Sei sulla pagina 1di 22

Tecnica delle

Costruzioni Meccaniche
Esercizi e soluzioni
Stefano Miccoli

Anno Accademico 2003/2004


(versione del 23 gennaio 2004)


Copyright c 2000, 2003 by Stefano Miccoli. This material may be distributed only subject to the
terms and conditions set forth in the Open Publication License, v1.0 or later (the latest version is
presently available at http://www.opencontent.org/openpub/).
Distribution of substantively modified versions of this document is prohibited without the explicit
permission of the copyright holder.
Distribution of the work or derivative of the work in any standard (paper) book form is prohibited
unless prior permission is obtained from the copyright holder.

1
4 Azioni interne

Esercizio 4.1.

 
Determinare le reazioni vincolari in A.

j
jjjjjjj
jjj
jj o
jjjj 1N
 A>
 '>  ' >

Soluzione 4.1.

Si può osservare che sono richieste le reazioni vincolari sulla cerniera a terra dell’unica
asta caricata. Per questo motivo conviene semplificare la struttura cercando di sostituire
le altre tre aste con un equivalente vincolo a terra. Il procedimento ricalca l’analisi
cinematica del portale.

 Le due traverse (ciascuna equivalente ad un carrello interno) vengono ridotte ad


una cerniera; il portale diventa un arco a tre cerniere che viene ulteriormente
ridotto ad un’asta cerniera carrello.
  m


mmmtmtmtt
mmmttt
mmmm to tt

o m
mmm
1N mmm 1N
 A> m 
m m
mm
 - t-
-
U- t
- 
m m A
 '>  ' >  '> - U-  '>
tt 
ttt 
t
to t
1N
 A>
 '>  ' >

 Si applica una qualsiasi delle tecniche usualmente riservate al calcolo delle reazioni
vincolari in un’asta vincolata isostaticamente. Per esempio con il plv si possono
considerare queste due situazioni

- t-
-
U- t
-  - t-
-
U- t
- 
- U- - U-
 x  tt  tt 
ttt  _ cir⊗ tttt 
t
to t _ z_ to t

ADz  


1N y 1N
A: A /
y
 

? 
?  
 ?
?
cir _ _ H

VA


30
Si ottiene così
y z
VA =  1N HA =  1N
x z+y
La determinazione di x, y, z, è un semplice esercizio di geometria.
In modo alternativo le reazioni vincolari possono essere calcolate svincolando comple-

 
tamente da terra la struttura.


jjjjjjj
jjj
jjj
o
jjjj 1N
HB / O  HA / 
O
VB VA

Così facendo però si evidenziano quattro reazioni incognite, mentre possono essere scritte
solo le tre equazioni cardinali della statica. Essendo la struttura isostatica si può pensare
di svincolarla completamente.

  o H4 / 
V2 V4
H2 / o
H3 / 
O O
H2 H4
V2 V4 O

  o
V1 o
V3 1N
HB /  HA / 
V3
j o
H1
O O
jjjjjjj H3
jjjj
VB H1 /j jjjjjj VA
O
V1

In questo modo si evidenziano 12 incognite ma, avendo quattro aste completamente


svincolate, possono anche essere scritte 12 equazioni di equilibrio (tre per ogni asta.)
La soluzione di un sistema di 12 equazioni in 12 incognite non è ovviamente agevole,
conviene dunque semplificare la situazione. Si può osservare che le traverse non presen-
tano azioni esterne, dunque trasmettono un’azione, eguale e contraria ai due estremi,
diretta come l’asta stessa.

o  N /  C


M jj5

N
jjjj o
uj jj
jjj 1N
/ O  HA / 
HB M
O
VB VA

31
Il problema si è ridotto ad un sistema di sei equazioni in sei incognite.
È possibile infine semplificare ulteriormente il problema scrivendo le tre equazioni car-
dinali della statica per l’intera struttura (nelle incognite HA , VA , HB , VB ) e l’annullarsi
del momento per il piedritto di destra rispetto al punto C. In quest’ultima equazione
non compaiono le azioni interne M e N, che hanno momento nullo rispetto a C, e dunque
si è ottenuta una quarta equazione, nelle componenti incognite della reazione in A.

traccia
Calcolare le reazioni vincolari prima di tracciare il diagramma delle azioni interne.

Esercizio 4.2.

 
P

222
22
22
3 222
22
22
22
 :
2
? 
?  
 ?
?

 '> 1 

Tracciare il diagramma delle azioni interne.

Esercizio 4.3.

 
F

222 222
22 22
22 22
22 22
22 22
22 22
2 22
' >   :
22 2
 ? 
?  
 ?
?
Tracciare il diagramma delle azioni interne

32
Esercizio 4.4.
Determinare il diagrama delle azioni interne.

Ax = 1 N Bx = 2 N By = −3 N Cy = 9 N Dx = −4 N Dy = −6 N Ex = 1 N l = 18 m

33
Soluzione 4.4.
N [N]

1
0
−1

−3

0 6 12 15 18
T [N]

0
−3
0 6 12 15 18
M [Nm]

−10

−18
0 6 12 15 18

Esercizio 4.5.
Determinare il diagrama delle azioni interne.

Gy = 2 N Fy = −12 N l = 18 m

34
Soluzione 4.5.
T [N]

6
4
2
0
−2
−4
−6

0 3 6 9 12 15 18

M [Nm]

36

18

6
0
0 3 6 9 12 15 18

Esercizio 4.6.
Tracciare il diagramma delle azioni interne.
o 
 F
 


  '>

 

  '>

 
 
 '>  '>

35
Soluzione 4.6.

Esercizio 4.7.


