Sei sulla pagina 1di 17

I RENDICONTI

I parametri NORME & TRIBUTI


per decifrare
i risultati
FOCUS Mercoledì 16 Settembre 2020
www.ilsole24ore.com/focus

di costi e ricavi
di Franco Roscini Vitali
DAL CODICE CIVILE AI PRINCIPI CONTABILI

Guida alla lettura


Leggere un bilancio non è facile,
neppure per gli addetti ai lavori, perché
bisogna conoscere non solo le norme
contenute nel Codice civile, ma anche i
principi contabili che costituiscono le
norme tecniche di redazione dei

dei bilanci
bilanci: infatti, mentre il Codice civile
detta le norme giuridiche, i principi
contabili dettano le regole tecniche per
applicarle. Il Focus, destinato ai non
addetti, si divide in tre parti.

le regole di «ragioneria»

1 Nella prima parte del Focus


sono illustrate alcune regole di
«ragioneria» perché, a diffe-
renza di quanto molti pensano, il
bilancio non si redige alla fine
ILLUSTRAZIONE DI STEFANO MARRA

dell’esercizio ma giorno per giorno,


registrando nella contabilità del-
l’impresa le varie operazioni. Alla
fine dell’esercizio, in sostanza nei tre
mesi successivi, le operazioni sono
riepilogate e sono redatte le scritture
che completano il bilancio: per
esempio, è quantificato l’ammonta-
re delle rimanenze. Tuttavia, molte
imprese redigono, anche solo ai fini
interni, bilanci periodici, general-
mente trimestrali o semestrali.

i principi generali

2 Nella seconda parte sono


illustrati i principi generali di
redazione del bilancio, previ-
sti dall’articolo 2423-bis del Codice
civile, tra i quali particolare impor-
tanza riveste il principio di compe-
tenza. Questo articolo prevede che si
deve tener conto dei proventi e degli
oneri di competenza dell’esercizio,
indipendentemente dalla data
dell’incasso o del pagamento: la
competenza è il criterio temporale
con il quale componenti positivi e
negativi di reddito sono imputati nel
conto economico ai fini della deter-
minazione del risultato d’esercizio.
Il principio di competenza richiede
la «correlazione» tra costi e ricavi: in
sostanza, una volta stabilita la
competenza di un ricavo, allo stesso
sono correlati i costi che hanno
concorso a generare quel ricavo.

i documenti

3 Nella terza parte, che occupa la


maggior parte del Focus, sono
illustrati e commentati i
documenti che compongono il
bilancio di esercizio, guidando alla
lettura degli stessi. Si tratta del conto
economico, nel quale sono rilevati
ricavi e costi; dello stato patrimonia-
le che comprende attività e passività;
del rendiconto finanziario che
fornisce le informazioni per valutare
la situazione finanziaria della
società. Il tutto deve essere letto
mediante le informazioni della
nota integrativa.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

I FOCUS DEL SOLE 24 ORE


Il Sole 24 ORE, Milano, Sett. n. 28.
In vendita abbinata obbligatoria
ALL’INTERNO
con Il Sole 24 ORE a € 2,50 (I focus del
Sole 24 ORE € 0,50 + Il Sole 24 ORE € 2,00) CONTO ECONOMICO/1 CONTO ECONOMICO/2 STATO PATRIMONIALE RENDICONTO FINANZIARIO
Solo ed esclusivamente per gli abbonati,
in vendita separata dal quotidiano a € 0,50
Chiuso in redazione il 12 settembre 2020
Schema minimo La forma scalare Quattro classi La dinamica d’impresa
00028 definito e obbligo rende più chiari per il valore nella geografia
di comparabilità i risultati d’esercizio dell’attivo circolante delle risorse
9 772282 452006
Anna Pozzi - pagina 5 Brundo e Magnano San Lio - pagina 8 Cristina Brundo - pagina 11 Cioccarelli e Gavelli - pagina 14
I focus del Sole 24 Ore
2 Guida alla lettura dei bilanci Mercoledì 16 Settembre 2020 - N. 28

Ragioneria e contabilità
LE SCRITTURE

I risultati di gestione aumentano


o riducono il patrimonio netto

N obbligazioni, ovvero rappor- to dal capitale sociale, che è quello elementi patrimoniali: su que-
Altre variazioni, ti passivi. versato, e dalla riserve che sono CODICE sto si basa la «partita doppia»
La ragioneria utilizza le espres- elencate nello schema di stato pa- CIVILE che prende il nome proprio da
definite dirette, sioni giuridiche di attivo e passivo trimoniale dell’articolo 2424 del questo concetto.
che si classificano in due gruppi: Codice civile. In estrema sintesi, in base a
sono originate N attivo, che accoglie i valori rela- Inoltre, il patrimonio netto è
L’articolo 2424
Il contenuto che deve avere il quanto definito dagli studiosi di
tivi ai rapporti attivi; soggetto a variazioni, che pos- ragioneria, la partita doppia con-
da versamenti N passivo che accoglie i valori re- siamo definire “dirette”, non
bilancio è indicato nel Codice
civile che dedica diversi arti- ferisce ordine alle scritture con-
lativi a rapporti passivi (debiti). originate dalla gestione, ma co- tabili e consiste nel far funziona-
o da prelievi Il risultato che emerge dalla stituite da ulteriori versamenti
coli a questo documento. In
base all’articolo 2424. lo stato re in modo simultaneo e antiteti-
differenza tra valori attivi e passi- per aumenti di capitale, (varia- patrimoniale, che consente di co due serie di conti.
vi è un valore contabile definito zioni positive), oppure da rim- fotografare la struttura patri- Per fare qualche esempio,
PAGINA A CURA DI “patrimonio netto” che è il capita- borsi, prelevamenti di utili di l’equazione «attivo uguale pas-
moniale e la situazione finan-
Franco Roscini Vitali le proprio dell’impresa. esercizi precedenti o altro (va- sivo», comporta le seguenti con-
ziaria dell'azienda, deve
N Il bilancio nasce dalle scrittu- riazioni negative). indicare distintamente nel seguenze:
re contabili che si basano sulla ra- il patrimonio netto Con riferimento all’attivo e al loro importo complessivo N se aumenta una voce dell’attivo
gioneria: questa consiste nello Il patrimonio netto rappresenta passivo, in una visione “finan- attività e passività si determina una diminuzione
studio delle scritture contabili il valore differenziale ottenuto ziaria” si parla, rispettivamente delle altre voci dell’attivo: per
(denominate anche registrazioni dalla contrapposizione degli di «impieghi» (attivo) e «fonti» Le attività esempio, un versamento che in-
contabili) sulle quali si fonda la elementi che fanno parte dell’at- (passivo): queste ultime, poi, si Nell’attivo rientrano 14 voci, che crementa il conto banca diminui-
contabilità generale. tivo e del passivo: questo emerge suddividono in «fonti proprie», in sintesi riguardano crediti, sce la cassa;
La contabilità fornisce le infor- chiaramente dalla lettura del- costituite dal patrimonio netto e immobili, impianti e macchinari, N l’aumento dell’attivo produce
mazioni per rilevare il valore e la l’articolo 2424 del Codice civile «fonti di terzi», costituite dai brevetti, marchi, liquidità, scor- un incremento anche delle voci
composizione dei beni inizial- che si occupa dello stato patri- debiti (verso fornitori, banche, te, titoli e partecipazioni del passivo: per esempio, un in-
mente a disposizione dell’impresa moniale dell’impresa. soci, eccetera). vestimento in un’immobilizza-
e le successive variazioni che si ve- Il patrimonio netto alla costi- Pertanto, è intuitivo che le fon- Le passività zione incrementa l’indebitamen-
rificano durante la gestione. tuzione dell’impresa coincide ti (passivo) sono uguali agli im- Nel passivo rientrano 11 voci, to e, ancora, l’erogazione di un
Inoltre, la contabilità consente con il capitale versato: successi- pieghi (attivo): non potrebbe es- relative a capitale sociale, riser- mutuo (debito) incrementa il
di analizzare la gestione e il risulta- vamente è soggetto alle variazio- sere altrimenti perché l’attivo è ve, fondi, debiti e obbligazioni conto banche;
to della stessa, costituito dall’utile ni, positive e negative, derivanti uguale al passivo comprendendo N se aumenta una voce del
o dalla perdita dell’esercizio. dal risultato della gestione, costi- nello stesso il patrimonio netto. Casi particolari passivo si determina una dimi-
A questo punto sono importanti tuito da utile e perdite. Ci sono poi due voci che vanno nuzione fra le altre voci passive
alcune indicazioni e avvertenze di ca- Gli utili, generalmente, incre- la partita doppia indicate nell’attivo e nel passivo, (patrimonio netto compreso):
rattere tecnico, ma anche lessicale. mentano le riserve che fanno parte L’equazione contabile «attivo si tratta delle cauzioni degli per esempio, se pago un forni-
I rapporti giuridici di una per- del patrimonio netto, mentre le uguale passivo» deve essere co- amministratori e dei dipendenti, tore diminuisce il debito verso
sona, fisica o giuridica, si di- perdite le decrementano: pertan- stantemente osservata e verifi- delle altre partite di giro e dei lo stesso ma aumenta il debito
stinguono in: to, il patrimonio netto, dopo la co- cata quando si determinano va- conti d'ordine verso la banca.
N diritti, ovvero rapporti attivi; stituzione dell’impresa è costitui- riazioni nei singoli valori degli © RIPRODUZIONE RISERVATA

Rappresentazione grafica. Le operazioni rilevate nei conti distinte tra «Dare», sezione sinistra, e «Avere», sezione destra

Accrediti e addebiti senza giudizio di valore


N Le operazioni di gestione so- gnifica «fare una registrazione Come si può notare, le attività
no rilevate nei “conti”. Un tem- nella sezione dare (sinistra)» Il conto che sono elementi positivi, e i co-
po, nei vecchi libri di ragioneria, mentre accreditare significa «fare sti che sono elementi negativi ri-
il conto era rappresentato come una registrazione nella sezione IL CONTO E LE SCRITTURE CONTABILI levano entrambi gli aumenti nel
nella figura a lato che rende bene avere (destra)». DARE AVERE
______________________________________________________________________ dare, mentre i conti accesi alle
l’idea: poi nei tempi moderni, Questo comporta che i termini passività e i ricavi rilevano gli au-
anche per effetto della contabili- dare = addebitare e avere = accre- menti nella sezione avere: que-
tà tenuta con sistemi informatici ditare, in ragioneria, non hanno Per convenzione: sto è la conferma che “dare” e
sempre più evoluti, questo si tra- altro significato a differenza del DARE: sezione sinistra AVERE: sezione destra “avere” sono termini convenzio-
duce in differenti modalità linguaggio comune. Registrare in dare: addebitare Registrare in avere: accreditare nali che, a differenza del lin-
espositive che, tuttavia, si ricon- Infatti, nel linguaggio comune, Attività
guaggio comune, non implicano
ducono sempre al vecchio conto normalmente accreditare ha un Incrementi in dare Diminuzioni in avere alcun giudizio di valore.
che, nella sostanza, non ha perso significato favorevole, mentre ad- Alla fine dell’esercizio, in genere
Passività
validità: si tratta di un aspetto debitare sfavorevole: in ragione- Diminuzione in dare Incrementi in avere annualmente, i conti di costi e ri-
meramente formale. ria, invece, non implicano alcun cavi sono riepilogati e girati nel
Per convenzione, «dare» è la se- giudizio e significano semplice- ESEMPIO: SCRITTURA CONTABILE IN PARTITA DOPPIA conto economico dal quale emer-
zione sinistra del conto, mentre mente sinistra e destra del conto. * Acquisto di un’immobilizzazione con pagamento differito: ge il risultato, utile o perdita, del-
«avere» è la sezione destra. Da quanto sopra, parafrasando Immobilizzazioni (incremento dare) a Debiti verso fornitori (Incremento avere) l’esercizio: lo schema di conto eco-
Gli importi iscritti nella sezione quanto scrive un illustre studioso nomico è quello previsto dall’arti-
di sinistra (dare) del conto sono di ragioneria, derivano le seguenti sono accreditati, le diminu- Quanto illustrato ai punti c) e d) colo 2425 del Codice civile. Il risul-
denominati «addebitamenti», conseguenze: zioni addebitate; deriva dal fatto che le voci di costo tato dell’esercizio, poi, è a sua
mentre quelli iscritti nella sezione a) aumenti delle attività sono c)aumenti dei costi sono adde- rappresentano diminuzioni del volta girato in un conto del patri-
destra (avere) sono denominati addebitati, le diminuzioni ac- bitati, le diminuzioni accreditate; patrimonio, mentre quelle di rica- monio netto: se utile lo incremen-
«accreditamenti». creditate; d)aumenti dei ricavi sono accre- vo rappresentano incrementi del ta, se perdita lo decrementa.
Ne consegue che addebitare si- b) aumenti delle passività ditati, le diminuzioni addebitate. patrimonio netto. © RIPRODUZIONE RISERVATA
I focus del Sole 24 Ore
Mercoledì 16 Settembre 2020 - N. 28 Guida alla lettura dei bilanci 3

Ragioneria e contabilità
LA REDAZIONE

Principio di competenza
per attribuire ricavi e costi

il debito nel successivo anno x+1: nel


L’ammortamento bilancio al 31 dicembre dell’anno x la I POSTULATI
contropartita del ricavo è il credito DEL BILANCIO SECONDO L’OIC
divide gli oneri verso il cliente; se, invece, il cliente
ha già pagato mediante bonifico
degli impianti bancario la contropartita è l’incasso
L’Oic
L’Organismo italiano di contabilità
Qualora i principi Oic dovessero
non prevedere casi particolari le
che confluisce nel conto “banche”.
fra gli anni Se poi il cliente non dovesse pa-
(Oic), è una fondazione di diritto
privato riconosciuta dalla legge
aziende devono rifarsi a principi
che contengono casi simili e fare
gare, il credito sarà oggetto di svalu-
di effettivo utilizzo tazione/cancellazione con rileva-
116/2014 , come l’istituto naziona-
le per i principi contabili.
riferimento alle finalità e ai po-
stulati del bilancio
zione della perdita nel conto econo- L’Oic emana i principi contabili
mico eliminando totalmente o par- nazionali, fornisce supporto all'at- L’Oic 11
PAGINA A CURA DI zialmente il credito stesso. tività parlamentare e di governo Nel marzo del 2018 l’Organismo
Franco Roscini Vitali Così, sempre restando all’esem- sulle questioni contabili, partecipa italiano di contabilità ha elaborato
NLa redazione dei bilanci deve ri- pio, se per effettuare la vendita al processo di elaborazione dei i postulati del bilancio che sono:
spettare alcune disposizioni gene- l’impresa utilizza un rappresen- principi contabili internazionali a) prudenza;
rali contenute, in particolare, nel- tante al quale deve corrispondere adottati in Europa. b) prospettiva della continuità
l’articolo 2423-bis del Codice civile una provvigione, il costo della stes- I principi contabili nazionali ema- aziendale;
che, come tutte quelle in materia di sa costituisce un costo di compe- nati dall’Oic costituiscono la c) rappresentazione sostanziale;
bilanci, derivano dalle direttive co- tenza dell’esercizio x, anche se poi codificazione delle migliori d) competenza;
munitarie. è pagata nel successivo esercizio. prassi operative preordinate a e) costanza nei criteri
Come già illustrato, il Codice civi- Infatti, la provvigione è un costo fornire elementi interpretativi ed di valutazione;
le detta le norme giuridiche, mentre correlato al ricavo, ovvero un costo applicativi nella redazione dei f) rilevanza;
quelle applicative, di carattere tec- che ha concorso a determinare documenti contabili. g) comparabilità
nico, sono dettate dai principi con- quel ricavo: pertanto, deve essere
tabili nazionali emanati dall'Orga- collegata allo stesso.
nismo Italiano di Contabilità. Altro esempio può essere il risto-
Infatti, il Codice civile non è un rante che, nel corso dell’esercizio x
trattato di ragioneria e, pertanto, ha acquistato 10.000 bottiglie di vi- L’orizzonte temporale. L’imputazione a conto economico nell’esercizio

