Sei sulla pagina 1di 4

Le 90 domande

di Massimo Falchetta - Ricercatore

Indirizzo provvisorio massimo.falchetta@enea.it

Indirizzo permanente mfalchetta@gmail.com

Come noto, la scienza si caratterizza per la capacità di porsi domande, oltreché di fornire risposte sensate.
In questo periodo storico caratterizzato dalla Pandemia di Covid19, sorgono nuove domande. Questa è
solo una parte di quelle che emergeranno o che potrebbero emergere fra breve.

Domande di tipo scientifico-pratico

La Pandemia non è la prima e non sarà l’ultima. Quali sono le nuove esigenze sul piano concreto, anche per
rispondere all’ansia e ai bisogni concreti della popolazione?

1 Come testare i mezzi di protezione, o Dispositivi di Protezione Individuale (DPI) , in particolare le


mascherine ?
2 Come aumentare, nell’emergenza, la capacità di test e di esecuzione di controlli di qualità efficaci
sui lotti di prodotto? Come coinvolgere rapidamente i laboratori esistenti e come predisporne di
nuovi ?
3 Quali tipi di protezione adottare ? Come differenziarli fra le diverse categorie: Ospedali
specializzati; Ospedali e personale sanitario comune; Medici di base; Protezione civile e forze
dell’ordine; lavoratori; comuni cittadini ?
4 Ammettere, in caso di indisponibilità, l’autoproduzione di mascherine ? Come regolare il mercato in
caso di pandemia ?
5 In quali casi e per quale merceologia di DPI ammettere la disinfezione e il riuso piuttosto che l’usa e
getta ? Con quali modalità e per quanto tempo le mascherine possono essere ri-utilizzate ? Quale il
trade-off fra rischio e diponibilità concreta dei prodotti ?
6 Come assicurare adeguate scorte per il futuro ?
7 Come assicurare un volume produttivo estremamente flessibile nei tempi e nei luoghi ? Ovvero,
come assicurare che la produzione sia svincolata dalla necessità di trasportare i DPI fra diversi paesi
? Ovvero come assicurare un livello adeguato di autonomia produttiva nei singoli paesi o territori ?
8 Quali metodi di disinfezione e igiene adottare nei diversi ambienti (Ospedaliero, produttivo, civile,
domestico) ? Come fornire adeguate informazioni al pubblico ?
9 Come evitare che presidi di base come l’alcool risultino introvabili per mesi ? E’ una questione di
mercato o di scarsa flessibilità produttiva ?
10 Come quantificare i rischi di contagio sulla base dei diversi utilizzi (all’aperto, in luoghi di lavoro, in
spazi chiusi, in ospedale …) delle distanze interpersonali, dei mezzi di protezione, del livello di
morbilità e di suscettibilità al contagio dei diversi soggetti ? Come arrivare a uno standard ?
11 Come coniugare le prove sperimentali e i metodi di simulazione CFD (Fluidodinamica
Computazionale - Computational Fluid Dynamics) a fini pratici, ovvero di normativa sulla sanità
pubblica e nei luoghi di lavoro ?
12 E’ possibile introdurre attrezzature per terapia intensiva respiratoria a basso costo ? Come
assicurare adeguate scorte e volumi produttivi altamente flessibili ?
13 Come assicurare la produzione locale di macchinari medici essenziali per simili emergenze
riducendo la necessità di trasportarli fra paesi diversi ?
14 Come utilizzare al meglio i metodi simulativi disponibili per prevedere l’andamento della pandemia
in rapporto alle misure di sanità pubblica adottate ?
15 Quali metodologie di test sulla popolazione è opportuno adottare ?
16 Uscire di casa o no ? Quale il trade-off fra rischio di contagio e salute mentale ?
17 Uscire di casa o no ? Quale il trade-off fra rischio di contagio e benessere psico-fisico ?
18 Come assicurare una tempestiva e corretta informazione scientifica al pubblico ? Gli scienziati
devono usare i social ? Come evitare che i giornalisti distorcano l’informazione scientifica ?
19 Quanto sopravvive il virus sulle varie superfici ? Per quanto tempo rimane pericoloso ?
20 L’irraggiamento solare diretto ha effetti positivi sulla virulenza dei virus ? Se si, quale la relazione
fra valori di irraggiamento ed efficacia ?
21 Quali metodi utilizzare per depurare l’aria all’interno di ambienti contaminati da coronavirus ?
22 Prendere il sole all’aperto ha effetti positivi sulla resistenza al contagio ?

