Sei sulla pagina 1di 1

LA GAZZETTA DELLO SPORT R

SABATO 12 MARZO 2011

PRIMA DIVISIONE LA STORIA

LUCA BIANCHIN

DAVIDE ROMANI

5 RIPRODUZIONE RISERVATA

d Lo Spezia per la partita con- tro la Cremonese offre bigliet- ti a un euro ai tifosi nati dopo il 1997. Giuseppe Ciavolino e Mario Coppetti non usufrui- scono dello sconto per poco — circa 85 anni — ma allo stadio potrebbero entrare comun- que: sono i possessori della tes- sera del tifoso meno giovani d’Italia, di sicuro in Lega Pro, probabilmente in assoluto. Giuseppe Ciavolino a fine me- se compirà 99 anni, è abbona- to allo Spezia e va ancora allo stadio, tutte le domeniche quando gioca in casa. Mario Coppetti è del 1913 e ha preno- tato un posto per la stagione allo stadio di Cremona, anche se sulla tessera la pensa come molti ultrà ventenni: «Fatico a capirne l’utilità, ma può servi- re per limitare i mascalzoni».

Il signor Coppetti, scultore La Cremonese, si è capito, non si tocca: «È come una bella don- na, ti fa perdere la testa», dice Mario Coppetti, 97 anni, scul- tore. Gli succedeva anche da giovane, quando per innamo- rarsi gli bastavano 45 minuti:

«Il biglietto per la partita costa- va 3 lire e non sempre avevo i soldi. Allora aspettavo l’inter- vallo e con 1 lira allungata al sorvegliante vedevo il secon- do tempo». I ricordi di quella Cremonese lo hanno aiutato anche tra il 1935 e il 1940, quando ha vissuto a Parigi. Una specie di esilio volonta- rio, da sostenitore del movi- mento politico «Giustizia e li- bertà», guidato dall’antifasci- sta Carlo Rosselli: «Nel mio cuore quella del 1925-26 resta la miglior Cremonese di sem- pre, seconda solo alla Juven- tus di Combi e Rosetta». A Pari-

Spezia-Cremonese Stavolta il tifo è davvero antico

Il signor Ciavolino, 99 anni, e il signor Coppetti, 97 Sono i tifosi italiani più anziani con la Tessera

i tifosi italiani più anziani con la T e s s e r a IL FOTOGRAFO

IL FOTOGRAFO SPEZZINO

Mario Ciavolino è nato nel 1912. Ha giocato nello Spezia, anche in B, poi ha

lasciato il calcio: è diventato fotografo, poi bersagliere

in guerra. Nel 2010

alle sue foto è stata dedicata la mostra

«Giuseppe Ciavolino. Paesaggi industriali» (qui un particolare

di «Reparto N»,

scattata negli anni

’50-’60).

di «Reparto N», scattata negli anni ’50-’60). LO SCULTORE CREMONESE Mario Coppetti è nato nel 1913.
di «Reparto N», scattata negli anni ’50-’60). LO SCULTORE CREMONESE Mario Coppetti è nato nel 1913.

LO SCULTORE CREMONESE

Mario Coppetti è nato nel 1913. Anti-fascista, sostenitore di «Giustizia e libertà», ha vissuto per cinque anni a Parigi, dove ha conosciuto

gli allievi di Rodin. In alto è con un’opera dedicata ai fratelli Puerari, calciatori cremonesi morti

in

il

a

guerra. A fianco,

suo monumento

Mazzini RASTELLI

in il a guerra. A fianco, suo monumento Mazzini RASTELLI gi, Coppetti conobbe gli allievi di

gi,

Coppetti conobbe gli allievi

di

Rodin, genio della scultura,

e imparò a lavorare il bronzo. Poi tornò a Cremona, a vedere centinaia di gol: «Posso anche abbozzare una formazione di sempre. In porta Compiani che poi è andato al Milan, in

difesa i fratelli Ravani e Anto- nio Cabrini, a centrocampo il talento di Vivolo. Sulla tre- quarti l’estro di Mondonico e

in attacco Chiesa-Dezotti-Vial-

li». Passato, presente, futuro:

«Adesso non c’è più nessuno di- sposto a rischiare. Se molla il cavaliere Arvedi, la Cremone-

se

va a giocare a Casalbuttano

in

Promozione».

