Sei sulla pagina 1di 1

SISTEMI

Per sistema si intende un ente (fisico o astratto) dato dall’interconnessione di più parti elementari,
per cui vale il principio di causa ed effetto.

u (i) : ingresso (causa)

y (i) : uscita ( effetto)

La variabile d’interesse del sistema è l’uscita y, il cui andamento è influenzato dall’ingresso u.

Il comportamento di un sistema è descrivibile da un insieme S di relazioni matematiche (detto


modello matematico) che legano fra loro l’ingresso u e l’uscita y.

Per analisi del sistema si intende capire il funzionamento del sistema.

Classificazione dei sistemi

Per sistema statico, chiamati anche senza memoria, l’uscita del sistema y(t) è legata in modo
istantanea. (es resistore)
Y(t)=0 → u(t)=0

Per sistema dinamico, chiamati con memoria perché sono in grado di immagazzinare energia,
materia e. informazioni.
Sono sistemi nei quali il comportamento dipende dallo stato interno del sistema. (ES
condensatore)
ESEMPIO
Un serbatoio in cui c’è una portata di liquido in ingresso e una portata di liquido in uscita.
La relazione tra ingresso e uscita non è diretta, perché: se l’ingresso è zero, l’uscita sarà diversa
da zero. Questo perché c’è una quantità di liquido nel serbatoio e l’uscita non dipende
dall’ingresso.

Tempo continuo, quando le grandezze sono tutti segnali definite in ogni istante del tempo.
(Es circuito elettrico ).

Tempo discreto, sono grandezze definite soltanto in alcuni istanti di tempo.

(Es Automa a stati finiti).

Tempo invariante, Il sistema è invariante rispetto a traslazioni dell’ingresso.

Cioè, se l’ingresso varia nel tempo, l’uscita, anch’essa, varia dello stesso

tempo ma non cambia a parte la traslazione.

Tempo variante, il sistema varia rispetto a traslazioni dell’ingresso.

Sistema lineare, si definiscono sistemi lineari solo se si può applicare il principio della
sovrapposizione degli effetti; quando l’uscita generata dalla combinazione lineare di due o più
ingressi è uguale alla combinazione lineare delle uscite generate dai singoli ingressi

Y=Y1+Y2

Y1= quando agisce solo U1 ; Y2=quando agisce solo Y2

altrimenti si definiscono sistemi non lineari.