Domande di tipo scientifico

Emergono nuovi argomenti per la scienza

23 Come sviluppare nuovi metodi simulativi-computazionali e sperimentali per quantificare le distanze


di contagio e il carico virale ?
24 Come perfezionare i metodi computazionali al fine di prevedere gli andamenti di contagio in
rapporto alle misure di sanità pubblica adottabili ? Ovvero, come quantificare il rischio di contagio
in rapporto al distanziamento sociale e ai meccanismi di protezione nei diversi ambienti ?
25 Come standardizzare a livello internazionale i metodi di conteggio dei casi (contagiati, asintomatici,
malati ….), in rapporto alle scelte di test adottate ?
26 Come sviluppare e qualificare nuove metodologie di test sulla popolazione ?
27 Come sviluppare farmaci e vaccini adeguati ? Quale il rapporto migliore fra stato e mercato in
questo tipo di ricerca ?
28 E’ ipotizzabile di poter realizzare virus artificiali ?
29 Come evitare che i virus vengano utilizzati a scopo di aggressione o minaccia ?
30 E’ ora di costituire in campo biomedico organismi simili alla AIEA nel settore nucleare ?
31 Quali sono i meccanismi di trasporto dei virus ? Quale il ruolo degli aerosol ? Quale il ruolo delle
polveri e dell’inquinamento ambientale ?
32 Come predire in anticipo le caratteristiche dei nuovi possibili virus ?
33 Qual’è il ruolo dei meccanismi produttivi attuali (industria, agricoltura, allevamento) nella
insorgenza delle pandemie ? Come mai le più recenti pandemie si sono originate in Cina a partire
da animali selvatici ?
34 Quale è il ruolo dei fattori sanitari, ambientali, produttivi (industria, agricoltura, allevamento) nella
resilienza della popolazione ? Come mai la Lombardia è stata colpita in modo così tragico in ambito
europeo ?
35 Come uniformare a livello internazionale le norme che consentano i movimenti transfrontalieri di
individui ? Come introdurre metriche condivise ?
36 Quali sono i meccanismi di contagio fra le specie ? qual è la migliore strategia per proteggere gli
umani ?

Domande di tipo urbanistico e tecnologico

Urbanistica e tecnologia verranno ri-orientate in seguito alla Pandemia

37 Quale sarà l’impatto della pandemia e dei rischi di pandemia nella futura urbanistica ? E
nell’architettura ?
38 Lo smart-working e le attività online cresceranno notevolmente. Come assicurare la resilienza del
sistema di interconnessione digitale ?
39 Che effetto avrà la riduzione degli spostamenti fisici nella pianificazione e nella tipologia dei mezzi
di trasporto ?
40 La fabbrica sarà ancora più diffusa ? Verrà introdotta in misura ancora più massiccia la
delocalizzazione e la frammentazione fra attività finanziarie, progettuali, di marketing, di logistica e
di produzione fisica robotizzata (es. 3D printing) ?
41 Quante fra infrastrutture di trasporto esistenti (strade, ponti, gallerie …) verranno mantenute in
efficienza, quante saranno condannate a un progressivo degrado ?
42 La spinta all’inurbamento continuerà ? Verranno posti dei vincoli ?
43 Quale futuro per le megalopoli ? Che tipo di strutturazione dovranno adottare per aumentare la
resilienza in caso di pandemia ?
44 Tracciamento tramite incentivi oppure obbligatorio ?
45 Come misurare a distanza lo stato di salute e la contagiosità di un soggetto ?
46 Come stimare tramite l’analisi dei Big Data lo stato di salute e la contagiosità di un soggetto ?
47 Come prevedere i rischi per classi di soggetti ?
48 Come cambieranno i consumi energetici ?
49 Una maggiore resilienza ai virus implica una maggiore o minore interconnessione energetica ?
50 Verrà modificato l’attuale trend nel campo delle tecnologie energetiche ?

Domande di tipo economico-finanziario

E’ finalmente il momento di una rivisitazione della struttura economico-finanziaria, o semplicemente ci sarà


un adattamento ?