Il costo è la parte di spesa dell’anno


contiene norme giuridiche la cui no, “consumandone” soltanto
applicazione, sul piano tecnico, è 8.000. Il costo delle bottiglie conta-
affidata ai principi contabili. bilizzato nell’esercizio x è quello re-
Con riferimento ai principi gene- lativo alle 8.000 bottiglie che hanno
rali di redazione del bilancio, il prin- concorso a determinare i ricavi de-
cipio contabile Oic 11 «Finalità e po- rivanti dalle consumazioni effet- NIl principio di competenza cavi come, per esempio, le spese N le spese sostenute in esercizi
stulati del bilancio di esercizio» sta- tuate dalla clientela: il costo delle comporta la distinzione tra «spe- generali amministrative (costo precedenti che diventano costi del
bilisce le modalità applicative. 2.000 bottiglie non consumate – se» e «costi». La spesa è costituita del personale amministrativo, periodo: nel bilancio del periodo
Per «postulati di bilancio» si che rettifica il costo di acquisto - è dall’acquisto di un bene o di un eccetera): in questo caso la cor- precedente erano iscritte nelle at-
intendono le disposizioni dell’ar- contabilizzato nelle rimanenze fi- servizio, mentre il costo è rappre- relazione è indiretta. tività dello stato patrimoniale co-
ticolo 2423-bis del Codice civile, nali che costituiscono un’attività sentato dall’imputazione nel con- Un costo può anche essere ori- me avviene per i prodotti che co-
relativo ai principi di redazione esposta nello stato patrimoniale. to economico. ginato dalla riduzione o elimina- stituiscono rimanenze.
del bilancio, ma anche quelle pre- Nell’esempio dell’acquisto del- zione di un’attività: è il caso, per Ne consegue che le spese soste-
viste dagli articoli 2423 (chiarez- gli ammortamenti l’impianto la spesa è pari a 1.000, esempio, del credito inesigibile, nute nell’esercizio x, che divente-
za, rappresentazione veritiera e Il rispetto del principio di compe- mentre il costo è dato dall’ammor- oppure della perdita, totale o par- ranno costi nel successivo eserci-
corretta del bilancio e rilevanza) e tenza, inoltre, si evidenzia con la tamento di 100. ziale, di attività (immobilizzazio- zio x+1, sono rilevate nello stato
2423-ter (comparabilità). contabilizzazione degli ammor- Durante l’intera vita dell’impre- ni, rimanenze) a causa di furti, in- patrimoniale quali attività.
Il principio generale più impor- tamenti. Per esempio, un’impre- sa tutte le spese diventano costi, cendi o altri eventi atmosferici. Infine un cenno, per quanto
tante, che l’interprete del bilancio sa acquista un impianto per mentre in un periodo di tempo più d’interesse in questa sede, deve
deve conoscere, è il principio di 1.000: la spesa non entra nel con- breve, costituito convenzional- essere fatto ai criteri di valutazio-
competenza. to economico, ma costituisce mente dall’esercizio (per esempio CRITERI DI VALUTAZIONE ne, previsti nell’articolo 2426 del
La competenza è il criterio tem- un’attività, iscritta tra le immobi- 1° gennaio – 31 dicembre), non si Per un bene acquistato Codice civile.
porale con il quale i componenti po- lizzazioni dello stato patrimonia- verifica sempre l’identità tra costi si ha riguardo al costo Il criterio di base è la valutazione
sitivi e negativi di reddito sono im- le in quanto il suo utilizzo avviene di esercizio e spese. al costo di acquisto o di produzio-
putati nel conto economico ai fini in più annualità (esercizi). Pertanto, tornando all’esempio
di acquisto mentre per un bene ne che, tuttavia, in alcuni casi può
della determinazione del risultato La partecipazione dell’impianto dell’acquisto delle 10.000 bottiglie prodotto dall’impresa essere derogata.
d’esercizio. ai costi nei vari esercizi avviene tra- di vino del ristorante se, per qual- rileva il costo di produzione Pertanto, per un bene acqui-
In base al principio di competen- mite l’ammortamento. Se, per siasi motivazione (per esempio, stato si ha riguardo al costo di ac-
za, i costi devono essere correlati ai esempio, la durata prevista causa Covid), nell’esercizio x fosse quisto, mentre per un bene pro-
ricavi: pertanto, una volta stabilito dell'impianto è di 10 anni, ogni an- stato chiuso e non avesse operato Rammentando quanto già illu- dotto dall’impresa rileva il costo
l’esercizio di competenza dei ricavi, no nel conto economico è contabi- non avrebbe consumato alcuna strato, in base al principio di com- di produzione. Per esempio, se
a questi sono correlati/contrappo- lizzato un ammortamento di 100 bottiglia: pertanto, in tale eserci- petenza fanno parte dei costi di un’impresa produce generi ali-
sti i relativi costi. che concorre alla determinazione zio non vi sarebbe alcun costo, ma esercizio, per esempio, stipendi e mentari, il costo di produzione
Questo principio si contrappone del risultato (utile/perdita) di cia- soltanto la spesa relativa all’acqui- salari relativi al personale dipen- comprende, innanzitutto, il co-
a quello “per cassa”, utilizzato, per scun esercizio e riduce gradual- sto delle bottiglie iscritta nelle atti- dente anche se non pagati: è il caso sto delle materie prime e sussi-
esempio, in ambito fiscale per la tas- mente la spesa iniziale di acquisto. vità dello stato patrimoniale. delle retribuzioni relative al mese di diarie acquistate al quale sono
sazione di alcuni redditi. In sostanza, con l’ammortamento Come si può notare, si iscrive nel dicembre che, quale contropartita aggiunti i costi interni di produ-
l’impianto, come tutte le immobi- conto economico un costo di eser- del costo, non hanno un’uscita di zione: costo del lavoro diretto
esempi di competenza lizzazioni che partecipano al pro- cizio quando vi è una connessione banca/cassa ma un debito. (operai), indiretto (tecnici) e tutti
Per fare un esempio, il ricavo deri- cesso produttivo, è suddiviso, ov- diretta con il ricavo. In conclusione, nel conto eco- i costi industriali (ammortamen-
vante dalla vendita di un bene nel vero è “sezionato” in più periodi in Tuttavia, alcuni costi sono ri- nomico sono imputate: ti eccetera) imputati in base a cri-
mese di novembre dell’anno x rileva base al previsto utilizzo. levati nell’esercizio anche se N le spese del periodo che sono teri di contabilità analitica.
in tale anno, anche se il cliente salda © RIPRODUZIONE RISERVATA non direttamente correlati ai ri- anche costi; © RIPRODUZIONE RISERVATA
I focus del Sole 24 Ore
4 Guida alla lettura dei bilanci Mercoledì 16 Settembre 2020 - N. 28

La compilazione
I PRINCIPI GENERALI

Da indicare solamente
gli utili certi e realizzati

credito tra le attività dello stato pa- presentazione sostanziale.


Vanno riportati trimoniale. POSTULATI Pertanto, la prima e fondamen-
Un altro principio generale che DEL BILANCIO (OIC 11) tale attività che il redattore del bi-
i rischi di perdita in tempi normali è dato per scon- lancio deve effettuare è l’indivi-
tato ma in tempi di Covid-19 ha ac- duazione dei diritti, degli obbli-
di competenza quistato importanza, è quello del-
Il Codice civile
L’articolo 2423 del Codice civile
con neutralità da parte del
redattore: la neutralità, anche ghi e delle condizioni ricavabili
la prospettiva della continuità dal contratto e il loro confronto
conosciuti aziendale che impone alla dire-
richiama i principi della chiarez-
za e della rappresentazione
se non espressamente prevista
dalla legge, costituisce un con le disposizioni dei principi
zione aziendale, nella fase di pre- contabili per accertare la corret-
dopo la chiusura parazione del bilancio, di effet-
veritiera e corretta del bilancio.
La relazione ministeriale al
corollario della rappresentazio-
ne veritiera e corretta. tezza dell’iscrizione o della can-
tuare una valutazione prospettica decreto legislativo 127/1991, cellazione di elementi patrimo-
PAGINA A CURA DI della capacità dell’azienda di con- niali e economici. Sono richiama-
con cui sono state recepite le Principio di neutralità
Franco Roscini Vitali tinuare a costituire un complesso te le definizioni di credito e debito
direttive quarta (Bilancio di Il principio di neutralità richiede
NAltro principio generale di im- economico funzionante, destina- esercizio) e settima (Bilancio che il bilancio sia scevro da e, ove previsto, del trasferimento
portanza rilevante è quello della to alla produzione di reddito per consolidato) - direttive poi distorsioni preconcette nell’ap- di rischi e benefici.
prudenza che, in alcuni casi, può un prevedibile arco temporale fu- sostituite dalla direttiva n. plicazione dei principi contabili Per esempio, nel caso della
prevalere rispetto a quello di com- turo, relativo a un periodo di al- 34/2013 - precisa che la formu- o da sperequazioni informative cessione di un bene, se non sono
petenza. L’articolo 2423-bis del Co- meno 12 mesi dalla data di riferi- la «rappresentare in modo a vantaggio solo di alcuni dei soddisfatte le condizioni previ-
dice civile delinea un effetto asim- mento del bilancio. veritiero e corretto» costituisce destinatari primari del bilancio. ste nei principi contabili che im-
metrico nella contabilizzazione dei Infatti, se manca la continuità, i la fedele traduzione dell’espres- I destinatari primari dell'infor- pongono il trasferimento alla
componenti economici: si possono normali principi di redazione del sione «true and fair view» cui fa mazione del bilancio sono controparte dei rischi e benefici
indicare esclusivamente gli utili re- bilancio non sono più applicabili, riferimento la quarta direttiva. coloro che forniscono risorse derivanti dalla cessione, il con-
alizzati alla chiusura dell’esercizio, dovendosi applicare altre regole, finanziarie all'impresa: investi- tratto – pur giuridicamente vali-
mentre si deve tenere conto dei ri- per esempio, quelle relative alla li- Il significato di veritiero tori, finanziatori e altri creditori. do – non comporta per il cedente
schi e delle perdite di competenza quidazione. Inoltre, secondo la relazione, la rilevazione del ricavo.
dell’esercizio, anche se conosciuti Altro principio generale d’im- «l’uso dell’aggettivo veritiero, I postulati di bilancio Questo significa che il bene re-
dopo la chiusura dello stesso. portanza rilevante, ma a volte di riferito al rappresentare la Nel principio contabile per sta iscritto nel bilancio del “ce-
Per esempio, se l’impresa ha in non facile applicazione, è quello situazione patrimoniale, econo- «postulati di bilancio» si inten- dente giuridico” il quale tuttavia
corso una causa legale con un della rappresentazione sostan- mica e finanziaria, non significa dono le disposizioni contenute non è cedente ai fini della reda-
cliente per forniture difettose, de- ziale (sostanza dell’operazione o pretendere dai redattori del negli articoli 2423, 2423 bis e zione del bilancio.
ve valutarne le conseguenze e, se del contratto) che è alla base del- bilancio né promettere ai lettori 2423 ter del Codice civile. L’articolo 2423-bis del Codice
del caso, iscrivere nel conto econo- l’elaborazione dei principi conta- di esso una verità oggettiva di I postulati del bilancio sono i civile prevede poi la costanza nei
mico un accantonamento con con- bili. L’Oic 11 precisa che le defini- bilancio, irraggiungibile con seguenti: criteri di valutazione: infatti, i cri-
tropartita uno specifico Fondo per zioni, le condizioni richieste per riguardo ai valori stimati, ma • Prudenza; teri di valutazione non possono
rischi e oneri, che costituisce un l’iscrizione o la cancellazione de- richiedere che i redattori del • Prospettiva della continuità essere modificati da un esercizio
debito con caratteristiche meno gli elementi di bilancio, i criteri di bilancio operino correttamente aziendale; all’altro, anche se sono consentite
definite (importo/certezza), ri- valutazione, contengono i para- le stime e ne rappresentino il • Rappresentazione sostanziale; deroghe in casi eccezionali con
spetto ai normali debiti. D’altra metri principali attraverso i quali risultato». • Competenza; obbligo di informativa nella nota
parte, il cliente, anche fosse ragio- l’attento esame dei termini con- • Costanza nei criteri di valuta- integrativa, con indicazione e
nevolmente sicuro dell’esito favo- trattuali delle transazioni condu- Processo di formazione zione; quantificazione degli effetti sulla
revole della causa, non può iscrive- ce alla loro rilevazione e presen- Il processo di formazione del • Rilevanza; rappresentazione patrimoniale,
re nel conto economico alcun pro- tazione in bilancio tenuto conto bilancio deve essere condotto • Comparabilità finanziaria ed economica.
vento e, di conseguenza, nessun del postulato generale della rap- © RIPRODUZIONE RISERVATA

Oic 11. Tra i principi di carattere generale riconosciuti dal Codice civile rientrano la rilevanza e la comparabilità

Un’informazione è rilevante se pesa sulle scelte


NAltro principio di carattere ge- che compongono le voci di bilancio A D O BESTO C K fronto con le corrispondenti voci
nerale, contenuto nell’articolo è giudicata nel contesto della situa- dell’esercizio precedente. Nel-
2423 del Codice civile, è quello della zione patrimoniale, economica e l’ambito della stessa impresa la
rilevanza: l’Oic 11 precisa che finanziaria dell’impresa ed è quan- comparabilità dei bilanci a date di-
un’informazione è rilevante quan- tificata tenendo conto sia di ele- verse è possibile se sussistono le
do la sua omissione o errata indica- menti qualitativi che quantitativi. seguenti condizioni:
zione potrebbe ragionevolmente Gli elementi quantitativi pren- a) la forma di presentazione è co-
influenzare le decisioni prese dai dono in considerazione la dimen- stante: pertanto, il modo di esposi-
destinatari primari dell’informa- sione degli effetti economici, men- zione (classificazione, separazio-
zione che sono investitori, finan- tre quelli qualitativi riguardano le ne e identificazione per gruppi
ziatori e altri creditori. caratteristiche peculiari dell’ope- omogenei) delle voci deve essere
L’Oic 11 precisa che un’informa- razione o dell’evento, la cui impor- uguale o almeno comparabile;
zione è rilevante quando la sua tanza è tale da poter ragionevol- b) i criteri di valutazione adottati
omissione o errata indicazione mente influenzare le decisioni devono essere mantenuti costanti;
potrebbe ragionevolmente in- economiche dei destinatari prima- c) i mutamenti strutturali (ac-
fluenzare le decisioni prese dai ri del bilancio. quisizioni, fusioni, scorporazioni
destinatari primari dell’informa- Infine, ulteriore principio gene- eccetera) e gli eventi di natura ec-
zione: questi sono investitori, fi- rale, contenuto nell’articolo 2423- cezionale sono descritti nelle no-
nanziatori e altri creditori. ter del Codice civile è quello della te al bilancio.
La rilevanza dei singoli elementi comparabilità che impone il con- © RIPRODUZIONE RISERVATA
I focus del Sole 24 Ore
Mercoledì 16 Settembre 2020 - N. 28 Guida alla lettura dei bilanci 5

