Sei sulla pagina 1di 25

I principi contabili internazionali e l’analisi di bilancio Decreto IAS — ambito di

applicazione: prospetto di sintesi 201 LAS obbligupri ell redazione dl blasi ndivadiale
pere anprese di asiurazione quotate che on cdi Ilan consola «(2 La fecit di applicazione
degli IAS, se esercitata dere esser applicata sa perl bilancio individudls sia er il lanzo
corsolidzto (La felt di applicazione degli AS potr essere scita dll'escizio individuato
condecreb del Ministro dll’Ecomomia e dlle fine e del Minister della iusizia 27/12/2009
Finalità del bilancio * Posizione finanziaria -> attività, passività e patrimonio netto *
Risultato economico -> ricavi e costi registrati nel conto economico e gli utili e perdite
riconosciute direttamente a patrimonio netto * Disponibilità liquide -> variazioni della
cassa e dei suoi equivalenti 1. Fornire informazioni su: 2. Commentare i risultati
dell’azione del management aziendale (amministratori e direzione aziendale) con le
risorse affidate in gestione Problematiche 1) Definire una metodologia di analisi da
utilizzare (bisogna tener conto del fatto che non sono previsti schemi di bilancio
vincolati ma sono solo indicate delle informazioni minimali di riferimento) 2) Difficoltà
di comparazione tra imprese che utilizzano principi difformi (utilizzo di criterì valutativi
differenti) —__ IMPORTANZA CRESCENTE DELL'ANALISI QUALITATIVA 27/12/2009
Differenze rispetto all'ordinamento italiano * Le caratteristiche dei prospetti di stato
patrimoniale e di conto economico differiscono sia dal punto di vista formale che
contenutistico (lo IAS 1 prevede l’indicazione di un contenuto minimo, lasciando alla
discrezionalità dei redattori la possibilità di creare voci addizionali, intestazioni e
risultati parziali); * Il prospetto del rendiconto finanziario è parte integrante del
bilancio IAS Il contenuto minimo dello SP Y Lo IASB non prevede una struttura rigida
di SP, segnala soltanto un contenuto minimo di voci, lasciando alla discrezionalità dei
redattori la possibilità di creare voci addizionali, intestazioni e risultati parziali (sub-
totali) quando un altro PCI lo richieda o quando ciò sia necessario per rappresentare
fedelmente la situazione patrimoniale finanziaria dell'impresa. vl dettaglio fornito
nelle sottoclassificazioni da esporre o nel prospetto di SP o nelle note varia per
ciascuna voce 27/12/2009 Stato patrimoniale IAS/IFRS: contenuto minimale a)
Immobili, impianti e macchinari b) Investimenti immobiliari c) Attività immobiliari d)
Attività finanziarie [esclusi i valori esposti in e), h) e i)] e) Partecipazioni valutate con il
metodo del patrimonio netto f) Attività biologiche g) Rimanenze rciali e altri crediti
iquide e mezzi equivalenti j) Totale attività disponibili per la vendita x) Debiti
commerciali e altri debiti 1) Fondi m) Passività finanziarie [esclusi i valori esposti in j) e
I)} n) Passività ed attività per imposte correnti 0) Passività ed attività per imposte
differite p) Passività associate ad un gruppo da dismettere q) quote di pertinenza di
terzi presenti nel patrimonio netto r) Capitale emesso e riserve attribuibili ai
possessori di capitale proprio della controllante Stato patrimoniale IAS/IFRS: criteri di
classificazione delle poste L'esposizione del contenuto dello Stato Patrimoniale può
essere basata su: e 1) CRITERIO DELLA 2) CRITERIO DELLA AFFERENZA AL CICLO
LIQUIDITÀ OPERATIVO O CORRENTE trasformabilità in denaro natura delle operazioni
poste entro i dodici mesi in essere | y massimizzare le informazioni utili al lettore del
bilancio —_ PREFERENZA PER IL CRITERIO DELL’AFFERENZA AL CICLO OPERATIVO:
CLASSIFICAZIONE DEI VALORI IN CORRENTI E NON CORRENTI 27/12/2009 La scelta
dell'una o dell’altra modalità di rappresentazione non è totalmente discrezionale Se il
ciclo operativo di un'azienda è chiaramente identificabile, la separata classificazione di
attività e passività correnti e non correnti nel prospetto di stato patrimoniale fornisce
informazioni utili, in quanto distingue il capitale circolante netto dal capitale usato
dall'entità per le operazioni a lungo termine; inoltre evidenzia le attività da
realizzare/passività da estinguere entro il termine del ciclo operativo. Il ciclo operativo
di un'entità è il tempo che intercorre tra l'acquisizione di beni per il processo
produttivo e la loro realizzazione in disponibilità liquide o mezzi {7 equivalenti. { IN
Quando il normale ciclo operativo di un'entità non è chiaramente identificabile, si *.
suppone che la sua durata sia di dodici mesi. Attività corrente: Definizione Un'attività
deve essere classificata come corrente quando soddisfa uno dei seguenti criteri:
a.quando ci si aspetta che sia realizzata, o si prevede che sia venduta o utilizzata nel
normale ciclo operativo dell’entità; b.è posseduta principalmente per essere
negoziata; c.si prevede che si realizzi entro dodici mesi dalla data di riferimento del
bilancio; o d.si tratta di disponibilità liquide o mezzi equivalenti (come definito nello
IAS 7 Rendiconto finanziario). Tutte le altre attività devono essere classificate come
non correnti. 27/12/2009 Esempio di schemi di stato patrimoniale: l’ Attivo ATTIVITA”
