D, Tavole Esecutive e Armature illustrati di seguito.
Piante. Il nodo Piante è destinato a contenere i nodi relativi alle tavo-
le per il disegno dei piani dell’edificio (v. cap. 6).
Tale nodo, per default, contiene i nodi “Fondazione” e “Pianta 1” per 
l’accesso, rispettivamente, alla tavola per il disegno della fondazione e
del primo piano dell’edificio. Nel nodo Piante verranno riportati tutti i
nodi relativi alle tavole per il disegno di tutti i piani creati (v. § 6.2).
Un semplice doppio click su uno dei nodi contenuti nel nodo Piante

apre (o porta
stra con in primo
la tavola piano),
di disegno delnella
pianoFinestra del Programma, la fine-
relativo.

20

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 25/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

3. Gli Elementi del Programma

  Viste 3D. Il nodo 3D è destinato a contenere i nodi relativi alle viste


3D dell’edificio create nel progetto (v. cap. 12). Tale nodo, per de-
fault, già contiene il nodo 3D relativo alla prima vista 3D proposta
 per default nel progetto, ma in esso saranno riportati tutti i nodi rela-
tivi alle viste 3D create nel progetto.
Un doppio click su uno dei nodi contenuti nel nodo 3D apre (o porta
in primo piano) la finestra con la vista relativa.
Carpenterie. Il nodo Carpenterie è destinato a contenere i nodi per 
accedere alle tavole delle carpenterie dei vari piani (impalcati)
dell’edificio prodotte automaticamente dopo il Calcolo (v. cap. 15).
Telai. Il nodo Telai consente di accedere alle tavole dei telai della
struttura dell’edificio, prodotti automaticamente dopo il Calcolo del
Modello Strutturale (v. cap. 15).
Armature. Il nodo Armature contiene i nodi (Travi, Pilastri, Pareti,
Solette, Platee e Plinti) per l’accesso alle tavole delle armature dei
vari elementi della struttura (v. cap. 16).
Elementi: Il nodo Elementi del Navigatore contiene i seguenti nodi:

Sezioni Travi e Pilastri. Un doppio click sul tale nodo apre la finestra
del progetto in cui vanno definite le sezioni delle travi, dei pilastri e dei
cordoli (v. cap. 7).
Materiali. Un doppio click su tale nodo apre la finestra del progetto in
cui vanno definite le caratteristiche dei materiali utilizzati (v. § 8.1). 
Terreni. Un doppio click sul tale nodo apre la finestra del progetto in
cui vanno definite le caratteristiche del terreno (v. § 8.2). 
Analisi dei Carichi. Il nodo Analisi dei Carichi contiene i seguenti nodi: 

Analisi Carichi. Un doppio click su tale nodo consente apre la fine-


stra del progetto in cui vanno definiti i carichi per solai, tampona-
ture, solette, balconi, scale, ecc. (v. §§ 9.1 e 9.2).
Condizioni Carico Utente. Un doppio click su tale nodo apre la fi-
nestra del progetto in cui vengono riportate le condizioni di carico
 previste dalla vigente normativa ed in cui è possibile definirne li-
 beramente altre personalizzate (v. § 9.3).
Tipologia Carico Accidentale.  Un doppio click su tale nodo apre la
finestra del progetto in cui vengono riportate le tipologie di carico
accidentale previste ed in cui è possibile definirne liberamente al-
tre personalizzate (v. § 9.4). 

21

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 26/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

3. Gli Elementi del Programma

CONDIZIONI di CARICO.  Un doppio click su tale nodo (abilitato solo


dopo il calcolo) apre la finestra del progetto in cui vengono riportate
le condizioni di carico adottate per il calcolo (v. § 9.5). 
Elaborati. Il nodo Elaborati, che risulta abilitato solo dopo il calcolo,
contiene i seguenti nodi:
Relazione di Calcolo. Il nodo Relazione di Calcolo contiene i nodi:

  Relazione. Un doppio click su tale nodo apre la finestra del pro-


getto in cui è possibile richiedere la compilazione automatica
della relazione (v. § 17.2).
Tabulati.  Un doppio click su tale nodo apre la finestra del proget-
to in cui è possibile richiedere la compilazione automatica dei
tabulati con i dati di calcolo da allegare alla relazione (v. § 17.3). 
TAVOLE ESECUTIVI. Il nodo Tavole Esecutivi è destinato a contenere
i nodi relativi alle tavole esecutive create nel progetto (v. cap. 18).
Computo e Stima. Un doppio click sul nodo Computo e Stima apre
la finestra di computo metrico in cui viene proposto il computo
metrico delle strutture del progetto (v. cap. 19). 
RISULTATI del CALCOLO. Un doppio click su tale nodo (abilitato solo
dopo il calcolo) apre la finestra del progetto in cui è possibile visualiz-
zare e stampare i risultati di calcolo desiderati (v. § 14.2).
DIAGNOSTICA. Un doppio click su tale nodo apre l’omonima finestra in
cui vengono proposti gli errori rilevati durante le varie fasi di calcolo
del progetto (v. § 13.8).
Alcuni nodi (quelli relativi alle tavole dei piani, alle viste 3D, ecc.) pos-
sono essere gestiti (creati, cancellati, ecc.) direttamente nel Navigatore.

Cliccando, con il pulsante destro del mouse, su uno dei nodi suddetti lo si
seleziona e si apre il menu locale contenente le opzioni per la sua gestione.
Le modalità per la gestione dei vari nodi del Navigatore vengono illustra-
te nei capitoli in cui vengono trattati gli argomenti correlati.