Conto economico
LA STRUTTURA

Schema minimo definito I PRODOTTI


IN VETRINA

e obbligo di comparabilità
LA RIVISTA
Guida alla contabilità
contrassegnate da numeri arabi, siano comparabili si dovrà fornire La sezione C) del conto economi-
Sono ammesse mantengono un’unica sequenza di adeguata informativa nella nota in- co rappresenta la gestione finanzia-
& bilancio
numerazione dall’1 al 21: in alcuni tegrativa in merito ad eventuali ria e comprende principalmente
modifiche come casi è prevista la possibilità di un’ul- adattamenti apportati ai dati del- proventi derivanti da partecipazio-
Chiarezza espositiva, sintesi e
indicazioni operative, grafici,
teriore suddivisione in sottovoci, l’esercizio precedente. ni, da titoli o da crediti immobilizza-
raggruppamenti, contrassegnate da lettere minusco- La struttura di conto economico ti, interessi attivi e passivi, utili e
tabelle, esempi di scritture
contabili rendono questa
le dell’alfabeto. permette di conoscere il valore della perdite su cambi relativi ad opera-
suddivisioni Lo schema è obbligatorio per tutte produzione realizzata, i costi della zioni in valuta effettuate nell’eserci-
rivista - disponibile sia in
formato cartaceo che in
le imprese (salvo per quelle che eser- produzione sostenuti, i risultati inter- zio e rettifiche di valore di attività e
o nuove voci citano particolari attività per le quali medi conseguiti e la progressiva for- passività finanziarie dovute a svalu-
digitale - un vero e proprio
strumento operativo
esistono disposizioni specifiche, co- mazione del risultato dell’esercizio. tazioni o rivalutazioni di partecipa- indispensabile per il
me le assicurazioni) ma sono con- Esso consente di individuare il ri- zioni e strumenti finanziari effet- professionista.
PAGINA A CURA DI sentite le seguenti modifiche: sultato di quelle che, secondo la dot- tuate nell’esercizio. Scopri di più su:
Anna Pozzi N possibilità di ulteriori suddivisio- trina aziendalistica, sono le principali I risultati delle gestioni sono rap- offerte.ilsole24ore.com/gcb
NIl conto economico in un bilancio ni delle voci precedute da numeri aree della gestione aziendale: presentati al lordo degli effetti fiscali
mette in contrapposizione i costi e ri- arabi, senza eliminazione della voce N gestione caratteristica; delle imposte dirette, che trovano
cavi di competenza e illustra il risul- complessiva e dell’importo corri- N gestione accessoria; rappresentazione nella riga 20 del
tato economico della gestione del- spondente; N gestione finanziaria; conto economico, accogliendo quin-
l’esercizio di un’impresa. N possibilità di raggruppamento N gestione tributaria. di il risultato della gestione tributaria
I componenti positivi e negativi di delle voci precedute da numeri arabi, In particolare, la differenza tra va- rappresentativo dell’onere per impo-
reddito sono presentati in forma sca- quando il raggruppamento ha un im- lore e costi della produzione esprime, ste correnti, differite, anticipate a ca-
lare: i valori sono classificati secondo porto non rilevante e quando viene seppur senza consentire di isolarli rico della società per l’esercizio.
la loro natura e origine. favorita una maggiore chiarezza del compiutamente, il risultato delle ge- L'ultima voce dello schema espone
La struttura del conto economico bilancio. In questo caso, le voci ogget- stioni caratteristica ed accessoria: la il risultato dell’esercizio. In caso di ri- IL SOFTWARE
secondo le norme italiane sul bilan- to di raggruppamento dovranno es- prima include valore e costi della pro- sultato positivo, si avrà un utile sul Valore24
cio d’esercizio è la seguente: sere esplicitate in nota integrativa; duzione che rappresentano il risulta- quale si dovrà calcolare la riserva le-
A)Valore della produzione N aggiunta obbligatoria di altre vo- to della gestione tipica dell’impresa, gale ed eventuali riserve previste dal-
Bilancio Cloud
B)Costi della produzione ci, qualora il loro contenuto non sia provenienti sia dalla cessione di beni lo statuto della società. In caso di ri- Il software online completo e
A-B) Differenza tra valore e costi compreso in quelle previste dal Codi- che dalla prestazione di servizi (ad sultato negativo, si avrà una perdita modulabile in base alle
della produzione ce civile all’articolo 2425; esempio: l’acquisto di materie prime, sulla quale si dovrà prevedere ade- esigenze del professionista.
C) Proventi e oneri finanziari N adattamento obbligatorio delle l’ammortamento dei macchinari, gli guata copertura. La destinazione del- Partendo dai dati di bilancio,
D) Rettifiche di valore di attività fi- voci precedute da numeri arabi, stipendi del personale e i ricavi deri- l’utile o la copertura della perdita so- consente di ottenere: bilancio
nanziarie quando lo esige la natura dell’attività vanti dalla vendita del prodotto no definite mediante delibera as- di esercizio e consolidato, la
Risultato prima delle imposte (A - esercitata. aziendale); la seconda include pro- sembleare, sulla base di una proposta relazione sulla gestione,
B +/- C +/- D) Il conto economico deve essere venti e oneri patrimoniali non affe- di destinazione dell’organo ammini- monitoraggio degli indicatori
20) Imposte sul reddito dell’esercizio redatto in forma comparativa, renti alla gestione tipica dell’impresa strativo che deve essere illustrata nel- economici, valutazione del
21) Utile (perdita) dell’esercizio adattando le voci relative all’eserci- (ad esempio, un rimborso assicurati- la nota integrativa. merito creditizio, benchmark e
Le voci del conto economico, zio precedente; nel caso in cui non vo ottenuto a seguito di un sinistro). © RIPRODUZIONE RISERVATA molto altro.
Maggiori informazioni
su:valore24.com/bilancio-cloud
Il Codice civile. Vanno riportati tutti i componenti, le situazioni eccezionali si spiegano nella nota integrativa

Nel reddito eventi ordinari e non ricorrenti


NContrariamente a quanto acca- dalla vendita di beni ammortizzabili cizio e sulla situazione patrimoniale- menti di strategie aziendali; soprav-
deva fino a qualche anno fa, l’attuale (cioè cespiti aziendali non acquisiti finanziaria. La lettura di queste infor- venienze attive o passive derivanti da
schema di conto economico non con l’obiettivo di essere venduti, co- mazioni consente di completare le fatti naturali o estranei alla gestione
consente di evidenziare separata- me macchinari, impianti eccetera). Ai informazioni quantitative riportate dell’impresa; ricavi e costi non ricor-
mente il risultato della gestione stra- fini dell’individuazione di un reddito nello schema di conto economico. renti considerati eccezionali per di-
ordinaria da quella ordinaria. “normale” dell’impresa, inteso come I ricavi e costi di entità o incidenza mensione, controparte e marginalità.
Tutti i componenti di reddito, po- ripetibile nei successivi esercizi, è ne- eccezionali sono proventi e oneri Per completezza, è doveroso sotto-
sitivi o negativi, sono rappresentati cessario isolare il risultato della ge- non ricorrenti e scarsamente preve- lineare che i principi contabili evoluti
nel conto economico in base alla loro stione straordinaria, che comprende dibili nel loro accadimento che inci- (non solo italiani ma anche interna-
natura (caratteristica/accessoria, fi- eventi che è improbabile che si verifi- dono sul conto economico della so- zionali) non prevedono la separazio- IL MANUALE
nanziaria, tributaria), indipendente- cheranno negli esercizi successivi. cietà in modo tale che la loro cono- ne della gestione straordinaria: e ciò Dal bilancio d’esercizio
mente dal fatto che essi rappresenti- Laddove ciò non avvenga, come scenza possa, per la loro eccezionali- anche in quanto la prassi applicative
no poste ordinarie e straordinarie. nell’attuale schema di conto econo- tà, influenzare le decisioni dei bilanci in cui in passato era con-
al reddito d’impresa
La dottrina aziendalistica ha mico, si potrà generare un’impropria economiche degli utilizzatori del bi- sentito evidenziare le partite straordi- Un volume che affronta gli
fornito una definizione della ge- comprensione della dinamica econo- lancio. Tali elementi possono indi- narie in una sezione separata del con- aspetti civilistici e fiscali della
stione straordinaria e ne ha sotto- mica di un esercizio, nel caso in cui il stintamente riguardare la gestione to economico aveva mostrato una redazione dei bilanci e della
lineato l’importanza di una sepa- risultato dello stesso sia influenzato tipica, la gestione finanziaria o la ge- marcata tendenza a includere tra le liquidazione delle imposte sui
rata evidenziazione rispetto alla da eventi non ricorrenti o anormali. stione tributaria. partite straordinarie i componenti ne- redditi,trattando tutti i temi di
gestione ordinaria. Per tale motivo, il Codice civile im- Ne sono esempi: componenti posi- gativi di reddito, mentre a considerare interesse per chi deve affrontare
Confluiscono, infatti, nella gestio- pone di segnalare nella nota integra- tivi e negativi di reddito derivanti da quasi sempre ordinari i componenti gli adempimenti relativi al
ne straordinaria i componenti del tiva l’importo e la natura dei singoli operazioni societarie straordinarie positivi, finendo per rappresentare un bilancio, alla determinazione del
reddito di impresa che derivano da elementi di ricavo o di costo di entità o (effetti di una fusione o di un conferi- veicolo per l’applicazione impropria reddito d'impresa e alle
eventi episodici ed eccezionali, come incidenza eccezionali, nonché le cir- mento); svalutazioni o rivalutazioni di politiche contabili volte a migliorare dichiarazioni fiscali.
ad esempio i furti, gli incendi, le plu- costanze di accadimento e l’inciden- con effetti eccezionali sul risultato il risultato della gestione ordinaria. Nelle librerie professionali e su:
svalenze e le minusvalenze derivanti za sul risultato economico dell’eser- economico conseguenti a cambia- © RIPRODUZIONE RISERVATA ilsole24ore.com/vasapolli
I focus del Sole 24 Ore
6 Guida alla lettura dei bilanci Mercoledì 16 Settembre 2020 - N. 28

Conto economico
LE VOCI

Valore della produzione: dai ricavi


alla variazione delle rimanenze

principio della competenza, trova- quisiti, si rileva nello stato patri-


La produzione no la propria contropartita nei cre- L'esempio moniale una immobilizzazione e in
diti verso clienti sia per gli importi contropartita si valorizza la voce in
può anche essere già fatturati, sia per le cosiddette Variazione delle rimanenze oggetto. Si bilancia in tal modo, nel
«fatture da emettere», ossia corri- conto economico, il costo sostenu-
destinata spettivi già maturati a seguito di ESERCIZIO
CORRENTE
ESERCIZIO
PRECEDENTE
to (ad esempio, personale, ammor-
obbligazioni già eseguite, ma non VARIAZIONE NOTE tamenti, oneri finanziari) con il be-
a costruire ancora fatturati ai clienti finali. I - RIMANENZE neficio rappresentato dalla produ-
Non va pertanto confusa la cifra dei zione ad uso interno.
immobilizzazioni ricavi con gli incassi, la cui dinami- 1) Materie prime,
sussidiarie e di consumo 25.377.758 30.259.816 -4.882.058 B) 11
ca dipende altresì dal tasso di rota- a5) altri ricavi e proventi,
zione dei crediti. 2) Prodotti in corso di con separata indicazione dei
25.48.219 6.528.646 -3.980.427 A) 2
PAGINA A CURA DI I ricavi devono essere indicati lavorazione e semilavorati contributi in conto esercizio
Cristina Brundo per competenza e al netto di resi, Si tratta di una voce residuale, de-
4) Prodotti finiti e merci 50.870.074 35.218.391 15.651.683 A) 2
NIl conto economico si apre con sconti, abbuoni e premi, nonché stinata ad accogliere i componenti
il valore della produzione, gran- delle imposte direttamente con- Totale rimanenze 78.796.051 72.006.853 6.789.198 del reddito diversi dalla gestione
dezza che contrapposta ai costi nesse con la vendita dei prodotti e caratteristica della società, ma pur
della produzione consente di de- la prestazione dei servizi. CONTO ECONOMICO sempre attinenti alla gestione or-
terminare un primo risultato inter- ESERCIZIO CORRENTE dinaria. Può trattarsi ad esempio di
medio dell’esercizio. L’espressione a2) variazioni proventi patrimoniali, quali le plu-
«valore della produzione» va inte- delle rimanenze di prodotti A) Valore della produzione svalenze derivanti dall’alienazio-
sa in senso economico e non lette- in corso di lavorazione, 2) Variazione delle rimanenze di prodotti in corso di
ne dei cespiti, o proventi derivanti
rale: essa include non solo la pro- semilavorati e finiti lavorazione, semilavorati e finiti 11.671.256 dalla gestione accessoria, ad esem-
duzione delle imprese industriali Rappresenta la produzione ese- pio affitti attivi derivanti dalla lo-
(produzione e la cessione di beni), guita nell’esercizio e trova con- B) Costi della produzione cazione di immobili di proprietà
ma anche quella delle imprese del tropartita nelle voci di stato patri- 11) Variazione delle rimanenze di materie prime, della società (terreni, fabbricati),
terziario (beni e servizi). Il valore moniale dell’attivo circolante ac- sussidiarie, di consumo e merci -4.882.058 canoni attivi e royalty da brevetti,
della produzione è un insieme di cese alle rimanenze. Esprime il marchi, diritti d’autore derivanti
elementi eterogenei, di seguito de- valore aggiunto dei beni median- Totale variazione 6.789.198 dalla concessione a terzi del diritto
scritti, ciascuno con un preciso si- te la produzione industriale che, di utilizzare beni immateriali di
gnificato economico. alla data di chiusura del bilancio, proprietà della società.
non è stato ancora realizzato tra- negative, lo riducono. Non vanno su ordinazione; esse sono rilevate In tale voce sono inoltre classifi-
a1) ricavi delle vendite mite la vendita. incluse in tale voce le variazioni di separatamente in quanto esprimo- cate le sopravvenienze e insussi-
e delle prestazioni Algebricamente, la voce rappre- rimanenze di materie prime, sussi- no una produzione realizzata su stenze attive quali, ad esempio, le
Rappresentano i ricavi della ge- senta la differenza tra il valore delle diarie, di consumo e merci, che (si specifiche indicazioni della com- eccedenze degli accantonamenti ai
stione caratteristica o tipica. Si trat- rimanenze alla data di chiusura veda a pagina 7) sono rappresenta- mittenza. fondi rischi, quando l’accantona-
ta di una delle voci più utilizzate co- dell’esercizio e il corrispondente te tra i costi della produzione. mento al fondo sia stato inizial-
me biglietto da visita dell’impresa, valore alla data di chiusura del- a4) incrementi mente contabilizzato nella classe B
spesso impropriamente denomi- l’esercizio precedente, come espo- a3) variazioni dei lavori di immobilizzazioni tra i costi di gestione. In tale voce
nata fatturato o volume d’affari, ed sti nello stato patrimoniale (si ve- in corso su ordinazione per lavori interni trovano anche rappresentazione i
è uno dei parametri di riferimento dano, nell’esempio, le voci con- Il funzionamento della voce in og- La produzione dell’impresa può contributi in conto esercizio, per i
per la classificazione delle imprese trassegnate con A2). Le variazioni, getto è analogo a quanto visto per la anche essere destinata, oltre che al- quali vige l’obbligo di evidenzia-
nelle differenti categorie dimen- se positive (rimanenze finali mag- precedente voce A2), ma in essa la vendita, alla costruzione per zione separata nello schema di
sionali (piccole, medie, grandi). giori di quelle iniziali), incremen- confluiscono le variazioni delle ri- l’uso interno di una immobilizza- conto economico.
Tali ricavi, rilevati secondo il tano il valore della produzione; se manenze relative ai lavori in corso zione. In tal caso, ricorrendone i re- © RIPRODUZIONE RISERVATA

Resi, sconti e abbuoni. Cosa succede in caso di anomalie relative a merci, pagamenti e prezzi

Rettifiche nel rispetto della competenza economica


N La vendita di un bene o servi- rettifica si realizza solo nell’eser- damento sull’esperienza e su Si pensi ad esempio ad una so- ferito a ricavi già rilevati in tale bi-
zio può essere soggetta a rettifi- cizio successivo (ad esempio in ogni altro elemento utile. cietà operante nel settore indu- lancio, deve trovare rappresenta-
che che possono determinarne data 10 febbraio) e trova forma- In alcuni settori, è possibile striale che, negli ultimi giorni di zione attraverso una rettifica dei
una rettifica totale o parziale del lizzazione in documenti emessi determinare in modo oggettivo dicembre, ha realizzato vendite ricavi per l’importo di 5 euro, che
prezzo della transazione. Le cau- dalla società venditrice che retti- l’importo delle rettifiche: ad di 10 prodotti a 15 euro e ha conta- troverà contropartita patrimo-
se possono essere molteplici: re- ficano la fattura di vendita, ad esempio, nel caso di vendite sog- bilizzato ricavi per complessivi niale in un conto per note credito
si per merci difettose o eccedenti esempio la nota di credito. gette a diritto di reso da eserci- 150 euro, in contropartita dei re- da emettere, esposto nello stato
rispetto al quantitativo ordinato, Tuttavia, per il principio della tarsi entro un preciso termine lativi crediti commerciali incas- patrimoniale a riduzione dei cre-
resi per ritardi di consegna, competenza economica, l’effetto (ad esempio 14 giorni) dalla data sabili a 60 giorni. Nel mese di diti commerciali. In tal modo è
sconti concessi per incassi anti- di tali rettifiche deve essere rifles- di perfezionamento della vendi- gennaio, a fronte della proposta pienamente realizzato il postula-
cipati rispetto alle scadenze, ab- so già nel bilancio in chiusura al 31 ta. È possibile ricostruire in mo- di pagamento anticipato delle to della competenza economica
buoni dovuti a riduzioni di prez- dicembre, al fine di rispettare il do accurato, tramite analisi delle fatture rispetto al termine ordi- che permette di rappresentare,
zo concessi per differenze quali- principio della competenza eco- note di credito emesse nelle pri- nario dei 60 giorni, la società con- nel bilancio in chiusura al 31 di-
tative sulle merci vendute. Fre- nomica: l’importo di tale rettifica me settimane dell’esercizio suc- cede uno sconto di 5 euro al clien- cembre, l’effettivo valore della
quentemente accade che è determinato sulla base del- cessivo, l’importo delle vendite te, con emissione della relativa produzione al netto delle rettifi-
l’operazione di vendita è realiz- l’analisi dei contratti e delle spe- contabilizzate nel bilancio al 31 nota di credito. che, ancorché materializzatesi in
zata in un esercizio (ad esempio cifiche situazioni esistenti, anche dicembre che sono state succes- Nel bilancio in chiusura al 31 di- un successivo esercizio.
in data 15 dicembre) mentre la in base a stime che trovano fon- sivamente oggetto di rettifica. cembre tale sconto, in quanto ri- © RIPRODUZIONE RISERVATA
I focus del Sole 24 Ore
Mercoledì 16 Settembre 2020 - N. 28 Guida alla lettura dei bilanci 7