n+1 Attività non correnti Immobili, impianti e macchinari Avviamento Altre attività
immateriali Partecipazioni Attività finanziarie disponibili per la vendita Totale Attività
correnti Rimanenze Crediti verso clienti Altre attività correnti Disponibilità liquide e
mezzi equivalenti Totale Totale attività Esempio di schemi di stato patrimoniale: l
Netto e il Passivo PATRIMONIO NETTO e PASSIVITA’ n+1 Patrimonio netto attribuibile
al soci della capogruppo Capitale sociale Utili non ripartiti Altre riserve Totale
Patrimonio netto di terzi Totale Passività non correnti Finanziamenti a lungo termine
Fondo imposte differite Fondi rischi e oneri a lungo termine Totale Passività correnti
Debiti verso fornitori Finanziamenti a breve termine Quote a breve di finanziamenti a
lungo termine Debiti tributari Fondi rischi e onerl a breve termine. Totale Passività
correnti Totale patrimonlo netto e passività 27/12/2009 10 Conto economico
Competenza economica: LA RICCHEZZA PRODOTTA VIENE DETERMINATA ANCHE IN
FUNZIONE DEI CAMBIAMENTI DI VALORE DEGLI ELEMENTI PATRIMONIALI ->
diffusione dell'utilizzo del fair value nella valutazione degli elementi patrimoniali
Approccio patrimonialista: i ricavi/costi esprimono incrementi/decrementi nei benefici
economici attesi, (sono rappresentati da incrementi/decrementi di valore di attività o
decrementi/incrementi di valore delle passività) Conto Economico Statement of
Comprehensive Income concetto di competenza economica presente nel sistema IASB
fa sì c : siano considerati di competenza anche costi e ricavi non realizzati, ma aturati
economicamente LL Tali valori “non realizzati”potranno Concorrere a formare il
Reddito Essere destinati a Riserva del Netto 27/12/2009 11 Statement of
Comprehensive Income Con le modifiche introdotte nel nuovo IAS 1 si è deciso di
accogliere in! bilancio una versione ampliata del reddito d'esercizio, che
comprendesse | anche i valori non realizzati, confluiti nelle riserve del netto ! LL
reddito “allargato” in grado di segnalare la performance complessiva dell'impresa
REDDITO NETTO + VARIAZIONI DEL P.N. (net income) (other comprehensive income)
COMPREHENSIVE INCOME Statement of Comprehensive Income In conseguenza di
tale approccio si avrà uno sviluppo dei valori di ‘competenza di questo tipo: pr valori di
competenza ---------------—, i income reddito “allargato” (total comprehensive income)
27/12/2009 12 Criteri di classificazione dei costi Si può optare fra due strutture scalari
a seconda del tipo di impresa e di fattori st e di settore: —_—_|——_a ANALISI DEI
COSTI ANALISI DEI COSTI PER NATURA PER DESTINAZIONE (impostazione alternativa)
(impostazione preferita) esprime i costi operativi esprime i costi operativi
evidenziando, in evidenziando le variazioni delle primo luogo, il costo sostenuto per il
rimanenze, i costi di acquisto delle venduto, quindi i costi di distribuzione, materie, il
costo del personale, gli ‘amministrazione e generali, con l'obbligo ammortamenti ... in
questo caso di dare informazioni sulla natura dei costi. -> ELEVATA DISCREZIONALITÀ
CE con i costi classificati per natura - ESEMPIO Ricavi x Altri proventi lbs] Variazioni
rimanenze di prodotti finiti e prodotti in corso di lavorazione Materie prime e materiali
di consumo utilizzati Costi connessi a benefici per i dipendenti Ammortamenti Altri
costi Costi Totali (es) Utile x DIMM CE con i costi classificati per destinazione - ESEMPIO
Ricavi x Costo del venduto o Utile lordo — x | Altri proventi x Costi di distribuzione Th)
Costi amministrativi [0.3] Altri costi a Utile —x_ | 27/12/2009 15 Considerazioni Y Il
reddito operativo tende ad identificarsi con il risultato della p gestione caratteristica
(verificare la natura delle componenti nelle note al bilancio) v Ciascuna impresa
utilizza tavole specifiche, con diverse tipologie di risultati intermedi: necessità di
un'operazione di omogeneizzazione v Proventi ed oneri finanziari possono essere
rappresentati separatamente (oppure si indica il valore netto) v Non è possibile
evidenziare i componenti straordinari (necessità di riclassificazione del bilancio)
Analisi di bilancio e Componenti straordinarie L’inclusione nella gestione caratteristica
determina una modifica negli indici di bilancio Soluzioni operative: 1) Bilanci “italiani”
2) Bilanci per alcuni secondo la normativa italiana, per altri secondo i PCI: Applicare i
medesimi criteri di riclassificazione; analisi qualitativa 3) Solo PCI 27/12/2009 16 Other
comprehensive income Come utilizzare i valori contenuti in tale sezione? - A fini
interpretativi, a supporto di C e R contenuti nella prima sezione (num. e denom. non
omogenei) - Per il calcolo di indici di bilancio: nb. Le due sezioni sono interdipendenti:
Es: attività disponibile per la vendita L’incremento di valore nel tempo rientra nell’OCI;
la plusvalenza nella prima sezione (rettifiche) Comparabilità dei bilanci Costruzione
degli indici di bilancio: Il reddito potenzialmente prodotto non è omogeneo con il
reddito realizzato. Possibile soluzione: considerare solo la prima sezione del CE IAS e
gli elementi patrimoniali all’1/1/x (i valori finali incorporano i maggiori valori anche se
non realizzati) Interpretazione degli indici: Valutazione prevalentemente qualitativa
27/12/2009 17

