Sei sulla pagina 1di 24

Gazzetta E iciale

DEL REGNO D'ITALIA


Anno 1902 Roma -
3Iercoledì 2 Luglio Numero 153

DIREZIONE Si pul blica in Roma tutti i ioral non festivi AHMINISTRAZIONE


Via Larga ne1 Palazzo Baleani in Via Larga nel Palazzo Baleani

.Abbongaznenti IEngsex.•mioni
In Roma, presso l'Amministrazione:
anno L. .'Et; semestre L. 27; tr.mestre L. O Atti giudiziar i L. O.85 |
per ogni linen spazio di linea.'
, . .
. ,
o
. .
. . . . . ,

adomicilio e nel Regno :


SS: 29; > » >» SO Altri aucunzi. . »
Per gli Stati dell'Unione Postala:
. . . . . . . . . · •

so: ga; , >, as . » ,


siirigere le richieste per io innermieni emelusira-ente alla
Per gli altri Stati si
aggiungono le tasse postalt· .dskassefselsta•œzione eleffe Gazzette.
Gli abbonamenti si prendono Per le modalità delië richiend d insay.loul vetidriti lé'à!rfortenze in testa
premmo l' Amministrazione e gli
K1tMes postali; decorrono dal I" d'ogni snese, el foglio degli annunzi.

Un numero separato in Roma cent. 10 nel Regno cent. 1."> arretrato in Roma cent. SO
-
nel Regno cent. 30 -
- - all'Estero cent. &$
Se il giornate si cornpone d'oltre 16 pagine, il presso si auntenta proporsidnatamente.

PARTE UFFICIALE
'°""^"'°

PARTE UFFICIALE.

Ordini dei Ss. Maurizio e I.psaro e dëlla Corona d'Italia: ORDINE DEI Ss. MAURI7;IO E LAZZARO
Nominä e promozioni -
Leggi I.eggi on. 233,
e dooreti:
234, e dal 236 al 238 ziflettenti rispettivamente : Cogicessione Sua MapstìL si conspiache topzigare pelf Ording de
di un prestite-lotteria in favore della Cassa Nazionale. di ßs. Materizid e Lazzako:
presidenza p :Tinvälidità e la vecchiaia degli opera e
Di Suo Motu-Proprio :
della Sociël Dante Alighieri , ; tumulazione,'nel tëmpio
P2ihÑ•mo dillaÒalida Con decreff del maggio 1002:
di 8 fe i di France
oàsaliere
Ferrara; approvazione di spesa ped lavori áúpþletivi di Balduíno Sebasiiano Carlo di Giusoþyo.
complepsento all'edijicio di Castel Capuano in Napoli ; ëa- Bevilacqua-Ariásti marcËese doti,Libe.rto juca di Tornang:
riazione alla denominazione .del capitolo n. 283 dello Con decreti dél Í5 mag lo 1902:
státo di precisione Úella spesa del Ministero dei Lavori Ad «fjiziaTe :

Cambieri Vegezzi C&rlo.


PiebpliÔ°. per ipserdizio finanziario 1901-902 ; regime fi-
cav.
A cavaliere .•
scale degli zuccheri RR. deoreti nn. -- 183 e 184 coi
Rasini di Mortigliengo conte Giuseppe, tenodte colonnello dogÎi'al-
qtiali,.vengono approvati il nuovo Statuto e il Regolamento pini nella milizia territoriale.
feenico della Cassa Naziônale di previdenza per la invali- Rosso cay. Oresto, capitano medioo.

difa e la vecchiaia degli operai - B. decreto n. 239 per


Con decreti del 21 maggio 1902:
A gran cordone:
Tapplicazione della legge 2 luglio 1902, n. 238, circa il
Balbo Bertone di Sambuy egnto
popm. .Ernesto, senatore del Re-
regime fiscale degli zuccheri Relazioni e RR. decreti'
gno, presidente del Çdmitato pel ponumento nazionale al
-

sulla proroga . dei pçteri dei -


NR. Commissari .straor- principe Ainedeo di Savoia testa oregosi in Ïqrino.
dinari di Olieira (Sassari), e Bannio (Nova'ra) -..-
Trinistero A grand'uffixiale:
Guiccioli marchese Alessandro, s ätore del Reg·no, prefetto della
della Guerra Disposizioni fatte nel personale dipendente
p ovincia dt Torino.
-MiniÈNo dei Tesoro - Direziono Gonoralo del Debito Pub-
Casan (dei baroni) nob. Severino, senatore del Regno, sindaco della
blico Reiti a d'iŠtestagione -
Diroziono Generalo del Tesoio: città dî Torino:
Prezzo deícambio pei'certificati di pagamënto dei-dasi do- A comniendatoré :

ganali d'impèrtadione .-..


Minintero'.de Agricoltura, In- Sacheri ing. prof. eav. Giovantii, segretafio del Comitato pel mo-

dustria e Co -1)i#iÃíono Industžia o Commercio:


ercio pumonto nazionale al Principe Amedeo di Savoia, testa erei-
tosi ni Torino.
Media de écr i def ChŠsbŠdato coûtånÑ nelle varie rsea
Del Balzo.baronc Gerolamo, segretario dolla Presidenza dolla Ca-
del Regno -

Conoõrsg mora dei deputati.


P TE NýN UPFICIÅLE. Biscaretti di Ruffia conte Roberto, questore della Camera dei de-
Senato ,del Regno : dutti del i° luglio - Diario Estero --
putati.
-
Notizie 1;ario -
Telegrammidell'Agongia Stefani-Bol-
Ad afjiziale:-
(per l'opera di.si iteressa¢a, indefes¢a, efficaceuprestata a vantag
lettino meteo rico E lnserzioni.
gio della pubblica Aniministrazione in Napoli).
Fadda prof. Carlo, sub-commissario.
8050 GAZZETTA UFFICIALE DEL REGNO D' ITALIA

Beltrami Giovanni, sub-commissario. A cavaliefe:


Oglialoro prof. Agostind, id. LamborÍzio ing. Giorgio, capo dell'Ufficio tecnico municipale di San
Fei·raro avv. Luigi, id. .Romo.
De Vera d'Aragona Emilio, Duca di Carinari, id, Carozzi Giuseppe, sägretario comunale, presidente dell'Asilo infan-
Panzuti avv. nobil?Fiai
sco, Â, tile di Castolatiovo Bormida (Alessandria).
Capasso conto to'rio, iiÍ Con decreti del 10 maggio 1902:
A.cqualiere: Ad ugziale:
Albertini Gueumo, assessore municipale di Torino, presidente del Vannini Giovanni, tonente colonnello in ritivo.
Comitato popolare pel ricordo monumentale del Re Umberto I, A cavaliere :

testo inauguratosi in Supergg. Cadorin Vincenzo, scultore.


Sulla proposta del Ministro dell'Interno : 1902:
Con decreti del 21 maggio
Con decreti del 1° maggio 1932 :
A gran cordone :
A commendatore :
Carutti di Cantogno barone Domenico, senatore del Regno, inca-
Mkšëaforii comm. avv. Giuseppe Ulisse, prefetto collocato a riposo. ricato della direziono della biblioteca Realo.
Ad ufjiziale :
A commendatore :
Cantono comm. avv. Luigi Angelo prefetto collocato a riposo.
Calandra cav. del monumento nazionale
Davide, scultore, autore
Sulla proposta del Ministro della Marina :
al Principe Amedeo di Savoia, testh orettosi in Torino.
Con. decreto del .27 aprile 1902 :
Ad ugziale:
A cavaliere :

Bilizi Alberto, Usseglio cav. Loopoldo, presidente del Comitato per la fon-
avv.
commissario capo di 2a classe nel Corpo di com-
dazione della Colonia Alping « Umberto I » pot'fariciulli pöveri.
missariato militare marittimo, collocato a riposo.
Sperati cav. Emilio, fonditore della statua pel monumento nazio-
Sulla proposta del Ministro della Guerra :
naie al Principe Amedeo di Savoia, testé cre.ttoni a Torino.
Con decreto del 3 aprilo 1902: I'ozzi cav. Taneredi, scultore, autore del ricordo monumentale del
A cavaliere: Ro Umberto I, testo inauguratosi a Superga.
Cianetti Enrico, cassiere nel personale dell'Amministrazione
cav. Bonnet prof. cav. don Amedeo, cappellañQi Sua Maesta, prefetto
centrale della Guorra, collocato a riposo. della R. Basilica di Superga.
SulkåÑposta del Ministro dei Lavori Pubblici : Corrora prof. cav. Luigi, sub-commissario (por l'bpora disinteres-

Con decreti del 1° maggio 1902: sata, indefessa, efficaceprostata a vantaggía della pubblica
A commendatore :
Amministrazione in Napoli).
Balladore comm. Luigi, ispettore di la classe nel Genio civile. col- A cavaliere :

locato a riposo. nazionale


Lippi Pietro, fonditore degli altorilievi pel mon'umento
Perosini comm. Giuseppe, id. id. orettosi Toritio.
al Principo Amedeo di Savoia, testò jn
A cavaliere :
Rava Giacomo, vice presidente del Comitato popolare pel icorda

Fiory cav.Edoardo, ingegnere capo di la clamo, nel Genio civile, monumentale al Re Umberto I, testo inauguratosi a Superga.
collocato a riposo.
Capello Alessio, segretario del Comitato id. id.
Sulla,proposta, del Ministro delle Poste e dei Telegrafi : Cito conte Ferdinando, sub-commissario (per l'opera disinteressata,

Con decreti del 1° maggio 1902:


iÃdefessa, efficace, prostata a vantaggio della pubblica Attimi-
nistrazione in Napoli).
A cavaliere :
Bosco di Ruffino cav. Luigi, segretario di la classe nell'Ammini- Capece-Minutolo, sub-commissario (id. id.).
zione delle Poste del Telegrafi, collocato
e a riposo. Sulla proposta del Presidente del Consiglio dei Mi-
Burroni cav. Domizio, id. id.
nistri:
Fasciolo cav. Luigi, id. id.
Con decreti del 15 maggio 1902:
Sulla proposta del Ministro di Grazia e Giustizia e Ad uffiziale:
dei Culti: Marzinotto cav.Augusto fu Antonio.
Con decreto del 1° maggio 1902: Ticazzi cav. Napoleone.
dott.
Ad uffi.iale : Weiss cav. prof. Gioyanni.
Majone cas. Giuseþ¡ie, consigliero di Corte d'appello. collocato a A cavaliere :

riposo a sua domanda. Marini monsignore prof. Tommaso. ·

S.ulla,proposta del Ministro del Tosoro : Wiel Isidoro fu Giuseppe.


Con decreti del 15:maggio 1902: Bertelli-Vittorio fu Alessandro.
A co intendatore : Foriii utonio fu Mauro.
Ferrara-Bracco. comm. Franceseo, direttore capo divisione di la Mariani prof. Mariano fu Cesare.
classe nel Ministero del Tesoro, collocato a riposo. Sulla proposta del Ministro dell'Interno :

Con decreti del l° inaggio 1902:

A grand'ufficiale :
ORDINE D,ELLA CORONA D' ITALIA
Segro comiu. avv. Felice, prefetto collocato a riposo.
A conentendatore:
Sua Maestà si compiacque nominare nell' Ordine prefetto
Hoffer cav. Antonio, collocato a riposo.
della Corona d'Italia : A cavaliere :

Di Suo Motu-Proprio: Vasta Gabriele, delegato di pubblica sieurezza collocato a riposo.

Con decì•eti del 1° maggio 1902 :. Con decreto del 15 maggio 1902:
A commendatorc:
A commendatore :
Gioda cav. avv. Simone, questore di Torino.
Pellegrino cav. avv. Giuseppe fu Francesco
GAZZETTA UFFICIALE DEL REGNO D' ITALIA 3051

Sulla proposta del Ministro dell'Istruzione Pubblica: Con decreti del 15 maggio 1902:
A .commendatore :
Con decreti del 27 aprile 1002 :
Corsi cav. Tito, direttoro capo di ragioneria nel Ministero dello
A cavaliere :
Finanze.
Literati Franca.apubþlicista.
Cotta cav. Nicola, intendento di finanza.
Colonna- Ferdinando, ispettore onorario dello antichiti
por le pro-
vincie di Napoli e Benevonto. Ad uffiziale :
Fontana prof. Giovanni Battista, titolare di Mongiardino Felice, capo actiorìo amministrativo nel Mi-
cav. avv.
lingua ingleso nel mistoro dello Finanze.
It istituto tecnico di Trapani.
Prampolini cav. dott. Luigi, intendento di finanza.
Sulla proposta del Ministro di Grazia Giustizia dei
o e Marotta cav. Luigi, direttore di dogana.
Culti: A cavaliere:
Con doereto del 27 aprilo 1902: Del Bava Riccobaldi Giusoppo, segretario amministrativo nel 311-

A gran cordone : mistero delle Finanze.


Giusto comm. Teofilo, primo presidento dolla, Corto d' appollo di Focacci dott Cesare, id, id.
TorÏno, collocato a riposo a sua domanda. Bianchi Ferruccio, id. id.
Con decreto del l° maggio 1902 : No'dari Luigi, segretario amministrativo nelle Intendenze <\i ti-
Ad reffiziale.E nanza.
Sanfolied cav Giulio, segrotario di carriora amministrativa nol Mi- Giuliani Gustavo Augusto, id. id.
nisto di Grazia e Giustizia o dei Culti, di cui sono acdettËte Bollasi nob. Riccardo, id. id.
lo dimissioni. Zappa dott. Luigi, ispettore demaniale.
Ocn decreta del 15 maggio 1902: Cóntin Extrico, commissario.alle visite iiolle dogano.
A cavaliere Campioni Tommaso, agento superioro dello imposto dirette.
mojo, -lirositÌente
.

Rao del Consiglio notarilo di Lualdi Ercolo, ingegnere negli Uffici tecniel ili finanza.
Tgmini Imoreso. Gramignani ing. Camillo, ufficiale tecnico nelle nianinitture
Sulla proposta del Ministro dei Lavori Pubblici: dei
tabacchi,
Con decreti del 1° maggio 1902:
Carmignani Enrico, industriale in Milano.
reffiziale.
A<l
Mielmloni Carlo, presidente della Comniissione
avv. di la istanza
31alusa Stanislao Benvenuto, ingegnere
cav.
capo di la classe del per Id imptiste ditotté di Carrára
'

Gonio civilà, collocato a riposo. Cortese Giovanni Battista, commerciante in Genova.


Rossiñ¿av. Giovanni Battista, id. id.
Gonzalos caf. Domoniop Antonio, id. id.
3Iarcliiori cav. Pîotro, ingegnere di la classe, id. id.

A cavaliere :
LEGEØEL:S .DIEOCIMOTI
ColagFrancesco, capo uflielo nello strade ferrate Rete l\Iediter- Il Numero 238 della Raccolta ufficiale delle leggi e dei decrets
ranoä, collocato.a riposo. del Regno contiene la seguente legge:
Zina Casimiro Carlo,9ufficiolo d'ordinorli la classo neL Genio ci-
VITTORIO EMANUELE III
vile, collocato, a riposo.
Con deoreto del 15 maggio 1902: per grazia di. Bio e per volonth della Nazione
.A commendatore :
RE D'ITALIA
Gravaghi cav. Luigi, ispettoro di Sa classe nel Genio civile, collo.
Il Senato la Camera dei Deputati hanno approvato;
e
cato a riposo:
Noi abbialno sanzionato e promulghiamo quanto segue:
Suna'proposta del Ministro delle Posto e dei Tolografi:
Con decreto del 1° maggio 1902: Art. I.
.

A cavaliere: Alla Cassa Nazionale di previdenza per la vecchiaia e


3Iolina Cailo; capo d'ufficio nell'Amministrazione delle Poste dei
o
la invalidità dogli operai ed alla Socioth « Dayte Ali-
T ogrifl, collocato ariposo.
Sulla konsta del Ministro del Tesoro: ghieri » è data concessione di fare un prestito-lotteria
Con decreto del 1° maggio 1902:
e all'uopo di emetteia 500,000 obbligazioni da 20 lire
ciascuna al portatore, cón esenzione dalle tasse di bollo
A commendatore:
Trosti cav..avv. Gaetanó, direttore o di circolazione, alla condizione che gli utili spettino
generale della Cassa di rispar-
mio di Milano. per sette decimi al a Cassa Nazionale di Ikevidepza o
Sulla proposta, del Ministro della Marina: per tre decimi alla Sociëth « Dante Alighieri i .

Con decreti del 15 maggio 1902: L'emissione delle obbligazioni dovrà farsi nel termino
A commendatore i di tre anni dalla pubblicazione di questa legge il rim-
Sorrentino Giorgio, capitano di vascello nel borso delle obbligazioni, combinato col premî del pre-
Corpo d llo stato mag-
giore delliIt. Alarina, collocato .in posizione di se.rvizio ausi- stito, seguirà 50 anni
nei immediatamente successivi,
lia.r.io;
..
mediante estrazioni semestralí.
A cavaliere :

Rolandi Iticci Lorenzo, ufliciale di


porto di la classo nel perso- Art. 2.
nale delle Capitanõrio di
porto, collocato a riposo a sua do-
manda. piano dell'operazíone del prestito delle garanzie e
Il
delle
Sulla propósta del Rinistro delle Finanze : estrazioni, con cui dovrà essero provveduto al pa-
Con decreto del 1 maggio 1903: gamento dei premî e al rimborso delle. obbligazioni, do-
A cavaliere :
vrà essere approvato con R. decreto promosso dai 31i-
Dellalonga Michele. ricevitore di dogana, collocato a riposo. nistri delle Finanze e del Tesoro.
3051 GAZZETTA UFFICIALE DEL RËGNO D' ITALIA

Art. 3. decreti del Regno d'Italia, mandando a chiunque spetti di


Il collocamento delle obblÍýzÏoni sirà fatto osservarla e di farla osservare come legge dello Stato.
per mezzo

di"Istituti di credito o di risparmio, che sì obbligl1ino Data a Roma, addì 19 giugno 1902.
a versarne alla Cassa dàýøsiti
prostiti il prezzo inte-
e VITiOÌtIÖ ËÑÁNÎJELË.
grale, diminuità soltanto delle spese dÏ provvigione. GIOLÏTTI.
La delegazione agli Istituti medesinii o a un gruppo Visto, Il Guardasigilli : _Cocoo-ORTU.
di Istituti consorziati a questo scopo e la determinazione
delle speso di provvigione dovranno essere approvate Il Numero 238 della Raccolta ufficiale delle leggi e dei decreti
dal Ministro del Tesoro. del Regno contiene la seguen¢e legge :

VITTORIO EMANUELE IÏI


Art. 4.

Le obbligazioni da emettersi saranno divise in serie. RE D'ITALIA

Dopo la prima serie, nessun' altra


potrà essero emessa Il Senato e la Camera dei Daputati hanno approvato ;
fino che in conto di
a quella procedonte, compresa la Noi abbiaino sähzionato o liro1üülghiamottluäilto èòguo :
prima, non sia stata versata nella Cassa depositi e
pre- Art. 1.
stiti la somma sufficiente a guarentire rispettivamente -
È approvata la spesa di lire dueceittoquarantadue-
la corrisponsione, a suo tempo, dei rimborsi e dei premî.
mila (L. 242,000) per il 2° lotto dei lavori suppletivi
di complemento dell'edificio di Casteleapuino, in colifor-
mità del progetto redatto dall'Ufficio del Genio civile
Il rimborso delle obbligazioni ed il pagamento dei ed approvato dal Consiglio superiore dei Lavori Pub-
promt saranno guarenflti Áal prego delli obbligazioni,
blici.
finchè questo riniane presso gli Istituti incaricati di ven- '

Art. 2.
derle à poi dal deposito presso la Cassa depositi e pre ^

Le che sopravanzeraunty su queRe stanziate


somme
stiti della somma occorrente
per 1 rimborso delle ob-
con la presente legge e con l'altra del 22 láglio 1897,
bliggioni ed.flgrii Ïo dei remî. Questa somma rimarrà
vincolata a favore dai por.tatáýi délÏe olibligazioni fino n. 322, nei bÚãnci dei MinÌsteri di Giuiltizia GrÀÁp
alla totale e delle Finanze, rimangono impegnate per soppprire alle
egiff4oue d lsprästit ulteriori spese.dì trasferimento degli uffici udiziari a

Akt. 6. Casteleapuano.
conyenziëni che occorreranno per l'esecuzione del-
Le Ordiniamo che la presente,. mtulita dal sigille' dello
la presente legge saÑauno sÀtthposÎe alla taskfissa di Stato, sia iiišerta nèÏlà Ïtaâcòlta ŸfÏicìÉl leggi e deidelle

registro di lira una. decreti del Regno dTtalia, manilanga,chiunqyo spetti di


osservarla di farla legge dello Stato.
Ordiniamo ché la presente, munita Àel sigillo dello e osservare come

Stato, sia inserta nella Itaccolta ufficiale delle leggi e dei Data a Roma; addi 29 giugno 1902.
decreti del Itegno d'ItalË, iniñdando a chiunque spotti di VITTORIO IWANUELE.
osservarla o di farla osservare cdme legge dello Stito. F. Cocco-ORTo.
Data a RoËa, a di 19 giugno ÌÔ0Š. Th BROAL10.
ÛARCANO.
VITTORIO EMANUELE.
r Visto; Il Guardasigilli : Cocco-Onto.
G. ZANARDELLI.
CARCANO. I III

Visio, È È ardasÍýiÏii: Các v. Il Niesitei .Ë ilella Éaccolta ágoia'ie ilÑle i i e ÍIÀiÉcreti


del Regno contiene la segreente legge:
VITTOÏìÏO EMANUELE III
Il Nuniero 281 della Raccolta ujßciale delle leggi e dei ûecreti
del Regno contiene la seguente legge :
per graziá di Dio e ýer koloiiti dëlla Naziono
RE Ú'ITÁf)A
VITTORIO.EMANUELE III
Il Senato e la Camera dei Deputåti Ï1anno approvato;
per grgzia di Dio e per volonth della Nazione
Noi, a6biamo sanzionato e promulghiamo quanto segue:
RE D'ITALIA

Il Senato e la Camera dei Deputati hanno approvato; Articolo unico.