Conto economico
I COSTI DELLA PRODUZIONE

Anche gli oneri amministrativi


tra i costi della produzione

b7) per servizi b11) variazioni delle rimanenze


Vanno inclusi Affluiscono a questa voce i corri- Gli esempi di materie prime, sussidiarie, di
spettivi dovuti a terzi nell’ambito consumo e merci
anche i costi di un rapporto contrattuale, ad Rappresenta la differenza tra le ri-
esempio servizi di trasporto, assi- manenze finali e le rimanenze ini-
di vendita e quelli curazione, utenze, consulenze tec- B9 - COSTI PER IL PERSONALE ziali di materie prime, sussidiarie,
niche, legali, fiscali, amministrati- di consumo e merci. È utile consi-
della gestione ve e commerciali, servizi bancari e ESERCIZIO CORRENTE ESERCIZIO PRECEDENTE
derare tale voce assieme alla pre-
finanziari (diversi dagli oneri fi- a) Salari e stipendi cedente B6: la somma algebrica di
accessoria nanziari). b) Oneri sociali
35.988.647
12.876.115
37.388.963
12.242.264 tali voci rappresenta i consumi im-
piegati nella produzione realizza-
b8) per godimento di beni c) Trattamento di fine 2.001.890 2.084.128 ta nell’esercizio. Le variazioni, se
PAGINA A CURA DI di terzi rapporto negative (rimanenze finali minori
Cristina Brundo Sono i costi sostenuti per avere la e) Altri costi 392.327 319.673 di quelle iniziali) incrementano il
N Il costo della produzione detenzione o l’uso di beni di pro- Totale costi per il costo della produzione: infatti, in
comprende tutti gli oneri soste- prietà di terzi, ad esempio i canoni 51.258.979 52.035.028 tale caso, nel corso dell’esercizio si
personale
nuti per l’ottenimento del pro- per la locazione di beni immobili, i sono consumate scorte che erano
MOVIMENTAZIONE DEL FONDO SVALUTAZIONE CREDITI
dotto e la sua commercializza- canoni e royalties per l’utilizzo di state accumulate negli esercizi
zione (retribuzioni, costi gene- brevetti, marchi, i canoni di leasing IMPORTO NOTE precedenti, e questo consumo tro-
rali e di consegna, ammorta- di macchinari. Saldo esercizio va rappresentazione nel conto
menti ecc.). 1.318.069 economico come costo della pro-
precedente
Questa configurazione è ampia b9) per il personale duzione. Viceversa, se la variazio-
Utilizzo nell'esercizio -238.666
e non va intesa in senso letterale: Il lavoro rappresenta un altro dei corrente ne delle rimanenze è positiva, essa
nel raggruppamento sono inclusi fattori produttivi dell’impresa, il riduce il costo della produzione:
i costi di vendita, i costi ammini- suo acquisto avviene tramite un Accantonamento 406.301 B) 10d nel corso dell’esercizio, infatti, so-
dell'esercizio corrente
strativi, i costi della gestione ac- rapporto di lavoro subordinato dal no stati sostenuti costi per acqui-
cessoria che non sono veri e pro- quale scaturiscono una serie di ob- Saldo esercizio corrente 1.485.704 stare scorte che rimangono dispo-
pri costi di produzione. blighi a carico dell’impresa in forza nibili a magazzino.
Il costo della produzione è un in- di norme di legge. Il costo del lavo-
sieme di elementi eterogenei cia- ro, come rappresentato nell’esem- delle immobilizzazioni materiali e In B10d) sono iscritte le svaluta- b14) oneri diversi di gestione
scuno con un preciso significato pio in infografica, comprende una immateriali e le svalutazioni dei cre- zioni dei crediti commerciali e dei Si tratta di una voce residuale, de-
economico. quota liquidata al lavoratore diti compresi nell’attivo circolante e crediti diversi iscritti nell’attivo stinata ad accogliere i componenti
(iscritta in B9a)) e una quota corri- delle disponibilità liquide. L’am- circolante, determinate in base a del reddito diversi dalla gestione
b6) per materie prime, sposta agli enti assicurativi e previ- mortamento è un procedimento stime, che trovano contropartita caratteristica della società, ma pur
sussidiarie, di consumo e merci denziali (iscritta in B9b)). Include amministrativo-contabile con cui il nella movimentazione patrimo- sempre attinenti alla gestione
Rappresentano i costi della ge- altresì il trattamento di fine rap- costo di un bene (ad uso durevole) o niale del fondo svalutazione credi- operativa. Può trattarsi ad esem-
stione caratteristica o tipica. La porto il cui accantonamento è di un’attività immateriale è ripartito ti, iscritto in contabilità a riduzione pio, di minusvalenze di natura non
voce principale è riferibile al- iscritto in B9c), nonché altri costi nel corso di più esercizi. del valore dei crediti verso clienti. finanziaria, di sopravvenienze e
l’acquisto di materiali che entra- non tipizzati (ad esempio incentivi Attraverso l’ammortamento il In particolare (si veda l’infogra- insussistenze passive, imposte in-
no nel ciclo di produzione (im- all'esodo) iscritti in B9d). costo è spalmato su più anni in ra- fica) trovano contropartita in que- dirette, tasse e contributi, contri-
prese industriali) per la realiz- gione della loro durata economica. sta voce gli accantonamenti. Le buti ad associazioni sindacali e di
zazione del prodotto finito, b10) ammortamenti Il conto economico prevede la sud- perdite realizzate su crediti, inve- categoria, omaggi ed articoli pro-
nonché all’acquisto di merci per e svalutazioni divisione tra gli ammortamenti re- ce, nella misura in cui non trovino mozionali, liberalità, oneri per
la commercializzazione (impre- In questa voce sono rilevati tutti gli lativi alle immobilizzazioni imma- capienza nel fondo svalutazione multe, ammende e penalità.
se commerciali). ammortamenti e le svalutazioni teriali (B10a)) e materiali (B10b)). crediti, sono iscritte nella voce B14. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Fondi rischi e oneri. Tra le valutazioni da fare alla chiusura c’è la quantificazione delle passività potenziali legate a situazioni già in atto

La natura guida la classificazione degli accantonamenti


N Nell’ambito delle valutazioni Essi sono iscritti in via prioritaria in sciuti ai dipendenti e diversi dal Tfr) Altri fondi per rischi e oneri. fondi per rischi e oneri.
di bilancio da effettuare alla chiu- una delle voci B6 - B11 del conto eco- andrà classificato nella voce B9d). Gli accantonamenti alla voce B13 Anche i rilasci dei fondi, ovvero
sura dell’esercizio i fondi rischi nomico; solo quando non è possibi- Gli accantonamenti alla voce B12 accolgono gli altri stanziamenti le situazioni in cui il fondo iscritto
rappresentano un’area partico- le la correlazione tra la natura del- accolgono gli stanziamenti che po- che hanno un maggior grado di cer- risulta eccedente rispetto all’effet-
larmente delicata in quanto il re- l’accantonamento e una delle voci tenzialmente possono comportare tezza nell’insorgere di una passivi- tivo onere che si sostiene al mo-
dattore del bilancio deve verifica- del conto economico, gli accanto- l’insorgere di una passività negli tà negli esercizi successivi, ma non mento di realizzazione della passi-
re l’esistenza di passività poten- namenti sono iscritti in due voci esercizi successivi (sono incerti nel loro ammontare o nella data di vità stimata, sono rappresentati
ziali connesse a situazioni già esi- specifiche, B12 per gli accantona- nell’ammontare e nel verificarsi). sopravvenienza. Gli esempi più ri- tra i componenti positivi di reddito
stenti al 31 dicembre, il cui esito è, menti per rischi e/o B13 per gli altri Gli esempi più ricorrenti sono rela- correnti sono relativi a fondi per nella macro classe corrispondente
però, pendente in quanto si defi- accantonamenti. tivi a rischi per cause in corso, rischi manutenzione ciclica, garanzie alla propria natura. Se, ad esempio,
niranno solo in futuro. Ad esempio, l’accantonamento al per crediti ceduti e rischi per garan- prodotti e recupero ambientale. Ad a fronte del fondo per la franchigia
Lo schema previsto dall’articolo fondo indennità suppletiva di zie prestate a terzi. Ad esempio, al 31 esempio, al 31 dicembre, per far di mila euro sopra ipotizzato, l’im-
2425 del Codice civile classifica le clientela (dovuto agli agenti di com- dicembre, l’impresa decide di iscri- fronte alla programmata manu- presa sostenesse un effettivo one-
voci di conto economico per natura, mercio in caso di cessazione del vere un fondo responsabilità civile tenzione degli impianti da effet- re di 2.800 euro, la differenza di
ciò vale anche per gli accantona- mandato di agenzia) andrà classifi- poiché la polizza assicurativa con- tuarsi fra due esercizi, si accantona 200 euro sarebbe contabilizzata
menti ai fondi rischi ed oneri (che cato nella voce B7 costi per servizi, tro i danni a terzi ha una franchigia allo specifico fondo l’importo di nella voce A5) Altri ricavi e proventi
trovano la loro contropartita nel mentre quello relativo ai fondi per pari a 3mila euro. La contropartita 5mila euro. La contropartita patri- del conto economico.
passivo dello stato patrimoniale). trattamento di quiescenza (ricono- patrimoniale di tale fondo sarà B3) moniale di tale fondo sarà B3) Altri © RIPRODUZIONE RISERVATA
I focus del Sole 24 Ore
8 Guida alla lettura dei bilanci Mercoledì 16 Settembre 2020 - N. 28

Conto economico
LO SCHEMA CIVILISTICO E RICLASSIFICATO

La forma scalare dello schema


rende più chiari i risultati d’esercizio

si evince una contrazione del valore della notaintegrativa,consentirebbedicom-


Evidenziate produzionecuisièassociataunapiùmo- Tabella A prendere che la riduzione del valore
desta riduzione dei costi della produzio- della produzione e della relativa diffe-
in particolare ne. L’approfondimento di tale scosta- Conto economico scalare renza con i costi della produzione sono
mento, anche al fine di comprenderne la da collegare a un generale andamento
tre aree: operativa, natura, potrà essere svolto mediante CONTO ECONOMICO ESERCIZIO
CORRENTE
ESERCIZIO
PRECEDENTE
economico dell’economia. Va sottoli-
un’attenta analisi delle singole voci delle neato che la differenza fra valore e costo
finanziaria macroclassiA)eB)commentateapagina A) Valore della produzione 662.630.066 733.865.398 della produzione nel conto economico
6 e 7, ma anche utilizzando le informa- B) Costi della produzione 647.424.140 714.626.800 non è assimilabile al concetto azienda-
e delle imposte zioni contenute nella nota integrativa. Differenza tra valore e costi della 15.205.926 19.238.598
listico di reddito operativo, per la pre-
Ad esempio, la nota integrativa indica produzione (A-B) senza delle componenti della gestione
PAGINA A CURA DI la ripartizione dei ricavi delle vendite e accessoria che quest’ultimo concetto
C) Proventi e oneri finanziari -174.312 9.906.127
Cristina Brundo delle prestazioni secondo le categorie di tende ad evidenziare separatamente.
Luca Magnano San Lio
attività e secondo aree geografiche, fre- D) Rettifiche di valore di attività e passività 2.037.601 -2.397.059
finanziarie
NLo schema di conto economico ha quentemente utilizzando un’informati- la gestione finanziaria
unaformascalarecheevidenziairisultati va tabellare che consente anche un im- Risultato prima delle imposte (A-B+-C+-D) 17.069.215 26.747.666 Le classi C e D sono relative ai compo-
intermedi a seguito della classificazione mediato confronto con il precedente 20) Imposte sul reddito di esercizio, -5.798.565 -14.214.417 nenti positivi e negativi e alle rettifiche di
pernatura.Ilcontoeconomicoevidenzia esercizio. Tale tabella può consentire di correnti, differite e anticipate valore della gestione finanziaria. La ge-
principalmente tre aree, operativa (e ac- acquisire informazioni più di dettaglio 21) Utile (perdita) dell'esercizio 11.270.650 12.533.249 stione finanziaria è riferibile al costo del-
cessoria), finanziaria e delle imposte. sullanaturadellariduzionedelvaloredel- le operazioni di raccolta delle fonti di fi-
la produzione: ad esempio rilevando che nanziamentoattraversol’indebitamen-
conto economico civilistico uno specifico prodotto/settore produtti- to con i terzi, con conseguente sorgere di
Il conto economico civilistico fornisce vo ha subito una riduzione, piuttosto che Tabella B oneri finanziari ed è inoltre riferibile alle
una rappresentazione delle operazioni unospecificomercatogeografico(sipen- operazioni che danno vita a proventi fi-
di gestione mediante una sintesi dei siperesempioaunasignificativariduzio- Conto economico a valore aggiunto nanziari attivi derivanti dall’acquisizio-
componenti positivi e negativi di reddito ne delle esportazioni a seguito dell’intro- ne di partecipazioni, titoli, depositi ban-
che hanno contribuito a determinare il duzionedinuovidazi,comepotrebbeac- CONTO ECONOMICO ESERCIZIO ESERCIZIO VARIAZIONE cari. In questo caso è il capitale il fattore
RICLASSIFICATO CORRENTE PRECEDENTE
risultato economico nel suo complesso, cadere a seguito di fenomeni quali la produttivo che determina le operazioni
ma consente anche di evidenziare i risul- Brexit). Come indicato a pagina 5, poi, si Ricavi netti 646.362.338 726.562.726 -80.200.388 di natura finanziaria. Continuando con
tatidelletreareeoperativeseparatamen- dovrà aver cura di ricercare nella nota in- Costi esterni -574.665.468 -646.480.292 71.814.824 l’esempio della Tabella A, la gestione fi-
te.ConleclassiAeBsiconfrontanoicom- tegrativa l’eventuale presenza di ricavi o Valore aggiunto 71.696.870 80.082.434 -8.385.564 nanziaria ha ulteriormente incremen-
ponenti positivi, relativi alla gestione ca- costi di natura eccezionale che possono Costo del lavoro -51.258.979 -52.035.028 776.049 tatoilrisultatoprimadelleimposte:que-
ratteristica e alla gestione accessoria, co- contribuirenelladiagnosidellariduzione Margine operativo lordo sto potrebbe essere l’effetto di riprese di
stituenti il valore della produzione con i del valore della produzione. (EBITDA) 20.437.891 28.047.406 -7.609.515 valore dei titoli in portafoglio al 31 di-
costi della produzione classificati per na- Ammortamenti, svalutazioni cembre, svalutati nel corso dell’esercizio
-9.771.288 -11.475.909 1.704.621
tura.ComeevidenziatonellaTabellaAri- la nota integrativa ed altri accantonamenti precedente per allineare il loro valore di
portata in infografica, l’impresa ha un Fondamentale nella comprensione Margine operativo netto bilancio a quello di mercato.
(EBIT) 10.666.603 16.571.497 -5.904.894
andamento economico positivo: ciò della dinamica economica è il ruolo del- Il conto economico scalare evidenzia il
vuoldirechel’impresahacopertolatota- la nota integrativa: si pensi con riferi- Proventi non caratteristici 4.539.323 2.667.101 1.872.222 risultato prima delle imposte e il risultato
litàdeicostiattraversolagenerazionedei mento alla riduzione evidenziata in in- Proventi e oneri finanziari -174.312 9.906.127 -10.080.439 dell’esercizio. La possibilità di analizzare,
ricavi. Una più attenta lettura del conto fografica, se essa fosse imputabile a un Redditi corrente 15.031.614 29.144.725 -14.113.111 separatamente,ilivellidellagestionedel-
economico, raffrontando l’esercizio in fenomeno esterno, come potrebbe ac- l’impresa consente di avere un’informa-
Rivalutazioni e svalutazioni 2.037.601 -2.397.059 4.434.660
corso con il precedente, evidenzia però cadere nei bilanci 2020 a seguito della zioneimmediataesinteticadelcontribu-
che la differenza tra il valore della produ- diffusione della Covid-19 e ai riflessi ne- Reddito prima delle imposte 17.069.215 26.747.666 -9.678.451 tocheciascunagestionehaapportatoalla
zione ed i costi della produzione si è ri- gativi sull’economia. Questa informa- Imposte sul rediito -5.798.565 -14.214.417 8.415.852 formazione del risultato dell’esercizio.
dottadi4.032.672euro:piùinparticolare, zione, se correttamente riportata nella Reddito netto 11.270.650 12.533.249 -1.262.599 © RIPRODUZIONE RISERVATA

L’analisi. Il conto economico può essere riclassificato in diversi modi: a ricavi e costo del venduto, a ricavi e costi variabili o a valore aggiunto

