Sei sulla pagina 1di 2

EMMELINE PANKHURST 

Emmeline Pankhurst nacque il 15 luglio del 1858 a Goulden.


È stata un’attivista, una politica britannica e la principale esponente
del movimento delle suffragette.
Lottò per difendere i diritti delle donne, per ottenere il riconoscimento del
diritto di voto e per la loro partecipazione alla vita politica, perché nella
società passata, le donne non avevano accesso alle attività professionali
degli uomini.
Nel 1903 Emmeline Pankhurst fondò l’Unione sociale politica e femminile
(un'organizzazione militante leader nella campagna per il suffragio femminile
nel Regno Unito dal 1903 al 1918) ma venne arrestata due volte, nel 1905 e
nel 1914 per la propria attività di protesta.
Nel 1917 Pankhurst trasformò la  Women's Social and Political Union nel
"Women's Party", dedicato alla parità femminile nella vita pubblica e basato
sullo slogan "Vittoria, sicurezza nazionale e progresso”.
Uno dei suoi discorsi più famosi fu “Libertà o morte” tenuto in Connecticut nel
1913 grazie al quale il governo concesse il diritto di voto alle donne dal 1918
nel "Representation of the People Act". “Libertà o morte” costituì una forte
dichiarazione: le suffragette avrebbero combattuto fino alla morte per
ottenere il diritto di voto.
Le sue tre figlie Christabal, Sylvia e Adela seguirono le ombre della madre
nella lotta per i diritti delle donne ed insieme fondarono "Olympic
Suffragettes".
Emmeline Pankhurst Morì il 14 giugno del 1928 e fu commemorata due anni
dopo con una statua posta all'interno dei Victoria Tower Gardens.
La rivista Time nel 1999 la dichiarò come una delle “persone più importanti
del XX secolo”.
Emmeline Pankhurst was born on 15 July 1858 in Goulden. 
She was an activist, a British politician, and the leading member of the
suffrage movement.
She fought for women’s rights, for recognition of the right to vote and for their
participation in political life, because in past society women didn’t have
access to men’s professional activities.

In 1903 Emmeline Pankhurst founded the Political and Women’s Social Union
(a leading militant organisation in the UK campaign for women’s suffrage from
1903 to 1918) but she was arrested twice, in 1905 and 1914 for her own
protest activities.
In 1917 Pankhurst transformed the Women’s Social and Political Union into
the "Women’s Party", dedicated to women’s equality in public life and based
on the slogan "Victory, national security and progress".

One of her most famous speeches was "Liberty or Death" held in Connecticut
in 1913, where the government granted women the right to vote from 1918 in
the "Representation of the People Act".
"Liberty or death" was a strong statement that the suffragettes would fight to
the death to obtain the right to vote.
Her three daughters Christabal, Sylvia and Adela followed her mother’s
shadows in the struggle for women’s rights and together founded "Olympic
Suffragettes".

She died on 14 June 1928 and was commemorated two years later with a
statue in the Victoria Gardens. Time magazine in 1999 declared her as one of
the "most important people of the 20th century".