Principi contabili internazionali e analisi


di bilancio, Appunti di Analisi Di Bilancio
E Principi Contabili
Analisi Di Bilancio E Principi Contabili

4.4
8Recensioni
27/12/2009
1
Iprincipico
ntabiliinterna
zionali
el’analisidi
bilancio
Iprincipico
ntabiliinterna
zionali
el’analisidi
bilancio
27/12/2009
2
Finalitàdelbi
lancio
• Posizione finanziaria -> attività, passività
e
patrimonio netto
1.Fornireinformazionisu:
• Risultato economico -> ricav
i
e c o s t
i
registrati nel conto economico e gli utili e
perdite riconosciute direttamente a
patrimonio
netto
• Disponibilità liquide -> variazioni della
cassa e dei suoi equivalenti
2. Commentare i risultati dell’azione
del management aziendale
(amministratori e direzione aziendale)
con le risorse affidate in gestione

Problematiche
1) Definire una metodologia
di analisi da utilizzare
(bisogna
tener
conto
del
fatto
che
non
sono
previsti
schemi
(bisogna
tener
conto
del
fatto
che
non
sono
previsti
schemi
di bilancio vincolati ma sono
solo indicate delle informazioni
minimali di riferimento)
2) Difficoltà di
comparazione tra imprese
che
utilizzano principi difformi
(utilizzo di criteri valutativi
differenti)
IMPORTANZACRE
SCENTE
DELL’ANALISIQU
ALITATIVA Questa pagina non è visibile nell’anteprima
Non perderti parti importanti!
SCARICA