Noi abbiamo sanzionato e promulghiamo quanto segue: La denominazione del capitolo 283 dello stäiWili pre-
Articolo unico. visione della spesa del Ministero dei Lavori #ilbblici
È autorizzata la tumulazionc álla salma di Fran- per l'eserciziö 1901-002 è modificata fiol Söd giihiit'e:
cesco Ferrara nel tempio di San Domenico in Palermo. « Porto di San Remo Costružiolib d'lina banchina ».
-

Ordiniamo che la presente, munita del sigillo dello Ordiniamo che la lireëenfe, inunita del sigillo dello
Stato, sia inserta nella Raccolta ufficiale delle leggi e dei Stato, sia inserta nella Itaccolta ufficiale delle leggi e dei
GAZZETTA UFFICIALE DEL REGNO D' ITALIA 3053

decreti del Regno d'Italia, mandando a chiunque spett° di tità ed alla classe dello zucchero che verrà introdotto
o'ssiroarla eN firla osservare como legge dello Stato. nel magazzini.
Data a Roma, addì 29 giugno 1902. Art. 8.
Terminata la campagna saccarifera, i bassi prodotti,
VITTORIO E3IANUELE.
allo stato di sciroppi, masso cotte e simili, potianno es-
DI BROGLIO.
sere anche conservati nei locali e negli apparecchi di
BALENZANO. ,

sto, li Guardasigilli: Cocco-ORTU. fabbrica, purchò sia data cauzione nella nusura o not
modi stabiliti dal Ëegolamento. Potranno altresl essero
immediatamente spediti ad altra fabbrica o raflineria per
Il Numero .NS della Raccolta «giciale delle leggi e dei decreti
esservi rilavorati, nel qual caso verranno accompagnati
dgl Reÿno contiene la seguente legge :
con b6lletta di cauzione
e prest in carico dalla fabbrica
VITTORIO EMANUELE III
di destinazione all'effetto di assoggettare a tassa lo zuc-
per grazia di Dio e per volonth dellalNazione chero cho no sarh ricavato.
RË D'ITALIA
Art. 7.
Il Senato e la Camera dei Deputati approvato;
hanno
L controversie che sorgessero rispetto alla Ëassifi-
Noi abbiamo sanzionato o
promulghiargo quanto segue:
cazione dei prodotti indicati negli articoli 2, 3 4,
Art. 1. e sa-
ranno risolute con le norple stabilite dalla 13
La nota alla voce 14-a della tariffa dei dazi doganali legge no-

(testo unico approvato col R. deoreto 24 novembreT898, vembre. 1887, n. 5028, intendendosi sostituito l'Ufficio
tecnico di finanza alla dogana.
n. 679), è sostituita con la seguente :

« Appartengono alla prima classe gli zuccheri con ren- Art. 8.


dimento in raffinato superiore a 94 per cento. La restituzione dei diritti accordata dall'articolo 5
< Il rendimento si ottiene deducendo dalla percentuale della legge agostò 1895, n. 486, o dai RR. do-
dell'8
in siccarosio la percontuale di ceneri solubili moltipli- creti del 29 maggio 1895, n. 353, e del 27 giugno 1897,
5. n. 311, ai prodotti contenenti zucchero che si
cata pel esportano
Álpjartengono pure,alla prima classe gli zuccheri me- all'estero, sarà con decreto Reale modificata .guisa ,in
scolati sostanze atto ad abbassarne il rendimento che alla quantità di zucchero
a ».
aggiunto ai prodotti cor-
Ai-t. 2. risponda il rimborso della tassa interna di fabbricazione
La tassa di fabbricazione dello zucchero indigeno sarà stahilita per gli zuccheri di 16 classe.
sacertata in. sta levaarrtene sulTa quitità di ziiccheri I prodotti, oltN allo zucchero contengono glucosio
che
effbttivamento' prodotti, distinguendo questi zucoheri in od altre sostanze atte a sostituire lo zucchero, saranno
di prigia e di seponda classe, coi criterî stabiliti dalla ammessi alla restituzione di tassa soltanto
per la quan-
nòta di cui all'articolo precedente. tità di zucchoro che risulti aggiunto, determinata me-
Art. 3. diante analisi chimica e considerata come zucchero di

Glj
ancoheri (bassi prodotti), il cui rendimento in la classe.
raffinato non ecceda l'80 per cento, godranno un ab- E fatta ecceziono soltanto per i frutti canditi e sci-
buono di 7 per cento sulle quantità da portarsi in ca- roppi contenenti zucchero o glucosio, pei quali verrà
rico per l'accertameiito della tassa. accordata la restituzioné della tassa tanto sullo zucchero
,.
Art. 4. .
quanto sul glucosio aggiunti, secondo le norme e le condi-
melazzi che escono dalle fabbriche sòno
I esenti da zioni da determinarsi col decreto Reale suddetto.
tassa quando 11anno meno di 63 di quoziente di purezza È data facoltà al Governo di estendere la restituzione
e vengono gegi tali in consumo.
come della tassa interna di fabbl•icazione sullo zucchero ado-

L'ogtryionedello zucchero dai melazzi è soggetta alla perato nella prepara21one delle frutti in guazzo e dei
tassa di fÄlÉ icizione. liquori dolcificati che si esportanó all'estero, sotto l'os-
'

Art. 5. servanza delle .disposizioni che saranno stabilite col pro-


alinea e dell'articolo 4 del
I testo unico di legge 27 citato decreto Reale.
agosto 1883, n. 1583 (serie 3=), sulla tassa di fabbrica- Art. 9.
zio'ne dello zucchero indigeno, .6 soppresso. Chiunque, con falsa dichiarazione od altrimenti, senza
Ilo gucclibro prodotto dovrà essere deposi‡ato in ap- Fosservanza delle'norde prescritte dall'articoloIdel
positi magazzini e la tassa sarà versata dal fabbricante cr 2Ú t 18 4 ie 3 com- ,

dirett'amente nella sezione di tesoreria


provinciale, prüna validato cori la legge 15 maggio 1890, n. 6858 (serie+3.)
d'ell'estranine dello zucchero dai magagini. importi o tenti impor_tare dall'estero, ovvero nell'in-
detÙ mag zini sono applicqÈÍli lo ýisposizioni della
i terno dello Stato fabbrichi o detenga o metta in ven-
legge doganale relative ai depositi di proprietà privata. dita illégalmente o abusivamento saccarina (benzoato
Però la cauzione da prestarsi dai fabbricanti sarà limi- solfinico), Epunito con una multa fissa di lire 300 e con
tata· ad un decimo della tassa corrispondente alla quan- una multa proporzionale de lire 50 a lire 100
per ogni
3054 GAŽZETTA UFFI0IALE DEL RÈGÑO D' IŸALIA

di detto pro- Il Numero183della Raccolta ufficia deidecreti


ettogranuna o frazione ottogramma del delle leggi e

dotto. del Regno contiene il seguente decreto :

Chiunque importi o tenti d'importare dall'estero, con VITTORIO EMANUËLE III


falsa dichiarazione od altrimenti, ovvero fabbrichi o per grazia di Dio e per volontà della Nazione ,

RE D'ITALIA
detenga o metta in vendita illegalmente o abusivamente
prodotti contenenti saccarina, è punito con multa fis- Veduti gli articoli le 28 della legge (testo unico) 28
sa da lire 300 a lire 1000, e con multa proporzionale luglio 1901, n. 387, sulla Cassa Nazionale di previdenza

da lire 50 lire 100 per ogni ettogramnia o frazione


a per la invalid_ith e per la vecchiaia degli operai;
di ettogramma..di saccârina contenuta nei detti prodotti. Veduto il R. de'creto 18 giugno 1899, n. 286, col quale
Per gli effetti del presente articolo, sono pareggiate fu appforato lo Statuto della Cassa Nazionale predetta ;
alla saccarina le sostanze ad essa assimilate dal reper- Veduta l'istanza presentata dal presidente della stessa
Cassa Nazionale per ottenere l'approvazione Sovrana di
torio della tariffa doganale, e si colisidera come falsa la
dichiarazione che la indicazione di alcune modificazioni allo Statuto predetto, deliberate dal
non contenga sacca-

nha o del nome del prodotto ad essa assimilato. Consiglio d'amministrazione .nella seduta del 30 novem-

Per uanto non è previsto dal presente artic<flo si bre 1901 ;

le Vedute le deliterazionî del Consiglio d'amministrazione


applicano disposizioni della legge doganale sul con-

del 30 novembre 1901 e del 14 marzo 1902;


trabbando, compresa la confisca della merce e dei mezzzi
di trasporto. Veduto il testo del nuovo Statuto, quale risulta in so-

Art. 10. guitoalle modificazioni apportatevi;


È autorizzata la spesa di lire 45,000, da inscriversi Veduto il parere del Consiglio della providenza;
in apposito capitolo della parte straordinaria dello stato Sentito il Consiglio di Stato ;
di previsione della spesa del Ministero delle Finanze, per Sentito il Consiglio del Ministri;
l'esercizio 1902-903, per l'acquisto °di strumenti e di ma- Sulla proposta del Nostro Ministro Segretario di Stato
teriale scientifico ad dei laboratorî chimici delle ga-
uso
per l'Agricoltura, l'Industria ed il Commercio, di con-

belle, ponchè per l'impianto di quattro gabinetti per le certo coi Ministri del Tesoro e dello Poste o dei Telo-
analisi degli zuccheri. grafi;
pure antoï•izzaja Ìa inscrízione, in aumento dei ca-
È Abbiamo decretato o decretiamo :

piloli 96 e 9 ella arte ordinaria del detto stato di


Articolo unico.
prövisione, rispdiitivaméiite delle šõinnie dt lire,tu;000 e È in-a Nadonaloli
approva
15,000 per anmentare il liersonale tecnico ed operaio
previdenza por la invalidità e per la vecchiaia degli opè=
nel ruoÏo drganico dei laboratorî chimici delle gabelle
rai, composto di cinqúantatre articóliv visto, d'ärdine
op solipoili all' acquisto dei materiali di consumo
Nostro, dai Ministri proponenti,
poi 1 analisi
Ordiniamo che il presente decre‡o, munito ilel sigillo
Con decráti Ileali sarà stabilito il giorno in cui dovranno dello Stato, sia inserto nella Raccolta ûfficiale delle leggi
e dei decreti del Regno d' Italia, inand ndo a chbingue
ei rare in vigore le singole e speciali disposizioni
della _

fino l'applica- spotti di osservarlo di farlo


piésente leg"gé a q1íel gidrno continuerà e osservare.

zláÈ d 118 didiplina recáte dalla legge (testo unico) 27 Dato a. Roma, addì 21 maggio,1902.
agosto 1883 n. lŠŠ3, l'a6oeí•taindiilo della tassa
di fab- VITTORIO EMANUELE.
bricazÏone antinier¥¾d affettilarsi ai sensi dell'articolo G ZANARDEI LI.
2;ÏeÏla legge medésinia; Inodificato dalla legge 1°marzo G. BÄCOEUL
1000, n. 72, ai tioolo unico, cidê inscrivendo a carico Dr BiiOGLIO.
del Jabbridante una quantità di inochero (greggio) di T. GALBÏBERT
2 classe, corrisponderite a 2000 grammi per ogni etto- Visto, Il Guardasiýilli : Cocco-:0xTU.
Jifl di sughi defecati e lier oglii centesimo di cui ri-
sulterà superiore all'unità la loro densità a 15 gradi STATUTO della Cassa Nazionale di previdenza pár la
del termometro centesimale, riferita alla densità del- invalidith o per la vecchiaia degli operai

l'acqua alla stessa temperatura. TITOLO I.,


Ordiniamo che la presente, munita del sigillo dello
Costituzione, sede e rappresentanze della Cassa Nazionale
Stato, sia inserta nella Raccolta ufficiale delle leggi e dei
decreti del Regno d'Italia, mandando a chiunque spetti di
Art. l.
osservarla e di farla osservare come legge dello Stato. La Cassa Nazionale previdenza per la invalidità e por la
di
Data a Roma, addì 2 Tuglio 1902. vecchiaia degli operai, creata con la legge 17 luglio ,1898, n. 350,
VITTORIO EMANUELE.
retta dalla legge (testo unico) 28 luglio 1901, n. 387, e costituita
DI BROGLIO.
in ente moralo autonomo, ha una rappresentanza eû un'iminini-
CARCANo.
strazione propria, affatto distinta da quella dello Stäto.
V i sto, Il Guardasigilli : Cocco-ÓntU.
Art. 2.
N.B. Vedasi a pag. 3063 il R. decreto n. 280 per l'appli-
La Cassa Nazionale ha l' ainministraßono
--

centrale in Roma.
cazione della presente legge.
GAZZETTA UFFICIALE DEL REGNO- I)' ITALIA 3053

Lo sedi seconda,rio. della Cassa Nazionale possono essere com- 8.° sul rinvestimento dei caþitáli dei singoli fondi della Cassa;
partimentali, provinciali o comunali, e sono instituite ed -ammini- 0.° sulla distribuzione annuale del o quote di concorso dolla
strate secondo lo normo stabilito nel prosento Statuto o nel Ro- Cassa a favore dei singoli inscritti;
golamento speciale. 10.° sulle norme por la gestione degli speciali istituti di'cui
TITOLO II. all'articolo 19 della legge (testo unico)
Amministrazione della Cassa Nazionale per il versamento dei fondi delle Società di
Il.° sulle norme

mutuo soccorso sullo speciali condizioni allo quali sia eventual-


o

Art. 3. mente subordinato il versamento di quei fondi; -

La Cassa Nazionalo é amniinistrata da un Consiglio d'ammini- 12.° äulle norme por .it versamenta.dei.coptributi arretratida
strazione. parte d'industriali che inscrivono collettivamento 1
propri operat ;
Art. 4. 13.° sul bilancio di provisione e sul rendiconto annualo;
Il Consiglio d'amministrazione si compone di diciannove mem- 14.° sulla formazione dei bilanci toonici;
bri: sedici nominati, a norma dell'articolo 27 della legge (testo 15.° sull'assunzione dell'esercizio di rami di assicurazione, ai

unico), con decreto Reale promosso dal Ministro d'Agricoltura, sensi dell'articolo 20 della logge (testo unico);
Industria e Commercio, di cui quattro devono essere scelti fra gli 16.* sopra ogni altro argomento derivante dalla legge, dallo
operai inscritti, maggiori età; rappresentanti rispettiva-
di tre Statuto ¢al Regolamento tecnico.
c

inento dei Ministeri d'Agricoltura, Industria e Commercio, del To- Il Consiglio d'amministrazione tratta inoltro di ogni altra ma-

soro e delle Posto c dei Telegrafi. teria cho interessa il funzionamento della Cassa.
Art. 5.
Art. 10.
I membri del Consiglio d'amministrazione dolla Cassa Nazionale
quarto ogni
Il presidente del Consiglio d'amministraziono ha la firma degli
durano in ufficio quattro anni; si rmnovano per un
atti della Cassa Nazionale e ne ha la legale rappresentanza in
anno e sono sempre ricleggibili.
giudizio e fuori.
primo, nel secondo e nel terzo anno dalla costituzione del
Nel
In caso d'assenza o d'impodimento del presidente, assuma
Consiglio d'amministi•azione, si estrarranno a sorto quelli che deb.
no

l'ufficio il vice-prosidente.
bono cessaro dall'ufficio; negli anni successivi la decadenza sara
Quando anche il vice-presidente sia assento o impedito, fione
determinata dall'anzianità.
l'ufficio il consigliore più anziano di età presento in Roma.
Tale disposizione non si applica ai rappresentanti dei tre Mi-
nistori, di cui al precedento articolo 4. Art. 11.
Art. 6. Le funzioni di membro del Consiglio d'amministrazione della
Quarido, per morte, per dimissione o per qualsiasi altro motivo Cassa Nazionalo sono gratuito.
si verifica una vacanza nel Consiglio d'amministrazione, si prov- Ai consiglieri non residenti in Roma saranno rimborsate le
vede alla nomina del nuovo consigliere, il qualo prende il turno spese di viaggio j sark data una indennità di liro 20 per ogni
d'anzianità di quello che sostituisce. giorno di dimora in Roma durante le sedute del Consiglio o del
11 presidento del Consiglio d'amministrazione da notizia di ogni Comitato esecutívo, oltrechò por i giorni impiegati nel viaggio di
vacanza al Ministero d'Agricoltura, Industria e Commercio. andata ritorno.
e

Art. 7. Si considerano come residenti in Roma coloro che, duranto le


11.Consiglio d'amministrazione della Cassa Nazionale sceglie nel sedute del Consiglio e del Comitato escoutivo, debbono, por ra-
proprio sono il presidente o il vice-presidento, i quali durano in giono di altro loro pubblico ufficio, trovarsi in Roma.
ufficio quiattro anni e sono rieleggibili, purchiconservino la qualitå
Art, 12.
di consiglieri.
Art. 8.
I membri del Consiglio d'amministraziono i quali, senza giusto
Il Consiglio d'amministrazione si adour due volte all'anno per
motivo, non intervengano a duo adunanze consecutive, decadono
dall'ufficio.
l'approvazione del bilancio di previsione c del rendiconto annuale,
Della decadenza dove essero fatto constare nel processo verbale
cd inoltre tutte lo volto che il presidente lo creda necessario o ne

sia fatta domanda da almeno soi consiglieri.


dell'adunanza del Consiglio d'amministra21ono ed il presidento di

Per la validità dellehadunanze e dello deliberazioni del Consi- questo ne deve dare subito comunicatione al Ministro d'Agricol,
tura, Industria o Commercio.
glio occorre la presenza della metà almeno dei consiglieri in uf- '
Art. 13.
ficio.
Il Comitato esocutivo si compone del
Le delibotazioni si prendono con la maggioranza dei presenti. In presidente, del vice ¡ìresi-
caso di parità, ha prevalenza il voto del prosidente. dento e di cinque membri nominati dal Consiglio d'amministra-
zione nel dei -quali dov'essere operaio. I membri
I membri che dissentono hanno facoltà di far risultare nel pro-
suo seno, uno

del Comitato esecutivo durano in uñiciq


cesso verbale il loro dissenso. possono esacre
un anno c

Art. 9. ricletti.
Art. 14.
Il Consiglio d'amministrazione della Cassa Nazionale delibera:
1.° sulla nomina del Comitato esecutivo, di cui agli articoli 13, Il Comitato esecutivo provvede:
14 e 15 e sulle speciali delegazioni da conferirsi al Comitato stesso, 1.° sulle domande d'inscrizione alla Caesa por le
quali non si
ai termini del n. 6 dell'articolo 14; addimostri chiara la qualità di operaio del richiodonte, dandone
2.0 sulle proposte di modificazioni allo Statuto e ai Regola- notizia al Consiglio;
menti o sulla formazione dei Regolamenti interni; 2.° sul rinvestimento dei fondi della Cassa secondo le delibe.
3.° sui criterî di massima pcr le ammissioni alla Cassa; razioni del Consiglio d'amministrazione;

per la istituzione dello sedi sceondaric sui 3.° sull'assunzione


4.0 sulle norme o in servizio e sul licenziamento degli av-
ventizî dei salariati;
Regolamenti di esse; c

5. sulla formazione della pianta organica del personale della 4.° sulla sospensione degli impiegati di ruolo, riferendone al
Cassa Nazionale e sulle successive variazioni di essa; Consiglio d'amministraziono nella prima adunanza;

6.° sulla nomina o sulla revoca degl'impiegati di ruolo; 5.*


sugli affari di ordinaria
gestione;
7.° sulle tariffe per le rendite vitalizie o sullo eventuali Ino- 6.° su tutti
gli altri affari che ad esso saranno specificata-
dificationi di esse ; mente deferiti dal Consiglio d'amministratione.
3056 GAZZETTA UFFICIALE DEL REGNO'D'ITALIA

Arti.15. Gli Enti di cui alle lettere bec deyono essere Legelsentp ri-
Il €omítato
esecutivoJi aduna di regola due volte al meso ed conosciuti.
presieduto dal presidente o dal vice presidente del Consiglio. Art. 25.
Per la validith delle aðunante e delle deliberazioni del Comi- E riservata al Consiglio d'amministrazione 14 facoltà di pro- -

tato esecutivo a necessaria la presenza di almeno la metà dei muovere l'istituzioño di sedi secondarie, quando il servizio non
suoi membri. sia stato affidato agli Istituti ed alle Societa indicati nel prece-
Art. 16. dente articolo.
Allo adunanze del
Consiglio d'amministrazione e del Comitato In tal caso sarà costituito presso la sede secondaria un Comi-
'c'§ééútivó intòRiëfië', con váto consultivo, il direttore generale della tato composto di non meno di tre e di non più di .sotte persone.
Cassa o chi ne fa le vebi. I membri del Comitato sono nominati dal Consiglia d'empioi-
Art. 17. strazione della Cassa Nazionale, durano in ufficio tre anrii e si
Le funzioni di segretario nelle adunanze del Consiglio e del Co- rmoovano per un tery,o ogni anno, con le medesime regole con lo
mitato esecutivo sonö tenute dal segretario capo della Direzione quali si rínuova il Consiglio d'amministrazione.

generale della Cassa. Le funzioni di membro del Comitato sono gratuite.


