Sei sulla pagina 1di 17

CEFALEA MUSCOLO TENSIVA?

TECNICA DI INIBIZIONE MUSCOLARE +


BONUS POMPAGE C0-C1-C2

WWW.FISIOPROGRAM-INTENSIVE.COM

Salve collega, oggi senza tanti giri di parole ti mostrerò una delle tante
tecniche di Pompage cervicale, inoltre ti diró in modo semplice come e perché
effettuarla .

Dopo di che potrai metterla subito in pratica.

Ti sarà capitato di ricevere pazienti con cefalee, sintomi vagali e con posture
errate tipo dorsi curvi, iperlordosi cervicale etc.?
E chissà anche pazienti ansiosi, emotivi, stressati e cosi via...?

Bene, se ti è capitato sai bene che non sono poi cosi facili da trattare, non solo
per la componente meccanica alterata ma anche per la componente psicologica
che c’è dietro.
Spesso in questi pazienti, terapie puramente meccaniche non portano a grandi

© Copyright. All rights reserved. WWW.FISIOPROGRAMINTENSIVE.COM


1
risultati. Non consigliabile inoltre utilizzare come primo approccio terapie
“complesse” posturali, dolorose etc.., anche se potrebbero essere utili
successivamente.

Non trascurate la parte dell’elaborazione di origine centrale.


Vai su www.fisioprogramintensive.com e leggiti l’articolo:

VALUTAZIONE DEL DOLORE: CHE TIPO DI DOLORE HA IL TUO


PAZIENTE?

Quindi al di là di quello che tu creda possa essere la metodica


maggiormente indicata o la tecnica più consona al caso, sarebbe consigliabile
iniziare con una tecnica con la quale si hanno:
• Sia effetti meccanici
• Sia effetti rilassanti che portano la paziente a:
1) Calmare il suo sistema nervoso autonomo,
2) Abbassare le difese del paziente, in quanto riconosce in te una persona
potenzialmente paziente, capace, empatica e non pericolosa.

Ovviamente ogni caso è diverso, ma io ti darò comunque una idea, una tecnica
da inserire nel tuo bagagliaio professionale.

Purtroppo non ho intenzione di scrivere un trattato di anatomia anche perché


quello potresti trovarlo in molti bei libri, ma cercherò di darti i contenuti
necessari attraverso i quali potrai capire ed effettuare la tecnica di cui parlo.
Il mio scopo è quello di darti la parte teorico-pratica.

Quindi iniziamo con qualche spunto di anatomia semplice:

Come ben saprai l’occipite è un osso sferico, convesso dalla quale fuoriescono

© Copyright. All rights reserved. WWW.FISIOPROGRAMINTENSIVE.COM


2
lateralmente 2 faccette articolari anch'esse convesse, che si articolano con le
sottostanti faccette concave dell’atlante.

© Copyright. All rights reserved. WWW.FISIOPROGRAMINTENSIVE.COM


3
Per renderti l’idea immagina l’articolazione come un uovo sul suo
corrispondente portauovo.

Queste 2 “uova” ovvero i 2 condili occipitali possono basculare in più direzioni


rispetto ai loro “portauovo” o faccette articolari dell’atlante.
L’atlante si comporta come se fosse un menisco, quindi segue leggermente i
movimenti dell’occipite, pertanto “madre natura” ha creato un sistema di
protezione, di freno, di modulazione del movimento che serve proprio ad
evitare che l’atlante durante i suoi movimenti rompa il dente dell’epistrofeo alla
quale è articolato; questo sistema è formato da legamenti e muscoli, ossia:

• Menbrana atlanto-occipitale anteriore e superiore


• Legamenti gialli
• Legamento nucale

© Copyright. All rights reserved. WWW.FISIOPROGRAMINTENSIVE.COM


4
• Legamento longitudianale anteriore e posteriore
• E soprattutto il Legamento cruciforme. Quest’ultimo è formato da:

