Sei sulla pagina 1di 32

THE VERB "TO BE" (ESSERE) I am Am I? I am not You are Are you?

You are not (aren't)


He is Is he? He is not (isn't) She is Is she? She is not (isn't) It is Is it? It is not (isn't) We
are Are we? We are not (aren't) You are Are you? You are not (aren't) They are Are
they? They are not (aren't) THE VERB "TO HAVE" (AVERE) I have Have I? I have not
(haven't) You have Have you? You have not (haven't) He has Has he? He has not
(hasn't) She has Has she? She has not (hasn't) It has Has it? It has not (hasn't) We have
Have we? We have not (haven't) You have Have you? You have not (haven't) They have
Have they? They have not (haven't) PERSONAL PRONOUNS AS SUBJECTS Essi sono
sempre presenti nella frase quando il soggetto non è espresso con un sostantivo od
un nome proprio, perché il soggetto NON è mai sottinteso in inglese, come invece
spesso accade in italiano. I pronomi personali sono i seguenti: I = io You = tu, Lei He =
egli She = essa, ella It = esso, essa We = noi You = voi They = essi, esse. Il pronome "I" è
sempre scritto maiuscolo. "You" corrisponde a "tu" e "voi", ed alla forma cortese "Lei".
"It" è di genere neutro e viene normalmente usato per le cose od animali di piccola
taglia. PERSONAL PRONOUNS AS OBJECTS I pronomi personali complemento sono i
seguenti: Me = me, mi You = te, ti Him = lui, lo Her = lei, la It = esso, lo, la Us = noi, ci
You = voi, vi Them = loro, li, le. Essi vengono usati in due casi: a) dopo le preposizioni;
Ex: With me Con me With you Con te With us Con noi With them Con loro Without him
Senza lui Without her Senza lei Without it Senza esso Without you Senza voi. b) dopo
le forme verbali; Ex: I love you Ti amo He loves her La ama She loves him Lo ama I like
it Mi piace We like you Voi ci piacete They like us Noi piacciamo a loro. THE DEFINITE
ARTICLE L'articolo determinativo inglese è unico ed invariabile: THE. La sua pronuncia
differisce a seconda che preceda una consonante (o una h aspirata) od una vocale: nel
primo caso è "the", nel secondo è "thi". Esso non viene mai usato dinanzi a sostantivi
impiegati in senso generale, mentre appare quando il sostantivo è seguito da una
specificazione. Ex.: I like roses = Mi piacciono le rose The roses of the shop are red =
Le rose del negozio sono rosse L'articolo determinativo THE non viene mai usato
davanti a: a) aggettivi e pronomi possessivi Ex: Where is my book? b) titoli seguiti da
nomi Mr Brown is here. c) nomi di lingue I study English. d) nomi dei pasti Dinner is
ready. e) i nomi tea, coffee, ecc. I never have coffee. THE INDEFINITE ARTICLE L'articolo
indeterminativo inglese possiede due forme: A e AN. Il primo viene usato dinanzi a
sostantivo che inizia per consonante ed h aspirata, il secondo dinanzi a sostantivo che
inizia per vocale e h muta. Le parole inizianti con h muta in inglese sono: Hour = ora
Heir = erede Honour = onore Honest = onesto Ex: a book a year an apple an honour a
week a house an hour an heir Oltre che nei casi equivalenti all'uso italiano, l'articolo
indeterminativo inglese viene usato: a) davanti a nomi indicanti professione, impiego,
attività o situazione sociale; Ex: Are you a doctor? She's a countess. I'm a student. He's
a writer. b) davanti a hundred e thousand; Ex: A hundred boys A thousand girls 1 b) Gli
aggettivi possessivi inglesi sono maggiormente usati di quelli italiani. Essi precedono
normalmente parti del corpo, oggetti di vestiario o personali, mentre in italiano
preferiamo usare l'articolo indeterminativo. Ex: I wash my hands. Mi lavo le mani. My
head aches. Mi duole la testa. He takes off his shoes. Si toglie le scarpe. I smoke my
pipe. Fumo la pipa. c) L'aggettivo possessivo inglese NON è mai preceduto da: -
articolo determinativo (the) - articoli indeterminativi (a, an) - aggettivi numerali (ex:
two, three) - aggettivi dimostrativi (ex: this, that) - aggettivi indefiniti (ex: some, many).