Il signor Ciavolino, fotografo Giuseppe Ciavolino, in Promo- zione, non ci ha mai giocato. Lui solo Serie B, poi niente:

«Lo Spezia mi ha preso per gli

Allievi e io sono salito fino alla B di allora, nel 1928-29. Face- vo il portiere e paravo bene, però non mi davano una lira, allora ho smesso. Mia mamma era vedova, avevo cinque so- relle». Allora basta calcio: foto- grafo, o al massimo bersaglie- re. «Nella mia vita ho aperto un negozio di fotografia e ho fatto la guerra. Jugoslavia, poi giù in Albania: sono andato un po’ in giro». Meglio il calcio e

le pellicole. Ciavolino è diven-

tato amico di tanta gente, an-

che di Spalletti, e ha fatto foto per decenni: allo Spezia, da fo- tografo ufficiale, e alle indu- strie liguri. Nel 2010 gli hanno dedicato una mostra, recensi-

ta anche così: «Ciavolino ha la-

vorato per tutte le grandi indu-

strie della città. Attraverso i

suoi scatti si analizza, dunque, buona parte dell’economia lo- cale tra l’immediato dopoguer-

ra e la crisi industriale degli an- ni Ottanta». Insomma, lui e Coppetti ne hanno viste tante. Quasi tutte, tranne il Daspo.

IL CASO

L’Alta Corte ribalta la Figc:

il Rimini va k.o.

L'Alta Corte di Giustizia presso il Coni ha accolto il ricorso presentato dall'Olympia

Agnonese (serie D) contro la Figc e nei confronti del Rimini, ripristinando il 4 1 del campo e ribaltando le sentenze del giudice sportivo e della Corte

di Giustizia (a sezioni unite) su

una questione tecnico regolamentare. I fatti risalgono al 31 ottobre, 10ª

giornata del girone F. Durante Olympia Agnonese Rimini la squadra di casa (con il gioco fermo per attendere la battuta

di un rigore) ha sostituito il

portiere Pezone (classe 1992) mandando in campo il secondo Zoghaib (1990)

contravvenendo così alla regola degli Under. Il giocatore, già sistemato tra i pali e pronto a giocare, è stato richiamato dalla panchina (4’ dopo, come da referto arbitrale) che ha ripristinato con un'altra sostituzione la regola degli Under. In quel lasso di tempo il gioco non era

stato ancora ripreso con la battuta del rigore, a causa delle veementi proteste dello staff tecnico molisano, che hanno portato anche all'espulsione del vice allenatore Nunziata.

Questo errore tecnico da parte dell’Olympia Agnonese aveva messo in condizione il Rimini di presentare ricorso e

di ottenere la vittoria a

tavolino. Adesso, ripristinato il

4 1, il Rimini scivola a 4 punti dal primo posto di Teramo e Santargangelo.

GIRONE A DOMANI LA 26 a GIORNATA (ore 14.30)

Pergo, Reggiana e Spal: sconti ai tifosi

ALESSANDRIA-VERONA

(0-2)

ALESSANDRIA Cammaroto gioca con una maschera protettiva, Romeo è out per ancora due settimane. Ghinassi gioca centrale e a sinistra torna Bonomi. In avanti scontato il rientro di Croce.

VERONA Squalificati Maietta e Hallfredsson, tocca a Vergini e Mancini.

E’ pronto Cangi, ma gioca Abbate. Il

tridente è Berrettoni, Ferrari, Le Noci.

ARBITRO Borriello di Mantova.

BASSANO-ALTO ADIGE

(0-2)

BASSANO Fuori Basso e Mateos per

squalifica, oltre a Guariniello e Iocolano.

In dubbio Ghosheh. Tocca a Niada e in

avanti La Grotteria gioca a fianco di Longobardi e Rodriguez.

