Sei sulla pagina 1di 2

Attività professionale: “ Studio Artistico - Servizi per l’Immagine “

Anno d’inizio: 1994

Durata 156 mesi

una breve descrizione (1000 caratteri max),

Con Il conseguimento della Laurea in Scenografia, ritenni doveroso svolgere un


lavoro che mi consentisse un’esplorazione più libera e dotta del mondo circostante
in tutte le sue manifestazioni, per cui decisi di aprire uno studio professionale di
servizi all’immagine: fotografia ( ritrattistica, still life, servizi cerimoniali e industriali,
ecc…); video (riprese pubblicitarie, postproduzione, progettazione spot, ecc..);
grafica (realizzazione brochure, cataloghi, servizi per locations, depliants, ecc…).

quello che l’esperienza ha insegnato al docente (1500 caratteri max)

Di fondamentale importanza è stata l’esperienza professionale vissuta in campo


artistico e nell’ambito della comunicazione visiva. Durante il percorso professionale,
ho dedicato la mia attenzione sia sensoriale che emotiva allo sviluppo di una
“coscienza” dell’osservazione, rivolta a percepire quanto non è investito
semplicemente dal senso visivo, ma da ciò che si nasconde nella esistenza stessa di
un’immagine come acquisita da una sensibilità contemplativa. Il dover ottemperare
alle esigenze commerciali anche semplici dei miei committenti mi ha spronato a
trovare anche lì dove non era richiesto un senso estetico capace di fornire stimoli
sensoriali utili al concepimento di un punto di vista comunque alternativo oltre il
visibile.

come la stessa esperienza ha inciso sulla sua professionalità (altri 1500 caratteri max).
Ricerca costante e studio confortano la necessità mia intrinseca di palesare lo spazio
in dimensioni evolute, riscontrabili attraverso un tempo fermo, in un immagine
senza tempo, dove l’estemporaneità è soggetto della comunicazione visiva e
conduce l’osservatore ad una presa di coscienza alternativa ed emotivamente
partecipata della stasi iconografica, dedotta da percezione individuale. Questo
aspetto che ritengo capace di stimolare la percezione spazio tempo senza il
pregiudizio del prima e del dopo è il sogno che vorrei vivesse ogni allievo,
frequentante la mia materia. Il curricolo lo guiderà all’acquisizione spontanea e
deduttiva di tale manifestazione. Ogni elemento sottoposto all’attenzione, prima
sensoriale e poi critica dell’allievo, è volto a spronare la sua audacia a guardare la
realtà senza filtri culturali o sociali, affinché essa possa aprire orizzonti in cui la sua
creatività si esprima con una sola immagine comprensiva della sua fase evolutiva.

Potrebbero piacerti anche