• Trasverso dell’atlante,

• Legamento longitudinale superiore

• legamento longitudinale inferiore

Oltre al sistema legamentoso non dimentichiamo il sistema muscolare che a


livello di C1- C2- C3 gli unici che hanno il compito di controllare eventuali
squilibri cervico-occipitali in flesso- estensione sono:
• I muscoli sotto occipitali.
Questi muscoli hanno sia una funzione tonica che propriocettiva.
Essi sono:
• L’obliquo superiore, (Origina dal processo trasverso dell’atlante e termina
sull’osso occipitale lateralmente)

© Copyright. All rights reserved. WWW.FISIOPROGRAMINTENSIVE.COM


5
• L’obliquo inferiore, (Origina dal processo spinoso di C2 e termina sul
processo trasverso dell’atlante)
• Il grande retto, ( Origina processo spinoso di C2, termina sulla porzione
centrale della linea nucale)

• Il piccolo retto, (Origina dal tubercolo posteriore dell’atlante e termina sulla


linea occipitale dell’occipite)

© Copyright. All rights reserved. WWW.FISIOPROGRAMINTENSIVE.COM


6
Come ben sai questa zona è spesso accorciata, congestionata, schiacciata a
seguito di squilibri posturali come ad esempio un adattamento all' ipercifosi
dorsale, oppure da tensioni somatiche.
Basta una di queste condizioni cliniche per predisporre il paziente ad avere:
1. Una compressione vascolare,
2. Una compressione articolare,
3. Una compressione vagale,
4. Con tutti i sintomi locali muscolo tensivi e viscerali.

Ti ricordi del cosiddetto triangolo occipitale o digastrico?


Bene, esso è formato è delimitato dai muscoli:
• Obliquo inferiore della testa,

© Copyright. All rights reserved. WWW.FISIOPROGRAMINTENSIVE.COM


7
• Dal muscolo obliquo superiore della testa è,
• Dal grande retto posteriore della testa.

© Copyright. All rights reserved. WWW.FISIOPROGRAMINTENSIVE.COM


8
Sarebbe inutile, nonché non è mia intenzione farti annoiare scrivendo un
trattato di neuroanatomia, ma solo per darti una idea di cosa ci passa nel suo
interno e quali nervi possono essere intrappolati (giacche molti nervi perforano
tali muscoli), riporto solo alcune delle strutture:

• L’arteria vertebrale,

• Il nervo Sotto Occipitale, nervo motore che innerva i muscoli della nuca,

• Il nervo Grande Occipitale: che innerva il muscolo lunghissimo della testa,


lo splenio della testa, il muscolo obliquo inferiore e i muscoli semispinali della
testa. Inoltre la cute, cuoio capelluto della regione occipitale,

• Il Nervo Piccolo Occipitale che origina da C2 ed innerva la cute supero-


laterale del collo, la regione superiore del padiglione auricolare e l’area
adiacente al cuoio capelluto.

• Il nervo Grande Auricolare: che origina da C2 che innerva con un ramo


anteriore la cute davanti all'orecchio, e con un ramo posteriore la cute del
processo mastoideo e il padiglione auricolare.

• Il nervo III Occipitale etcc…

• Nervi che innervano i muscoli anteriori del collo, sternocleidomastoideo,


e che insieme ad altri rami tipo il nervo ipoglosso, e nervo frenico per il
diaframma possono dare sintomi viscerali.
• Infine altri nervi che si portano in su fino alla zona frontale sopraorbicolare
e in giù sotto la zona clavicolare, per non parlare del sistema fasciale
altamente innervato,

© Copyright. All rights reserved. WWW.FISIOPROGRAMINTENSIVE.COM


9
QUINDI:
Non è un caso che una congestione in questa zona causi cefalea a casco,
un'alterazione vascolare, viscerale e muscolo tensiva.

Ecco perché voglio spiegarti 2 tecniche semplici che servono proprio a


detendere tali strutture, inoltre essendo tecniche morbide riuscirai ad avere
effetti positivi sul S.N. Autonomo migliorando i sintomi viscerali e somatici.

INIZIAMO SUBITO:

© Copyright. All rights reserved. WWW.FISIOPROGRAMINTENSIVE.COM


10
ECCOTI LA PRIMA TECNICA DI INIBIZIONE
MUSCOLARE:

• Fai posizionare il paziente supino, tu seduto comodamente su una sedia


dalla parte craniale,

• Metti le tue dita (tranne il pollice che non fa niente) con le ultime falangi
flesse perpendicolari sotto la curva occipitale, precisamente sull'inserzione
dei muscoli sotto occipitali.