La riclassificazione rende omogenea la lettura dei dati


NNell’analisidibilancioefinanziaria presa a seguito dei ricavi di vendita, cesso di produzione (consumo materie sola gestione caratteristica; dell’impresa), ma rappresenta anche
si ricorre frequentemente alla riclassi- senza considerare le variazioni del prime, costi per servizi, godimento be- — reddito corrente, ottenuto dal- una prima (grezza) approssimazione
ficazione extracontabile del conto eco- magazzino e dal lato dei costi, si iscri- ni di terzi etc.). Questa grandezza eco- la somma algebrica tra il margine del flusso di cassa generato dall’azien-
nomico al fine di consentire una lettura vono solo quelli relativi alla produzio- nomica identifica il margine che resi- operativo netto e il saldo della ge- da, in quanto non include le compo-
di tipo gestionale dei dati omogenei nel ne venduta. Il conto economico a ricavi dua all’azienda per remunerare i fattori stione finanziaria; nenti economiche non monetarie per
tempo e di ricostruire ed evidenziare e costi variabili si basa sulla suddivi- produttivi interni; — reddito ante imposte, calcolato eccellenza, quali gli ammortamenti
delle grandezze che esprimono in mo- sione dei costi aziendali in base al loro — margine operativo lordo (Ebi- sommando al reddito corrente il saldo (depreciation and amortisazion) e gli
do più analitico l’andamento attraver- grado di variabilità rispetto a volumi di tda - Earning before interest taxes della gestione straordinaria; accantonamenti ai fondi.
so, ad esempio, la determinazione del vendita. Infine, il conto economico a depreciation amortization), ottenu- — reddito netto, ottenuto sottra- L’Ebitda viene poi spesso utilizzato
valore aggiunto e del reddito operativo. valore aggiunto (si veda nell’infografi- to dalla differenza tra il valore ag- endo all’utile lordo l’ammontare del- per la costruzione di indicatori utili alla
Il conto economico può essere ri- ca la tabella B), analizzato in dettaglio giunto e i costi del personale; le imposte da pagare. valutazione dell’impresa come ad
classificato extracontabilmente in di- nei risultati intermedi, mantiene la — margine operativo netto (Ebit - Frequente nella prassi è l’utilizzo esempio il Debito finanziario/Ebitda,
versi modi, ad esempio a ricavi e costo struttura scalare, ed evidenzia i se- Earning before interest and taxes): si dell’Ebitda come indicatore di profitta- proprio per misurare, seppur in modo
del venduto, a ricavi e costi variabili o a guenti principali margini: calcola sottraendo all’Ebitda gli am- bilità in quanto indica non solo la capa- grezzo, la capacità dell’impresa di ge-
valore aggiunto. Il conto economico a — valore aggiunto, dato dalla diffe- mortamenti, gli accantonamenti ed cità dell’azienda di generare reddito nerare flussi di cassa sufficienti al paga-
ricavi e costo del venduto evidenzia renza tra valore della produzione e fat- esprime il risultato economico che basandosi esclusivamente sulla ge- mento delle proprie obbligazioni.
soltanto la ricchezza creata dall’im- tori produttivi esterni utilizzati nel pro- l’azienda è in grado di generare con la stione operativa (inerente all’attività © RIPRODUZIONE RISERVATA
I focus del Sole 24 Ore
Mercoledì 16 Settembre 2020 - N. 28 Guida alla lettura dei bilanci 9

Stato patrimoniale
LA STRUTTURA

La natura di debiti e crediti


criterio chiave del bilancio

D) Ratei e risconti quando il raggruppamento ha un im- (tra le quali vi sono l’Ires e l’Irap) deve dale rispetto alla destinazione origi-
Le varie voci La struttura per il passivo di statoporto non rilevante e quando viene essere effettuata al netto degli accon- naria. La normativa prevede, inoltre,
patrimoniale è la seguente: favorita una maggiore chiarezza del ti versati, delle ritenute subite nel- che eventuali rettifiche del valore di
dello stato A) Patrimonio netto bilancio. In questo caso, le voci og- l’anno e degli eventuali crediti per un’attività, devono essere iscritte a
B) Fondi per rischi e oneri getto di raggruppamento dovranno imposte sorti in esercizi precedenti. diretta riduzione delle rispettive voci
patrimoniale C) Trattamento di fine rapporto essere esplicitate in nota integrativa; Il criterio della destinazione dell’attivo di stato patrimoniale.
D) Debiti - aggiunta obbligatoria di altre vo- aziendale è alla base della classifica-
misurano la salute E) Ratei e risconti ci, qualora il loro contenuto non sia zione degli elementi nelle voci del- il criterio della natura
I gruppi, contrassegnati dalle let- compreso in quelle previste dal Codi- l’attivo di stato patrimoniale. In par- Anche il criterio della natura guida
dell’azienda tere maiuscole dell’alfabeto, sono ce civile all’articolo 2424; ticolare, un’attività sarà classificata la classificazione degli elementi
suddivisi a loro volta in sottogruppi - adattamento obbligatorio delle in alternativa tra le immobilizzazio- nelle voci del passivo di stato patri-
(o classi), indicati con numeri roma- voci precedute da numeri arabi, ni (gruppo B) o l’attivo circolante moniale. In particolare, una passi-
PAGINA A CURA DI ni, i quali sono ulteriormente suddi- quando lo esige la natura dell’attività (gruppo C) in base alla destinazione vità sarà classificata nello schema
Anna Pozzi visi in voci, contraddistinte da nume- esercitata. che l’impresa attribuisce alla singola in base alla distinzione per natura
NLo stato patrimoniale in un bi- ri arabi. In alcuni casi, è prevista la Lo stato patrimoniale deve essere attività. Tale criterio di classificazio- esistente tra fondi, debiti, ratei e ri-
lancio rappresenta la situazione possibilità di una ulteriore suddivi- redatto in forma comparativa, adat- ne, non è previsto per crediti verso sconti e patrimonio netto. Nel pas-
patrimoniale e finanziaria di sione in sottovoci, contrassegnate da tando le voci relative all’esercizio soci per versamenti ancora dovuti sivo di stato patrimoniale non è
un’impresa. lettere minuscole dell’alfabeto. precedente, nel caso in cui non siano (gruppo A) e ratei e risconti (gruppo possibile iscrivere delle voci per ret-
Lo schema dello stato patrimonia- comparabili. Si dovrà fornire ade- D). Per quanto riguarda i crediti, lo tificare degli elementi dell'attivo.
le, secondo le norme italiane sul bi- schema obbligatorio guata informativa nella nota integra- schema fornisce alcune informa- Come previsto per i crediti, anche
lancio d’esercizio (Codice civile e Lo schema è obbligatorio per tutte le tiva in merito ad eventuali adatta- zioni di natura finanziaria: in base al per i debiti è prevista una suddivi-
principi contabili emanati dall’Oic, imprese (salvo per quelle che eserci- menti apportati ai dati dell’esercizio periodo di tempo entro il quale i cre- sione tra gli importi esigibili entro e
l’Organismo italiano di contabilità) tano particolari attività per le quali precedente. diti si trasformeranno in liquidità, si oltre l’esercizio successivo.
prevede la suddivisione in attività, esistono disposizioni specifiche, co- dovranno distintamente indicare La normativa di riferimento pre-
passività e patrimonio netto. me le assicurazioni) ma sono con- l’esposizione dei valori netti gli importi esigibili entro e oltre vede una chiara identificazione del
sentite le seguenti modifiche: La redazione del bilancio è basata sul l’esercizio successivo. patrimonio netto, mediante la crea-
la struttura - possibilità di ulteriori suddivi- criterio di esposizione dei valori net- zione di uno specifico gruppo nel
La struttura per l’attivo di stato patri- sioni delle voci precedute da numeri ti, ai fini di esaltare il significato tec- valutazione dell’attività passivo. La funzione del patrimonio
moniale è la seguente: arabi, senza eliminazione della voce nico delle voci stesse e fornire una La destinazione di un’attività deve netto, infatti, è quella di rappresenta-
A) Crediti verso soci per versamen- complessiva e dell’importo corri- migliore rappresentazione della si- essere valutata alla fine di ogni eser- re il “capitale di rischio” della società,
ti ancora dovuti spondente; tuazione finanziaria dell’impresa. A cizio: ciò consente di identificare la cui remunerazione è legata al risul-
B) Immobilizzazioni - possibilità di raggruppamento titolo di esempio, l’esposizione dei eventuali modifiche di destinazione tato della gestione.
C) Attivo circolante delle voci precedute da numeri arabi, debiti tributari per imposte dirette di un bene nel corso della vita azien- © RIPRODUZIONE RISERVATA

In dettaglio. Da monitorare con attenzione la disponibilità delle risorse necessarie a rimborsare le obbligazioni contratte con altri soggetti

Il patrimonio netto condiziona la gestione dell’impresa


N Il patrimonio netto ha una euro, composto da debiti verso della gestione che possono essere una società e le successive modifi- nuovo sono relativi ai risultati
importante funzione segnaletica fornitori, e un patrimonio netto accantonati nelle riserve oppure che intervenute. economici di esercizi precedenti
sullo stato di salute dell’azienda: di 500mila euro: pur in presenza distribuiti ai soci, a titolo di remu- La riserva da sovrapprezzo del- che non sono stati distribuiti ai
anche il Codice civile prevede che di un patrimonio netto capiente, nerazione del capitale investito; le azioni si genera nel caso in cui la soci, non sono stati accantonati
la riduzione del patrimonio netto l’azienda potrebbe non essere in -perdite in sospeso: possono società emetta delle azioni, rap- a riserva o per i quali non è stata
oltre un certo ammontare può grado di soddisfare le proprie ob- essere riferite sia alla perdita presentative del capitale sociale, il prevista una copertura (in caso
determinare lo scioglimento del- bligazioni verso i fornitori. Ciò dell’ultimo esercizio in ordine cui prezzo di emissione è superio- di perdite).
la società, salvo intervento dei dipenderà dalla capacità di pro- temporale sia a quelle di esercizi re al loro valore nominale. L’utile (perdita) dell'esercizio rap-
soci per la ricapitalizzazione, ov- durre cassa in futuro attraverso precedenti ancora in attesa di La riserva di rivalutazione ac- presenta il risultato della gestione.
vero il conferimento di nuovi be- l’utilizzo delle immobilizzazio- copertura. coglie le rivalutazioni di attività La riserva negativa per azioni
ni nella società. ni, la vendita di beni o servizi e Il patrimonio netto (voce A del patrimoniali previste da leggi proprie in portafoglio viene iscrit-
Il patrimonio netto, infatti, l’incasso dei crediti o, in ipotesi passivo dello schema di stato pa- speciali. ta nel caso in cui una società ac-
quale differenza tra l’attivo e il liquidatorie, attraverso la cessio- trimoniale), è così suddiviso: La riserva legale è una riserva quista azioni che rappresentano
passivo (classi B, C, D, E) dello ne delle immobilizzazioni. 1) capitale; di utili obbligatoria per legge e una parte del proprio capitale so-
stato patrimoniale misura, pur in Il patrimonio netto è un ele- 2) riserva da sovrapprezzo delle rappresenta un’ulteriore garan- ciale: l’acquisto di azioni proprie,
modo estremamente sintetico, la mento unitario. Tuttavia è possi- azioni; zia per i terzi in aggiunta al capi- nella sostanza, si qualifica come
disponibilità di risorse per rim- bile individuare le seguenti com- 3) riserve di rivalutazione; tale sociale. Può essere utilizza- una restituzione/distribuzione di
borsare le obbligazioni contrat- ponenti: 4) riserva legale; ta per la copertura delle perdite capitale e riserve ai soci cedenti.
te. Un valore elevato del patrimo- - capitale sociale: rappresenta il 5) riserve statutarie; ma non può essere distribuita ai Le altre riserve rappresentano
nio netto è positivo, ma non è di capitale di rischio investito dai 6) altre riserve, distintamente soci o portata in aumento del ca- una voce residuale.
per sé una garanzia che l’azienda singoli soci al momento della co- indicate; pitale sociale. La normativa di riferimento
sia in grado di far fronte alle pro- stituzione della società. Nel corso 7) riserva per operazioni di co- La riserva statutaria si genera in prevede di indicare in nota inte-
prie obbligazioni: si dovrà infatti degli esercizi il capitale sociale pertura dei flussi finanziari attesi; applicazione di specifiche dispo- grativa tutte le variazioni interve-
avere riguardo anche alla natura può subire variazioni in aumento 8) utili (perdite) portati a nuovo; sizioni dello statuto della società. nute nelle voci del patrimonio
delle voci che compongono l’atti- o in diminuzione; 9) utile (perdita) dell’esercizio; La riserva per operazioni di co- netto, in specifici prospetti anali-
vo e il passivo. Ad esempio, -riserve: rappresentano gli utili 10) riserva negativa per azioni pertura dei flussi finanziari attesi tici, indicandone la possibilità di
un’azienda potrebbe avere un at- non distribuiti ai soci ma accanto- proprie in portafoglio. si genera per gli effetti della valu- distribuzione ai soci e di utilizzo
tivo di un milione di euro, intera- nati come forma di autofinanzia- Il capitale sociale include l’im- tazione degli strumenti finanziari (per copertura perdite o per au-
mente composto da immobiliz- mento per la società; porto dei conferimenti effettuati derivati, posseduti dalla società. mento del capitale sociale).
zazioni, un passivo di 500mila -utili: rappresentano i risultati dai soci in sede di costituzione di Gli utili (perdite) portati a © RIPRODUZIONE RISERVATA
I focus del Sole 24 Ore
10 Guida alla lettura dei bilanci Mercoledì 16 Settembre 2020 - N. 28