22

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 27/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

3. Gli Elementi del Programma

I Menu
I menu presenti sulla Barra dei Menu della Finestra del Programma (v. §
3.1) sono:
File: (v. § 3.3.1) contiene le opzioni per la gestione dei documenti e
l’esportazione degli elaborati;
Modifica: (v. § 3.3.2) contiene le opzioni per la selezione e la copia degli
oggetti nelle finestre del progetto;
Visualizza: (v. § 3.3.3) contiene le opzioni per l’accesso ai toolbox e per 
la visualizzazione dei gruppi di bottoni della toolbar;
Disegno: (v. § 3.3.4) contiene le opzioni per l’attivazione delle principali
utilità per il Disegno;
CALCOLO: (v. § 3.3.5) contiene le opzioni per richiedere il calcolo del
 progetto attivo;
Strumenti: (v. § 3.3.6) contiene le opzioni per accedere al dialog per la
gestione dei piani e a quello per la personalizzazione del programma;
Finestra: contiene le opzioni per la disposizione delle Finestre aperte nel-
la Finestra del Programma e la lista dei nomi dei progetti aperti;
? (Help): contiene le opzioni per l’apertura dell’Help in Linea, del manua-
le d’uso in formato elettronico (PDF), del dialog delle Informazioni e
della pagina Web per gli aggiornamenti (v. § 3.3.7) del programma.

Il Menu File
Le opzioni del menu File di EdiLus-CA sono:
Nuovo… [Ctrl+N]: avvia la procedura per la creazione di un nuovo proget-
to di EdiLus-CA (v. § 3.3.1.1);
Apri… [Ctrl+A]: avvia la procedura per l’apertura di un progetto (v. §
3.3.1.3);
Chiudi: chiude il progetto attivo nella Finestra del Programma (v. §

3.3.1.4);
Salva [Ctrl+S]:salva le modifiche apportate al progetto attivo (v. § 3.3.1.2);

23

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 28/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

3. Gli Elementi del Programma

Salva con nome… [Shift+Ctrl+S]: avvia la procedura per la duplicazione del


 progetto attivo (v. § 3.3.1.6);
Cancella…: avvia la procedura per la cancellazione di un progetto (v. §
3.3.1.5);
Stampa… [Ctrl+P]: avvia la stampa del contenuto (carpenterie, viste 3D,
dati di calcolo, tavole esecutive, ecc.) della finestra attiva nella Fine-
stra del Programma;
Imposta Stampante…: apre il dialog per la scelta della configurazione di
stampa (formato, orientamento pagina, ecc.);
Esportazioni: apre un menu contenente le opzioni:
Formato DXF, DWG …; esporta nel formato DXF o DWG l’elaborato
grafico nella finestra attiva nella Finestra del Programma (v. § 3.3.1.7);
TUTTO in formato DXF, DWG …; esporta nel formato DXF o DWG tutti
gli elaborati grafici (Carpenterie, Telai e/o Armature) del progetto (v.
§ 3.3.1.7);
Imposta Separatori Numeri…: apre il dialog per la scelta dei separatori
delle migliaia e dei decimali con cui saranno proposti i valori numerici
negli elaborati (v. § 3.3.1.9);
MANUALE: apre il manuale d’uso del programma in formato elettronico
(PDF) mediante il programma Acrobat Reader;
Esci: chiude la Finestra del Programma (v. § 3.3.1.8) con tutti gli eventuali
 progetti in essa aperti; alla chiusura viene chiesto se si intende salvare
(v. § 3.3.1.2) le modifiche apportate ai progetti eventualmente aperti.
Le principali funzionalità del menu File vengono dettagliatamente illu-
strate nei paragrafi seguenti.

Come Creare un Nuovo Progetto


Per creare un nuovo progetto (documento) di EdiLus-CA basta pigiare
il bottone Nuovo della toolbar (v. § 3.4) della Finestra del Programma
oppure selezionare l’omonima opzione del menu File.
Questa operazione crea il nuovo progetto ed apre, nella Finestra del Pro-
gramma, la tavola Piano 1 (v. cap. 6) per il disegno degli oggetti (elemen-
ti strutturali) del primo piano dell’edificio.
24

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 29/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

3. Gli Elementi del Programma

Il programma, in questa fase, non impone di salvare il progetto creato.


Alla chiusura del progetto (v. § 3.3.1.4) o del programma verrà richiesto,
mediante un apposito messaggio, se salvare o meno il progetto creato.

Essendo il progetto creato non salvato, il programma gli assegna, per de-
fault, come nome, la stringa Progetto seguita da un numero (ad es., per il
 primo progetto creato viene proposto il nome “Progetto 1”).
Quando si procederà al primo salvataggio del progetto sarà possibile as-
segnargli il nome desiderato.

Ovviamente, è buona norma salvare quanto prima il progetto creato ed effettuare


salvataggi (v. § 3.3.1.2) ad intervalli ragionevoli di tempo, in modo da registrare i
dati imputati e non perderli in caso di malfunzionamenti del computer.

Per effettuare il primo salvataggio del progetto creato basta effettuare le


seguenti operazioni:
 pigiare il bottone Salva della toolbar (v. § 3.4) oppure selezionare
l’opzione Salva o Salva con nome del menu File; questa operazione
apre il dialog SALVA DOCUMENTO;

  nel dialog SALVA


il progetto, DOCUMENTO
specificare il nomeselezionare la directory
del documento in cui salvare
(sostituendo quello
 proposto) nel campo Nome File e pigiare il bottone Salva.

