Sei sulla pagina 1di 5

Centenario di Felice Musazzi,

dal 10 maggio via alle iniziative

Per contatti:

Marco Calini - ufficio.stampa@legnano.org


Ufficio Stampa Comune di Legnano

Con il sostegno della Bcc


di Busto Garolfo e Buguggiate
Un libro, una tavola rotonda, una mostra, una rassegna di incontri - racconti nei cortili: sono
i primi appuntamenti in calendario per il Centenario di Felice Musazzi (1921 - 1989), il
programma che rende omaggio, a un secolo dalla nascita, all’attore, regista e fondatore,
insieme con Tony Barlocco, della compagnia teatrale “I Legnanesi”, nonché creatore della
maschera della Teresa.

Organizzatori delle varie iniziative in programma sono il Comune di Legnano - Assessorato


alla Cultura e il “Comitato per il centenario di Felice Musazzi” con la collaborazione del
Comune di Parabiago, della Famiglia Legnanese e dell’Università degli Studi di Milano.
Partner della manifestazione sono la BCC di Busto Garolfo e Buguggiate e la Fondazione
comunitaria Ticino Olona onlus. Il centenario ha ottenuto un contributo da parte di Regione
Lombardia.

«Il programma del centenario è stato pensato con un’attenzione particolare a tutti coloro che
non hanno avuto modo di conoscere direttamente Felice Musazzi - spiega Alessandra
Musazzi, figlia dell’attore e presidente del comitato: è la storia della sua “storia”, usando
come testimonianze le parole, le fotografie, gli audiovisivi, la riproposta dei suoi spettacoli,
l’edito e l’inedito raccolti in un ciclo di eventi. Il progetto si prefigge un duplice scopo: da una
parte, quello di restituire una nuova conoscenza di Felice Musazzi e del suo tempo,
importante protagonista della vita culturale di Legnano e non solo.

Di fornire, cioè, un approfondimento dell’avventura umana e professionale di un uomo che ha


dedicato con passione e profonda dedizione la propria vita alla diffusione delle tradizioni
locali. Dall’altra, quello di recuperare il valore del passato, sia a livello linguistico sia culturale
e di tutto quel patrimonio che ha costituito la base della vita sociale lombarda, dal dopoguerra
a oggi, e che rappresenta, al tempo stesso, la premessa per la comprensione della nostra
identità contemporanea». Il comitato per il Centenario di Felice Musazzi è composto da
Mauro Chini, Roberto Clerici, Francesca Giudici, Cristina Masetti, Alessandra Musazzi, Lucia
Musazzi e Gabriella Nebuloni.

«Il 10 gennaio scorso, nell’impossibilità di programmare eventi per le incertezze legate agli
sviluppi della pandemia, abbiamo festeggiato il compleanno di Felice Musazzi con una
maxi-proiezione, ma eravamo già al lavoro per costruire un intero calendario di eventi -
dichiara Guido Bragato Assessore alla Cultura del Comune di Legnano. Oggi, mentre viviamo
una ripartenza che speriamo si consolidi, presentiamo un programma ricco, articolato, in cui
emerge chiaro l’approccio che intendiamo dare alle iniziative culturali. C’è un’eccellenza
legnanese che ha dato lustro alla nostra città nel Paese, ci sono eventi diffusi sul territorio
intorno al nucleo della mostra a Palazzo Leone da Perego, c’è il coinvolgimento forte
dell’Amministrazione unito all’impegno di altre realtà cittadine per dare a Musazzi, cento anni
dopo, tutta l’attenzione che merita».

Con il sostegno della Bcc


di Busto Garolfo e Buguggiate
Gli appuntamenti del centenario, che si snoderanno per tutto il 2021, avranno inizio il 10
maggio con la presentazione di “Felice di essere Musazzi” (La Memoria del Mondo libreria
editrice), la biografia dell’attore realizzata a partire dai materiali inediti presenti nel suo
archivio personale. È stata, infatti, la famiglia a riaprire i cassetti in cui erano depositate le
tante e diverse testimonianze della carriera di Musazzi, foto di scena, copioni di spettacoli,
ma anche lettere e altri manoscritti capaci di restituire in modo completo la personalità di uno
degli interpreti più originali del teatro dialettale nel ‘900.

Quello di Musazzi è stato un percorso tutt’altro che canonico: senza alcuna preparazione
accademica è riuscito a diventare un vero fenomeno in ambito teatrale inventandosi e
costruendosi come autore, regista e interprete di lavori che hanno raccolto per anni successi
sui palchi di tutta Italia, anche in località dove il dialetto legnanese non era minimamente
conosciuto. Nel libro è indagata anche la dimensione più privata della sua vita, dall’infanzia in
famiglia alla prigionia in Urss durante la guerra al ritorno al lavoro nella fabbrica Franco Tosi.

Il libro, curato dal Comitato per il Centenario, si avvale della prefazione di Maurizio Porro,
critico teatrale de Il Corriere della Sera e dei testi dei giornalisti Cristina Masetti e Luca Nazari;
di Alberto Bentoglio, direttore del Dipartimento di Beni Culturali e Ambientali dell’Università
degli Studi Di Milano; di Nicholas Vitaliano, docente di Storia del Teatro e dello Spettacolo
dell’Università degli Studi di Milano e di Alessio Francesco Palmieri Marinoni, docente di
Storia del Costume Teatrale.

