Sei sulla pagina 1di 5

Introduzione all’Analisi di Missioni Spaziali AA 2017-2018

Sezioni: A – D, E – O, P – Z PROVA D’ESAME


Docenti: F. Bernelli, C. Colombo, F. Topputo 18 luglio 2018

Tutti i fogli consegnati devono essere scritti in modo chiaro.


Si riporti in stampatello su ogni foglio consegnato il proprio cognome, nome e numero di matricola.
Nella soluzione degli esercizi, si riporti il procedimento completo.
Non è ammesso scrivere in matita.

Compito B

Problema 1
Utilizzare i seguenti parametri numerici:
Parametro gravitazionale della Terra = 398600 km3 s-2
Raggio medio della terra RE = 6378 km

Un satellite si trova su un’orbita geocentrica equatoriale circolare (orbita 1) con altezza dalla
superficie terrestre pari ad hc. All’istante iniziale (punto A) il satellite effettua una manovra tramite
un singolo impulso (non necessariamente tangente all’orbita iniziale) per immettersi su un’orbita
ellittica di eccentricità e2 (orbita 2), in modo tale che l’apocentro di quest’ultima (orbita 2) si trovi a
+90 gradi, in anomalia vera, rispetto al punto A. Dopo aver percorso un arco di 180 gradi in anomalia
vera dal punto A sull’orbita ellittica, il satellite, giunto al punto B, effettua una manovra di cambio
di piano, cambiando esclusivamente l’inclinazione dell’orbita per giungere ad un’orbita (orbita 3)
della medesima forma ma di inclinazione i3 rispetto all’equatore terrestre.

Tabella 2: Dati del problema

hc (km) e2 i3 (deg)
1500 0.18859 10

E’ richiesto di:
1. Rappresentare graficamente l’orbita di rilascio circolare, l’orbita intermedia ellittica e
l’orbita finale inclinata. É importate evidenziare tramite il disegno i punti salienti delle
orbite per evidenziare le loro dimensioni relative.
2. Calcolare la manovra di trasferimento a singolo impulso dall’orbita circolare all’orbita ellittica
(orbita 2) in modulo e direzione (angolo di volo, componente radiale e trasversale delle
velocità e della manovra). Calcolare l’anomalia vera sull’orbita ellittica dove il satellite sarà
immesso dopo la manovra.
3. Calcolare le velocità nei punti apsidali, l’energia specifica ed il periodo dell’orbita ellittica
(orbita 2).
4. Calcolare il tempo di trasferimento che intercorre dal punto A al punto B e confrontarlo con
il periodo dell’orbita ellittica (orbita 2).
5. Calcolare il modulo e la direzione della manovra di cambio di piano. Calcolare l’anomalia
vera sull’orbita finale inclinata (orbita 3) dove il satellite sarà immesso.
6. Calcolare il modulo del v totale del trasferimento dal punto A sull’orbita circolare, fino al
punto B sull’orbita finale inclinata. Cosa sarebbe cambiato nel v totale se la manovra di
cambio di piano fosse stata effettuata sull’orbita circolare, prima di cambiare la forma
dell’orbita da circolare a ellittica?
Quesito 1
Date due orbite complanari ma non intersecantisi, si illustri il procedimento di calcolo per calcolare una
traiettoria di trasferimento non bitangente.

Quesito 2
Si descrivano, con l’utilizzo di semplici formule e grafici, i parametri orbitali.
Tifo
amazon.gl

È
j

Potrebbero piacerti anche