Come Salvare il Progetto


Per salvare il progetto attivo nella Finestra del Programma basta pigia-
re il bottone Salva della Toolbar o selezionare l’omonima opzione del
menu File.
Se un progetto viene salvato per la prima volta si apre il dialog in cui
vanno specificati il nome e la directory in cui si intende salvarlo.
Se, invece, il progetto è stato già salvato, pigiando il bottone Salva vengo-
no registrate le modifiche apportate al progetto dopo l’ultimo salvataggio.
Oltre alle modifiche a dati viene registrata anche la configurazione del pro-
getto all’atto del salvataggio (finestre aperte, ecc.). Pertanto, quando si apre
25

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 30/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

3. Gli Elementi del Programma

(v. § 3.3.1.3) un progetto, questo viene riproposto con la configurazione


che aveva al momento dell’ultimo salvataggio prima della chiusura.

Tutte le modifiche apportate ad un progetto non vengono automaticamente salva-


te dal programma.
Cause esterne (mancanza di tensione o malfunzionamenti del computer) possono
causare la perdita delle modifiche apportate al progetto dopo l’ultimo salvataggio.
Per cautelarsi dalla perdita di dati, SI CONSIGLIA di effettuare frequenti salva-
taggi del progetto.
Le cause suddette, inoltre, possono perfino causare danneggiamenti, spesso ir-
reparabili, del progetto.
Per cautelarsi dalla perdita dell’intero progetto, durante il lavoro, SI CONSIGLIA
di effettuare delle copie di riserva (Backup) (v. § 3.3.1.6) del progetto ad intervalli
di tempo ragionevoli. È anche possibile richiedere al programma di effettuare au-
tomaticamente una copia di Backup ad ogni salvataggio (v. § 20.2).

In ogni caso, quando si chiude il progetto (v. § 3.3.1.4), il programma ri-


chiede, con un messaggio, se salvarlo.

Come Aprire un Progetto


Per aprire un progetto di EdiLus-CA precedentemente creato (v. §
3.3.1.1) basta effettuare le seguenti operazioni:
 pigiare il bottone Apri della Toolbar o selezionare l’omonima opzione
del menu File; questa operazione apre il dialog APRI DOCUMENTO;
nel dialog APRI DOCUMENTO selezionare il file del progetto di Edi-
  Lus-CA (con icona a lato) da aprire e pigiare il bottone Apri.
 Nella Finestra del Programma vengono aperte tutte le finestre (tavole)
del progetto scelto che erano aperte al momento dell’ultimo salvataggio
 prima della sua chiusura (v. § 3.3.1.4).
Per facilitare la scelta del progetto da aprire, nella parte destra del dialog
APRI DOCUMENTO, è possibile richiedere di visualizzare:
i dati di carattere generale (v. § 5.1) del progetto selezionato; per vi-

sualizzare tali toolbar


Proprietà della dati deldel
progetto
dialog; selezionato basta pigiare il bottone

26

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 31/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

3. Gli Elementi del Programma

oppure

un’Anteprima della tavola attiva al momento dell’ultimo salvataggio


del progetto selezionato; per visualizzare l’anteprima della tavola del
 progetto selezionato basta pigiare il bottone Anteprima del toolbar 
del dialog.
Un progetto di EdiLus-CA può anche essere aperto con un doppio click 
sull’icona del relativo file nella cartella in cui questo risiede.

Come Chiudere un Progetto


Per chiudere il progetto di EdiLus-CA attivo nella Finestra del Program-
ma (v. § 3.1) basta selezionare l’opzione Chiudi del menu File.
Un progetto può anche essere chiuso chiudendo ogni sua Finestra aperta
 pigiando il bottone Chiudi in alto a destra sulla relativa barra del titolo.
Alla chiusura del progetto viene chiesto se si intende salvare (v. §
3.3.1.2) le modifiche ad esso apportate.

Come Cancellare un Progetto

Per poter
chiuso (v. cancellare
§ 3.3.1.4). un documento di EdiLus-CA è necessario che questo risulti

Per cancellare un progetto di EdiLus-CA basta:


•   selezionare l’opzione Cancella… del menu File; questa operazione apre
il dialog DOCUMENTO DA CANCELLARE;
•   nel dialog DOCUMENTO DA CANCELLARE selezionare il progetto da
cancellare e pigiare l’apposito bottone per confermare e chiuderlo;
questa operazione propone un messaggio che chiede una ulteriore con-
ferma dell’operazione;

27

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 32/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

3. Gli Elementi del Programma

•    pigiare il bottone Si del messaggio per confermare ed avviare la defi-


nitiva cancellazione del documento.
Un ulteriore messaggio informa sull’esito dell’operazione.
Il file di un progetto di EdiLus-CA può anche essere cancellato, nella
cartella in cui risiede, con le consuete modalità previste da Windows.

Come Duplicare un Progetto


Per duplicare il progetto attivo di EdiLus-CA basta effettuare le seguenti
operazioni:
•   selezionare l’opzione Salva con nome… del menu File; questa opera-
zione attiva il dialog SALVA DOCUMENTO;
•   nel dialog SALVA DOCUMENTO effettuare le seguenti operazioni:
•   specificare il nome del nuovo progetto duplicato;
•   selezionare la directory in cui si intende crearlo;

Salva per confermare la duplicazione del progetto
   pigiare il bottone
e chiudere il dialog.

Cause esterne al programma (mancanza o sbalzi di tensione, malfunzionamenti


o rottura di parti del computer, ecc.) possono danneggiare il progetto di EdiLus-
CA su cui si lavora con la conseguente perdita dei dati.
È buona norma, pertanto, effettuare, ad intervalli di tempo ragionevoli, copie di ri-
serva (Backup) del progetto (v. § 3.3.1.6).
È anche possibile richiedere al programma di effettuare una copia di Backup ad
ogni salvataggio del progetto (v. § 20.2).