51 Più stato o più mercato ?


52 Chi pagherà le spese dell’apparato di controllo ? L’aumento di PIL bilancerà la riduzione di capacità
di spesa ?
53 Come differenziare fra produzioni strategiche e produzioni consumer ?
54 Consentire gli aiuti di stato ? E come ?
55 Quale sarà l’influenza della pandemia sul mercato e sui mercati ? E’ plausibile una spinta alla
globalizzazione delle attività digitalizzabili e un accorciamento delle catene di valore fisiche
considerate “strategiche” ?
56 Il mercato e i mercati attuali sono in grado di assicurare la protezione della popolazione dal punto
di vista sanitario e di libertà dall’indigenza ?
57 Come si ristrutturerà il mercato del lavoro in un mondo in cui lo smart working e le attività online
cresceranno vertiginosamente ? Dopo la delocalizzazione della produzione materiale avremo una
massiccia delocalizzazione del terziario ?
58 Come si farà fronte alle spese di ripristino dell’apparato produttivo e alle spese per la prevenzione
di nuove epidemie ? Saranno introdotte nuove tasse o si darà fondo al debito pubblico ? Come sarà
possibile fare fronte agli effetti recessivi di entrambe le ipotesi ?
59 Verranno introdotti nuovi strumenti finanziari ?
60 Quale futuro per le attività ludiche e ricreative ?
61 Quale futuro per le attività legate al turismo e per la forza lavoro impegnata in queste attività ?
62 Quale l’effetto della metrica del contagio sulla competitività reciproca fra le nazioni ?

Domande di tipo sociologico e politico

Come cambierà la nostra vita ?

63 Divertirsi in pubblico sarà considerato volgare e disdicevole ?


64 Verrà introdotto un contingentamento delle uscite in pubblico ?
65 Come si ristruttureranno i rapporti umani e interpersonali in presenza della necessità di
distanziamento sociale ?
66 Si può assumere che le generazioni di nativi digitali si adattino con minori traumi alla nuova realtà.
Ma cosa perderanno in termini di conoscenza ?
67 In che modo sarà ancora possibile viaggiare ? Il viaggio fisico tornerà ad essere qualcosa di
avventuroso e riservato solo a spiriti inquieti ?
68 Come potranno sopravvivere i migranti e i profughi ?
69 Come evitare che le esigenze di sicurezza non si trasformino in controllo totalitario ?
70 Diventerà obbligatoria la tracciatura dei propri movimenti e del proprio stato di salute ? Quale sarà
l’effetto sulla possibilità di trovare un lavoro e sui premi assicurativi ?
71 Vi saranno restrizioni permanenti al movimento di alcune categorie di persone ?
72 Che tipologia di sanzioni e di pene saranno previste per i trasgressori? Di fronte a una possibile
esplosione di illegalità, qual l’effetto sul processo civile e penale e sull’infrastruttura carceraria ?
73 Riemergerà uno scontro di classe ? E come si articolerà ?
74 Cosa ne sarà delle classi proletarie senza conoscenze digitali e senza mezzi di produzione digitali ?
75 Come assicurare il reddito di sopravvivenza a tutti ?
76 Si va verso una società in cui i rapporti sentimentali e sessuali avverranno preminentemente online
? Che effetto avrà tutto ciò sulla riproduzione ? Aumenterà il ricorso alla procreazione assistita ?
77 La violenza di genere aumenterà o diminuirà ?
78 Come muterà la famiglia ? Si andrà verso una società di single o la crisi economica costringerà a
stringere comunque dei patti di convivenza familiare ?
79 I vecchi film verranno guardati come preistoria o come ricordo dell’Eden ?
80 La criminalità mafiosa sarà sempre più informatica ? Avrà ancora necessità di controllare il
territorio ?
81 La produzione di norme e codici aumenterà ?
82 Si formeranno nuove alleanze politiche internazionali ?
83 Nazionalismo o Internazionalismo ?
84 Si introdurranno nuovi tabù ? Girare a volto scoperto sarà considerato disdicevole ? Verrà
rivalutato il velo islamico ?
85 Quale futuro per gli stadi, i teatri e i cinema ?
86 Vi sarà un’esplosione di cause individuali e collettive per provocato contagio ? E per procurato
allarme ?
87 La sana e robusta costituzione sarà sostituità dal certificato di sanità ? Che durata avrà ? In quali
casi verrà richiesto ? Sarà possibile rifiutarsi di esibirlo ? A quali sanzioni andranno incontro i
trasgressori ?
88 Quale autorità giudicherà se una notizia che ha riflessi sanitari è falsa ?
89 Ci saranno più o meno guerre ?
90 Sopravviverà l’Europa ? Progredirà verso una unione politica o regredirà su un semplice
compromesso di mercato ? Quali le tensioni sull’asse Nord/Sud e d Est/Ovest ?