Sei sulla pagina 1di 8

ORDER BLOCK

Da https://www.priceactionninja.com/trading-ict-order-blocks/

Come trovare e utilizzare i blocchi ordini ICT nel tuo trading

Negli ultimi anni, il concetto di blocchi di ordini reso popolare da youtube trader ICT è esploso,
con molti che si chiedono cosa siano e come usarli durante il trading.

In breve: i blocchi di ordini sono semplicemente zone di domanda e offerta, solo di un tipo
diverso.

Tuttavia, rispetto alle zone normali, hanno una probabilità MOLTO più alta di provocare
un'inversione. Si formano anche in modo leggermente diverso; piuttosto che svilupparsi dalla
solita base di due o tre candele, si formano SOLO da un consolidamento di intervallo ristretto,
rendendole molto più rare delle tipiche zone S & D.

Poiché i blocchi di ordini sono un concetto estraneo alla maggior parte dei trader, in questo
post ti fornirò una panoramica completa di cosa sono, come identificarli su un grafico e come
utilizzarli nel tuo trading.

Alla fine, i blocchi degli ordini saranno un'ottima configurazione che puoi aggiungere al tuo
arsenale di trading.

Quindi, diamo un'occhiata a cosa sono i blocchi di ordine e come si formano ...

(VEDI PDF SCARICATI)

Un blocco ordini è un tipo speciale di zona di domanda e offerta che si forma quando un
ordine in blocco - da cui prende il nome - arriva sul mercato dalle banche che acquistano o
vendono.

Se sai qualcosa sul trading del flusso degli ordini, probabilmente hai già sentito parlare degli
ordini in blocco.

Si tratta di ordini speciali di acquisto o vendita che le banche spesso utilizzano per effettuare
operazioni con - e prendere profitti e chiudere operazioni. Quando le banche hanno una
posizione ampia da collocare, non vogliono ribaltare il prezzo: la posizione potrebbe innescare
una grande mossa ed eseguire le loro operazioni a prezzi peggiori, con conseguenti profitti
inferiori.

Per evitare ciò, usano gli ordini di blocco per dividere le loro posizioni e inserirle in blocchi più
piccoli e più gestibili.

Ecco come funziona:

Supponiamo che un JP Morgan voglia acquistare 200 milioni di Euro / Usd, ma ne vengono
venduti solo 50 milioni.
Ovviamente, JP Morgan non può effettuare questo ordine; non abbastanza persone stanno
vendendo. Se acquistano ora, quando vengono venduti solo 50 milioni, solo una parte della
loro posizione (50 milioni) verrà eseguita ... i restanti 150 milioni verranno riempiti a prezzi in
costante aumento, riducendo il loro profitto complessivo e causando loro un grande mal di
testa.

Quindi, decidono di utilizzare un ordine di blocco per rompere la posizione e posizionarla in un


modo più gestibile.

Suddividendo la loro posizione - diciamo in 20 milioni di mandrini - possono posizionarla senza


stravolgere troppo il prezzo.

Ad esempio, il loro primo ordine di 20 milioni verrebbe abbinato ai 50 milioni venduti.  Ciò non
causerebbe un'improvvisa mossa al rialzo - prezzo sconvolgente - perché gli ordini di vendita
sono ancora più grandi degli ordini di acquisto - 20 milioni contro 50 milioni.  Possono quindi
attendere che gli ordini vengano ripresi prima di inserire il blocco successivo.

Questo processo - di effettuare un ordine da 20 milioni, poi un altro e un altro, ecc. - si traduce
in una zona di domanda o offerta che forma, in particolare, una zona da un consolidamento di
intervalli ristretti.

Ecco come appare la tua tipica zona di blocco degli ordini: li hai  visti prima? 

Notare le forme di zona quando il prezzo si allontana da un consolidamento di una fascia


ristretta: una consolazione contenuta in una fascia di prezzo ridotta?

A causa di come funzionano, il blocco degli ordini crea questi consolidamenti.