28

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 33/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

3. Gli Elementi del Programma

Come Esportare gli Elaborati Grafici nei Formati


DXF o DWG
EdiLus-CA consente di esportare, nei formati DXF e DWG, gli elaborati
grafici (carpenterie, tavole di armature, telai e tavole esecutive) nella fi-
nestra attiva del progetto.
Questa funzionalità consente di visualizzare e/o gestire, con un qualsiasi
CAD, gli elaborati grafici di un progetto di EdiLus-CA anche a chi non
 possiede il programma.

Il programma consente di esportare sia il singolo elaborato visualizzato


nella finestra attiva del progetto, sia interi gruppi di elaborati (ad es tutte
le carpenterie e/o tutte le tavole delle armature).

Come Esportare un Singolo Elaborato


Per esportare l’elaborato grafico proposto nella finestra attiva del proget-
to basta effettuare le seguenti operazioni:
•   scegliere l’opzione Esportazioni del menu File e, nell’ulteriore menu
che si apre, selezionare l’opzione Formato DXF, DWG … ; questa ope-
razione apre il dialog “Salva con nome”;
•   nel dialog Salva con nome scegliere la directory in cui si intende e-
sportare l’elaborato;
•   nel campo Nome file specificare il nome che si intende assegnare al fi-
le esportato;
•   nel list box Salva come selezionare il formato in cui si intende esporta-
re l’elaborato;

   pigiare il bottone Salva per chiudere il dialog ed avviare l’esportazione.
Ultimata la procedura, un messaggio informa sull’esito dell’esportazione.

Come Esportare uno o più Gruppi di Elaborati


Per esportare uno o più gruppi di elaborati (carpenterie, telai e/o tavole
delle armature) del progetto basta effettuare le seguenti operazioni:
•   scegliere l’opzione Esportazioni del menu File e, nell’ulteriore menu
che si apre, selezionare l’opzione TUTTO in formato DXF, DWG … ;
questa operazione apre il dialog Opzioni Esportazione;

29

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 34/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

3. Gli Elementi del Programma

•   nel dialog Opzioni Esportazione effettuare le seguenti operazioni:


•   indicare la directory di esportazione in cui deve essere inserita la
cartella (creata automaticamente dal programma e denominata con il
nome del progetto) in cui verrano inseriti i files degli elaborati e-
sportati; per effettuare questa operazione basta pigiare il bottoncino
a destra del campo Directory Esportazione e, nel dialog che si apre,
selezionare la directory di esportazione e pigiare il bottone OK;

Per default il programma propone, come directory di esportazione, la cartella


ExportDXF_DWG, a sua volta contenuta nella directory di installazione del
programma.

• Formato Esportazione scegliere il formato in cui si in-


  nel list box
tende esportare l’elaborato;
•   nella sezioneGruppi da esportare selezionare i check box relativi ai
gruppi di elaborati (Carpenterie, Armature e/o Telai) da esportare;
•   pigiare il bottone OK per chiudere il dialog ed avviare l’esportazione.

Ultimata la procedura, un messaggio informa sull’esito dell’esportazione.

Richiedendo nuovamente l’esportazione degli elaborati, i nuovi files esportati an-


dranno a sovrascrivere quelli precedentemente esportati perdendo le eventuali
modifiche apportate ad essi.
Per NON perdere le modifiche apportate ai files precedentemente esportati è ne-
cessario rinominarli oppure scegliere, per la nuova esportazione, una Directory di
Esportazione diversa da quella scelta precedentemente.

30

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 35/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

3. Gli Elementi del Programma

Come Chiudere il Programma


Per chiudere il Programma basta selezionare l’opzione Esci del menu
File oppure pigiare il bottone Chiudi sulla barra del titolo della Finestra
del Programma (v. § 3.1).
Alla chiusura del programma vengono chiusi anche tutti i progetti even-
tualmente aperti.
Inoltre, alla chiusura di ogni progetto viene chiesto se si intende salvare
le modifiche ad esso apportate.

Come Impostare i Separatori dei Numeri


Per impostare i separatori delle migliaia e dei decimali con cui devono
essere proposti i dati numerici (quantità ed importi) nella stampa degli
elaborati del progetto attivo, basta effettuare le seguenti operazioni:
•   selezionare l’opzione Im-
posta Separatori Numeri…
del menu File; questa ope-
razione attiva il dialog
Impostazione separatori
numeri;

•   nel dialog effettuare le seguenti operazioni:


•   Separatore delle migliaia
nel combo box selezionare
(punto, virgola spazio o apostrofo) da adottare il separatore
per le migliaia;
•   nel combo box Separatore dei decimali selezionare il separatore
(punto o virgola) da adottare per i decimali;

Nel campo bianco a destra nel dialog viene proposto, a titolo di esempio, un nume-
ro che visualizza in rosso i separatori scelti nei due combo box dello stesso dialog.


   pigiare il bottone OK per confermare le scelte effettuate e chiudere il
dialog.

31

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 36/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

3. Gli Elementi del Programma

Il Menu Modifica
Le opzioni del menu Modifica di EdiLus-CA sono:
Taglia [Ctrl+X]: taglia gli oggetti selezionati nella finestra attiva per poter-
li incollare (se possibile) su un’altra tavola. 
Copia [Ctrl+C]: copia gli oggetti selezionati nella tavola della finestra atti-
va per poterli incollare nella tavola della stessa finestra o (se possibile)
nella tavola di un’altra finestra.
Incolla [Ctrl+V]: incolla nella finestra attiva gli oggetti preventivamente

copiati o tagliati.
Copia planimetria su clipboard: copia su clipboard la planimetria (carpen-
teria, ecc.) nella finestra attiva; la planimetria copiata potrà essere in-
collata, come metafile, in qualsiasi documento Windows che supporta
tale formato (ad es., in un documento di Word);
Seleziona tutto: seleziona tutti gli oggetti visualizzati nella finestra attiva;

Gli oggetti contenuti nella tavola della finestra attiva del progetto ma NON visua-
lizzati NON vengono selezionati.
Se si intende selezionare tutti gli oggetti contenuti nella finestra attiva del progetto
è necessario richiedere preventivamente uno Zoom Esteso (v. § 11.4).