Nelle adunanze ehä il €onsiglio ed il Comitato delib2recanno di Art. 26.
tenere riservate ed in quelle nelle quali si debbano' adottare prov- Le sedi secondarie della Cassa Nazionale hanno il compito di
vedinienti. relativi, al pe sonale, l'ufficio di segretario sará affidato diffondere fra le classi lavoratrici della rispettiya circoscrizioneja
ad *ña# dei membri del Ùoksiglio o dël Comilaio. conpseenza della Cassa Nazionale. e dei venteggi .che da psa si
traggono, di raccogliore le iusdrizioni degÏi operai, di ricevere i
ÍITOLO III.
contributi, e eseguire tutto quelle opdrazioni chó sono deternii-
di
ßeißiretto e generále e defia pianta organica degli impiegati nate dalla legge, dal presente Statuto e dal Regolamento della
ifa Cqssa Vazionale Cassa Nazionale.

Art. 27.
Art. 18.
I libretti rilasciati por mezzo delle sedi secondarie, assunto dá-
1(direttore generale della Cassa Nazionale à nominato dal Con-
gggogamiginiptryione e può da esso essere sospeso e revocato gli Enti di cui alParticolo 24, possono a porfare designaziono
dell'Istituto o,della Società sede secondiria.
dall'ugelp.
Art. 19. Lo sedi secondarie rimetteranno alla sede centrale della Cassa
IÍ diréttore generale tratta tutti gli affari della Cassa Nazionale Nazionale le domande d'inserizione.

e ne riferisee rispettivamente al Consiglio d'amministrazione ed al Daranno l'indicazione dei versamenti fatti dagli inscritti; e ver-

Comitato esecutivo. seranno i.contributi roccolti alla Castiä nel doppsitj o prestiti so-
Egli presi- condo le norme stabilite nel Regolamento e nelle convenzioni
firma la corrispondenza ordingria, ed, in unione col spe-
dente o con chi ne la le voci e con. un consjgliore del Comitato ciali.
esecutivo, firma i libretti dinessi, i degli assegni vita-
cortificati Art. 28.
lizi,e tutti gli altri ytti della gestione della Cassa Nazionale. Gli Istituti o le Societh sedi secondarie possono assegnare, a fa-
Art. 20. ,
vore degli operai inscritti, quote speciali di contributi, lo,quali
11 direttore generale til capo degli impiegati della Cassa Na- potranno essere previo versamento, re¿(istra4 nel conto indivi-
dionale al ha facoltà di-destinarli a quei rami di servizio che re- duale dei medesimi, ovvero annotate sopra
appositi librât‡i ed
puterk più confucenti allittítudine ed alla capacità di biascuno amministrato direttamente dagli Istituti o dalle Società
predetti.
gli essi. In quest'ultimo caso le somme accumulate sopra i libretti
spe-
Per ragioni gravi e straordingie li pu sospendere gli impie- ciali potranno essere ripesse alla sede centrale della Cassa Na-
gati dgÏi Casia; ma dovrà fiferitne al Comitato esecutivo nella zionale per essere aggiunte a quelle accumulate sui conti indivi-
piossimä Bananza. duali, alloreko si proceda alla chiusura di questi, a'termini del-
Art. 21. l'articolo 18 della legge (testo unico).
In o di pseensa di i npedimentb del direttore generale, egli Art, 49.
se tituito dál Vide difeg Il pagamento delle rendite vitalizio agÏi inseritti
.

presso le sedi
Art. 22. secondarie della Bassa Nazionale sark fatto direttamente dalle
Il Gonsiglio d'amruinistraziene ,Àella Cassa Nazionale etabilisee sedí stesse, o, a richiesta dell'inseritto, dalle ßasse postali di fi-
la pianta organica degli nipiegati della sede centrale e quella, sparmio.
qualidò occana, degli inipiegati delle sedi secòndarie, e ne deli- Nel primo caso sarà aperto na conto gotrente fra le sedi
accon-
ber le variÀziSai gire site. dariee la sede centrale da regolarsi col versapiento dei fondi
ree-
Art. 28. colti.
Å fa öre degli im gati dálla Cissa Naziongie è instituito un Art. 30.
fondo di previdenza con le nor3e e le modalità stabilite con un Le sedi secondarie, quando ne siano richieste, dovranno ricevere
Regolamento speciale. il versamento delle somme assegnate da Enti morali o da
privati
TITOLO IV. per sovvenire operal inabili al lavoro, di cui nell'articolo 1.8 deÌla
Ðàlle sedi secondarie legge (testo unico), o i fondi deHe Società di mutuo soccorso, di
äui nell'artico 19,
Art. 24, Art. 31.
Il servizio delle sedi secondarie della Cassa Nazionale pu6 es- Alla fine di ogni anno solare e non
pik tardi del mese di feb-
affidato: bra'o dell'anno successivo, le sedi secondarie, di cui
se:e
agli articoli
a) alle Casse di risparmio, alle Istituzioni pubbhche di be- 24 o rimetteranno alla sede centrale dylla Dassa Nazionale il
nencenza e alle Banche popolari; rendiconto morale e finanziario della loro gestione.
b) alle Società di patronato, alle Assoolazioni ed Istituzioni Il rendiconto viene osaminato ed approvato dal Consiglio d'am-
agrarie, commerciali industriali, alle Società di Mutuo Soc-
ed ministrazione.
corso e ad altre Istituzioni di previdenza; Art. 32.
c) agli altri Istituti od Associazioni che potranno essere de- Gli Istituti o le Societh sedi secondario potrarino al termine di
signagi con decreto Reale. ogni anno solare, dandoxíe avviso alla sede centrale della Casa4
ÓAZZETTA UFFICIALE DEL ftEGNO D' ITALIA 3057

Nazionale sei mesi prima, cessare dall'utlicio di sedi secondarie. interessi da attribuirsi nell'anno corrente ai conti individuali degli
In tal caso easi coinervano la .piena disponibilità dei fondi dei inscritti, a' sensi dell'articolo 22 dglla legge .(testo unico).
quäli, a'sensi dell'articolo 28 del prolente Statutô, si siano riser- Art. 41.
vata l'amministratione diretta. L'inscritto il quale abbia compiuto il 00° anno di età, se uomo,
od il 55° anno di età, se &pana, e por il quale siano decorsi al-.
TITOLO V.
meno 25 anni dal giorno del versamento della prima quota di con-
llei conti individuali
fributo, ha facolta di chiedere la chiusura e la liquidazione del
suo conto individuale.
Art. 33.
L'inscritto sarà avvisato dalla Cassa, che ha acquisito il diritto
Non può inscriversi alla Cassa Nazionale chi non abbia ancora
alla chiusura o liquidazione del suo conto.
raggiunto i limiti di età prescritti dalle loggi por l'ammissione Nella sua domanda l'inscritto deve dichiarare so intendo cho la
negli stabilitnenti industriaii e sul proscioglimento dall'obbligo sia fatta interamente .in rendita vitalizia, ovvero, dato
liquidazione
dell'istru2ione elementarc. che dellc° disposizioni
ne abbia diritto a termini del presente Sta-
Art. 34.
.
tuto e del Regolamento tecnico, nelle-altro.forme (Iroviste nell'ule
Gli operai che si inscrivono alla Cassa Nazionale debbono, al- timo alinea dell'art. 12 della legge (testo unico).
l'atto del primo versamento dei contributi, dichiarare se intendono
Quando l'inscritto, il quale si trovi nelle condizioni sopra detto,
vincolare i loro contributi al sistema dell'accumulazione mutua o
non presenti alla Cassa la domanda per la chiusura e la.liquidae
riservare la disponibilità dei contributi stessi, ai sensi dell'arti- zione del isuo conto, questo rimane in vigore fino a°che l'inscritto
«colo 8 della legge (testo unico).
non si valga della facoltà di chiederne la chiusura.
Art. 35.
. Quando l'inscritto abbia compiuto il 65° anno d'età, se uomo, o
La Cassa Nazionale aprirk due ruoli, quello della mutualità e
il 60° anno d'età, se donna, e siano decorsi i 25 anni dal giornD
l'altro dei contributi riservati, in ciascuno dei quali inscriverà gli del versa.mento della prima quota di contributo, la chiusura, del
operai. in base alla dichiarazione da essi fatta. suo conto individuale ha luogo di ufEcio, e, salvo domanda in.con
L'inscritto lia faeolta di passare da un ruolo all'altro. con le
trario dell'inscritto, la liquidazione é fatta interamente in pendita
norme stabilite nel Regolamento.. vitalizia.
*

Art. 36. . ·
Art. 42.
Gli operai inscritti nel ruolo della mutualità non possono di- Il Comitato esecutivo delibera sulla chiusura e liquidaziònc dei
sporre dei. contributi da essi versati o da altri per essi.
conti, in conformità delle del precedente articolo; o
disposizioni
In caso di morte dell'inscritto, le somme accum.ulate cat detti
quando il capitale accumulàto sia in tutto o in parte trasformato
contributi'sul suo conto Índividuale saranno ripartite° fra gli in rendita vitalizia, ording l'inscrizione dell'operaio nel ruolo dei
insdritti inol ruolo dqlla mutualita, óon lo norme stabilito nel Re-
vitalizfari.
golamento.. TITOLO VI.
Art. 37.
Impiego dei fondi della Cassa Nazionale
Gli opèrai inseritti nel ruolo dei contributi riservati possono di-
sporte dei.contributi da essi versati o da altri per essi, senza i Art. 43.
.relativi interessi, a favore soltanto delle persone indicate nell'ar-
I capitali dei singoli fondi della Cassa Nazionale debbano essere
ticolo 14 della legge (testo unico). impiegati:
Gl'interessi accumulati sui detti contributi, o, in mancanza degli
a) in titoli emessi o garantiti dallo Stato;
erodi di cui nell'articolo 14 predetto, i contributi stessi, saranno
b) in obbligazioni ferroviarie emesse in corrispondenza allo
ripartiti fra gl'inscritti nel ruolo dei contributi riservati,.con lo annualità dovuto dallo Stato; .

normo stabilite.nol Regolamento.


c) a mezzo della Cassa depo nti o prestiti nei modi indicati
Art. 38. al n. 2 dell'articole 12 della legge 14 luglio 1898, n. 325;

Lo quote di concorso della Cassa Nazionale saranno annualmon- d) in depositi fruttifori presso°1a Cassa dei depositi o pro-
to assegnato, nella misura stabilita dal Consiglio d'amministra- stiti.
zione, ai conti individuali di tutti gli operai inscritti, i quali si I depositi fruttiferi presso la Cassa dei dep.ositi e prestiti non
troviilo nelle condizioni di cui all'articolo 8 della legge (testo
potranno in nessun caso cecedere un ventesimo della somma
unico). complessiva dei capitali predetti.
Art. 30. Art. 44.
Lo quote di concorso·dc11a Cassa Nazionale debbono essere u- esenzioni stabilite dall'articolo 26
compresi nelle
Sono della.léggo
guali per ogni.inscritto, e nello stabilirle dovrà aversi riguardo (testo unico) tutti gli restituzig;io
atti concernenti l'inscrizione e la
all'ulteriore probabile auntento del numero degli inscritti. dei depositi fruttiferi. Non à dovuta, a sensi dell'articolo 31 della
Il Consiglio d'amministrazione erogherà lo quote speci li di con-
loggo (testo unico), la tassa di custodia por i depositi dei titqÏi
corso, di edi nel 4° elinea dell'articolo 12 della legge (testo unico),
presso la Cassa dei deposili e prestiti.
ahvore degli inderitti a periodi _abbreviati, in ragione degli anni Art. 45.
por cui l'inscrizione fu abbreviata. Il Consiglio d'amministrazione dolla Cassa Nazionale.determina.
Le quote speciali di Società di mutuo
favore delle
concorso a
a misura che dispon.fbilità di fondi, la qualità o quantita do
vi è
soccorso,. di cui nel I capoverso dell'articolo 19 della legge (testo titoli, nei quali quelli debbone essere intpiegati.
unico), sai'anno assegnate;nella misura e con le norme che sa- Delibera inoltre sulla sostituzione dei titoli già acquistati coni
ranno stabilite dal Consiglio d'amministi•azione. titoli di altra natura. i.
primo decennio dalla costituzione della Cassa Nazionale il
Nel Art. 40.
Consiglio d'amministrazione non potrà erogare più degli otto do- I beni immobili, che per qualsivoglia titolo pervenissero alla
cimi del fondo disponibile, fermo per il primo quinquennio il .li- Cassa Nazionale' debbono, nel termine stabilito dal.la leggo, essero
mite etabilito nel primo capoverso dell'artieolo 9 della leggo (testo alienati col sistema dei pùbblici incanti.
unico). Qualora prima asta riesea deserta, il Comitato esecu‡ivo
la
Art. 40.
facoltà disperimentare la licitazione e lå trattativa privata.sperb
Il Consiglio d'amministrazione, nell'adunanza in cui approva il il contratto dovra essero approvato dal Consiglio d'amministrau
rendiconto generale dell'anno precedente, stabilisce la misura degli zione.
3058 GAZZETTA UFFICIALE DEL REGNO DTi'ALIA

I bini mobili pervenuti alla Cassa Nazionale, che siano di spe- dere il Consiglio ò'animinístrazione, occorre la presenza di duo torzi
cio diversa da quelli indicati nell'articolo 43, saranno alienati dal dei consiglieri in ufficio.
Córáltatò esecutivo, anene col sistema della licitazione e della trat- Il presidente del Consiglio d'amminiskaziono rimetteph 41 Mjni
tativa priv.ata. , suo d'Agricoltura, Industria fe CoinÀercio il testo delle niedificã-
11 prozzo ottenuto dall'aliegazione dei beni immobili e dei beni zioni deliberate e copia autentica del prOCOSSO Yorbalo deFadu-
mobili sarà impiogato noi modi presergi dalla legge. nanza
per i provvedimenti indicati nell'ultimo capoverso dell'arti-
Saranno versati alla Cassa dei depositi e prestiti i contributi colo 28 della legge (testo unico).
pagati presso la sodo centrale della Cassa Nazionalo e le altre Art. 53.
soinme älla sede stessa pervenute a ihvore o
per conto degli in- Con la medesima procedura
e per gli effetti di cui all' ultimo
scritti.
capoverso dell'articolo 28 della legge (testo unico), dovranno essero
proposte, deliberato e presentato al Ministro d'Agricoltura, Íñdu-
TITOLO VII.
striae Commercio, le modificazioni dei Regolamenti delle sedi so-
Dei bilanci annuali e dei bilanci tecnici
condarie della Cassa Nazionale.
Per la vaÎidità delle deliborazioni sopra.talo argomento volgono
Art. 47.
le norme di cui all'articolo.8 del presento Statuto.
Il direttore gendrale -
della Cassa Nazionale compila, non pi.ù
tardi del mese di dioëthbre di ciascun anno, il bilancio di previ- Visto, d'ordine di Sua Maestå il Re:
slo$i delle sp¾se d'anúnhiistraziona per l'anno successivo o lo pre- Il Ministro d'Agricoltura, Ÿndustri<i e Commercro
sentä al Conliiglio per l'esaine e l'approvazione. G. BACCELLI.
Art. 48. Il Ministro del Tesoro
11 rendiconto annuale generale della Cassa Nazionale o conipi-
DI BROGLIO. .

lato dal direttore generale non piû tardi del mese di marzo del-
Il Ministro.delle Poste e dei Telegrafi
l'anno successivo ed à da questo presentato al Consiglio per l'e-
T. GALIMBERTl.
e l'approvazione da farsi en.tro il mese di
sa:ne aprile.
Approvato il rendiconto annuale generale ed approvati i ren-
diconti, speciali delle sedi secondario, di cui nell'articolo 31 del IlNumero181della Raccoltaugciale delle leggi e dei decreti
presente Statuto, il Consiglio d'amminist?•azione riinette, entro del Regno contiene il seguente° decreto : ·

dieci giorni dall'approvazione, l'uno e gli altri al Ministro d'A-


VITTORIO EMANUELE III
gricoltura, Industria e Commercio.
Art. 49. per grazia di Dio e per volontà della Nazione
Il direttore gendrald, nei periodi che sono indicati nel Regola- RE D'ITALIA
mento, forma i bilanci tecnici del fondo dellerenilite vitalizie c li
prosenta al Consiglio d'amministrazione, il quale li esamina, li
Visti gli. articoli 11 é 28 della legge (testo unico),
28 luglio 1901, n. 387, sùlla Cassa Nazionale' di previ-
approva e li rimette,,in doppio esemplare, al Ministro d'Agricol-
tura, Industria e Commercio, che ne curerà la comtinicaziono al denza por la invalidith o por la vecchiaia degli operai;
Ministro del Tesoro, a termini del capoverso dell'articolo 30 della Veduto il R. decreto 18 giugno 1800,. n. 299, col
legge (testo unico).
Art. 50.
quale fu approvato il Regolamento tecnico della Cassa
Il Consiglio d'amministrazione della Cassa Nazionale, ucil'adq-
Nazionale predetta ;
nanza in cui•approva ilfrendiconto generale annualco in un'alu- Veduta l'isianza presentata dal Presidento della stessa
ninz sliccessika,' deícrÈtεa lá misura della somma cho dev'essero Cassa Nazionale per ottenere l'approvazione Sovrana di
prelevata dalle onfi•ato nette annfiali e portata ad incremerito del alculie modificazioni al Regolameuto tecnico predetto,
fondo Ãiatrimoniale d Ila Cassa.
deliberato dal Consiglio d'amministrazione nella seduta
Nei lirimi 10 añài suceßssivi a quell'o in cui la Cassa Nazionalp
del 30 noveinbre 1901 ;
fu oo'siituit las somiÃa da assegnaro al patrinlonio dovra ossere
deterininÀia tenuto progente il dispoèq loll'artioolo 7 della legge del Corisiglio (,l'amniinistra-
Vedute le .deliberaziolii
(fesgo iuilco), ed il riti atíeiftö'nostiñák disponibile per
il foñdo zioño del 30 iovembre 1901 e deÌ 4 arão Ö0
l'asilegnaziotic di (uot i óoËËorso a favor degli insciittiprèvista Vèdtito il testo dòl nuovo Regolainantq'techiöo duale
dal yirinio alinea dell'a joÏo 9 della leggo (testo unico) risulta ilt seguito alle modificazioni apþortalovi,<
t 51,
DeioËminato a soupi lell' inolo precedonic, che, dopo
il fondo
Veduto il liarere del Cdiisiglio della2Presidénzar.
aver elevata le somma ad i remonto del patrÍnlonio della Cassa Sentito il Consiglio di Stato ;
rialailo diãpóniliild päril'ássegnazioilo di quoto di concorso a fa- Sentito il Colisiglíd (Ici Minist i;
voie gg liisÑÊitti, i C0neiglio, non più tard del meso di aprilo Bulla proposia del Nbstro bliÌiikro þegretario,di Stato
di ciascun anno, fissorå la parte cho no vorrà effettivamente ero-
ýet l'Agr.icoltura, l'Industria ed il Commercio di con-
gaiÑ Ïo nei limÏtl sta611iti dall'articolo 30 del, presente Sta-
cei·to cui Ministri del Tesoro e delle Poste e dei Tele-
tuto, ed il residuo .vorrà dal Gonsiglio assegnato noi niodi e con lo
proporzioni previste dall'ultimo alinea d IPartico 9 della logge grafi ;

(testo .nnico). ,

e
Abbiamo decretato e decretiamo :

TITOI O Vill.
Articolo unico.
Riforma dello Statuto e dei Regolamenti della Cassa -Va:ionale

È approvato il nuovo Regolamento tecnico della Cassa


Art. 52.
11 Corisiglio d'aniministrazione pub deliberare e proporre al Go-
Nazionale di previdenza per la invalidità e per la vec-
chiaia degli operai, composto di
verno le modificazioni allo Statuto ed al Regolamento tecnico della quarantasette articoli,
Cassa Nazionale. visti, d'ordine Nostro, dai Ministri proponenti.
Por la validità delle deliberaziani, che in tal caso dovrà pren- Ordiniamo che il presente decreto, munito del sigillo
GAZZI(TTA UFFICIALE llEL lŒGNO D' ITALIA 3039

dello Stato, sia inserto nella Raccolta ufficiale delle leggi .


