Sei sulla pagina 1di 39

Sistema Raunkiær

Christen C. Raunkiaer
(1860 - 1938)
Professore di botanica
all’Università di Copenhagen dal 1912 al 23.

Il sistema Raunkiær è un sistema di classificazione per le piante, inventato dal botanico danese Christen Raunkiær,
basato sull’adattamento acquisito dagli organismi vegetali per il superamento della stagione avversa: il periodo
invernale, nel caso delle piante che vivono in un clima temperato, o la stagione secca, sfavorevole alle piante dei
climi aridi e caldi. Infatti, a seconda dell’ambiente in cui vivono, tutte le piante mostrano alcune caratteristiche
anatomiche e fisiologiche volte alla protezione, durante il periodo avverso, dei tessuti embrionali presenti nelle
gemme (o nei semi) e che ritorneranno a svilupparsi al ripristino delle condizioni favorevoli.

Queste particolari caratteristiche, ed in principal modo la diversa posizione delle gemme dormienti, hanno permesso
a Raunkiaer di suddividere le piante in vari gruppi ecologici, o classi di forme biologiche, suddivise a loro volta in
sottoclassi e che, in seguito, sono state modificate ed ampliate sia dallo stesso autore, sia da autori successivi, tra cui
Ellenberg e Mueller-Dombois.
Bisogna sottolineare il fatto che una stessa specie può appartenere ad una o ad un’altra forma biologica a seconda
della località e dell’ambiente in cui si trova. Tuttavia, il sistema Raunkiaer offre un buon metodo per l’analisi
floristica di un qualsiasi territorio, poiché piante di diversa specie e posizione geografica mostrano simili
adattamenti in simili ambienti.
Una volta esaminato il numero di specie vegetali di un territorio è possibile ottenere lo spettro biologico di quella
flora, ossia le percentuali delle varie forme biologiche presenti in quel territorio, che ovviamente rispecchieranno le
caratteristiche ambientali e, non meno importante, il grado di azione antropica a cui è (o è stata) soggetta la zona
studiata. Lo spettro biologico ricavato dalla totalità delle specie che costituiscono la flora mondiale viene definito
“spettro normale” e risulta così composto: Fanerofite 47%, Emicriptofite 27%, Terofite 13%, Camefite 9%, Geofite
3%, Elofite-Idrofite 1%. La maggiore presenza di fanerofite è dovuta all’influenza esercitata dalle grandi foreste
tropicali.
La seguente classificazione include le modifiche recenti e mostra degli esempi tipici della flora italiana (tra parentesi
viene posto il simbolo con cui viene indicato convenzionalmente il gruppo):
Fanerofite
Le fanerofite (P) sono piante perenni e legnose, con gemme svernanti poste ad un’altezza dal
suolo maggiore di 30 cm. Vengono suddivise in:

Forma biologica Sigla Sottoforma Sigla


Nano-Fanerofita NP
Arborea P scap
Cespugliosa P caesp
Fanerofita P Lianosa P lian
Succulenta P succ
Epifita P ep
Reptante P rept
Nano-Fanerofite

Le nano-fanerofite (NP) sono piante legnose con gemme svernanti poste tra i 30 cm e i 2 metri
dal suolo.
Es.: Berberis vulgaris, Juniperus nana, Rhododendron ferrugineum, Hypericum androsaemum,
Pittosporum tobira, Solanum dulcamara, Ribes alpinum. Rhamnus pumilus, Rubus idaeus.

Rosa delle Alpi


(Rhododendron ferrugineum) Dulcamara Ribes alpino (Ribes Lampone (Rubus
(Solanum alpinum) idaeus)
dulcamara)
Fanerofite arboree

Le Fanerofite arboree (P scap) sono piante legnose con portamento arboreo e gemme poste ad
altezze dal suolo superiori ai due metri.
Es.: Cupressus sempervirens, Alnus cordata, Castanea sativa, Fagus sylvatica, Ficus carica,
molte specie del genere Pinus, Fraxinus, Populus e Quercus.

Pino domestico (Pinus


Cipressi (Cupressus pinea) Frassino maggiore Fraxinus Farnia (Quercus
sempervirens) excelsior robur)
Fanerofite cespugliose

Le Fanerofite cespugliose (P caesp) sono piante legnose con portamento cespuglioso.


Es.: Agave americana, Nerium oleander, Loricera nigra, Viburnum (V.lantana, V.opulus,
V.tinus), Medicago arborea, Myrtus communis, Rhamnus alaternus.

Nerium oleander Myrtus communis


Viburnum tinus Medicago arborea
Fanerofite lianose

Le Fanerofite lianose (P lian) sono piante legnose con portamento rampicante.