Deseleziona tutto: elimina la selezione da tutti gli oggetti selezionati nella


finestra attiva;
Inverte selezione: seleziona tutti gli oggetti non selezionati e deseleziona
tutti gli oggetti selezionati nella finestra attiva;

Elimina Entità: elimina l’entità (oggetto) o il gruppo di entità selezionate;


Trova…: apre il dialog per la ricerca di un oggetto disegnato, di un suo no-
do, di una shell o di un nodo di una mesh in base al relativo ID (codice
identificativo univoco riportato nella sezione “Aspetto” del toolbox del-
le Proprietà dell’elemento selezionato - v. § 10.1.6).

32

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 37/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

3. Gli Elementi del Programma

Il Menu Visualizza
Le opzioni del menu Visualizza di EdiLus-CA sono:
Toolbox: apre un ulteriore menu in cui vengono proposti i nomi di tutti i
toolbox (v. § 3.2) del programma. La selezione del nome di un tool-
 box comporta la sua visualizzazione.
Se un toolbox è stato precedentemente chiuso (pigiando sull’apposito
 bottoncino della sua barra), selezionandolo nel menu “Toolbox”, viene
nuovamente aperto inserendo il bottone per la sua visualizzazione su
una delle toolbar verticali della Finestra del Programma.
Barre degli Strumenti: apre un ulteriore menu in cui vengono proposti i
nomi di tutti i gruppi di comandi della toolbar del progetto attivo. La
selezione di un’opzione del menu “Barre degli Strumenti” Visualiz-
za/Nasconde il corrispondente di gruppo di comandi sulla toolbar 
 principale (v. § 3.4) della Finestra del Programma.
Status Bar : visualizza/nasconde la barra di stato nella parte inferiore della
Finestra del Programma su cui vengono riportate informazioni utili
circa l’operazione che si sta eseguendo o la finestra del progetto attiva.

Il Menu Disegno
Le opzioni del menu Disegno di EdiLus-CA sono:
Entità: apre un menu in cui vengono proposte le tipologie di oggetti che è
 possibile disegnare nella tavole della finestra attiva; selezionando una
tipologia si apre un ulteriore menu per la scelta dell’oggetto (di quella
tipologia) da disegnare.
Snap: apre un ulteriore menu con le seguenti opzioni:
Snap Angolo [Shift+A]: attiva/disattiva lo snap angolare (v. § 11.1.2);
quando tale snap è attivo, l’icona a sinistra dell’opzione risulta sele-
zionata;
Snap Griglia [Shift+G]: attiva/disattiva lo snap alla griglia (v. § 11.1.1);
quando tale snap è attivo, l’icona a sinistra dell’opzione risulta sele-
zionata;

33

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 38/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

3. Gli Elementi del Programma

Usa Accelerazione Hardware, la cui selezione richiede l’utilizzo dell’acce-


lerazione hardware che comporta una maggior velocità in fase di dise-
gno, a scapito della qualità di visualizzazione. L’uso dell’accelerazione

hardware
MA) per lepuò anche essere richiesto
personalizzazioni nel dialog
del programma (v. §(Opzioni
20.2). PROGRAM-

L’utilizzo dell’accelerazione hardware è NECESSARIO se il computer è dotato di


una scheda video NON adeguata.
Generalmente l’utilizzo dell’accelerazione hardware NON comporta grossi svan-
taggi in termini di visualizzazione.
Si consiglia, pertanto, di utilizzare in ogni caso l’accelerazione hardware lascian-
do selezionata l’opzione Usa Accelerazione Hardware.

Blocca tipologia Entità: apre un menu in cui è possibile scegliere le tipo-


logie di oggetti utili come riferimento per il disegno [Linea Guida (v. §
10.21), Griglie Guida (v. § 10.22) e Disegno DXF/DWG (v. § 10.18)] che
devono risultare NON cancellabili e NON modificabili nelle tavole
del progetto in cui sono stati disegnati.

Per disegnare un nuovo oggetto Linea Guida, Griglia Guida Radiale, Griglia Gui-
da Rettangolare o Disegno DXF/DWG, È  NECESSARIO che la relativa tipologia
risulti NON bloccata, cioè NON selezionata nel menu aperto dall’opzione Blocca
tipologia Entità del menu DIsegno.

Griglia Disegno: visualizza/nasconde la griglia nelle tavole di disegno.

34

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 39/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

3. Gli Elementi del Programma

Il Menu Calcolo
Le opzioni del menu Strumenti di EdiLus-CA sono:
Calcolo COMPLETO: avvia il calcolo completo della struttura, in cui tutte
le fasi del calcolo vengono eseguite in sequenza (v. § 13.7);
Reset COMPLETO: annulla tutte le fasi di calcolo eseguite per la struttura;
Calcolo Modello Strutturale: avvia il calcolo del modello strutturale (v. §
13.2); dopo aver richiesto tale calcolo l’opzione “Calcolo Modello
Strutturale” si trasforma in Reset  Modello Strutturale che annulla il
calcolo del modello strutturale eseguito;
Calcolo Sollecitazioni: avvia il calcolo delle sollecitazioni (v. §§ 13.3 e
13.3.1); dopo aver richiesto tale calcolo l’opzione “Calcolo Sollecita-
zioni” si trasforma in Reset  Sollecitazioni che annulla il calcolo delle
sollecitazioni eseguito;
Calcolo Verifiche: avvia il calcolo delle verifiche (v. §§ 13.4 e 13.4.1);
dopo aver richiesto tale calcolo l’opzione “Calcolo Verifiche” si tra-
sforma in Reset Verifiche che annulla il calcolo delle verifiche eseguito;
Calcolo Armature e Carpenterie: avvia il calcolo delle Armature e delle
Carpenterie (v. § 13.5); dopo aver richiesto tale calcolo l’opzione “Cal-
colo Armature e Carpenterie” si trasforma in Reset  Armature e Carpen-
terie che annulla il calcolo delle Armature e delle Carpenterie eseguito.
Diagnostica Generale: apre l’omonima finestra in cui vengono segnalati
tutti gli eventuali errori riscontrati nel calcolo eseguito (elementi NON
verificati, ecc.); tale opzione risulta abilitata se è stata richiesta almeno
una delle fasi di calcolo (v. § 13.8).