Art. 5.

e dei decreti del liegno d'Italia, mandando a'chiuttiluo I affleiale, cho riceve il primo versamerito, rilaseia al deposi-
tanto und ricevuta provvisoria.
spelti di osservarlo e di farlo baservare. Qualora il versamento sia fatto presso un UfHoio postale, que-
1902. sto rimette immediatamente, por mezzo del Ministero dello Poste
Dato, a Iloina, .addl 21 maggio
e Telegrafi, alla sede centrale della Cassa Nazionale il modello e
VITTORIO EMANUELE. gli atti annessi, di cui nell'articolo primo.
G. ZAliARDELIg. Art. 6.

G. BACCELLI. La pede centralo- della Cassa Nazionale, ricevuto il modello e


DI BROGLIO. gli annoisi,.emette il libretto
atti intestato all'operaio ed inscrive
questo nel ruolo rispettivo.
T. GALIMBERTI.
Il libretto deve essere munito del bollo della .Cassa Nazionale o
Visto, Il Guardasigilli: Cocco-Ontv. della firma del presidente o di chi ne fa le voci, di un consigliore
o del direttore generale.
REGOLAMENTO TECNICO della Cassa Nazionale di Il libretto porta un numero d'ordine secondo $1 ruolo d'inscrii

previdenza per la invalidità e per la veedhiaia det zione, indica il cognome, il nome, la paternith, lo stato civile, la
data della nascita, la professione, il domicilio dell'inscritto e tutte
gli operai
le condizioni che risultano dalle dichiarazioni e.dagli atti prodotti,
ai sensi dell'articolo l. Contieno inoltre un sunte delle disposizioni
CAPO I.
legislative o regolamentari in vigore, la cui cognizione gia neces,
Inscrizione degli operai e eersamento dei contributi
saria per l'inscritto.
I libretti dei due ruoli debbono avere la di doloro di-
Art. 1. copertina
verso. ·

I versamenti dei contributi degli operai inseritti alla Cassa Na-


Il numero d'ordine e lo annotazioni del libretto sono
riprodotti
zionale, possono essere inferiori a centosimi 50 ciascuno e
non
nel conto individuale del ruolo rispettivo.
debbono farsi presso gli Ufnei postali del Regno o presso la sede
Art. 7.
centrale o le sodi secondario della Cassa stessa. ,

La sede centrale della Cassa Nazion•ale,


qualora nelle dichiara-

Facendo il primd versamento, l'operaio devo dichiarare all'uffl-


ciale che 16 riceve, 11 cognome, il nome, la paternità e lo stato
zioni o nei documenti siano indicazioni equivodho, non chiare o ine-
civile, e l'atto di nascita, il certificato di sittadinanza satte, sospende l'emissione del libretto
e chiede sehtarimenti o pro-
presentare
italiana e una dichiarazione del Sindaco del Comune, nel quale duzione di nuovi .atti
all'Uñieio che l'ha ricovuta.
Qualora la sede centrale respinga la domanda, ne vieno data par-
risiede, circa la natura dolla professione esercitata.
Questi atti sono rilasciati gratuitamento e sono esenti da qual-
tecipazione all'operaio per mezzo dell'UfBcio ricevente, il quale ro.
stituira le versate.
siasi tassa, ai sensi dell'articolo 26 della legge (testo unico); Ín
somme

essi deve essere-indicato l'uso a cui servono. L'operaio presentare il ricorso contro il rifiuto di
ha facoltà di
inscrizione. Sul ricorso decide il Consiglio d'amministrazione.
L'operaio deve inoltre dichiarare se intende inscriversi al ruolo
delle-mutualità opporo al ruolo dei contributi risorvati. Art. 8.

Art. 2. Appena emesso il libretto, la sede centrale della Cassa Nazio-


Se ilprimo versamento 6 fatto da altra persona a favoro di une nale lo rimette all'Ufficio postale che ha ricevuto la domanda, il
o piû operai, questa deve dare le indicazioni o produrre gli atti quale dovrà consegnarlo all'inscritto ritirando la rteevuta prov-
relativi all'oporaio o agli operai, di cui nell'articolo precedente. visoria.

Art. 3. .
Art. 9.

Qualora un operaio.inscritto al ruolo della mutualità intenda Wuando il primo vorsamento è fatto presso una sede secondaria,
passare al ruolo
dai contributi riservati, deve farne dichiarazione questa deve inviare alla sede centrale della Cassa Nazioriale la.do-
alla sede centrale della Cassa Nazionale per mezzo di .un Ufficio manda d'inscrizione con le dichiarazioni e i documénti di cui al-
l'articolo 1.
postale o della sede secondaria dolla Cassa, a cui fece la prima
dichiärazione La sede secondaria darà il suo avviso sulla ricevibilità della do-
Di tale facoltå potra valersi soltanto chi, dopo l'inscrizione alla marida.

Cassa e prima del compimento del 45° anno di età, se uomo, e La sede centrale, adempiendo le formalità indicate nell'articolo 4,
del 40 anno di eth, se donna, abbia contratto matrimonio o ne rimetto il libre.tto alla sedo secondaria, la quale no cura la cou-

abbia'ayuto prole. segna al titolare, dietro ritiro dolla ricevuta provvisoria.


In fal caso.il credito dell'inseritto passa dal ruolo dolla mutwa- Art, 10.
lità a quello dei contributi riservati ed 6 annotato sopra un Gli ufficiali postali,che ricevonomersamenti,
debbono registrarfi
nuovo libretto. sul librotto ed apporvi il bollo dell'Ufficio o la propria firma. Deb-
Se invece l'operaio inscritto al ruolo dei oontributi riseyvati bono inoltre farne annotazioni sop're apposito. registro, indicandp
intendo passare a quello dolla mutualita, devo farno dibhiara- por ciascun Vorsamento il numero del libretto, il cognome, 11 noines
zione; e in tal caso il suo credito dal ruolo dei contributi riser- la paternitå e il domicilio del titolare.
vati passa al ruolo della mutualith o viene arinotato sopra un L'Uffloi6 postale rimetto, por mezzo dol Ministera dello Posto e
nuovo libretto. dei Tolografi, alla sede contrale della Cassa Nazionale la distinta
Art. 4. dei versamenti ricovuti, noi modi stabihti per l'invio dei doca-
Le dichiarazioni, di cuiÄogli articoli lo 3, debbono essere menti relativi al,qervizio della Casse postali di risparmlo.

fatte per ciascun inseritto sopra un apposito modello, il quale deve Art. ll.
essere Armato dall'inscritto, o da chi per osso,,o dall'uffleialo ri- Gli Ufneipostali conteggeranno o versoranno le soinmo raccolto
cevente. .
dai contfibuti degli operai, inscritti alla CasseRazionale,.alla Cassa
Quando l'inscritfo, o chi pðr lui, non sappia o non -possa seria dei depósiti o prestiti, per mezzo del Ministero delle Poste e 4eí
vere, l'ufBeiale ricatonto no fa specia10 *Annotazione sul,modello Telegrafi, nei termini e con le norme stabiliti poi versainenti dei
di domanda. depositi a risparmio.
3060 GAZZETTA UFFICIALE DEL REGNO D' ITALIA

Art. 12. rieezione della lettera di cui sopra. Sul ricorso decide il Consiglio
I versamenti successivi al primo possono essere effettuati presso
.
d'amministrazione.
gn Umeio postale o presso una sede della Cassa, anehe direi•si dal- A partire dal priino giorno deÏ niese succespiyo a quello .ir; úni

l'tImcio o dalla sede che ha ricevuto il primo versamento. si & vàrifÀäta fa cessazione deÌÌe qñaÌÌtË iolute dall'aÑtiedt Š
Art. 13. della legge (testo unico), l˾de dentralo della Cassa didtic$ ;1al
La sede secondaria versa i contributi rabcolti alla Cassa dei de- corTto~iiiiividuale dal lilaretto.dell'inseritto tutte lo quote di
o poi
positie prestiti a periodi quindicinali. concorso assegnategli dalla Cassa con i rispettivi interessi.
Art. 14. Qualora l'inscritto riprenda la qualita di operaio, no pub far
Gli operai
inscritti alla Cassa Nazionale debbono, dal 16 maggio denuncia alla sede centrale, esibendo analogo certificato del. Siu-
al 30 giugno di ogili anno, rimettere alla sede centrale di questa daco;*da quel giorno si ripristina l'acereditamento dollo quote di
i libretti, per mezio degli Uffici postali o delle °sedi secondarie, i concorso.

quali no rilasciano ricevuta. CAPO II.


La sede centrale accerta la corrispondenz°a fra le somme inseritte Delta.formazione dei conti individuali
ei Ïibretti e quelle annotate nei conti individuali relativi; fa la

ligíídazione degrinteressi e delle altre somme spettanti a.ciascun Art. 20.


conto, e degli uni e delle .altro fa notazione distinta sui libretti. .La sede -centrale della CassaNazionale, per ciascun inseritto,
Gl'interessi a favore deg'inscritti decorrono dal primo giorno apre un conto individuale, con le indicazioni di cui noll'articolo
4Tel ineãe successivo ä quello del versamento del contributo. ll della leggo (testo unico). .

Chimilute q esie operazioni, la sede centraIo restituisce agli ÏJf- Per gli operai inscritti al ruolo dolla lilutualità, il conto indi-
ci inittenti i Ïibretti, i quali dovranno da questi essere rimessi viduale consta di tre parti.
si titolari, dietro ritiro della ricevuta. A. Nella prima parte si annotano:
Art. 15. 1. i contributi voreati dall'dperaio o da elii per esso (articolo
Quando. un insoritto non abbia con i versamenti raggiunto la l1, I, a della legge);
homma di 6 lire e per tro anni consecutivi, dal giorno dell'ultimo 2.° le quote dei contributi degli inscritti nel ruolo delle mu-

Versamento, non siano stati fatti sul suo conto ulteriori versamenti, il tualità rimaste vacanti per morte (articolo I l, I, b)
coáfo i•ímane sospeso e non vengono fatti sul medesimo accredi- 3.° gli interessi annuali attribuiti alle somme dei numeri l©
tamenti di alcuna specie. e 2* (articoli- 11, I, f)
Art. 16. IJ. Nella seconda parto si annotano.:

Gli operai hanno facoltà di formare il contributo.minimo di 5Ú 1.° lo quote di concorso della Cassa Nazionale a favore del-
centesimi con l'apblicazione di francobolli postali ordinari sopra l'inscritto (articolo l1, I, c)
cartallini, che saranno rilasciati gr,atuitamente dagli Ûffici postali, 2.° le parti delle quote di concorso a favoro degl'inscritti ri--
dalla sede centrale dalle sedi secondario della Cassa Nazionale.
o maste vacanti per morte (articolo 11, I, d)
I cartallini dovranno recare l'indicazione del nome o cognome 3.°gl'interessi annuali attribuiti alle somme di cui ai nunteri
del titolare e del numero e della serie del libretto. 1," e 2° (articolo ll, I, f);
I francobalÏi sarann) incollati negli scompartimenti nei quali e C. Nella terza parte si annotano:
diÝ¡so il .cartellino ; e qùando sia raggiunta la' somma di conte- 1.° le somme eventualmente assegnate a favore dall'inscritta
simi 50, il cartellino potrà essere consegnato all'Ufficio postale, da privati o da Enti morali (articolo 11, I, eg;
alla sede contrale o alla sede secondaria, che lo accetterå como 2.0 gl'interessi annuali attribuiti alle dpfte somme
(articolo 11,
dienaro, parchè i francobolli non siano alterati, fuori corso, mac-
chiati, lacari o formati di più pezzetti. Art. 21.
Art. 17. Per gli operai inscritti al ruolo dei contributi riservati il conto
Quando i cartellini sono consegnati alla sede centrale o alle individuale consta di tre parti: .

sedi secondarie della Cassa Nazionale, queste debbono rimetterli A. Nella prima parte si annotano :

pei• mezzo (legli Uffici locali al Ministero delle Poste e dei Tele- 1.° i contributi versati dall'operaio o da chi per esso (artièolo
giati, il quale, dandone scarico alle sedi mittenti, versa il relativo ll, II, a dollá leggo);
amâöntare, senza deduzione di aggio, alla Cassa dei depositi e 2.° gl'interessi accumulati sui contributi rimasti vacanti por

prestiti. morte degl'inscritti nel ruolo dei contribbti riscrvati e i coitiributi


Art. 18. degli inscritti nel medesimo ruolo che biano morti senza lasciara
Possono inseriversi alla Cassa Nažionalo anche gli operai che gli eredi di cui all'artipolo 14 della legge (testo unico) (articolo 11,
teáýoraneamente o con dimors stabile si trovino fuori del Regno. II, e articolo 16, capoverso 1°, della leggo)
La domanda d'inserizione coi documenti relativi e i versamgnti 3.6 gl'interessi annuali attribuiti alle sommo di cui ai numeri
dei contributi sono ricevuti dall'Agente consolare italiano del di- l° e 2 (articolo 11, II, f) .

stretto in eni à l'operaio, se .l'Agente consolare fu a òib autoriz- B. Nella seconda parte si annotano:
sato dal Ministero degli Affari Esteri, o da Istituti designati dal quote di concorso della Cassa Nazionale a favoro del-
1.0 le

Consiglio d'amministfazione, e sono da essi rimessi alla sede een- l'inscritto (articolo_ l l, ll, c)
ale della Cassa. ·
2. le .parti delle quoto di concorso a favore degl'inseritti ri,
Art. 19. maste vacanti per morte (articolo 11, II,
4);
L'itiseritto che cessi di avere le qualità volute dall'articolo 8 3.° gl'interessi annuali .attribuiti alle somme di cui ai numeri
della legge (testo unico), deve, nel termino di un mese darne av- 1° e 2° (articolo 11, II, f)
viso alla sede centrale della Cassa, agli effetti dell'articolo 17 C. Nella terza parte si annotano:
della legge (testo.unico). 1.° le soinme eyentualmente
asqpgnate, a favoro dell'inscritto
Qualora la sede centrale della Cassa, in mancanza dell'avviso di da privati o da Enti morali (articolo l I, II, e)
cui nell'alinea procedente, venga a conoscenza della cassazione di 2.0 gl'interessi annuali attribuiti alle dette somme
(articolo
dette qualifà, ne av,vertirà l'inscritto, mediante lettera raccoman- 11, II, f).
data, cornunicandogli che sarà a lui applicata la disposizione
del-
Art. 22.
l'articolo 17 della legge (testo unico). Alla fine di ogni anno la sede centrale accerta 16 moWi
degli
(L'inscritto ha facoltà di presentare ricorso entro un mese dalla inseritti e raccoglie in classi quinquonnali di eth, separatamelite
GAZZETTA UFFICIALE DEL REGNO D' ITALIA 3061

per i; due ruoli gli inseritti


di cui fu accertata la morte, e, di- Le Torme di liquidazione di cui alle lettere bec non possono
stintamente da questi gli inscritti sopravviventi. essero consentito se non quando il capitale accumulata gel conto
La sede centrale determitia inoltre, separatamente per ogni individuale corrisponde ad una pensione maggiore di 180 lire al-
ruolo e per ogni classe di eth, l'impgrto delle domme annotate l'anno, e soltanto per la parte di capitale eeeedente la detta

neÍla prima e nella tena parte del conto che rimasero disponi- pensione.
bíli per la moi•to degli inscritti e ripartisco talo importe fra i conti Art. 27.
individuali degli inseritti sopravviventi del corrispondento ruolo Quando dalla somma inscritta nel conto individuale dell'operain
e della corrispondente classo di eth, proporzionalmente alle somme risulti una rendita inferiore a lire 36 annue, la Cassa Nazionale

annotate nella prima e nella terza parte di ciascun conto. ha facoltà, salvo richiesta in contrario dell'inseritto, di liquidare il
Art. 23. conto mediante pagamento della somma acclimulata.

Per la lipartizione delle somme formate con le quote di con- Art. 28.

corso della Cassa Nazionale, la sede centrale alla fine di ogni Ricevuta la dichiarazione o deliberata d°umeio la chiusura e li-
anno determina, ogni classe quinquennale
per di età, l'iniporto qui.dazione del conto o riscontrato che l'operaio si trova nelle con-

delle somme annotato nella sceonda parte del conto individuale dizioni stabilite dalla legge o dal presente Regolamento, la sodo
divenute disponibili per la morte degli inseritti,rip.artisce e i tro contrale della Cassa Nazionale procedo in>mediatamente alla chin-

quinti di tale importo fra i conti individuali degli inseritti so- sura e liquidazione del conto.

pravviventi della stessa classe quinquennale, proporzionalmonte La rendita liquidata in base alla dichiarazione dell'inscritto e

alle sommo annotate nella seconda parte di ciascun conto. all'ammontare della accumulata sul suo conto, decorre dal
somina

Art. 24. primo giorno del mese successivo a quello in cui fu presontata la
La sede corstrale della Cassa Nazionale rimette, entro il mese di dichiarazione, .

La rendita liquidata d'ufficio decorre dal primo giorno del utese


gennaio di ogni anno, a ciascun Comune del Regno, l'elenco degli
inscritti residenti nel Comune, che abbiano da sei mesi alnieno so- successivo a quello in cui l'inseritto ha compiuto l'anno di età,

speso il pagamento dei contributi, con invito al Sindaco a dichia- dopo il quale la chiusura e la líquidazione del conto devono es-

rare se essi siano tuttora viventi o so abbiano trasferito alttove sore fatte d'ufficio a termini dell'articolo 25.
il loro domicilio. Art. 29.
L'Atilministrazione comunale restituisco entro un mese alla La sede centrale della Cassa Nazionale annulla l'inscrizione del
sede contrale l'elenco con le annotazioni delle morti avvenute e titolare della rendita vitalizia nel ruolo al quale
egli era•1;nseritto
dei trasferimeilti in altro Comune degli inscritti. All'elenco deb- e la trasporta nel libro delle rendite vitalizie, annullando in pari
bono essere uniti i certificati di morte.
'

tempo il libretto che à sostituito da un certificato di rendita vi.


talizia intestato al nome del vitaliziario.
CAPO III.
Il certificato di rendita vitalizia o rimesso
all'Ufficio postale o
Liqui laxiapp dei conti individuali e pagamento alla sede secondaria che ha ricevuto la dichiarazione por essere
delle rendite vitalizie
consegnato al titolare dietro restituzione della ricevuta.