POSSESSIVE PRONOUNS I pronomi possessivi, come gli aggettivi, rifiutano sempre
l'articolo determinativo. Il pronome di III persona a carattere neutro non esiste. Sono i
seguenti: Mine mio, ecc. Yours tuo, ecc. His suo, ecc. Hers suo, ecc. Ours nostro, ecc.
Yours vostro, ecc. Theirs loro, ecc. Ex: Is this book yours? Questo libro è tuo? Yes,
that's mine. Si, quello è mio. This is his, not hers. Questo è quello di lui, non di lei. Our
books and theirs. I nostri libri e i loro. PREPOSITIONS OF PLACE 1) Preposizioni di stato
in luogo: sono due, in e at. La preposizione "in" è sempre seguita dall'articolo
determinativo "the", salvo poche eccezioni quali: - in town - in bed - in prison. La
preposizione "at" può essere seguita dall'articolo determinativo, a seconda del
significato della frase. Ex: Mary is in the kitchen. Mary è in cucina. Peter is still in bed.
Peter è ancora a letto. Pat is at the park. Pat è al parco. John is at school now. John è a
scuola adesso. 2) Preposizioni di moto a luogo: sono due, to e into. La preposizione
"to" esprime direzione o avvicinamento, mentre "into" esprime penetrazione in luogo
chiuso o cintato ed è sempre seguito dall'articolo determinativo. Ex: I'm going to town.
Sto andando in città. Let's go to the park. Andiamo al parco. We are going into the
house. Stiamo entrando in casa. She is coming into the garden. Lei sta entrando in
giardino. 3) Preposizioni di moto per luogo: sono due, through ed across. Quest'ultima
si usa tipicamente per strade o fiumi od altri luoghi dove l'attraversamento avviene
lungo la sezione più breve. Ex: Pat is walking across the street. Pat sta attraversando la
strada. We swam across the river. Attraversammo il fiume a nuoto. Birds are flying
through the air. Gli uccelli stanno volando nell'aria. We went in through the window.
Entrammo per la finestra. 4) Preposizioni di moto da luogo: è una sola, from. Ex: They
come from the country. Essi vengono dalla campagna. I came from school at five.
Tornai da scuola alle cinque. 5) Altre preposizioni che esprimono posizione: in front of
= davanti a before = prima di behind = dietro a after = dopo di near = vicino a between
= fra next to = accanto a among = fra far from = lontano da along = lungo inside =
all'interno di around = attorno a outside = all'esterno di in the middle of = in mezzo a
on = su on the right of = a destra di over = sopra on the left of = a sinistra di up = su
per down = giù per towards = verso "Near" esprime vicinanza generica, mentre "next
to" esprime adiacenza. "On" indica sovrapposizione con contatto, mentre "over"
indica sovrapposizione senza contatto. "Between" indica posizione fra due persone,
cose o animali, mentre "among" indica posizione fra più persone, cose o animali. Ex:
We live near London. Viviamo vicino a Londra. Bob is sitting next to Pam. Bob è
seduto accanto a Pam. The pen is on the table. La penna è sul tavolo. The plane is
flying over the town. L'aereo sta volando sopra la città. Pam is sitting between Bob
and Joe. Pam è seduta tra Bob e Joe. We are among nice people here. Siamo tra gente
simpatica qui. PREPOSITIONS OF TIME Le seguenti preposizioni sono usate per
formare vari complementi di tempo: at = a for = per in = in, a about = circa a on = di, a
by = per "At" è usato davanti alle ore, festività o periodi. "In" è usato davanti a parti del
giorno, mesi, stagioni o date espresse in anni. "On" è usato davanti ai giorni della
settimana o alle date espresse in giorni. "For" introduce il complemento di tempo
continuato. 1 "About" esprime approssimazione. "By" significa entro, non oltre. Ex: At
two o'clock Alle due At Christmas A Natale In the morning Al mattino In August In
agosto In summer In estate In 1995 Nel 1995 On Monday Di lunedì On 25th August Il
25 agosto For two days Per due giorni About five o'clock Alle cinque circa By five