ALTO ADIGE Sebastiani deve rinunciare

a Furlan, squalificato, ma ritrova

Campo. Sorrentino dovrebbe essere preferito a Marchi come unica punta. ARBITRO Santonocito di Abbiategrasso.

COMO-LUMEZZANE

(2-2)

COMO Assenti per squalifica Franco e Magli, infortunato Fortunato. A sinistra forse Fautario, al centro Ardito o Bossa, pronto dopo quattro mesi. LUMEZZANE Nicola ha tutti disponibili, salvo l’infortunato di lungo corso Pini. Molto probabile la conferma dell’undici che ha vinto le ultime due partite. ARBITRO Fiore di Barletta.

MONZA-SALERNITANA

(0-2)

MONZA Verdelli deve fare a meno degli squalificati Fiuzzi e Uggè: al loro posto Tuia e uno tra Anghileri e D. Esposito. A sinistra Bugno o Barjie. Torna Iacopino, da valutare Vignaroli e Campinoti. SALERNITANA Fabinho è l’unico dubbio di Breda: in caso di forfeit alternativa fra Aurelio e Sedivec. Documento critico dei giocatori nei confronti della società, sempre in ritardo con gli stipendi: la prossima settimana il club dovrebbe essere venduto, dopo la farsa-Cala. ARBITRO Barbiero di Vicenza.

PERGOCREMA-PAGANESE

(2-0)

PERGOCREMA Gli unici assenti sono Pambianchi e Daleno; quest’ultimo, positivo all’antidoping, non richiede le controanalisi (sarà giudicato il 18). Probabile l’innesto di Scotto. Prezzi scontati per i biglietti in prevendita. PAGANESE Assenti sicuri Fusco per

squalifica e Cortese ancora infortunato. Imparato va al posto di Di Pasquale. Recuperati Ingrosso e Triarico, ma dovrebbero partire dalla panchina. ARBITRO Penno di Nichelino.

RAVENNA-PAVIA

(1-1)

RAVENNA In forse Fonjock (c’è Guitto), non recupera Giammaria Rossi: in porta Pellegrino. Squalificati Chianese e Tagliani, giocano Paolo Rossi e Rosini.

PAVIA Daffara squalificato e Visconti infortunato: Andrissi mette Ferrini a sinistra e Preite a destra, con Caidi al centro. Dubbio tra Tattini e Guadalupi. ARBITRO Mangialardi di Pistoia.

SECONDA DIVISIONE

Oggi L’Aquila con il San Marino

Oggi un anticipo nel girone B di Seconda divisione (ore 14.30). L’Aquila San Marino: arbitro Strocchia di Nola. Classifica:

Carpi p. 48; Carrarese 43; Giacomense e Chieti 35; San Marino 33; L' Aquila 32; Prato e Poggibonsi 31; Bellaria 26; Gavorrano e Crociati 25; Celano 24, Sangiovannese 18

(

10); Fano ( 2) 17; Giulianova

(

1) 16; Villacidrese 9 ( 10).

REGGIANA-GUBBIO

(1-2)

REGGIANA La vittoria manca da due mesi e i granata sono reduci da tre sconfitte: la società ha rafforzato la posizione di Mangone che medita qualche esclusione eccellente. Guidetti va in panchina, spazio a Maritato. Anche Alessi rischia: pronto Romizi. Noie muscolari per Temelin, out Iraci, Chinellato e Bovi. In curva con 5 euro. GUBBIO Borghese, Daud e Gomez squalificati, Perelli ancora infortunato. Torrente nel ritiro di Milano Marittima prova alternative al solito 4-3-3. ARBITRO Irrati di Pistoia.

SPAL-SORRENTO

(1-2)

SPAL In infermeria Cipriani, Migliorini Smit e Pallara, squalificati Coppola, Fofana e Zamboni. Provato il 4-3-3. In prova l’attaccante senegalese Jean Philippe Mendy, ex Dinamo Bucarest. La società ha ridotto i prezzi. SORRENTO Recuperato Angeli, ancora indisponibili Rossi ed Erpen. Simonelli dovrebbe optare per il 4-4-2 con Carlini a destra e Corsetti a sinistra (o Vanin). Pignalosa insidia il posto a Bonvissuto. ARBITRO Abbattista di Molfetta.