Chi studia  Analisi Di Bilancio E Principi Contabili  ha scaricato questo documento


Questa pagina non è visibile nell’anteprima
Non perderti parti importanti!
SCARICA
Chi studia  Analisi Di Bilancio E Principi Contabili  ha scaricato questo documento
27/12/2009
5
Differenzerispetto
all’ordinamentoi
taliano
• Le caratteristiche dei
p
ros
p
etti di stato
p
atrimonialeedi
p p
p
conto economico differiscono sia
dal punto di vista
formale che contenutistico
(lo IAS 1 prevede l’indicazione di un
contenuto minimo, lasciando
alla discrezionalità dei redattori la
possibilità di creare voci
addizionali, intestazioni e risultati
parziali);
• Il prospetto del rendiconto
finanziario è parte integrante
del bilancio IAS
Ilcontenutomini
modelloSP
9
Lo
IASB
non
prevede
una
struttura
rigida
di
SP
segnala
soltanto
un
9
Lo
IASB
non
prevede
una
struttura
rigida
di
SP
,
segnala
soltanto
un
contenuto minimo di voci,
lasciando alla discrezionalità dei
redattori la possibilità di creare
voci addizionali, intestazioni e
risultati parziali (sub‐totali)
quando un altro PCI lo richieda o
quando ciò sia necessario per
rappresentare fedelmente la
situazione patrimoniale
finanziaria dell’impresa.
9Il dettaglio fornito nelle
sottoclassificazioni da esporre o
nel
prospetto di SP o nelle note varia
per ciascuna voce
27/12/2009
5
Differenzerispetto
all’ordinamentoi
taliano
• Le caratteristiche dei
p
ros
p
etti di stato
p
atrimonialeedi
p p
p
conto economico differiscono sia
dal punto di vista
formale che contenutistico
(lo IAS 1 prevede l’indicazione di un
contenuto minimo, lasciando
alla discrezionalità dei redattori la
possibilità di creare voci
addizionali, intestazioni e risultati
parziali);
• Il prospetto del rendiconto
finanziario è parte integrante
del bilancio IAS
Ilcontenutomini
modelloSP
9
Lo
IASB
non
prevede
una
struttura
rigida
di
SP
segnala
soltanto
un
9
Lo
IASB
non
prevede
una
struttura
rigida
di
SP
,
segnala
soltanto
un
contenuto minimo di voci,
lasciando alla discrezionalità dei
redattori la possibilità di creare
voci addizionali, intestazioni e
risultati parziali (sub‐totali)
quando un altro PCI lo richieda o
quando ciò sia necessario per
rappresentare fedelmente la
situazione patrimoniale
finanziaria dell’impresa.
9Il dettaglio fornito nelle
sottoclassificazioni da esporre o
nel
prospetto di SP o nelle note varia
per ciascuna voce
Questa pagina non è visibile nell’anteprima
Non perderti parti importanti!
SCARICA

Chi studia  Analisi Di Bilancio E Principi Contabili  ha scaricato questo documento


1 / 18
INGRANDISCI
Prepara al meglio i tuoi esami
Registrati a Docsity per scaricare i documenti e allenarti con i Quiz
REGISTRATI
e ottieni 20 punti download
Recensioni
Solo gli utenti che hanno scaricato il documento possono lasciare una recensione
4.4
8Recensioni
Mostra dettagli
Ordina per
Più recenti

fabiola-cavuoto
quasi 3 anni fa
Economia
"ottimo"

benedetta.amato.141
più di 7 anni fa
Economia, Scienze dell'Economia e della Gestione Aziendale (Laurea Triennale)

biagiarellidavide
più di 7 anni fa
Economia, Scienze dell'Economia e della Gestione Aziendale (Laurea Triennale)

daniele96
più di 8 anni fa
Economia, Scienze economico-aziendali (Laurea Magistrale)

janeway
quasi 9 anni fa
Economia, Scienze economiche (Laurea Triennale)

nebulux
più di 9 anni fa
Informatica, Informatica (Laurea Magistrale)
"Buono"
12
1-6 di 8