o'clock Per le cinque. PREPOSITIONS + -ING FORM Le seguenti preposizioni sono
sempre seguite dal verbo alla forma in -ing: before = prima di without = senza after =
dopo (di) instead of = invece di Ex: Before going out Prima di uscire After coming back
Dopo essere ritornato Without eating Senza aver mangiato Instead of sleeping Invece
di dormire. RELATIVE PRONOUNS I pronomi relativi sono diversi a seconda che ci si
riferisca a persone, animali o cose. Essi sono: Who: usato per le persone, come
soggetto (che, il quale, la quale, ecc.). Ex: The boy who often phones is my friend. Il
ragazzo che spesso telefona è mio amico. The girl who is speaking is Jane. La ragazza
che sta parlando è Jane. Whom: usato per le persone, come complemento (da solo,
come complemento oggetto, o preceduto da preposizione, come complemento
indiretto). Ex: She is the girl with whom I study. Lei è la ragazza con cui studio. The boy
whom you see is Bob. Il ragazzo che vedi è Bob. Which: usato per animali e cose,
come soggetto e complemento sia diretto che indiretto. Ex: The cigars which are here
are mine. I sigari che sono qui sono miei. The film which we see is nice. Il film che
vediamo è bello. That is the flat in which we live. Quello è l'appartamento in cui
viviamo. That: usato indifferentemente per persone, animali e cose, ma solo come
soggetto e come complemento oggetto. Ex: The boy that (who) is speaking is Bob. Il
ragazzo che sta parlando è Bob. The book that (which) I read is nice. Il libro che leggo
è bello. Whose: indica possesso (il cui, la cui, ecc.). Ex: He is the boy whose sister is a
teacher. Lui è il ragazzo la cui sorella è insegnante. THE INFINITIVE Ricordare sempre
le seguenti regole: 1) L'infinito può essere soggetto di una proposizione o può
dipendere da un verbo; Ex: To spend all that money is silly. Spendere tutto quel
denaro è stupido. I want to go out tonight. Voglio uscire stasera. 2) L'infinito non è mai
preceduto da preposizione, come invece accade in italiano; Ex: I go to see him. Vado a
trovarlo. This book is to read Questo libro è da leggere. I phone him to discuss the
matter.Gli telefono per discutere la faccenda. 3) L'infinito negativo si ottiene
premettendogli "not"; Ex: I prefer not to go out. Preferisco non uscire. 4) Quando
l'infinito segue un verbo modale perde il "to"; Ex: I can't wait long. Non posso
aspettare a lungo. May I smoke? Posso fumare? PRESENT CONTINUOUS Esprime
un'azione che si svolge nel momento in cui si parla. Questo tempo impiega il presente
di to be seguito dalla forma in -ing (che si ottiene aggiungendo il suffisso -ing
all'infinito senza il to). Nella forma interrogativa, la forma di to be precede il soggetto e
il verbo in -ing. Nella forma negativa, si pone il "not" tra la forma di to be ed il verbo in
-ing. Ex: I am studying English. She is studying French. Is she studying French? She is
not (isn't) studying French. Modificazioni ortografiche nella formazione della forma in
-ing: a) I verbi monosillabi terminanti con una consonante preceduta da una vocale
raddoppiano la consonante finale. Ex: to stop > stopping ma: to sleep > sleeping to sit
> sitting to read > reading b) I verbi bisillabi terminanti con una consonante preceduta
da una vocale accentata raddoppiano la consonante finale. Ex: to prefer > preferring
ma: to open > opening to permit > permitting to repeat > repeating c) I verbi
terminanti in l preceduta da una vocale raddoppiano la l finale. Ex: to travel >
travelling ma: to peel > peeling to quarrel > quarrelling to reveal > revealing 1 d) I verbi
terminanti in e perdono la e finale prima dell'aggiunta di -ing, con l'eccezione di to be
e to see. Ex: to have > having ma: to be > being to make > making to see > seeing.
SIMPLE PRESENT Esprime un'azione che ha luogo abitualmente e corrisponde al
presente indicativo italiano. Esso si ottiene usando la voce verbale fondamentale (o