Tracciare il diagramma delle azioni interne.

F / o
F

:
? 
?  
 ?
?
????

36
Soluzione 4.7.

37
Esercizio 4.8.
Tracciare il diagramma delle azioni interne.

 
F

 ???
 ??
 ??
 
 ??


???? ????

38
Soluzione 4.8.

39
Esercizio 4.9.
Tracciare per le seguenti strutture il diagramma del momento flettente.

???? ????

? _??
F  ??
??
 ?
 F

40
Soluzione 4.9.

41
Esercizio 4.10.
Tracciare il diagramma delle azioni interne.

  ?~Vg


F F
 

F / o
F

 
 '>  '>

42
Soluzione 4.10.

43
Esercizio 4.11.

: 
 
 

????

Tracciare il diagramma delle azioni interne.

 


F / 


?

??
??
??
?o ?
??
?F?
:
??

? 
?  
 ?
?
????

44
Soluzione 4.11.

45
Esercizio 4.12.
Tracciare il diagramma delle azioni interne.

G
F www GGG F
w G
 ww GG
ww GG
 ?
w GG
ww GG
ww
 ??
??

F  ?? F
??
 ? ?
 ??
 ??
 ??
??
??  ?
??


Esercizio 4.13.
Tracciare il diagramma delle azioni interne; lunghezza dell’asta l = 1m.

T
N
+ M

a
a ?? : ! ]] 

1N
?? ? ? 
? 
 ? 
?  
 ?
?  
 
 
 x

Soluzione 4.13.

Per prima cosa occorre calcolare le reazioni vincolari esercitate dai carrelli. È pos-
sibile utilizzare il plv eliminando uno alla volta i vincoli e mettendo in evidenze le
corrispondenti reazioni. Iniziando dal carrello verticale si ottiene il diagramma seguente.

46
?
? 
? C1

 ??
 ?
 ?
 ?
 ?
 ?
 ?
 ?
 ?
?
a ?? ?]]
 R1 1N
?? a ! ? 
 

?
? 
 


 
 ?
 
?

Si può osservare che i due carrelli determinano il cir C1 , dunque il sistema si comporta
come una leva con fulcro in C1 . Si nota che i bracci della leva sono 2 quadretti e 10
quadretti, e perciò R1 = 5N. Il verso di R1 è determinato ragionando sull’equilibrio della
leva: se la forza di 1N tende a far ruotare la leva in senso orario intorno a C1 , R1 deve
far ruotare la leva in senso antiorario.
In modo del tutto simile si procede per determinare R2 e R3 .

? 
?
⊗? ?C2
 ?
 ?
?
 ?
 ?
?
 ?
 ?
?
 ?
 ?
 ?
?
 : ?]]
1N
! ? 
 

 ?

? 
?  
  ?
?  
 ?
? 
R2 



Per risolvere la leva occorre annullare il momento rispetto a C2 :



R2  2 2quadretti = 1N  12quadretti,

da cui R2 = 3 2N.

47
 
 
 

 
 
⊗  C3
 
 
 

 

?
a ?? :
 1N
?? a

? 
 


? 
?  
 ?
?
_?? 
??
? ??
?
R3


R3  2 2quadretti = 1N  12quadretti,

da cui R3 = R2 = 3 2N.
A questo punto è sufficiente scomporre tutte le forze, carichi e reazioni vincolari, nelle
componenti parallela e perpendicolare all’asta per risolvere l’esercizio.
5N
1N
3N 3N
3N 3N
1m







N −3N 


 
T  
3N  
 
1N
 
−2N

3/4 Nm
 
 
 
 
M  
 
 
 
−1/4 Nm

48
Esercizio 4.14.
Calcolare le reazioni vincolari e il diagramma del momento flettente nell’asta verticale;
lunghezza dell’asta l = 1m.


 '>

1N /


 '>

Soluzione 4.14.

Sfruttiamo di nuovo il plv per determinare le reazioni vincolari.


 o :
 '> ? 
?  
 ?
?R2

1N / 1N /

o : 


? 
?  
 ?
?R1
 '>
Dalla prima figura si vede che R1 = 1N, in quanto l’asta verticale è libera di scorrere
orizzontalmente, e dunque perché vi sia equilibrio è necessario che le forze applicate
siano a risultante nulla. Similmente dalla seconda figura si ottiene R2 = 0. A questo
punto le altre due reazioni incognite possono essere determinate mediante le equazioni

O 
cardinali della statica applicata all’intera struttura.

R4
1N /

o 
1N
R3


49
Dall’equilibrio alla traslazione verticale si ha R3 = R4 , mentre dall’equilibrio alla rota-
zione si ha R3 = R4 = 21 N. Infatti R3 e R4 costituiscono una coppia di braccio 1m che
deve contrastare la coppia di 1N  12 m rappresentata dalle forze orizzontali.
A questo punto si può spezzare la struttura nel manicotto per ottenere il diagramma
del momento flettente.
1/2 N
1/2 Nm 1/2 Nm
    

    

    

    

    

    

    

    

    

    

    

    

    

1N     

M
1/2 Nm
    

    

    

    

    

    

    

    

    

    

    

    

    

    

1N 













1/2 N

Le azioni scambiate tra le due aste nel manicotto (un momento flettente ed una forza
perpendicolare alla direzione di scorrimento mutuo) sono state ottenute semplicemente
dalle equazioni cardinali della statica applicate all’asta verticale.

50