Le banche usano blocchi di ordini quando vogliono piazzare una grande posizione senza
sconvolgere il prezzo. Lo fanno posizionando un mucchio di piccole posizioni intorno a prezzi
simili; in questo modo ottengono lo stesso effetto di collocare un'unica grande posizione senza
immetterne effettivamente una sul mercato.
Le banche che posizionano un gruppo di posizioni simili attorno a prezzi simili provocano la
formazione di un consolidamento della fascia ristretta; ogni posizione crea un massimo (o un
minimo se sono in cortocircuito) del consolidamento.

Quindi, prima di andare avanti, ecco un breve riepilogo dei blocchi degli ordini:

I blocchi ordini sono zone di domanda e offerta ma di tipo diverso.

Si formano dalle banche che acquistano o vendono utilizzando un ordine di blocco, che divide
una grande posizione (ad esempio uno scambio) in un gruppo di posizioni più piccole che
rende più facile per le banche comprare / vendere senza sconvolgere il prezzo.

Le zone stesse sono strutturalmente identiche alle normali zone di domanda e


offerta. Tuttavia, si formano SOLO quando il prezzo si allontana da un consolidamento di una
gamma ristretta che funge da base. Questo perché utilizzare un ordine di blocco per inserire
una posizione grande significa posizionare posizioni più piccole a prezzi simili, creando un
consolidamento con un intervallo ridotto.

Differenze tra i blocchi ordini e le zone di


domanda e offerta normali.
Ora che sappiamo che i blocchi di ordini sono zone di domanda e offerta - solo un tipo diverso
- la domanda è: in che modo differiscono dalle zone normali che vediamo sempre?

In realtà, ci sono due differenze fondamentali ...

In primo luogo, i blocchi di ordini hanno una probabilità molto più elevata di provocare
un'inversione rispetto alle normali zone di domanda e offerta.

E questo indipendentemente da dove o quando si formano, ad esempio se compaiono dopo


un lungo aumento o diminuzione, il che aumenta la probabilità che le zone normali risultino in
un'inversione.

Il motivo è perché le zone vengono create dalle banche che acquistano o vendono utilizzando
un ordine di blocco, che usano solo quando hanno una posizione particolarmente ampia da
collocare. Se stanno posizionando una posizione importante, le banche ovviamente non
vogliono che il prezzo vada oltre il punto in cui hanno acquistato o venduto: la zona S o D.

Pertanto, la zona ha un'alta probabilità di provocare un'inversione perché le banche non


piazzerebbero una posizione importante a meno che non fossero molto fiduciose che il prezzo
si stesse dirigendo nella direzione che desiderano.

L'altra differenza è l'aspetto delle zone di blocco degli ordini.

In generale, i blocchi di ordini sembrano identici alle normali zone di domanda e offerta: si
formano da un forte aumento o declino da una base come tutte le zone.
Tuttavia, la base è SEMPRE un consolidamento della gamma ristretta, come vedete sotto.

A differenza delle zone normali che si formano da un'inversione, che puoi anche vedere sopra,
i blocchi di ordini vengono sempre creati dal prezzo che si allontana da un consolidamento di
intervalli ristretti. Perché questa è la struttura che si forma quando le banche usano un ordine
di blocco per collocare le loro posizioni nel mercato.

Con un ordine di blocco, ogni posizione viene inserita a un prezzo simile, determinando i
massimi (o minimi in questo caso) del consolidamento che si formano a prezzi uguali tra loro.

Su un grafico, ciò crea un consolidamento di intervalli ristretti, come vedi sopra.

Quindi, quando si tratta di identificare le zone di blocco degli ordini, tutto ciò che devi fare è
cercare un piccolo consolidamento di intervalli ristretti. Si formano solo dalle banche usando
ordini di blocco, il che significa che una zona DEVE esistere alla fonte.

Come trovare e utilizzare i blocchi degli ordini nel


tuo trading
Il modo migliore per utilizzare i blocchi degli ordini è come una configurazione ad alta
probabilità da tenere d'occhio insieme alla tua strategia di trading principale.