infinito senza il to) preceduta da nome o pronome personale soggetto (che non è mai
possibile sottintendere). L'unica modificazione che subisce la voce verbale
fondamentale è l'aggiunta di "s" alla terza persona singolare. Ex: I work You work He
works She works It works We work You work They work. Osservazioni sulla
formazione della terza persona singolare: a) I verbi che terminano per s, sh, ch, z e o
aggiungono "es" alla voce verbale fondamentale per formare la terza persona
singolare. Ex: She dresses Lei si veste He washes Lui si lava He teaches Lui insegna
She goes Lei va. b) Nel caso di verbi terminanti in "y", se la y è preceduta da vocale si
aggiunge "s". Ma se la y è preceduta da consonante essa si trasforma in "i" e prende
"es". Ex: She plays Lei gioca He studies Lui studia. Le domande o forme interrogative
iniziano in inglese sempre con un ausiliare. Verbi ausiliari sono to be e to have ed altri
ancora come can, may, must, will, ecc. In assenza di questi verbi ausiliari, le forme
interrogative impiegano gli ausiliari "do" e "does" (quest'ultimo per le terze persone
singolari), seguiti dal soggetto (nome o pronome) e dalla voce verbale fondamentale
del verbo. Do e Does sono totalmente privi di significato. Ex: Do you speak English?
Parli inglese? Does she teach music? Lei insegna musica? Le forme negative impiegano
anch'esse degli ausiliari, che in questo caso sono "don't" e "doesn't" (quest'ultimo per
le terze persone singolari). Essi vanno posti tra il soggetto ed il verbo all'infinito senza
il to. Ex: I don't speak French. Io non parlo francese. She doesn't teach art. Lei non
insegna arte. SIMPLE PAST Regular verbs: Il simple past dei verbi regolari inglesi (che
corrisponde al passato remoto, al passato prossimo ed all'imperfetto) si ottiene dalla
voce verbale fondamentale (infinito senza il to) con l'aggiunta del suffisso "-ed". Ex: I
worked hard yesterday. Lavorai sodo ieri. She offered us a cup of tea. Ci offrì una
tazza di té. La forma interrogativa del simple past impiega l'ausiliare "did" per tutte le
persone. "Did" è seguito dal soggetto e dalla voce verbale fondamentale. La forma
negativa impiega l'ausiliare "didn't" che va posto tra il soggetto ed il verbo all'infinito
senza il to. Ex: What did you study yesterday? Cosa studiasti ieri? Did Bob play with
you? Bob giocò con te? Pam didn't drink her tea. Pam non ha bevuto il suo té. We
didn't go out. Non siamo usciti. Modificazioni ortografiche nella formazione del simple
past dei verbi regolari: a) i verbi monosillabi raddoppiano la consonante finale, purché
quest'ultima sia preceduta da un'unica vocale; Ex: to stop > stopped ma: to look >
looked b) i verbi bisillabi raddoppiano la consonante finale, purché quest'ultima sia
unica, accentata e preceduta da un'unica vocale; Ex: to prefer > preferred ma: to open
> opened c) i verbi che terminano con una "l" raddoppiano quest'ultima, purché essa
sia preceduta da un'unica vocale; Ex: to travel > travelled ma: to peel > peeled d) i
verbi che terminano con una "y" modificano la y in "i" prima di aggiungere il suffisso
-ed quando la y è preceduta da consonante, altrimenti mantengono inalterata la y; Ex:
to study > studied ma: to play > played e) i verbi che terminano con una "e"
aggiungono unicamente una -d; Ex: to like > liked to live > lived. Irregular verbs: A
differenza dei verbi regolari, che formano il simple past aggiungendo -ed alla forma
dell'infinito, i verbi irregolari posseggono forme fisse. Le tre forme fisse che
caratterizzano un verbo irregolare inglese forniscono l'infinito, il simple past ed il past
participle. Ex: I went to town. Andai in città. We slept very well. Dormimmo molto
bene. Le forme interrogative e negative si ottengono, come nel caso dei verbi regolari,
con l'impiego di "did" e "didn't". 1 - last week (= la settimana scorsa) - ten minutes ago