Il Menu Strumenti
Le opzioni del menu Strumenti di EdiLus-CA sono:
Gestione Piani...: apre il dialog per la definizione delle tavole dei piani
dell’edificio per il disegno degli oggetti (v. cap. 6);
Opzioni...: apre il dialog per le personalizzazioni del programma e dei ta-
 bulati della relazione di calcolo (v. cap. 20).
35

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 40/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

3. Gli Elementi del Programma

Il Menu ? (Help)
Le opzioni del menu ? (Help) di EdiLus-CA sono:
Sommario: apre l’Help (guida in linea) del programma proponendone la
 pagina principale con il sommario;
Cerca Argomento: apre l’Help (guida in linea) del programma per proce-
dere alla ricerca di un argomento;
Uso della Guida: apre la finestra di Windows che illustra le modalità per 
l’uso della guida in linea;

Help rapido: apre l’Help (guida in linea) del programma proponendo la


 pagina che illustra le funzionalità relative alla finestra attiva;
MANUALE: apre il presente manuale in formato elettronico (PDF);
Video-Manuale: apre il video manuale con i filmati esplicativi delle moda-
lità operative di base del programma; per avviare video manuale il è
necessario che, nell’apposito lettore, risulti inserito il CD-ROM di in-
stallazione del programma;

Ovviamente, inserendo il CD-ROM di installazione del programma, potrebbe par-


tire il programma di installazione.
Il programma di installazione di EdiLus-CA può essere ignorato o può essere
chiuso dopo che il video-manuale risulterà avviato.

MANUALE Solutore Microsap: apre il manuale del solutore in formato e-


lettronico (PDF);
Aggiornamenti da Internet…: attiva il collegamento on line con la pagina
Web degli aggiornamenti del programma (v. § 2.5);
Diagnostica scheda Video…: apre il dialog in cui vengono riportate tutte
le caratteristiche e le impostazioni della scheda video del computer;
Informazioni…: attiva la finestra con le informazioni sul programma.

36

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 41/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

3. Gli Elementi del Programma

La Toolbar 
La Toolbar della Finestra del Programma (v. § 3.1), posizionata sotto la
Barra dei Menu, è costituita da più gruppi di comandi.

Ogni gruppo contiene gli strumenti per l’attivazione di funzionalità rela-


tive ad un determinato aspetto del progetto.

Un
dellagruppo diattiva
finestra bottoni,
del pertanto,
progetto. può risultare abilitato o meno a seconda
I gruppi di bottoni della Toolbar possono essere visualizzati o nascosti a
seconda delle esigenze.
Per visualizzare (nascondere) un gruppo di bottoni basta selezionare (de-
selezionare) il relativo nome nel menu locale della toolbar che si attiva
cliccando, con il pulsante destro del mouse, sulla toolbar stessa.
Oltre ai nomi dei gruppi di bottoni, il menu locale della toolbar presenta
anche l’opzione Personalizza.
L’opzione Personalizza attiva il consueto dialog per la personalizzazione
dei gruppi di bottoni delle toolbar.
Un gruppo di bottoni della toolbar può essere posizionato in qualsiasi
 punto dello schermo.
Per spostare un gruppo di bottoni basta effettuare le seguenti operazioni:
•   fare click, senza rilasciare il pulsante sinistro del mouse, sulla “mani-
glia” a sinistra del gruppo da spostare;
•   trascinare il gruppo nel punto desiderato e rilasciare il pulsante del
mouse.
Un gruppo di bottoni posizionato fuori della toolbar viene proposto con
una barra che ne riporta il titolo. Un doppio click sulla sua barra del titolo
riporta il gruppo spostato nella sua posizione originaria sulla toolbar.
Un gruppo di bottoni della toolbar può anche essere vincolato al bordo
inferiore e ai bordi destro e sinistro della Finestra del Programma dopo i
toolbox visualizzati (v. § 3.2).

37

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 42/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

3. Gli Elementi del Programma

Per disporre un gruppo di bottoni lungo un bordo della Finestra del pro-
gramma basta:
•   trascinare il gruppo di bottoni in prossimità del bordo della Finestra;
•   quando il gruppo si dispone lungo il bordo, rilasciare il pulsante del
mouse.
Di seguito vengono illustrati tutti i gruppi di bottoni della Toolbar.

Principale
Il gruppo Principale della Toolbar è costituito dai seguenti bottoni:
Nuovo: attiva il dialog per la creazione di un nuovo progetto (v. §
3.3.1.1); un progetto può anche essere creato selezionando l’opzione
Nuovo del menu File (v. § 3.3.1).
Apri: apre il dialog per la scelta del progetto da aprire; un progetto può
anche essere aperto selezionando l’omonima opzione del menu File (v.
§ 3.3.1.3).
Salva: salva le modifiche apportate al progetto attivo.