Es.: Hedera helix, Humulus lupulus, Lonicera caprifolium, Clematis vitalba, Rubia peregrina,
Vitis vinifera.

Clematis vitalba vitis vinifera


Hedera helix Pianta maschile di luppolo (Humulus lupulus)
Fanerofite succulente

Le Fanerofite succulente (P succ) sono piante legnose con fusti e/o foglie specializzate per
l’immagazzinamento dell’acqua. Es.: Opuntia ficus-indica

Fico d’India (Opuntia ficus-indica)


Fanerofite epifite

Le Fanerofite epifite (P ep) sono piante legnose che si accrescoscono sopra altre piante usate
come supporto.

Es.: Viscum album, Loranthus europaeus.

Vischio (Viscum album).


Loranto o vischio (Loranthus europaeus).
Fanerofite reptanti

Le Fanerofite reptanti (P rept) sono piante legnose con portamento strisciante.


Es.: Pinus mugo

Pino mugo (Pinus mugo)


Camefite
Le camefite (Ch) sono piante perenni e legnose alla base, con gemme svernanti poste ad
un’altezza dal suolo tra i 2 ed i 30 cm. Vengono suddivise in:

Forma biologica Sigla Sottoforma Sigla


Suffruticosa Ch suffr
Scaposa Ch scap
Succulenta Ch succ
Camefita Ch
Pulvinata Ch pulv
Fruticosa Ch frut
Reptante Ch rept
Camefite suffruticose

Nelle Camefite suffruticose (Ch suffr) le porzioni erbacee seccano annualmente e rimangono in
vita soltanto le parti legnose.
Es.: Artemisia (A.alba, A.atrata, A.glacialis), Helichrysum (H.italicum, H.stoechas), Euphorbia
(E.barrelieri, E.biumbellata, E.pinea), Ruta (R.angustifolia, R.chalepensis, R.graveolens).

Elicriso (Helichrysum
italicum) Ruta comune (Ruta
Artemisia bianca (Artemisia Ruta d’Aleppo (Ruta graveolens)
alba) chalepensis)
Camefite scaposa

Le Camefite scapose (Ch scap) presentano un asse fiorale allungato e spesso privo di foglie.
Es.: Stellaria holostea

Centocchio garofanina (Stellaria holostea)


Camefite succulente

Le Camefite succulente (Ch succ) mostrano fusti e/o foglie specializzati per
l’immagazzinamento d’acqua.
Es.: molte specie del genere Sedum (S.acre, S.alpestre, S. sexangulare) e Sempervivum
(S.calcareum, S.tectorum).

Borracina acre (Sedum acre) Semprevivo dei tetti (Sempervivum tectorum)


Borracina alpestre (Sedum alpestre)
Camefite pulvinare

Le Camefite pulvinate (Ch pulv) sono poco sviluppate in altezza e di forma rigonfia e
tondeggiante.
Es.:Silene acaulis, Campanula macrorrhyza, alcune specie del genere Androsace (A.helvetica,
A.imbricata, A.pubescens) e Saxifraga (S.biflora, S.pedemontana, S.purpurea)

Androsace dei ghiacciai (Androsace Androsace emisferica (Androsace Silene a cuscinetto (Silene
alpina) helvetica) acaulis)
Camefite fruticose

Le Camefite fruticose (Ch frut) hanno un aspetto arbustivo.


Es.:Senecio (S.angulatus, S.mikanioides), Vaccinium (V.myrtillus, V.uliginosus, V.vitis-idaea),
Salix (S.herbacea, S.reticulata, S.retusa), Antirrhinum (A.latifolium, A.majus).

Mirtillo nero (Vaccinium myrtillus) Salice reticolato (Salix reticulata)


Bocca di leone (Antirrhinum majus)
Camefite reptanti

Le Camefite reptanti (Ch rept) si distinguono per l’accrescimento degli organi aderente al suolo,
con carattere strisciante.
Es.: Vinca (V.major, V.minor, V.difformis), Thymus (T.alpestris, T.alpigenus, T.longicaulis),
Selaginella (S.denticulata, S.helvetica, S.selaginoides), Medicago marina.

