Sei sulla pagina 1di 4

1.

Se dalla superficie terrestre guardiamo “verso l'esterno” in un giorno sereno vediamo un'immensa
volta azzurra dove apparentemente si muove il Sole, di notte invece è coperta da stelle, e a volte
dalla Luna, un corpo simile alla Terra ma più opaco.

2. Si usano due unità di misura: l'anno luce e l'unità astronomica

4. Semplicemente girano in due versi opposti, una in senso orario, l'altra nel verso antiorario.

5. Ci impiega circa 24 ore.

6. La vedremmo ruotare in senso antiorario.

7. Il polo nord celeste lo “riconosciamo” perché è l'unico punto ad essere fermo, esso si trova vicino
alla Stella Polare, l'unico vero punto di riferimento che abbiamo.
Il polo sud celeste si trova accanto a un punto che si trova nelle vicinanze di un gruppo chiamato
Croce del Sud.

10. Le stelle sono costituite principalmente di gas, soprattutto idrogeno e elio.

11. Lo spettro a righe di assorbimento avviene quando lo sfondo continuo è interrotto da alcune
righe scure sottili.

12. Sono causati da strati di gas che assorbono parte dell'energia.

13. La temperatura di una stella dipende dalla sua temperatura superficiale.

14. La magnitudine apparente descrive la luminosità di una stella come appare, non per l'effettiva
luminosità mentre la magnitudine assoluta è la quantità di energia luminosa effettivamente emessa.

17. Si distinguono in base alla forma 4 tipi di galassie: quelle a spirale, quelle a spirale barrata,
quelle elittiche e quelle irregolari.

18. La nostra galassia presenta un nucleo allungato, da cui partono lunghi bracci a spirale.

19. Il diametro della galassia è di circa 100 000 a.l.

20. La Via Lattea è semplicemente “la nostra galassia” ovvero la galassia che comprende la Terra
con tutto il Sistema Solare.

23. Una nebulosa è una nube costituita da polveri finissime e gas freddi diffuse nello spazio
cosmico.

24. I globuli di Bok sono addensamenti di grandi quantità di polveri e gas che appaiono come nuclei
oscuri.

25. Si ha la formazione di una nana bianca solo se la massa iniziale è scarsa, e se non si innescano
le reazioni termonucleari.

26. Si origina dalle emissioni di energia che fanno espandere i gas verso l'esterno, fino a
compensare la forza di gravità, l'astro raggiunge così una fase di stabilità.

28. Dipende dall'idrogeno e dall'elio. Quando infatti si consuma l'idrogeno e l'elio si accumula nel
nucleo della stella, le reazioni termonucleari rallentano.

29. La stella entra nella fase di gigante rossa quando a causa dell'elevata temperatura, la superficie
della stella si dilata e, allontanandosi dal centro dell'astro, si raffredda, finché la forza di gravità
ferma l'espansione e si raggiunge un nuovo equilibrio.

30. Una stella può diventare una nana bianca solo se la massa iniziale è di poco inferiore a quella
del sole, allora verso il termine della loro vita, colassano e si trasformano.

31. Una stella di neutroni si forma dopo l'esplosione di una supernova, quando il materiale che non
si è distaccato assume densità elevatissime.

32. Nel diagramma H-R vengono messe in relazione diverse luminosità e temperature delle stelle, e
si tracciano, grazie a questo diagramma le tappe dell'evoluzione di queste ultime.

34. Oggetti lontani come quasar o galassie normali potrebbero rappresentare fasi diverse
dell'evoluzione della materia dell'universo.

35. La caratteristica è che la Cosmologia pur basandosi su dati e ipotesi scientifiche, essa non ha
modo di verificare la correttezza delle ipotesi attraverso esperimenti ripetuti.

36. Le dimensioni dell'Universo risultano tutte concentrate in un volume più piccolo di un atomo.

37. Per “inflazione” si intende quando questo nucleo di energia pura è esploso, cominciando a
dilatarsi e creando lo spazio in cui si espandeva.

38. Circa 380 000 anni dopo l'inizio, elettroni e nuclei si unirono, formando un gas di idrogeno, e in
minor parte, elio.
1. I pianeti del sistema solare sono 8.

2. I pianeti si definiscono come corpi celesti che non brillano di luce propria.

3. Il Sistema Solare è “nato” circa 4,6 miliardi di anni fa.

5. La zona più interna del sole è quella radiativa.

6. Nella zona connettiva il trasporto di energia avviene attraverso die flussi di matera calda.

7. Possono essere fotografate solo le parti esterne del Sole. (…)

8. I gas nella corona sono ionizzati, cioè gli atomi non possiedono una carica elettrica.

10. Il sole in relazione a un pianeta che si muove attorno ad esso è uno dei due fuochi di un'elisse.

11. Il punto dell'orbita di un pianeta in cui esso ha velocità massima è detto afelio.

12. Risulta minore, in quanto è più vicino al Sole.

13. Se non esistesse la forza attrativa i pianeti si muoverebbero in linea retta con velocità costante,
allontanandosi dal sole.

16. I pianeti terrestri sono composti prevalentemente da materiali solidi come le rocce e i metalli.

17. Perchè Venere a differenza di Mercurio ha una densa atmosfera, è questa la causa principale
delle temperature sempre molto elevate (sopra i 400°)

18. I pianeti di tipo terrestre sono tutti visibili ad occhio nudo dalla Terra.

21. La densità è inferiore rispetto ai pianeti terrestri perché quelli gioviani sono formati
principalmente da gas e ghiacci.

22. Le atmosfere dei pianeti gioviani sono dense e spesse, dovute soprattutto dalla grande massa e
dalle basse temperature, a causa della distanza dal Sole.

23. La caratteristica è che Urano impiega circa 84 anni terrestri a compiere un giorno intorno al
Sole, poiché ha l'asse di rotazione parallelo al piano dell'orbita. Così facendo, nelle zone polari il dì
e la notte si alternano ogni 42 anni.

26. Quando uno di questi oggetti incontra l'orbita terrestre viene attratto e attraversa l'atmosfera del
nostro pianeta, a seconda delle dimensioni del corpo si possono verificare due casi, se il corpo è
molto piccolo, l'attrito con l'atmosfera lo rende incandescente e lo fa evaporare dando origine ad
una scia luminosa che viene chiamata meteora o stella cadente. Se invece il corpo è abbastanza
grande, non viene completamente consumato dall'attrito e quindi arriva al suolo con un impatto
violentissimo, venendo chiamato in questo caso meteorite.

27. Gli asteroidi di collocano principalmente tra le orbite di Marte e Giove (su Giove circa un
migliaio) e infine ruotano su orbite molto allungate che giungono fino oltre quelle di Nettuno.
28. Le comete sono costituite da gas e vapori congelati, misti a frammenti di rocce e metalli.

29. E' stato scoperto, in alcune comete, la presenza di sostanze organiche essenziali per la vita come
noi la conosciamo.

31. La sonda Dawn sta indagando l'asteroide Vesta e l'asteroide Cerere.

32. La sonda Cassini, posizionata sul satellite Titano, ha confermato la presenza di laghi di metano
liquidiìo.

33. Sono state atterrate le sonde: Messenger, verso Mercurio, New Horizons, verso Plutone e Juno
Jupiter Polar Orbiter, destinato a raggiungere Giove.

Potrebbero piacerti anche