Stato patrimoniale
LA CLASSIFICAZIONE

La destinazione definisce
le immobilizzazioni

L’immobile rientra Gli step dell’impairment test Svalutazioni. La procedura


nel gruppo B
se utilizzato Esistono indicatori NO Nessuna ulteriore
L’impairment test
come negozio
di perdita di valore? verifica da effettuare
identifica le perdite
o ufficio SÌ NIn sede di redazione del bilan- prezzo dell’usato al netto delle
cio d’esercizio si valuta la presenza commissioni è di 70 euro. Il valore
PAGINA A CURA DI di perdite durevoli di valore delle recuperabile è di 70 euro, anche se
Luca Magnano San Lio immobilizzazioni: situazioni in cui lo spedizioniere non vuole vende-
Anna Pozzi Il Fair value è superiore SÌ Nessuna ulteriore il costo sostenuto per l’acquisto re il camioncino ma utilizzarlo: in-
NLa classificazione di una attivi- al valore netto contabile? verifica da effettuare delle immobilizzazioni, al netto fatti è una sua decisione quella di
tà nel gruppo B dello schema di sta- degli ammortamenti già effettuati, utilizzare un bene che ha un certo
to patrimoniale dipende dalla de- non risulta più recuperabile attra- valore (70 euro) per portare avanti
stinazione durevole attribuita al- verso l’uso dell’immobilizzazione una attività commerciale che ge-
l’attività stessa in sede di redazione
NO per la produzione o la sua vendita. nera perdite (50 euro di incassi/ri-
del bilancio: un immobile è classifi- Come indicato nel diagramma a cavi a fronte dell’ammortamento
cato nel gruppo B se è destinato a lato, tale procedimento si può rias- di 60 euro del camioncino).
essere utilizzato (ad esempio, come Il valore d’uso è superiore SÌ Nessuna ulteriore sumere nelle seguenti fasi: Se l’impresa riscontra che il va-
negozio o ufficio). Ma nel bilancio 1 valutazione dell’esistenza di po- lore netto contabile di un’immo-
della società edile costruttrice del- al valore netto contabile? verifica da effettuare tenziali perdite di valore, sulla base bilizzazione alla data di bilancio
l’immobile per poi venderlo, esso di indicatori; è superiore al valore recuperabile
sarà classificato nell’attivo circo- 2 determinazione del valore recu- procederà ad iscrivere una svalu-
lante, tra le rimanenze, in quanto NO perabile (impairment test); tazione. L’importo di tale svalu-
nel business di tale società è assimi- 3 attribuzione della perdita di valo- tazione sarà rilevato nel bilancio
labile ad una merce. re alle attività oggetto di verifica. d’esercizio tra i costi nel conto
Nella prima fase, per valutare se economico e a diretta riduzione
tre tipologie Svalutazione si è in presenza di una possibile di- del valore delle immobilizzazio-
Il gruppo delle immobilizzazioni è minuzione di valore di un’immo- ni nello stato patrimoniale. Il no-
suddiviso in tre sottogruppi.
dell’immobilizzazione bilizzazione, si tiene conto di indi- stro spedizioniere non dovrà ri-
Le immobilizzazioni immateria- catori esterni (quali, ad esempio, levare alcuna svalutazione: il ca-
li, caratterizzate da un elemento di aumento dei tassi di interesse di mioncino ha un valore recupera-
intangibilità, sono costituite da co- mercato o dei tassi di rendimento bile di 70 euro superiore al suo
sti che non esauriscono la loro utili- più esercizi. Esse sono normal- cio, in funzione della loro vita uti- degli investimenti, diminuzione valore in bilancio di 60 euro; ciò
tà economica in un solo esercizio, mente impiegate come strumenti le, ovvero il periodo di tempo du- del valore di mercato di un’attivi- anche se in futuro saranno con-
ma generano benefici economici di produzione del reddito della ge- rante il quale l’impresa prevede di tà, variazioni significative nel- seguite perdite operative. L’as-
nel medio e lungo periodo. Sono stione caratteristica di un’impresa poter utilizzare l’immobilizzazio- l’ambiente tecnologico, di merca- senza pertanto di svalutazioni da
esempi di immobilizzazioni imma- e non sono, quindi, destinate alla ne. Tutte le immobilizzazioni to, economico o normativo in cui impairment test non è una garan-
teriali diritti di brevetto, concessio- vendita, né alla trasformazione per pronte per l’uso sono soggette ad l’impresa opera) e interni (quali, zia circa il futuro conseguimento
ni, licenze, marchi, costi di sviluppo l’ottenimento dei prodotti della so- ammortamento ad eccezione di ad esempio, obsolescenza, dan- di risultati economici positivi da
e oneri pluriennali. È inoltre com- cietà. Sono esempi di immobilizza- quelle la cui utilità non si esaurisce neggiamento fisico dell’immobi- parte dell’azienda.
preso tra le immobilizzazioni im- zioni materiali terreni, fabbricati, nel tempo (ad esempio, i terreni e lizzazione o modifiche nelle mo- © RIPRODUZIONE RISERVATA
materiali, quando acquisito a titolo impianti, macchinari, automezzi, le opere d’arte). dalità di utilizzo). In presenza di
oneroso, l’avviamento ovvero la ca- mobili d’ufficio, computer e attrez- tali indicatori, si procede con la fa-
pacità di un’impresa di produrre zature. La rilevazione iniziale in bi- il valore se 2, mentre in assenza di tali indi-
utili derivanti da fattori specifici lancio delle immobilizzazioni ma- Il valore a cui un’immobilizzazione catori, come riportato nel dia- PAROLA
che non hanno un valore autono- teriali e immateriali è basata sul cri- risulta iscritta negli schemi di bi- gramma a lato, non è necessario CHIAVE
mo. Esso va sempre valutato con terio del costo di acquisto o di pro- lancio è pertanto pari al valore netto svolgere ulteriori analisi.
cautela, in quanto pur contribuen- duzione, comprensivo di oneri contabile, ovvero al netto delle ret- La seconda fase prevede la de- Fair value
do al patrimonio netto della società accessori, che comprendono tutti i tifiche di valore per ammortamenti terminazione del valore recupera-
come elemento dell’attivo, non è costi collegati all’acquisto che la so- e per eventuali svalutazioni effet- bile, pari al maggiore tra: Secondo l'IFRS 13- il fair value
suscettibile di un proprio valore, cietà sostiene affinché l’immobiliz- tuate nell’esercizio e in esercizi pre- O il fair value, cioè l’ammontare è un criterio di valutazione di
ma è intrinsecamente legato all’an- zazione possa essere utilizzata. cedenti: l’importo esposto in bilan- ottenibile dalla vendita di un’im- mercato, non specifico del-
damento economico futuro del- Le immobilizzazioni finanziarie cio sarà quindi pari al valore del- mobilizzazione, dedotti i costi di l’entità.
l’azienda. In presenza di un avvia- comprendono gli investimenti di l’immobilizzazione nel momento vendita; e È il prezzo che si percepirebbe
mento, un eventuale andamento natura finanziaria destinati a per- della chiusura dell’esercizio, e non O il valore d’uso, cioè il valore at- per la vendita di un'attività o
negativo dell’azienda può avare un manere per più anni nel patrimonio al valore di acquisto originario. tuale dei flussi di cassa o di reddito che si pagherebbe per il trasfe-
effetto ancora più marcato, ad della società a titolo di investimen- La normativa di riferimento ri- che saranno generati in futuro rimento di una passività in una
esempio perché alle perdite opera- to. Tra le immobilizzazioni finan- chiede di indicare in nota integra- mediante l’utilizzo dell’immobi- regolare operazione di opera-
tive d’esercizio si somma l’effetto ziarie sono incluse le partecipazio- tiva la composizione delle voci lizzazione. tori di mercato alla data di
delle svalutazioni dell’avviamento, ni, i crediti finanziari, i titoli e gli relative alle immobilizzazioni, le Si pensi a un camioncino di uno valutazione.
a seguito della sua svalutazione da strumenti finanziari derivati. variazioni intervenute nel corso spedizioniere usato da due anni e La finalità della valutazione del
impairment test, incrementando la Al termine di ciascun esercizio, dell’esercizio, i criteri di ammor- iscritto in bilancio a 60 euro che fair value è stimare il prezzo di
perdita che intacca il valore del pa- le immobilizzazioni materiali e tamento utilizzati (per le immo- può essere utilizzato ancora per un chiusura alla data di valutazio-
trimonio netto. immateriali sono assoggettate a bilizzazioni immateriali e mate- anno. L’azienda potrà usarlo per ne dal punto di vista dell'ope-
Le immobilizzazioni materiali si una tecnica contabile denominata riali) ed eventuali rettifiche di va- consegnare nel successivo eserci- ratore di mercato che detiene
riferiscono a beni fisicamente tan- «ammortamento», per ripartire il lore effettuate. zio, prevedendo di incassare 50 l'attività o la passività.
gibili destinati a essere utilizzati in loro costo su più esercizi di bilan- © RIPRODUZIONE RISERVATA euro; oppure potrà venderlo, il
I focus del Sole 24 Ore
Mercoledì 16 Settembre 2020 - N. 28 Guida alla lettura dei bilanci 11

Stato patrimoniale
L’ATTIVO CORRENTE

Quattro classi per riconoscere


il valore dell’attivo circolante

quattro classi che l’azienda realizzi degli utili im- re rappresentativo, per la quota
Fondamentale L’attivo circolante è suddiviso in ponibili in futuro. Proprio per DEFINIZIONE E CRITERI esigibile entro 12 mesi, di incassi
quattro classi. l’alea connessa alle tempistiche di DELL’ATTIVO CIRCOLANTE attesi nel successivo esercizio. Va
quantificare bene Le rimanenze (dette anche scor- realizzo e per la loro particolare tuttavia previsto che le stime ef-
te, magazzino o giacenze) includo- natura, per le imposte anticipate fettuate ai fini del bilancio, per
le poste no beni che devono essere ancora non è richiesta la separata indica-
L’attivo
- L’attivo circolante, come quanto precise alla data della loro
utilizzati o venduti. La valutazione zione degli importi esigibili oltre i effettuazione, possono rivelarsi
che sono destinate delle rimanenze deve essere al mi- 12 mesi, che sarebbero di dubbia
indica il nome, racchiude le
poste che sono destinate a diverse dai valori di effettivo rea-
nore tra il costo sostenuto per il lo- determinabilità. lizzo, e pertanto l'affidamento
a realizzarsi ro acquisto e/o fabbricazione e il I crediti sono rilevati al costo
realizzarsi nel corso della nor-
male operatività dell’azienda. sulla realizzabilità dei crediti
valore di realizzazione desumibile ammortizzato (si veda l’ articolo iscritti in bilancio va sempre pon-
dall’andamento del mercato. in basso) e devono essere esposti Le classi derato tenendo conto di informa-
PAGINA A CURA DI I crediti seguono una sotto-clas- al netto del fondo svalutazione e zioni quali la rischiosità del setto-
- L’attivo circolante è suddiviso
Cristina Brundo sificazione basata sulla natura del di altre rettifiche per ridurli al va- re di appartenenza e la natura/
in quattro classi: le rimanenze
NL’attivo circolante, come indi- debitore, evidenziando separata- lore di presunto realizzo. In prati- (dette anche scorte di magazzi- geografia dei clienti serviti.
ca il nome, racchiude le poste che mente quelli relativi a imprese ap- ca, i crediti che non sono ancora no o giacenze); i crediti, le Le attività finanziarie rappre-
sono destinate a realizzarsi nel cor- partenenti allo stesso gruppo stati incassati alla chiusura del- attività finanziarie, le disponibili- sentano investimenti in titoli,
so della normale operatività del- (controllanti, collegate, controlla- l’esercizio sono soggetti ad un’at- tà liquide. azioni e quote di capitale effettuati
l’azienda. La denominazione non te e così via). Nella voce crediti tri- tenta valutazione al fine di riflet- dalle imprese per diverse finalità
deve trarre in inganno: non neces- butari sono inclusi i crediti deri- tere eventuali rischi di incasso de- I crediti che non hanno carattere durevole,
sariamente le poste sono destinate vanti dalle eccedenze o rimborsi di gli stessi (totale o parziale) me- - I crediti a loro volta seguono ma sono destinati principalmente
a realizzarsi in un arco temporale imposte dirette e indirette. Le im- diante l’iscrizione di un apposito una sotto-classificazione basata allo smobilizzo. Esse sono valutate
breve. Ad esempio, un credito di poste anticipate sono una posta fondo. Ad esempio, l’impresa sulla natura del debitore e al minore tra il costo di acquisto ed
natura operativa (originato dalla valutativa diversa da un credito: vanta un credito nei confronti del vengono evidenziati separata- il valore desumibile dall’anda-
cessione di un bene) potrebbe pre- esse vanno analizzate con partico- cliente “A” per 25.000 euro; tale mente quelli relativi a imprese mento del mercato.
vedere una tempistica di incasso lare criticità perché il loro effettivo credito è di dubbia esigibilità e si appartenenti allo stesso gruppo Le disponibilità liquide sono
anche superiore ai 12 mesi, per recupero presuppone la realizza- ritiene necessario svalutarlo al (controllanti, collegate, control- costituite da depositi bancari, de-
esempio a seguito della concessio- zione nel futuro di imponibili da 30%. Per rilevare tale svalutazio- late e così via). positi postali, assegni, denaro e
ne di una dilazione ad un cliente assoggettare a tassazione da parte ne si procederà con un accanto- valori in cassa; i valori iscrivibili
importante. Per tale motivo, nello dell’azienda. Un esempio sono le namento a conto economico (si Il trattamento in tale voce hanno il requisito di
schema di stato patrimoniale, è ri- perdite pregresse: se l’impresa veda altro articolo a pagina 7) di - I crediti sono rilevati al costo poter essere incassati a pronti o a
chiesta la separata indicazione del- nell’esercizio 2019 ha subito una 7.500 euro e la rilevazione del ammortizzato e devono essere breve termine. Le disponibilità li-
le poste esigibili oltre i 12 mesi dalla perdita fiscale, essa vanterà nei fondo svalutazione crediti (che esposti al netto del fondo svalu- quide sono valutate al presumi-
data di chiusura dell’esercizio. Sot- confronti del fisco il diritto di com- sarà classificato a riduzione del tazione e di altre rettifiche per bile valore di realizzo che nor-
traendo tali poste all’attivo circo- pensare tale perdita con un futuro valore dei crediti) per lo stesso ridurli al valore del presunto malmente coincide col valore no-
lante, si approssima il cosiddetto imponibile. Questo diritto può es- importo. Grazie a questo procedi- realizzo. In pratica i crediti non minale. La nota integrativa indi-
attivo corrente, che comprende gli sere iscritto nella voce imposte an- mento di valutazione ed all’espo- ancora incassati alla chiusura ca la presenza di disponibilità
elementi caratterizzati da una so- ticipate solo nella misura in cui è sizione al netto del fondo svaluta- dell’esercizio sono soggetti a liquide vincolate o non immedia-
glia temporale di monetizzazione ragionevolmente certo il suo uti- zione crediti, il valore dei crediti un’attenta valutazione. tamente esigibili.
inferiore ai dodici mesi. lizzo in futuro, il che presuppone iscritto in bilancio dovrebbe esse- © RIPRODUZIONE RISERVATA

Il costo ammortizzato. Viene elaborato sulla base di stime dei redattori su crediti e debiti con la ripartizione di tutti i costi

Il calcolo determina i valori di iscrizione


NI crediti (ma anche i debiti) a camente indifferenti se si ipotiz- 5%: alla fine del primo anno il co- avviene attraverso l'applicazio- levare il credito (e i connessi rica-
lunga scadenza infruttiferi di in- za che il differenziale, pari ad 6 sto per interessi sarà 5 euro. La ne del metodo del costo ammor- vi) ad un valore di 94 euro; nel
teressi sono iscritti al costo am- euro, altro non è che il rendimen- stessa banca potrebbe elargire lo tizzato. Tale metodo comporta corso dei successivi 36 mesi si ap-
mortizzato, ove applicabile. L'uso to di un capitale di 94 euro nell’ar- stesso prestito annuale di 100 eu- la ripartizione di tutti i costi (sia plicherà il tasso di interesse effet-
di questo metodo affonda le basi co temporale di 36 mesi. Infatti il ro a un tasso dell'1%, ma applicare interessi sia commissioni o altri tivo (circa il 3%) al valore del cre-
sul concetto economico del valore valore attuale (ipotizzando un un costo di 4 euro come spesa di costi di transazione) attraverso dito iscritto in bilancio e si rileve-
attuale e serve a riflettere in bilan- tasso di circa il 3%) oggi di un cre- istruttoria: pur avendo formal- l'uso del tasso di interesse effet- rà nel tempo un valore comples-
cio tale valore alla data di chiusura dito di 100 euro incassabile a 36 mente un tasso di interesse tivo, cioè il tasso interno di ren- sivo di interessi (non di ricavi) per
dell'esercizio. Si pensi ad esempio mesi sarebbe di 94 euro. dell'1% invece del 5%, il costo reale dimento costante lungo la dura- i rimanenti 6 euro, incrementan-
ad una operazione di vendita: es- Un altro esempio utile per com- dell'operazione non varia e vale ta del credito/debito, che rende do in contropartita il valore del
sa può essere realizzata venden- prendere il costo ammortizzato sempre 5 euro, di cui 1 euro per in- uguale il valore attuale dei flussi credito che, alla scadenza del 36
do un bene a 94 euro con incasso a riguarda le commissioni. Una teressi e 4 euro per commissioni. finanziari futuri derivanti dal mese, avrà un valore di 100 euro
30 giorni, oppure vendendo un banca può concedere un prestito La redazione del bilancio, in credito/debito e il suo valore di pari al valore nominale che sarà
bene a 100 euro con incasso a 36 annuale di 100 euro a un tasso del base al principio della rappre- rilevazione iniziale. Tale tasso è oggetto dell'incasso.
mesi senza interessi (n pratica si sentazione sostanziale, richiede poi applicato ogni esercizio per Il costo ammortizzato, ove ap-
finanzia l'acquirente). che una operazione che nella so- la determinazione e rilevazione plicato, va compreso attenta-
Se i crediti (e i relativi ricavi) IL CRITERIO stanza produce i medesimi ef- nel conto economico degli inte- mente in quanto può alterare sen-
fossero iscritti al loro valore no- Il metodo affonda le basi fetti debba trovare la medesima ressi effettivi. sibilmente i valori di iscrizione di
minale, nel primo caso l'azienda sul concetto economico esposizione in bilancio anche se Quindi, riprendendo l'esempio crediti e debiti rispetto ai corri-
realizzerebbe un credito e un ri- ottenuta con strumenti giuridici iniziale della vendita di un bene a spondenti valori nominali, sulla
cavo di 94 euro, mentre nel se-
del valore attuale da riflettere (ad esempio l'interesse e la com- 100 euro con incasso a 36 mesi base di stime formulate dai redat-
condo caso di 100 euro: in realtà in bilancio alla data missione nel secondo esempio) senza interessi, al momento della tori del progetto di bilancio.
le due operazioni sono economi- di chiusura dell’esercizio diversi. Nei casi in oggetto ciò rilevazione iniziale occorrerà ri- © RIPRODUZIONE RISERVATA
I focus del Sole 24 Ore
12 Guida alla lettura dei bilanci Mercoledì 16 Settembre 2020 - N. 28

Stato patrimoniale
IL PASSIVO

La competenza fa da bussola
alla completezza dei debiti

inclusi i debiti derivanti dal calcolo


Il ruolo della nota delle imposte dirette e indirette, I CASI
mentre i debiti verso istituti di pre- PARTICOLARI
integrativa videnza e di sicurezza sociale accol-
gono i versamenti che l’impresa de-
rilevante ve effettuare in base alle norme di
Leasing finanziario
Pur rappresentando nella sostanza
si pensi ad esempio ad una causa
legale o ad un accertamento fiscale,
legge o in base al contratto di lavoro.
per la comprensione Gli altri debiti rappresentano una
un’operazione di acquisizione di un
cespite con relativo finanziamento,
di importo estremamente rilevante,
nella quale la società ritiene di avere
voce residuale (ad esempio, per po-
del passivo ste relative al personale).
non comporta l’iscrizione di un
debito nel passivo di bilancio se non
solo il 35% di probabilità di soccom-
bere (e quindi pagare)
Nella voce debiti verso fornitori per le rate già maturate
sono contabilizzati tutti i debiti di La nota integrativa
PAGINA A CURA DI natura commerciale. La rilevazione Le passività potenziali Leasing finanziario e passività
Cristina Brundo in bilancio dei debiti verso fornitori Le passività potenziali sono possibili potenziali vanno indicati in nota
NIl passivo dello stato patrimo- deve rispettare il principio di com- ma con un grado di accadimento integrativa, ne l primo caso si riporta
niale è suddiviso in cinque classi, di petenza, è quindi importante che inferiore al probabile; non trovano l’ammontare delle rate non ancora
cui la prima è il patrimonio netto (si l’impresa al 31 dicembre stimi tutti i rappresentazione nel passivo patri- maturate nel secondo caso il valore
veda pagina 9). costi che alla data di chiusura del bi- moniale tra i fondi per rischi ed oneri: della passavità
I fondi rischi e oneri sono relativi lancio non sono ancora stati fattu-
a passività o rischi di competenza rati da parte dei creditori sulla base
economica dell’esercizio in chiusu- delle evidenze in possesso a quella
ra ma che avranno la manifestazio- data. Ad esempio, alla data di chiu-
ne finanziaria in esercizi successivi. sura del bilancio l’impresa ha già ri- Il fattore tempo. Disallineamento tra competenza e manifestazione finanziaria