Stampa : avvia
esecutive) dellalafinestra
stampaattiva
del contenuto (piante,
nella Finestra viste 3D, dati, tavole
del Programma.
Anteprima di stampa: apre l’anteprima di stampa del contenuto (car-
 penterie, tavole esecutive, ecc.) della finestra attiva.
Taglia: elimina l’elemento selezionato e lo copia.

Copia: copia l’elemento selezionato.

Incolla: incolla, nella finestra attiva, l’elemento precedentemente co-


 piato.
Annulla: annulla, in sequenza, le ultime modifiche precedentemente
apportate al progetto.
Ripristina: ripristina, in sequenza, le ultime modifiche precedentemen-
te annullate.

38

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 43/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

3. Gli Elementi del Programma

Disegno
Il gruppo Disegno della Toolbar è costituito dai bottoni:

Seleziona oggetti: attiva la modalità per la selezione degli oggetti (v.


§§ 10.1.2 e 10.1.3).
Zoom: apre il menu per la scelta della funzionalità di zoom da uti-
lizzare (v. § 11.4).

Gestione Progetti
Il gruppo Gestione Progetti della Toolbar presenta il list box per la scelta
del progetto (tra quelli aperti) da rendere attivo nella Finestra del Pro-
gramma.
A destra di tale list box sono presenti i bottoni:
Gestione Piani; attiva l’omonimo dialog in cui è possibile
gestire i Piani del progetto (v. cap. 6).
Griglia Disegno: visualizza/nasconde la griglia nella tavola di disegno
della finestra attiva del progetto.
Seleziona Tutto: seleziona tutti gli oggetti (travi, pilastri, ecc.) visua-
lizzati nella finestra attiva del progetto.

Gli oggetti contenuti nella tavola della finestra attiva del progetto ma NON visua-
lizzati NON vengono selezionati.
Se si intende selezionare tutti gli oggetti contenuti nella finestra attiva del progetto
è necessario richiedere preventivamente uno Zoom Esteso (v. § 11.4).

Deseleziona Tutto: deseleziona tutti gli elementi selezionati visualizza-


ti nella finestra attiva del progetto.
Inverte selezione: seleziona tutti gli oggetti non selezionati visualiz-
zati e deseleziona tutti gli oggetti selezionati visualizzati nella fine-
stra attiva.
Snap Angolo [Shift+A]: attiva/disattiva lo Snap Angolare (v. § 11.1.2)
nelle tavole delle finestre del progetto.
Snap Griglia [Shift+G]: attiva/disattiva lo Snap alla Griglia (v. § 11.1.1)
nelle tavole delle finestre del progetto.

39

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 44/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

3. Gli Elementi del Programma

Visualizza Armatura [presente solo quando è attiva la finestra di una pianta


oppure una vista 3D]: visualizza la tavola dell’armatura (v. § 16.2) con
l’elemento (pilastro, trave, parete, ecc.); ovviamente tale bottone risulta
abilitato solo se, per il progetto, è stato richiesto il Calcolo delle Arma-
ture e delle Carpenterie (v. § 13.5) o il Calcolo Completo (v. § 13.7) e
se l’oggetto selezionato viene armato dal programma (v. cap. 16).

Calcolo
Il gruppo Calcolo della toolbar contiene i bottoni che avviano le varie fasi
del calcolo della struttura (v. § 13.1). I comandi del gruppo Calcolo sono
gli stessi proposti nel menu CALCOLO (v. § 3.3.5).
I bottoni del gruppo Calcolo della toolbar sono:
Calcolo COMPLETO: avvia il calcolo completo della struttura, in cui
tutte le fasi del calcolo vengono eseguite in sequenza (v. § 13.7).
Reset COMPLETO: annulla tutte le fasi di calcolo eseguite (13.7).

Calcolo Modello Strutturale: avvia il calcolo del modello strutturale (v.


§ 13.2).
Dopo aver richiesto il calcolo del modello, il bottone “Calcolo Model-
lo Strutturale” si trasforma in Reset Modello Strutturale che annulla il
calcolo del modello strutturale eseguito (v. § 13.2). 
Calcolo Sollecitazioni: avvia il calcolo delle sollecitazioni (v. § 13.3).
Dopo aver richiesto il Calcolo delle Sollecitazioni, il bottone “Calcolo
Sollecitazioni” si trasforma in Reset Sollecitazioni che annulla il cal-
colo delle sollecitazioni eseguito (v. § 13.3).
Calcolo Verifiche: avvia il calcolo delle verifiche (v. § 13.4).
Dopo aver richiesto le verifiche, l’opzione “Calcolo Verifiche” si tra-
sforma in Reset Verifiche che annulla il calcolo delle verifiche esegui-
to (v. § 13.4).
Calcolo Armature e Carpenterie: avvia il calcolo delle Armature e delle
Carpenterie (v. § 13.5).
Dopo aver richiesto il calcolo delle armature e delle carpenterie il bot-
tone “Calcolo Armature e Carpenterie” si trasforma in Reset Armature

e Carpenterie che annulla il calcolo eseguito (v. § 13.5).

40

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 45/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

3. Gli Elementi del Programma

Calcolo Solai: avvia il calcolo dei Solai del progetto (v. § 13.6).
  Dopo aver richiesto il calcolo dei Solai il bottone “Calcolo Solai” si
trasforma in Reset Solai che annulla il calcolo eseguito (v. § 13.5).

Diagnostica Generale: apre l’omonima finestra in cui vengono segna-


lati tutti gli eventuali errori riscontrati nel calcolo eseguito (elementi
 NON verificati, ecc.).
Ovviamente, tale bottone risulta abilitato se è stata richiesta almeno
una delle fasi di calcolo (v. § 13.8).