Le zone di blocco ordini non si formano spesso; non puoi davvero usarli come un'unica
strategia.

Se li usi come configurazione, tuttavia, possono fornirti segnali di trading ad alta probabilità
che puoi utilizzare per generare profitti aggiuntivi insieme alla tua strategia di trading
principale. È così che li uso nel mio trading. Domanda e offerta sono la mia strategia
principale, che mi dà la maggior parte delle mie operazioni, quindi ho due o tre configurazioni
che cerco insieme ...
Ordina blocchi, barre di spillo e il modello di inversione nel mio libro.

Mi consentono di guadagnare di più e, allo stesso tempo, di ridurre il mio rischio complessivo
grazie alla diversificazione che forniscono alla mia principale strategia di trading.

Quindi, come trovi e utilizzi i blocchi degli ordini nel tuo trading?

Poiché i blocchi di ordini sono essenzialmente zone di domanda e offerta - solo un tipo molto
più raro - il modo in cui scambi le zone è lo stesso di come le scambi normalmente:

Contrassegni una zona sul grafico ...

Attendi che il prezzo entri e fornisci una sorta di segnale di conferma: pin bar, candela
inghiottita, candela di ampia portata.
E poi metti uno stop dall'altra parte della zona e vedi se il prezzo si allontana.

Semplice.

Trovare le zone è un po 'più difficile, ma comunque semplice con un po' di pratica.

La cosa fondamentale da ricordare è cercare una zona che si forma da un consolidamento


creato da un range ristretto, cioè il prezzo sale e scende tra due prezzi vicini.  Questi
consolidamenti si formano SOLO dalle banche che effettuano un ordine di blocco, quindi un
blocco di ordini deve esistere alla fonte e creare una zona di domanda o offerta.

Facciamo alcuni esempi ...

Quindi, ecco come appare la tua tipica zona di blocco degli ordini.

Questa zona di domanda si forma da un netto allontanamento da un consolidamento della


gamma ristretta. Il prezzo si muove avanti e indietro tra 1.21600 e 1.22000 prima di rompere
più in alto, formando il blocco degli ordini.

Presta attenzione a come appare questo consolidamento, quanto è stretto.


Non è il tipico consolidamento in cui il prezzo fa grandi oscillazioni su e giù con ogni fine a
prezzi diversi. Invece, le oscillazioni sono piccole e terminano all'incirca negli stessi punti,
portando il prezzo a essere contenuto all'interno di questo intervallo molto ristretto che sembra
quasi un rettangolo.

Questi sono i tipi di consolidamento che devi cercare per trovare i blocchi degli ordini.

Eccone un altro, questa volta dal grafico a 15 minuti. 

Di nuovo, guarda il consolidamento ... è piccolo, stretto e forma quasi una forma
rettangolare. Sappiamo che questi si formano solo dalle banche che utilizzano un ordine di
blocco, quindi una zona di blocco dell'ordine deve esistere alla fonte.

In rari casi, il consolidamento si formerà dopo una mossa piuttosto che a un'oscillazione bassa
o alta.

Quando vedi questo, disegna la zona di blocco degli ordini dal più recente swing basso / alto
fino al consolidamento. Questo la renderà una zona valida. Ciò accade quando le banche
posizionano una posizione, creando la mossa iniziale - un aumento nel nostro caso, che a sua
volta è una zona di domanda - quindi utilizzano un ordine di blocco per posizionare le posizioni
rimanenti a un prezzo leggermente più alto.

Sommario
Bene, spero che questo post abbia chiarito parte della confusione dietro i blocchi degli ordini.

Come ho detto, sono un ottimo setup da tenere d'occhio insieme alla tua strategia di base, è
così che li uso. E poiché hanno un'alta probabilità di causare un'inversione rispetto alle normali
zone di domanda e offerta, puoi anche scambiarle con una dimensione leggermente superiore
- abbastanza pulito, eh?

Non dimenticare di controllare la mia guida all'offerta e alla domanda se desideri un'analisi più
dettagliata di come fare trading con blocchi di ordini e zone di domanda e offerta.