Pervinca maggiore (Vinca Serpilio o pepolino (Thymus Erba medica marina (Medicago
Selaginella serpens
major) serpyllum) marina)
Emicriptofite
Le emicriptofite (H) sono piante erbacee, bienni o perenni , con gemme svernanti al livello del
suolo e protette dalla lettiera o dalla neve. Vengono suddivise in:

Forma biologica Sigla Sottoforma Sigla


Cespitosa H caesp
Reptante H rept
Scaposa H scap
Emicriptofita H
Rosulata H ros
Bienne H bienn
Scandente H scand
Emicriptofite cespitose

Le Emicriptofite cespitose (H caesp) presentano ciuffi fitti di foglie che si dipartono dal suolo.
Es.:Festuca (F.alpina, F.cinerea, F.valesiaca), Poa (P.alpina, P.pratensis, P.minor), Luzula
(L.campestris, L.nivea, L.pilosa), Veronica prostrata.

Poa pratensis Luzula campestris Veronica prostrata


Emicriptofite reptanti

Le Emicriptofite reptanti (H rept) mostrano un accrescimento aderente al suolo con carattere


strisciante.
Es.:Agrostis stolonifera, Oxalis corniculata, Ranunculus repens, Fragaria vesca, Potentilla
anserina.

Oxalis corniculata Ranunculus repens Potentilla anserina


Fragaria vesca
Emicriptofite scapose

Le Emicriptofite scapose (H scap) sono dotate di un asse fiorale eretto e spesso privo di foglie.
Es.:Atropa belladonna, Physalis alkekengi, Melissa officinalis, Pulmonaria (P.australis,
P.officinalis, P.saccharata), Gentiana (G.cruciata, G.lutea, G.schleicheri).

Pulmonaria officinalis
Belladonna (Atropa belladonna) Alkekengi (Physalis alkekengi) Gentiana lutea
Emicriptofite rosulate

Le Emicriptofite rosulate (H ros) hanno le foglie disposte a formare una rosetta basale.
Es.: Bellis perennis, Taraxacum officinale, Trifolium alpinum, Pinguicula (P.alpina,
P.leptoceras, P.vulgaris), Primula (P.allionii, P.veris, P.vulgaris).

Pratolina (Bellis perennis)


Pinguicula alpina Primula veris Tarassaco comune (Taraxacum officinale)
Emicriptofite bienni

Le Emicriptofite bienni (H bienn) si distinguono dalle altre per il ciclo vitale biennale.
Es.: Cynoglossum (C.cheirifolium, C.montanum, C.officinale), Campanula rapunculus, Lactuca
sativa, Melilotus officinalis, Ptychotis saxifraga.

Cynoglossum officinale
Campanula rapunculus Lactuca sativa Melilotus officinalis
Emicriptofite scandenti

Le Emicriptofite scandenti (H scand) presentano un portamento rampicante.


Es.:Bryonia dioica, Convolvulus althaeoides, Calystegia (C.sepium, C.sylvatica), Lathyrus
(L.heterophyllus, L.latifolius, L.sylvestris).

Bryonia dioica
Convolvulus althaeoides
Calystegia sepium
Geofite

Le geofite (G) sono piante perenni erbacee che durante la stagione avversa non presentano
organi aerei e le gemme si trovano in organi sotterranei come bulbi, tuberi e rizomi. Vengono
suddivise in:

Forma biologica Sigla Sottoforma Sigla


Radicegemmata G rad
Bulbosa G bulb
Geofita G
Rizomatosa G rhiz
Parassita G par
Geofite radicigemmate

Le Geofite radicigemmate (G rad) sono piante perenni con organi sotterranei portanti gemme,
dalle quali annualmente si sviluppano le parti aeree.

Es.:Aristolochia clematis, Cirsium arvense, Tamus communis, Cytinus hypocistis, Thesium


bavarum.

Aristolochia clematis Cirsium arvense Cytinys hypocistis


Geofite bulbose

Le Geofite bulbose (G bulb) sono piante perenni munite di bulbo, organo di riserva che
annualmente produce nuovi fusti, foglie e fiori.

Es.: Narcissus (N.odorus, N.poeticus, N.radiiflorus), Crocus (C.albiflorus, C.medius,


C.napolitanus), Gladiolus communis, Allium (A.cepa, A.flavum, A.sativum, A.porrum,
A.roseum), Ophrys (O.apifera, O.insectifera, O.lutea), Orchis (O.cruenta, O.militaris,
O.purpurea).

Infiorescenze di cipolla (Allium cepa)


Narcissus poeticus Orchis militaris Fiore di Oprhys apifera
Geofite rizomatose

Le Geofite rizomatose (G rhiz) sono piante perenni dotate di rizoma, un fusto sotterraneo dal
quale, ogni anno, si dipartono radici e fusti aerei.

Es.:Tussilago farfara, Geranium (G.macrorrhizum, G.nodosum, G.tuberosum), Iris (I.florentina,


I.foetidissima, I.germanica, I.graminea), Asparagus officinalis, Epipactis (E.atropurpurea,
E.elleborine, E.microphylla).