Applicazioni
Il gruppo Applicazioni della toolbar contiene il bottone Avvia PriMus
che apre il programma di computo metrico PriMus (se disponibile) (v.
cap. 19).

41

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 46/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

3. Gli Elementi del Programma

Pagina lasciata volutamente in bianco

42

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 47/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

4. Come si Lavora

Come si Lavora
 Nel presente capitolo vengono elencate le principali fasi per effettuare il
 progetto di una struttura con EdiLus-CA.
Il programma, come tutti i programmi ACCA, non prevede una procedu-
ra rigida per l’input dei dati di un progetto. Le fasi del progetto riportate,
 pertanto non sono da eseguire in maniera tassativamente sequenziale.
L’ordine con cui le fasi per la progettazione vengono proposte nel pre-
sente capitolo è, però, quello che certamente rende più semplice e produt-
tivo il lavoro del Tecnico.
 Nella progettazione di una struttura si consiglia, pertanto, di cercare di
svolgere le operazioni necessarie nell’ordine in cui vengono proposte di
seguito.

43

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 48/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

4. Come si Lavora

Come Progettare una Struttura con EdiLus-CA


 Nel presente paragrafo vengono elencate schematicamente le principali
operazioni per effettuare il progetto di una struttura con EdiLus-CA.
Per ognuna delle operazioni viene riportato il rimando all’opportuno pa-
ragrafo o capitolo del presente manuale in cui vengono illustrate detta-
gliatamente le modalità operative per poterla effettuare.
Per progettare una struttura con EdiLus-CA occorre effettuare le seguenti
operazioni:

  Creare un nuovo documento (progetto) (v. § 3.3.1.1).
•   Specificare i Dati Generali del progetto. In questa fase oltre ai dati di
carattere generale vanno anche indicati il tipo di analisi sismica che si
intende effettuare e i dati opportuni per poterla eseguire (v. cap. 5).
•   Definire i piani dell’edificio da progettare (v. cap. 6). La definizione
dei piani dell’edificio comporta la creazione di tutte le tavole per il di-
segno delle strutture dei piani stessi.
 Nel progetto creato vengono già proposti, per default, il piano per il
disegno delle strutture di fondazione (travi, plinti o platee) e quello per 
il disegno del primo impalcato.
•   Definire tutte le sezioni che si intende adottare per le travi, i pilastri ed
eventuali cordoli (v. cap. 7).

In questa fase è necessario definire le sole sezioni di progetto che si intende as-
segnare a travi, pilastri e cordoli.
Se, nel corso della progettazione, si rendesse necessario l’utilizzo di altre sezioni,
queste potranno anche essere create al momento.

•   Definire le caratteristiche di tutti i materiali (calcestruzzi, acciai, ecc.)


utilizzati per le strutture (travi, pilastri, ecc.) del progetto (v. § 8.1).
 Nella sezione per la definizione dei materiali del progetto creato ven-
gono proposti una serie di materiali per cui risultano già specificate le
opportune caratteristiche (resistenza, peso, ecc.).
Se un materiale utilizzato non fosse disponibile, occorre definirlo cre-
andolo ex novo oppure modificando un materiale esistente (v. § 8.1.1).

44

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 49/641


 

5/17/2018 Ma nua le Edilus - slide pdf.c om

4. Come si Lavora

•   Definire le caratteristiche del terreno (o dei terreni) di fondazione (v.


§ 8.2).
 Nella sezione per la definizione dei terreni del progetto vengono pro-
 posti una serie di terreni per cui risultano già specificate le opportune
caratteristiche.
Se il terreno del proprio progetto non fosse disponibile, occorre defi-
nirlo creandolo ex novo oppure modificando un terreno esistente.
•   Definire i carichi (peso proprio e sovraccarico permanente ed acciden-
tale) per solai, sbalzi, solette, platee, scale e tamponature. In questa fa-
se vanno anche specificate le informazioni opportune per definire le
condizioni di carico adottate nel calcolo (v. cap. 9).


  Definire, per ogni tipologia di elementi strutturali (travi, pilastri, pare-
ti, ecc.), i criteri in base ai quali il programma provvederà ad armarli
(v. § 16.1 e segg.).
•   Per ogni piano creato (v. § 6.2) dell’edificio effettuare le seguenti ope-
razioni:
•   Aprire la relativa tavola di disegno (v. § 6.5).
•   Disegnare tutti gli oggetti necessari (pilastri, travi, pareti, solai, balco-
ni, tamponature, ecc.) per definire il relativo impalcato (v. cap. 10).

 Nella fase di disegno di ogni oggetto è necessario assegnargli le op-


 portune proprietà nel toolbox delle Proprietà (v. § 10.1.6).
Per default, il programma assegna ad ogni oggetto disegnato le pro-
 prietà dell’oggetto disegnato precedentemente. Ciò consente di
 NON assegnare gran parte delle proprietà (sezione, materiale, ecc.)
a tutti gli oggetti da disegnare.
Le proprietà di un oggetto potranno essere modificate in qualsiasi
momento antecedente al calcolo.
In questa fase può risultare molto utile controllare che il disegno ef-
fettuato risulti corretto visualizzando l’edificio disegnato in una vi-
sta 3D (v. cap. 12). In una vista 3D è anche possibile modificare op-
 portunamente gli elementi disegnati (v. § 12.8).
•   Richiedere il Calcolo. Il calcolo può essere richiesto per fasi sequen-
ziali (nell’ordine, Calcolo del Modello Strutturale, Calcolo delle Sol-
lecitazioni, Calcolo delle Verifiche, Calcolo delle Armature e Carpen-
terie) e Calcolo dei Solai oppure in un’unica fase (Calcolo Completo)
(v. cap. 13).

45

http://slide pdf.c om/re a de r/full/ma nua le -e dilus 50/641