In caso di chiusura e liquidazione d'ufficio del conto, la sodo
Art. 25.
contrale ne fa notificazione all'inscritto per mezzo del Sindaco del
L'inscritto, il quale abbia compiuto il 60° anno di età,"se uomo
Comune nel quale.esgo dimora e gli rimetto con lo stesso mezzo
od il 550 agno di età,'se donna, e per il q'uale siano decorsi al-
il certificato di rendita vitalizia.
meno 25 anni dal giorno del versamento della prima quota di
Art. 30.
contributo, ha facoltà di chiedere la chiusura e la liquidazione del
suo conto individuale.
Le domande di liquidazione anticipata
del conto individuale, in
NeÜa sua domanda l'inscritto deve dichiarare se intende che la caso d'inabilità permanente assoluta al lavoro, debbono essero ri-
sia fatta interamente in rendita vitalizia, ovvero, dato volte alla sodo centrale della Cassa Nazionale dirottamente
liquidazione op or
che abbia.diritto a' terminidelledisposizionidelloStatutoe del
ne
mezzo degli Utlici postali o delle sedi secondarie.
Alla domanda devono essere uniti i documenti
propente Itegolamento, nelle altre:forme previste dÀÏl'ultimo alinea camprovanti che
l'inseritto sidrova nell'assoluta e permanente
dell'articolo 12 della legge (testo unico). incapacifa di lavo-
Quando l'inscritto, il quale si trovi nelle condizioni sopraddette, rare, sopravvenuta dopo la sua inscrizione alla Cassa.
Tali documenti, esenti da ogni tassa, ai sensi
inn presenti alla Cassa la domanda per la chiusura o la liquida- dell'articolo 26
zione del suo conto,,questo rimane in vigore fino a che l'inscritto della legge (tosto unico), debbono consistere:

rion ai valga della facoltà di chiederne la chiusura, a) in un certificato medico debitamente autenticato, rilasciato

Quando l'inscritto abbia·compiuto il 63° anno di eta, se uomo, sopra appositi formulari forniti dalla Cassa;
o il 60° anno di eth, se donna, e sieno decorsi almeno 25 anni b) in un attestato rilasciato dal Sindaco del Comuno nel
dal .giorno del versamento della prima quota di contributo, la quale dimora l'operaio;
chiusura del conto individuale a fatta di ufficio, dalla sede con- c) in una dichiarazione, quando no sia il caso, del capo o
trale, o, salvo domanda in .oontrario .dell'inseritto, la liquidazione imprenditore alla cui dipendenza era l'operaio colpito da invali-
dità permanente assoluta.
ò fatta interamente in rendita vitalizia.
Art. 26. Art. 3L
Nella dichiarazione prevista dall'articolo precedente, relativa alla La sede centrale della Cassa Nazionale, ricevuta la domanda,
forma della liquidazione, l'inseritto deve indicare: ha facolta di chiedere che .la invalidità dell'inscritto sia accertata
a) so intende che la somma accumulata*nel sua conto sia da un medico da essa designato.

per intiero trasformata in rendita vitalizia .immediata a suo fa- Quando sia accertata la invalidità, la sede centrale procede alla
yore: •
liquidaiione del conto ed aggiunge alla somma risultanto una
b) se e quale parto del suo credito debba essergli corrispo- quota complementare da prelevarsi dal fondo d'invalidith, di cui
sta subito in capitale; all'articolo 13 della legge (testo unico).
c) .sc e quale parto del suo credito debba essere accanto- La misura della quota complementare 6 deternfinata in base alla
nata e messa a frutto por ossere pagata, alla morte di lui, insie- somma accomulata sul conto dell'inscritto e con le norme
all'uopo
me con gl'interessi accumulati, .ai suoi credi legittimi o testamon- stabilite dal Consiglio d'amministrazione.
tari o a quelli fra essi da *1ui designati. Fatta la liquidazione del conto, la sede centrale emette il certt-
3002 GAZZETTA UFFICIALE-I)EL REGNO I)'ITALIA

fiaato di rendita vitalizia con le formalità indicate negli articoli 28 Art. 39.

e 29. Il pagamentð agli eredi,. indicati nell'articolo 14 della lègge


Sono applicabili alla liquidazione dei conti in caso di invalidita (testo unico), del contributi riservatia ordinato'dalla sedeÀentrale
le disposizioni degli articoli 26 e 27. della Cassa Nazionale in sŠuito
a domanda.ad ossa presenÏata.

inscritti sussidî di nel termine stabilito nell'articolo predetto. La domanda Èáo eh-
La Cassa Nazionalo non puð concedere agli
sere corredata con .l'atto di morte del titälare e con i documenti
qualsiasi natura non contemplati dalla legge.
Art. 32. comprovanti il grado di parentola con esso, l'eta e lo stato civile
Le iriderínità che,.in caso di invaliditå permanente assoluta.de- dei richiedenti.

rivata da infortunio °stil lavoro, debbono essere versafe alla Cassa Art. 40.

Nazionale, a sensi. della legge per gli infortunî sul lavoro, sara'nno
Quando l'operaio, dell'articolo 26 del prosente Regola-
a sensi

convertite in rentlita vitalizia a favore dell'operaio inabile al lavoro, mento, abbia dichiarato che una parte della somma accumulata

vitaÏizia nel suo conto sia pagata in capitale,- alla sua morte, ai suoi eredi
e il relativo. certificato di rendita sarà consegnato all'ope-
raio per Sindaco .del Comune nel quale risiede
mezzo del o, se legittimi o testamentarî o ad alcuni di essi, questi dovranno gre-
è all'estero, per mezzo degli agenti indicati nelYarticolo 18. sentare domanda alla sede cántrale della Cassa Nazionale,· produ-

Art. 33. -
cendo l'atto°di morte del titolare e i documenti comproianti la
Le rendite vitalizie saranno pagate in rate trimestrali postici- loro qualitå di'eredi.
Art..41.
pate al 1° marzo, 1° giugno, 1* settembre·e 1° dicembre di cia-
scun anno, dalla sede centrale, dalle sedi secondarie e dagli Ullici Tritti gli atti indicati negli articoli precedenti sono rilasciati

postali. gratuitamente o sono esenti da qualsiasi tassa ai sensi dell'arti-


colo 26 della logge (lesto unico).
Il pagamento ò fatto al titolare della rendita "o al suo legale
rappresentante, dietro esibizione del certificato di rendita vitalizia CAPO IV.
e del certificato di esistenza in vita.
Disposizíoni diverse e trankitorie
I certificati di esistenza in vita sono rilasciati gratuitamente dal
Sindaco del Comune di residenza del vitaliziario e sono esenti da
Art. 42. .

qualsiasi tass'a, a norma dell'articolo 26 della legge (testo unico). Il bilaricio tecnico del fondo delle
rendite vitalizie, di cui nel-
Art. 34. l'articolo 20 della legge (testo unico), si fornia alla.fine di ciascun
rendita vitalizia possono, per giusti-
I tito ari dei certificati di
quinquennio, a decorrere dal 19 gènnaio dell'anno nel quale sath
ficati motivi ed in seguito ad autorizzazione della sede centrale emesso il primo certificato di rendita vitalizia.
della Cassa Nazionale, ottenere di riscuotero lo -rate trimestrali Il bilancio tecnico deve stabilire il valore capitale delle rendito
prenso Uflici postali e sedi secondarie diversi da quello al quale vitalizio in corso, al giorno delli valutazione, in base alle tavole
fu presentata la doinanda per la liquiidazione
dei conti. statistiche di sopravvivenza e di invaliditå « £1 saggio d'interesso
Sul certificato deve essere apposto il bollo in ogni singolo paga. .che saranno stabiliti dal Consiglio d'amministrazione della Cassa
mento, e contemporaneamente l'inscritto deve firmare una formola Nazionale.
di quietanza in doppio. Si dovranno, in pari tempo, modificare, occorreddo, i coefBcienti
Art. 35. . delle rendite vitalizie in armonia ai risultati del bilancio tecnico.
Gli Ufficipostali, per mezzo del Ministero delle Poste e dei Te- Art. 43.
1egrafi, le sedi secondaric della Cassa Nazionale debbono rimettere
e Alla riserva straordinaria di rischio, di cui nell'articolo 20 della
alla sede centrale, nel mese successivo alla scadenza di ciascun legge (testo unico), saranno attribuiti i Tondi ad essa destinati, in
trimestro, la distinta delle rendito vitalizie pagate. virtù degli articoli 9 e 15 della legge stessa, durante il 'periodo
Alla distinta devono essere uniti i certificati di esistenza in vita di 15 anni successivi a quello della costituzione della Cassa Na-
e un .csemplare della quietanza. zionale. Posteriormente la riserva straordinaria continuera ad es-
Art. 36. sere alimentata dai fondi predetti, fino a raggiungere la misura
Lo domande della chiusura o liquidazione del ¿onto degli operai massima di un decimo del valore capitale delle rendite vitalizio

inseritti residenti all'estero·debbono-essere rimesso alla sede con- ·

liquidate per vecchiaia o per invalidità non cagionata da ínior-


trale della Cassa Nazionale dagli igenti consolari italiani a ciò tunio sul lavoro, e .di un quinto del valore capitale delle rendito

autorizzati dal Ministero degli Affari Esteri o dagli Istituti desi- vitalizie liquidato per infortunio sul lavoro.
Art. 44.
gnati da.1 Consiglio d'amministrazione.
Il certificato di rendita vitalizia viene consegnato agli inseritti Nël caso in cui la riserva straordina.ria di rischio non sia suf-
per mezzo degli agenti consolari autorizzati a fare questo servizio ficiente a coprire l'eventuale deficienza constatata nel fondo dello
o degli Istituti predetti, i quali faranno anche il pagamento delle
rendite vitalizie, dovranno prelevarsi dalle entrate annuali della
rate tiimestrali delle rendite vitalizie. Cassa Nazionale le quote necessarie per reintegrare il. fondo ye-
Art. 37. detto, in uno o più esercizî, secondo ,le deliberazioni che prendera
Le rendite non riscosse per un anno sono tenute sospese e ces- all'uopo.il Consiglio d' amministrazione.
sano dal venire inscritte negli stati di pagamento. Art. 45.

Per essere ripristinate, il titolare della rendita deve farne do- Per le inscrizioni aperiodo abbreviato, secondo il disposto dei.
manda alla sede centrale della Cassa Nazionale, producendo il capoversi 3 e 4 dell'articolo 12 della legge (testo unico), si aþpli-
certificato di esistenza in vita. cano le seguenti norme:

Art. 38. 1°. if richiedente deve all' atto dell' inscrizione dichÎarare di
quanti anni intende abbreviare il periodo normale dei 25 anni di
Le rendite sono dovute fino al giorno della morte del titolare.
Gli eredi di esso, giustificando la loro qualith, potranno chiedere appartenenza alla Cassa ; l' abbreviazione non potra eccedere l5

delle rate trimestrali delle frazioni di rata non anni, dovendo, a norma di legge, restare inscritto almono 10 anni
il pagamento o

per ottenere la chiusura e liquidazione


riscosso, nel teripine di tre anni galla morte del titolare. Spirato del conto. Con l'inscrizione
prescritti favore della egli l'obbligo di i contributi, con gl'interessi com-
questo termine dotti importi saranco a assume pagare
Cassa Nazionale. per tutti gli anni di abbreviazione; egli
posti, potrà farne il vér-
Le rendite non riscosse in vita si prescrivono nel termine di 5 samento tutto in una volta o a rate,.purcha il pagamentosia'in-
almi stabilito dal Codice civile. teramente fatto prima del 31 dicembre 1903;
GAZZETTA UFFICIALE DEL REGNO D' ITALIA 3063

2°. l'operaio gik inscritto, che.intenda abbreviare, od abbre- dello Stato, sia inserto nella Radcolta ufficiale delle leggi
e dei decreti deÍ Regno d'Italia, mandando a chiunque
viare ulteriormente, il periodo, potra farlo, piirché nei limiti legali
e purche versi i relativi contributi cpn gli interessi
composti pri-
ma del 31 dicembre 1903.
spetti di osservarlo e di farlo, osservare.

Art. 46.
Dato a Roma, addì 2 luglio 1902.
Il Consiglio d'amministrazione, con le somme già destinate a

talo scopo e con ulteriori pielevazioni annuali siÎlla somma dispo- VITTORIO EMANUELE.
nibile, a norma della prima parte dell'articolo 9 della legge (testo CARCANO.
unico), per l'assegnazione delle quote ordinarie di concorso, for-
merà due fondi coi titoli: Visto, Il Guardasigilli: Cocco-ORTU.

4) fondo per le quote speciali per le inscrizioni abbreviate;


b) fondo per le quote speciali a favore dei soci delle Società
di mutuo soccorso.
Relazione di 8. E. il Ministro dell'Interno a
Ilprimo di detti fondi servirà per dare le quote speciali agl'in-
scritti a periodo abbreviato, a norma del capoverso 4° dell'arti- i .
S. M. il Re, in udienza del 19 giugno 1902, sul
colo 12 della legge (testo unico); il 'secondo per dare le quote ! . decreto che proroga i poteri del.R. Commisšario
speciali ai socí delle Società ed Associazioni operaie, inscritti a norma :
straordinario di Oliena (Sassari).
del primo capoverso dell'articolo 19 della leggo stessa.
SIRE !
La distribuzione delprimo fondo sarå fatta nell'anno 1904.
Le per l'attribuzione delle quote speciali, cuí devono servito
norme Il R. Commissario per la straordinaria gestione del Comune di
i due fondi, saranno stabilite dal Consiglio d'amministrazione. Oliena si à dedioa'o con ogni attività e la Iilaggiore cura al
con

Art. 47. riordinamento dei pubblici servizi ed alla risoluzione dello varie
Nei conti individuali degli inseritti vengono. annotati anche i pendenze. MA perchè lo .scioglimento di quel Consiglio sorta l'ef-
versamenti fatti da essi o da altri per essi allo scopo di ottenere fetto desiderato, è mestieri che il R. Commissario conduca a ter -

dell'articolo 12 mine tutto il lavoro iniziato, che dia sistemazione al personale degli
l'abbreviamento del periodo d'inscrizione, a norma
della legge
(testo unico). impiegati, eliminando quelli superflui od indegni di rimanere in
Nelle inscrizioni collettivo di op.erai, fatte da indhetriali, le soin- ufficio, al quale riguardo nessun provvedimento ha potuto finora
me versato da questi ultimi per abbreviare il periodo d'inscrizione revisione della. cootabilità,
adottare, in attesa del risultato della
degli operai più anziani, possono essere soggette a vincoli speciali cui è respónsabilità del segretario.
connessa la
consentiti dal Consiglio d'amministrazione della Cassa. la tal caso, Reputo percið necessario sottoporro all'Augusta firma di Vostra
e finchò rimangano soggette ,ai vincoli speciali, le dette somme Maestà lo schema di decreto che proroga di tre rpesi i poteri del
devono essere annotate in una appendice al conto individuale. R. Commissario di Oliena.

Visto, d'ordine di Sua Maestà il Ro: VITTORIO EMANUELE III


Il Minïstro d'Agricolturà, Indtestria e Conemercio
G. BACCELLl.
.

per grazia di Dio e per volontà della Nazione


RE D'ITALIA
Il Ministro· del Tesoro
Sulla proposta del Nostro Ministro Segretario di Stato
DI BROGLIO.
per gli Affari dell'Interno '
;
Il Ministro delle Poste dci Telegrafi
e
Veduto il Nostro precedente decreto con cui venne
T. GALIMBERTT.
sciolto il Consiglio comunale di Oliena in provincia di
Sassari;
Veduta la legge comunale e provinciale ;
Il Ntemero 280 della Raccolta tefficiale delle leggi e dei decreti Abbiamo decretato e decretiamo:
del Regieo contiene il seguente decreto :
Il termine per la ricostituzione del Consiglio comu-
VITTORIO EMANUELE III -nale di Oliena ò prorogato di tre mesi.
.per grazia di. Dio e per volonth 'della Nazione Il Nostro Ministro ò incaricato dell'escou-
proponente
RE D'ITALIA-
zione del presente decreto.
Sulla proposta del Nostro Ministro Segretario di Stato
1902.
Dato a Roma, addì 10 giugno
por le Finanze ; VITTORIO EMANUELE.
.

Visto l'articolo 11 della legge 2 luglio 1902, n. 238 :


GlouTTr.
Abbiamo ordinato ed ordiniamo:

Articolo unico.
Relazione di S. E. il Ministro dell'Interno aS. M.
Le disposizioni legge 2 luglio 1902,
contenute nella il Re, in udienza del 22 giugno 1902, sul de-
n. 238, ad eccezione di quello esposte negli articoli 2, creto che proroga i poteri del R. Commissario
3, 4, 6, 7 ed 8, elitreranno in vigore nel giorno suc- straordinario di B«nnio (Novara).
cessivo a quello della pubblit:azione del presente decreto• SmEl

mella Gaz«etta Ufficiale. Ho l'onore di sottoporre all'Augusta firma di Vostra Maesta lo


schema di decreto che proroga di un meso il termipe la rico-
Con altro decreto sarà stabilito il giorno nel quale per
stituzione del Consiglio comunale di Bannio.
entreranno iq vigore le disposizioni degli ai'ticoli 2, 3,
..Mercð tale dilazione, il R. Commissario potra compiere la revi-
4, 6, 7 ed 8 della legge succitata. sione dei residui attivi e passivi, definire diverse liti intentate al
Ordiniamo che il presente decreto, munito del sigillo Comune, accertare le eventuali responsabilità dei cessati ammini-
3064 GAZZETTA UFFICIALE DEL REGNO D' ITALIA

stratori, ed eliminare tutte le questioni le quali possano dar luogo Arma dei carabinieri Reali.
a crisi, por rooda che la futura rappresentanza sia in
nuove' con- .Con R.decreto del 13 maggio 1902:
tiizione di svolgere più liberamente l'opera sua. Barba Daniele, tenente legione Firenàe, bollócato in posizione au

siliaria, per ragione d'età, dal 16 giugno 1902.


VITTORIO EMANUELE III
Ai·mg di fanteria.
~

grazia Ai Don R. decreto del a giugno 1902:


per Dio e per volontit della Nazione
RE D'ITALIA Aymini Camillo, capitano 36 fanterias collocato in aspettativa per
sospensione dall'impiego.
Sulla proposta del Nostro Ministro Segretario°di Stato Arma di cavalleria.

per gli Affari dell'Interno ; Con R. decreto del 21 rhaggio 1902 : .

Veduto il Nostro precedente decreto con cui venne Luigini Agostino, tenente re'gginiento lancieri Vittorio Emanuele II,
sciolto il Consiglio Bannio, revocato dall'impiego.
comunale di in provincia di Arma d'artiglieria.
Novara; Con R. decreto del 13 maggio 1908:
Veduta la legge comunale e provinciale; . Premoli Vittorio, capitano 16 artiglieria, aollocato in riforma, dal
Abbiamo decretata e decretiamo : ·
16 giugno 190$ .

Il termine per. la ricostituzione del Consiglio comu-


-

Corpo
contabile militare.
Con RR. decreti del 2 giugdo 1902:
nale di Bannio è prorogato di un mese.
Masserini Giuseppe, capitano contabile in aspettativa per infer-
Il Nostro Minístro proponente è incaricato dell'esecu-
mità temporarie udn proveriiánti dal servizio, l'aspettativa an-
zione del presente decreto. zidetta è prorogata.
Monti Demetrio, tenente contabile istituto geografico militare, col-
Dato a Roma, addi 22 giugno 1903.
locato in aspettativa per infermitå temporarie non provenienti
VITTORIO EMANUELE. dal servizio.
GlouTTI. Con R. decreto del 5 giugno 1902 :
Vestri Luigi, tenente contabile. ospedale Savigliano, collocato in
aspettativa per motivi di famiglia.
Con R. decreto dell' 8 giugno 1902:
MINISTERO DELLA GUERRA De Tullio Errico, capitano'contabile magazzino easermaggio Peru-
gia, collocato in aspettativa per motivi di famiglia.
Disposizioni fatte nel personale dipendente : THPIËGATI CIVÏLI.
UFFICIAI.I IN SERVIZIO ATTIVO PERMAWENTE. Amministrazione centrale della Guerra.
to magýiore gehei•ale. Con RR. decreti del 2 giugno 1902:
Con RR. Beereti del 19 giugno 1902: Girrone avv. comm. Pietro, .direttore capo divisione di la classe,
Pelloux Luigi, tenente generale comandante I corpo irmata,
cav. collocato a riposo, a, sua domanda per anzianità dí servizio,
collocato in posizione ausiliaria, a sua domanda, dal lo lu- col grade onorario di direttore goñerale, dal 1° agosto 1902.
glio 1902. Fizzotti cav. Spirito, ufficiale d'ordinoidi la id.-Silvacav.Luigi,
Valles cav. T mmaso, id, id. divisione Roma, esonerato da tale id. la id., collocati a riposo, a :1pro domanda, per. anilanità di
- coniando e nominato coxh«ndante I corpo armata, non decor- servizio, dal lo luglio 1902..
Tenza, per gli assegni, dal T6 luglio 1902. Con RR. decreti del 5 giugno 1902 :
Mazza Francesco, id, id. id. Napoli, id..id id. divisione Roma•
cav. I seguenti impiegati sono promossi al grado od alla classe su-
id. id., dal 16 id.
periore, dal 16 luglio 1902:

Tarditi cav. Cesare, i . id. id. Ravenn°a, id. id. iç1. id. Napoli, id. Camerano Luigi,.ufficiale d'ordine di 2a classe, protnosso ufEciale
id., dal 16 id. d'ordine. di la classe.
Giroh cav Arnoldo, maggiore geilerale comandante brigata Sa- Proserpio Gaetano, là. 2a id., id.. id. la id.
vona, promosso tenente generale o nominato cornandante divi. Rosati Ernesto, id. Šs fa., id. id. 2a id.
stone Ravenna, id. id., dal 16 id. Fedele Francesco,id. 36 id., id. id; 2 id.
Pizzuti 'cav. Federico, id. a dis¡>osizione, destinato addetto comando Duse Vittorio, id. 3a id., id. id. 2a ¡g.
generale arma carabinieri Reali. Natale Eduardo, ufficiale di surittura di la id., nominato uñiciale
Colonnelli promosisi maggiori generali, con decorrenza, per gli. d'ordine di 3a id. (scelta).
assegni, dal 16 higlio 1902e Pepe Francesco, id. la id., id. id. 3a id.
Vándero cav. Secondo, capo di stato maggiore X cor¡io armata, Melis Gaetano, id. 16 id., id. id. 3a id. (scolta).
nominato comandante brigata Savona. •
UFPICIALI IN CONGEDO.
Barattieri dj San Pietro conte patrizio piacentino cav. Paolo, a
Ugoiali di complemento.
disposizione, id. id, id. Re. Con R. decreto del 5 giugno 1902:
Corpo di stato maggiore. Lucchese Giovattni Battiata, sottotenente lo genio,pecottata la di-
Con RR. decreti del 12 giugno 1902: missione dal grado.
Tamajo Corrado, capitano' reggimento cavalleggeri di Catania, .
Con alt decreti dell' 8 giugn 1002:
trasferito nel corpo di stato niaggiore e destinato addetto co- Nubola Nazareno, sergente allievo ufHeiale, nonlinàto sottotenente
mando. divisione Bari. di complemento alpini.
3fozzoni Pietro, id. fanteria RR. truppe Africa, id. id. id. id. id. Raffoni Giuseppe, militare di 3a categorÏa in dongedo illimitato,
Piacenza. laureato zooiatria, nominato sottotenente di complomonto
in
Con R.°decreto del 19 giugno 1902: -
nel corpo veterinario militare.
Briccola cav. Cesare, colonnello comandante 4 hersaglieri, trasfe- Rettificato il nome dei seguenti utliciali. come risulta a fianco
rito nel corpo di stato
maggiore e nominato capo di stato di ciascuno di essi:
maggiore I corpo.armata, con decorrenza, þer gli assegni, dal Sensato Piet1•o, hottotenente 5 alpini:Beassaro Piero-Colasur-
16 luglio 1902. do Michele, id. fanteria: Colasurdo Michelino.
GAZZETTA UFFICIALE DEL REGNO D' ITALIA 3065

MINISTERO I)EL TESOICO a o il n it ) i ppst kolla dire- d'inËaricato


zione, clie si renderanno vacanti nello RR. Scuole tegniche du-
rante l'anno scolastico 1902-903.
DIreslone Generale del Debits Pubblico
Al concorso potranno prender parte tutti i professori che attual-
mente insegnano nelle Scuole suddetto, col.grado di titolare.
$ETTIFIOÁ D INTESTAZIONE (la pygggggggg
La Commissione giudicatrice del concorso designora, in ordine
Si è dichiarato che le rendite segueriti del Consolidato 5 010,
alfabetico, non più di venti concorrenti.
; N. 818.428 d'iscrizione sui registri della Direzione Generale.
cio U Ministero scogliera escÎusivamento tra i designati gl'inse-
L, gpõ, ¶.180,070, per L. 15, al nome di Vonuti Eugenia fu
gnanti cui dark I'incarico. dolla dirosione, tonondo conto delle osi-
Glambattista, minoro, sotto la patria potesta della madro Hortolono
gonzo del servizio, per conciliaro nel modo migliore tale incarico
Giuge fu Antonio, domiciliate a Chiavari (Gonova), o N. 975,535,
con l'insegnamento.
per L.09!), al nomo di Venuti Giuseppina-Palpaira-Eugenia fµ
Chi non accetterà la sede che gli sara offerta s'intenderà dcca-
Gipyanni Ug‡tista, niinore, (come sopra), furono così intestate
ecc. dato da ogni diritto aho gli possa derivare dal presente concorso,
errore occorso 11elle indicazioni dato dai richÌedenti alPAmmi-
per i cui offetti, ad ogni modo, cesseranno per tutti al riaprirsi di un
niptrazione del Debito Pubblico, mentrechð dovevano, invece into- nuovo concorso.
starsi a Venpti Palmira-Giuseppina-Eugenia fu Giqvanni l¼tti- Coloro che intendono partociparo al concorso dovranno preson-
sta, glipqre, ecc., vera proprietaria done rendito sfosso. tate, non più tardi del 20 luglio p. v., l'istanza in carta bollata
g termigi dell'artipolo 72 del Regolamento sul Debito Pubblico, da L. 1,20 corredandola, oltro che dei titoli di studio e di una
s¡ diffida chiunque ppssa avervi interesse che, trascorso un meso breve informazione sulla loro carriera scolastica, di qualsiasi altro
alla prima pub icazione di questo ayyiso, gv.o Jpn pieno stete titolo documento che crederanno opportuno a dimostraro la loro
o
notificate opposizioni A questa Direzione Generald, si procederà alla coltura o lo Igro attitudjni all'ufHcie cui aspirano.
rettifica di etto isorizioni nel modo richiosto. 1 titoli e i documenti dovranno essero indicati con numoro pro-

Roma, il 16 luglio 1902. gressivo, in uno speciale elenco in earta libera.


Il Direttore Generale Non si terra conto delle domande che entro il 20 luglio sud-
MANCIOLI. detto non saranno pervenute al Ministero (Divisiono per l'istru-
I zione secondaria tecnica) o cho non saranno corredate dei docu-
menti richiesti o che avranno qualche documento irregolaro in-
Direzione Generale del Tesoro (Portafoglio) o

completo.
.Il prezzo del cambio pei certificati di pagamento in Roma, addi 14 giugno 1902.
valuta 'metallica dei dazi doganali d'importazione è fis-
2 Il Ministro
sato per oggi, 2 luglio, in lire 101,27.
N. NASI.

I il I

MINISTERO
CONCORSO a cattedre di computisteria nelle RR. Scuole tec-
D'AGRICOLTURA, IND. E COMMERCIO niche.

E aperto, in Roma, il Ministero della Pubblica Istru-


presso
Divisione Industria e Commercio zione (Divisione por l'istrusione secondaria tecnica) un concorso,
per titoli, alle cattedro di computistoria nello RR. Scuolo toc-
Media dei corsi dei Consolidati negoziati a e,ontanti niche.
nelle varie Borae del Rogno, determinata d'accordo fra Colqro che intendono parteciparvi dovranno presentare, non più
ilifinistero d'Agricoltura, Industria e Commercio e il tardi del 20 luglio /p. v., lg dotaanda in carta bollata da liro 1,20,
coi geguenti documenti:
Ministero del 'I'esoro (Divisione Portafoglip).
Jo luglio 1902.
L° gitolo di ¿þilitazione "congeggito in un publplico Istituto
d'istruzione (a norma dell'articolo 1° del R. decreto 8 novembre
1901, n. 470), acconipagnato dello speechietto genorAle dei voti
Con godimento Senza cedola conseguiti negli esami;
in oorso
2.° fede di naseita;
3.° .Cer ficato di sana costituzione fisica, debitamento lega-
I.ire lire ,
lizzato;
of, 4.0 fede penale;
6 fordo 103,18 */ 101,18 */
5.° certificato di bliona condotta;
,
4 1], 0|, netto 111,30 7| 110,18 */ 6.0 certificato di cittadinanza italiana;
donsolidati . ,
7,0 riassuntlyo,
4 /, netto 102,90 */ 100,90 */
conno in cgrta peoplice, degli studî fatti e
dolla carriera geolastica percoreg;
3 /, fordo 69,12 1/, 67,92 1/ 8.° elenco, in caita
semplico, di tutti i documenti uniti alla
dopianda.
I certificati, di cui
pi numeri 30, 4 o 5° dovranno essero di
data pqateriore al 30 giufno 1902.
co·IstCO16SI. 1 concorrenti cþo occupano gihip
ufficio di ruolo in una delle
Amministrazioni dello Stato sono
MINISTE11Ô dispensati dal prosentare i do-
cumenti 2 , 30o40, 5° e 6°.
bEI;LA ISTÌtUZIONE PgBBLICA. Oltre i documopti sopra citati, i concorrenti potranno inviare
tutti quel titoli acientifici e poolastici che crederanno
opportuni,
CONGORSO all'U/jicio d'incaricato della direzione Ji Scuole aflinché la Commissione giudicatrico del concqrso
possp tenerne
tecniche. conto nel giudizio definitivo pho farà del merito di
ciapeua can-
In conformità delParticolo 3del R. decreto 8 novembre 190), n. 4'70, didato.
3066 GAZZETTA UFFICIALE DEL REGNO D' ITALIA

Non sarà ammesso al concorso chi al 1° ottobre 1902 avrà su- e non oltrepassata quella-di 2Talla data del 31, agosto predetto;
peraÏa l'età di 40 anŠf,
aiono che si tratti di p sona ín ervi- 2.° il certificato di ciŠdinanzä italiana;
zio attivo come insegnante di ruolo negli Istituti governativi di 3.° il certificata a briona condotta rilasciato dal sindaco del

pubblica istruzione, o che abbia già prestato o presti servizio go- Comurie di dimora, di data non antoriore a qußlla del presento
vernativo in altra Ammínistrazione, con diritto a pensione di ri- avviso;
poso, per un tempo non inferiore a quello che conterà oltro i 40 4. la fede penale, di data non anteriore a qtiella del presente
anm. AVVISO •

I concorrenti classificati con una votazione non inferiore agli 5.° il certificato medico, legalizzato nella firma dal sindaco
8110 saranno nominati nol grado di incarÏcato con lo stipondio di comprovante che il, candidato o di sana costituziorio o non ha di-
L. 1200 di mano in mano che i posti si renderanno vacantie fetti o imperfezioni fisiehc;
secondo l'ordine della graduatoria, fino a
quando non verra ban- G.° il foglio di congedo illimitato,
oppure il certifiästo di ésito
dito un nuovo concorso. della leva o di iscrizione nelle liste di leva;
Coloro che rifiuteranno la cáttedra loro offerta decadranno da 7. il diploma .originale di ragioniore,
conseguito in un Istitufo
ogni diritto per vacanzo auccessive di cattedre rispetto al pro- tecnico del Regn'U.
sente concorso. Il concorrente dovrà fare dichiarazione
esplicita (cífe SoNa es-
Per ottenere la nomina, il concorrente prescolto dovrà rinun- sereespressa nella stessa domanda), di acontate, in caso di no-
ciare ad ogni altro utÍleio, riservandosi il Ministoro di giudicaro mina ad alunno, qualunque residenza, e di adórire alÌoiuove

se egli potrà godere dei beneficî concessi dalla legge 10 luglio norme regoleranno la cassa di previdenza, in sostit ono della
che
1862, n. 722, sul cumulo degli impieghi, e dall'articolo 3 della legge tuttora vigento per le pensioni, la quale potra dúàa o di
legge luglio 1900, n. 259.
12 avere effetto per gl'impiegati da assumersi in séivizio.
Le donne che, prendendo parte .al concorso, saranno designato Tanto la domanda quanto i documenti
allegati dovranno oisere
por la nomina, non potranno ossere assunto in servizio che nelle conformi allo prescrizioni della leggo sul bollo.
Scuolo tecniche femminili. I concorrenti riceveranno avviso dell'esito dolla loro domanda
I concorrenti dovranno indicare nella domanda il proprio do- per mezzo dellð rispettive Prefetture.
micilio, per ogni eventuale comunicazione. Essi dovranno sostenere tre
prove scritte ed una orale.
Le domando non cúrredato di tutti i documenti richiesti, o che Le prove scritto avranno luogo nel mese di ottobriin Roma,
avranno qualche documento irregolare od incompleto, non sa- nei giorni che saranno indicati con altro avviso.

ranno accettale. -La prova oraleseguirà pure in' Roma riel glorim Ehe sarh fatto
conoscere ciascun candidato che avra superato lo
a
Roma, addl 14 giugno 1902. prove scritte.
I concorrenti vincitori del concorso saranno nominati
Il Ministro alurini in
ordine dei punti riportati, ed a seconda dei
N. NASI. posti vacanti; duiante
l'alunnato, della durata non minore di sei mesi, potì•akilo rÌcÑero
una indennità mensile, non cocedente le lire
ÀVYISO DI CONCORSO.
cento, äiano quando
destinati in residenza diversa dgla loro abituale o da quella delle
loro famiglie.
È parto il concoiso
per professóro oèdinario alla cattedra di
geod siã teoretica nella R. UniversiŒ di Bologna. Gli esami
versegnrio siillo materio contenutoS1 Èguinte'pro-
Lo domando, ip ãrta legalo da L. 1,20, ed i titoli, indicati in gramma:
Prove scritte:
app¾iti Elemihi, dovranno essero presentati al Ministero della Pub- L Nozioni elementari di diritto ¿ostituzionale
blÏca Istruziorie non più tardi del 20 ottobre 1902. ed ammini-
-

Non sono ainmessi lavori manoscritti e non saranno accettate, in strativo itáliano.
1.° Statuto fondamentale del Regno Forma deÌ Goveíno
nehun caso, pubblicazioni o parti di esse che giungano al Mi- -

Il Re La Famiglia Rege I poteri dello Stato


nisterá.dopo la scadenza del concorso. Diritti e
-
-

L pubblicazioni ilovranno, possibilmente, essere in numero di


doveri dei cittadini Il S£n'ato La Camera Áei
- -

I Î)Ñ$tatii
bastovole jser farrie 12 distribuzione äi componenti la Commis- Ministri L'õrdine giudÌziario Le iätnuËioii c muñili~e io-
copio
-

vinciali.
sioríe esãminatrice.
go. Circoscrizione territoriale eÀÌximÏnÏÃrati
.Deili ele'nchi dovranno inviarsi non meno di sei copie. deÌ RáiÑL
Romi, addi 10 giugno 1902. Ord,inamento od attribuzioni delle varie Amministrazioni centrali
Il Ministro -
Consiglio di Stato Corte dei conti- -
Avvocatura erariale -

3 - N. NASI. -
Amministrazioni provinciali, specialinente quelle dipendåti dai
Ministeri dell'Interno, del Tesoro o delle Finanzo.
II. -
Nozioni elementari di economia-politica e di scienza delle
MINISTERO DELL'.INTERN0 firianze.
1°. Ricchezza e suoi fattori -
Scambio - Valoio -
Moneta -

= Amministrazione provinciale. Credito Bancho


-

Proprieth - -
Rindita - Salario Ìnto saá
Avviso di concorso per l'ammissione di 80 alunni agl'impieghi
-
Profitto -
Consumo della ricchozii Vai·Îe -specio di on-
sumi.
di 2a categoria (ragioneria).
In esecuzione del decreto Ministeriale 2 Demanio e beni pubblici Redditi patrûnoniali degl enti
in data 4 volgente
-

mese,
.

ò aperto per l'ammissione di 80 alunni agl' impieghi


un concorso pubblici -
Tributi e loro classificazione -

Debito*pubblido -

di 2a categória nell'Aigministrazionc provinciale, giusta le norme


Credito comunale e provinciale = Monopoli e servizi pubbli i -

stabilite dal Regolamónto approvato con R. decreto 2 febbraio Bilanei pubblici -

Spese pubbliche.
1902, n. 26. III. -

Ragioneria e aritmetica applicata.


1.0 Azienda ed amministrazione economica o loro élassifica-
Lo domande di ammissione agli esami dovranno essere scritte
dai concorrenti e da essi presentate non più tardi del giorno 31 zione -
Il patrimoni Funzioni ed organi dell'amministraziono
-

nella quale risiedono, e do- economica Valußzione dei singoli elementi patrimotiialÌ
agosto alla Prefettura della Provincia
-

vranno avere a corredo: L'inventario -


Il preventivo
L'esercizio Le scritture
-

11 -

1.° l'atto di nascita, legalizzato dal presidento del tribunale, rendiconto Aziende pubbliche
-
Loro indole e loro úaratteri
-

Azienda dello Stato Azienda della Provincia -Adienda del


dal qualo risulti che il concorrente ha compiuto l'eth di 18 anni
- -
GAZZETTA UFFICIALE DEL EGNO D'ITALIA 3067

Comuno -
Agiride uÌ>1iliche miñori -- Controllo inprho ed e- Apprövass'one del progetto Ëagametito alla signora
di legg¾
iluoète aziende. e rimborsodispese
Trevisatti di danni ed interessi
sterno su Augtesia
2.6 Intercani semplici o composfi Annualita --
od ammorta- processteali e di un asseppo vitalizio in seguito .« sentenza
menti --
Pläni dL pi•cstiti con obbligazioni e senza -
Fondi pub- delf Ahtorité gitediziarie » (N. 105).
blgi o privati.o computi ad essi relativi Riparti --
e loro appli- ARIIIVABENE, segretario, da lettura del progétto di leggo.
cazioni -
Conti corio'nti nei varî casi enci varî metodi. Non ha luogo discussione generale e, senza discussionc, si ap-
Prova orale :
provano i due articoli del progetto.
I. --
Le maierie delle prove scritte.
Appropazione : < Modißcazioni alle piante
del disegno di legge
Nozioni di diritto civile 4 comnierciate.
II.
personale Ålle poste e dei telegrafi e provve-
organicAe ilet
-

l. Dei beni, della proprieta e delle suo modificazioni Dollo


dimenti concernenti il personale stesso > (N.'i24).
-

obbligaziónl o dei contratti in genere Delle. provo. -

2 Doi comniorcianti Delle società commerciali


- Iiei libri, ARRIVABENE, segretario, da lettura del progetto di legge.
Non ha luogo.discussione generale, e, senza discussione, si ap-
.

di commercio - ella cambiale e degli altri principali Ïtoli di

credito - Del fallimento. provano i dieci articoli del progetto.


III. ßtatistica
Appi·ovazione del progetto di legge: Prevenzione ¢ eura della
-

Concetto generale'della statistiaa Ë o divisioni ¡n incipali -

pellagra > (N. 10 bis).


-

Raccolta dei dati Medie statistiche


- Stru'monti della sta-
tistica Operazioni principali della statistica ufficiaÍo
-
Orái- ARRIVABENE, segrotario, dà lettura del progetto di legge.
uffici statistica Importanza prática delle sta- Non ha luogo discussione generalo, c, senza discussione, si ap-
namento degli
di -

tistiche ufficiali -- Statistica finanziaria. provano i 19 articoli del progetto.


IV. Geograpa e storia d'Italia.
Discussione del prägetto di legge: Indennità agl'inspiegati
-

« re.
16.Monti -
Vulcani - Isole -
Mari -
Golti -
Stretti -

sidenti in Roma » (N. 92).


Porti -
Fiumi -
Laghi -
Linee principali per le comunicazioni
Tcrroviario nell'interno o con l'estero. ARRIVABENE, segretario, dà lettura del progetto di legga.
2. Ì)alla
rivoluzione francese fino all'insediamento della ca- PRESIDENTE. Dichiara aperta la discussiono generale.
del Regno in Roma Conni sullo.origini o sulla storia CANTONI. Spiega il controprogetto da lui ¡ireacntato.
pitale -

della Casa di Savoia e de' suoi più illustri Principi, Rileva che vi sono impiegati che risiedono in luoghi dispon-
V. --- Traduzione dall'italiano in francese. diosi, insalubri e malarici, ai quali si devo prov doro al läri di

Roma, addi 8 maggio 1902. quelli residenti in Roma.


Converrebbe togliero il cittivo of!'etto moralo e politico cho un
Il Direttore Capodella Divisione 1 progetto esclusivo per gl' impiegati residenti in Romafarebbeno-
SCAMUZZI. altri impiegati che versano pure in istrettezze.
'

& gli
Ora, poichð il ministro del tesoro non poteva dare che un mi-
liond. egli propose che si dessero 500,000 lire aglí.inipiegati re-

PARTE NON UFFICIALE


sidenti nella capitale, e 500,000 a quelli residenti fuori di Rotna
in località dispendiose ed insalubri, provvedondo pero ancho al
modo di crescore quel fondo.
Conclude che, considerando il ministro del tesoro ha di-
PARLAMENTO NAZIONALE came

chiarato di noti poter accettare il suo controprogetto, e tenendo


conto dell'ordine del giorno proposto dal senatore Frola, presidento
SENATO .DEL REGNO
dell'Ufficio centrale, nella speranza che esso sia accettato dal mi-
nistro, non gli rosta che ritirare il suo controprogetto.
RESOCONTO 80]ilxABIO -
Martedi 1° luglio 1902
BACCELLI GIOVANNI. Non discute il concetto informatore
Presidenza del Presidente SARACCO. della leggo, si limita a rispondere allo obiezioni che vi si
fanno.
La seduta a aperta (ore 15,35).
verbale della tor- Nota osatto che a Roma il vivere sia mono
DI PúAMPERO, segretario, legge il processo non essere

nata preceante, il quale viene approvato. .caro che in altro citta d'Italia; il plozzo delle pigioni à aumon-
tato; i viveri sono tenuti ad un prezzo altissimo, perchè costano
. Congedo. non solo per quel che valgono, ma per il sopraprezzo dei trasporti.