(= dieci minuti fa). Ex: I've been busy today. Sono stata occupata oggi. You've studied
hard this year. Quest'anno hai studiato molto. ma: I was busy yesterday. Sono stata
occupata ieri. You studied hard last year. L'anno scorso hai studiato molto. PAST
PERFECT Il past perfect esprime un'azione (od uno stato) svoltasi antecedentemente
ad un momento del passato. Per tutte le forme (affermativa, interrogativa e negativa),
esso segue la stessa costruzione del present perfect modificando solo il tempo del
verbo to have, che usa la forma del simple past "had". Ex: I had just arrived home. Ero
appena arrivato a casa. Had you read this book? Avevi letto questo libro? We hadn't
talked to him about it. Non gli avevamo parlato di questo. FUTURE 1) Simple future:
questa è la forma più semplice di futuro. Si ottiene con la costruzione: will + infinito
senza il to. Per la prima persona singolare e la prima persona plurale "will" può essere
sostituito con "shall". La forma contratta di entrambi è comunque uguale ed è 'll. La
forma interrogativa si ottiene facendo precedere l'ausiliare will o shall al soggetto. La
forma negativa impiega "will not" e "shall not", oppure le rispettive forme contratte
"won't" e "shan't". Ex: I will go to town tomorrow. Andrò in città domani. She'll have a
party. Darà una festa. Will you come with me? Verrai con me? We won't stay here all
day.Non staremo qui tutto il giorno. 2) Present continuous: è la forma usata per le
azioni che avverranno in un futuro molto prossimo. I verbi di moto lo impiegano
normalmente. Per tutte le sue forme (affermativa, interrogativa e negativa) segue le
regole già spiegate in precedenza. Ex: I'm leaving tomorrow. Domani partirò. Are they
coming? Verranno? We aren't arriving tonight.Stasera non arriveremo. 3) To be going
to: è la forma usata quando l'azione futura è promossa da una intenzione. Essa può
infatti essere tradotta come un futuro o con l'espressione "avere intenzione di". Per la
forma interrogativa, la voce di to be precede il soggetto. Per la forma negativa, si pone
il "not" subito dopo la voce di to be. Ex: Bob is going to go on holiday. Bob andrà (ha
intenzione di andare) in vacanza. What are you going to do? Che cosa farai (hai
intenzione di fare)? Jane is not going to eat it. Jane non lo mangerà (ha intenzione di
mangiarlo). Osservazioni: a) Un'azione futura introdotta da if (= se), when (= quando),
as soon as (= non appena), till o untill (= finché) è resa in inglese dal simple present,
mentre nella frase principale il verbo è coniugato con will. Ex: If you study, you'll pass
the exam Se studierai, passerai l'esame. When we arrive, we'll phone. Quando
arriveremo, telefoneremo. We'll eat as soon as he arrives. Mangeremo non appena lui
arriverà. I'll stay here till Bob comes back. Starò qui finché Bob non arriverà. b) Lo
scopo di un'azione futura viene solitamente espresso con and + voce verbale
fondamentale. La forma di futuro usata è quella del simple future. Ex: I'll go and see
what's going on. Andrò a vedere cosa sta succedendo. Tom'll come and have tea with
usTom verrà a prendere il té con noi. 1 THE IMPERATIVE Come in italiano, l'imperativo
inglese si usa per esprimere ordini, ma anche inviti. La sua formazione riguarda solo
la seconda persona singolare e plurale: togliendo il to alla forma dell'infinito, si ottiene
l'imperativo. Se si vuole esprimere un invito, l'imperativo si correda con "please" (che
può essere posto all'inizio o alla fine della frase). Ex: Come here! (ordine) Vieni qui!
Please come here. (invito)Vieni qui, per favore. Go back there! (ordine) Ritorna là! Go
back there, please. (invito) Ritorna là, per favore. Stop! (ordine) Smettete! Please stop.
(invito) Smettete, per favore. L'imperativo negativo si ottiene premettendo "don't" alla
forma affermativa. Ex: Don't come here! Non venire qui! Don't talk! Non parlate! Don't