Ratei e risconti per l’attribuzione


Il trattamento di fine rapporto cevuto il servizio di consulenza da
(Tfr) è una forma di retribuzione a parte del sistemista It; l’ordine sot-
corresponsione differita rinviata toscritto il mese precedente preve-
alla fine del rapporto di lavoro e deva un costo di 5mila euro più Iva;
matura in base alla durata del rap- l’impresa non ha ancora ricevuto la
porto di lavoro. fattura e quindi dovrà effettuare NI ratei e risconti si riferiscono a di assicurazione con corrispettivo rio tenere conto alternativamen-
I debiti sono esposti nella voce D e uno stanziamento di pari importo, ricavi e costi la cui competenza è di 1.200 euro e durata 12 mesi, pa- te del tempo fisico e del tempo
classificati in base alla natura del senza considerare l’Iva, per il servi- anticipata o posticipata rispetto gamento anticipato. La società ri- economico. Nel primo caso la
debitore. In questo modo sono evi- zio ricevuto iscrivendo un costo a alla manifestazione finanziaria. leva pertanto un costo per servizi prestazione ha un contenuto eco-
denziati separatamente quelli rela- conto economico nella voce costi I ratei sono quote di costi o di di 1.200 euro nel conto economico. nomico costante nel tempo, nel
tivi a imprese controllanti, collega- per servizi e un debito per fatture da proventi di competenza di più L’assicurazione, però, si riferisce secondo caso le prestazioni non
te, controllate, sottoposte a comu- ricevere nella voce debiti verso for- esercizi, in parte già maturati nel- per un mese all’esercizio 2019 e per hanno un contenuto economico
ne controllo, nonché a finanzia- nitori del passivo patrimoniale. l’esercizio in corso che avranno i restanti 11 mesi all’esercizio 2020. costante nel tempo.
menti dei soci. Ancorché riferite ad I debiti sono rilevati al costo am- manifestazione numeraria negli Al fine di assicurare il rispetto del Gli esempi tipici in presenza di
operazioni con soci e soggetti cor- mortizzato (descritto a pagina 11) e esercizi successivi. I ratei attivi so- principio della competenza, si ret- prestazioni correlate al tempo fisi-
relati e spesso postergati nella re- devono essere esposti al netto delle no quote di proventi maturati in tificherà il costo dell’assicurazio- co, sono i canoni o i premi annuali,
stituzione rispetto ad altre catego- rettifiche (quali premi, abbuoni, proporzione al tempo già trascor- ne iscritto nel conto economico dove la ripartizione del provento o
ria di creditori, è importante osser- sconti eccetera). so, mentre quelli passivi sono 2019 attraverso la tecnica del ri- del costo va effettuata in propor-
vare che si tratta comunque di ob- La comprensione del comples- quote di oneri maturati in propor- zione al tempo di durata del cano-
bligazioni che comportano un so debitorio di un’azienda è un’in- zione al tempo già trascorso. ne o del premio stesso. Un esem-
obbligo di restituzione. È tuttavia formazione assai rilevante, anche Ad esempio: l’impresa detiene I CALCOLI pio di prestazione correlata al
frequente che, per esigenze legate per comprenderne la solidità e la titoli obbligazionari a tasso fisso Per determinare l’importo tempo economico è un canone
al supporto patrimoniale (ad esem- performance, ed è quindi impor- 5% per mille euro con cedole se- bisogna tenere conto concordato per una locazione sta-
pio quando la società, a seguito di tante conoscere le convenzioni mestrali posticipate (1/5 e 1/11); gionale (attività alberghiera sta-
perdite d’esercizio, presenta un pa- che sono alla base dell’inclusione al 31 dicembre occorre rilevare la
alternativamente gionale) pagato nel corso dell’an-
trimonio netto inferiore al minimo di un valore numerico nel passivo quota degli interessi attivi matu- del tempo fisico no e a cavallo di due esercizi e,
legale o addirittura negativo), si ri- di stato patrimoniale. rati alla data di incasso dell’ulti- o del tempo economico quindi, la ripartizione del proven-
corra allo strumento della conver- Nella scheda in pagina si eviden- ma cedola (1/11) che verranno in- to o del costo avviene in rapporto
sione in capitale del debito verso il ziano due particolari fenomeni: il cassati con la prima cedola del- alle condizioni di svolgimento
socio: ciò è però solo possibile leasing finanziario e le passività l’esercizio successivo. Il rateo da sconto: si calcolerà la quota di della prestazione. In tal caso, non
quando quest’ultimo manifesta, potenziali. Si tratta tuttavia di in- calcolare è di due mesi (novem- competenza dell’esercizio 2020 si dovrà calcolare il rateo o riscon-
mediante una rinuncia espressa al- formazioni che possono essere ri- bre e dicembre). L’importo della del costo assicurativo (per sempli- to sulla base del periodo durante il
la restituzione, la propria volontà di levanti per la comprensione della cedola è di 25 euro (1.000*5%/2) cità 11/12 di 1.200 euro, pari a 1.100 quale il canone viene corrisposto
convertire il debito in versamento situazione patrimoniale di e la quota di competenza è 8,3 eu- euro, anche se il calcolo andrebbe (anno solare) ma con riferimento
in conto capitale, da iscrivere nella un’azienda: esse, anche se non ro (25/6*2) che sarà classificata fatto sui giorni effettivi) e si iscri- all’economicità dell’operazione e
voce del patrimonio netto. hanno comportato l’iscrizione di tra i ratei attivi. verà un risconto attivo nell’attivo quindi avendo riguardo alla corre-
I debiti verso banche accolgono una passività nel bilancio, devono I risconti sono quote di costi o di di stato patrimoniali pari a 1.100 lazione tra costi e ricavi.
sia i debiti per finanziamenti otte- pertanto essere descritte in nota proventi già sostenuti o conseguiti euro andando a stornare in avere il La rilevazione dei ratei e dei ri-
nuti dagli istituti di credito sia i saldi integrativa, anche con riferimenti nell’esercizio in chiusura, ma di costo assicurativo. Alla fine di tale sconti si rende necessaria per il ri-
negativi (scoperti di conto corren- di tipo quantitativo che, nel caso competenza dell’esercizio o degli processo, il conto economico del- spetto del principio della compe-
te) dei conti correnti bancari. In pre- del leasing, consentano di com- esercizi successivi. I risconti attivi l’esercizio 2019 avrà un costo assi- tenza per rappresentare le opera-
senza di finanziamenti erogati è prendere l’ammontare delle rate rappresentano le quote di costi da curativo pari ad 100 euro (1.200 zioni che hanno la loro manifesta-
molto importante la corretta rap- non ancora maturate e dell’even- sospendere nell’esercizio in chiu- euro di costo totale meno 1.100 eu- zione economica finanziaria in un
presentazione della quota entro e tuale valore di riscatto, e nel caso sura in proporzione al tempo non ro di risconto attivo), rispettando arco temporale che ha inizio in un
oltre l’esercizio successivo. delle passività potenziali possibili ancora trascorso, mentre quelli pienamente il principio della com- esercizio e termine in quelli suc-
Gli acconti sono anticipazioni ri- consentano di apprezzare gli effet- passivi rappresentano le quote di petenza economica. cessivi e generano costi e ricavi che
cevute dai clienti per obbligazioni ti nel caso, ancorché non probabile, ricavi da rinviare al futuro. Per la determinazione dell’im- maturano in proporzione al tra-
ancora da adempiere. di soccombenza. Ad esempio: in data 1° dicembre porto da iscrivere per competen- scorrere del tempo.
Nella voce debiti tributari sono © RIPRODUZIONE RISERVATA 2019 viene stipulato un contratto za tra i ratei e i risconti è necessa- © RIPRODUZIONE RISERVATA
I focus del Sole 24 Ore
Mercoledì 16 Settembre 2020 - N. 28 Guida alla lettura dei bilanci 13

Redazione
GLI STANDARD

Documenti contabili
con due chiavi di scrittura

principi contabili Oic verso gli omo- pogruppo e le sue controllate costi-
Nell’ordinamento loghi Ifrs; al contempo però gli Ifrs tuiscano un soggetto unitario che Casi di crisi. Disciplina particolare nella fase di liquidazione

Regole ad hoc se manca


sono soggetti nel tempo a frequenti viene rendicontato.
italiano convivono modifiche che creano nuove e a volte
più profonde divergenze. gli esempi applicativi
i principi contabili Per comprendere questa differenza

internazionali Ifrs tre tipologie


All’interno dei bilanci d’esercizio
redatti secondo le norme codicisti-
di fondo tra i due bilanci, si pensi ad
una società A che detiene una parte-
cipazione totalitaria nella società B.
la continuità aziendale
e nazionali dell’Oic che, è possibile distinguere tre di- La società A ha prodotto merci so-
verse tipologie sulla base delle di- stenendo costi per 50 euro e le ha ri- NI bilanci di funzionamento so- sono state sostenute perdite ed il
mensioni dell’impresa, come indi- vendute alla società B per 100 euro. no redatti nel presupposto della ripristino dell’equilibrio econo-
PAGINA A CURA DI cato nell’infografica: il bilancio or- La società B ha rivenduto tali merci continuazione dell’attività di im- mico dipende da molteplici fattori
Luca Magnano San Lio dinario (composto da stato ad una terza parte esterna al gruppo presa (si veda l’articolo 2423-bis sia interni sia legati all’andamento
NI bilanci non sono uguali, anzi, patrimoniale, conto economico, per un valore di 120 euro. del Codice civile). A segnare il con- del mercato e dell’economia. Si
possono tra loro essere ben diversi, rendiconto finanziario e nota inte- Nel bilancio di esercizio della so- fine dei bilanci di funzionamento, pensi allo scenario attuale dei set-
indipendentemente dalla realtà so- grativa e corredato dalla relazione cietà A, si rileverà un utile di 50 euro, l’articolo 2490 del Codice civile re- tori maggiormente colpiti dalla
cietaria che intendono rappresenta- sulla gestione), il bilancio abbrevia- pari alla differenza tra il prezzo di ca la disciplina dei bilanci annuali diffusione del Covid- 19 (turismo,
re e dalla soggettività di coloro che lo to per le piccole imprese (composto vendita a B delle merci e il costo della nella fase della liquidazione: in trasposti, ristorazione). In tali casi
redigono. È importante pertanto da stato patrimoniale abbreviato, produzione relativo alle stesse. Nel quei casi la continuità aziendale vi è l’obbligo di indicare nella nota
comprendere che tipo di bilancio si conto economico abbreviato e nota bilancio consolidato, invece, saran- (going concern con termine anglo- integrativa le eventuali significa-
ha di fronte prima di analizzarlo. integrativa abbreviata) e il bilancio no incluse tutte le operazioni delle sassone) è venuta meno e si appli- tive incertezze che possono far
delle micro-imprese (composto dai società controllate, pertanto anche cano regole ad hoc. Le differenze sorgere dubbi significativi sul-
le norme di redazione soli schemi di stato patrimoniale di B: l’utile rilevato sarà pertanto di tra criteri di funzionamento e cri- l’adeguatezza del presupposto
Una prima differenza tra i bilanci ri- abbreviato e conto economico ab- 70 euro, e cioè: teri di liquidazione sono normal- della continuità aziendale nella
guarda le norme di redazione: nel- breviato). Questo sistema modula- N utile della vendita da A a B: mente molto significative e tali da redazione del bilancio.
l’ordinamento italiano convivono re consente di incrementare il con- 50 euro; rendere spesso non comparabili Pertanto un aspetto particolar-
infatti i principi contabili interna- tenuto informativo del bilancio al N utile della vendita da B a terzi: queste tipologie di bilanci. mente importante nella fase di
zionali Ifrs, destinate alle imprese crescere delle dimensioni azienda- 20 euro. Si pensi ad esempio a un parco comprensione di un bilancio ri-
non piccole, con un sistema di regole li, anche al fine di contenere i costi Se invece B non avesse proceduto autovetture di uno spedizioniere, guarda l’accertamento – anche tra-
nazionali costituito dalle norme del amministrativi per la produzione alla vendita dei beni a terzi entro la che ha un valore netto contabile di mite la lettura della nota integrativa
codice civile e dai principi contabili del bilancio d’esercizio per le im- data di chiusura dell’esercizio (31 di- 80 euro e un valore di realizzo sulla – di informazioni relative alla pre-
nazionali emanati dall’Oic (l’Orga- prese di dimensioni minori. cembre, per esempio), nulla sarebbe base dei prezzi dell’usato di 40 euro. senza di simili circostanze ed alla
nismo italiano di contabilità), de- Va poi richiamata l’attenzione alle cambiato nel bilancio d’esercizio Se la società è in funzionamento e il valutazione delle stesse da parte
scritto nelle pagine precedenti. differenze tra il bilancio d’esercizio della società A, che avrebbe conti- valore d’uso (si veda articolo a pagi- degli amministratori. Se il bilancio
Per distinguere le due tipologie di della singola impresa (coincidenza nuato ad esporre un utile di 50 euro; na 10) è superiore al valore netto è comunque redatto nell’assunto
bilanci si usano varie terminologie: tra soggetto giuridico e soggetto invece nel bilancio consolidato di A contabile, nel bilancio il parco auto- della continuità aziendale, la nota
frequentemente si distingue, ad contabile) e il bilancio consolidato di non sarebbe stato possibile esporre vetture è iscritto tra le immobiliz- integrativa deve fornire le informa-
esempio, il bilancio degli Ifrs-adop- Gruppo, in cui viene meno la coinci- alcun utile (nemmeno i 50 euro) in zazioni materiali al valore di 80 eu- zioni relative ai fattori di rischio, al-
ter da quello degli Oic-adopter, det- denza tra il soggetto giuridico ed il quanto il Gruppo nel suo insieme ro, in quanto utilizzato come fatto- le assunzioni effettuate e alle incer-
to anche Italian-Gaap. Le differenze soggetto contabile, perché quest’ul- non ha posto in essere alcuna opera- re produttivo nella produzione del tezze identificate, nonché ai piani
tra i due “set contabili” sono rilevan- timo diviene il Gruppo: il bilancio zione di vendita nei confronti di sog- reddito. Anche se il valore di vendi- aziendali futuri per far fronte a tali
ti, anche se vi è un tentativo di pro- per essere compreso deve essere let- getti esterni al gruppo. ta è inferiore (40 euro), viene man- rischi ed incertezze.
gressivo avvicinamento di alcuni to nel presupposto che la società ca- © RIPRODUZIONE RISERVATA tenuto il valore netto contabile di © RIPRODUZIONE RISERVATA
80 euro in quanto attraverso l’uso
del parco automezzi si conseguono
utili che consentono di recuperare
IL BILANCIO D'ESERCIZIO anche il costo originariamente so- I CASI DI APPLICAZIONE
PER CATEGORIE DIMENSIONALI stenuto per l’acquisto dei veicoli. Se PER GLI STATI DI CRISI
la società è in liquidazione e ha ces-
BILANCIO BILANCIO BILANCIO sato l’attività produttiva, nel bilan- Continuazione attività
ORDINARIO ABBREVIATO DELLE MICRO-IMPRESE cio il parco autovetture è iscritto al I bilanci di funzionamento sono
valore di 40 euro, corrispondente al redatti nel presupposto della
Limiti dimensionali Limiti dimensionali Limiti dimensionali valore di presumibile realizzo di tali continuazione dell’attività di
- Mancato superamento per due Mancato superamento per due beni sul mercato dell’usato. Il recu- impresa: si veda in questo caso
Composizione esercizi consecutivi di due dei esercizi consecutivi di due dei pero del costo originario sostenuto l’articolo 2423-bis del Codice
Relazione sulla gestione seguenti limiti: seguenti limiti: con il loro acquisto è infatti possibi- civile.
Stato Patrimoniale - totale attivo: €4.400.000 - totale attivo: €175.000 le solo attraverso la vendita, in
Conto Economico - totale ricavi delle vendite: - totale ricavi delle vendite: quanto le autovetture non costitui- Mancata continuità aziendale
Rendiconto finanziario €8.800.000 €350.000 scono più un fattore produttivo es- A segnare il confine dei bilanci di
Nota integrativa - numero medio di dipendenti: 50 - numero medio di dipendenti: 5 sendo cessata l’attività di impresa. funzionamento, l’articolo 2490
Composizione Composizione Tra continuità aziendale e liqui- del Codice civile reca la disciplina
Stato Patrimoniale abbreviato Stato Patrimoniale abbreviato dazione ci sono anche alcune zone dei bilanci annuali nella fase della
Conto Economico abbreviato Conto Economico abbreviato grigie, situazioni in cui la capacità liquidazione ovvero quando viene
Nota Integrativa abbreviata dell’impresa di continuare ad ope- a mancare la continuità aziendale.
rare è incerta: ad esempio perché