Quindi la testa del paziente non è appoggiata sul lettino ma sulle tue dita, ma
attento a non fare male il paziente con le unghie.

© Copyright. All rights reserved. WWW.FISIOPROGRAMINTENSIVE.COM


11
La pressione fatta su questa zona di inserzione muscolare, considerando che è
una zona altamente propriocettiva e congestionata,spesso é dolente per il
paziente quindi:
NON FORZARE MA SII DELICATO.

• Dopo aver appoggiato le tue dita sotto la curva occipitale aspetta almeno
30 sec. per far si che tale muscolatura si detenda un po', dopo di che:

• Progressivamente allargando i tuoi gomiti permetti alla testa di cadere


nel vuoto sul lettino lentamente.

© Copyright. All rights reserved. WWW.FISIOPROGRAMINTENSIVE.COM


12
Attenzione! Le dita seguono un il movimento dei gomiti.

• Rifai questa manovra più volte

Noterai che dopo aver ripetuto questo lavoro sentirai oggettivamente un


rilassamento delle strutture ipertoniche.

Complimenti! La prima manovra di inibizione muscolare è fatta. Provala


subito!!!

Se sei arrivato fin qui significa che hai voglia di sapere, quindi meriti UN

OMAGGIO:

UNA TECNICA DI POMPAGE DEI MUSCOLI


SOTTO-OCCIPITALI:

Per effettuare questa tecnica invece devi:

© Copyright. All rights reserved. WWW.FISIOPROGRAMINTENSIVE.COM


13
• Posizionare il paziente supino, mentre tu rimani seduto comodamente
sulla tua sedia posta dalla cranialmente,

 Disporre l'indice e il medio di entrambe le mani a forbice, simulandone


l’apertura.

• Mettere gli i medi sotto la spinosa di C-O, mentre gl'indici sulla


spinosa di C-2. Ti ritroverai in mezzo sia i sotto occipitali che la spinosa di C1
che ti ricordo non dovresti riuscire a palpare.

© Copyright. All rights reserved. WWW.FISIOPROGRAMINTENSIVE.COM


14
So già che potrai avere piccole difficoltà nel posizionare delle dita in questo
modo, infatti essendo una zona molto retratta spesso potrai trovare C-2 vicino
a C-O. Ma non ti preoccupare che puoi tranquillamente farlo.

Ricorda che se ti dovesse capitare di effettuare la tecnica in pazienti che in


posizione supina assumono una iperlordosi cervicale, allarga gli spazi
interspinosi mettendo un piccolo cuscino sotto l'occipite.

Dopo di ché:

• Metti in tensione in maniera lenta, graduale e progressiva le 2


spinose simulando proprio il movimento di una forbice che si apre.

Vedi articolo:(come effettuare un pompage in 4 semplici step )

© Copyright. All rights reserved. WWW.FISIOPROGRAMINTENSIVE.COM


15
Attenzione!!! Utilizza solo queste due dita perché se inizi ad utilizzare altre
dita potresti imbrogliarti.

• Mantieni la tensione 20 secondi,

• Ritorna accoppiando le dita,

• Ripeti la manovra più di 10 volte e meno di 20.

Ti stai chiedendo se ci sono controindicazioni?

Bene, solo in caso di:

© Copyright. All rights reserved. WWW.FISIOPROGRAMINTENSIVE.COM


16
1. Tumori perché potresti far partire una metastasi
2. In caso di alto grado di osteoporosi.

Nient'altro, neanche per stati infiammatori.

Complimenti nuovamente per aver imparato subito questa tecnica. Corri


subito a provarla!!

Se vuoi ricevere aggiornamenti su nuovi articoli, corsi, infoprodotti e tanto


altro ricordati di iscriverti nel mio Blog: www.fisioprogramintensive.com

Se hai voglia di confrontarti con me contattami pure nella mia pagina


facebook: fisioprogramintensive

Ciao e buon lavoro.

© Copyright. All rights reserved. WWW.FISIOPROGRAMINTENSIVE.COM


17