go back there! Non ritornare là! Don't open the window! Non aprite la finestra!
Osservazione: a) Per esprimere un invito a fare qualcosa, oltre alla forma
dell'imperativo, si può usare " Will you + infinito senza to" (Vuoi o volete ...?). L'uso di
"please" è facoltativo, posto dopo you o alla fine della frase. Ex: Will you sit down,
please? Vuoi sederti? o Volete sedervi? Will you please sit down? Vuoi sederti? o Volete
sedervi? Will you read please? Vuoi (volete) leggere? Will you please read? Vuoi (volete)
leggere? b) Per formulare una proposta che interessa più persone, si usa "let's" (forma
contratta di Let us) + infinito senza to. Tale forma corrisponde all'imperativo italiano di
prima persona plurale. Ex: Let's sit down Sediamoci Let's start Cominciamo Let's read
Leggiamo Let's stop now Smettiamo ora. MODAL VERBS I verbi modali o difettivi sono
gli equivalenti inglesi dei verbi servili potere, dovere e volere. Essi possiedono le
seguenti caratteristiche: a) non prendono la "s" della III persona singolare al presente;
b) sono seguiti dalla voce verbale fondamentale; c) mancano delle forme dell' infinito,
della forma in -ing, e di tutti i tempi che richiedono l'uso di un ausiliare (futuro, tempi
composti); d) nella forma interrogativa essi precedono il soggetto. ADVERBS OF
MANNER Gli avverbi di modo si formano dall'aggettivo corrispondente con l'aggiunta
del suffisso -ly. Se l'aggettivo termina per "y", questa si trasforma in "i", mentre gli
aggettivi terminanti in "l" la raddoppiano. Ex: bad > badly Sweet > sweetly Happy >
happily Awful > awfully Osservazione: Alcuni aggettivi sono anche avverbi, e perciò
non prendono il suffisso -ly. Ex: Fast = veloce Fast = velocemente Hard = duro Hard =
duramente (N.B.: Hardly = a malapena) Early = mattutino Early = di buon'ora. TIME Per
chiedere l'ora si possono usare due espressioni: What's the time? What time is it?
Nelle risposte si usa la forma impersonale "It is" (o "It's"). L'ora piena viene espressa
con il numero cardinale (senza articolo, a differenza dell'italiano), seguito da o'clock,
che può essere omesso. Ex: It's seven (o'clock) Sono le sette. L'ora accompagnata da
frazione (non piena) si esprime premettendo la frazione espressa in minuti, o i termini
"a quarter" e "half" all'ora intera, preceduta da past o to. "Past" è seguito dall'ora già
superata, "to" dall'ora successiva. Ex: It's ten past nine Sono le 9,10 It's a quarter past
nine Sono le 9 e un quarto It's half past nine Sono le 9 e mezza It's twenty to ten Sono
le 9 e quaranta It's a quarter to ten Manca un quarto alle dieci It's ten to ten Sono le
dieci meno dieci. Osservazione: a) Nella lingua parlata si può ricorrere ad un secondo
modo per esprimere l'ora. Consiste nell'uso dell'ora seguita dalla frazione d'ora
sempre espressa in minuti ("a quarter" e "half" non sono quindi mai usati). Quest'uso
è di rigore nel caso di orari (treni, autobus, ecc.). Ex: It's nine ten now Sono le 9,10 ora
It's nine fifteen Sono le 9 e un quarto It's nine thirty Sono le 9 e mezza It's nine forty-
five Sono le 9 e tre quarti 1 It's nine fifty Mancano dienci minuti alle dieci. b) La lingua
inglese usa unicamente i numeri da 1 a 12 per esprimere l'ora. Quando necessario, le
abbreviazioni "a.m." (ante meridiem) e "p.m." (post meridiem), o i complementi "in the
morning", "in the afternoon", "in the evening" e "at night" seguono l'ora. Ex: At ten
p.m. (in the evening) Alle 22,00 At ten a.m. (in the morning) Alle 10,00 At four o'clock
p.m. (in the afternoon) Alle 16,00 At eleven p.m. (at night) Alle 23,00. c) Si osservino le
seguenti espressioni di uso comune: At what time? A che ora? At five o'clock sharp Alle
cinque in punto What's the time by your watch? Che ore sono al tuo orologio? Your
watch is fast Il tuo orologio è avanti Your watch is slow Il tuo orologio è indietro.