Della figura di Musazzi e della sua rilevanza nel panorama teatrale nazionale si occuperà la
tavola rotonda on-line “Peccato che la più grande attrice italiana sia un uomo”, la frase spesa
nei suoi confronti da Giorgio Strehler. La tavola rotonda è in programma il 19 maggio sulla
pagina facebook “Città di Legnano Palazzo Malinverni” con l’attore e drammaturgo Paolo
Scheriani nelle vesti di moderatore e gli interventi di Alberto Bentoglio, Nicholas Vitaliano,
Maurizio Porro, dello storico del teatro e giornalista Andrea Bisicchia, del regista Filippo
Crivelli e dell’assessore alla Cultura del Comune di Milano Filippo Del Corno.

Il 28 maggio sarà inaugurata a Palazzo Leone da Perego la mostra “Felice di essere Musazzi”,
con lo stesso titolo del libro a sottolineare il legame fra la ricerca svolta per la stesura del testo
e la restituzione materiale e visiva della vicenda personale e artistica di Musazzi. La mostra,
aperta al pubblico dal 29 maggio al 4 luglio, allineerà cimeli originali, costumi, copioni accanto
a rari filmati d’epoca in un susseguirsi di ambienti tematici: dalla Legnano dei cortili, ossia
l’inesauribile fonte di ispirazione per le pièce di Musazzi, alle scene teatrali ricostruite, dal
mondo della rivista a una galleria di riconoscimenti ricevuti dall’attore e da scatti che lo
ritraggono con alcune grandi personalità del mondo dello spettacolo. Sempre a Palazzo
Leone da Perego, nello stesso periodo, a cura del Gruppo fotografico della Famiglia
Legnanese, sarà allestita una mostra di proiezioni di immagini di ambienti legnanesi e una
foto di Musazzi ambientata.

Con il sostegno della Bcc


di Busto Garolfo e Buguggiate
Fra luglio e agosto si prevede l’allestimento dell’esposizione “Un fiume di risate”, una serie di
pannelli lungo il corso dell’Olona con immagini di Musazzi e della Legnano del suo tempo
inframezzate da frasi estrapolate dai suoi testi teatrali. Compatibilmente con l’evolversi della
situazione pandemia, sempre a cavallo fra luglio e agosto, con l’intento di ritrovare
l’ambientazione originale dei lavori di Musazzi, si terrà la rassegna di tre serate “Corti e
cortili”, momenti di letture di brani tratti dalle pièce di Musazzi e di approfondimento sulla sua
figura con contributi di personalità del mondo del teatro e della cultura e di chi lo ha
personalmente conosciuto.

Dal 4 al 12 settembre la Famiglia Legnanese ospiterà nella propria sede “Teatro 900”, una
mostra di locandine, manifesti e altro materiale su spettacoli teatrali organizzata
dall'Associazione Festival del teatro e della comicità Città di Luino.

Sono in corso di valutazione iniziative per coinvolgere le scuole a partire dal prossimo anno
scolastico.

La conclusione delle manifestazione del centenario sarà, a dicembre, l’assegnazione del


“Premio Felice Musazzi Città di Legnano”, riconoscimento che andrà a una figura dello
spettacolo.

I partner del centenario:

«La persona, l’arte, il genio di Felice Musazzi sono un patrimonio che dobbiamo conservare -
dichiara Roberto Scazzosi, Presidente della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate. Sono la
nostra memoria, quella dei nostri genitori e dei nostri nonni. Perché il ricordo è un valore
aggiunto: ci dice chi siamo e ci permette di non dimenticare da dove veniamo. Una banca
locale, una banca con più di 120 anni di storia quale è la Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate,
è attenta al territorio, alle sue evoluzioni e ai suoi cambiamenti. Felice Musazzi ha però
rimesso al centro il valore della mutualità che contraddistingueva le vecchie corti e ha
evidenziato le specificità di un territorio, del nostro territorio. Lo vogliamo celebrare affinché
la sua arte diventi patrimonio condiviso all’insegna di un localismo che non è chiusura, ma
l’essere comunità; una comunità attenta dove, insieme, possiamo aiutarci a crescere».

«Sono molte le ragioni per cui non potevamo mancare questo importante centenario - spiega
Salvatore Forte, presidente Fondazione Comunitaria del Ticino Olona. Come ente
filantropico di prossimità cerchiamo di declinare i temi generali e universali sul territorio di
competenza. Potremmo dire che pensiamo globalmente e agiamo localmente. Esattamente
quello che, fatte le debite distinzioni, faceva Felice Musazzi affrontando tematiche universali
attraverso la vita e le discussioni di cortile. Si ride molto perché le difficoltà, piccole o grandi
che siano, si affrontano con il sorriso sulle labbra conoscendo l’arte antica dell’arrangiarsi e
dell’essere solidali con gli altri. Ecco, la solidarietà è l’altra faccia dell’impegno della nostra
fondazione».

Con il sostegno della Bcc


di Busto Garolfo e Buguggiate
Calendario

10 Maggio:
Presentazione libro “Felice di essere Musazzi”,
ore 18.00 al Teatro Tirinnanzi e sulla pagina Facebook
“Città di Legnano – Palazzo Malinverni”

19 Maggio:
Tavola rotonda “Peccato che la più grande attrice italiana sia un uomo”,
Ore 21 pagina Facebook “Città di Legnano - Palazzo Malinverni”

28 Maggio:
Inaugurazione mostra “Felice di essere Musazzi”;
Aperta a Palazzo Leone da Perego dal 29 maggio al 4 luglio

Luglio - Agosto:
Esposizione “Un fiume di risate” sul lungo Olona

Luglio - Agosto:
Tre serate “Corti e cortili”

4 - 12 Settembre:
“Teatro 900”, mostra di locandine e di materiali su spettacoli teatrali
nella sede della Famiglia Legnanese

Dicembre:
Consegna “Premio Felice Musazzi Città di Legnano”

Con il sostegno della Bcc


di Busto Garolfo e Buguggiate