SPEZIA-CREMONESE

(2-2)

SPEZIA Le uniche certezze di Pane sono l’assenza di Pedrelli e Enow per infortunio e la presenza di Musetti. In forse, a causa di problemi soprattutto muscolari, Marchini, Buzzegoli, Comazzi, Colombo e Cesarini. CREMONESE A parte Zanchetta e Rossi, che hanno già finito il campionato, l'infermeria è vuota. Solo Toledo è in dubbio per un guaio muscolare. ARBITRO Saia di Palermo.

LA SITUAZIONE

Classifica Gubbio (-1) p. 52; Sorrento 44; Salernitana (-4) e Alessandria (-1) 37; Lumezzane (-1) e Bassano 36; Verona 35; Spal (-1) e Ravenna 33; Spezia (-2) e Reggiana 32; Cremonese 31; Como (-1) 29; Pavia 28; Alto Adige 27; Pergocrema (-1) 26; Monza e Paganese 19. Prossimo turno Così domenica 20 (ore 14.30): Alessandria-Ravenna (1-0); Alto Adige-Como (0-0); Cremonese- Reggiana (0-3); Gubbio-Spal (0-1);

Lumezzane-Monza (1-0); Paganese- Sorrento (0-1); Pavia-Pergocrema

(lunedì, ore 20.45; 2-1); Salernitana- Bassano (0-2); Verona-Spezia (0-1).

GIRONE B DOMANI LA 26 a GIORNATA (ore 14.30)

Cosenza: l’ira di Fiore Pienone a Taranto

ANDRIA-FOGGIA

(1-2)

ANDRIA Tutti disponibili. Pronti al rientro Ceppitelli, Di Simone e Cozzolino, oltre a Carretta e Caturano per la panchina. Conferma per Doumbia. FOGGIA Emergenza in difesa per le squalifiche di Candrina e Rigione, oltre all'infortunio di Iozzia: probabile Kone a destra, Torta e Romagnoli centrali e Regini (al rientro dopo la squalifica) a sinistra. Tra i pali Santarelli è favorito su Ivanov. A centrocampo torna Burrai. ARBITRO Viti di Campobasso.

CAVESE-BARLETTA

(3-3)

CAVESE Squalificato Camillo Ciano e infortunati Turienzo (stagione finita?) e Di Napoli. Improbabile il recupero di Schetter e Bernardo, in forse Piscitelli. Duro divorzio in settimana con il medico sociale Trofa. Per oggi alla rifinitura è attesa la visita della campionessa europea Antonietta Di Martino. BARLETTA Cari può contare sul ritorno di Rajcic e Bellomo, che dovrebbero prendere i posti di Cerone e Guerri. In difesa non c’è Bruno: gioca Frezza. ARBITRO Bietolini di Firenze.

COSENZA-NOCERINA

(1-2)

COSENZA Squalificato Roselli, out Rizzo,

Adriano Fiore, Scarlato, Martucci, Musca

e Chianello. Due i dubbi: in porta Marino

(sarebbe l’esordio) favorito su De Luca,

in avanti Degano in vantaggio su Essabr.

Torna Giacomini. Bordate del capitano Stefano Fiore: «La situazione è molto

difficile ma i veri colpevoli non vengono mai citati. Sono spariti, eppure hanno devastato questa squadra. C’è stata una gestione che definire da dilettanti sarebbe un complimento. La squadra ce

la metterà tutta per la salvezza, ma

sarebbe un miracolo». NOCERINA La squalifica di Di Maio impone ad Auteri qualche spostamento in difesa:

forse gioca Nigro, con Pomante sulla destra e al centro De Franco. Quasi 1.400 i tifosi al seguito. ARBITRO Ros di Pordenone.