Grammatica Inglese, Appunti di Lingua


Inglese
Università degli Studi di Bergamo

Lingua Inglese

4.5
49Recensioni
THE VERB "TO BE" (ESSERE)
I am Am I? I am not
You are Are you? You are not
(aren't)
He is Is he? He is not (isn't)
She is Is she? She is not (isn't)
It is Is it? It is not (isn't)
We are Are we? We are not
(aren't)
You are Are you? You are not
(aren't)
They are Are they? They are not
(aren't)
THE VERB "TO HAVE"
(AVERE)
I have Have I? I have not
(haven't)
You have Have you? You have
not (haven't)
He has Has he? He has not
(hasn't)
She has Has she? She has not
(hasn't)
It has Has it? It has not (hasn't)
We have Have we? We have not
(haven't)
You have Have you? You have
not (haven't)
They have Have they? They
have not (haven't)
PERSONAL PRONOUNS AS
SUBJECTS
Essi sono sempre presenti nella
frase quando il soggetto non è
espresso con un sostantivo od un
nome
proprio, perché il soggetto NON
è mai sottinteso in inglese, come
invece spesso accade in italiano.
I
pronomi personali sono i
seguenti:
I = io
You = tu, Lei
He = egli
She = essa, ella
It = esso, essa
We = noi
You = voi
They = essi, esse.
Il pronome "I" è sempre
scritto maiuscolo. "You"
corrisponde a "tu" e "voi", ed
alla forma cortese
"Lei". "It" è di genere neutro e
viene normalmente usato per le
cose od animali di piccola taglia.
PERSONAL PRONOUNS AS
OBJECTS
I pronomi personali
complemento sono i seguenti:
Me = me, mi
You = te, ti
Him = lui, lo
Her = lei, la
It = esso, lo, la
Us = noi, ci
You = voi, vi
Them = loro, li, le.
Essi vengono usati in due casi:
a) dopo le preposizioni;
Ex: With me Con me
With you Con te
With us Con noi
With them Con loro
Without him Senza lui
Without her Senza lei
Without it Senza esso
Without you Senza voi.
b) dopo le forme verbali;
Ex: I love you Ti amo
He loves her La ama
She loves him Lo ama
I like it Mi piace
We like you Voi ci piacete
They like us Noi piacciamo a
loro.
THE DEFINITE ARTICLE
L'articolo determinativo inglese
è unico ed invariabile: THE. La
sua pronuncia differisce a
seconda che
preceda una consonante (o una h
aspirata) od una vocale: nel
primo caso è "the", nel secondo è
"thi".
Esso non viene mai usato
dinanzi a sostantivi impiegati
in senso generale, mentre
appare quando il
sostantivo è seguito da una
specificazione. Ex.: I like roses
= Mi piacciono le rose
The roses of the shop are red
= Le rose del
negozio sono rosse
L'articolo determinativo THE
non viene mai usato davanti a:
a) aggettivi e pronomi
possessivi Ex: Where is my
book?
b) titoli seguiti da nomi Mr
Brown is here.
c) nomi di lingue I study
English.
d) nomi dei pasti Dinner is
ready.
e) i nomi tea, coffee, ecc. I
never have coffee.
THE INDEFINITE ARTICLE
L'articolo indeterminativo
inglese possiede due forme: A
e AN. Il primo viene usato
dinanzi a
sostantivo che inizia per
consonante ed h aspirata, il
secondo dinanzi a sostantivo che
inizia per vocale
e h muta.
Le parole inizianti con h muta in
inglese sono:
Hour = ora Heir = erede
Honour = onore Honest =
onesto
Ex: a book a year an apple an
honour
a week a house an hour an
heir
Oltre che nei casi equivalenti
all'uso italiano, l'articolo
indeterminativo inglese viene
usato:
a) davanti a nomi indicanti
professione, impiego, attività o
situazione sociale;
Ex: Are you a doctor? She's a
countess.
I'm a student. He's a writer.
b) davanti a hundred e
thousand;
Ex: A hundred boys A thousand
girls
1
Questa pagina non è visibile nell’anteprima
Non perderti parti importanti!
SCARICA

Chi studia  Lingua Inglese  ha scaricato questo documento


Questa pagina non è visibile nell’anteprima
Non perderti parti importanti!
SCARICA