Si accorda un congedo di sei giorni al senatoro Ogrio Cérruti. A Roma il dazio di consumo, la tasia di famiglia ò ninggioro chó
altrove.
ßunto di petizioni. A Ro'ma lo Stato concede ai militari un'indennità di liro 25
4 DI
PRAMPERO, segretario da lettura del sunto delle potizioni monsili; dunque lo Stato riconosed che qui il disagio economico
porvenuto al Senato. é maggiore che nelle altro citta.
Ma oltre al caro ordinario ðei vivori, vi À puro quellüraoi'-
Approvazione d¾ disegno di leggy : iProvvedime.nti a favore
dinario che a Roma è frequento ¡ier i numerost pellogrinaggi ci-
.dei danne3giatŠdallgalluvioni e frane nel secondo seme-
vili e cattolici cho pi ripetono continuamonte, o per l'afuuenza in
10g
stre » (N. 100).
certe stagioni dell'anno di un numora non plecolo di forestiéri.
CilIALA, segretario, dà lettura fel progetto di legge. Iticórda che l'indennita venne concessa fin dal -1871 agli iinpio-
Non ha luogo discupiono generale.
gati trasferiti a Roma, índennità clìo poi per le leggi del 1872 e
Senza discussione si a¡¾rovano gli 11 articoli del progetto. del 187 vàniio aumentata, o mantoiluta per 24 aniii coxitinni. Nel

disegno ai le'qje:
del Modificazioni Alla leggd 1804, por sopporire ai bisogni del bilancio; l'indenrtith fu Ín parto
Approvazione
sotttefficialip (N. Abis).
sullo stato dei abolita, anoho perchð i viyöri erano a hon prenö.
CHIÀLÄs seg etarió, dÙloitura del progettidi legge. Ma non giub dirsi eh fu -completainanto
abolita. ma solo .so.
spesa; ora, mutäte condiiioni economicho di Ik ma, non vi 6
I
Non ha luogo discussiono generale.
Senza discussiono, si approvano i 18 articoli del progetto.
alcuna ragione per negarla, dal momollio che lö stösso doverno la
3088 GAZZETTA UFFICIALE DEL BSGN,0 Ï)' ITALIA

ripropone, þer quanto in proporzioni minori, poicho ò limitata solo Per quanto nessuna obiezione siasi fatta in Senato.contrgíl
agli impiegati älle hanno stípendio inferiore alle 4000 lire. progetto, pure ciede suo dovero difo le ragioni pòr 1& qualiilGo-
Nota che la legge del 1894 non ebbe offetto retroattivo, ma dopo verno lo sosfiene.

Otto anni, cresciuto il numero degli impiegati nuovi, la disparità Quanto alle ragioni di equita nossuno le ha disconosciute.
di trattamento fra vecchi e nuovi impiggati diventa stridente, e Le esigenze della vita a Roma sono taÌi da rendero necessario
crea condizione di privilegio molto delicata, perchò il com-
una un trattamento speciale per gli impiegati residenti alla cápi-
penso del lavoko deve essero uguale fra impiëgati dello stesso tale.
grado. Nessuna ragione positi o stata indicata, ma solo si sono fatti
Ammette che gl'impiegati di altro città non possano non desi- dei raffronti fuori di qui, per combattero là legge. Mancano gli
deraro di avere essi questa indonnità, ma, dopo lo dichiarazioni clementi svariatissimi che possono portare ad un'indagine corta
del ministro fatte all'altro ramo del Parlamento, non crede cho sullo condizioni degl'impiegati provinciali.
la questione dell'indennità agl'impiegati provinciali debba influire So si dovesse fare un raffronto ed equipararo le condigoni di

por negarla agl'impiegati centrali. tutti gli impiegati del Regno nello diverso lpealith, la cosa sa-
L'approvazione.del progetto a anche, sceando lui, un atto di pru- robbe luttga o difficile.
Jenza politica, di fronto all°agitarsi dei partiti estremi; epperb o Nota che quando la prima volta l'indennità
per gli
si propose
certo che il Senato, non vorrà negare il suo voto a questa benc-. impiegati Roma, le condizioni
residenti in di Roma non erano
fica legge da lungo tempo attosa e da lungo tempo promessa (Ap- molto dissimili da quelle di altro città. •

provazioni). Dopo la legge del 1894 ò indubitato che si creata una dispa-
Presentazione di progetti di legge.
rita fra gli impiegati della capitale, che tutti riconoscono
ingipsta
e dannosa.
NASI, ministro della pubblica istruzione, presenta i seguenti di,
Spioga le ragioni per le quali il Governo fu costretto nel 1894
sogni di leggo : ad abolire l'indennità di residenza; ragioni che si riducono a due:
Disposizioni intorno alla nomina e al licenziamento dei diret- le condizioni di bilancio o la crisi edilizia.
tori didattici e dei maestri elementari; La crisi edilizia aveva portato un ribasso nolle pigioni, che
por
Costruzione di edificio ad della Biblioteca nazionale fortuna
un uso fu transitorio; infatti il rialzo si ò verificato, il che di-
contrale in Firenzo; mostra un miglioramento nelle condizioni ceonomiche della capi-
Sistemazione del por'sonale straordinario di ragioneria del Mi- tale; ma ha accresciuto d'altro canto il disagio di gran parte della
nistero della pubblica istruzione; popolazione e più specialmento della classe degli impiegati.
Modificazione alla legge 30 dicembre 1894, n. 597 (testo unico), ( I lamenti sorsero, ingigantirono ed il Governo ha cercato di
sul Monte-pensioni dei maestri elementari.
porvi rimedio accordando l'indenngà, ma seguendo ogni critorio
(Questi progetti seguiranno la procedura rogolamentare). di possibili economie.
Il disegno di legge non é un
Ripresa della discussione. provvedimento di ordine generale,
ma e un riparo ad un provvedimento che era stato imposto da
FROLA, prosidente dell'Ufficio centrale. Dichiara che è favore- speciali condizioni dello finanze e del paese. *

volo alle proposto fatte dal Governo e che approva la logge per Il progetto di legge ha già avuto l'approvazione delfaltrolmo

motivi estrinseei, che si comprendono senza darne la dimostra- del Parlamento e l'oratore prega il Senato di dargli voto favore-

stono. vole, pensando a quali effetti di amara delusione darebbe luogo


Conoscitore delle condizioni di fatto degli impiegati di Roma, è il rigetto della legge.
lieto chp gi presenti un'occasione por dare loro qualche aiuto. Pero, PATERNOSTRO. A suo giudizio, la ragione sufficiepte òel pro-
conoscitore puche dello congizioni degl'impiegati, che si trovano getto di logge che spera troverà accglienza nol Senato, sta nella
in ghre residenze che pur soAo d.isagiato, aveva formulato un or- diversità delle condizioni di yita che si veriûcano in R(una, in con-

di,no del giorno per invitapo il Governo a preseptare dei provve- f:onto di quelle delle altre cittå.
dimenti anche a lpro ,rigyardo, La vita in Roma he ppeciali condizioni che geri ano d un cu-

amand# con kliIgltri IgembriAell'Ufficio centrgle informazioni mulo di circostanze speciali, tra le quali una crisi le cui cönse-
al mulistro gel tasoio sygji effetti che il. provvedimento recherebbe guenze ancora.continuano, e duo Corti,.òhokichipmano un grando
al.bilanolo, ma questa non è una questione puramentà di spesa. movimento.
Quagdo at tratía d'impipga‡i, che pi trovano in residenze disa- Quanto al rgearo delle pigioni, rilpv cl cià dÍppndo all'gyer
giale, gipsto Àar loro unasconveniente retribuziono del lavoro permesso l'accontramento ip due grindi I tÁi dhpfasi tutta la
che peqi preplang. proprieta fondiaria di Roma.
Raccomanda quindi che si provveda ad abbroviaro il termine per
guindi, peguggdo l'indirizzo dell'altpo gamo del Parlamento, a-
Voya formulpto l'ordine del giorno su accennato. lo smobilizzamento che 14 Banca dTtalia dovrgbbe eseguire,, Ac-
Dalle considerazioni addotte dal senatore Baceelli assume mag- cioechð si ponga fine al disagio del rincaro artificiaÌÑ ËelÍo pi-
gior foty per ggro.il Auo appoggio al progetto di legge. ( gront.
Fy ,appello pl Governo perchð ponderi quanto l'Ufficio centrale CAVASOLA. Praga il Senato di rioordare gli scopi deLprogettg
raccomanda per gl'impiegati residenti fuori Roma; ponderi anche di legge.
il pçogetto gel senatore Cantoni e ‡accia in modo che la.giustizia Non si devono fare confronti fra residenzo e residenzo, o crede

distributiva non venga dimenticata iri quei provvedimenti, che po- sarebbe beno mantenersi nel prudente. risorbidef'mÏnistri
tranno, spera in un prospimo Avvenire, extendersi a tutti gl'im- Vi sono localita che si trovano in condizioni moltopgavi e per
piegati, che hanno minore stipendio, e che si trovano in residenze igiene viabilith; ma i dati per fare Ï confron'ti mancano e
e per
disþendiose od insalubri. non ð opportuno occuparsene oggi.

Le ragioni speciali per approvare il progetto sono


DI BROGLIO, ministro del tesoro. Ringraziaril senatoro Cantoni già stÀto am-
di aver ritirato il controprogetto e lo assicura che il suo diniego piamente dette dal ininistro e da altri oratori: è
meglio percib
non dipende da minor deferenza verso di lui, ma del convinci- contenersi nell'ambito del progetto p non pregiudicare in alcun
monto che il controprogetto stesso si riduceva ad un provvedi- modo altre maggiori quëstioni (Vivissimo ppprov

mento che non avrebbe arrecato alcuna utilità agl'impiegati fuori DI BROGLIO, ministro del tesoro. Replica brevemente al
sena-
di Ranta, resilendo invece in gran parte irrisorî i provvedimenti tore Paternostro.
è il
per quel della capitale.
presi on di riandaro i fenomeni ecqnomici, cho
caso
fanno ro,
GA22ETTA UËFÏCÌÀLË Ï)EL ÏtÈGÑÖ D'lTALIA .
3000

dfab ùn'eriorriio finiiiobiliziaiioneiri potere di duo grändi Iétituti. Provvedimenti, a? favoro dei danneggiati dalle alluvioni e frano

Esiste una che stabilisce iÍ moðo di procedere alÏÉ


legýo 1 oebäåo honiestrà 1901:
bilizzazÍoËÃ, e gl'ÌstiÍtifi
haliiió fiitoi·a ottemperato aÌli Ìe Il .
Votanti.......... 07
ministro del tesoro però non ha facoltà d'imporre la smobiliziik Pavoievõ1í . . . . . . . .
90

zione.
donitá$ .........
7

Al sËnatore Frola dipe che no si a rifiutato, na lia a<Ìeilfö É (fi Sän o aþprona).
l'are gli studî chiesti col suo ordine del giorno, o dichiara clie so IotilfÌcafiolii alla loggo enllo stÀto dei sottuflidiáll:
il Governo troverà mezzo di potor fare ogualo trattamento agli ãl- Votanti. . . . . . . .
. .
US
FavorevoÌi 9Ì
tri imþiogati noti residenti in Iloma, non manchei·ã ili farlo. Proga dofitrari
. . . . . . .

7
pertanto lÌ senafore Frola a convertiro il suo ordino del giorjio fit . . . . . . . . .

una raccomandazione, che il Governo torrà nel inassimo coiifo. (Il jienÊto approva).
PA'Í'EftÑÓSTÌìÖ. Replica dicendo che non credo che l'aliinänto gÁrilento alla signota Augusta Trevisarii al dàrifli ed liito-
eÏÏe pigioni significhi miglioramento realo nello còiidiziÑi ecò ksi riÌílÌ>óiso di spáse þrocessuÁli o di un iss gríö #itálizio in
e

noliilchó di Roiriii. sägnito a senfonza dell'Alitorità giudiziåria:


Votanti.......... 98
OsservÄ poi clie egli crede niigliore il sistema dell'aceaË nÃ-
Favorevoli 87
monto per lo Banche. Del resto prende atto delle dichiärazÍóíll Édl .
. . . . . . . .

Contrari 11
minisiro. . . . . . . .

ËÍŸÒL þrosidento deÍl'Uffielo centrale. Dopo la pregliicí·ä o lo (Il Senäto approta).


dichiarazioni del ministro, consente di convertire il suo orditio l Modificazlórti alld piarito organiche del persoriale dello posto e

dei telegräfi o pi·ovvedimenti coricernenti il personalo stesso:


giorno in una raccomandazione. Votanti 98
PIERANTONI, relatore. Non ha da difondere la Ingge, percho
. . . . . . . .

Fävorevoli. 87
nón i cohi attuta. . . . .
.
, ,

Codtrari 11
RËforisÀc suÌlo potilio 1 i•vornitó aÌ Šdiiátö ra 13 quiili ne rÌ- . . . . . . . .

lovii dixo probo'ritato l'tina dagli sci•iŸàni degli ex41iniatori e l'al- (Il Senato approva).
tra dagli scrivani del Ministero dolli fliianzo.
Provonziono o cura dolla Ifellagra:
Votanti 98
Ñoû clie essi Êaiulo v$rsato ira uli rgúlvoco p icÍâ l progitto à . . . . . . . .

Favorevoli 88
stato omen ito dälla Camera dei <Íepiitati-nol hengo da loro desÎ-
. . . . . .
.
.

Contrari . . .
. . . . .
10

IUferisce poi una petizione degli scrivani dello Cancello-


(11 Senato approvi).
sopra
Indennità agli impiegati residenti iri Romä:
Vie giudiiia le e dico come arido per questa nessuni delib izione Votanti.......... 98
sia di pien3eräi·
uËiifõ ka una petigono degli impiegati civili di NahoÏi, cÌ1o dö- Favorevoli .- 73 . . . . . .

mandano il it'getÏo della legio, perchó la credono uná.,Ìe¼gé di Contrari......... 2,5


$Ëi ˼io, dicó cho cÌð noil 6, epperò della petiziond jiotrà tenersi (11 Seriatö ap,prova),
conto, per l'avvenire. ( átiÀ dalle tribune).
Itingrazia il sonaioro Cantoni di aver ritirato il suo contropro- Levasi (oro 18,30).
getto,. Ëà 3 certo clic il Senab darà voto favorevole a questo pro-
gÈttà,
quost'assembloa, llovo soggono le liiù grandi dignità
orto in ·dI.A.ILIO IDST10BØ
1Stató, che si ricárdanö 1e ore prime della carriera,sarà forte
$"a fanre dogÏi'umiÙ. P å lto ha dettò clic l'an,iÈk séa I giottiali iiiglosi ricevono lunghi dispacci da Pokino
deva con molta oinipatif qtiosta ÏËÔo, orch ogli esirdi dalla sui risultati della riuítione dei. rappresentanti esteri, to-
carriera modesta ed onoratissima degli impiogati. Ìl Sofiato, clic
nutasi it .quella città il 28 giugno, por discutere le 24
ascolta iplo i bÍla popolaziono Soglia leggere sapri quell'urna: cond.izioni poste..dài comandanti militari por restituire
No».e p.: ):ara m<di.. miseria succurrere (Vivo approvazioni).
disco
alla Chink la città di Tien-tain.
ÀEŠÍÖËÑÈ. IÈ$hiaia cilusa la discussione generale. Le condizioni erano gik state prima votate all'unani-
rËza discuisiono si approvano i primi due artic$1i del pro- mità dal Èei 'mihistr,i dei, paesi våpp16esentâti pi·esso il
getto. Governo provvisorio di Tien-tsin. Tale unanimità era
Presentazione di un progetto di legge. tanto più notevole in quanto che tre fra i rappresen-•
a

CAllCANO, ministro dollá ihializo, il disegno ili legge: tanti, quelli d'Inghilterra, Giappone o Russia, dopo aver
pi·osenta
.protestato, si
uniti alle deóísioni dello ,altro Po-
erano.
« Aujorizzazione dolla maggiore spèsa di liro 250,Q00 per i lavori
tenze. Ma nella detta riunione il ministro di Russia an-
di compiq1erito al Pó,liolifilco
Umhärto I » in Itoma »,
nunciò formalmente che la Russia toglieva il suo con-
(E trasmessò alla Commissione di finanzo). bondizioni.
senso primitivo a restituire Tien-tsin senza
Totazione a scrutinio segreto. Il niinistro di Gernyania la cui attitudine, nel resto, -

ËŠlÖËlŠE. Obàiria Ta¡ijiello nominale per la votazione «scru- di opposizione al Governo russo fu invariabile iiisi- -

fliiÌ rdb 51 rogé i di 'leýge, i alitifovati per älzata e ae-


o
stette perchile condizioni già accettute .non fossero mo-
dùta. dificate, ed in ció venne appoggiato anche dal ministro
TAŸERI(A, sËg etai·Ío, Ta Í'appello nonlinalo. dell'Inghilterra.
La riunione non ebbe quindi nessun risultato ha i
Chiusura di votazione. ministri aspettano nitove istruziotii. Si dice dhe la Frean-
ItÈSfúEN'I'É. 316álara icliluala la 4ótazione. cia soguirà. l'esempio della Russia e si ritirerà,ila§cialido
Si pibbide kilo Apo§lib dállo uine. alle altre Potenze ogni responsabilità. ·

ËisuTiato di botazione.
#RESIDENTE. Proclama il risultato della votazione dei seguenti Telegrafano da Madrid, 30, al Teniþs di I arigi:
Le difficoltà che il Governo liberále frova 'nei cirãoli
disegni di legge: «
3070 GAZZETTA UFFICIALE DEL REGNO D' ITALIA

di Corto iono vivamente discusse. Il ministro dell'istrii- sero provvisti fascicolo di scontrini o del nuovo libretto,
del nuovo

zione pubblica ð combattiito dalle stesse influenze cleri- resta fermo che nel periodo dal 1° luglio p. v. al 30 settembre
cali che decisero i signori Gonzales e Canalejas a riti- successivo, dovrà farsi tiso delle šÍohfesÍo ðàl ifu~oio IËõ$eÏÏŠ già
rarsi ; 10 si vuol costringere a modificare la legge da lui inviato.
di musica. Il Mu-
internazionale
proposta, che crea una ispezione dello Stato sull' inse- Concorso
-

di Torino ha offerto ieri banchetto di 160 coperti in


gnamento ed i titoli accademici dei congregazionisti, ai nicipio un
della
quali i clericali vorrebbero fosse accordato un anno onore della musica della Guardia Repubblicana di Parigi e

per porsi in regola, perchè sperasi che nel frattempo i banda municipale di Torino.
Al levar delle mense parlarono, applauditissimí, il conte di Rorå
conservatori abbiano ripreso il potere.
della
È molto commentato il rifiuto del Re a firmare il de- il deputato francese D'Estournelles e Paros, capo della liiusica
creto che clargisce a Perez Galdos l'onorificenza di Gran Guardia Repubblicana
Croce del nuovo Ordine di Alfonso XII; i clericali non D'Estournelles espresso la sua riconoscenza alla città di Torino,

l'accoglienza grandiosa ricevuta. Disse che sapeva, prima di


gli. perdonano nè il dramma Elettra, nè l'ultima serie per
da Parigi, le doti di civiltà d'ordino cho caratterizzano
dei suoi episodi nazionali in cui espone i delitti dei car- partire e

la nobile città, ciò che egli sapova e che lo ha commosso,


listi. ma non

Il principale organo liberale, il Correo, in un lungo fu la spontaneita del sentimento popölare.


brindisi all'uniope indissolubile delle
due
articolo dichiara che tutte questo dicerie hanno bisogno Farono poscia fatti
LL. MM. il Re la Regina d'Italia ed alla Famiglia
di urgenti schiarimenti, perché non si puo ammettere musicho, alle o

che un ministro possa accettare una situazioge incom- Reale.


Alla sera, al Teatro Vittorio Emanuelo, ebbe luogo il
secondo
patibile non solo col suo prestigio, ma anche coi doveri
impostigli dal regime costituzionale. concerto dolla Guardia Repubblicana.
La Direzione
Il Correo aggiungo che il paese à convinto che il Go- twale <1estinato all'esportazione. -

disponibili la vendita, con desii-


verno non manca di nessuna delle condizioni che la Co- generale delle privative ha por
nello
stituzione indica come indispensabili; in caso contrario nazione all'estero, 300,000 quintali di sale granito, prodotto
sarebbe meglio di rinunciare all un potero che non si saline demaniali di Cagliari.
Per informazioni e trattative, gli acquirenti dovranno rivolgorsi
può interament6 esercitare ».
esclusivamente alla DirezÏone dello salino di Cagliari.
La Direzione dell'esercizio
Trasporti ferroviari. --

Circa l'unificaziono <lel debito turco, il Piccolo, di delle Ferrovie del Mediterranco comunica:

Trieste, riceve da Costantinopoli la seguente informa- Perdurando l'ingombro della stazione di Genova (Porta Brignole),
la sospensione
zione : viene prorogata, poi giorni 2, 3 e 4 corrento mese,
« Il <leliberato del Consiglio elei ministri di mercoleili, dell'accettazione di merci a piccola velocità, a vagone completo,
col quale si- raccomanda l'accettazione del primo pro- cola dirette, provenienti da stazioni del I Compartimento.
getto dell'attuale ministro franceso llelle finanze, Rouvier, 11 1rafo1•o del Senalaione. - I lavori di perforazione
circa l'unificazione del debito turco, verrà firmato <la ripresi procedono regolarmente.
dal lato italiano sono stati e

tÌtti i ministri e presentato all' Yldiz-Kiosk. Si crede Dal 22 al 28 scorso giugno inclusivi, si perforarorfo circa
metri
fu di metri 10.70.
che .questo deliberato verrà fra breve sanzionato. 8.70 al giorno. La massima perfora°zione
La roccia o ora di natura calcare, leggermente alternata
con
Si dico clie il Sultano abbia pregato, nell'udienza di
ieri, l'ambasciatore francese, Constans, il quale partirà degli strati cristallini.
fra breve per Parigi, d'influire sul gruppo Rouvier, af- Ma1•ina militare. La It. nave Garigliano &
--
pgrtita
finchè lo trattativo vengano sollecitate. dalla Maddalena, il Vesurio da Porto-Said, dirotto a Venozia.