Geranium tuberosum
Iris germanica Asparagus officinalis Epipactis helleborine
Geofite parassite

Le Geofite parassite (G par) sono piante perenni con gemme sotterranee che mostrano organi
specifici per nutrirsi della linfa di altre piante.

Es.:Monotropa hypopitys

Monotropa hypopitys
Elofite
Le elofite (He) sono piante semi-acquatiche con la base e le gemme perennanti sommerse, ma
con il fusto e le foglie aeree. Sono solitamente presenti nelle paludi e sulle rive dei laghi, terreni
acquitrinosi dove formano i canneti. Questa categoria non contiene suddivisioni.

Esempi comuni sono le Tife (Typha latifolia, T.longifolia), le Carici (Carix riparia, C.elata,
C.flacca), la canna palustre (Phragmites australis), il giunco di palude (Schoenoplectus
lacustris), il romice tabacco di palude (Rumex hydrolapathum), il giglio d’acqua (Iris
pseudacorus) ed il riso (Oryza sativa)

Schoenoplectus lacustris Infiorescenze di Typha angustifolia Carex acuta Phragmites australis


Idrofite

Le Idrofite (I) sono piante acquatiche le cui gemme si trovano sommerse o natanti. Vengono
suddivise in:

Forma biologica Sigla Sottoforma Sigla


Radicante I rad
Idrofita I
Natante I nat
Idrofite radicanti

Le Idrofite radicanti (I rad) hanno un apparato radicale che le ancora al fondale.


Es.: Callitriche (C.hamulata, C.palustris, C.stagnalis), Potamogeton (P.coloratus, P.crispus,
P.perfoliatus), Nymphaea alba, Posidonia oceanica, Zostera marina, Ranunculus aquatilis.

Nymphaea alba Posidonia oceanica


Potamogeton crispus
Ranunculus aquatilis
Idrofite natanti

Le Idrofite natanti (I nat) non presentano radici ancoranti e galleggiano sulla superficie
dell’acqua.

Es.: Lemna gibba, Lemna minor, Utricularia minor, Utricularia vulgaris.

Lemna gibba
Lemna minor
Utricularia vulgaris Utricularia minor
Terofite
Le terofite (T) sono piante erbacee che differiscono dalle altre forme biologiche poiché, essendo
annuali, superano la stagione avversa sotto forma di seme. Vengono suddivise in:

Forma biologica Sigla Sottoforma Sigla


Cespitosa T caesp
Reptante T rept
Terofita T Scaposa T scap
Rosulata T ros
Parassita T par
Terofite cespitose

Le Terofite cespitose (T caesp) sono piante erbacee annuali con fitti ciuffi di foglie e steli che si
dipartono dalla base.

Es.: Cyperus flavescens, Poa annua, Vulpia (V.bromoides, V.ciliata, V.ligustica), Anogramma
leptophylla, Juncus (J.bufonius, J.hybridus, J.tenageja).

Poa annua
Cyperus flavescens Juncus bufonius
Terofite reptanti

Le Terofite reptanti (T rept) mostrano un accrescimento aderente al suolo con carattere


strisciante.

Es.: Evax pygmaea, Euphorbia (E.maculata, E.peplis, E.prostrata), Parietaria lusitanica,


Trifolium (T.subterraneum, T.tomentosum), Lythrum portula.

Euphorbia peplis Parietaria lusitanica


Terofite scaposa

Le Terofite scapose (T scap) sono munite di asse fiorale eretto e spesso privo di foglie.

Es.: Borago officinalis, Impatiens balsamina, Papaver somniferum, Matricaria chamomilla,


Lamium purpureum, Datura stramonium, Solanum melongena e Solanum tuberosum.

Papavero da oppio
Borago officinalis
(Papaver somniferum) Stramonio comune Melanzana
(Datura stramonium) (Solanum melongena)
Terofite rosulate

Le Terofite rosulate (T ros) possiedono foglie formanti una rosetta alla base della pianta.

Es.: Limonium echioides, Hyoseris scabra, Androsace chaixii, Androsace maxima.

Androsace maxima Limonium echioides


Terofite parassite

Le Terofite parassite (T par) possiedono organi specifici per nutrirsi della linfa di altre piante.
Es.: Cuscuta (C.cesatiana, C.epithymum, C.europaea), Orobanche (O.alba, O.amethystea,
O.arenaria, O.crenata, O.loricata, O.minor, O.reticulata, O.variegata).

Cuscuta europaea
F I N E