Chi studia  Lingua Inglese  ha scaricato questo documento


b) Gli aggettivi possessivi
inglesi sono maggiormente
usati di quelli italiani. Essi
precedono
normalmente parti del corpo,
oggetti di vestiario o
personali, mentre in italiano
preferiamo usare
l'articolo indeterminativo.
Ex: I wash my hands. Mi lavo le
mani.
My head aches. Mi duole la
testa.
He takes off his shoes. Si
toglie le scarpe.
I smoke my pipe. Fumo la
pipa.
c) L'aggettivo possessivo
inglese NON è mai preceduto da:
- articolo determinativo (the)
- articoli indeterminativi (a,
an)
- aggettivi numerali (ex:
two, three)
- aggettivi dimostrativi (ex:
this, that)
- aggettivi indefiniti (ex:
some, many).
POSSESSIVE PRONOUNS
I pronomi possessivi, come gli
aggettivi, rifiutano sempre
l'articolo determinativo. Il
pronome di III
persona a carattere neutro non
esiste. Sono i seguenti:
Mine mio, ecc.
Yours tuo, ecc.
His suo, ecc.
Hers suo, ecc.
Ours nostro, ecc.
Yours vostro, ecc.
Theirs loro, ecc.
Ex: Is this book yours? Questo
libro è tuo?
Yes, that's mine. Si, quello è
mio.
This is his, not hers. Questo è
quello di lui, non di lei.
Our books and theirs. I nostri
libri e i loro.
PREPOSITIONS OF PLACE
1) Preposizioni di stato in luogo:
sono due, in e at. La
preposizione "in" è sempre
seguita dall'articolo
determinativo "the", salvo poche
eccezioni quali: - in town
- in bed
- in prison.
La preposizione "at" può
essere seguita dall'articolo
determinativo, a seconda del
significato della
frase.
Ex: Mary is in the kitchen. Mary
è in cucina.
Peter is still in bed. Peter è
ancora a letto.
Pat is at the park. Pat è al
parco.
John is at school now. John è
a scuola adesso.
2) Preposizioni di moto a
luogo: sono due, to e into. La
preposizione "to" esprime
direzione o
avvicinamento, mentre "into"
esprime penetrazione in luogo
chiuso o cintato ed è sempre
seguito
dall'articolo determinativo.
Ex: I'm going to town. Sto
andando in città.
Let's go to the park. Andiamo
al parco.
b) Gli aggettivi possessivi
inglesi sono maggiormente
usati di quelli italiani. Essi
precedono
normalmente parti del corpo,
oggetti di vestiario o
personali, mentre in italiano
preferiamo usare
l'articolo indeterminativo.
Ex: I wash my hands. Mi lavo le
mani.
My head aches. Mi duole la
testa.
He takes off his shoes. Si
toglie le scarpe.
I smoke my pipe. Fumo la
pipa.
c) L'aggettivo possessivo
inglese NON è mai preceduto da:
- articolo determinativo (the)
- articoli indeterminativi (a,
an)
- aggettivi numerali (ex:
two, three)
- aggettivi dimostrativi (ex:
this, that)
- aggettivi indefiniti (ex:
some, many).
POSSESSIVE PRONOUNS
I pronomi possessivi, come gli
aggettivi, rifiutano sempre
l'articolo determinativo. Il
pronome di III
persona a carattere neutro non
esiste. Sono i seguenti:
Mine mio, ecc.
Yours tuo, ecc.
His suo, ecc.
Hers suo, ecc.
Ours nostro, ecc.
Yours vostro, ecc.
Theirs loro, ecc.
Ex: Is this book yours? Questo
libro è tuo?
Yes, that's mine. Si, quello è
mio.
This is his, not hers. Questo è
quello di lui, non di lei.
Our books and theirs. I nostri
libri e i loro.
PREPOSITIONS OF PLACE
1) Preposizioni di stato in luogo:
sono due, in e at. La
preposizione "in" è sempre
seguita dall'articolo
determinativo "the", salvo poche
eccezioni quali: - in town
- in bed
- in prison.
La preposizione "at" può
essere seguita dall'articolo
determinativo, a seconda del
significato della
frase.
Ex: Mary is in the kitchen. Mary
è in cucina.
Peter is still in bed. Peter è
ancora a letto.
Pat is at the park. Pat è al
parco.
John is at school now. John è
a scuola adesso.
2) Preposizioni di moto a
luogo: sono due, to e into. La
preposizione "to" esprime
direzione o
avvicinamento, mentre "into"
esprime penetrazione in luogo
chiuso o cintato ed è sempre
seguito
dall'articolo determinativo.
Ex: I'm going to town. Sto
andando in città.
Let's go to the park. Andiamo
al parco.
Questa pagina non è visibile nell’anteprima
Non perderti parti importanti!
SCARICA

Chi studia  Lingua Inglese  ha scaricato questo documento


1 / 21
INGRANDISCI
Prepara al meglio i tuoi esami
Registrati a Docsity per scaricare i documenti e allenarti con i Quiz
REGISTRATI
e ottieni 20 punti download
Recensioni
Solo gli utenti che hanno scaricato il documento possono lasciare una recensione
4.5
49Recensioni
Mostra dettagli
Ordina per
Più recenti

concetta_cucinotta
circa 2 mesi fa
"Ottimo aiuto"

beche627
3 mesi fa
Ingegneria, Scienze biologiche (Laurea Triennale)
"Ottimi appunti, davvero ben organizzati!"

Mela_95
5 mesi fa
Scienze politiche, Scienze della comunicazione pubblica, d'impresa e pubblicità
(Laurea Magistrale)
"Schede ben fatte, complete"

francycap
10 mesi fa
Giurisprudenza, Scienze dei Servizi Giuridici (Laurea Triennale)

A.rOm
quasi 2 anni fa
Lettere e Comunicazione, Beni Culturali (Laurea Triennale)
"Ottimo"
patrizia-zappelli
circa 3 anni fa
12345
1-6 di 49

Potrebbero piacerti anche