Nei circoli fluenziari e politici turchi si ritiene assi- --


L'Iride o giunta<a Smirne, la Città di Milano a Palermo,
curata la conversione, salvo il caso che subentrino flif- la PNUlia a Chemulpo.
Marina me1•canti1c. Ieri l'altro i piroscall Bisa-
'

ficoltà improyeduto ». -

quo, della N. G. I., e Trave, del N. L., proseguirono il primo da


Genova,
Singapore por Hong-Kong cd il secondo da Gibilterra per
della N. G. l., Šlunso a Monto-
il piroscafo Regina Margherita,
NOTIZI¯EO VAILI¯EO video. Il Cam/>roman, della Dominion Line, proveniento da Ge-

ITALIA. nova, e Gibilterra, è giunto a Boston.


Napoli
Nervizio di Corte. - Per 11 corrente meso di luglio
lono stabilite le deguenti designazioni: ESTERO.
Casa civile, marchese di SantasiÏia o duca Di Fragnito, genti-
Ún nuovo Eldou-ado gelato, -
Scrivono da New-
luomini di servizio, conte Promoli e conto Bruschi-Falgari a
che 5000 cercatori d'oro s'incamminano in questo momenta
Yo:
disposizione. il Von Thunder
att verso i pericoli di un deserto di neve -

Presso S. M. la Regina, il duca e la duchessa d'Ascoli.


Mo ain (Idaho) di 30 piedi di spessore. Vi à là, sembra, un

Consiglio amministrativo delle Ac-


-

Per gli operai. Il


ceclisserà tutti gli Eldoradi, lo stesso Klondyke
-

ciaierie di Terni ha deliberato di aumentare di L. 20,000 il con- reg o dell'oro che


Non si può
compreso. Il viaggio o tanto dinicile quanto pericoloso.
tributo annuo alla Cassa di previdenza del persquale e di inscrivere il sole, che durante il fondo gior'no
alla Cassa Nazionato tutti i contributo an- ava che la notte,
zare percho
suoi operai, fissando un
impossibile.
lo rato superiore della neve, rende la marcia
nuo di L. 3000 od assumendonc la spesa iniziale di L. 120,000.
tentato di avven.
L'Is¡wttorato generalo einquo riprese, dei viaggiatori che avevano

Viaggi degli impiegat i.


.

attuali scontrini dei li-


turarsi sulla nove in pieno giorno, sono scomparsi.
delle strade ferrate ha disposto che gli
i cercatori, ritornati, danno notizie stupefacenti sulla ricchezza
bretti degli impiegati, siano accettati dalle stazioni ferroviarie
dei nuovi campi d'oro, cho occupano 40 miglia quadrate. I cam-
fino al 31 luglio corr., con applicazione dei prezi stabiliti dalla
valutati da 2 mila a 200
pio i di quari.o aurifero trovati sono
legge 20 dicembre 1001, n. 562, ed osservanza Gelle modalità pre-
n.til marchi la tonnellata. Sono stati raccolti varî lingotti quasi
scritte dal testo della nuova concessione C.
mente composti d oro.
Per i viaggÌ degli impiegati e rispettive f .gniglie che non fos- puy
GAZZETTA UFFICIALE DEL REGNO D' ITALIA , 3071

I fratelli Caswall hanno scoperto delle vene d'oro il cui valore


& stimato ä piþ milioni. Più di 60 cercatori si son'ò assicurati dei
T ¯Eh L El GF IL.A.]VI1VI I
claims che fruttano loro da 500 mila a 2 milioni di marchi.
Molti cercatori si sono fatti dello giornate da 800 a 2800 marchi. (A.genzia Stefhni)
La vita però vi è carissima. Un sacco di farina costa 160 fran-
chi; 80 un sacco di grantarco, 20 una libbra di lardo, 20 una LONDRA, t. Il _Principe di Galles ha passato in
-- rivista
libbra di favo, 4 una libbra di patate. 2500 uomini delle truppe doloniali.
L' V'intervennero la Regina, il Duca o la Duchessa d'Aosta ed i
importazione <1ei vini negli Stati-Uniti.
-- In forza di una recente
legge emanata dal Governo degli Stati- Principi e le Principesse inglesi e stranieri.

Uniti, restano abolite alcune tasse Assisteva una grande folla, che acclamo vivamente la Fami-
dazi di guerra, di carattero
e

provvisorio, decretati duranto la guerra con la Spagna. glia Reale.


bosl, col l° luglio, la tassa di guerra sqif vini in bottiglie, che COSTANTINOPOLI, 1. -
Su quattro casi di pesto denunciati,
era gta stabilita in (I ne sono stati verificati batteriologicamente due.
,
Si cents . 1,25) per cassa viene .wp
I colliiti Ytfrorio tohto isolatî.
pressa.
Daguesta PARIGI, 1. Il Consiglio dei ministri, riunitosi oggi all'Elisco
soppressione trae vantaggio anche
l'osportazione ita- -

liano. dei vini in bottiglie compreso il verniouth-cle rappre-


-
sotto lapresidenza del Presidento dolla Repubblica, Loubet, ha
800'ta circa 100.000 cassetto all'anno. nominato Beau, attualniento ministro di. Francia .a Pechino, 00-

Difatti, nel 1901, se no esportarono negli Stati-Ûniti 91,875 vergatore generale dell'Indocina.
cassetto. Il SL10 StiCCOSsore a Pechino sari nominato in un'altra rinnlone.
XERES, 1 Sono stati arrestati aleurli anai·chici ingseguito
Gäneimentó di smeraldi in Rusasin. -
Secondo
.Ïournal tÑ agli scioperi agrari scoppiati utlla proúincis.
il Ët-PÃtersbourg,
ò stito scoperto un nuovo giact- VALLADOLID, l. Una terribile grandisata ha cagionato
merito di smot·íldi rielle vicinanza dolla cit01 di
-

Ekatorinburg, in
grandi danni alle
alfuife propricta privato. Quosto à il secondo scopojtö nello stesso
campagne.
I raccolti no sofforkero moltissimo. Un fulinino ucciso utut con-
<Iistretto; il primo si trova in un terrono appartenente al. Gabi-. tadiila.
netto ImperiaÏo russo, c viene escreitato da una Compagnia inglese.
NEW-YORK, l. -
La cannoniera Marietta si recherà a Capo
1.commercio del Chill. Un rapporto del consolo
Haitiano.
-

Ú¿nego
'

a
Uparaiso dà lo seguenti notizio sul commercio del 11 ministro degli Stati-Üniti ad Haiti, Fowell, anntruzia che il
Chill?
ministro degli affari estori di Haiti, Jeremie, ha ordinato l'arresto
'Importaziono
italiaita fu nel 1900 di 2,238,381
piastro (o scudi). del comandanto Kilick, che il 30 giugno scorso bombardo Capo
E uria sommá. ancora poco confortanto, ma sono molto notati nel
Haitiano senza avvisarne i Consoli.
Chill i progressi recenti dell'industria
italiana, chocammina sulN
.

'Í'elegrafano da Pbìto Principe che lo olezioni furono sospow


tracce di
quega tedesg Questo progresso si rileva specialmente Avverinero ín vioÌbnii coriditti,• la situazidisc à pritiël.
ifta
-nellifabbricaziond dello stoffo di .cotono a buon morcato.
PÄRIGI, 1. Caiúëra der lëputati. Gaùthier do Clagny
L'importazioÃo della Francia
---

nel Chill é pure in aumento,


cialriente
spe- presenta una proposta di amnistia geherale, avóndo più special-
a causa di grosso spedizioni di sacchi di jota. mente di mira DdrouÌéde e Marcello Hdbert, già condannati dal-
L'iv2portazione dell'Inghiltorra è invece in diminuzione, e quella l'Alta Corte d GiúÀtizifD i Fró invÌta il Governo ad associarsi
tedeséa in aumento, ma limitato.
all'amnistia, facondo l'opera di pacificazíone consigliata dal Presi-
Quella dell'Austria-Ungheria o del tutto insignificante. doute della Ilopubblica, Loubet.
tommercio de11'olio nella Repubblien Ar- 11 presidento del ConsÏglio, Combos, respingo l'amnistia a favore
gentina. La Camera di conimercio francose a
Buenos-Ayres di Dèroulóde e di Hébert, cho-non rinunzianoaffatto allo loronpi-
---

segnaÏa il continuo aumento dell iniportazione dell olio, a prezzi nioni. Il Go cË õ pao
non esporre la Francia a nuovi movimenti
effe si mantengono moderati, el attribuisco
all°aumento della Co- tumultuosi.
lånil it'aliŠÊ,1Ïic tísi l'olio como condin ento.
U coiniercio dell'olll>io in China.
Lopelletter o Gauthier do Clagny invitando i colleghi a non re-

La Ditta -
staro inosorabili.
te¾sca Àrno Karborg avova proposto, tempo addietro, al Governo
chinois di assumorsi il monopolio dcI commercio
L'urgenza por l'amnistia, combattuta dal presidente del Consiglio.
dell'oppio; pa- Combes, viene resiiiuta, con 330 voti contro 179.
gairdo una annualità di bon quindici milioni di dollari in cambio I Agenzia llutgara dichiara che la notizia, pub-
SOFIA, 1. -

della concessiono.
blicata da qualeho giornalo estero, circa .una pretosa Convonkione
Il pri.ncipe Cliing
appoggiava can tutte le suo forzo o la sua militare fra la Ttussia o la Bulgaria, ) òõmplotamánte infondaia.
infl onza la hie.4ta dòll ditta germani'ca, come asiai conver PARIGl, 1. Il presidento doÏ Consiglio, Combãs, ed il mini-
niente per lp flnanze
--

finperiali. So non che a Cõrte la proposta stro delle finanie, Itonvier, intervenuti in sono alla Commissione
inãontrò I!žccailita o'pposizibéeil tutti
gli alti funzionari, i quali
daÍiitroduzione, commei'eio e contrabbando per i crediti dolla Camera, si sono riflotati di presentare avanti
deU'oppio, trgggono la sessione di autunno un progetto d'imposta sulle entiaio, per
anS$ålmente (rósse somme.
non contrariare l'operazione della conversione progettata entro
Ã$ostdo sidond'allo:iti per la circoptariza i negozianti inglesi breve termine.
de Ïëi-riÏ>ílo narhoGéo,'i quali, il
ove monopolio ell'ettuasse, no
si Essi annunziarono cho convoeheranno il Parlamento in ottobre,
avrebboro danni .immonsif quindi tutto lascia prevedere cho il
presenteranno allora il bilancio e quattrocento progetti relativi
progetto sari respanto. aÏlo domande di iutorizzazione avanzato dalÍe Congregazioni ic-
L,ýommor Ìang tedosahi del Pccili,
quali avevolo incitato la
i
ligioso.
Ditta Karberg a presentaro il progetto di
monopolio. per poi en- LONDRA, l. - Ïl bollettino uffleiale sullo
stato di saluto di
traro compartecipanti nella formazione di
unagranda $6eietà, sono Ito Edoardo VII, pubblicato 7, dice: stasera, alle
furÌbondi contro gli liigÌcsi per la loro opposizione ore

e minacciano < 11 miglioramento persiste, l'appetito aumeríta, la


di porre ostacoli all concessioni ferroviario che
medicazione
910:sti sollecitano: della ferita è riteno dolorosa, sebbene ogni minimo sforzo continui
ad affaticare il Ito ».
Firmati: « Treves, Laking, Barlow >.
2072 GAZZETTA UFFICIALE DEL REGNO D'ITALIA

BOLLETTIlfO METEORICO
MADRID, l. -
II (19 ha firmato il, decreto, col quale nomina il. del o centrale di meteorologia o di goodinamies
generale Macias, capitano generale di Madrid.
'

tonente
COSTANTINOPOLI, 2. --- È avvenuto un nuove decesso di posta Roma, li 1 luglio 1902.
bubboËica, fra i cAlpiti dei giorni precedenti, nella porsona di unÈ
bambina. TEMPERATURA
STATO STATO
ECKERNFOERDE, 2- 11-Granduca ereditario di Rpssia þ giunto,
-

reduce da Löndra, a bordo dell'ya hîTiaritia, salutato dal Prin- STA ONI del cielo del mare Massima Miniñas

cipo Enrico di Prussia.


ore 7 ore 7 nelle 24 ore

Egli intervenrie ad, una festa all'Yacht Club Imperial, ovo vonno precedesiti
salutatodall'Imperatoie Gu lielmo.
ÌÌtiES'i'E,i à terminaú lo selopefo del personale dei tram- Porto izio. . goirono moiso 24 5 1818
Genova calmo 28 9 19 7
20GJS, . . .
coperto
Massa C sèreno calmo 20 0 13 3
PARIGI, 2. -
Secondo il cói•rispondente loAdinese del Matiír•
Cuneo
. .

23 5 14 0
edperto
espressé l'opinionoko
-

irovi
. . .

Ro Edoardo stessé la a vita non si Torino 28 1 16 3


. . .
coperto 6-

piä in pkricolo propose che la Alessandria 27 0 17 9


o sua incoronazionc si faccia il 1° . .
/4 coperto -

ottobre. f(ovara .
. . .
/¿ copert - 28 .0 15 2
Domodossola 25 0 34 2
PARIGI, pubblica dispaccio
.
ooperto -

2. Il Matin un da Pechino, il Pavia . . . .


/4 coperto - 26 4 1Ò 0
quale dico cho la China vuolo pagare l'indonnità di luglio sol- Milano . . .

4 coperto -
29 3 15 9
tanto sulla base dell'aggio dell'argento, segnato il I Sondrio 28 0 1 5
aprile 1901. . . .
coperto -

LONDRA, Una Nota al Bergamo ooporto 23 5 14 6


2. giornali comunicata dico. che
-

-- . . .

Broscia. 26 0 16 E
quando si farà la cerimonia dell'incoronazione, si darà ad essa
. . .
coperto -

Crámona . . . */¿ coparto - 27 5 16 7


maggioro carattere religioso, e si celebreranno le foste in modo 25 0 17 8
Mantova . . ,
s/, coperto -

.1¾
meno brillante. Verona . . . 1/4 coperto - 241
Cosi Belluno */4 coperto 23 6 35 6
ý numero dei rappresentanti degl'invitati sarà li-
-
. . .

pure e
24 8 16 2
Udine */4 ooperto -

mitato considerevolmento ai parenti del Re


. . . .

Reali ed ai personaggi 27 0 18 0
Treviso. . . . .
*/, coperto -

più intimamonte legati alla Famiglia Reale inglcsc. Venezia , . . .


coperto calmo 24 6 18 1
Alcune festo, che dovevano aver luogo dopo l'incoronaziono del 23 17 0
Padova. . . .
*/4 coperto -

0 15 5
Rovigo. */4 coperto 29
Ro, si firanno negl'intervallì, affinchè .il Ro possa evitare le grandi , . . . -

24 5 15 2
fatighe che gli sarebbero imþoste dáL compimento di tutti i doveri
Piacenza . . . .
*/4 coperto -

14. 2
Parma */, coperto - 2ô 1
sociaÌl, stante lo stato deliento della sua salute, in cui si trovera
. . . .

25 16 0
Reggio B nilia . .
/4 coperto - 0
per la recente operazione subita. Modena 23 5 13 4
. . . .
1/4 coperto -

23'l 16 5
BERLINO, 2. Il rlin 'aýeÑat comrgentando il prossimo Ferrara . . . . sereng
-

14 8
*/ cogrto
-

Bologna 22 4
,

Re d'Italia
-

viaggio del dice che l'intervista personale


.

a Berlino,
. . .

Ravenna sereno - 21 3 12 9
dei duc Sovrani coniribuÏrà indubbÏamente a consolidare
. . . .

vieppiù 23 Û 17 0
Forli . . . . .
|4 coperto -

3 0
i vincoli che liaiscono nuovamento i duo paesi
per un certo nu- Pesaro. . . . . sereno legg. mosso 21 9
morò di anni. Ancoria . . . . -
- -

Urbino. /4 coperto 17 1 13 0
GAÈD, Š. --
In seguito a falso mbio, un treno sulla linea di
s
. . . -

20 8 15 0
Macerata |4 ooperto -=-
_

.
. . .

Gand ebbo uno scontro con un altro triono che si dirigeva a Roulors. Ascoli Pi:eno 21 0 13,0
. .
coperto -

L'urto fu violento. Perugia . . . . */4 coporto - 21 2 13 0


Camerinc coperto 17 8 11 0
Vi sono una cinguantina di viaggiatori feriti, dei quali dioci
Lucóa
. . . . -

28 0 13 8
*/4 coperto
gravemente o.mdrialmente.
. -
. . . .

Pisa. . . . . . sereno - 26 4 14 3
Livorno , . . . soreuo mosso 27 0 16 0
Firenze sereno 24 4 13 6
OSSERYAZIONI METEOROLOGICHE
-
. .
. .

Arezzo. . . . . seren - 23 5 15 4
Aol Ë. OSHertatorio del Collegio Romano Siena . . . . . soreno - 28 0 14 8
Grosseto
del 1° luglio j902 .
. . . -

Roma . . . . .
tj, coperto - 27 4 16 5
Toisino coperto 20 0 If 8
11 búometro Ñdotfo allo I?âltezza della stazione 6 di
-
. . .
zoro.
Chieti . . . . . coperto -
20 0 14 0
metri 50,60. 20 21 11 9
......... ........
Aquila . . . . .
coperto -

Barometro a nielzodi , . . . . . . . . 758,8. Agnona . . . . */, coperto - lT 2 11 2


Umidità rolafiva a leziodi . . . . . 27. Foggia . . . . . */4 coperto - 25 ;1 18)
18 6
. .

Bara. coperto calmo 21 8


mezzodi WSW debole. ,
.

ento
. . . .
a .
. .
. . . . . . . . .
Leece . . . . .
serenó - 26 0 16 5
Cielo sereno. 28 2 18 6
................ .
Caserta .
. . sereno -

massimo 31,1 Napoli sereno calmo 25 8 17 I


TermometÉo
. . . . . .

centigrado . Beneven·o. . . .
A/, coperto -
25 3 13 2
minimo 16°3. Avellino . . . . */, coperto -
23 0 14 6
in 24 ore Caggian */4 coperto 20 4 12 4
Pioggia mm, 0,0.
. . . . . -

Li i Ittglio AGO2.
Potenza . . . . Aj, eoporto -
19 4 11 3
Cosenza /, coperto 20 0 17 0
In Europa: prèssione iàúlma di 66 sulla Russia meridionalo,
. -
. . .

Tiriolo . . . . . */, coperto -


23 0 7 0
minima di 750 sulla Scandinivia softenti-ionale, Reggio Calabria . */4 ooperto legg. mosso 26 6 19 6
la Italia nelle 24 ore: barometro disceso fino a 3 mm. sul Vo- Trapani . . . . sereno calmo 25 5 19 0
Palermo sereno calmo 26 9 14 4
neto; temperatura alquanto aumentata.
. . . .

Girgenti . . */4 coperto legg. mosso 2T & 20 2


Stamane: cielo vario in Sedegna, sereno altrove; venti deboli
.

Caltanissetta. . . sereno -
27 4 14 4
vari. Messini . . . . sereno legg. mosso 26 7 20 0
Éarometro: quasi livellato intorno a 763. Catania . . . . */4 cáperto calmo 24 3 '17 8
Probabilita: venti deboli varî; cielo vario al Ne Sardegna,
Siracusa . . a . */4 coperto legg. inosão 27 0 20 0
so-
Cagliari . . . . sereno legg. mosso 27 8 16 5
reno altrove.
Sassari. . . . .
1/4 coperto -
29 2 16 5

Dirg¢¢ore: Avv. Giovamu Puomtrmr. Tipografia de11e Mantellate. Rariam.x 'I'oumo, Gerente
responsagile.