I FOCUS DEL SOLE 24 ORE direttore responsabile caporedattore COORDINAMENTO inserto a cura di
Settimanale - Registrazione Tribunale Fabio Tamburini Maria Carla De Cesari Andrea Maria Candidi Nino Amadore e Federica Micardi
di Milano n. 170 del 07-06-2013
I focus del Sole 24 Ore
14 Guida alla lettura dei bilanci Mercoledì 16 Settembre 2020 - N. 28

Rendiconto finanziario
LA STRUTTURA

La dinamica dell’impresa
nella geografia delle risorse

esperto di bilanci, può trovare ri- zione delle variazioni di capitale lordo, variazione di capitale circo- poiché spesso vi sono operazioni
Complemento sposta alla domanda che spesso si circolante, che spesso “corregge” in lante e impegni per imposte e inte- complesse che rendono difficile il
pone: va bene produrre utili, va be- modo pesante il dato economico ressi determinano il flusso della ge- conteggio (si pensi alla sostituzio-
ideale dello stato ne avere un buon patrimonio, ma (banalmente, si pensi al caso di un stione reddituale, elemento impre- ne di un cespite con realizzo di plu-
questa azienda «fa cassa» o «bru- prodotto venduto a 1.000 e compe- scindibile della analisi finanziaria. svalenza).
patrimoniale cia cassa»? rato a 800: il margine lordo sarà po-
Purtroppo stato patrimoniale e sitivo e pari a 200, ma se il 1.000 non b – l’attività di investimento c – l’attività di finanziamento
e del conto conto economico, rispondendo a fosse stato ancora incassato, la di- In questo caso la lettura è piuttosto A chiudere il rendiconto, nella se-
logiche affatto diverse (il primo cri- sponibilità finanziaria sarebbe ne- semplice, perché le imprese ad alta zione C, troviamo i flussi dell’attivi-
economico stallizzando la situazione della ric- gativa per 800). vocazione all’investimento saran- tà di finanziamento, molto oppor-
chezza in un dato momento, il se- Fanno parte di questa sezione no in genere grandi consumatrici di tunamente suddivisi tra i flussi as-
condo rispondendo alla logica ri- anche gli assorbimenti determinati cassa, e questo spiega ancora me- sorbiti ovvero generati dai mezzi di
PAGINA A CURA DI cavi e costi, che non è certo sinoni- dai fabbisogni per il pagamento glio l’“essenzialità” della presenza terzi (e quindi da politiche di rien-
Andrea Cioccarelli mo di entrate e uscite) non riescono delle imposte e degli interessi pas- di un flusso della gestione reddi- tro ovvero di erogazione di nuova
Giorgio Gavelli
a colpire nel segno, e spesso quindi sivi (che quasi mai coincidono con tuale ampiamente positivo. Si noti, finanza), e quelli relativi ai mezzi
NÈ possibile comprendere, os- si sentono imprenditori sconsolati le relative componenti esposte in ancora una volta, che potrebbero propri, in sintesi gli assorbimenti
servando lo stato patrimoniale e il che guardando i propri bilanci ve- conto economico). esservi elementi di complessità per distribuzione ai soci ovvero le
conto economico, la dinamica fi- dono utili, con conseguente carico Queste tre componenti, margine nella ricostruzione della variabile, generazioni per apporti variamen-
nanziaria dell’impresa? La risposta fiscale, ma non vedono aumentare te configurati.
non può che essere negativa. le proprie disponibilità finanziarie. Saper leggere il rendiconto di-
In altri termini, stato patrimo- È la famosa sindrome dell’utile che venta essenziale, perché l’azienda
niale, conto economico e nota inte- appare sulla carta, ma che non si IL PRINCIPIO CONTABILE che non riesce a produrre adeguati
grativa ben difficilmente consen- vede in banca. E IL RENDICONTO FINANZIARIO flussi di cassa attraverso la gestione
tono, se non dopo sforzi eroici, di Il rendiconto finanziario (si veda (parte A) sarà costantemente obbli-
rispondere a due domande di im- lo schema nella pagina a fianco) dà Il rendiconto finanziario disponibilità liquide; gata alla ricerca di nuova finanza,
portanza assoluta: utili indicazioni in merito, ricor- È un prospetto contabile che pre- O fornire informazioni per valutare vuoi attraverso la delicata e perico-
1 dove l’impresa ha preso le risorse dando che la gestione aziendale senta le variazioni, positive o negati- la situazione finanziaria della socie- losissima (dal punto di vista strate-
(e quante ne ha prese) per svolgere viene di fatto suddivisa nelle tre ve,delle disponibilità liquide avve- tà (compresa la liquidità e solvibili- gico) attività di dismissione di as-
la sua attività? aree di maggiore interesse. nute in un determinato esercizio tà) nell’esercizio di riferimento e la sets (parte B), vuoi attraverso la
2 dove ha impiegato le risorse così sua evoluzione negli esercizi suc- continua ricerca di fonti di raccolta,
raccolte? a – la gestione reddituale L’Oic 10 cessivi; che in assenza di una compagine
Lo strumento idoneo in questo Si fa riferimento alla normale atti- Il rendiconto finanziario ha un Ofornire informazioni su: societaria pronta a fornire capitale
caso è il rendiconto finanziario, va- vità operativa di acquisto trasfor- proprio principio contabile, l’Oic 10 - le disponibilità liquide prodotte / non potrà che realizzarsi attraverso
lorizzato dal legislatore che ne ha mazione e vendita: questo dovreb- che ha le seguenti finalità: assorbite dall’attività operativa e le l’assunzione di nuovo debito, posto
reso da pochi anni obbligatoria la be essere il fulcro dell’indagine fi- Odisciplinare i criteri per la redazio- modalità di impiego/ copertura; che di nuovo debito vi sia la dispo-
stesura per le aziende di maggiori nanziaria, condividendo il princi- ne e presentazione - la capacità della società di affron- nibilità (parte C). Ma sarà proprio in
dimensioni (in particolare, per pio che una azienda sana non può del rendiconto finanziario. La risorsa tare gli impegni finanziari a breve queste condizioni (assenza di flussi
quelle che redigono il bilancio in che produrre flussi della gestione finanziaria presa a riferimento per la termine; della gestione reddituale adeguati)
forma ordinaria). reddituale positivi. redazione del - la capacità della società di autofi- che si renderanno necessari gli in-
È nel rendiconto finanziario che Si noti che a sua volta la gestione rendiconto è rappresentata dalle nanziarsi terventi dei vertici aziendali.
l’imprenditore, o il lettore meno reddituale implica anche l’osserva- © RIPRODUZIONE RISERVATA

Il documento. Due esempi di redazione

Le sorprese della stesura automatizzata


NLa stesura del rendiconto fi- O rimborso finanziamenti 20, un cespite del valore contabile di 70 menti) dovranno essere ulterior- tamenti) e quindi pari a 520;
nanziario può essere fortemente bensì, sempre nella parte C: realizzando 90 (plusvalenza di 20). mente aumentati di 70 (stralcio del O un flusso finanziario della atti-
automatizzata, e molti in effetti si O rimborso finanziamenti 50 Sarebbe a questo punto corretto valore contabile del bene dismes- vità di investimento (sezione B)
affidano ai software gestionali per O accensione finanziamenti 30. e necessario dire che: so), e quindi indicati in 410. pari a +90 (il valore incassato con
demandarne la redazione, senza Chiaro che al termine del percor- O il reddito deve essere ridotto di In pratica, chi si accontentasse di la cessione) - gli effettivi investi-
troppo curarsi di entrare nel merito so il “saldo” sarà sempre una uscita 20 (la plusvalenza infatti non ha una informazione molto grezza in- menti pari a 410 e quindi un “net-
di operazioni di gestione: in questo di 20, ma altrettanto chiaro che la avuto alcun impatto monetario); dicherebbe banalmente una ge- to” pari a -320.
caso però le informazioni sono dinamica reale è diversa da quella O tra gli afflussi di risorse deve es- stione reddituale (sezione A del Si noti che il risultato “grez-
parziali e anche talvolta poco utili. ipotizzata. sere indicato il 90, realmente in- rendiconto) pari ad esempio a 500 zo” (miglioramento della liqui-
Si vedano i due esempi di seguito. cassato dalla vendita; (il reddito di bilancio) e una attività dità per 200) non può che coin-
investimenti e disinvestimenti O gli investimenti effettivi, prima di investimento (sezione B del ren- cidere con il risultato raffinato,
mutui accesi, mutui rimborsati Il passaggio delle immobilizzazio- indicati in 300 (e poi in 340 dopo la diconto) pari a 300, con una varia- vale a dire dopo aver considera-
Se dall’anno t all’anno t+1 i mutui ni materiali da 1.000 a 1.300 non si- considerazione degli ammorta- zione positiva della liquidità di 200. to tutte le informazioni rilevan-
sono scesi da 100 a 80, in prima gnifica affatto che si siano fatti in- Volendo invece indicare in ti, sempre pari a 200.
battuta si potrebbe ipotizzare vi vestimenti per 300, e ciò perché vi maniera corretta la reale dina- Ed è proprio questo il messaggio
sia stato un rimborso di 20. Se potrebbero essere stati: IL RISCHIO mica finanziaria intervenuta si che deve essere recepito: se si vuole
però nel periodo ci fosse stata 1 ammortamenti pari a 40: è allo- Se si vuole un ’elaborazione dovrebbe indicare: un rendiconto finanziario veloce
una nuova erogazione per 30 e ra più corretto indicare il reddito veloce il risultato finale O un flusso finanziario della ed automatico, il risultato finale sa-
un rimborso delle vecchie posi- “monetario” maggiorato di 40, e gestione reddituale (sezione A) rà sicuramente corretto, ma le in-
zioni per 50, la corretta indica- gli investimenti non pari a 300,
sarà sicuramente corretto, pari a +500 (il reddito di bilan- formazioni da esso ritraibili saran-
zione nel rendiconto finanziario bensì a 340; ma le informazioni cio) – 20 (la plusvalenza senza no assai poco utili.
non sarà, nella parte C, 2 disinvestimenti, con cessione di potrebbero risultare poco utili rilievo monetario) + 40 (ammor- © RIPRODUZIONE RISERVATA
I focus del Sole 24 Ore
Mercoledì 16 Settembre 2020 - N. 28 Guida alla lettura dei bilanci 15

Rendiconto finanziario
L’ESEMPIO

Il rendiconto finanziario
l’esempio conto economico
La situazione di Alfa Srl riclassificata è la seguente
31/12/x 31/12/x +1 31/12/x 31/12/x +1 31/12/x +1 31/12/x +1

Immobilizzazioni 13.500 16.000 Fornitori 400 500 Vendite 12.600 = reddito operativo 3.350

Consumi -5.100 - oneri finanziari 420


Crediti v / clienti 800 1.100 Mutui 4.000 3.450

Costo del lavoro -1.900 = reddito ante imposte 2.930


Rimanenze 700 900 Debiti c / c 4.250 6.150
Spese generali -950 - imposte 1.700

Cassa liquidità 50 100 Patrimonio netto 6.400 8.000 4.650 1.230


= Margine operativo lordo = reddito netto

Totale 15.050 18.100 Totale 15.050 18.100 Ammortamenti e accantonamenti -1.300

rendiconto finanziario (1)


A. Flussi finanziari derivanti dalla gestione reddituale (metodo indiretto)
Utile (perdita) dell’esercizio 1.230 B. Flussi finanziari derivanti dall’attività d’investimento
Imposte sul reddito 1.700 Immobilizzazioni materiali
Interessi passivi/(interessi attivi) 420 (Investimenti) -3.800 (4)
(Dividendi) Prezzo di realizzo disinvestimenti
(Plusvalenze)/minusvalenze derivanti dalla cessione di attività Immobilizzazioni immateriali
nUtile (perdita) dell’esercizio prima d’imposte sul reddito, interessi, (Investimenti)
dividendi e plus/minusvalenze da cessione 3.350 Prezzo di realizzo disinvestimenti
Rettifiche per elementi non monetari che non hanno avuto contropartita nel Immobilizzazioni finanziarie
capitale circolante netto (Investimenti)
Accantonamenti ai fondi Prezzo di realizzo disinvestimenti
Ammortamenti delle immobilizzazioni 1.300 (2) Attività finanziarie non immobilizzate
Svalutazioni per perdite durevoli di valore (Investimenti)
Altre rettifiche per elementi non monetari Prezzo di realizzo disinvestimenti
Rettifiche per elementi non monetari 1.300 Acquisizione o cessione di società controllate o di rami d’azienda al netto delle
oFlusso finanziario prima delle variazioni del ccn 4.650 disponibilità liquide
Variazioni del capitale circolante netto Flusso finanziario dell’attività di investimento (B) -3.800
Decremento/(incremento) delle rimanenze -200
Decremento/(incremento) dei crediti vs clienti -300 C. Flussi finanziari derivanti dall’attività di finanziamento
Incremento/(decremento) dei debiti verso fornitori 100 Mezzi di terzi
Decremento/(incremento) ratei e risconti attivi Incremento (decremento) debiti a breve verso banche 1.900
Incremento/(decremento) ratei e risconti passivi Accensione finanziamenti
Altre variazioni del capitale circolante netto Rimborso finanziamenti -550
Flussi finanziari da variazioni del capitale circolante netto -400 Mezzi propri
pFlusso finanziario dopo le variazioni del ccn 4.250 Aumento di capitale a pagamento 370 (5)
Altre rettifiche Cessione (acquisto) di azioni proprie
Interessi incassati/(pagati) -420 Dividendi (e acconti su dividendi) pagati
(Imposte sul reddito pagate) -1.700 (3) Flusso finanziario dell’attività di finanziamento (C) 1.720
Dividendi incassati
(Utilizzo dei fondi) Incremento (decremento) delle disponibilità liquide (A ± B ± C) 50
qFlusso finanziario dopo le altre rettifiche 2.130 Disponibilità liquide a inizio periodo 50
Flusso finanziario della gestione reddituale (A) 2.130 Disponibilità liquide a fine periodo 100
NOTE: (1) Modello semplificato ipotizzando l’assenza di rettifiche (2) Si ipotizza che si tratti di soli ammortamenti (3)In realtà si dovrebbero indicare le imposte effettivamente pagate e non quelle di competenza (4) Somma della variazione patrimoniale e degli ammortamenti (5) La
variazione di 1.600, da 6.400 a 8.000, è per 1.230 ascrivibile al reddito di periodo
I focus del Sole 24 Ore
16 Mercoledì 16 Settembre 2020 - N. 28
Se ha gradito questo quotidiano e se lo ha trovato altrove, la preghiamo di sostenerci venendo a scaricare almeno volta al giorno dove è stato creato, cioè su:
www.eurekaddl.site
Senza il suo aiuto, purtroppo,presto potrebbe non trovarlo più. Troverà anche riviste, libri, audiolibri, fumetti, riviste straniere, fumetti e riviste per adulti, tutto gratis,
senza registrazioni e prima di tutti gli altri, nel sito più fornito ed aggiornato d'Italia, quello da cui tutti gli altri siti rubano soltanto. Trova inoltre tutte le novità
musicali un giorno prima dell'uscita ufficiale in Italia, software, apps, giochi per tutte le console, tutti i film al cinema e migliaia di titoli in DVDRip, e tutte
le serie che può desiderare sempre online dalla prima all'ultima puntata.
Trova sempre il nuovo indirizzo sulla nostra pagina Facebook. Cerchi "eurekaddl" su Facebook, oppure clicchi sull'immagine qui sotto.
Grazie da parte di tutto lo staff di eurekaddl.site

N.B.: se il sito è stato oscurato per l'Italia, trovate sempre il nuovo indirizzo digitando eurekaddl.eu5.org nella barra degli indirizzi di qualsiasi browser, salvatelo nei
vostri preferiti! Vi preghiamo di salvare tutti i nostri social, perchè anche qualcuno di essi potrebbe essere chiuso, tutti avranno sempre il nuovo indirizzo sempre
aggiornato in tempo reale!
Facebook (EUREKAddl nuovo indirizzo sempre aggiornato)
Telegram (Eurekaddlofficial)
Instagram (eurekaddlofficial)
Twitter (@eurekaddl)
In alternativa, pagina di Filecrypt con il nuovo indirizzo sempre aggiornato