GELA-JUVE STABIA

(1-0)

GELA Ridotta da due giornate a una la squalifica a D’Anna, che dunque rientra domenica 20. Recuperati Cossentino e Bigazzi, oltre a Docente. JUVE STABIA Nessun assente per Braglia, orientato a confermare la squadra di Gela. L’unico dubbio è in attacco: gioca Tarantino o Ciotola? Colombi tra i pali, il dodicesimo sarà Vono. ARBITRO La Penna di Roma.

PISA-LUCCHESE

(1-1)

PISA Rientra Carparelli dalla squalifica e dopo tre mesi e mezzo Amoroso è a disposizione: al posto dello squalificato Obodo o gioca lui o Reccolani. Sulla destra Ilari, Fanucchi o De Oliveira. LUCCHESE Danno forfait Lollini e Cardona (infortunati) e il bomber Marotta (squalificato). Giocano Pani, Baldanzeddu e forse Taddeucci (con Crocetti). ARBITRO Coccia di San Benedetto.

SERIE D

Gli anticipi: in tv

Perugia-Arezzo

Oggi quattro anticipi in serie D:

ecco il programma e gli arbitri (ore 14.30). GIRONE B AlzanoCene Mantova: Illuzzi di Molfetta. GIRONE E Perugia Arezzo (ore

14, diretta su Rai Sport 1):

Tardino di Milano. GIRONE G Porto Torres Selargius (ore 15): Guidi di Imola; Tavolara Budoni (ore 15): Zuliani di Vicenza.

SIRACUSA-FOLIGNO

(1-1)

SIRACUSA Cosa è in dubbio, Ugolotti vuol affidare a Koffi l’attacco. Torna Bongiovanni titolare. Squalificato Spinelli c’è Corapi. Conferma per Pasqualini:

Capocchiano non è pronto. FOLIGNO Noie muscolari per Giovannini, Civilleri e Moro ma Giunti potrà contare sul rientro di Fondi. Coresi trequartista e davanti Cavagna con Luparini. ARBITRO Cafari Panico di Cassino.

TARANTO-BENEVENTO

(0-0)

TARANTO Rientra Giorgino al posto di Pensalfini, manca Antonazzo ma torna Sabatino, che sposta Garufo a destra. Prevendita boom: nel mirino il record stagione di 8.000 spettatori. BENEVENTO Tutti disponibili per Galderisi con Mounard in netta ripresa. In avanti Bueno o Evacuo. Chiedono spazio anche Palermo e l’ex Zito. ARBITRO Del Giovane di Albano Laziale.

TERNANA-LANCIANO

(0-0)

TERNANA Giordano recupera D'Antoni, Nolè e Giubilato ma ha squalificati Noviello e Cejas e infortunati Fanucci e Lacheheb. In difesa Quondamatteo o Bizzarri, a centrocampo Piva o Imburgia. In attacco c’è Sinigaglia. LANCIANO Torna Ferraro: per due posti è in ballottaggio con Romito e Antonioli. In avanti sicuri Titone e Di Gennaro, poi uno tra Artistico e Turchi. ARBITRO Cifelli di Campobasso.

IL POSTICIPO

Atletico Roma-Viareggio Il programma sarà completato lunedì dal posticipo Atletico Roma-Viareggio (andata 1-1): la partita inizia alle 20.45 e va in diretta su Rai Sport 1. Arbitra Peretti di Verona.

LA SITUAZIONE

Classifica Nocerina p. 58; Benevento 46; Juve Stabia 41; Atletico Roma 40; Taranto 38; Foggia (-2), Lanciano e Siracusa 35; Lucchese 34; Andria 28; Gela e Ternana (-2) 27; Cosenza (-3), Foligno (-2), Pisa, Barletta e Viareggio 26; Cavese (-6) 20. Prossimo turno Così domenica 20 (ore 14.30): Barletta-Taranto (2-2); Benevento-Pisa (lunedì, ore 14.30; 1-1); Foggia-Atletico Roma (3-3); Foligno- Cosenza (0-1); Juve Stabia-Andria (1-0); Lucchese-Cavese (0-1); Lanciano- Siracusa (0-0); Nocerina-Ternana (3-0); Viareggio-Gela (0-0).